martedì 15 giugno 2010

10

E3 2010 indiretto: arriva il nuovo Zelda Skyward Sword, se ne va il nuovo Zelda Skyward Sword. Salutare con la manina

Basta Hyrule, basta Link, basta pianta carnivora, basta diamanti nell'erba, basta effettino sonoro dei tesori sempre lo stesso, basta archi, basta Miyamoto, basta ragni, basta fionde, basta bombe, basta pugnette, basta Nintendo, basta fruste, basta principesse, basta ricchionate, basta coleotteri telecomandati, basta false speranze, basta agitare il Wiimote con Wii motion plus. E cercare di non sentirsi troppo pirla nel farlo.

10 commenti:

  1. Qual'è il senso del post?

    RispondiElimina
  2. Qual è il senso del tuo commento anonimo?
    Ne esiste uno?

    RispondiElimina
  3. Carcassa di cane in un vicolo15 giugno 2010 20:43

    Non avevo voglia di mettermi un nome.
    In ogni caso mi sono espresso male, non ho davvero capito il senso e domandave spiegazioni in modo implicito.

    RispondiElimina
  4. Non volermene, arrivo aggressivo a fine giornata.
    Comunque, il nuovo Zelda: troppe aspettative, troppo le solite cose, emozione troppo poche.
    Dice: e che ti aspettavi? Boh. Qualcosa di un attimo meno opprimente.

    RispondiElimina
  5. Repentino cambio di nome per spiazzare il pubblico15 giugno 2010 21:01

    Un giorno mi sforzerò di capire come può uno stressarsi in mezzo ai videogiochi.
    In questo momento preferisco rimanere nella mia ignoranza.

    RispondiElimina
  6. Quando giochi da tanto tempo fa, in una galassia lontana lontana, e vedi crescere il tutto..capisci che ora ci stanno prendendo per le chiappe. Però spendiamo per vedere come fanno a prenderci per le chiappe.
    crj

    RispondiElimina
  7. ci stanno prendendo per le chiappe, e se giochi da tanto tempo fa, in una galassia lontana lontana, capiresti anche tu.
    Lo stress da videogiochi è oggi una delle principali cause di disadattamento sociale giovanile nel mondo, ch da una parte, chi dall'altra
    crj

    RispondiElimina
  8. zelda deve rimanere zelda, con tutti gli elementi storici della serie, possono cambiare il sistema di controllo, l'ambientazione, qualche enigma, la storia... possono aggiornarlo ma il gioco deve restare quello, perchè zelda nella sua perfezione funziona sempre

    il problema poi è soprattutto nostro (più vostro) che giochiamo da 20 anni e lo conosciamo a menadito, provare a pensate a un ragazzino di 10 anni... ma volete davvero privarlo dello zelda che conosciamo? io non me la sento, perchè è un videogioco didattico, che ci insegna (o ci ricorda) come è fatto un vero videogioco, imparato quello il ragazzino sarà un videogiocatore, un videogiocatore libero che potrà scegliere quello che gli pare con un minimo di senso critico
    insomma zelda è uno strumento molto importante nel mondo dei vg e come tale va preservato, è un videogioco dell'obbligo

    RispondiElimina
  9. Non sono d'accordo, Ralph.
    Zelda è sempre Zelda, ma anche un gioco che ogni volta ha saputo reinvetarsi.
    Ogni capitolo ha portato novità sostanziali alla solita formula di gioco, ma negli ultimi anni anche un suo stile preciso. Wind Waker non è Twilight Princess, e nessuno dei due è Ocarina of Time. Abituati a questo processo, risulta difficile invaghirsi a prima vista di Skyward Sword. Con o senza Miyamoto che fa le figure di merda con il wiimote e lo svolazzamento del maggiolino robotico.

    RispondiElimina
  10. secondo me il rinnovamento che cerchi ci sarà in un modo o nell'altro, per quello che si è visto non sarà nella forma e forse neanche nella sostanza, ma nel controllo che ci farà giocare le situazioni di sempre in maniera completmente diversa; chiamala fede, ma quella gente quando ci si mette non delude mai, dovresti saperlo meglio di me

    RispondiElimina

I commenti anonimi vengono eliminati dai filtri antispam e, nel caso superino i filtri, irrisi ed eliminati uguale: non usateli.

Related Posts with Thumbnails