martedì 8 novembre 2016

38

I Jeeg grandi Giochi Preziosi e gli altri pezzi del Gravity Builder, il Devastator third party fichissimo

Bene, gente. Bene cosa? No, bene, così, in generale. Ché in realtà va tutto un mezzo schifo, ma non si può iniziare un post con Schifo, gente. Cioè, a meno che non si parli di Buffy, chiaro. Di cosa parliamo questa mattina? Dei pupazzoni di Jeeg e Shin Jeeg venduti da Giochi Preziosi nei loro 30 cm di dimensione artistica, e degli altri quattro veicoli da lavoro del Gravity Builder, l'enorme e bellissimo Devastator Transformers third party, su cui hai finalmente messo gli artigli. Jeeg col torcicollo! Barbie sooca! Umarell! [...]
Partiamo dai pupazzoni di Shin Jeeg. Riassunto delle puntate precedenti: la serie del 2007 KotetsuShin Jeeg, sequel (in una linea temporale alternativa) del Jeeg classico, è sbarcata qualche mese fa sulla TV in chiaro (K2) con il titolo di Shin Jeeg Robot d'Acciaio. Giochi Preziosi ha lanciato perciò tosto una linea di giocattoli, composta da urrendi pupazzini alti un cacchio e venduti in set, e da due "jumbo", per usare un termine vintaggio. Vale a dire due bambolotti in plastica alti trenta centimetri dello Shin Jeeg ("Nuovo Jeeg") e del Jeeg (leggermente diverso da quello originale) apparso sul finale in Kotetsushin Jeeg. A Lucca, stand Yamato, li vendevano a 30 carte l'uno, ma al carfùr ce li hanno a 19. Li hai presi entrambi. Perché? Ci arriviamo tra un attimo.
Sulla confezione, che ribadisce la dimensione artistica di ciascun pupazzone, vediamo il nuovo, inguardabile Big Shooter, il Jeeg di Hiroshi versione tamarra,
lo Shin Jeeg anch'esso dotato nel cartone di trivelle e altri optional come il suo predecessore,
una peratissima Himika,
effetto collaterale del sonnellino durato cinquant'anni,
 il bruttazzone Mimashi,
e, sormontati da uno Shin Jeeg a risoluzione LOL, i due giovani protagonisti: Kenji Kusanagi, campione delle due ruote ed esperto di un sacco di arti marziali diverse, tipo mio cugggino, e Tsubaki Tamashiro, nipote di Miwa e quindi pilota del Big Shooter per una brutta storia di nepotismo da nipote.
Partiamo da Jeeg, che, appunto, ha molti dettagli diversi dal Jeeg classico: tutte quelle linee superflue, i bozzi orribili sulla capoccia, i piedi a ferro da stiro anziché a zoccolo olandese. Non si tratta di fantasie di chi ha realizzato il pupazzone, il robot di Hiroshi in Kotetsushin Jeeg è così:
e qui per fortuna si son risparmiati le pupille, ché nel 2007 quando le hai viste per la prima volta ti è uscito il the che stavi bevendo dal naso.
Il pupazzone, dicevi, grosso modo è quello: non ci sono le linee scure sul giallo, il bacino e la mutanda sono un po' troppo azzurri, come un pomeriggio troppo lungo, ma le parti in cui i componenti sono agganciati (qui ovviamente è tutto fisso, non si stacca nulla) sono color metallo.
Snodi? Cinque in tutto: uno per gamba, all'attaccatura con la uallera robotica, le due spalle, il collo, e stop. Un altro po' di foto a ufo (robot) e passiamo al cuginetto Shinuovo:
(prego notare il tallone d'akiller, cit)
Lo Shin Jeeg è suppergiù identico alla sua controparte animata, rotelloni da spalla brutti e colori mischiati alla rinfusa compresi.
Come vediamo nel confronto sia con il Soul of Chogokin del robot, qui alloggiato nell'affollatissimo ripiano dei nagaiani con ospiti,
sia nell'anime. Però per lo Shin Jeeg, il robot, vale la stessa considerazione del cartone che lo ospita: comunque, nonostante tante mimmate, il suo mechadesign non ti dispiace. Prima o poi scriverai un post sulla serie, ché sono anni che rimandi.
Perché non ti dispiace del tutto il look dello Shin? Probabilmente per le gambe spigolose con i piedi artigliati, boh.
Le articolazioni sono le stesse dell'altro, ma qui la testa è piegata un po' troppo verso il basso, il che conferisce al pupazzo un'aria badass e/o da robot molto miope. La domanda, a questo punto, è: che diavolo ci fai con questi due cosi? Perché li hai presi? Perché quando li ha visti al supermercato, PiKi se n'è invaghita, così comprandoglieli l'hai fatta tutta contenta e ci sta giocando da giorni. Tua figlia che gioca con Jeeg, cuore di papà suo. E Barbie muta.
#BroFist
A 30 euro proprio no, ma per 19 valgono quello che costano (chiunque pensi che un pupazzo di plastica alto così sia caro a 20 carte non ha evidentemente idea dei prezzi folli che hanno oggi i giocattoli) e fanno il loro. Sono giocattoli per bambini, non pupazzi da collezione, e vanno valutati come tali. Che poi una serie robotica passata su K2 e legata a un anime di quarant'anni fa possa avere poco appeal sui rEgazzini di oggi è tutta un'altra - validissima - questione. Ma oh, hai fatto felice tua figlia con due Jeeg comprati al supermercato. Nel 2016. Chi te lo doveva dire.  
