mercoledì 23 marzo 2011

47

Batman Odyssey: Neal Adams e il suo Batman perfino più ridicolo di quello di Adam West dei telefilm (giuri)

Ora, per te è incredibilmente difficile. Ma davvero tanto. Perché se hai la fortuna di esser stato ragazzino quando in edicola c'erano gli albi della Cenisio, e sugli albi Cenisio c'era Batman, e dietro quel Batman c'erano le mani di Neal Adams, uno dei più grandi disegnatori di tutti tempi, la vita ti sorride. Il problema è che a Neal Adams a un certo punto non è bastato più esser stato il Neal Adams grande disegnatore degli anni 70 di Batman, Deadman, X-Men e Lanterna Verde. E così è tornato dalla pensione un tot di anni fa, Neal Adams, e ha disegnato quei fumetti AGGHIACCIANTI di Mr. T. E poi è tornato di nuovo, nel 2010, per Batman Odyssey, questa miniserie del paladino di Gotham City disegnata e, santo cielo, SCRITTA da lui. Questa miniserie in tredici numeri di cui sei arrivato a leggere solo i primi cinque, e neanche tutti, ma ti sono comunque bastati per battezzarla la peggiore minchiata dedicata a Batman di tutti i tempi. Dice: peggio del telefilm con l'Adam West con la panza? Oh, senza alcun dubbio, guarda […]

