mercoledì 14 dicembre 2016

67

Le pubblicità fuorvianti di Topolino (stagione VI, parte VIII): novembre-dicembre 1991

To-po-li-no, to-po-li-no, peppe pere peppe peppe pere peppepè, e tutto il resto della marcetta. Oggi, tuo quaranta+1esimo compleanno, ci buttiamo così, con ignoranza, sulle pubblicità fuorvianti che ti saltano fuori come un Hulk Pezzenthogan* qualsiasi dai numeri 1878 e 1879 di Topolino (24 novembre - 1 dicembre 1991, 2300 lairz cadauno) [...]
* come esca per troll irascibili morti di sonno, prendere per il culo Hogan funziona bene quanto un Buffy e meglio di un Ciclope. Non l'avresti mai detto. [...]

E partiamo subito così, con l'attacco vietcongo da Nostalgia Canalis dei giochi MB. Non c'era più Brivido, ma L'isola di Fuoco e altri giochi mitici come Starquest  (raffica di cuoricioni) e Heroquest sì. E d'improvviso ti è scascata nel the la madeleine di Hotel. Quante partite con tuo cugino a Hotel, in abbinata al gioco di Dallas, giusto per fare i ricchi coi soldi degli altri. 
La celebre pubblicità Fruit Joy, ovvero l'unico modo in cui un rEgazzino dell'epoca poteva dire a un cristone di colori alto più di due metri "Sooca!" senza essere aggiso all'istante. 
L'avete vista la maratona di Bim Bum Bam sabato? Te ci hai provato, ma tipo sei morto al terzo minuto dello sceneggiato di Licia. Ma comunque: i torroncini Sperlari di Bim Bum Bam con Uan come testimonial. Tra tanti pupazzi televisi di allora, il più coerente e rosa di tutti. 
E parlando di pagliazzi, ecco l'Hulk Hogan gigante della linea I grandi parlanti del Wrestling, gemelli degli Eroi del Wrestling alti 35 cm e con la "vera voce in lingua americana".
L'altro modello, ovviamente, aveva i colori sobri e la viulenza della giustizia, nei tratti dell'indimenticato Ultimate Warrior. Schitarrata e corsa verso il ring, seguite da trenta secondi di stress lavorativo enorme per le povere corde. 
Quella dei bicchieri di Nutella coi personaggi dei cartoni o i disegnini assurdi è un'epidemia che ha contagiato presto tutto lo Stivale attraverso i suoi principali portatori sani: gli studenti fuori sede. Uno dell'Uomo-Ragno, comunque, ce l'hai ancora.
Un comunicato congiunto di Befana e Babbo Natale in cui i due filantropi anziani lanciano un J'Accuse alla Zola (non il calciatore) sul grave problema delle canne fumarie sporche. E sì, è una pubblicità di una ditta di "spazzacamini del XX secolo". 16.900.000 lire di pubblicità (tanto costava una pagina interna a quanto si legge nel colophon del numero) per i camini da pulire.
Ah, il cucciolo Gogo, che cammina davvero e lo comandi dal guinzaglio! E per farlo partire, come sta mostrando la padroncina, basta un calcio in culo assestato con forza.
L'inquietante camoscio d'oro, formaggio di chiara deriva gianfransuà, regalava con un concorsone una Y10 Fire, che sarebbe diventata anni dopo la tua prima macchina, e varie altre robe, tra cui la bambola Sbrodolina,
la bambola che sbava e urla imprecazioni in aramaico in quanto posseduta dal demonio.
Di Sbrodolina esisteva anche la versione Giramondo, assicurata a una praticissima cartella in legno da un metro cubo, stile zainetto dei Cavalieri dello Zodiaco.
Ma la feroce offensiva del fronte bambolotti, paragonabile a quella del Tet anche senza capodanno vietnamita, veniva combattuta anche sui campi degli aggettivi possessivi. Bebi Mia da una parte,
Bebé tuo dall'altra, Piccirillo di ella a chiudere la pattuglia.
La Gughina, il dinosauro rosa da gonfiare dei formaggini Susanna, incoffessabile amore segreto del dinosauro Denver. "Mammasaura, mi hanno regalato una bambola gonfiabile!"
"È gioco. È avventura. È conoscenza. È il gioco della bibbia". E se sbagli le risposte, pioggia di rane e locuste. Se sei omosessuale c'è l'upgrade, si passa direttamente al fuoco. E per barare al gioco, proposto dalla casa editrice dei Dehoniani (o Sacerdoti del Sacro Cuore di Gesù), c'è pure la Bibbia di Gerusalemme, per un super-ripassone di due mesi prima di invitare gli amici a casa per una partita. 
