lunedì 11 luglio 2016

77

I 10 Batman della Marvel

Dopo il post di 10 giorni fa sui super-eroi Marvel ispirati a Superman, tocca questa volta agli emuli di Batman. Ci sono davvero dieci eroi simili a Batman pubblicati dalla Marvel?, vi starete chiedendo. #Avoja [...]
NIGHTHAWK
L'altra volta si diceva dello Squadrone Supremo, nato (come Squadrone Sinistro) come controparte nel Marvel Universe della Justice League di casa DC. E se Hyperion era il suo Superman, Nighthawk (Nottolone in epoca Corno) era il suo Batman. Nel corso degli anni abbiamo visto Kyle Richmond militare nei Difensori, con il suo costume rosso, giallo e blu, ma la versione originale della tutina era ancora più in linea con i colori di Batman:
Poi c'è l'altro Kyle Richmond, che nella foto precedente vediamo combattere con quello storico: è l'inquietante Nighthawk di Terra-31916.
Apparso nella miniserie Supreme Power e unico sopravvissuto di quella squadra, fa ora parte del nuovo Supreme Squadron composto da esuli di vari mondi.
CLOAK
Sempre in coppia con Dagger, come Sella e Cavallo ne L'allenatore nel pallone, Cloak appare per la prima volta nel Marvel Universe su Spectacular Spider-Man vol. 1 #64, nel marzo dell'82. Ragazzi senza tetto, lui e Dagger vengono sottoposti da una banda di mafiosi a un test con una nuova eroina sintetica, che attiva i loro poteri mutanti latenti.
Al di là del suo potere di spedire tutti a fare un giro nella dimensione oscura, dove in TV danno solo repliche de Il Segreto, Tyrone "Ty" Johnson ti ricorda Batman per i colori del costume, il mantellone sempre svolazzante e questa fissa per il mimetizzarsi nelle tenebre di vicoli e vicoletti.
PANTERA NERA
Mente geniale, grande abilità nel corpo a corpo e un costume nero con tanto di maschera con le orecchie a punta. Maschera che, se ritagli la parte attorno alla bocca (come quella che T'Challa indossava agli esordi), va benissimo per Bruce Wayne. Che Pantera Nera ricordi Batman, soprattutto quando calato in un ambiente metropolitano lontano dal suo Wakanda, nella Casa delle Idee lo sanno benissimo. Sulla vecchia Enciclopedia Marvel, per dire, è raffigurato così:
con tanto di adesione al movimento anni 90 del Sacchettismo fiammingo-jimleeiano.
NIGHTWATCH
"Ehi, ma è Spawn!". No, ma quasi. Comparso sulla scena meno di un anno dopo l'eroe di Todd McPupazzo (su Web of Spider-Man #99), Nightwatch ricordava molto Spawn, ma Spawn a sua volta ricordava Prowler (vedi sotto) e gli svolazzi del mantello erano una roba alla Batman. Da Batman, inoltre, Nightwatch ha preso pure i guanti con gli spuntoni.
PROWLER
Il nostro numero 4 è appunto Prowler, eroe metropolitano con mantello lungo e svolazzante, e come ti sbagli. Il colore viola villanzone deriva dal fatto che Hobie Brown nasce (su The Amazing Spider-Man #78, novembre 1969) come ladro e solo in seguito, grazie all'intervento dell'Uomo-Ragno, si redime. Oggi lavora per le Parker Industries, come scagnozzo di Peter.
AVERLA ASSASSINA
McPupazzo questa fissa per Batman se la portava dietro. Nel rappresentare sulla cover del numero 310 di Amazing Spider-Man Killer Shrike (da noi Averla Assassina), vecchio villain nato su Rampaging Hulk #1 (gennaio 1977), lo ritraeva come un Batman con la coda di cavallo bionda.
E beh, in effetti, l'Averla era un Batman con la coda di cavallo bionda. Dalla sua carriera come supercriminale ha avuto solo cocenti delusioni. L'amaro Averla.
Per la cronaca, Killer Shrike andava dallo stesso parrucchiere di Whiplash/Blacklash, Marco "Mark" Scarlotti. 
NIGHT MAN
Parte dell'Ultraverse, linea editoriale della Malibu poi assorbita dalla Marvel, John Domingo non solo era un "uomo della notte" con mantellina svolazzante, ma faceva pure il jazzista come Gengive Sanguinanti Murphy. 
