giovedì 3 febbraio 2011

27

Sì, ok, ma quanto sono pheeghe le istruttrici di tutti quei ridicoli videogiochi sul fitness?

È cosa piuttosto risaputa che le ragazze in palestra ci vadano per combattere quegli antipatici inestetismi della cellulite, mentre gli uomini 1) per rimorchiare, 2) perché l'istruttrice è bona, 3) per provare a rimorchiare l'istruttrice bona. E siccome davanti a un televisore cui è attaccato un Wii, una PS3, la tristezza di un Kinect, tutto quello che puoi rimediare è una tendinite o un plasma da 1.500 euro fracassato, non resta che valutare, nel consueto post da postribolo vergognoso della settimana, quanto effettivamente siano pheeghe le istruttrici sulle copertine dei giochi di fitness, su una scala da zero a Olivia Newton John nel video di Physical [...]
Sei sempre nei nostri cuori, Olivia. Sempre

Tamburo battente, entri la prima concorrente. Ah, si parla solo delle testimonial di copertina, ché dei giochi in sé frega chiaramente zero:
My Fitness Coach: Cardio Workout
Soggetto: Generic tizia anonima da gioco per Wii, ma vestita come Sonya Blade di Mortak Kombat.
Livello di pheegame: ***/*****
Note: l'omino sullo sfondo sta usando una corda troppo lunga. Finirà per ammazzarsi.

Jillian Michaels Fitness Ultimatum 2010
Soggetto: Jillian Michaels, personal trainer televisiva ammerrigana. Un po' come la nostra Jill Cooper, ma senza la parlata di Stanlio e Ollio.
Livello di pheegame: **/*****
Note: Sarà quel dito puntato alla Zio Sam, sarà quell'Ultimatum nel titolo, ma questa tizia ha tutta l'aria dell'istruttrice sadica che gode a vederti spalmato sul tappeto con le ginocchia distrutte.

My Fitness Coach: Dance Workout
Soggetto: Generic nana ballerina tipo Amici di Maria de Filippanz con la coreografia della Celentano senza pere ma con il pantalone bracalone di MC Hammer.
Livello di pheegame: 0/*****
Note: You can't touch this, fanfarafàn, eccetera.

The Biggest Loser: Ultimate Workout
Soggetto: Ancora Jillian Michaels, in un altro dei tremila giochi di fitness sfornati come se non ci fosse un domani, e nemmeno un oggipomeriggio.
Livello di pheegame: */****. Perché qui sembra molto di più un uomo
Note: Con la partecipazione straordinaria del sosia di Miguel Bosé!

Your Shape: Fitness Evolved
Soggetto: Generic tizia con l'ASCELLA A NOVANTA GRADI.
Livello di pheegame: */*****
Note: La versione coreana del gioco ha una testimonial del posto:

Alta appena sotto il metro
EA Sports Active: More Workouts
Soggetto: Generic tizia con il corpetto di Lara Croft
Livello di pheegame: **/*****
Note: Ma dove diavolo sta guardando?

10 Minute Fitness Solution  
Soggetto: Generic donna energumena
Livello di pheegame: */*****
Note: Può comunque piacere. Cioé, a chi apprezza le donne con la mascella di Superman e i bicipiti da carpentiere.

Zumba Fitness
Soggetto: Generic tipa gnocca e senza inibizioni da serata di latinoamericano al pub sotto casa.
Livello di pheegame: *****/*****
Note: Quella foto ti comunica: sensualità, Christie Monteiro, voglia di vivere, film zingari degli anni 90 che però, in questo contesto, ok. Quel titolo, invece, ti comunica: Africa, danze tribali, Arcore, Silvioberluscò.

Get Fit with Mel B
Soggetto: Melanie Janine Brown, altrimenti nota come Mel B
Livello di pheegame: *****/*****
Note: Ve lo si va ripetendo da mesi, ma ormai ci siamo. Gli anni 90 stanno tornando*. Con tutto il loro carico di basette inutili e band ridicole e musica dance pietosamente pietosa. Sulla cresta dell'onda ci sono anche loro, le Spice Girls, le sgallettate del non-gruppo più inutile di sempre, capitanate da Mel B. Che ha già il suo reality e ora pure il suo gioco di fitness. E che era l'unica gnocca delle quattro, va detto. Solo, tra tante foto, perché avranno scelto per la copertina proprio quella in cui sembra una cazzo di drogata?

Il mio coach di benessere
Soggetto: Carletto Mazzone
Livello di pheegame testosteronica virilità: *****/*****
Note: Purtroppo sulla copertina c'è finita alla fine una generic tizia con il piattino di insalata triste, ma Carletto resta il testimonial più significativo del gioco col contapassi e forse di tutto il genere.

Per le lettrici (ammesso che qualcuna sia arrivata viva fin qui): servono davvero, questi giochi di fitness? Ah, certo. Quanto il bollino grigio su questo DVD:

 * Stanno tornando. Davvero. E' troppo tardi per fare qualsiasi cosa che non sia aspettare che l'onda del revival passi, trascinando via qualsiasi cosa. Cioé, Jennifer Lopez ci ha persino fatto una canzone sulla Lambada:

La lambada, porca puttana. La lambada!