Altri residuati di un'epoca lontana, i premi del gioco Topofortuna. La Opel Corsa cessissima (anni e anni dopo avresti avuto una Corsa pure tu. Esteticamente molto più carina ma un water a pedali per tutto il resto). Lacrimoni per il Camcorder Panasonic a VHS, che a impugnarlo ti veniva una mano di Gianni Morandi, e l'Olivetti PCS 86, addirittura con monitor a colori.
Qui invece abbiamo un computer Amstrad con grafica VGA, disco fisso da 40MB (minchia, oh!) opzionale e 1MB di RAM. Tutta vita. A partire da 1.249.000 lire + IVA (o da 999.000 + IVA, come scritto invece in alto) se ti accontentavi della versione con monitor monocromatico, mouse di cartoncino e alimentazione a dinamo.
I biscotti e le merendine Mister Day mettevano in palio invece degli handheld supervintaggi e un Amiga 500. Non hai ben capito quelle virgolette per il "vero" personal computer. Oh, Mister Day, porta rispetto per il glorioso Amiga o ti si prende a cinquine fino a farti diventare il Mister Night di due giorni dopo, eh. 
Da Editrice Giochi arrivano due giochi a base di colleghi di Willy l'Orbo. Skeletron, prova di abilità nel taccheggiare un povero scheletro aggiso e incollato al timone della nave. 
e Pirati Volanti. "Spara i pirati e falli appendere alle vele del galeone avversario". Dice che nessuno li aveva informati dell'esistenza dei cannoni, questi poveri cristi. 
Il Mekkano era già una roba parecchio vintaggia tipo agli inizi degli anni 80 e, in qualche modo, è riuscito a sopravvivere fino a oggi. Quindi qualcuno ancora li compra questi kit brutti. Magari è uno che sognava di fare il rivettatore, chi te lo dice.
La macchina del gelato, "in tre minuti fatto e mangiato", come il nuovo governo Gentiloni. Via la Giannini e là, pronto! 
Il Teledrin della Sip, residuato postbellico e soprattutto precellularico. A te questa cosa del cercapersone è sempre piaciuta. Non ne avresti mai comprato uno, intendiamoci, ma il concetto che se uno aveva voglia/bisogno di sentirti ti chiamava, te ne guardavi il numero e poi lo ricontattavi quando potevi, era una forma di comunicazione asimmetrica interessante e a prova di rotture di maroni. Tecnologia poco dopo pugnalata a morte dagli "squillini sul cellulare" di amici senza credito sulla ricaricabile. 
Forhans tascabile, lo spazzolino portatile munito di dentifricio gengivario. "Dentifricio gengivario" ti fa ridere senza un motivo preciso. 
Gli Happypotami, le Tartallegre e tutti i loro amici drogati li odi invece a morte, perché hanno contribuito all'estinzione dei soldatini di ferro dell'ovetto di Kinder.
Un'altra di quelle pubblicità in cui le forze armate volevano arruolare il pubblico di lettori di Topolino in età da scuola dell'obbligo. Fai il carabiniere durante la leva, al posto della naja, e poi, se ti va, resta nell'Arma. "Sarà solo una naturale conseguenza del tuo modo di essere". Essere materiale da barzelletta.
Sonic si bulla su una pubblicità Giochi Preziosi del Master System II. Un riccio "furbo, divertente, scattante e super veloce, destinato a diventare una celebrità nella storia dei videogames". Oh, era vero. 
Qui invece c'è tutta la linea Sega, completata dal Mega Drive, con il suo logo e il suo design fighissimi, e dal Game Gear. Testimonial un perplesso Topolino da Castle of Illusion, Maicolgècso in Moonwalker, àu!, e Zenga e Mancini abbandonati su due sedie.
Un'altra Gig Nikko tamarraggressiva, la Turbo Laser. Più forte va, più luce fa, e quando arriva la bolletta dell'enel perché stai a ricaricarla ogni due secondi tuo padre due pizze ti dà. 
La supervintaggeria natalizia del Lievito Bertolini, con una Maria Rosa che tipo oggi avrebbe centocinquant'anni. "Con il lievito Bertolini, Maria Rosa, fa i..." e un tuo compagno di classe alle medie la urlava a squarcia gola con una chiosa del verso customizzata, diremo. 
Chiudiamo con la malvagia, l'Algida Stronza nella costosissima versione Barbie Gran Galà. E se una non poteva permettersela? La risposta molto natalizia della perfida è riassunta in quelle mani portate di taglio verso l'inguine. E tantaugù. 

