lunedì 21 novembre 2016

73

Gravity Builder, il Devastator di Generation Toys finalmente completo e pronto a scalciare culi in modo seriale

Devastator Gravity Builder Generation Toy Review
In questo, e in quest'altro post raccontavi della tua scimmia di proporzioni crescenti per il Gravity Builder, mastodontico, devastante Devastator Transformers third party realizzato dalla Generation Toy. Nel week-end hai finito di passare in rassegna, trasformare, fotografare, ritrasformare, rifotografare i pezzi mancanti e potuto ammirare finalmente il combiner più scalciaculi di sempre (no contest) in versione completa. E spacca, questo Devastator/Gravity Builder? Oh, se spacca* [...]
*Proseguite nella lettura solo a vostro rischio e pericolo. Se amate i Transformers o provate nostalgia per il vecchio Devastator (e chi non ne prova?), potreste farvi moltissimo del male. Uno ve lo dice, oh, poi ognuno.

Partiamo dai pezzi mancanti, gli altri due componenti ancora non analizzati nel dettaglio nei post precedenti. CRANE (GT-01 F) è la gru, e corrisponde a Hook/Rostro dei Constructicon/Excavators.
La gru ruota a 360 gradi, ha diverse parti snodate e si può allungare gridando "UNAVITAPERILCINEMA",
e nella cabina di pilotaggio si nasconde il fucile del robot. Trasformazione!
Valgono le note positive degli altri compagni: trasformazione molto complessa ma istruzioni chiare (forse tranne un paio di passaggi, ma ci si arriva), tutto va perfettamente al suo posto, cura nei dettagli, materiale costruttivo ottimo. La plastica è un minimo gommosa dove serve, i colori sono molto belli e soprattutto il verde acido è PERFETTO. L'unico difetto è, anche qui, comune agli altri cinque robot: le pistole hanno un'impugnatura troppo corta. Si può tirar fuori qualcosa di così complesso e ben riuscito e perdersi per qualche millimetro di plastica? Eh. 
Ma è il proverbiale pelo in un uovo di tirannosauro. Non hai mai visto una cura simile per pupazzoni anche molto più costosi. Dalle teste alternative per i singoli robot a una serie di piccole chicche, di quelle che ti fanno tirare indietro il collo e dire WOW. Le teste di molti robot del Gravity Builder hanno ad esempio un riquadro trasparente sulla nuca che permette alla luce di filtrare e di "illuminare" gli occhi del robot, senza bisogno di ricorrere a led e altra roba a pila. La cosa si nota abbastanza nella foto qui sopra e in altre del fotoreportaggio. Prima un altro po' di scatti del robot-gru:
Dice: ma non si può fare niente per il braccio della gru, così ingombrante? Beh, sì. Le istruzioni suggeriscono una configurazione B, girando il braccio verso il basso, o una C, staccandolo dal supporto...
...e usandolo come clava. I fan del Gundam Barbatos, il mobile suit manesco e sgarbatos, fanno la ola.
Un olè per la clava.
Passiamo a DUMP TRUCK (GT-01E), il cugino di Long Haul/Macigno.
Il camioncino è massiccio, bello pesante e con le ruote in gomma come gli altri veicoli non cingolati,
mentre il tubo di scappamento è la canna dell'arma incastrata sotto al veicolo. Quella roba viola sul tetto è la pettorina del Gravity Builder e si può ovviamente togliere. Tocchi di classe le parti cromate e i riquadri gialloneri a bande diagonali dei lavori in corso che richiamano pensionati da ogni dove.
Un confronto all'americana, per apprezzare le dimensioni rispetto a un'auto Masterpiece (MP-23 Exhaust, in questo caso), e via di trasformazione.
Dump Truck, visto che rappresenta il busto del Gravity Builder, è il robot più massiccio di tutto il sestetto.
Da apprezzare anche il fatto che le teste, le armi e praticamente quasi tutte le soluzioni adottate per la trasformazione sono diverse da modello a modello. Ognuno è stato pensato a sé, per migliorare al massimo la resa, e si vede. Avrai contato almeno quattro o cinque modi diversi di nascondere i pugni su sei veicoli trasformabili. Sciapò alla cumpa di cinesi che ha realizzato il tutto, perché il livello di ingegnerizzazione è pazzesco. Un altro paio di foto del badassico camionmunnizzo, con la sua testa tutta cromata e dieciaccappì:
La pettorina del combiner diventa qui jetpack. Quella sorta di cinturone sul retro della schiena andava disposto in un modo diverso (e più ingombrante), secondo istruzioni, a formare una specie di cerchio, ma ti piaceva di più così.
La pettorina e il fucile del Gravity Builder sono combinabili e trasformabili per dar vita a una postazione di fuoco fissa da affidare a uno dei robottini:
Perché sì.
Ecco i sei fratellini riuniti, immortalati prima di convertirli in veicoli e da lì in parti del Combiner. Prima una foto ricordo anche per gli altri quattro precedenti:
SCRAPER (GT-01 A), alias Scrapper/Ringhio
MIXER TRUCK (GT-01B), alias Mixmaster/Rollo, il tuo robottino preferito dei sei,
BULLDOZER (GT-01 D), alias Bonecrusher/Scudo