La copertina del primo numero, con un Batman crivellato dai proiettili. Sarà un po' il tema portante dell'intera miniserie
E sì, sei cosciente dell'enormità di quanto hai appena scritto. Perché per superare a destra in puttanate il telefilm di Batman degli anni 60 e il suo meraviglioso film spin-off ce ne vuole
ce ne vuole davvero tanto
Ma Batman Odyssey ci riesce facile. In folle. Con il freno a mano tirato. Ancor prima di salire in auto
Innanzitutto ogni numero della miniserie si apre con una scena come questa: un Bruce Wayne mezzo nudo in una posa vagamente sexy, villoso come Magnum P.I. ed estremamente logorroico, che riempie di parole un'intera pagina. Con chi starà parlando? E perché? Non si sa
Ma la storia entra subito nel vivo, portandoci agli inizi della carriera del cavaliere oscuro, allorché deve beccare dei malandrini impadronitisi di un treno e… sì, la pistola. Dunque. Il Batman degli esordi, quello di Bob Kane del '39, aveva di sicuro all'inizio anche una pistola. Il Batman odierno, quello post-Crisis, non ricordi, ma può pure essere (c'era questa cover di Alan Davis con la pistola stretta in pugno: Batman Anno Due? Boh). Ma quel che conta è che QUESTO Batman arriva a darsi da solo dello stupido, riconoscendo che, magari, tirar fuori l'arma solo dopo aver usato entrambe le mani per arrampicarsi sarebbe stata una trovata un attimo più intelligente
Una volta sul tetto del vagone, Batman affronta i cattivi, SPARANDO loro addosso (ma per disarmarli, neh), e si becca un proiettile nell'avambraccio destro. Ricordiamoci questo particolare, perché dopo sarà importante
Poi perde la maschera, tira fuori un'altra pistola e ha come l'impressione di aver ucciso un tipo
Un Robin inorridito gli chiede, anni dopo, se le cose siano andate effettivamente così, ma Batman risponde che no, ovviamente no. Che a far fuoco è stato un altro. Quindi parte con un pistolotto su quanto le armi da fuoco siano pericolose
E per dimostrarlo, lascia giocare tranquillamente Robin, un ragazzino, con una delle due pistole
Poi arriva Man-Bat, e Batman con grande umanità lo tratta dimmerda, umiliando quel poveraccio per il suo aspetto mostruoso
Il tempo di saltare sulla Batmobile, precisando con tono spocchioso che lo stile è quello di un'auto di Bond, e il Dinamico Duo si reca sul luogo dove un professore e sua figlia sono tenuti in ostaggio da dei terroristi (o quello che sono). Fine del primo numero, e il meglio, cioè il peggio, deve ancora arrivare
Sulla copertina del secondo numero c'è Batman usato ancora una volta come poligono per il tiro a segno
E si riparte, come detto, dal Bruce Wayne sexy, un po' omo, piuttosto Magnum P.I. ma senza baffo, che dice le cose inutili
Il suo racconto ci porta al museo, dove i terroristi (o quello che sono) hanno appena sparato con dei mitra a delle taniche di idrogeno, che contrariamente alle loro aspettative non sono esplose. Perciò Batman ci toglie i fucili e parte con uno spiegone di chimica di quelli pesi
Che continua. E continua. E quando uno dei terroristi (o quello che sono) non crede alla sua spiegazione, Batman si incazza di brutto e sta per chiavargli gli schiaffi forti in faccia
Ma sulla scena irrompono altri terroristi (o quello che sono), e imbottiscono di piombo l'eroe. Occhio ai fori di proiettile e alle tonnellate di sangue che ne fuoriescono. Torneremo anche su questo
Bruce è a terra, in una pozza di sangue, ma il suo racconto torna alla scena del treno del numero 1. Sul convoglio c'è tipo una bomba e Batman deve convincere i passeggeri ad abbandonare le prime carrozze. Come? Semplice: tirando fuori le pistole…
…e iniziando a sparare all'impazzata sulla folla. AD ALTEZZA D'UOMO
Ma la prima carrozza esplode, il treno deraglia, e i sopravvissuti sono giustamente incazzati con Wayne, ritenendolo responsabile dell'accaduto. Sai com'è, la gente c'ha questo difetto che tende a fidarsi poco di chi ti spara addosso. Allora c'è un tipo che affronta Batman e gli spara, ma il proiettile passa - ATTENZIONE - esattamente nello stesso foro d'uscita sul braccio destro di quello della prima sparatoria sul treno (sesta foto del post). Una cazzata talmente enorme che l'avessero provata a infilare in un episodio dell'A-Team, Mr. T si sarebbe fermato e avrebbe detto agli autori Aspettate un momento, io queste minchiate non le faccio. Fine del secondo numero e sì, il peggio deve ANCORA arrivare
Il terzo numero si apre ovviamente, neanche a dirlo, con l'ormai consueto paginone da rivista per donne sole
Dopodiché il flashback ci mostra Alfred che cura le ferite del suo datore di lavoro. Con quattro cerotti. Dice: ma dai, cazzarola, se gli hanno sparato con degli M-16! A bruciapelo! E infatti la scena successiva ci mostra quanto è accaduto:
Batman, subito dopo essersi beccato quei tremila proiettili, si era rialzato, tutto crivellato di colpi, e aveva preso a pugni tutti quanti. Con dei pugni talmente forti che quelli non solo sputavano sangue, ma ci esplodeva pure il cervello
Poi aveva urlato agli altri terroristi (o quello che sono) di COLPIRLO ANCORA. Ché forse iniziava a prenderci gusto. Chi te lo dice
Infine si era cavato i proiettili con nonchalance, spiegando a Robin che la tuta aveva trattenuto il grosso. Ma come? E quei litri di sangue persi? Quell'espressione da martirio mentre veniva colpito? Ah, non guardate da questa parte
Arriva Talia Al Ghul e si limona Batman, anche se è tutto insanguinato, ridotto a uno schifo, si prendono le malattie. Ma lui la stacca da sé, TIRANDOLA CON FARE SIGNORILE PER I CAPELLI
E per dimostrare che proprio c'aveva ragione con quel pippone di prima sull'idrogeno, si beve un bicchiere d'acqua, versandoselo DIRETTAMENTE DAL TUBO DI SCAPPAMENTO DI UN'AUTO. Cose che neanche MacGyver o Bear Grylls l'ultimo sopravvissuto. Fine del terzo numero, trenino, brigittebardò
Il quarto numero si apre con questa scena altamente drammatica. A un certo punto si è scoperto che dietro i terroristi (o quello che sono) c'è l'Enigmista. Batman gli lancia un batarang, ma in questo modo al cattivo parte inavvertitamente un colpo di pistola che centra la figlia del professore
Seguono un paio di pagine da lacrime napulitante sulla morte della bambina, quindi Batman si scaglia contro il suo vecchio nemico, addossandogli vigliaccamente tutta la colpa di un qualcosa per cui è responsabile almeno al 50% e facendogli sputare i denti. Letteralmente
E lo colpisce, e lo colpisce, e lo colpisce, finché non interviene il commissario Gordon, che intima a Batman di fermarsi. COL CALCIO DI UN FUCILE D'ASSALTO
Tra i due scoppia un acceso diverbio, e Batman (sempre tutto insanguinato) fa a tempo pure a prendersela con un POVERO CRISTO DI FOTOGRAFO
La situazione sembra precipitare: Gordon è ormai pronto a colpire l'eroe incappucciato che non ha alcuna intenzione di fermarsi e continua a gonfiare l'Enigmista come una zampogna alla vigilia dell'Immacolata. La tensione è a mille. E' la fine dell'amicizia tra Gordon e Batman? E' la fine di un'alleanza fondamentale per gli equilibri di Gotham che… ASPETTA UN MOMENTO: la bambina, si scopre, è viva. Nonostante si sia beccata qualche pagina prima una pallottola in piena pancia, viene fuori che era solo una FERITA DI STRISCIO
Allora torna in scena Talia e a Batman (sempre tutto insanguinato) ci fa vedere le foto di quando erano bambini, tirando fuori dal nulla questo ALBUM ENORME, come quelli col flacone sempre appresso nelle vecchie pubblicità del passaparola Perlana
Ma ci sono dei tizi che all'improvviso si menano sul molo, e dal nulla appare anche Aquaman. Con un mullet zingarissimo. Tra i due scatta inevitabilmente un parapiglia. Cioè, non se ne capisce il perché, ma a questo punto, guarda, cazzo vuoi che conti. Ché sembra una di quelle scene del bresslinz dove due si dicono qualsiasi cosa, ma davvero qualsiasi cosa, pur di iniziare a menarsi per finta
E allora, per risolvere la faccenda, di qualunque cosa si tratti, il Batman sempretuttoinsanguinato si getta tra le onde, gridando Ghe pensi mì. Mentre Talia, dal pontile, gli dice: Lascia perdere, caro. Ché è tardi. Fine del quarto numero. Scene di panico tra i lettori