TUTTE LE ALTRE PUBBLICITÀ FUORVIANTI DI TOPOLINO

67 commenti:

  1. PDF mode: t'è scappata una doppia immagine di Uan (una in più è sotto lievito Bartolini)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. L'ho detto ieri a un altro lettore, lo ripeto: non c'è bisogno di segnalare correzioni e PDFate varie. Lo fate a fin di bene, e vi ringrazio, ma non serve. Gli errori ci sono sempre, in ogni post. Quando ho tempo li correggo, quando no, no. Non fa mica niente, non è la Britannica. SOPRATTUTTO quando il post è stato appena postato e magari non l'ho neanche riletto.

      Ho ripetuto tutto il pistolotto (perdonami Frank) così magari non lo ripeto più. Non se ne può più di vedere le discussioni che partono con un "c'è una foto doppia" o "hai saltato una virgola".

      Parlate dei post, o di quello che vi pare, ma per cortesia BASTA con questi cacchio di tag [PDF mode].
      Graaaaazie :)

      Elimina
    2. E' che ci hai abituati troppo bene... questo blog, di fatto, è un'enciclopedia online di nerditudine e di amarcord, documentata a puntino, ma anche ragionata e commentata, iperlinkata e tutto il resto.

      Una nerdowiki autonoma, con gli inserti e i commenti "di ridere", ma tutta filologicamente correttissima.

      L'errorino in mezzo a tanta documentazione è un po' come quella macchietta sul pavimento, solo che non puoi toglierla tu e devi segnalarla al custode del museo.

      Tant'augu', Doc. Avanti così fino alla pensione e oltre! :)

      Elimina
    3. ops sorry
      M'ero perso le reprimende antecedenti. Immagino bene che tu rilegga e corregga sempre e proprio per questo credevo di agevolare, invece intralciavo :P
      "con la mia faccia sotto i Vostri piedi" chiedo umilmente scusa :)

      Elimina
    4. Concordo con Mattia, ma rispetto il volere del padrone di casa.
      Anche io non avevo letto la tua replica di ieri, ne approfitto per scusarmi perché qualche PDFfata in passato l'ho fatta anche io.

      Tantri struguri per il tuo compleanno!

      Elimina
    5. Sorry per il pippotto, Frank, non era rivolto a te nello specifico, ma al PDFame in generale.

      Elimina
  2. Auguri Doc!!!
    Quanti ricordi in queste pubblicità,non sto a fare listoni perché le ricordo quasi tutte.
    Spettacolo

    RispondiElimina
  3. Tantaugù, Doc! Non pensi anche tu che il marchio Amstrad, in tutte le sue applicazioni (computer, hi-fi, tv ecc.), sia una bruschettona unica?

    RispondiElimina
  4. Auguri Doc!

    Io nel bicchiere di Wile E. Coyote ci bevo ancora!

    RispondiElimina
  5. Heroquest. Bruschette. Era il mio sogno irrealizzabile, tanto che me ne costruii una versione in LEGO (soluzione a ogni problema) con regole assolutamente inventate di sana pianta :D

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Starquest...l'ho sempre voluto, ma non me l'hanno mai preso perché costava troppo. In compenso mi comprarono entrambe le espansioni.
      Che infanzia WTF!? la mia.

