sabato 5 novembre 2016

89

Food Chemisonoperso, il cibo o la bevanda che vi piace molto, ma lo avete scoperto solo ora (Saturday night sondaggismo)

Okay, il sondaggismo di questa settimana è concettualmente molto semplice. Ci sono delle robe da mangiare/bere che uno si è convinto per una vita facessero schifo, così, per partito preso, senza averle davvero assaggiate mai/negli ultimi vent'anni, e poi invece ha scoperto che sono buone, gli piacciono. Bene, quell'uno siete voialtri debosciati: qual è il cibo, il piatto o la bevanda che avete scoperto solo da poco essere in realtà buono al punto da farvi uscire un "E che mi sono perso!"? [...]
Te stavi pensando alla cedrata o al ginger ale, ma in realtà hai una scoperta molto più recente, che ti ha aiutato non poco nella vita di tutti i giorni. Hai scoperto infatti che il caffè d'orzo che fanno al bar non è come quello fatto in casa dagli anziani con la moka e manco come il latte con l'orzobimbo: è buono. Perché ti ha aiutato? Perché il non bere caffè generava tutta una serie di dubbi concentrici nella tua testa quando ti trovavi al bar con qualcuno. Un succo di frutta? Da malato dell'ospedale, e poi sono troppo dolci. Un tè? Ha tempi diversi dalla tazzina di caffè al bancone. Una rb? Troppo sborona nel versus col caffè. "Un caffè d'orzo, grazie" è invece una frase socialmente accettata, pare, i tempi di fruizione sono quelli giusti e ti piace pure. Bella lì. 

Bene, gente, ora tocca a voi. #Usciteci il cibo o la bevanda di cui avete scoperto a sorpresa la bontade solo di recente. Le regole, tanto per cambiare, son sempre le stesse: UNA sola scelta a testa (1), niente commenti anonimi, niente rotture di cojones alle scelte altrui. I salutisti rompiballe che si impicciano qui sono benvenuti come l'herpes zoster

89 commenti:

  1. Oserei dire la lingua, superata la diffidenza iniziale direi proprio che mi è piaciuta.

    RispondiElimina
  2. Cedrata (di una famosa marca di cui non voglio fare il nome... ci siamo capiti no? :D ). Presa per caso su invito del barista alla mia richiesta di avere qualcosa di fresco... aggiunta seduta stante all'elenco di sostanze psicotrope di cui non potrò mai fare a meno.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Quante cose al mondo puoi faaaaaare.....

      Elimina
  3. Non mi ricordo come si chiamano: quei tè freddi con caramelle a pallina dentro gusto frutta, serviti nei bicchieroni da fastfood, di produzione tanto asiatica che a berli ti dici "oh, ecco di che si nutrono le loli giappe!"

    M'aspettavo la nausea, e invece oh, mi è piaciuto un botto!

    RispondiElimina
  4. I funghi

    Da piccolo mia nonna li preparava usando CHILI di aceto, di chiodi di garofano e di passata di pomodoro, e io li ho sempre schifati, trovandoli acidi e immangiabili

    Di recente invece ho trovato una pasta fresca che produce anche condimenti, e il suo sugho di funghi, sono SOLO funghi, con un po' dui soffritto a legarli e basta

    E da allora mi si è aperto un mondo (anche perchè vivo nel bosco, e prima o poi devo decidermi a mettere a frutto la cosa, andando per funghi personalmente)

    RispondiElimina
  5. IL.BURRO.DI.NOCCIOLINE. Ormai ne sono dipendente e lo metterei ovunque (anni fa ho avuto la stessa reazione con la salsa di soia)

    RispondiElimina
  6. Io invece il ginger (zenzero).
    Per anni l'ho evitato come la peste e adesso invece sono drogato!
    Mi piace fresco (col sushi), nelle bevande (ginger ale ma anche birre aronatizzate) ma soprattutto nella versione dolce! Le caramelle dure e specialmente lo zenzero candito mi fanno impazzire! :-D

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Quello che accompagna il sushi sarebbe sottaceto.
      Lo zenzero comunque è una di quelle cose che una volta 'capite' non se ne riesce a far più a meno, concordo!

      Elimina
    2. @Pedro: per cortesia, non parlarmi di zenzero... ho passato due settimane di inferno al lavoro, per colpa di quella sostanza!