Passiamo all'olimpo dei Transformers da cantiere. Undici mesi fa raccontavi a queste coordinate dei primi due pezzi del Gravity Builder, enorme Devastator non ufficiale (nel gergo: "third party") realizzato dalla cinese Generation Toy. La recensione e le foto del GT-01 A, Scraper, e del GT-01 B, la betoniera Mixer Truck, le trovate qui
Grazie a wargarv sei riuscito finalmente a completare il set, perché a Scraper e Mixer Truck (i due robot nella foto qui sopra) si sono aggiunti gli altri quattro: Navvy, Bulldozer, Dump Truck e Crane.
Qui vediamo il fucilazzo e la pettorina del Gravity Builder, le capuzzelle sostitutive dei singoli robot, dei componenti che si dovrebbero montare al posto di quelli presenti in alcuni robot del set (non c'hai proprio testa per metterti a smontare e rimontare, quindi #stica) per assicurare soprattutto maggiore stabilità agli arti del Gravity Builder una volta assemblato, 
e il set di carte contenuto in una bustina di cartoncino. Ciascuna card è plastificata, protetta dalla sua bustina e mostra le tre configurazioni di ogni pezzo, con una descrizione e i valori del robot.
Oggi prendiamo in esame i due cingolati, Bulldozer e Navvy, ma prima un giro di foto di tutti e quattro i nuovi arrivati.
Anche questi, come i primi due, sono FANTASTICI.
I veicoli sono tosti, pesanti, grandi quanto un'auto della linea Masterpiece, solidi. Le pale e le altre parti mobili si spostano con dei clic, tutto resta al suo posto.
Va' che figata assurda il camion Dump Truck,
con tutti i dettagli cromati, le ruote in gomma, che la Takara ormai #ciao
Un altro po' di foto, prima di passare alla trasformazione dei due amici di oggi:
Partiamo da Bulldozer (GT-01 D), ossia Bonecrusher/Scudo dei Constructicon/Excavators.
I cingoli sono finti, perché durante la trasformazione si dividono in più parti, e quel coso nero lì dietro, il carrellino, contiene il pugno del Gravity Builder e può essere sia sganciato, sia lasciato lì e coinvolto nella trasformazione.
A metà processo di conversione in robot, va detto, Bulldozer sembra il power loader di Aliens, tipo.
Ed ecco il robottone, più alto da solo del vecchio Devastator G1, in tutta la sua beltade.
La trasformazione è molto più lineare rispetto ai primi due pezzi del Gravity Builder (uno, in particolare, ti aveva fatto impazzire, anche se non ricordi quale). Seguendo le istruzioni, tutto fila liscio, senza passaggi nebulosi. Il robot è massiccio, solido e stabile.
Questo è il retro con zainetto/trolley trasformato in una specie di jetpack,
e questa è la versione liscia, con carrellino separato. Anche le ruote del carrellino sono in gomma.
Passiamo a Navvy (GT-01 C), fratocugino del vecchio Scavenger/Braccio. Anche qui si dà la paga non solo all'ultimo Devastator Takara/Hasbro, ma a tanti Masterpiece. Costano (siamo poco sotto le 100), ma questi Transformers della Generation Toy sono fantastici; l'unico problema è che a prenderli tutti ovviamente viene un botto. Ma un po' alla volta e la scimmia da Transformers va in estasi. E ancora non hai tirato su il Devastatorone Gravity Builder, eh.
Aaaaanyway, ecco Navvy (ehr...) in versione robot,
con lo zainetto sevenvicta delle grandi occasioni. Anche qui la trasformazione non presenta punti critici.
L'unico difetto che hai riscontrato è lo stesso dei primi due robot, ossia le pistole con un'impugnatura un pelo troppo corta. Il che è abbastanza assurdo, per la cura con cui è stato gestito il tutto.
Basti pensare che oltre ai vari componenti sostitutivi per rafforzare alcuni punti, i set dal C all'F contengono ciascuno una testa alternativa, per chi ai volti con mascherina preferisca quelli con naso e bocca. Da fan di Soundwave, prediligi sicuramente la prima scuola di pensiero, ma volendo...
E insomma, detto che i veicoli ti piacciono quanto e forse anche più delle loro controparti robotiche, ora restano da passare in rassegna solo quei due signori sullo sfondo, Crane e Dump Truck, e ovviamente il Gravity Builder nella sua scalciaculitudine badassica. E, promesso, lo facciamo presto, ché è bastato lasciare lì i mezzi da lavoro per qualche minuto, per veder spuntare i primi umarell:
"Uè, giovini, ci diamo una mossa? E allora!