E poi ci sarebbe anche il quinto albo, che ti è arrivato un po' di giorni fa. Prima di iniziare a sfogliarlo, prima anche solo di cavarlo dalla sua bustina, ti sei chiesto in quale posa TERRIBILMENTE OSCENA avresti trovato questa volta il Bruce Wayne mezzo nudo della prima pagina. Per non rimanere ancora una volta sotto shock, terribilmente deluso da uno dei tuoi personaggi e da uno dei tuoi autori preferiti, HAI PROVATO ALLORA A IMMAGINARTI DIRETTAMENTE IL PEGGIO

ma non era abbastanza

47 commenti:

  1. Lord Vetinari23 marzo 2011 07:52

    È solo un colpo alla spalla [cit.]

    (Tra l'altro, vabbé che è un cliché che usano tutti, ma un proiettile fa un male cane e ha potenziali conseguenze incapacitanti e/o letali in quasi ogni parte del corpo. Checcacchio, qualche autore dovrà pur ricordarselo prima o poi).

    Secondo me negli ultimi numeri si scopre che Batman è un fantasma, visto che i proiettili gli passano attraverso.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Dipende, sia dall'onnipresente fattore coolo/sfiga, sia dalla tempestività dei soccorsi, ci sono casi documentati di gente che è sopravvissuta ad un proiettile al torace, e alcuni anche ad un colpo al torace, tutto dipende da dove ti becca e quanto tempo passa prima di venire medicato, detto ciò possiamo dedurre che questa incarnazione di Batman probabilmente è stata morsicata da un Gastone Paperone radioattivo.

      Elimina
  2. Tristezza a palate.

    RispondiElimina
  3. Nell'ultimo numero si scoprirà che Bruce è solo un millantatore che s'è inventato un sacco di fregnacce per portarsi a letto qualche squinzia dal cervello poco più consistente di una patatina...

    RispondiElimina
  4. Ma perchè? Pure Neal Adams si sputtana così? Ma che Batman di merda...vorrei non aver mai letto questo post...voreei non aver mai scoperto questo blog!!! AaAAAAhhhh!!!
    (perchè?perchè?)