      Tornando IT direi i pizzoccheri (ho iniziato ad apprezzarli solo di recente) e l'aceto balsamico: fosse per me, userei solo quello.

      Elimina
    3. In Giappone (ma anche in corea e credo altre zone d'Asia) fanno dei tè che consistono solo di zenzero a fettine sottili e miele. Sono una roba eccezionale, ti scaldano, combattono il raffreddore, e spesso mi fanno passare anche il mal di testa

      Elimina
  7. La senape!
    L'ho sempre tolta dagli hamburger e da altri cibi random, tranne quella volra in cui non mi sono accorto della sua presenza. Il panino era buonissimo, e non capivo cosa fosse quel gusto maggico. Ora la metto ovunque!

    RispondiElimina
  8. Io ho sempre detestato l'aceto come condimento. Ho risolto il tutto quando ho iniziato ad utilizzare le glasse (balsamico/mele/limone/soia).

    RispondiElimina
  9. L'hummus, per me l'alternativa salata alla Nutella. Usando le carote al posto dei grissini.

    RispondiElimina
  10. Anche io mi accodo a chi ha detto la lingua di manzo. La repulsione chiaramente derivava dal fatto che beh, è lingua. Assaggiata una volta ogni volta che mia madre fa il bollito è d'obbligo.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Allora, "Next step": provare la "Coppa Di Testa".

      Merita. :)

      Elimina
  11. uff, io ne ho un sacco. Il primo in assoluto che mi è ho riscoperto è IL CETRIOLINO SOTTACETO degli hamburger. Lo schifavo in maniera incredibile, chiedevo sempre di non mettermelo e se si dimenticavano me ne andavo in paranoia. Un giorno non ricordo neanche perché l'ho mangiato (probabilmente non me ne sono accorto) e ho avuto l'illuminazione. Di lì in poi, ho assaggiato un sacco di altre cose che prima schifavo, scoprendo quanta roba buonissima mi ero perso in passato :)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. mi ricordo il primo impatto con il "cheesburger" mc-coso millemila anni fa: l'unica cosa che avesse una parvenza di gusto e non sapesse di polistirolo era proprio il cetriolino

      Elimina
  12. Boh, mai avuto idiosincrasie "a prescindere", sono uno a cui piace sperimentare in tanti ambiti e quello culinario non fa eccezione. Di solito decido che una cosa non mi piace dopo averle dato almeno un paio di possibilità.
    Se invece vogliamo parlare di cose che che scoperto solo di recente (fa sempre parte dell'ambito "che mi sono perso") potrei citare TUTTO il cibo giapponese cucinato in Giappone. Problema: per mangiarlo devo andare in Giappone.

    RispondiElimina
  13. Un mese fa ho scoperto di amare il caco-mela. Ora ne sono dipendente, e in vita mia non ho mai mangiato frutta.

    RispondiElimina
  14. Tutto, tranne il natto. Quello mi fa proprio schifo.

    RispondiElimina
  15. Da pochi mesi apprezzo i prodotti a base di macha. Ho sempre amato il tè ma non mi è mai piaciuto il tè verde ma ultimamente il macha non mi dispiace.
    Ha iniziato a piacermi quando la mia amica Akiko mi ha fatto provare una versione del macha super concentrato che non mi ricordo come si chiama.

    RispondiElimina
  16. La birra Guinness. Ho sempre bevuto Tennent's e/o Budweiser. La Guinness mi è sempre sembrata strana, col suo colore nerastro sembra più Coca, che birra.
    Poi quest'estate sono stato a Dublino e vabbè... che ve lo dico a fare...
    Densa, cremosa, con quel retrogusto vago di caffè e non da nemmeno in testa (per cominciare a farmela girare ho dovuto berne 5 pinte).
    Adesso bevo solo Guinness, ma in lattina o spillata, chè quella in bottiglia è imbevibile.

    RispondiElimina
  17. I Ceci!
    A mia mamma piacciono un sacco, ma io li ho sempre schifati. Poi mi sono trasferita nelle Marche e per non offendere i miei suoceri ho mangiato Pasta e Ceci: ho chiesto il bis!