NAVVY (GT-01 C), fratocugino del vecchio Scavenger/Braccio. Che poi "robottini" niente, che ognuno è alto quanto il Devastator G1.
Eccoli in versione veicolo
e quindi pronti all'agganciamento. Crane e Dump Truck sono qui già accoppiati nel nome dell'amore robotico per formare testa e busto.
Signori, il Gravity Builder. La procedura di assemblaggio è molto semplice e gli slot in cui inserire i perni dei quattro arti sono molto rigidi (tanto che è necessario un piccolo cacciavite per far leva e metterli in posizione).
Nel caso in cui si smollino col tempo, è possibile sostituire alcune parti con i ricambi che sono stati allegati man mano con le singole uscite. Fortunatamente, la sostituzione pare sia necessaria solo in caso di smollamento. Problema che non ti tange
Perché? Perché dopo lunga meditazione hai deciso di esporre i sei robottini anziché il bestio, semplicemente in quanto troppo grosso. È alto quasi cinquanta centimetri,
entra nel piano più basso di una Detolf solo smontando la gru. Il che non è in sé un problema (vedi sotto), ma occupava comunque troppo spazio. I sei robot ti piacciono molto e così hai anche la scusa per rigiocarci rimontare il tutto qualche altra volta.
Il peso, visto che come nell'originale è più carico sulla spalla della gru, è facilmente bilanciabile facendo oscillare il bacino, e tutti i componenti se ne stanno al loro posto. Non si stacca niente, è tutto sufficientemente solido e massiccio. Non a caso, visto che il Gravity Builder, pur essendo quasi tutto di plastica, pesa quasi due chili (!)
Le uniche attenzioni vanno prestate nella fase di assemblamento della testa, che richiede un minimo di calma e gesso per non scassare un piccolo perno in plastica (fortunatamente wargarv, pusher del pupazzone, ti aveva avvertito). Le istruzioni lì possono sembrare un po' criptiche, ma facendo piano basta un pizzico d'intuito. 
A proposito di testa. Di default c'è il volto con bocca aperta e incazzata (va' che figata i riflessi),
ma la parte sotto la mascherina rossa degli occhi può essere sostituita, come avviene nei Myth Cloth EX dei Cavalieri dello Zodiaco,
con la versione "non parlo in quanto aderisco a un rigido codice del silenzio durante la devastazione".
Il dorso dei pugni nasconde l'alloggiamento di tre missili
(fortunatamente non sparabili, ché quelle cacchio di robe sparabili te le perdi ogni volta, porca paletta).
C'era una cosa che non ti quadrava, mentre piazzavi il robottone in posa, ed era la caviglia destra. La sinistra (la betoniera) era snodata, quella destra rigida, il che non permetteva di poggiare bene a terra il piede della ruspa. Ti sembrava una cosa stupida, tanto più che la pala del mezzo si può fissare tramite due perni proprio per evitare un difetto classico del Devastator G1 (la pala che si allargava facendo spatafasciare al suolo il combiner). Ti sei accorto allora di aver saltato un passaggio della trasformazione in gamba, con due sportellini che andavano abbassati per lasciare - appunto - libera l'articolazione. Chiedi venia agli ingegnosi ingegneri cinesi per aver dubitato di loro
E a proposito di Devastator G1, ecco il modello vintaggio a confronto con il Gravity Builder. Dimensioni e linea a parte, occhio al verde più brillante del cinesone gigante. L'esatto contrario del viola, va detto:
Le dita del robot hanno ogni singola nocca articolata, come solo i robottoni di lusso, il che significa che potete tirar fuori tutti i gesti che vi pa...
 EHI! NON FACCIAMO I MALEDUCATI, OH! 
Il braccio della gru diventa clava naturalmente anche per il Gravity Builder (qui sopra si nota il "problema" alla caviglia destra, risolto riconoscendo la tua sbadataggine da precipitevolissimo),
 da brandire sia alla Hacksaw Jim Duggan,
sia come il cric gigante di un malintenzionatissimo.
Oh, d'altronde è pur sempre un Devastator. Si chiama mica Camomillo come il torero, ecco. Con il set era compreso come gift anche Megasorry, un Megatron in kit di montaggio versione traslucida, impugnabile in versione pistola dal Gravity Builder al posto del/insieme al fucile, come si vede in queste foto prese da TFW2005:
Solo che quello ancora non l'hai montato. Nel complesso la tua valutazione, avrete colto dall'entusiasmo con cui è stata scritta questa recensione, è gigabelliFFimo. C'è voluto un po', in tutti i sensi, per completarlo, ma è il giocattolone più figo e divertente - nel senso delle ore che passi lì a montarlo e rimontarlo - che tu abbia mai avuto. Da rEgazzino una roba del genere, che non ti saresti mai potuto permettere, ribadisci, ti avrebbe fatto esplodere il cervello in due secondi, ma anche ora è, beh, ben oltre il fichissimo. Detto questo, anche i singoli robot sono gran belli: fare largo in vetrina, arriva la cumpa robotica più amata dai pensionati nullafacenti.


