domenica 3 ottobre 2010

9

PES 2011 for dummies

Con l'inizio ufficiale dell'attività venatoria online ieri sera, con l'apertura della caccia al niubbo transalpino, con i primi gianpièrr e gianfransuà caduti sotto i colpi dell'ImmensInter digitale, puoi tirare un primo minibilancio di questa stagione PESsica. Perché giocando ininterrottamente per circa 27 ore, e incredibilmente riuscendoci in UN solo giorno, hai notato che: [...]

"Scusi, chi gioca?". "Nessuno, ma c'è il concerto di Nina Zilli". "Ah, ecco"
  • Metà della popolazione mondiale di PES 2011 gioca online con il Barcellona. L'altra metà pure.
Hay un amigo en mi!
  • L'online, a proposito, scivola. Tranne qualche rallentamento. Tranne che la risposta ai comandi sui passaggi a volte arriva per posta. Non prioritaria.
  •  Per la prima volta è possibile disputare i match online anche con le squadre del Campionato Master. Capita, perciò, di affrontare magari il Bologna, ed è un Bologna che ha ingaggiato Bastos, Ribery, Zingarimovich, Messi, Maradona, Pelè e Massimo Palanca.
"Ohi Gentì, Gentile, t'arricuardi 'u tunnel? Ohi DinoZoff, t'arricuardi 'u gol su calcio d'angolo a Torino?"
  • I portieri, specie su rimbalzi e tiri fagiolati, sono dediti al collezionismo di lepidotteri. Si lanciano con gran foga, ma la spinta cinetica si esaurisce a metà tuffo, impedendo loro di arrivare sulla palla per quei venti, trenta centimetri. Mezzo colpo di reni.
  • Tra le canzoncine della minchia dei menu c'è anche "50Mila" di Nina Zilli. Nina Zilli. Che, per carità, magari è brava e ti sta pure simpatica. Ma Nina Zilli. In PES. Nina Zilli. Zilli.
Cinquantamila lacrime senza sapere perchè
  • Al di là della consueta, inutile, orribile telecronaca di Pardo e Altafini, durante le partite si sentono delle voci inquietanti. "Dai". "Passala". "Attento dietro". "Ridateci lo scudetto di cartone". Sulle prime non si riesce a stabilirne la paternità, visto che a) non possono essere dei giocatori (ché sono in italiano, tu giochi con l'Inter, e come noto nessuno nell'Inter parla italiano. Neanche Materazzi); b) non possono essere dei tifosi sugli spalti, visto che non c'è traccia di bestemmie, parolacce o barzellette sulla Bindi. Così alla fine hai capito: sono Pardo e Altafini che studiano da ventriloqui.
Prendi, José!
  • In PES 2011 ci sono due San Siro: il San Siro e il Meazza. Il primo con i colori del Milan, il secondo con quelli di una vera squadra di calcio. Perché? Perché Seabass è interista. Nello stadio della Jube invece, se guardi bene, ci sono già le stelle con i nomi di tutti quelli che hanno cacciato i soldi per questa campagna di elemosina autofinanziamento che gira in TV. Se guardi veramente bene, sotto ogni nome c'è scritto "grazie, pirla".
  • Il Palermo nel gioco non esiste. Ci sono tutte le altre squadre della Serie A con i loro nomi, tranne il Palermo. Al suo posto c'è lo Xavrenaguel. Perché? Perché Seabass, oltre che interista, è pure simpatizzante della Lega.
La canzoncina che accompagna i menu, quando scegli di giocare con lo Xavrenaguel, è: La bela la va al fosso ravanei, remulass, barbabietul e spinass daghel al terun
  • I volitivi ragazzi di PESFAN.it hanno già preparato una minipatch che risolve la questione palermitana e mette a posto un po' di nomi e di maglie. Ma per i trasferimenti bisognerà attendere i comodi di Konami. Ché nel gioco ci sono ancora l'Iscariota Balotelli in nerazzurro, Ibra è ancora tifoso sin da bambino del Barcellona e alla Jube non è ancora arrivato Krasic.
Milos Krasic, classe 1984
  • Per una qualche ragione, appena la palla è un minimo staccata dal suolo e stai caricando il tiro, il tuo attaccante, chiunque egli sia, non proverà una girata di potenza ma SEMPRE una ridicola, inutile bicicletta/sforbiciata. Perché? Perché Seabass, oltre ad essere interista e simpatizzante della Lega, era pure un grandissimo fan di Parola.

9 commenti:

  1. Il Sacro Fuoco, ormai si è spento, sono lontani i tempi in cui trovavo divertente aggiornare tutte le rose(epoca offline, of course)o gestire i parametri della propria squadra in maniera maniacale, regolando finemente ogni aspetto legato a tattica e formazione al fine di ottenere la squadra perfetta, trovare sulla propria strada qualcuno più forte di te era poi uno stimolo a migliorarsi e le incazzature erano parte integrante del gameplay.
    Ma ora, parafrasando Danny Glover, mi sento troppo vecchio per queste stronzate: troppe edizioni da buttare nel cesso, troppe incazzature che rimangono tali, troppe batoste prese da gente che in passato ownavi in scioltezza... =((

    RispondiElimina
  2. non ne esce benissimo la parte online... per adesso ho preso fifa anche se lo devo ancora iniziare a giocare, ma conto di prende anche pes penso per il girone di ritorno

    RispondiElimina
  3. COOOOMMMEEE?! Non c'è il mio Palermo?!?
    Mi sa che molti miei compaesani preferiranno fifeggiare, a 'sta tornata. Sgrunt!

    RispondiElimina
  4. Ma no, c'è, con i suoi giocatori e tutto. Solo che per non uscirci i soldi alla città di Palermo si chiama Xavrenaguel.
    Nome tipicamente siciliano, peraltro.

    RispondiElimina
  5. Allora aborro PES, perché non ha dato i soldi alla Città di Palermo :p

    RispondiElimina
  6. Zamparini avrà chieso 50 milioni di euro solo per i diritti su Pastore..

    RispondiElimina
  7. Zamparini è il mio sinonimo preferito di "senso della misura"

    RispondiElimina
  8. Quest'anno non ho ancora dato. Darò?

    RispondiElimina
  9. on line prendono tutti real e barca.. due palle...

    comunque la canzone della zilli non è affatto male

    RispondiElimina

I commenti anonimi vengono eliminati dai filtri antispam e, nel caso superino i filtri, irrisi ed eliminati uguale: non usateli.

Related Posts with Thumbnails