      Elimina
    2. gioconi entrambi che mi accompagnarono , come il governo Gentiloni con la legge elettorale, al gioco di ruolo tradizionale. Non ho ancora capito se è uscita la edizione 25°anniversario o è una truffa come le mamme russe senza riscaldamento per mail.

      Elimina
  6. Buon compleanno, intanto.
    E grazie della panetteria negli occhi, che nel 91 ero nel pieno target di tutta quella roba lì. Tra l'altro, quello fu il Natale in cui ricevetti l'Amiga come regalo. E ADDIO A QUALSIASI VITA SOCIALE, buoni voti e giochi in campagna. Addio e grazie per tutto il pesce.

    RispondiElimina
  7. Vedi la prima pubblicità dei giochi mb, ripensi a quelli che hai avuto e hai distrutto/perso (tipo l'isola di fuoco), vedi quanto valgono ora su ebay...e piangi tanto.
    Nel frattempo, tanti auguri Doc!!!

    RispondiElimina
  8. Auguri Doc!!!
    Bruschettissime per Hero Quest, quanto ci ho giocato... Avevo pure dipinto molti degli omini, nel periodo in cui ero scimmiatissimo con il modellismo.

    RispondiElimina
  9. Uuuuuuuh momento mariomerolo con l'amstrad il mio primo "vero" pc... le bestemmie quando riuscii a giocare solo una volta al tie in del gioco di ghostbuster 2 e poi il fottuto floppino decise che non doveva più funzionare, me lo ricordo ancora oggi con l'affetto offuscato dal ricordo.
    C'è qualche deboscia che lo ha posseduto?

    RispondiElimina
  10. Oddio! A me arrivò (non richiesta) proprio l'algida di questo post e proprio in quel natale lì. E visto che era costosa, mia madre non mi ci faceva giocare, tenendola segregata nell'armadio per paura che finisse decapitata come le sue colleghe (regalo utilissimo, già).
    Ma solo io ho trovato soldatini di piombo per anni dopo gli Happypotami?
    Per concludere, angurie, Doc!

    RispondiElimina
  11. 3 cose 3:
    1) auguri doc!
    2) ma Zenga doveva proprio grattarsi i coglioni mentre facevano la foto???
    3) oggi sulla pagina facebook "ventenni piangenti" hanno postato la pubblicità di Topolino definitiva

    https://s27.postimg.org/u9jy75qtv/15380427_240362146397540_1967983545278993657_n.jpg

    RispondiElimina
  12. Auguri Doc, allora siamo coetanei! Per questo abbiamo così tanto in comune!! Avercelo ai tempi un amico come te, andavo in una scuola fighetta perché i miei la reputavano migliore a livello di insegnamento e mi ritrovavo spesso solo, perché non avevo nulla da condividere con i "cabinotti" dell'epoca (che poi, a pensarci bene, erano mille volte meglio di alcuni rappresentanti delle nuove generazioni).
    Per il resto bellissimo approfondimento, molte cose le ricordo ancora, essendo assiduo lettore del Topo in quegli anni.

    RispondiElimina
  13. Tanti auguri Doc!!! Grazie per le risate quotidiane! Ma quindi mi stai dicendo che i soldatini in piombo di Toro Seduto Geronimo e Buffalo Bill che mi aveva regalato mio cuggino quand'ero piccolo erano degli ovetti Kinder? Io amavo quei soldatini metallici! Ma essendo io dell 84 quando iniziai con gli ovetti c eran già tartallegre coccodrilli e squali arabeggianti...

    RispondiElimina
  14. Anche qui auguri Doc....
    e che bruschette!!!!

    che meraviglia i rivali perdenti del Monopoli (con la I, rigorosamente, maledetti!!!) Hotel e Crack con la sua pubblicità TV specifica dell'emiro (o era Franco Battiato) che cercava di perdere tutto e finiva col balletto!!!

    e il gioco della Bibbia a 88.000 cucuzze dell'epoca? ...regalato!

    e, per finire, il grande Walterone con la mano sul paccone... cose belle!