Qui lo vediamo mentre si azzuffa con Wolverine in un crossover. Dal fumetto venne tratta nel '97 anche una terrificante serie live action di due stagioni, con alcuni episodi scritti dal creatore del fumetto, Steve Englehart. Il produttore della serie? Il solito Glen A. Larson, producer di Battlestar Galactica e un miliardilione di altri telefilm.
SUDARIO
Sudario, nome italiano e incoraggiamento regale durante la prima guerra persiana, in originale Shroud, fa la sua prima apparizione su Super-Villain Team-Up #5 (aprile 1976). Altra creazione di Englehart, Sudario era un dichiarato mix tra Batman e l'Uomo Ombra/The Shadow. 
In questa storia di Spider-Woman viene spiegato che anche a lui hanno ammazzato i genitori durante una rapina, che si è allenato in varie arti marziali in Nepal, ha studiato tutto lo studiabile per diventare un criminologo infallibile, eccetera eccetera. E sì, è quella storia in cui chiedeva a Jessica Drew di non imbarazzarsi, anche se era mezza nuda, perché come omaggio per il suo ingresso nel culto di Kali l'hanno accecato. A saperlo, meglio i massoni e il pesce rosso.
MOON KNIGHT
Il nostro Batman Marvel numero 9, nonche poster-boy di questo listone, non può che essere Moon Knight. Se di là c'è il cavaliere oscuro, che veste di nero, qui c'è il cavaliere della Luna, che veste di bianco per confondersi tra le lenzuola lasciate ad asciugare sui tetti dei condomini. Ex mercenario, pugile professionista e marine, Marc Spector ha sin dagli esordi un Mooncopter e un jet privato, il suo Alfred gianfrans e... sostanzialmente è uno psicopatico.
Perché secondo voi un miliardario che si veste da pipistrello e fa a cazzotti con un clown e uno spaventapasseri, invece, ha proprio tutte-tutte le rotelle a posto? Ma infatti. Ecco, Moon Knight era e resterà il Batman Marvel definitivo. Prima di passare al numero 10, un paio di menzioni veloci
per i cuginetti acquisiti Disney, ora tutta una grande famiglia con la Marvel. Se Paperinik nasce in Italia come parodia di Diabolik (e soprattutto Dorellik), in PKNA è raffigurato più volte come Batman. Citazione veloce anche per Paper Bat (dei super-eroi Disney si parlava in questo post qui)
e per Darkwing Duck, eroe un po' alla Batman e molto alla Uomo Ombra, protagonista di un suo cartone personale, spin-off di DuckTales, tra il '91 e il '92. In attesa del reboot, in arrivo tra due anni, ricordiamo anche la versione proveniente da un universo alternativo, Darkwarrior Duck,
un Darkwing corazzato con tanto di carro armato alla Miller. Tornando al Marvel Universe, sono tanti gli eroi che hanno almeno un tratto in comune con Batman. Devil, per esempio, svolazza tra i tetti attaccato a una fune, esattamente come Batman, e combatte il crimine spinto dalla morte di suo padre. Il Punitore fa strage di delinquenti perché ossessionato, allo stesso modo, dal massacro della sua famiglia. Ma ce n'è uno, in particolare, che li ha sorpassati tutti a destra, strombazzando con il clacson: 
L'UOMO-RAGNO DI OGGI
Il Peter Parker attuale non è solo un "Iron Man dei poveri", è Batman. Ha un'azienda che porta il suo cognome e che ha sedi in tutti i continenti, con tanto di eroi alleati di riferimento locali.
Ha una Spider-Mobile fantascienza,
ha un Webjet e decine e decine di altri gadget tecnologici, compreso un costume trasformabile e vari tipi di ragnatela ad attivazione vocale. E una nemica/trombamica vestita da gatta. Sì, Peter combatte il crimine per senso di responsabilità e non per vendetta, e sì, è un tizio supersimpa mentre Batman ride solo una volta ogni cinque/sei anni, ma le loro vite e il modo in cui conducono la loro crociata mascherata sono oggi molto simili. Il solito discorso: Kudos per i ragnoveicoli disegnati dal Cammo, ma questo NON è l'Uomo-Ragno. Tante grazie, Dan Slott. Ma davvero, eh.

