martedì 14 dicembre 2010

19

Bret Hart, British Bulldog e altri bressler zingari del 90 (o giù di lì) che hanno fatto una brutta fine pure loro

Ok, l'altra volta abbiamo visto che (brutta) fine hanno fatto i (brutti) wrestler bressler dei giochi WWF WrestleMania e WWF SuperStars. Restavano chiaramente fuori tutta una serie di altri personaggetti a modo dell'epoca, che andiamo ora a ripescare con il solito sottofondo dei mugugni incomprensibili del vecchio Dan. […]
BRET HART
CHI ERA: cominciamo col dire che Bret Hart è il suo vero nome. Solo che il middle name del vecchio Bret è Sergeant. Bret SERGEANT Hart. Ora, con un nome del genere o fai nella vita l'attore comico o il bressler. Hart (canadese del '57), visto che il bresslinz si portava nella sua famiglia, ha scelto la seconda, e con il suo completino rosa e nero da ultrà del Palermo, i suoi occhialini di plastica da duemila lire e il capello ingelatinato zingaro ha infiammato i ring di WWF e WCW con il gimmick di The Hitman. Memorabili i suoi match di coppia con il fratello Owen o con il cognato Jim "The Anvil" Neidhart negli Hart Foundation.
CHE FINE HA FATTO: nel '97 Bret è stato fottuto da Vince McMahon. Non fisicamente, ma quasi. E' la storia del famigerato "Montreal Screwjob": Hart stava per mollare la WWF e passare alla WCW, e si era accordato con McMahon per lasciare la federazione da campione. Il viscido McMahon, in combutta con l'avversario di Hart per quel match di Survivor Series (9/11/97), il traditore Shawn Michaels, non era però d'accordo. Così durante l'incontro l'arbitro fa vincere a sorpresa per sottomissione Michaels, decretando la fine dell'incontro prima di tagliare subito la corda. Roba che neanche ai tempi di Moggiopoli. Un episodio assolutamente controverso e discusso ancora oggi, e più che altro uno dei pochi casi nella storia del bresslinz in cui uno dei due lottatori non conosceva dall'inizio l'esito del match. Che vergogna.
"Ehi… ma che… aspetta un attimo! Ma che cazz…?!?"
Ma il tempo sana ogni ferita e i dollari ancora di più, perciò Bret è tornato da qualche anno nell'orbita WWE, a fare le scenette con McMahon. Quanto ai suoi vecchi soci/parenti, Jim Neidhart è ancora in giro (alla TNA), mentre il povero Owen è morto in un modo assurdo, precipitando da una passerella prima di un match nel '99. E pace all'anima sua.
TITO SANTANA
CHI ERA: il cugino del noto chitarrista Carlos. No, non è vero, ma sarebbe stato carino. Nato Merced Solis nel '53 e cresciuto in uno di quei postacci in Texas dove tutti sono alcolisti, serial killer o serial killer alcolisti, con il gimmick di Tito Santana (pronuncia di Dan Peterson: TittoSanteeààna) Solis entra in WWF nel '79, e nell'84 è il primo bressler di origini messicane a laurearsi campione Intercontinentale. Cioè, laurearsi mica per dire, visto che Solis c'è andato davvero all'università, non come molti suoi colleghi che al massimo c'avevano la terza media.
"Oh, proprio sicuri che non siamo cugini? Tipo, chessò, di secondo grado? Andiamo, i messicani sono TUTTI cugini!"
CHE FINE HA FATTO: di tanto in tanto si rivede ancora sul ring per qualche match dei circuiti indipendenti. Negli ultimi anni è stato anche, tra le altre cose, professore di educazione fisica in una scuola elementare del New Jersey. Scuola in cui i bambini più svogliati venivano puniti immediatamente con una clothesline in tuffo.
THE BRITISH BULLDOG
CHI ERA: Davey Boy Smith, bressler inglese classe 1962 con il nome da membro di una Boy Band e le treccine da Boy George. Cugino del grande Dynamite Kid (Tom Billington, con cui ha formato a lungo il tag team dei British Bulldogs, al plurale), Smith si è fatto le ossa alla Stampede Wrestling e poi in Giappone, in NJPW e AJPW. E' stato quindi in WWF, a varie riprese, dall'84 fino al 2000.
CHE FINE HA FATTO: nel 2000 è finito in rehab per la sua dipendenza dagli antidolorifici, ma nel 2002 se l'è portato un infarto. Pare, ma non è certo, per gli abusi di steroidi. E pace all'anima sua. Suo cugino Tom, invece, artefice con il primo Tiger Mask di alcuni dei più spettacolari match bresslinistici di tutti i tempi EVER FOREVER, invece è ancora tra noi. In compenso, a furia di bombarsi con droghe e abbonamenti a TuttoSport, e soprattutto di eseguire quei cavolo di diving headbutt dalla terza corda, è rimasto paralizzato e gira ora su una sedia a rotelle. Che culo.