    RispondiElimina
  15. Tantaugù Doc! A me tocca tra una settimana esatta, con lo spaventoso scatto del 4 come prima cifra :o

    RispondiElimina
  16. Buoni 40+1 Doc!
    E che grande ritornodelle fuorvianti, certo che cominciare con una doppia splash page sui *meraviglievoli* giochi MB è stato davvero un colpo basso...
    HeroQuest, StarQuest, L'isola di fuoco! E ancora Hotel, Ludus, Inkognito! Ce n'è uno che NON ricomprerei?
    No, non c'è...

    Povera MB, che brutta fine: assorbita dalla Hasbro e l'intero pargo giochi sminchiiettizzato via via sempre più...quanto ci manchi!

    RispondiElimina
  17. Mi unisco anche io agli Auguri al Doc! Stupenda rubrica come sempre. Menzione d'onore stavolta per il gioco della Bibbia che mi ricorda quello a cui giocano i figli di Ned Flanders dei Simpson!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Anch'io ho pensato subito ai figli di Flanders ne i Simpsons: "Che fortuna, pulisco le piaghe a un lebbroso!".
      Mega auguri al doc!!

      Elimina
  18. Buon compleanno Ale, e grazie per avermi fatto scoprire Gianfransua' Marziano, sono ormai in continente da quantu mi suno scompisciatu!!!!!

    tracuu speziale!!!!

    RispondiElimina
  19. Mi unisco anche io agli Auguri al Doc! Stupenda rubrica come sempre. Menzione d'onore stavolta per il gioco della Bibbia che mi ricorda quello a cui giocano i figli di Ned Flanders dei Simpson!

    RispondiElimina
  20. avevo 10 anni, questo e' un vero colpo di taglio di nostalgia sotto Natale poi...

    RispondiElimina
  21. Tanti auguri Doc! Grande anno il 1991, ero undicenne ma ancora con lo spirito da rEgazzino dei Goonies delle elementari... poi arrivarono le idee di Stefano Accorsi e si iniziò a dover crescere per forza.
    Ricordo come fosse ieri la pubblicità delle Fruit Joy, Zenga e Mancini inverosimilmente presi dai videogiochi Sega, la magnificenza del Mega Drive e quanto spaccasse i cooli l'Amiga.
    Effettivamente le pubblicità delle forze dell'ordine non erano proprio adatte al me dell'epoca, ma ero abbastanza certo fossero destinate (insieme a quelle dei motorini) ai "grandi" che leggevano il Topolino... perché era la lettura serale preferita dai miei genitori!
    Buon compleanno!

    RispondiElimina
  22. Volevo chiedere se qualcuno è riuscito a leggere la pubblicità delle Fruit Joy senza canticchiarla.
    E se siete mai riusciti a mangiarne una senza farla appiccicare a qualsiasi dente disponibile.

    RispondiElimina
  23. Hotel ce l'ho ancora, ma non ci gioco da una vita.
    I bicchierini della Nutella una volta li vedevi ovunque...e dire che adesso costano di più (in proporzione) rispetto alla confezione classica.

    RispondiElimina
  24. Auguri, Doc!
    True story sulle sorpresine Kinder: la signora dell'alimentari in cui faceva la spesa mia madre aveva scoperto che gli ovetti con Happypotami, Tartallegre & faune consimili avevano uno specifico peso, diverso da quelli con sorpresine comuni. Così trafficava nell'ombra con la bilancia elettronica della bottega e poi spartiva quelli “papabili” con i propri nipoti e le clienti fidate.
    Io, che ero già al ginnasio o giù di lì, mi trovai coinvolta nell’esperimento come mangiatrice di ovetti (che neanche mi fanno impazzire: a me piace il cioccolato amaro).
    Complotti ovali! Forse da te c’era un bottegaio appassionato di soldatini?