Bene, con questa nota triste si chiude anche questo listone. La prossima volta facciamo il contrario, andando a ficcanasare in casa DC. Se vi viene in mente qualche altro Batman Marvel, citatelo pure nei commenti. Bat-aloha. 

EDIT: quelli segnalati nei commenti e meritevoli di apparire nel listone, a insindacabile giudizio del Mago Mirkos, finiranno qui in coda al post. Si parte con...
...GUFALCO E PICCHIO (Hawk-Owl e Woody ), protagonisti nell'universo Ultimate della miniserie Ultimate Adventures, miniserie sempre tremendamente in ritardo e a suo modo toccante, giocata sul tema di Batman e Robin. Grazie a Daygod per la segnalazione.    
Karakunis ti ha ricordato invece NEMESIS, il supervillain alla Joker travestito da Batman in bianco, di Mark Millar, parte della linea creator-owned Icon, pubblicata dalla Marvel.

77 commenti:

  1. Allora, pensavo che questo listone mettesse in luce di più i supereroi marvel affini a Bat per il personaggio e meno per il costume.

    Per questo, io aggiungerei alla lista Capitan America prima maniera.

    Anche Iron Man potrebbe rientrare nella lista, anche perché pure Batman, negli anni, è passato da un costume ad un ibrido armatura costume.

    A parte questi, penso che si possa aggiungere a pienissimo titolo il Gufalco. Che mi era anche piaciuto parecchio ed è proprio Batman con tanto di robin-picchio.

    Forse anche Iron Fist potrebbe rientrare nella lista, visto che è un miliardario orfano che passa le sue notti a scazzottare i criminali.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. a questo punto potremmo dire che anche forbush man ha quel che di batmaniano

      Elimina
    2. Gufalco e il Picchio assolutamente sì, sono Batman e Robin. Gli altri non so. Iron Man è miliardario e industriale, ma non so, lo vedo molto diverso. Iron Fist: qualcosa nella maschera ricorda un po' Batman, c'ha i soldi e mena la gente di notte, ma mhh, no, direi di no.

      Elimina
  2. Doc ma se vogliamo infilarci dentro anche i Disneyani c'è pure Paper-Bat,alias Paperoga col costume di Batman

    http://vignette2.wikia.nocookie.net/paperpedia/images/e/ef/Paper_Bat.png/revision/latest?cb=20130524132121&path-prefix=it

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Subito sopra la foto di Darkwind Duck: "Citazione veloce anche per Paper Bat (dei super-eroi Disney si parlava in questo post qui)".

      Elimina
    2. c'è anche batcarioca... e Rosina-Catwoman! :D

      http://www.papersera.net/public_html2/yabbfiles/Attachments/Josi4.jpg

      http://www.papersera.net/public_html2/yabbfiles/Attachments/Josi5.jpg

      Elimina
    3. Uh me l'ero perso lungo la strada,pardon

      Elimina
    4. Anche di Bat-Carioca si parlava in quel post lì. Basta controllare due secondi, prima di iniziare a sparare link, eh. (*Sospirone). A ogni modo, basta tizi Disney, restiamo sul Marvel Universe, thanks.

      Elimina
    5. sì, abbiamo postato in contemporanea... e cmq all'epoca ancora non esisteva Rosina - CatWoman :D

      Elimina
  3. Comunque questo nuovo Uomo Ragno mi lascia perplesso,anzi no,non questo Uomo Ragno,questo Peter Parker.
    Per chi come noi ci è cresciuto Peter è sempre stato un riferimento e un amico,è l'identità segreta in cui tutti ci siamo immedesimati,quello che è(era?) davvero uno di noi,quello che si doveva dividere tra studio,lavoro e bollette mentre Fantastici Quattro,Vendicatori e X-Men passavano il tempo a ca**eggiare tra una missione e l'altra vivendo nel lusso più sfrenato.
    Altri eroi hanno lavori normali,Clark Kent,Matt Murdock(esclusa la run dove diventa povero) ma non li vedi mai faticare ad arrivare alla fine del mese,Peter si,Peter era uno di noi,Peter era un amico.
    Ora questo amico ha fatto successo e per quanto ti possa far piacere vedere che finalmente abbia tutto ciò che si è sempre meritato ti fa strano vederlo accendersi il sigaro con la banconota da 100$ mangiando caviale,da un lato sei contento per lui,dall'altro senti che Peter non è più uno di noi ma è diventato l'ennesimo Bruce o Tony.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ni, perchè comunque Tony e Bruce sono nati ricchi e, aldilà delle tragedie, sono cresciuti nel lusso.
      Questo Peter multimigliaiaio al mese (cit.) è comunque il nerd probletario che ha sfondato grazie alle sue idee, come uno Steve Jobs o un Mark Zuckerberg.