73 commenti:

  1. Questo è epocale, per carità caro ma uno risparmiando e comprando un pezzetto alla volta si toglie una GROSSA soddisfazione! Impressionante per tanti motivi e tutti buoni, qualche simbolo dei Distructor/Decepticon qui e li (poca roba niente di invasivo o esagerato) tipo sulla pettorina e sui singoli robot nei punti giusti ed è IL capolavoro.
    PS
    La cosa delle teste trasparenti con occhi che si illuminano l'aveva già il vecchio Hercules TFC, altro devastator custom uscito ormai parecchio tempo fa e tecnicamente molto piu indietro di questo, anche se comunque molto bello in modalità assemblata!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ah e contando che Hercules costava 100 dollari al pezzo, quindi circa come questo, ma che la resa al confronto dei singoli mezzi e dell'assemblato è assolutamente ridicola....beh....per me vale la pena!

      Elimina
    2. Un pupazzino minuscolo di mio figlio a forma di Optimus Prime (non trasformabile e super-deformed, residuato di amici che si volevano disfare dei giocattoli vecchi) ha gli occhi fatti in questo modo: mi diverto come un fesso a coprire e scoprire col dito la finestrella sul retro per fare l'effetto acceso-spento. L'ho sempre trovata un'idea geniale, senza pile nè circuiti...

      Detto questo, ho la vista offuscata dalle lacrime, come mi era successo solo guardando i modellini di Macross... (ma qui di più)

      Elimina
  2. Non dovevo leggere questo post
    Non dovevo leggere questo post
    Non dovevo leggere questo post
    Non dovevo leggere questo post

    RispondiElimina
  3. Epitassi.
    Postepay che freme.
    Vado a vedermi un documentario sull'Africa per placarla.

    RispondiElimina
  4. Eh ma la testa è così così.
    Eh ma il viola è sbagliato.
    Eh ma non so più che scuse inventarmi.