27 commenti:

  1. mah! io ho regalato il Kinect alla mia ragazza per Natale insieme a Your Shape e ne è entusiasta... dice che è fatto abbastanza bene da stimolarti continuamente a migliorare e sbloccare esercizi sempre più impegnativi. Ovviamente non posso che esserne contento ;)considerando che da quando stiamo insieme allenarsi era un pò una tortura per lei...

    RispondiElimina
  2. Doc, sono curioso di sapere dove andavi a ballare nel 95 a Salerno, visto che all'epoca avevo 12 anni e i miei cugggggini bazzicavano le stesse disco :D

    E anche io tipo tre anni dopo.

    RispondiElimina
  3. Natty: Mi ricordo solo il nome di un posto. Bogart? Bogart's? Paolo Bargiggia's?

    Federico: sono esperienze che segnano, lo so. Ma torniamo in tema, ché qui si parla solo delle pheeghe di copertina, non di quelli che Ferruccio chiama giochi di sudare. Ecco, Mel B, per esempio. Parliamo di Mel B.

    RispondiElimina
  4. Il Bogart esiste ancora, ed è ancora florido. Solo che ora ci vanno i virgulti NATI negli anni 90. Sulle questioni di parcheggio, a Salerno:

    http://www.katanka.net/marziano/manuale.htm

    RispondiElimina
  5. beh parlando di pheeghe condivido i tuoi punteggi... anzi a me quella di Zumba non piace proprio, quindi gli avrei dato massimo 2 stelline.
    Mel B invece è decisamente meglio ora di quando cantava con le altre 4 pezzenti (che all'epoca ci facevano passare per pheeghe... cioè, ma c'erano davvero tipi a cui piaceva Geri Halliwell??)

    RispondiElimina
  6. "Spirited Away" dai creatori di "Spirited Away" mi mancava...

    Bel colpo! :D

    RispondiElimina
  7. Parliamo di Mel B. Di tutte le sgallettate del non gruppo per eccellenza è l'unica che a un decennio e più di distanza sembra un essere umano. Le altre, come gran parte delle inglesi, si sono velocissimamente buttate in picchiata verso l'orrore estetico man mano che si avvicinavano alla trentina. La moglie del calciatore è sinceramente una delle cose più brutte che l'occhio umano possa vedere. Mi scoperei Pippo Franco piuttosto che toccarla.

    Comunque fra i giochi di sudare Sports Active 2 vince supremamente. Ti fa fare un mazzo così in poco tempo e porta risultati concreti senza minchiate yoga, danze, zumbe, rialitisciò (ma avete mai visto quella merda di Biggest Loser?), istruttrici fighe di legno e simili.

    E in Sports Active io scelgo sempre l'istruttore maschio: sia perché di donne che ti dicono cosa fare ce n'è sempre in abbondanza, sia perché, diciamocelo, per muovere il culo un uomo ha bisogno del sergente Hartman, non di Mel B.

    RispondiElimina
  8. "per muovere il culo un uomo ha bisogno del sergente Hartman, non di Mel B". Per il culo indubbiamente sì :)
    I second il commento di Ferruccio in toto.

    RispondiElimina
  9. Io voto per la versione coreana di Your Shape.

    E si, Mel B fa cagare ora come 15 anni fa

    RispondiElimina
  10. C'è qualcosa di profondamente sbagliato nelle proporzioni del corpo della coreana. Oltre a essere magra da fare vomitare.

    RispondiElimina
  11. Ferro, considera che la tizia è una casalinga ultraquarantenne diventata famosa quando ha scoperto la via dell'estremismo del fitness (ora fattura milioni l'anno).

    Per mantenere quella forma non può far altro che digiunare e soffrire!

    RispondiElimina
  12. Certo che vedendo la prima foto e quella sulla copertina del DVD... sembrano due Mel B diverse! Se fosse solo per le copertine vincerebbe la pseudo Sonya Blade... Mel B sulla fiducia :)

    RispondiElimina
  13. A parte che le Spice Girls erano 5 e non 4, imoeggiando affermo che, foto del 2010 alla mano, Geri Haliwell come milf ha un suo senso di esistere (pur non essendo al livello di gnoccaggine di Mel B. of course).

    RispondiElimina
  14. Tolto il quintale extra è diventata passabile ;)

    RispondiElimina
  15. Qua tocca aspettare che la Zuzana di bodyrock faccia presto un videogame sul fitness altrimenti vince Mazzone. In ogni caso non ci sarebbe concorrenza contro quest'apoteosi del photoskiopp.

    RispondiElimina
  16. Cinque... al massimo quattro e mezza.
    Comunque, Mel B è effettivamente a tutt'oggi tosta, e sulla cover è venuta inquietantemente male.
    Le meglio bocce di tutto il britpop.

    RispondiElimina
  17. Ogni tanto sono capitata su Sky sul suo reality. La Mel B è molto più affascinante ora che quindici anni fa.