      Elimina
    2. diciamo che una vocina dentro la testa (otto octavius) gli ha detto" ue minchietta ma se c'hai il genio di crearti le ragno spie e il fluido per la ragnatela ti è mai venuto in mente di monetizzare?

      Elimina
    3. Ammetto che non leggo storie del ragnetto da qualche anno (e quello che vedo a fine post mi invoglia zero), ma a monetizzare PP ci ha sempre provato e ha pure funzionato per brevissimi periodi, poi però è sempre successo qualcosa che lo ha riportato al verde. Oggi cambia solo il livello di "successo" e, se tanto mi da tanto, la quantità di spighe che gli arriveranno addosso tra qualche anno.

      Elimina
  4. In ambito musicale si dice che le note sono sette e quindi dai e dai peri a o poi qualcosa che si assomiglia viene fuori..
    Grandi soddisfazioni dai nostri amici gianfransuà,avevano già pronto il pullman scoperto con scritto sopra "campioni d'Europa"
    Splendido

    RispondiElimina
  5. "Sudario, nome italiano e incoraggiamento regale durante la prima guerra persiana"
    Questa frase da sola mi servirà quando mi chiederanno perché tutte le mattine il tuo è no dei primi siti che apro, anche se non mi piacciono i fumetti, i videogiochi e GOT.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Oddio, l'ho capita adesso!

      Elimina
    2. Io sono facilitato, c'è il mio nome.
      Mi chiamo SU.

      Elimina
  6. Non essendo un lettore di supereroi americani di solito leggo questi post in silenzio, ma in questo caso si parla di un supereroe che conosco e leggo una cosa strana...
    Cioé davvero Paperinik era nato come parodia di Diabolik? Io l'ho sempre visto come un omaggio/copia di Bat-man abbastanza spudorata, ninnoli high-tech, 313 come la bat-mobile, mantellina e doppia identitá [anche se il fatto che senza maschera fosse un totale imbranato era piú una trovata alla Zorro]. Agli esordi era diverso?

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Sì. Nelle prime apparizioni on era un super-eroe ma un "vendicatore mascherato", che per lo più rifilava tiri mancini a Zio Paperone. Lo spunto per la sua creazione nasce, come ho scritto, da Dorellik, parodia di Diabolik portata in TV da Johnny Dorelli.

      Elimina
    2. Questo blog ti impara davvero le cose.

      Elimina
    3. "Lo spunto per la sua creazione nasce, come ho scritto, da Dorellik, parodia di Diabolik portata in TV da Johnny Dorelli."

      E' vero per quanto riguarda lo spunto dell'autrice/autore (Elisa Penna? Guido Martina?); però il personaggio a cui Paperino si ispira per la figura di Paperinik è Fantomius, ladro gentiluomo di cui trova il diario a Villa Rosa, che ho sempre ritenuto ispirato al Fantomas di "Defunesiana" memoria, no?
      Se giudicato troppo OT, chiedo preventivamente venia

      Elimina
    4. Penna E Martina. Cattivone ha chiesto un'altra cosa. Non a chi si sia ispirato Paperino nel suo mondo, ma come sia nato un personaggio del genere.

      Elimina
    5. Per carità, nessuna intenzione di contraddire la tua risposta che era perfettaamente in merito; era solo un commento a complemento e completamento.
      Se inutile, mi ri-scuso.

      Elimina
    6. No prob, non ce n'è bisogno! :) Spiegavo solo perché non ho citato gli autori o altro :)

      Elimina
    7. @Epsilon: Paperinik praticamente nasce per caso...
      Dopo il successo di Diabolik (e altri neri con la K, proto-pikkonatori di un noto presidente della repubblica sardo), Elisa Penna, storica collaboratice della redazione di Topolino, pensa di creare un'identità segreta proprio al sorcio epigono del settimanale e contatta l'allora sceneggiatore di punta, il prof. Guido Martina.

      Martina però pensa che Topolino non ha motivo di diventare Topolinik (è già abbastanza PDF in borghese) e quindi crea Paperinik per vendicare le angariate che Donald subisce continuamente, specialmente nelle storie che lui stesso scriveva.