    RispondiElimina
  18. Le cupcake con sopra la crema di formaggio. Provate in Scozia, poi, per fortuna, la moda si è diffusa anche da noi

    RispondiElimina
  19. Io il gorgonzola,e da milanès DOCG quale sono era una mancanza molto grave.
    Da piccolo una mia zia mi diceva che lo zola fa schifo e io senza mai averlo assaggiato seriamente mi sono messo in testa che fa schifo.
    Ho appena scoperto che mi piace e lo mangio volentieri,tra due mesi circa faccio 38 anni :-)

    RispondiElimina
  20. la cheescake! non sono per niente goloso ma da quando ne ho assaggiato un cucchiaino la scorsa estate è entrata nella "must have"

    RispondiElimina
  21. la cheescake! non sono per niente goloso ma da quando ne ho assaggiato un cucchiaino la scorsa estate è entrata nella "must have"

    RispondiElimina
  22. Visto che mi sento vecchio come un sasso, per "di recente" per me vale anche "da pochi anni", e voterò LE CHIZZE di Reggio Emilia.

    Sono dei fagottini ripieni di quello che si vuole (affettati, formaggi, nutella, erbette dolci...) fatti con pasta allo strutto, poi fritta nello strutto.
    Sempra una cosa untissima, invece, se fatte con la tecnica giusta, sono asciuttissime e vanno giù come se niente fosse, nonostante l'apporto calorico pari al fabbisogno annuo del Guatemala ognuna.

    Qui la ricetta (in inglese, scritta da un Emiliano DOC a scopo divulgativo): https://plus.google.com/108350430327597977863/posts/G4uUZx7LF3J

    RispondiElimina
  23. PASTA E FAGIOLI CON LE COZZE. buonissime ...

    RispondiElimina
  24. 'A coratella! Quando da Bergamo, odierna Camelot, scendo nelle Marche e nell'Umbria per vacanze parentali mi ingolfo come un suino.

    Menzione d'onore: Southern Comfort, un wiskaccio ammerigano speziato agli agrumi e vaniglia.

    RispondiElimina
  25. Mortadella, sembra un po' ridicolo ma l'ho provata per la prima volta in Vaticano questo inverno

    RispondiElimina
    Risposte
    1. La mortadella in Vaticano mi perplime....cioè in teoria non c'è nulla di strano nel fatto che in Vaticano qualcuno mangi la mortadella......però mi perplime.....

      Elimina
    2. La perplessitudine della mortazza...

      Elimina
    3. Beh, mi avrebbe perplimuto di più se l'avesse provata a La Mecca.

      Elimina
  26. La focaccette di farina di ceci!!! Sì, e ora che ci ho il blog, prossimamente ci posto pure la ricetta.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. in sicilia le chiamiamo panelle :D

      Elimina
  27. Per quanto mi riguarda sono i BROCCOLI! Li ho sempre detestati e visti come un qualcosa di triste e insipido e invece... Ora mi piacciono tantissimo, anche piccanti.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Sìììì! Ma tu le hai scoperte le cime di rapa? Guarda che con le cime di rapa si possono condire pure le orecchiette! No, dico... tu le hai scoperte le orecchiette? Io ho scoperto pure l'aglio!! Sì, cotto lessato! Secondo me l'aglio è buonissimo anche crudo ché ci ha quel suo certo piccantino... e poi è vermifugo e insomma, se ci hai la pressione alta, te la fa pure calare! Cotto lessato è buonissimo proprio, sìììì! E io guarda, lo consigliere a tutti"! Però se non piace non insisto. Però tu provalo.

      Elimina
    2. Le orecchiette con le cime di rapa. Scrivo alle 5:25 di mattina, ma da barese mezzo emigrato, anche a quest'ora, la sola idea di un bel piatto di orecchiette con le cime di rapa mi ha scatenato un momento mariomerolo non indifferente, un putiferio di emozioni da lacrimoni agli occhi.

      Elimina
  28. P.s. W il ritorno dei sondaggismi!

    RispondiElimina
  29. Le zucchine! Da piccolo davo di stomaco solo all'idea, adesso ne mangio a chili

    RispondiElimina
  30. La trippa. Non so come la chiamiate nel resto dello stivale, qui a Genova è un'istituzione, un piatto tipico è antico della tradizione gastronomica, ormai quasi scomparso. Mi ha sempre fatto schifo per via dell'odore e per via di ciò che in effetti è, cioè parti varie di stomaco di manzo. Mi sono deciso ad assaggiarla e in effetti è buona!!! #chemisonoperso

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Una volta era pieno di tripperie dalle nostre parti, era il pasto dei poveri, poi è diventato talmente rara che hanno finito con il chiudere tutti..
      Anch'io sono rimasto sorpreso dal fatto che l'ho trovata mangiabile quando l'ho assaggiata per la prima volta appena un paio di anni fa (sono abbastanza pieno di balle nel mangiare) ma va anche detto che obbiettivamente la trippa di suo sa di poco.