    La verità? Alla seconda volta che hai usato il termine "ingegneria" mi avevi già comprato. Ma la mancanza di spazio e il mio Devastator UW Takara customizzato mi trattengono come le corde di Ulisse al canto delle sirene.

    RispondiElimina
  5. Dita articolate?
    È il robottone definitivo: verde, viola come Hulk (ci credo che spacca)... e può pure fare il gesto del minollo!

    RispondiElimina
  6. e pensare che giusto ieri ho speso 260 € per la casa dei sogni di barbie per il prossimo natale della mia principessa.invidia!

    RispondiElimina
  7. Guardo il portafogli. Poi lo schermo. Poi di nuovo il portafogli... poi ancora lo schermo. Mia moglie mi grida dalla cucina: "non ci pensare nemmeno!". Piango.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. questo commento per mè è leggenda!!!!!!!!! uguale a te ma al posto della moglie ho una parte della mia coscienza che grida la stessa cosa!!piangiamo in due!!!!!

      Elimina
  8. Non ci sono scuse questo credo sia uno dei transformers più fighi di sempre e questa sua versione pupazzoide è una libidine verde e viola!!

    RispondiElimina
  9. Fabrizio Dionisio21 novembre 2016 22:30

    Io l'avevo il vecchio devastator... lacrime, tante lacrime...

    RispondiElimina
  10. È IL GIOCATTOLO PIÙ BELLO CHE ABBIA MAI VISTO IN VITA MIA!!!
    sono curioso di sapere cosa avrei porovato se lo avessi avuto da bambino...tra l altro avevo quello G1..cmq BELLISSIMO 💙💙💙💙💙💙💙💙💙💙💙💙

    RispondiElimina
  11. Francesco Mosca21 novembre 2016 22:52

    Ma come si fa ad entrare in possesso di questa figata atomica?!?!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Contatta wargarv (ai-robot.it)

      Elimina
    2. Me ne arrivano se tutto va bene fine gennaio ma quasi tutti prenotati, se ne volete contattatemi per tempo thanks!

      Elimina
  12. La gru/clava secondo me è un colpo di genio. Da al Gravity un livello di ignoranza e badasseria fuori scala. Complimenti alla Generation Toy.

    RispondiElimina
  13. Il fascino di questo Voltron operaio è indiscutibile.

    Non ricordo controparti buone così figose, questo era davvero il più bello e complimenti vivissimi a chi lo ha realizzato, rende benissimo.

    RispondiElimina
  14. L'unico oggetto "futile" per il quale potrei pensare di vendere una moto (una delle 3 valore totale c.a. 4000€)...(non ditelo hai miei amici motociclisti). Pero potrei vendere la MTB...mumble mumble

    RispondiElimina
  15. Ehi doc, curiosità, forse l'avrai pure scritto ma non l'ho trovato, ma tutto per tutto quanto viene il bestione (Bellissimissimo). Ricordo che da bambino un amico mio aveva la versione classica e già morivo d'invidia

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Devi considerare sui 95 eurodollari a pezzo. E sono sei. Se fai il totale è #tantone, ma è come comprare sei Masterpiece - e qui la qualità è molto più alta che in tanti Masterpiece - e fatto un po' alla volta si riesce.

      Elimina
    2. Mi sembra anche un prezzo onesto.

      Ma quanti anziani che supervisionano il cantiere ti danno in ogni confezione? :)

      Elimina
    3. come anziano per supervisionare i lavori si usa il vecchio devastator anni ' 80... a latere con bastone e giornale ! sai che figata di teatro che verrebbe !!

      e comunque mi si permetta di dire che fin che i vecchi guardano da fuori va bene, quando poi invece ti entrano per chiederti un mattone o una paletta di cemento , gironzolando per il cantiere, li prenderei a schiaffi perchè non sanno neanche i rischi che mi fanno correre come coordinatore per la sicurezza. Una volta trovai un tizio disperso con un secchiello che cercava qualche muratore per chiedere della sabbia, non so quanto abbia girovagato prima di trovare l' unico addetto, sembrava cast away. L' ho preso metaforicamente per un orecchio e portato fuori tra male parole ( ma il secchiello di sabbia per l' orto glielo ho dato lo stesso) ripetendogli di non entrare mai più senza autorizzazione per il suo bene .parole al vento!