      All'inizio, nel periodo noir, è proprio un anti-eroe che agisce per profitto personale vendicandosi di Gastone, dei nipotini e di Zio Paperone anche quando non erano completamente dalla parte del torto... carattere che, storia dopo storia, si è smussato e corretto politicamente fino a diventare prima il braccio armato di Paperone e poi un supereroe tendente alla macchietta...

      Elimina
  7. Si, Gufalco e Picchio, i primi eroi Ultimate a non esistere nell'universo originale

    RispondiElimina
  8. Sudario mi è sempre piaciuto tantissimo. Un po' Batman, un po' uomo ombra. Ricordo che fregava anche i sensi di ragno dell'Uomoragno che lo pensava un criminale.

    RispondiElimina
  9. A proposito di Batman, son curioso di vedere il Joker della serie TV anni '60, quindi tifo riassuntone ;-)

    RispondiElimina
  10. Doc una citazione a Batmanzillo ci sarebbe stata bene.

    RispondiElimina
  11. Non è Marvel ma image (millarworld) ma sarebbe da citare Nemesis, il Batman psicopatico ammazza-poliziotti millariano, anche per non fare un torto a Superior della precedente lista!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Uscendo dal mondo Marvel il mio tipobatman è sempre il mitico Midnighter.

      Elimina
    2. Vabbe' ma se citiamo tutti gli epigoni di Batman prodotti dall'industria americana none usciamo piu'

      Elimina
    3. Sì, Nemesis ci sta. Millar lo pensò come un Batman che si comporta come Joker, e la frase venne pure usata nel lancio della testata. Lo aggiungo, grazie.

      Elimina
    4. Che poi tutta sta novità di Nemesis non la vedo,è praticamente il Diabolik delle origini,prima che gli mettessero accanto Eva Kant e lo facessero diventare buono

      Elimina
  12. Questo commento è stato eliminato dall'autore.

    RispondiElimina
  13. Vedere l'Uomo Ragno chiamato "Uomo Ragno", in italiano, mi fa sempre un piacere enorme. Marketing di m**** dei film.

    RispondiElimina
  14. Ne ho trovato un'altro:
    La volta scorsa ho citato Amazingman della Centaur comics, passata negli anni 90 alla Malibu e successivamente, quindi, alla Marvel. Beh, di personaggi di questo tipo ce ne sono un vagone che la marvel può usare, uno di questi, Gravestone, è praticamente un Batman:

    http://www.stashmycomics.com/images-comic-large/1/6562.jpg

    Gravestone nasce nei lontani 40 come Fantom of the Fair, ma aveva lo stesso nome di un personaggio DC e presto fu cambiato in Fantoman.

    http://images.furycomics.com/viewer/aa/aa6689cceb664479ec8bb902a6b09182/0.jpg

    Un cinquantina di anni dopo la Malibu acquista i diritti dei personaggi Centaur e li mette in sieme in una scuadra di supertizi dal nome al quanto ambiguo: I Protectors, in pratica la Justice league della Malibu (poi in Marvel), con tanto di un Airman (uguale ad Hawkman), un Arrow (un arcere stile ehm... Green Arrow) e così dicendo. Tra questi personaggi Fantoman, cioè Gravestone, funge da Batman. I personaggi Centaur vengono usati/citati dalla saga Avenger Forever di Busiek e Pacecho e alcuni sono apparsi anche in Original Sin.
    Penso possa starci ;)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Mhhh, non so. Con quella capa di morto dipinta in faccia, il Gravestone Malibu ricordava molti altri personaggi. Non sono convintissimo...

      Elimina
    2. Più che altro per quando si chiamava Fantoman (o Fantom of the Fair), il gravestorne moderno è un personaggio un po troppo spettrale in effetti, però nell'economia dell "Justice League" fittizia dei "Protector", di fatto funge un po da Batman, anche se mi pare di aver capito che le sue (nuove) origini non sono ben chiare e che usa armi... già, non sono manco io convintissimo... :-|

      Elimina
  15. Rat Man :D (che marvel non è, però "Metallo!")

    RispondiElimina
  16. Doc, scusa, ma quando e dove lo "squadrone supremo" è stato decimato? Credevo di avere tutto di quei personaggi ( parlo di Supreme power, ovvio).
    Per quanto riguarda L'uomo ragno, una volta , fino a "One more day" , IL mio fumetto preferito, non credo neanche di voler sapere come è diventato straricco....