    RispondiElimina
  5. chapeau...davvero divertente (ma anche triste, ma più divertente!)

    RispondiElimina
  6. farei sparare a un fumettaro con un giubbetto antiproiettile tanto per fargli capire che, si, non ti ammazzano (forse) ma quanto meno ti rimane una contusione che va dal livido della madonna alla probabilità di frattura di costole, clavicole e altra robetta varia.
    No tanto per dire eh...che dopo tutta quella pippa mortale sull'idrogeno io glieli direi a Batman che ha bisogno di 30 giorni in ospedale :D

    RispondiElimina
  7. Ti spiego. Quello non è Bruce. E' Logan... :D

    RispondiElimina
  8. Meno male, allora anche la Distinta Concorrenza si lascia scappare put****te simili.
    Povero Batman... =(

    RispondiElimina
  9. Ora Doc, devi ASSOLUTAMENTE leggere tutti e 13 i numeri di Batman Odissey e farci il report perchè senza ombra di dubbio la cosa più stupida e divertente pubblicata negli ultimi anni!!

    RispondiElimina
  10. ma di che cosa si era fatto neal adams ?
    poi, un batman nudo, peloso, con una banana in mano mi sembra più da tom from finland...

    RispondiElimina
  11. Occristosanto... E io che pensavo che "Il ritorno di Bruce Wayne" fosse la più grande cialtronata da quando l'uomo ha inventato Dumbo l'elefantino volante...

    RispondiElimina
  12. Tranquilli(?): sono abbonato, quindi berrò l'amaro calice fino in fondo. Ne riparliamo a fine miniserie.

    RispondiElimina
  13. Il vampirologo che ride23 marzo 2011 12:00

    Avevo sentito dire che Odissey parlava di una presenza maligna intenta a distruggere Batman,evidentemente Neal Adams è in realtà la presenza maligna che vuole umiliare e distruggere Batman e finora ci sta riuscendo.Che a furia di disegnare Bruce Wayne per vent'anni abbia sviluppato un odio patologico per quest'ultimo?

    RispondiElimina
  14. Ah, dimenticavi: hai come l'idea che dal sesto numero parta tipo un crossover con Gossip Girls o 90210

    RispondiElimina
  15. Il solito problema: quando quelli del marketing si convincono di saper anche fare le cose finisce tutto in vacca.

    RispondiElimina
  16. E' per evitare immani catastrofi come questa che nei fumetti hanno inserito (già da un po') il simpatico ruolo dello SCENEGGIATORE.

    RispondiElimina
  17. Ma perché gli autori di fumetti indementiscono con la vecchiaia, con proporzionalità diretta rispetto al talento che avevano da giovani? (Chi ha detto Frank Miller e John Byrne?)

    RispondiElimina
  18. L'unica cosa che mi viene da dire in questo caso è: "Meh..."

    RispondiElimina
  19. enrico -kelith-: "Nell'ultimo numero si scoprirà che Bruce è solo un millantatore che s'è inventato un sacco di fregnacce per portarsi a letto qualche squinzia dal cervello poco più consistente di una patatina..."

    Magari invece si scopre che ha organizzato tutto per trombarsi Robin mentre Alfred si fa la pugnetta sullo sfondo. Capolavoro!

    RispondiElimina
  20. @enrico -kelith- l'hai sparata per ridere, ma mi sa che ci sei andato vicino con la verità: questo Bruce che in ogni episodio appare nudo e che parla con-non-si-sa-bene-chi mi puzza di millantata ( o wath if) lontano un miglio.
    Apetterei la fine della mininserie per dare un vero giudizio su di essa.
    Il DOC però in certe critiche esagera: Batman che fa giocare Robin con la pistola?
    E allora?
    Se ben ricordo , Bruce gli fa di peggio, tipo portarselo in giro per strada, di notte, a cacciare criminali e assassini .
    Nonostante tutto, i disegni di Neal sono sempre grandiosi.
    P.S. Il Batman post crisis odia le armi.
    Quello nella cover di ANNO II, impugna la pistola dell' assassino dei suoi genitori , peraltro non usandola mai su nessun criminale, neanche su colui che gli accoppato mamma e papà .
    Perchè se la porta dietro per tuta la miniserie allora?
    Boh.