      Elimina
    4. Dev'essere davvero una piaga quello del vecchietto che gironzola in cantiere per scroccare materiale per i suoi interminabili lavori di casa..

      Elimina
    5. Scusate l'OT, ma visto che si parla di cantieri vorrei sottoporre all'attenzione del buon Riccardo questo istruttivissimo video del Corriere su come si fanno le case antisismiche:

      http://video.corriere.it/case-che-resistono-terremoti-ecco-come-funzionano-edifici-antisismici-videoanimazione/ff4173a6-afee-11e6-a471-71884d41097a

      Cavolo, era così facile!... Basta mettere tutta quella roba alla rinfusa e il gioco è fatto, cos'abbiamo studiato a fare?

      Cruciale soprattutto l'apporto alla resistenza dato dagli isolatori TERMICI. Signò, è tutto antisismico, visto che bel cappotto?

      Elimina
    6. Il responsabile della sicurezza è l'arcinemico degli artigiani edili, tipo Telespalla Bob e il rastrello. :D

      Elimina
    7. Caro Crapuleius, proprio ieri scrivevo qui sul blog parlando di Sgorbions che ogni qualvolta mi sono trovato a conoscenza dei fatti ed essi vengono riportati su un giornale noto una distorsione imbarazzante della realtà . Qui hanno anche pagato un grafico per fare l' animazione. Se non ci fosse a monte una tragedia sarebbe da ridere. E comunque di articoli del genere è piena la rete, alcuni scritti anche da colleghi, per cui mi chiedo quando scrivono di economia o altro di cui non capisco niente quanti strafalcioni infilino.

      Elimina
    8. Ripensando tempo fa a quell'intervista a Fuksas di cui ridemmo, mi è venuto in mente che la colpa degli strafalcioni potesse non essere del Nostro... Mi immagino l'intrvista:
      - Ma quindi questi... "smorzatori asismici"...
      - Sismici.
      - E io che ho detto? (cit.) Come funzionano?
      - Immagina di mettere sotto la tua costruzione una grande molla: oscillando essa smorzerà gli effetti del sisma sulla casa.
      - Ho capito! Quindi lei ha costruito il suo edificio sopra un'enorme molla asismica!
      - MmmmsssìNO. Se può servirti a capire meglio il concetto... Ma per favore non lo scrivere così, sennò mi prendono per il cu
      _ ...Molla .... Asismica. Fatto! Grazie mille per il suo tempo!

      Elimina
    9. a dire il vero non mi stupirebbe un dialogo simile neanche a ruoli invertiti ;)
      e anche il sommmo Renzo Piano ne ha sparate inventandosi l'architetto condotto e le tipologie antisismiche... poi chissà di chi è la farina dei sacchi di scemenze svuotati in questi mesi

      Elimina
    10. Doc comunque i soldi meglio spesi in vita tua , fidati e complimenti.

      Elimina
  16. Il mio Shuraking prende a calci nel didietro tutti i combiner Decepticons messi insieme ;) A parte gli scherzi, questo è senza dubbio il miglior Devastator attualmente sulla piazza, e prima o poi me lo procurerò. FanToys però ha teaserato la sua versione del gigante verde...

    RispondiElimina
  17. Ecco questo è un robot che potrei mettere nello studio tecnico e magari agli impresari piacerebbe pure.
    Prima o poi lo comprerò, garantito al limone.

    Per ora però mettiti in fila, grazie.

    RispondiElimina
  18. Non sono mai stato appassionato di Transformers, nonostante ne avessi alcuni da piccolo, però questo è veramente strepitoso.

    Avessi posto in casa l'avrei comprato ieri. :_(

    RispondiElimina
  19. Davvero molto molto bello. Davvero tanto tanto grano..

    RispondiElimina
  20. Mio. Dio.
    E' il nuovo metro di paragone della badassitudine!

    RispondiElimina
  21. Il prossimo che mi dice "Eh, ma i giocattoli cinesi..." gli faccio leggere questo post.