    RispondiElimina
  18. Non perdiamoci in inutili chiacchere, rispondiamo alla domanda definitiva: a quando un gioco ginnasto con Olivia Wilde in copertina? (Sarà almeno una settimana che non viene nominata. Molto male Doc, molto male).

    RispondiElimina
  19. Va be' potrebbero anche vendere il gioco senza il DVD dentro, o un gioco di ginnastica con solo frame fissi e zero interazione (sarebbe troppo!).

    E poi andate a spiegare alle vostre dolci metà che passate 10 ore sul gioco che avevate regalato a loro!

    RispondiElimina
  20. Comune Denuclearizzato3 febbraio 2011 16:01

    Era da una goleada e una traversa di domeniche che me lo chiedevo con il cuore singultante... Dove capperi è finita la trasteverità fatta allenatore? Che fine ha fatto il celebre mister giramondo?... Il cavaliere errante della panchina, per antonomasia? Con quale diritto quella maledetta ruota che gira può scalfire una roccia che fa del coraggio e della serietà il suo standardo professionale? Come può relegare allo scantinato uno che in quarant'anni di onorata carriera ha ruminato salvezze e promozioni su scala industriale? Beh, Sor Carletto Mazzone non ha i santi in paradiso, questo lo sappiamo. Però bisogna convenire che non ha certo l'aplomb e il prestigioso curriculum di un suo collega di pari veneranda età, il blasonato Alex Ferguson. Chewing gum compreso. E' vero, porcazza zozza la palla tozza che strumpallozza. Quando si parla di team altolocati del Bel Paese il nostro può solo vantare le brevi parentesi centrosuditaliche in quel di Roma (amata sponda giallorossa), Napoli e Firenze... A fronte di un bagno di sudore spremuto con abnegazione nel mare della provincia. A cominciare dalla lunga militanza nell'Ascoli del mai troppo compianto Costantino Rozzi. Eh sì, Carletto Mazzone, sa essere anche stanziale (mi raccomando, stanziale, NON laziale!), quando gliene viene concesso il privilegio. Nell'entroterra marchigiano er Sor Magara ha forgiato il suo carattere di volitivo combattente lasciando volentieri il fioretto a quelli che che la gavetta l'han vista soltanto in cartolina. In definitiva Carletto Mazzone è uno che il suo mestiere lo sa fare davvero, amatriciana o non amatriciana. E poi scusate, chi ha avuto l'onore di tenere a battesimo il grande Pep Guardiola come allenatore? Chi è stato l'ultimo mister europeo a tramandare il sacro verbo della strategia calcistica a quello che da lì a qualche anno sarebbe diventato IL tecnico pluridecorato a livello planetario? Eh sì, di cose, er Carletto gliene ha insegnate tante...
    Tranne il fioretto, ovviamente!

    Post scriptum Peccato non si possa scrivere ucronia calcistica. Gia me li vedo. Alla vostra sinistra, i plebei. Alla vostra destra i patrizi. Togliete loro la museruola. Lasciate che parlino per loro le scintille sprizzanti nell'agone calcistico. La battaglia campale è appena iniziata: Mazzone versus Mourinho...
    Beh, mi consolo con il Mazzarri dell'anno scorso...

    Post scriptum number two: Un caro saluto alle pheeghe di tutti i colori e di tutte le fogge. Però, almeno un giorno di vacation all'anno lo concedano ai poveri cultori del bello. Sapete, persino Andrea Sperelli sentiva il salutare bisogno di una piccola fuga dalla realtà. La sua realtà. Grazie per la collaborazione!

    Post scriptum finale Un ringraziamento a Nintendo. Grazie di avermi distrutto un mito di Novantesimo minuto. Ehi, Nintendo, dico a te... Non eri quella di Mario e Zelda? Saluti.

    RispondiElimina
  21. Tasso di peratura cmq bassissimo in questo post.

    RispondiElimina
  22. E' davvero una vergogna. Peraltro, come scrive Capee, non c'è manco un mezzo gioco con Olivia Wilde. Che schifo.

    RispondiElimina
  23. Ma nemmeno sul gioco di Tron Legacy? :-o

    RispondiElimina
  24. Il secondo titolo dovevano chiamarlo: Jillian Anderson - fiStness ultiMILFun
    (sì, ho scritto fist e fun apposta)

    RispondiElimina
  25. Hey, Hey, forse dico una jettdrilliata , ma in tutto questo pheegame non dovrebbe comparire la mia amata juliana moreira che aveva fatto qualche cosa per il WII, doc illmina tu:D

    RispondiElimina
  26. La Moreira era (è?) testimonial di Nintendo, ma non è mai finita sulla cover di un gioco, che io sappia.

    RispondiElimina
  27. Comune Denuclearizzato9 febbraio 2011 01:19

    Cover o non cover, meno male che Nintendo ha smesso di bere se no ci proponeva ancora Amerigo.

    RispondiElimina

I commenti anonimi vengono eliminati dai filtri antispam e, nel caso superino i filtri, irrisi ed eliminati uguale: non usateli.

Related Posts with Thumbnails