    RispondiElimina
  21. "Ma lui la stacca da sé, TIRANDOLA CON FARE SIGNORILE PER I CAPELLI"
    :))

    RispondiElimina
  22. mi sa che Neal Adams e'un bifolco tipo Cletus dei Simpsons

    RispondiElimina
  23. Neal si sarà intrippato con la saga di a Better Tomorow di John Woo

    RispondiElimina
  24. Ma forse Neal Adams la storia nemmeno l'ha toccata ma l'ha scritta il reparto marketing e comunicazione di DC.

    Immaginate il grande colpo di genio: un tizio che dice di fare una miniserie mettendo in Batman tutte le cose che piacciono ai ggiovani, solo che lo vogliono fare spendendo poco, allora pescano un vecchio a caso dell'industry, lo imbottiscono di anfetamine e si danno le pacche sulle spalle, perché così possono intortare anche gli ex-lettori più grandi (tipo il Doc).

    RispondiElimina
  25. Non mi sembra carino farmi mettere a piangere.

    RispondiElimina
  26. Dopo tutte le legnate che si prende quotidianamente, come minimo è sotto l'effetto di qualche antidolorifico sbomballante che gli fa vedere anche i pulcini verdi o comunque qualche lisergico tosto che manco lo Spaventapasseri.

    RispondiElimina
  27. @Bruno
    paura...

    @Sam
    concordo nell'incanto che danno i disegni di Neal. Sarà un vecchiaccio ormai ma ci sa fare...

    RispondiElimina
  28. Vorrei far notare che la scena in cui Bats fa saltare i denti all' enigmista è sbagliata: la bocca dovrebbe essere torta dall' altro lato.
    La postura del volto dell' Enigmista suggerisce che abbia preso il pugno al lato destro, e non sinistro come nell' immagine.
    Vorrei ricordare che il vecchio Neal, tra le tante cose che ha fatto, è stato anche il fondatore della Continuty Comics, casa editrice che ha dato i natali a uno dei fumetti furry ( ma diciamo pure fumetto tout court in generale ) più famosi degli anni 80, Bucky o Hare, creato niente meno che dalla coppia Larry Hama e Micheal Golden
    http://img2.wantitall.co.za/images/ShowImage.aspx?ImageId=Neal-Adams-Presents-Bucky-O-Hare-And-the-Toad-Menace%7C51%2BEQLbbt0L.jpg
    Grazie dalla regia, a voi studio.

    RispondiElimina
  29. Nooo... non fa proprio per me questo nuovo batman. Preferivo The Brave and the Bold

    RispondiElimina
  30. Quando avevo letto di questa nuova serie di Neal mi ero incuriosito....ora penso solo che questa roba mi fa vergogna

    RispondiElimina
  31. Se non si tratta veramente di un What if o di un incubo o di uno scherzo, la sola risposta alla domanda perchè ? è la seguente $$$$$$$$$.
    Questo spiega il ritorno dei vecchi maestri.
    Ed è pure comprensibile; mica tutti gli autori di fumetti nella loro carriera hanno guadagnato milioni , come è accaduto negli 20 /25 anni decenni?
    Lasciamo che Neal intaschi questa ultima "liquidazione" e non serbiamogli troppo rancore.

    RispondiElimina
  32. Doc, non voglio rovinarti troppo la sorpresa, ma andando avanti con gli albi della serie (che tra l'altro sono stati anche allungati di un altro numero se non vado errato, rispetto a quanto preventivato) il problema è diventato "cercare di rimettere assieme tutti i pezzi della storia non-sense". E sono TANTI. Inoltre ci sono anche altre guest star tipo Deadman e (l'immancabile) Joker che...boh...mah..."meh".
    Temo seriamente che il finale sarà sulla linea de Il Prigioniero (la serie originale, non il remake di qualche anno fa con Jim "GesùCristo" Caviezel): sarai contento che è finita, ma il finale ti lascerà spiazzato e con un amaro in bocca difficile da togliere.