    RispondiElimina
  25. Hero Quest......lo avevo , con tutte le espansioni , avevo anche Advanced Hero Quest. Miiiiii !! Le nottate intere a giocarci con mio cugino , che poverino non c'è più. (=TT___TT=)Completamente disintegrati giocandoci. Ho ricomprato Hero Quest qualche anno fa , ma non ci gioco , lo conservo come una reliquia. Poi tutta la lineup Sega , ma che ne parlo a fare. Augurissimi al nostro Dottore !! (=^_____^=)

    RispondiElimina
  26. AAAAhhhh, il novantuno (ancora Stefano Accorsi non c'era arrivato), io con il Sega MS2 e mia sorella con Gogo il cane a pila (surrogato del cane vero richiesto ma non pervenuto). Per amor di cronaca diremmo che Gogo, come un cane vero, perdeva il pelo a primavera e poteva rimanere glabro e plasticoso. Il Sega master system 2 invece, nonna Lardass è convinta che stia ancora da qualche parte in cantina vicino al Comodorre 64, ma io non ne sono sicuro. Il Comodorre invece c'è. A tal proposito volevo chiedere un'info: quanto è conveniente comprare un Sega ms2 usato su è bay (anche se costa 2 becche) per fare una partitina con uno di quei 4 giochi che mi sono rimasti in cantina e riprovare le emozioni di un tempo? No, perchè la scimmia c'è e il nintendo 8bit nuovo costa molto di più...

    PS.: te li ho già fatti, ma li rifaccio anche quì, AUGURI DOC!!!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Conviene ( io l' ho fatto qualche anno fa e ora ho anche circa 40 giochi ) anche perchè le cartucce del Master System non costano molto , tranne qualche titolo in particolare , se poi ti accontenti delle sole cartucce ( senza custodia e manuale ) allora sei a cavallo. (=^_____^=)

      Elimina
  27. auguri doc ,sei finalmente maggiorenne!!festeggiamo l'evento ,auguri in gianfransuà la tua lingua preferita joyeux anniversaire Doc et bisou à Piki

    RispondiElimina
  28. Auguroni Doc!!
    Gran bell'amarcord e concordo: troppa Licia in quella maratona Bim Bum Bam!

    RispondiElimina
  29. Auguri intanto!
    Io ho visto un po'di maratona Bim Bum Bam. Le parti più interessanti erano gli spezzoni del programma vero e proprio che spero si ritaglino una mezz'oretta fissa su Mediaset Extra come già succede a Non è la Rai o Mai dire gol.
    Era interessante perché Paolo, Manuela e Uan interagivano con i bambini in un modo tutto loro: cioè, come se non gliene fregasse nulla di loro, ma in realtà gliene fregava tantissimo. Anche le letterine lette in modo scazzato era un modo per mostrare i bambini che li prendevano sul serio, senza l'ipocrisia del "che bravo, che bel disegnino!" Oh, se il tuo disegnino è brutto io te lo dico che è brutto.
    Bim bum bam, il programma per i bambini più svegli, così come Topolino è la rivista per i bambini più svegli.

    RispondiElimina
  30. Il dentifricio Forhans aveva un sapore terribile...
    Mitiche le pubblicità Sega con Zenga e Mancini! Me ne ricordo una agghiacciante con Lentini.
    Ancora auguri Doc!
    PS: Che fine avrà fatto Manuela Blanchard?

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Questo commento è stato eliminato dall'autore.

      Elimina
    2. Secondo il TV Sorrisi e Canzoni, vive a Londra dove segue un corso di psicoterapia e insegna arti marziali cinesi.

      Elimina
  31. Io ho sempre avuto problemi col Meccano. Avevo solo una scatola e la odiavo!
    Innanzitutto era una questione tattile! A me dava fastidio toccare il metallo del Meccano! I bordi erano taglienti. Mi tagliavo tutte le pellicine delle unghi possibili. Bruciano quei taglietti!
    Poi per costruirci qualcosa dovevi per forza piegare le lamiere...e quelle dritte non ci tornavano più. Vuoi mettere il Lego?
    E se poi mi scappava il cacciavite di mano era ogni volta uno sbrego! E mi scappava di continuo perchè ero piccolo.
    In un ora a costruire col meccano potevo perdere anche mezzo litro di sangue! Se sono vivo è perchè avevo una scatola sola e l'ho pure buttata!

    RispondiElimina
  32. A proposito di Mega Drive e console varie... Doc te la ricordi la trasmissione USA Today con Stefano Gallarini ?