    RispondiElimina
  22. Nonostante il tuo gentile avvertimento sono andato avanti a leggere e mi sono rovinato la giornata... troppo figo!!! Da comune mortale ripieghero' sui titan returns! A proposito Doc, sai se in italia usciranno i nuovi titan returns che sono da poco usciti in usa???????

    RispondiElimina
  23. per mia fortuna tanti soldi non li avro' mai. Continuero' a giocare al vintaggio, sempre che lo ritrovi nei soppalchi di casa al mare e sempre che i gemelli non me lodistruggalascioperderevah!

    RispondiElimina
  24. Doc, io insito a dire che tu sei un DEL inquente a pubblicare questi post. Questa non è una recensione... E' UN'ISTIGAZIONE A DELINQUERE!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Oh, ovviamente era in senso IR onico neh?

      Elimina
  25. Ho iniziato da poco con i robottoni ma se qualcuno mi avesse detto "Drogati va che spendi molto meno" forse ma forse qualcosina l'avrei risparmiata.
    Però però questo è veramente stupendo, mi sa che con Wargav ci sentiremo presto.
    Tanto, io, smetto quando voglio, questo è l'ultimo.
    O il primo di quelli da avere prima di smettere davvero.
    Non si finisce mai, eh Alessio (e tre)

    Splendida rece Doc, da 4 macchine dei fighetto e mezzo ;)

    RispondiElimina
  26. Cosa dire? L'ho comprato anche io.

    Il Doc e io abbiamo in parallelo abbiamo montanto un combiner 3rd party, lui Devastator e io Bruticus.
    La mia esperienza è stata nettamente meno idilliaca rispetto a quella del Doc anche se il risultato è stato molto figo.
    La Warbotron non ha la stessa cura nella realizzazione della Generation Toy. Le ruote non sono di gomma, molte volte sono evidenti i segni dei telai e le istituzioni sono abbastanza criptiche.
    Per il resto sono molto simili e pesa tantissimo.

    Il mio ha un difetto che vedro di sistenare, il braccio destro è un po' molle perché ho preso il componente usato (pagato la metà).

    Adesso monterò Devastator per farli picchiare :P

    RispondiElimina
    Risposte
    1. La Generation Toy è una delle due compagnie (l'altra è la Transformission, attualmente occupata nella realizzazione di un Menasor) nate dalle ceneri della Warbotron. Infatti nel design del Gravity Builder, soprattutto di Crane, si possono notare elementi che richiamano il design made in Warbotron. E' più giusto parlare di evoluzione nella cura della realizzazione, il Bruticus (che tra l'altro ho anch'io) è stato il primo modello prodotto dalla Warbotron, il Gravity Builder è in pratica il terzo lavoro fatto da circa lo stesso team. Basti vedere anche che evoluzione ha avuto la TFC da Hercules ad Hades, e ora lo sta dimostrando ancora di più col loro Poseidon. Questi combiner 3rd party sono davvero il sogno del bambino che è in noi che si avvera. Io ne ho già 8 e vado per il nono, probabile che il decimo sia proprio il Gravity Builder.

      Elimina
    2. E' vero in parte il concetto di evoluzione o meglio: Devastator è sicuramente più evoluto di Bruticus ma lo stesso Bruticus è discontinuo in termini di qualità visto che alcuni pezzi sono ben curati e ben fatti in tutto o quasi come Heavy Noisy mentre altri sono realizzati in modo molto più sciatto, vedi Air Boost in temini di design e lo stesso Fierge Attack in termini di stampaggio dei pezzi.
      Menasor l'ho addocchiato e ci sto facendo un pensierino ma ne ho visti due in giro, quello che dici tu e uno realizzato con auto moderne.

      Hai per caso Computron della Warbotron? Per ora i due pezzi che ho (A e C) mi convincono abbastanza.

      PS: nel post di Lucca 2015 si vede il primo componente di Computron.