      Elimina
    2. Viva la trippa! A Firenze sopravvivono qua e là dei banchini che la vendono. Cucinata come si deve è gustosissima e con un panino ci fai un pasto intero!

      Elimina
  31. Le ACCIUGHE , fino a 10-11 anni chiedevo la
    pizza con le acciughe senza acciughe (poi mi dissero che si chiama margherita) poi a 14 anni
    le ho riconsiderate ed ora le metto ovunque:
    salame e acciughe, pizza quattro formaggi + acciughe e via di salivazione azzerata...

    RispondiElimina
  32. Il Baccalà , specialmente "mantecato" : da bambino ne avevo orrore , forse per l'aspetto , mentre ora da adulto ne vado pazzo !

    RispondiElimina
  33. So che rischio l'espulsione per manifesta ignominia ma la mia rivelazione sono stati gli Oreo!
    Sono cresciuto a Ringo e ho sempre considerato gli Oreo come una sterile devianza.
    Da quando frequento questo sito mi è venuta la curiosità ad adesso non mancano in dispensa

    RispondiElimina
  34. Il fegato! Da piccolo lo si doveva mangiare a forza per il maledetto ferro... Ma da qualche anno ho scoperto che, specialmente in crema da spalmare su bruschette o crostini, è la fine del mondo

    RispondiElimina
  35. Da ex barista ogni volta che mi chiedevano un caffè d'orzo tra me e me pensavo: "come cazzo fai a bere sta merda" 😂
    Ritornando al sondaggismo sorry nessun episodio recente...forse la birra tennents, ma si risale a parecchissimi mesi fa. Scartata perché giudicata molto pesante, rivalutata poi quando me ne hanno offerta una.

    RispondiElimina
  36. salsa barbecue, provata per la prima volta da un tizio di patatine fritte (ne aveva centanta di salse, con i nomi più improbabili), ora se c'è da fare qualche grigliata o cose simili, io e i miei amici ne compriamo a bizzeffe, più salsa che carne.

    ah, e in questo periodo di intenso studio, redbull sugarfree è il meglio

    RispondiElimina
  37. Il succo ace. In passato non mi aveva mai ispirata per via della presenza di succo di carote, e perciò l'ho sempre evitato. Poi un giorno un mio ex collega mi ha convinta ad assaggiarlo... e da allora è diventato il mio succo preferito.

    RispondiElimina
  38. Lo zenzero. Me ne hanno dato un pezzettino come "rimedio naturale per il mal di gola". Alla fine ho scoperto un sapore nuovo, che provo con piacere in ogni piatto e bevanda!

    RispondiElimina
  39. Da fiorentino d'adozione ho portato per molti anni la vergogna di non aver mai mangiato il lampredotto. Posto che la trippa di reticolo o centopelli m'è sempre piaciuta, ho sempre snobbato questo caposaldo della gastronomia di strada che caratterizza la città coi suoi baracchini che trovi ovunque (ce n'è uno pure di fronte casa mia, grande dispensatore di bontà e parcheggi in doppia fila a ogni pausa pranzo). Un giorno, un paio d'anni fa, ebbi finalmente il modo di provarlo, ovviamente nel suo bel panino condito con salsa verde e salsa rossa. Dopo averlo finito nel tempo di valore europeo di sei secondi netti, giuro che avrei svuotato il pentolone del trippaio...

    RispondiElimina
  40. La pizza surgelata, l'ho sempre schifata a prescindere ma con un po' di mozzarella sopra in aggiunta non è così tanto male per qualche serata pigra va anche bene. Non commento quasi mai il blog perché ho difficoltà da cellulare, colgo l'occasione per dirti che ti seguo da anni e ti voglio bene Doc!

    RispondiElimina
  41. Alcune cose che ho scoperto negli ultimi 5 anni sono fenomenali ma dirò l'ultima soltanto.
    Le puntarelle!
    I romani capiranno subito. Gli altri non so.
    Comunque è stato amore al primo assaggio.
    Il mio "io bambino" mi sputerebbe in faccia per aver apprezzato una verdura così da "matusa" ma oh...sto invecchiando e mangio cose che mi facevano schifo...e le trovo buonissime! Pure i broccoli (solo i romaneschi) che odiavo ora mi fanno impazzire!