38 commenti:

  1. Mah,devo essere sincero,a me il Jeeg con le pupille non dispiace,soprattutto quello di Hiroshi,trasformandosi da uomo a testa ed essendo un robot che non si pilota tramite comandi ha già più senso delle pupille nello Shin Getter Robot

    RispondiElimina
  2. Devo ammettere che i primi due recensiti quasi un anno fa in modalità robot mi convincevano molto di più, ma restano comunque due robottoni di prestigio, altro che "tarocchi" terze parti.
    In versione veicolo, come hai già detto, sono invece uno più bello dell'altro, senza dubbio.
    Non vedo l'ora di vedere anche gli ultimi due e soprattutto il Devastatorone finale.
    Tanto pe'ssognà...

    RispondiElimina
  3. Brava PiKi, cresce bene :).

    Per il Gravity Builder che altro dirti se non: chapeau.

    RispondiElimina
  4. Personalmente non ho avuto tempo ancora di tirarli fuori dalle scatole ma ho montato Megasorry (Megatron pistola da far impugnare a Devastator).
    Quello per cui sono più scimmiato tra quelli che devo tirare fuori dalle scatole è però Fierce Attack della Warbotron (nome originale Onslaught), capo dei componenti di Bruticus.
    Devo decidere se assemblarli o esporli singoli, la tentazione è questa:
    https://youtu.be/P0TlZ6VXm9s

    Devastator è forse il più figo tra i combiner ma Bruticus è il più forte e cattivo, come si può ammirare lo crocca.

    PS: per la prossima volta che ci si vede proverò a farteli vedere montati entrambi.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. e vai col Warbotron
      https://i.ytimg.com/vi/YPEmfgfTYTs/maxresdefault.jpg

      Elimina
    2. Ma le prende da Menasor :-)
      (per decidere chi sia il combiner più forte credo che negli States ci siano fan che si sono fatti la guerra!)

      Elimina
    3. Menasor lo colpisce a tradimento, non vale :P

      Elimina
  5. Epistassi per i compagni di merende del cantiere.
    Quando arriverà l'assemblaggio nel Builder si rischierà la vita, giassò.