      Elimina
    3. Il Computron della Warbotron non l'ho preso (per ora) perché nella forma combiner non mi convince molto il torso, è come se gli mancasse un pezzo, ovvero il brestplate che il Computron nel design originale ha. Comunque i pezzi presi singolarmente sono sempre tanta roba, e in fondo anche il combiner immagino che dal vivo renda di più (come tutti d'altronde).

      Elimina
  27. .. eh che dire ... passano gli anni... ma il primo combiner non si scorda mai! .. sarà perche' è stato appunto il primo, e anche quello piu' ingegnoso (da li' in poi bene o male tutti hanno copiato, anche meno bene -cioe' una parte centrale, due robot per le braccia e due per le gambe) .. pare che la moda sia un restyling di questi combiner (ex. Menasor, Bruticus), avevo letto anche di una versione 'combinabile' dei Dinobot (che essendo a loro volta piu' grandi, potrebbe essere ancora piu' ingombrante del Gravity Builder!)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Esistono due versioni di un combiner dei Dinobot, quella della Toyworld e quella della GCreation (lo Shuraking). Io ho lo Shuraking, e anche se non ha la mobilità di altri combiner, posso dirti che è impressionante, ha una presenza scenica grazie alla sua imponenza e al design cattivissimo che gli altri combiner non hanno, se messi di fianco. Sotto certi punti di vista poteva essere progettato meglio, ma il risultato è comunque assolutamente bestiale.

      Elimina
    2. Meglio che non guardo le foto dello Shuraking! .. forse ancor piu' appetibile , difficile resistere ai Dinobot (sullo scaffale ho ancora il mio Slug della G1) .. mah .. magari comprandone uno per volta .. per non pensare alla spesa totale!

      Elimina
    3. Prendere un set del genere tutto insieme in effetti è una bella spesa, anche se in questo modo magari sul totale si risparmia qualcosa se si ha la pazienza di aspettare qualche offerta. Prendendone uno alla volta però puoi provare quello che considero un sottile piacere: vedere nel tempo crescere il team fino al completamento. E' un pò come un viaggio che assapori di volta in volta, inoltre in questo modo hai la possibilità di "maneggiare" di più i singoli componenti, e nel mentre ti sale sempre di più la scimmia di vedere la squadra combinata. Prendendo tutto insieme ti perdi queste sensazioni, gioie del collezionismo ;)

      Elimina
  28. Scusa Doc, ma hai detto che il Megatron trasparente fa parte del "kit"? Ma non avevi comprato i vari membri individualmente? Vuoi forse dire che assieme ad ogni membro del Gravity Builder ci trovavi qualche pezzetto del Megatron trasparente?

    PS: non so se qualcun altro lo ha già detto, ma in questa meravigliosa galleria di foto ci sarebbe stato bene anche un raffronto dei sei robot e dei sei veicoli con le controparti G1, come hai fatto per il robottone completo. Mica individualmente, bastavano un paio di foto di gruppo...

    RispondiElimina
    Risposte
    1. No, Megasorry, il kit trasparente, te lo danno insieme a Crane.

      Tyrant invece, la versione non trasparente, era in omaggio se preordinavi tutti e 6 i pezzi dallo stesso negozio.

      Elimina
    2. megasorry era dato per il ritardo degli ultimi due pezzi a tutti i preorder, non so se lo danno ancora!
      Megatron non trasparente (tyrant) solo se si ordinava in preordine il set completo, anche li non so se lo danno ancora fuori preordine ;)

      Elimina
  29. Ma anche il fucile del Gravity Builder ha lo stesso difetto delle armi dei singoli robot, cioè l'impugnatura un po' troppo corta, oppure no?
    Tanto per curiosità...

    RispondiElimina
    Risposte
    1. No, quello ha l'impugnatura che si incastra nel palmo della mano, per rendere più salda la presa (come avviene in molti Gunpla e robottoni vari).

      Elimina
  30. Porca put...paletta assemblato tutto quanto da l'idea di devastazione forza magnificenza che levati va c'ho da distruggere tutto

    RispondiElimina
  31. Da possessore confermo ogni singola parola. Mi fidai all'inizio quando uscirono in preorder i primi 2 e non me ne sono mai più pentito. Anzi. Il miglior acquisto a scatola chiusa di sempre.