    RispondiElimina
  42. Ginny Hermione5 novembre 2016 22:25

    La bresaola. Mio papà ne era ghiottissimo ma io mi sono rifiutata per anni di assaggiarla, poi una decina d'anni fa l'ho scoperta sotto forma di involtino rollato attorno al formaggio spalmabile e da allora è uno dei miei secondi piatti estivi preferiti. La mangio anche con olio e limone, ma per la gioia dei valtellinesi la preferisco liscia.

    RispondiElimina
  43. Il tea ( o thè) verde e/o matcha: prima di andare in Giappone mi faceva alquanto schifo. Poi benvedolo là, gusto completamente cambiato: ora mi piace molt(issim)o.

    RispondiElimina
  44. Avocado!
    Non mi ha mai ispirato fino a quando non me ne sono ritrovato uno in un panino con pomodoro, mozzarella e appunto avocado (al posto della classica insalata).
    Adesso non ne posso fare più a meno, vado al ritmo di due al giorno.

    RispondiElimina
  45. La gif iniziale... ah gia', l'anime di Toriko, me l'ero dimenticato, aspetto che metto su un torrentoz... eh?

    Sì, il piatto de-schifato per me e' la tartara di manzo. Per anni non l'avevo considerata ("carne cruda? Mi prendete per un barbaro? Ma neanche Attila") poi alla fine l'ho provata e non e' niente male, tritata fine con quel sapore ferroso di sangue. Bellissimo il commento di un mio amico quando mi ha visto mangiare questa specie di hamburger la sangue: "ma non la cuoci"?

    RispondiElimina
  46. Niente, nada de nada. Nel mangiare sono un'idrovora curiosa, assaggio tutto e trovo il buono in ogni cibo. Temo per il giorno in cui proverò gli insetti...

    RispondiElimina
  47. La mostarda di ciliegie! Provai da piccolo la mostarda di frutta convinto di mangiare frutta candita (povero me).
    Dopo anni ho riprovato la mostarda di amarene (sotto tortura) e ... mi piace!!!! Con i formaggi o il ripieno dei ravioli con la zucca. :)
    Non proprio Junk food, ma quello mi piace tutto da sempre :D
    PS com'e' Toriko come anie? io mi sono fermato ai primi 4 episodi!

    RispondiElimina
  48. Il camoscio d'oro mangiato con la crosta. Mia madre per fisime sue toglieva la parte bianca lasciando solo il centro...che odiavo. Poi ho scoperto quanto è buono con la parte bianca...

    RispondiElimina
    Risposte
    1. non erano fisime! ti proteggeva dalla listeria!

      Elimina
    2. Hmmm... La crosta fiorita esterna dei formaggi "Brie" è composta da "Penicillium camemberti"; un fungo che fa parte della famiglia delle "Penicilline".

      Non sono un biologo, ma tecnicamente dovrebbe essere parecchio difficile per qualsiasi agente patogeno, riuscire a spuntarla ed ad infettare una colonia di "Pennicillina"...

      Elimina
  49. La trippa.
    Quando da bambino la cucinava mia nonna scappavo letteralmente di casa per via dell'odore, adesso non mi nutrirei d'altro: alla calabrese, di Moncalieri, il mitico lampredotto toscano...

    RispondiElimina
  50. Il latte di mandorla.
    (a dire il vero l'ho scoperto una decina abbondante d'anni fa, ma facciamo che vale). Provato per la prima volta durante un viaggio in Sicilia: prima, per me,"latte di mandorle" era un gusto dello sciroppo, una specie di orzata sciapa. Quando ho bevuto quello vero è stata una rivelazione ed è partita la dipendenza. Da qualche anno si trova agevolemnte anche qui al nord: ok, quello dei pacchetti che si compra al supermercato (nota marca che fa anche i torroncini) non è meraviglioso come quello che fanno nelle pasticcerie, però si lascia bere.
    Anzi, vado a versarmene un po'.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. la domanda e' : come si munge una mandorla?
      :)

      Elimina
  51. L'acqua frizzante. :D Per anni l'ho odiata trovandola imbevibile ed invece adesso la bevo quanto l'acqua naturale.