    RispondiElimina
  33. @Pangio: io credo che Neal, con la Continuty Comics e con Bucky o Hare ( che in America ha generato di tutto , dai cartoni, ai videogame e pure giocattoli), abbia guadagnato abbastanza per godersi tranquillo la vecchiaia.
    Secondo me si è principalmente buttato in pista tanto per far vedere che il vecchio leone ruggisce ancora ( nei disegni sicuramente, nella sceneggiatura invece...)
    Il costume di Acquaman è ORRIBILE, sembra una zingarata anni 90.

    RispondiElimina
  34. uhm, osservando meglio, il mio benvenuto arriva con parecchio ritardo

    RispondiElimina
  35. fabrizio: yep. Ho DUE tumblr da almeno un anno. Il primo è quello linkato qui a destra sotto la voce Seguimi, il secondo è uno super stealth perennemente work-in-progress-ma-che-non-aggiorno da-una-vita sulla collezione di giochi: http://retrocollection.tumblr.com/

    Tornando ad Adams: sono d'accordo con Sam sul fatto che ancora spacchi. Ma qui si parla della follia della storia: la sua bravura con la matita in mano non si discute.

    Raf: sì, peraltro già tra 4° e 5° numero saltavano fuori Deadman e altri personaggi non menzionati nel post. Era difficile infilare tutto in un filo logico, visto che, uh, erano buttati lì alla cazzo di cane.

    RispondiElimina
  36. Batman sempretuttoinsanguinato si getta tra le onde, gridando "Ghe pensi mì"

    RispondiElimina
  37. @Sam: se le cose stanno come dici (e non ho motivo di dubitare che sia così) viene meno la mia ipotesi e l'episodio rientra in quella che possiamo definire la sindrone da delirio di onnipotenza che colpisce quei grandi disegnatori che si convincono di non aver bisogno di grandi scrittori.
    Qualcuno ha detto Image?
    Ovvero quel gruppo di grandi disegnatori (tranne Liefeld, ovvio) che erano quasi tutti negati come scrittori, ma si intestardivano a scrivere i propri fumetti con risultati a dir poco da brividi.
    Ma alla fine dei conti che ama Neal si può accontentare di guardare i disegni.

    RispondiElimina
  38. c'è di peggio: http://zuppadivetro.tumblr.com/post/4245026499/fumettidccomics-closedown-matsuno

    RispondiElimina
  39. ahahah, non sai quante risate mi son fatto...

    RispondiElimina
  40. Batman: Odyssey è una cagata abnorme, è vero - ma è fatta apposta. Non è presentato come qualcosa di serio, è volutamente demenziale :) Capisco che ci sono molte persone che ritengono Batman "intoccabile", e che deve PER FORZA essere serio e non essere coinvolto in queste storie ai limiti della logica, ma appunto qui si gioca proprio su questo fattore. A me ha fatto ridere, proprio appunto perché il tutto, nell'insieme, è molto molto stupido. Sicuramente non sarà nemmeno un capolavoro della demenzialità, ma non dimentichiamoci il fattore principale che tutto ciò è volutamente una stronzata!

    RispondiElimina
  41. lo sto leggendo or ora... ma vogliamo parlare delle pagine RIPETUTE con i balloon cambiati?
    oppure i baloon disposti in maniera sbagliata per il senso di lettura (numero 1, scena del "maniaco")... i soldi peggio spesi di sempre...

    RispondiElimina
  42. Sto recuperando tutti i tuoi post e questo è uno dei migliori in assoluto (secondo solo a certe "la prima puntata non si scorda). Fa morì. Batman con una bananna in mano è qualcosa d'unico.

    RispondiElimina
  43. Sì, lo so, è un post vecchissimo. Ma quando il lemure che ho sulla spalla diventa un gorilla da 130 kg leggendo le cose del Doc allora mi viene il desiderio compulsivo di leggere qualunque cosa sul blog e vado a ripescare pezzi antichissimi.

    Una domanda per il Doc: ma poi la serie l'hai finita? Hai trovato effettivamente il coraggio? Se sì, che ne pensi? Tantissima stima, in ogni caso.

    Comunque un pezzo di me è morto nel vedere cos'è successo a Neal Adams. Ma morto male. Ma male male. Ma katso, proprio.

    RispondiElimina

I commenti anonimi vengono eliminati dai filtri antispam e, nel caso superino i filtri, irrisi ed eliminati uguale: non usateli.

Related Posts with Thumbnails