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Quella Terra parallela non esiste più, spazzata via dal mischione di Guerre Segrete. Ora il falco è l'unico sopravvissuto di quella realtà alternativa, e si è unito ad altrettanti reietti di mondi scomparsi, formando il nuovo Squadrone Supremo.

      Elimina
    2. Ah,ok, è accaduto nel crossoverone che non ho ancora letto. Ok, grazie.

      Elimina
  17. Il Darkhawk degli esordi? il rampino su un polso che gli permetteva di agganciarsi ai palazzi e le ali, che di fatto servivano solo per planare, facevano molto Bats!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. A me Darkhawk ha sempre ricordato di brutto i Silverhawks del cartone

      Elimina
  18. Nota a margine.
    L'Uomo-Ragno di oggi NON è l'Uomo-Ragno. Ma il costume è identico.
    Steve Ditko still rulez.

    RispondiElimina
  19. Anche se un caso un po particolare aggiungerei anche Darkclaw mischione fran Wolverine e Batman dell'universo Amalgam

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Beh, quello è un mashup, non c'entra.
      E c'ha già il suo post:
      http://docmanhattan.blogspot.it/2013/05/Amalgam-fusioni-Marvel-DC.html

      Elimina
  20. Che ricordi...!!! Cloak & Dagger. Cloak non l'ho mai visto come un Batman, comunque ho ancora l'albo dell'Uomo Ragno dove fa la sua prima apparizione insieme a Dagger (disegnato da Al Milgrom, se ricordo bene), avevo 13 anni all'epoca (o forse meno). Personalmente avrei inserito anche il Ronin impersonato da Clint Barton (fighissimo), per me faceva molto Batman, mi piaceva. Un commento sull'attuale Spiderman: RIVOGLIO L'UOMO RAGNO DI 30 ANNI FA...!!!!!!!

    RispondiElimina
  21. Questo commento è stato eliminato dall'autore.

    RispondiElimina
  22. Ok, ok, ora spiderman è diventato Batman. Però se ci pensi ha anche ragione, dato che, anche se non lo diciamo a nessuno, Batman Beyond era spiderman. Supereroe liceale? Check. Problemi a conciliare la vita da supereroe con quella da teenager? Check. Continui litigi con la tipa a causa dei contrattempi supereroistici? Check. Battute di spirito mentre combatte i cattivi? Check.

    A proposito: ma poi arriva il post coi dieci spiderman della DC?

    RispondiElimina
  23. Mammamia cosa mi hai riportato alla mente Doc!!! Nightwatch!!! Ricordo solo ora di aver letto o una sua miniserie o un suo team up con qualche altro eroe marvel, e il suo costume mi piaceva un fracco!!!

    RispondiElimina
  24. A proposito di PKNA... Cosa ne pensi del fatto che da Agosto verrà pubblicato in America dalla IDW?

    E' una bellissima occasione per far conoscere questo bellissimo fumetto all' estero, ma personalmente sono un po' dubbiosa sul successo che potrebbe avere oltreoceano, dopotutto è un prodotto molto diverso da quello che un americano si aspetterebbe dalla Disney, inoltre alcuni personaggi potrebbero generare polemiche di vario genere, come Lyla, Wisecube, Angus e Rangi Fangus...

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Sono sicuro di averlo visto gia pubblicato in una fumetteria a Dublino, era proprio la prima storica avventura di Paperinik.

      Elimina
    2. Difficile. Già in generale i fumetti con personaggi Disney vendono poco in patria (i numeri che ha qui Topolino se li sognano). Poi comunque il personaggio non è conosciuto e causerà un pò di confusione nel lettore americano occasionale che non ha letto le sue origini (anche se la Idw sta pubblicando un paio di storie sparse) e magari pensa sia una sorte di Darkwing Duck (quando il tono di PK-NA è totalmente diverso).

      Elimina
    3. This. Molto difficile ci sia un pubblico adatto. Non dimentichiamo che PKNA, anche da noi, aveva uno zoccolo duro di lettori molto giovani. E oggi lettori del genere che leggono fumetti Disney, in America (ma anche altrove) penso ce ne siano pochi.