    RispondiElimina
  52. anche io l'avocado. lo assaggiai da piccola e mia mamma era schifata, diceva che "sa di burro". l'ho riprovato 20 anni dopo e l'ho adorato...vai di guacamole!

    RispondiElimina
  53. il suhsi. PER TRE VIAGGI IN GIAPPONE L'HO EVITATO!
    Non mi basterà il resto della vita per espiare un simile errore...

    RispondiElimina
    Risposte
    1. pardon, ho scritto male, intendevo il SUSHI.

      Elimina
  54. Il Blue Stilton.
    Da amante dei formaggi lo avevo sempre "evitato" perché mi pareva una brutta copia del gorgonzola, che anno alla follia.
    Qualche settimana fa, al banco di una gastronomia, l'ho visto e ne ho preso un pezzetto...
    Ora devo limitarmi, anche per il costo!!!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. me l'hanno mandato direttamente dall'inghilterra, per quanto non stimi gli inglesi in quanto barbari, lo stilton ha il suo perche', soprattutto se fai un bel panone di coppa rucola, olio piccante e blue stilton a pezzetti §:)

      Elimina
  55. Io ho scoperto Lampredotto. Una carne così non l'avevo mai mangiata, mi si scioglie in bocca!

    RispondiElimina
  56. Io e la verdura nn ci siamo mai amati. Tranne l insalata, i pomodori.... non sono mai stato un estimatore. DUE anni fa però, complice mia nonna calabra, ho scoperto le sprechi vecchie(spero di averci preso con la pronuncia, in italiano nn saprei come chiamarle.) con finocchietto. Non smetterei di mangiarla. non mi limito ai piatti. Vado direttamente di vassoi.una libidine.

    RispondiElimina
  57. la zucca... Non so perche' son quelle cose che non ti ispirano... beh cremosa di zucca e patata c'est bon!

    RispondiElimina
  58. Da bimbo aborrivo la frittata con il formaggio, così, per principio, finchè la mia mamma non me l'ha messa nel piatto SENZA dirmi che c'era il formaggio dentro, e io "Mmm! Com'è buona questa frittata! Cosa ci hai messo dentro?" e li "Il formaggio, pistola(tipica espressione brianzola, sinonimo leggero di pirla, così come "cavolo" sta a "cacchio" )!" Io incassai signorilmente la figura di melma, e la finii tutta leccandomi i baffi...

    RispondiElimina
  59. Ehm... a 28 anni ho assaggiato la MAIONESE. 28 anni sprecati.

    RispondiElimina
  60. Il baccalà mantecato con la polenta abbrustolita. Scoperto a 34 anni... e sono veneta.

    RispondiElimina
  61. trasferirsi in uk ha comportato alcune scoperte edificanti: tisana limone e zenzero, pizza di domino's (e qui si rischia il linciaggio) blue stilton e ginger beer

    RispondiElimina
  62. Il milkshake. Decisamente il milkshake.

    RispondiElimina
  63. Da emigrato in germania non so se riuscirei piu' a fare a meno delle Butterbretzel... O peggio ancora, delle Radler argianali della germania del sud!!

    RispondiElimina
  64. ...ah e il sushi. E' nel mio paradiso ideale, assieme a pizza, patate e Bockwurst. Di questi cibi non ne sono MAI sazio, potrei mangiare solo questo per mesi e vivere felice

    RispondiElimina
  65. I ceci. Da piccola vomitavo solo a vederli e a sentirne l'odore. Da grande ho imparato a cucinarli con un po' di aglio, rosmarino, e mi si è aperto un mondo.

    RispondiElimina
  66. Kebab. A vederlo orripilava. Adesso una volta al mese GNAMMMMM!!!!!!!!!!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. l'importante è che
      1) quando lo tagliano vengano fuori i pezzettini, non il pastone macinato che si trova tipicamente fuori dall'italia
      2) facciano il pane loro

      Elimina
  67. GUARANÁ ANTARCTICA.
    (ci sarebbero anche un paio di altre cose Brasiliane che si mangiano. nel significato italiano del termine.)
    Aaaah, saudade do Brasil que sobe... sniff...

    RispondiElimina

I commenti anonimi vengono eliminati dai filtri antispam e, nel caso superino i filtri, irrisi ed eliminati uguale: non usateli.

Related Posts with Thumbnails