    RispondiElimina
  33. E tanti auguri anche da me Doc! :)

    RispondiElimina
  34. Auguri Doc!Cent...nah,facciamo altri 75 di questi giorni!

    RispondiElimina
  35. scusa il ritardo:augurissimi doc! è paasato già un anno da uno dei post piu belli letti da quando frequento l'antro! sei sempre il numero uno!
    p.s. per una volta posso dire anche io di possedere ancora qualche giocattolo presente nelle pubblicità! io ho ancora starquest,heroquest e pure due espansioni!!
    auguri ancora doc!!!!

    RispondiElimina
  36. Il mitico Teledrin della Sip!
    I miei lo usavano per lavoro, e talvolta lo raccattavo su a scrocco pure io (pensavo facesse figo...).
    I cercapersone, almeno per qualche tempo, andarono forte: negli USA avevano veramente una pessima fama, essendo utilizzati prevalentemente da spacciatori e criminali per essere reperibili alla bisogna, senza dare nell'occhio...

    RispondiElimina
  37. Bene doc adesso sappiamo che per altri 9 anni non hai scuse di chiudere il blog per far conto tondo con l' età!

    RispondiElimina
  38. Questo è il mio periodo. A parte che i Topolini di quegli anni li ho ancora da qualche parte in soffitta, ma tante delle cose pubblicizzate in un momento della mia vita le ho avute.
    I bicchieri della nutella con i personaggi dei cartoni a casa di mia nonna si usavano ancora fino allo scorso anno, e adesso sono lì, tutti scoloriti a prendere polvere nella credenza.
    I giochi da tavola...L'Isola di Fuoco era il gioco dell'estate per me e i miei amici, ed è stato bellissimo quando ne è saltato fuori un esemplare perfettamente conservato dalla soffitta di uno di loro, ogni tanto ci giochiamo e lanciare le palline rosse dalla bocca dell'idolo è soddisfacente oggi come allora.
    Avevo la Turbo Laser Nikko. E faceva cagare. Aveva quelle lucine lampeggianti e non è vero che si illuminava andando più veloce.
    Nel 91 avevo 10 anni.

    RispondiElimina
  39. Le ricordo tutte quelle pubblicità :D
    Cavolo, sembra proprio ieri

    RispondiElimina
  40. Sperando che il Doc stia meglio presto (cfr. post successivo), spero di rallegrargli la giornata con questo post in cui si parla sia dell'Algida Imperatrice sia di Pupazzo Hogan, che hanno, a quanto pare, in comune il fatto di essere personaggi non del tutto originali (bonus: si parla anche di supertizi di serie B):

    http://www.cracked.com/article_24432_5-beloved-characters-that-are-stolen-from-really-weird-place.html

    RispondiElimina
  41. Vabbè, premesso che il mio livello di bruschettitudine per questo post è bassissimo causa limiti di età ( all'epoca viaggiavo già oltre i venti, sono vintaggio pure io ) e motivi lavorativi ( lavoravo già da un annetto sulle pagine Disney, e quando su una cosa ci lavori chissà perchè un bel tocco di magia se ne evapora via...), debbo però ammettere un attaccamento affettivo ai bicchieri della Nutella, che tanto hanno segnato la mia infanzia e che tuttora fan parte della mia vita, in svariati formati, bicchieri, tazze, vasetti, e perfino una caraffa, và, che ancora ci bevo il té!

    RispondiElimina
  42. Torroncini "BIm bum bam": non seguivo la trasmissione e comunque ho sempre mangiato torroni di altissimo livello, come il "torrone gelato" di Bagnara e altri prodotti di qualità incredibile.

    Bicchieri con i personaggi Warner Bros: mi ricordano la segretaria della sede di Messina della ditta informatica dove lavorai. Soggetto intrattabile. Ma per me era un mito perché era l'unica che mi dava retta per le mie lamentazioni.

    Pony Edil Express: che c'entra con "Topolino"?!?

    Cane meccanico Gogo: vergogna! Dare una pedata sul sedere per farlo partire. Ma dico, un comando sul guinzaglio no?

    Camoscio d'Oro: non mangio formaggi, e logo e réclame di questo formaggio mi han sempre dato sui nervi.