    RispondiElimina
  6. Ahhhh! Diavolo tentatore di un Doc, sono ad un passo da ordinare i GT a Wargav ma tu non aiuti, potevi dire che erano brutti e leggerini ;)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Sicuramente resisterò, non cederò all'impulso del momento, si usa la testa in questi casi.
      Resisterò, almeno fino a quando non posterai le foto degli ultimi 2 e del mega robottore

      Elimina
    2. :)
      Ieri sera pensavo a quanto fighi avrei trovato questi fighissimi transformers cinesi da rEgazzino, trent'anni fa. Probabilmente mi sarebbe esploso il cervello e basta.

      Elimina
  7. onestamente i Jumbo mi piacciono,penso che prenderò quello più "classico"

    RispondiElimina
  8. Tanta roba!!! Aspetto di vedere il Devastator in tutta la sua magnificenza!!!

    RispondiElimina
  9. Scusa Doc, magari mi focalizzo troppo io su dettagli irrilevanti... ma su K2 hanno passato questo anime con la Himika Desnuda (molto Gonagaiana, ammetto)?

    Che commozione sapere che anche i cuginetti e nipotastri mi crescono con qualche sano riferimento bidimensionale da ricordare passata la pubertà ( :D ).
    Son cose che ti formano il carattere.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Sinceramente non so. Ho visto la serie ai tempi, non l'ho riguardata in TV. Ma qui c'è sicuramente qualche debosciato che l'ha fatto: deboscia, c'era l'Himika perata, sì?

      Elimina
    2. Confermo le pere in tv.
      Devo dire che quando capita che l'inquadrino, sono un po' imbarazzato e timoroso. MI volto verso mio figlio che noto che non fa na piega. Una sera però c'era mia moglie che non ha reclamato quindi forse non è così eccessivo come sembra. Segnalo che in una puntata in cui kenji fa una scommessa con le Angels il contendere passa dal "toccare le tette" a un bacio...

      Elimina
  10. Questo commento è stato eliminato dall'autore.

    RispondiElimina
  11. No io invece voglio il pupazzo di Mr Magoo :-)

    RispondiElimina
  12. mamma mi, il design dello Shin Jeeg è una roba inguardabile!

    RispondiElimina
  13. Gravity Builder vince su tutto. Gran collezione completa Doc, complimenti! I modelli in versione veicolo sono praticamente perfetti. I robot spaccano, migliorando il design originale senza stravolgerlo; i colori sono quell'elemento in più che li rende unici, perchè a mio avviso hanno azzeccato perfettamente la tonalità cattiva ma non esageratamente "sparata" da farli sembrare dei giocattolini per bambini. Aspetto con ansia il bestione montato! Nel mio piccolo, ho momentaneamnete messo i nstand by la scimmia Masterpiece ma sono capitolato davanti al MG 1/100 del Gundam Thunderbolt Full Armor Ver. Ka. Ha già prenotato la posizione da dominatore incontrastato del ripiano dedicato ai MG...

    RispondiElimina
  14. ho comprato giusto oggi il jeeg plasticoso per il mio furfante che me lo chiedeva...

    quest' anno regalerò robottoni , dinosauri e lego star wars!
    Mia moglie continua a ripetermi che spendo troppo in giochi per i bambini e non capisce niente; in realtà i giochi sono per me !

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Pure io sto subdolamente cercando di pilotare la letterina a Babbo Natale verso Lego e transformer, francamente ne ho le tasche piene di macchinine e camioncini...
      Sabato al supermercato c'era il jumbo di Hiroshi e ho chiesto al pargolo: "Hai visto chi c'è qui?" e lui subito, illuminandosi in volto: "JEEG!!"
      So' soddisfazioni (e senza aver mai visto una sola puntata di Shin Bimbominkia, only classics)

      Se tutto va secondo i miei piani dopo Natale avrò un sacco di roba con cui giocare... Avrà, volevo dire avrà.

      Elimina
    2. Il mio secondogenito è un late talker.Aveva iniziato a parlare ad un anno esatto d'età ( molto presto ) ma poi abbiamo traslocato ed è rimasto muto fino ai due anni e mezzo; diceva solo Mamma Pappa Nanna e pà. Due settimane fa apro un libro , guarda e mi dice : THOR. La mattina dopo si alza e mi dice TUNDAM. Adesso sta accelerando vertiginosamente ed ormai ha un bel vocabolario , forma frasi complete anche se gli mancano ancora alcune consonanti, e il tutto in due settimane. La Marvel e gli anime e lo han fatto sbocciare; son soddisfaziò.