Guarda che poi te ne penti
BRUTUS THE BARBER BEEFCAKE
CHI ERA: Edward Harrison Leslie, detto Ed (Tampa, Florida, 1957). Nessuno se lo ricorda, ma a inizio carriera ('76/'77) Leslie era il fratello fittizio di Hulk Hogan a bordo ring, e cambiava cognome di conseguenza. Prima Ed Boulder, quando l'odiato Hogan era Terry Boulder, poi Dizzy Hogan, quando il vecchietto calvo aveva preso il suo secondo e pressoché definitivo gimmick. Tra il 1984 e il 1990, Leslie è in WWF con panni e cesoie dell'heel Brutus the Barber Beefcake. Una volta ha persino tagliato i capelli di Ultimate Warrior, dopo averlo sconfitto, e tanto ti bastava, mentre guardavi alla tele il misfatto, per augurargli una morte dolorosa all'infame maledetto.
CHE FINE HA FATTO: beh, fuochino. Nel '90 un fantozziano incidente con un paracadute ascensionale (quei cosi trascinati dai motoscafi per far divertire i commercialisti in vacanza ai tropici) gli porta in dono 100 punti di sutura. Punti metallici. IN FACCIA. Stranamente il cuore d'oro McMahon non ha l'idea di ributtarlo subito sul ring con un gimmick ispirato al mostro di Frankenstein, ma lo lascia guarire in santa pace. Nel '93 torna ufficialmente sul ring, poi se ne va in WCW come tutti. Negli ultimi anni è apparso in promozioni super-pezzenti come la World Impact Wrestling, lega bresslinistica ispirata ai valori del cristianesimo. No, sul serio. Ah, nel 2004 ha creato un casino pazzesco perché fermato in possesso di una polvere bianca che si credeva antrace. E invece era semplice cocaina. Dar fastidio così a dei galantuomini per un non nulla, dico io.

RIC FLAIR
CHI ERA: Richard Morgan Fliehr (Memphis, Tennessee, 1949). Altrimenti noto come The Nature Boy, fa il bressler - SANTOCIELO - dal 1972.
CHE FINE HA FATTO: "fa" nel senso che è ancora lì, a 61 anni, con la tinta bionda e le S, le F e metà del resto dell'alfabeto moscio. Oh, sarà la dentiera. Oggi alla TNA, ha litigato dietro le quinte con una ventina di colleghi e ha sostenuto nella vita privata tutta una serie di candidati repubblicani. Il fottuto nanetto destrorso.

SUPERFLY JIMMY SNUKA
CHI ERA: James William Reiher, nato nelle isole Fiji nel '44, cioè un anno prima DI TUO PADRE. Sul ring per oltre trent'anni, divenne celebre al grande pubblico nella WWF di fine anni 80 - con il gimmick di Superfly Jimmy Snuka - per le sue frogsplash dalla cima della gabbia o dalla terza corda. Sempre eseguite dopo aver salutato la folla con le corna dell'heavy metal, giusto per. Noto anche per la sua incredibile somiglianza con Toto Cutugno e il colonnello Gheddafi.
"Infedele!!!"
CHE FINE HA FATTO: salvo qualche occasionale rimpatriata, se n'è andato in pensione. E a SESSANTASEI anni era pure ora di appendere lo slippino tigrato al chiodo. In compenso sua figlia Sarona fa la bressler in alcune federazioni minori collegate alla WWE, con il nome d'arte di Tamina.
Tamina, nel caso ve lo stiate chiedendo, è quella al centro meno perata
KOKO B. WARE
CHI ERA: James Ware (anche lui di qualche buco del Tennessee, ma giovincello del '57). Dopo anni di gavetta, diventa celebre in WWF nella seconda metà degli anni 80  grazie a questa pagliacciata del gimmick da Birdman, l'uomo uccello. Koko si presenta infatti sul ring con un pappagallo di nome Frankie sull'avambraccio, dei costumi zingarissimi tipo quelli che vendono i biglietti del circo, e agitando le braccia come un invasato.
CHE FINE HA FATTO: negli ultimi anni si è limitato anche lui a qualche apparizione qui e là. Non è ben chiaro invece che fine abbia fatto Frankie, ma Chi l'ha visto? è sul pezzo, tranquilli.