    Bebi Mia: un'Intelligenza Artificiale, ahuahahahahahah! Il mio docente al Politecnico di Bari non ne ha mai parlato.

    Gioco della Bibbia: ma non trovate che somigli molto a "Trivial Pursuit" che negli anni '90 tirava alla grande?

    PC Amstrad: battuto alla grande da Amiga ed anche da Atari ST, ma anche da comuni assemblati "IBM compatibili".

    Mister Day: se vincevi, vincevi quei rumorosi "schiacciapensieri" da sfigato.

    Meccano: dissento dal Doc perché si tratta di un oggetto istruttivo, anche se oggi viene battuto senza pietà da kit robotici di base motorizzati da Arduino.

    Forhans Tascabile: pubblicità IDIOTA.

    Kinder con gli "happypotami": quasi faceva impressione la pubblicità in TV con l'uovo Kinder gigantesco che diceva «happy-pi, happy-po». Cominciarono forse da ottobre.

    Carabinieri: mio cugino ha fatto il servizio di leva come CC ed è diventato carabiniere. Il profilo di mio cugino è ben delineato dal Doc.

    Sega (non dite "siga", è sbagliato...perché è acronimo di SErvice GAmes): mi intrigava un po' il Game Gear per la possibilità di equipaggiarlo col tuner TV. Per un appassionato di bandscan come me era un invito a nozze.


    RispondiElimina
  43. Nostalgia Canalis a mille!!! Grazie per questo post Doc!!! Sob sob, i begli anni dell'infanzia... Mi ricordo che avevo la dinosaura gonfiabile Gughina (ed anche Gughi, la versione verde e maschile uscita credo l'anno prima), uno dei handheld della Mister Day (quello in alto a sinistra, era un flipper con effetti sonori zingarissimi e alle elementari me lo invidiavano almeno due classi) e soprattutto il mitico Scheletron! Ricordo che per complicare la sfida includevo tra gli oggetti da taccheggiare anche la sua gamba di legno (che in teoria non avrebbe dovuto essere sganciata)!

    RispondiElimina
  44. a) Brivido e Heroquest ce li ho ancora, intonsi (e pure il vecchio Cluedo con scatola gialla e le foto finto vittoriane).
    b) Chissà la Pony Edil Express quanto cacchio di nero faceva... i miliardi, probabilmente, ancora oggi nascosti nel materasso del signor Edil.
    c) Mi sorge spontanea, dalla sintassi utilizzata, una domanda: pure la bambola Sbrodolina era diventata, dopo qualche anno, di tua proprietà? tztz.
    d)Imprevisti: durante il gioco della Bibbia, se dovessi avere le mestruazioni, ogni giocatore t'infila immediatamente un piccione su per ercù...
    e) I pirati volanti hanno quella stilizzazione tipica dei personaggi nei Game&Watch Nintendo che, a prima vista, uno direbbe che era tutto al risparmio ma, secondo me, era uno stile bellissimo, pura Arte mezzo bit.
    f) A proposito di governo "revised", a breve dovrebbe uscire una nuova edizione di Master of Puppets dei Metallica con la faccia di Renzi in primo piano come copertina.
    g) Gli Happypotami, completi, pure quel rarissimo introvabile lì, molto probabilmente oggi staranno girando a qualche miliardo di sterline su Ebay.
    h) di Hotel. Ok per le ricariche delle Gig Nikko e relativa bolletta. Ma mai, concorderai con me, come per le bollette Sip (o era già Telecom?) che arrivavano negli anni '90 con le prime connessioni internet e il mega scaricone di mp3 di cartoni animati, con madri urlanti da ore che dovevano sentire come stava la nonna e, a tutti noi, fregava solo di riuscire ad avere pure il lato b del 45 di I-zenborg. La nonna avrebbe capito.

    RispondiElimina
  45. Auguri , in ritardo ^^'
    E
    Quanto volevo quella Barbie *.*

    RispondiElimina

I commenti anonimi vengono eliminati dai filtri antispam e, nel caso superino i filtri, irrisi ed eliminati uguale: non usateli.

Related Posts with Thumbnails