      Elimina
    3. Vi capisco...il mio oltre ai supereroi marvel anche qualche robottone (il sabato sera guai a perdere Sheen Jeeg e Daltanius).
      L'altro giorno torna a casa con mia moglie e tutto orgoglioso mi mostra la prima uscita della robot collection "papà in edicola c'è daltanius" ...core de papà

      Elimina
  15. Non sono tanto le pupille a mandarmi fuori di testa, quanto quei bozzi sulla capa che fanno somigliare Jeeg ad un cetriolo e quelle linee oblique a casaccio francamente inguardab... Aspè, ma che leggo? Stavi bevendo un the dal naso??!! :D

    Fine il reggiseno a manina strizzacap€zz0li della regina Himika, dettaglio inserito con sapiente gusto femminile per distogliere lo sguardo dei maschietti dal monociglio pelosissimo alla Peo Pericoli...

    RispondiElimina
  16. Scusa Doc... poi l'hai recuperato Transformers Animated?

    RispondiElimina
  17. 'Sti robottoni mi stanno facendo sanguinare il naso.
    Ma sono ancora in giro? Di solito non spariscono in tempo zero? Wargav ne ha ancora? Perché faccio tutte ste domande, sapendo che eventuali risposte potrebbero portarmi a dormire sotto i ponti dopo un divorzio lungo, difficile e straziante?

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Anche qui stessa cosa, contattami e senza problema ci sta tutto sul sito non li trovi ma li prendo direttamente in fabbrica ;)

      Elimina
  18. E' caruccio Jeeg. L'hanno fatto proprio bene!

    RispondiElimina
  19. doc scusa io sul sito di wargrav non li trovo hai un link per cortesia?

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Il devastator Gravity builder lo prendo su richiesta direttamente dala fabbrica non c'è sul sito dato che è un prodotto "terze parti" ;)

      Elimina
  20. corri ragazzo laggiù... e non è tornato più!
    che nostalgia... i 19 euri permettono di coprire le magagne... lo Shin è bello e giuvinotto.... la riedizione del classico mi lascia un po' perplesso... sono ancora fermo alla presigla del cartone, ai tempi delle private locali ..."la AB distribuzione presenta..." o una cosa del genere... chi se la ricorda?

    RispondiElimina
    Risposte
    1. "AB International Export presenta" ...c'è sul tubbbbo!

      https://www.youtube.com/watch?v=B_40S6QZb2E

      Elimina
  21. OT:
    Che te ne pare?
    http://comicsalliance.com/xm-studios-marvel-black-panther-statue/#photogallery-1=1

    RispondiElimina
  22. Bellissimi ... Magari al Jeeg Classico ci faccio un pensierino:-)

    RispondiElimina
  23. Ahimè, non posso che concentrarmi su quello "schifo" in apertura.
    In bocca la lupo per tutto, per quanto possa valere.

    RispondiElimina
  24. Modalità PdF on:

    in teoria Kotetsushin Jeeg era più un seguito del manga che della seria tv classica. Infatti nella serie Hiroshi è un cyborg a tutti gli effetti come nel manga originale, e non un truzzo con una campana magica nel cuore come nella serie.

    Modalità PdF off.

    Cheers

    RispondiElimina
  25. De gustibus non est sputazzandum, come si dice qui a Roma, ma per me il miglior third party rimane il Warden della Perfect Effect, in pratica il Cerebros di Fortress Maximus, con una trasformazione in più di quello originale e pure compatibile come capa di Fortress.

    Off topic: la truzzaggine (o truzzità?) di Hiroshi era a livelli così alti da rasentare l'arte, un po' come il film dei Masters con Dolph Lundgren.

    RispondiElimina

I commenti anonimi vengono eliminati dai filtri antispam e, nel caso superino i filtri, irrisi ed eliminati uguale: non usateli.

Related Posts with Thumbnails