      Elimina
    4. @Denny: mah, non penso che i pg di PKNA possano creare problemi di censura a 20 anni dalla nascita solo perchè sbarcano in USA... anche perchè tutto quello che viene pubblicato anche solo in italia riceve l'approvazione continua della casa madre (es: in MMMM dovettero abbassare notevolmente i toni, sebbene la pubblicazione non è mai uscita dai confini patrii), per cui non penso che ci saranno strali di madri indignate perchè Lyla è una top... ehm papera della madonna :D

      Elimina
    5. @onirepap e babil: la primissima storia del Paperinik classico è già stata tradotta (e censurata nei dialoghi) e pubblicata di recente dalla IDW, e dalle recensioni che ho letto é stata accolta abbastanza positivamente (forse proprio a causa delle censure che cambiano un po' il tono della storia).
      Certo, un po di confusione sul personaggio c'é sicuramente, visto che le origini di Paperinik presentate agli americani sono state almeno tre.

      @Doc: probabilmente sarà come dici, visto che i toni piú maturi della serie, e l'aspetto grafico lontano anni luce da quello classico delle tavole americane (Lavoratori in primis) non so se saranno graditi dal pubblico americano.

      @Andrea87: Credo che certi personaggi, per un pubblico per certi versi troppo sensibile (in certi casi al limite del bigottismo) potrebbero creare problemi anche solo per il proprio aspetto, come Wisecube ad esempio, caricatura marcatissima di un afroamericano, un genere di disegno censuratissimo in America in questo periodo sia dai fumetti che dai cartoni animati (anche storici).
      Poi ci sono altri motivi legati oltre all'aspetto anche alla caratterizzazione dei personaggi, vedi Fangus, personaggio di colore, presentato come antagonista, sempre sudicio, un pó ottuso e spesso simbolo di cattivi valori.
      A noi italiani il personaggio di Angus piace ed é uno dei personaggi preferiti della serie, ma gli americani la penseranno allo stesso modo?

      Elimina
  25. potresti togliere tutto lo scritto dal post e lasciare solo quelle 4 righe che portano a "l'amaro averla". E rileggerei questo posto altre 100 volte. grazie doc. XD

    RispondiElimina
  26. Rispetto agli "ispirati a Superman", questi li conoscevo quasi tutti. Sull'attuale Spider-Man non ci avevo mai riflettuto...

    RispondiElimina
  27. Questo commento è stato eliminato dall'autore.

    RispondiElimina
  28. peccato limitarsi solo alla Marvel, altrimenti per i look ci stava pure il Gattopardo!!!

    RispondiElimina
  29. La copertina di Moon Knight mi ha effettivamente ricordato questo..

    http://cdn.collider.com/wp-content/uploads/2016/03/batman-the-animated-series-slice-600x200.jpg

    RispondiElimina
  30. E dire che lo Slott in Superior Spider-Man aveva preso in giro l'idea di uno Spidey-batman. Ma quell'uomo e la coerenza stanno in diversi continenti.

    RispondiElimina
  31. Eh, ad averla assassina... Sai quanti ##@@** all'ospedale e quante ++**çç in tribunale?
    Bat-tutaccia, lo so, corro a nascondermi.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Daje da be' biondina, daje da be' biondaaaaaaa!!!

      scusa non ho resistito...

      Elimina
  32. Ma come,Doc, ora che stavo per sperare nei 'Lanterna Verde della Marvel ', mi passi alla DC. :)
    Bel listone di cultura.

    OT: grazie per aver segnalato 'Inside' Paranoia e nichilismo a manetta. Un gioco che fa pensare.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. E il finale, eh? Quella bomba che è il finale? :)

      Elimina
  33. (ROVINATORE)

    Io sono tra quelli che vedono il gioco in chiave metafisica. Il Ragazzo è sinonimo dell'individuo che cerca a tutti i costi di mantenere la propria identità e come tale finisce per essere omologato. Il Blob come sinonimo di un gruppo, che finisce per inglobare chi vuole essere diverso e,nella ricerca della libertà, scatena la sua potenza e muore. Meenchia che nichilismo.

    RispondiElimina
  34. Più che Averla Assassina secondo me è meglio Averla Tranquilla, poi son gusti..

    RispondiElimina
  35. Mi viene in mente il villain di serie B Ala Nera. Nomen omen copionen. Ha militato nei Signori del Male.

    RispondiElimina
  36. io, alle bancarelle di una festa di paese, mi sono imbattuto in delle fasollissime action-figures di Batman e Superman militanti negli Avengers...
    http://i.imgur.com/TUBTQoU.jpg

    RispondiElimina

I commenti anonimi vengono eliminati dai filtri antispam e, nel caso superino i filtri, irrisi ed eliminati uguale: non usateli.

Related Posts with Thumbnails