GEORGE THE ANIMAL STEELE
CHI ERA: William James Myers, di Detroit, classe 1937. Bressler dagli anni 60 fino al 2000, era noto per la lingua di colore verde, la dislessia, i modi poco signorili e quell'ipertricosi tale da renderlo testimonial perfetto dell'epilady a vita.

(No, quello era UN ALTRO Animale)
CHE FINE HA FATTO: di recente ha mostrato la sua brutta faccia a RAW come ospite d'onore. Nel '94 era l'energumeno Tor Johnson nel'"Ed Wood" di Burton. Pare del resto che The Animal fosse così simile al vero Tor Johnson che li si poteva distinguere solo dai peli sulla schiena.
THE BUSHWACKERS
CHI ERANO: Luke Williams e Butch Miller (neozelandesi, rispettivamente del '47 e del '44), che per una vita si sono guadagnati da vivere facendo i mentecatti su un ring. Sdentati, con i pantaloni mimetici e le canotte unticce. Come metà di quelli che frequentano i bar di paese d'estate, insomma.
CHE FINE HANNO FATTO: Miller si è ritirato a vita privata, mentre Williams ha tentato il ritorno di recente in quelle federazioni minori di malati di mente, tutte ring circondati da filo spinato, chiodi e lampadine rotte. Pare sia ancora lì, avvolto nel filo spinato. Ah, nel '94 i due erano apparsi in un episodio di Otto sotto un tetto, nel quale riuscivano incredibilmente a prenderle da Steve Urkel.

"Gh, Gh! Pezzenti!"
RAZOR RAMON
CHI ERA: uno dei tanti gimmick di Scott Oliver Hall (nato in un posto dal nome impronunciabile in Florida, nel '52), per gli amici Scott Hall, per i nemici pure. Razor Ramon era questo personaggio di origini cubane con la barba incolta, il capello zingarissimo, il gilet sul petto nudo o la camicia sbottonata, lo stuzzicadenti in bocca. Ancora, come metà di quelli che frequentano i bar di paese d'estate, insomma.
CHE FINE HA FATTO: dopo tutta una serie di casini legati alla droga, Scott sembrava finalmente esserne fuori. Ora in forza alla TNA (che è praticamente una pensione per anziani ex bressler WCW), diceva a tutti di essere un uomo nuovo. Ma lo scorso maggio è stato arrestato ubriaco alla guida, ha menato un paio di poliziotti, è stato licenziato dalla TNA, è andato di nuovo in rehab, ne è uscito e gli hanno messo un pacemaker perché stava crepando pure lui di cuore come tanti colleghi. E tutto è bene quel che finisce bene.

Nessuna parentela con l'ex bressler e comico giapponese Razor Ramon HG.
HG sta per Hard Gay. Sul serio
E con quest'ultima didascalia inquietante avremmo finito. Resterebbero in effetti in lista una decina di bressler, dai Nasty Boys a Tatanka, dai Rockets a Rick The Model Martel, ma di quelli ne parliamo un'altra volta, che ora c'hai da fare. Uno, due e tre, ciao, fine.

19 commenti:

  1. post esilarante come sempre. Ma più che altro, buon compleanno ale! (FB, la morte della privacy) :)

    RispondiElimina
  2. Mi accodo ad auguri e complimenti. La foto zingara di Razor Ramon, con lo stecchino in bocca, è da applausi di suo.

    RispondiElimina
  3. Quanto mi piaceva Koko B.Ware!

    RispondiElimina
  4. Ric Flair, un idolo! WOOOOOOOOOOOO!!!!!!!!