    Niente Tyrant per te? Solo Megasorry? Peccato, la versione not trasparente del not Megatron è carina assai, anche da fargli impugnare.

    Ora che fai? Non glieli compri degli adesivi decepticon? Io sono ancora in dubbio, ma molti spazi sui pettorali sembrano fatti apposta (e ovviamente lo sono)

    http://toyhax.com/symbols-for-tf/483-symbols-for-decepts-clear-backed.html


    L'unico "difetto" del Gravity... è che il suo verde non esce mai in foto XD. Nelle mie recensioni ho dovuto penare un sacco per correggere il colore... o forse è colpa della Canon...

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Agli adesivi sto facendo un pensierino. Per il Megasorry: non sono sicuro neanche di montarlo. Non ora, almeno, che ho ancora quel Gunpla appeso da mesi.

      Elimina
    2. Purtroppo il Tyrant lo davano solo se si prendeva il set completo, mentre in questo caso il doc aveva gia preso altri pezzi prima ;)

      Elimina
    3. Megasorry è stato il mio primo kit dopo secoli. Devo dire davvero ben fatto, ci ho messo 3 ore e le mani rovinate XD. Trova un buon cacciavite di quelli corti col pomo grosso per impugnarlo bene che sono durissime da autofilettare.

      Progettato davvero bene pure lui, l'unica cosa è che in mano al Gravity risulta un po' grosso, la mano non si chiude come col suo cannone, però resta comunque fissato al palmo grazie ai perni (ma non se monti le coperture facoltative in gomma per i palmi):

      https://lh3.googleusercontent.com/ApKtRUjc5A-wacZRcG3LLVl1AO5ZxOnWm41NTPZyO4c_62XjLLGTvLxuIxUKvMn8eMOYoAEnTz3kCw=w1280-h1024-no

      Elimina
    4. Grazie Doc. Se vuoi il link alla recensione, non hai che da chiedere.

      Elimina
    5. http://www.mechanicalrage.it/phpBB3/viewtopic.php?f=26&t=11602&start=708

      Voilà, dallo stesso forum dove bazzica anche Wargarv. (Oltre a un miliardo di altre recensioni, è il topic della mia collezione, alcune foto le hai già viste per la tua rubrica sulle nostre collezioni)

      Elimina
  32. ma è bellissimo !!! viene voglia di comprarlo anche a me che non amo i transformer,pazzesco,questa non è ingegneria ,è magia!

    RispondiElimina
  33. Farò finta di aver solo letto il prezzo, e con nonchalance affermerò che non mi sembra il caso.
    In realtà sarò verde di rabbia e viola (alla G1) di invidia, ma solo dentro, quindi nessuno se ne accorgerà.
    Certo che per il mio piccolo padawan magari a Natale... No, la cara mamma ci esilierebbe entrambi.

    RispondiElimina
  34. sfcusa Doc per ghli errorri grammaticcali ma sto scrifvendo in preda ad un'episttassi di prorpororzioni "divluvio unifersale"!!!

    muoro...

    RispondiElimina
  35. Decisamente, e senza alcun dubbio, il pupazzone più bello che abbia mai visto.
    Non potrò mai permettermelo, non importa, so che esiste ed è davvero il Top del Top.
    Grazie Doc, con invidia e sempre tanta stima,
    MisterZoro

    RispondiElimina
  36. Volevo solo dire che se 'sti progettisti facessero una cosa simile con il Getter qua dentro ne venderebbero tipo quattro a testa...

    RispondiElimina
  37. Spacca davvero, sinceramente sto pensando a che scusa potrei inventarmi con il resto della famiglia per poter comprare una simile cosa ed esibirla in casa.
    BTW, quelli di reprolabels ci han fatto pure dei set custom di decorazioni per tutti e sei i membri del team che li migliorano non poco e che migliorano anche il combiner nel suo complesso.

    RispondiElimina

I commenti anonimi vengono eliminati dai filtri antispam e, nel caso superino i filtri, irrisi ed eliminati uguale: non usateli.

Related Posts with Thumbnails