    Doc potrei farti i complimenti per il post, ma ti sei dimenticato ancora di Kamala, zingari come lui non ce ne sono, oddio volendo contare anche Sabu, forse forse.... ^_^

    RispondiElimina
  5. Nel prossimo post, se mai ce ne sarà uno, c'è sempre spazio. Ce ne sarà uno? Dobbiamo ripetere la pantomima dei voti dell'altra volta? Massì, dai, che ci frega: lo vogliamo un terzo post con quelli che mancano? Ce lo voletelo?

    RispondiElimina
  6. Vorrei spendere qualche parola in più su Owen Hart, perchè indubbiamente ha fatto una fine che definire tragica è riduttivo...

    Nel '99 vestiva i panni di "The Blue Blazer". Interpretando questa gimmick da "supereroe buffone", doveva eseguire uno stunt che prevedeva che si calasse sul ring dall'alto, con una corda, impiccandosi qualche centimetro prima di toccare il tappeto e cadendo successivamente faccia a terra tra l'ilarità generale...

    In diretta TV invece accadde che l'accrocchio con il quale doveva calarsi sul ring cedette sotto il suo peso quando Owen era a 24 metri dal suolo, con il risultato che invece di fare un'entrata divertente, il wrestler si sfracellò su uno dei sostegni delle corde, morendo sul colpo...

    RispondiElimina
  7. Ma LOOL che branco di Tamarri!
    EPICI! :D

    RispondiElimina
  8. Ceeeeerto che lo vogliamo il terzo post sui bressler wwf. E non dimenticarti Akeem.
    Comunque British Bulldog era il top, poche storie

    RispondiElimina
  9. Eh. Mancano almeno un paio di voti per il quorum, mitch. Cioè, PURE qui.

    RispondiElimina
  10. Alziamo tutti le nostre pacioccose manine!
    Ormai che ci sei sbattici dentro pure qualche relitto ECW

    RispondiElimina
  11. Ma si, leviamo la mano, tanto mancano ancora tanti di quei wrestlers all'appello da riempirci un altro Antro... ;)

    Qualche nome sparso? King Kong Bundy, Hercules Hernandez, Junkyard Dog, Hillybilly Jim (& Cousin Luke), Nikolai Volkoff (& Boris Zukoff), Jacques "The Mountie" Rougeau, Dusty Rhodes...

    RispondiElimina
  12. ho sempre sostenuto che jim the anvil è un sosia di nick oliveri (ex-queens of the stone age)

    RispondiElimina
  13. Jim the Anvil è il sosia anche di Stefano Brocchieri. Chiunque lo conosca può testimoniarlo.
    Marte, dobbiamo organizzare qualcosa col tuo amico bressler.

    RispondiElimina
  14. Tipo una "Royal Rumble"? ;) Guarda che vince lui alla stragrande e pure senza impegnarsi più di tanto. :P

    RispondiElimina
  15. No, tipo un dietro le quinte sul mondo del bresslinz, una roba del genere

    RispondiElimina
  16. Sai che faccio? Lo contatto; gli scrivo un bel messaggio nel quale gli parlo di te e dell'Antro, gli passo tutti i link ed i riferimenti per contattarti e lo avverto del tuo interesse generale e particolare per la disciplina, nonchè la tua volontà di scriverci qualcosa su.

    Ti faccio senz'altro sapere quando ho in mano qualcosa di più concreto (eventualmente ti faccio anche contattare direttamente da Manuel).

    Enjoy! :)

    RispondiElimina
  17. Ohe', servono ancora mani alzate? :-)
    E un "Rowdy" Roddy Piper non ce lo vogliamo mettere? Eh? No, dico...

    RispondiElimina
  18. A "Rowdy" ci stavo pensando giusto stamattina.

    Il nostro Doc nazionale potrebbe prendere questa palla al balzo e sfornarci un bel post a tema sui wrestler ed i films più o meno pezzenti dove sono stati visti "recitare".

    L'orizzonte cinematografico è a dir poco sterminato. ;)

    RispondiElimina
  19. alzo la mano per un altro post coi bressler avanzati

    RispondiElimina

I commenti anonimi vengono eliminati dai filtri antispam e, nel caso superino i filtri, irrisi ed eliminati uguale: non usateli.

Related Posts with Thumbnails