martedì 7 giugno 2016

26

Sette uomini d'oro nello spazio (L'angolo del Creeper)

Prima il dovere, poi il piacere (più o meno): si è riesumata la storica rubrica del Creeper, la volta scorsa, per ricordare a lorsignori debosciati l'esistenza della campagna di The Shadow Planet, il più figo fumetto di fantascienza retro mai visto in tutta la Galassia. Siamo al 50%, manca solo una settimana, ma con un bel rushone finale ce la si può fare. Se siete interessati, partecipate. Se non siete interessati, fate comunque girare sui social, please, ché quello non vi costa nulla, domoarigatogozaimasu. Good. Ora passiamo al film fantascienzo di serie D di questa volta, Sette uomini d'oro nello spazio (un film italiano del '79, la clamorosa risposta nostrana a Star Wars. Sort of), per farne due chiacchiere (e quattro risate) con James Blasteroid dei Blasteroid Bros, lo sceneggiatore di The Shadow Planet [...]
DOC: Ok, Giann... James, di cosa si parla questa volta? Chi sono questi sette uomini d'oro?
 

JAMES BLASTEROID: Uno dei famig… famosi cinque film di fantascienza che Alfonso Brescia, con lo pseudonimo di Al Bradley, realizzò fra la fine dei Settanta e l’inizio degli Ottanta, sulla scia del successo di Guerre Stellari. La produzione, tutta italiana, trasforma Nino Castelnuovo in Anthony Newcastle...

DOC: Nino Castelnuovo? Quello dei film di Germi, Luchino Visconti e Nanni Loy?

JB: Lui. E
altre amenità del genere, portando sullo schermo una vicenda che fa il verso alla fortunata serie dei “sette uomini d’oro”, ma ne esce una roba poverissima.

DOC: Però si parte col botto, dai. Un'asta planetaria su ebay non la si vede tutti i giorni...


JB: Sì, un’asta spaziale in cui un alieno, potente quanto rimba, Kress, si aggiudica la Terra! Ora, dato che la Terra non appartiene a chi la mette all’asta, viene da chiedersi in base a quale principio venga venduta, ma anche in base a quale principio noi si perda tempo con questi filmetti.

DOC: Kress, l'alieno che fa i cross. Però Kress, oltre ad essere un tizio rispettabile che i mondi li conquista facendo un'offerta più alta degli altri, è un alieno cattivissimo...

JB: Ah, sicuro. Lo si capisce da due cose
: 1) ha il volto a quadretti, un po’ come quando io mi addormento sul lettino al mare senza l’asciugamano sotto; 2) comanda una squadra di androidi meccanici che sono cloni di Enzo Paolo Turchi, capelli a caschetto platinati e tutina dorata, con un coefficiente di minacciosità vicino a Puffo dormiglione.

DOC: Minchia. Pesante. Kress arriva sulla Terra con il suo UFO di quarta mano per reclamare ciò che è suo, lasciando dietro di sé una scia di distruzione documentata da spezzoni di vecchi documentari dell’Istituto Luce.



Gente che limona

JB: Accompagnati da una marcetta musicale che, se non fosse per gli effetti elettronici degni di un flipper, sarebbe adattissima a un qualunque
filmetto scollacciato con l’Edwige o la Nadia. Nelle scene drammatiche si trasforma invece in sinistre note da horror del periodo, di quelli con il nome di un animale incongruo nel titolo.

 

DOC: E poi Kress, una volta arrivato, che fa? Mette su una nuova chiesa, che so, il kresstianesimo?  
JB: Boh. Metà film se ne va per raccattare la squadra che dovrà sconfiggere Kress: il dottor Mauri (sic), potentissimo telepate pelato, che quando è concentrato fa una faccia che gli daresti un Moment; sua nipote, la bon… la leggiadra Yanti Somer; la canaglia, un tizio col maglioncino ricamato con un ragnazzo di brillantini capace di poteri ipnotici, telecinetici, raggi X e chissà cos’altro, ma poi usa la pistolina per sparare ai cattivi; l’eroico militare, interpretato in modo (volutamente) buffo da Nino Castelnuovo; l’acrobatico Norman, uno che fa le capriole anche solo per stringerti la mano; una coppia di scienziati, una coppia di robottini dal becco a papera che rispondono agli evocativi nomi di Tilt e Talt e che, con funzione di intermezzo comico, sono la nota più lancinante della pellicola. 


DOC: Però aspetta un momento. Tilt e Talt si amano, sono una coppia di androidi che insegue l'amore cosmico, con i loro puntali dell'albero di Natale sulla testa. Quella parte è supercommovente. O magari era il tritato di cipolle che stavo preparando mentre la guardavo, boh. 

JB: Insomma, il gruppetto ne conta ben più di sette e ben oltre le capacità di sopportazione dello spettatore. Il cattivo Kress sente che Mauri è un potentissimo telepate che potrebbe ostacolarlo, quindi cerca di catturarlo: manda una squadra di Enzo Paolo Turchi per rapirlo, contrastata dai nostrisette. Messi alle strette dalla forza degli alieni, i nostri eroi prendono una pillola che li mette in stato di morte apparente.

DOC: La sacra tecnica dello stercorario! Ganzi!


La clonazione di enzipaoliturchi

JB: A questo punto gli alieni avrebbero gioco facile a rapire Mauri, ma
giustamente si ritirano per ordine di Kress, che conferma così la propria totale coglionaggine. Meglio rapire la nipote, metterla sotto controllo ipnotico e costringerla a collaborare al rapimento, no? Ora i sette riescono a sintetizzare l’arma capace di penetrare le difese delle forze aliene e
corrono a salvare Mauri e la bonaz… nipote.


DOC: L’UFO è un disco perfetto, ma gli interni hanno più spigoli di una Fiat Duna e più o meno la stessa qualità estetica...

JB: Sono così angusti che il duello finale contro gli Enzo Paolo Turchi sembra girato sul pianerottolo di casa mia. Kress batte in ritirata, presto inseguito dai nostri eroi a bordo dei caccia stellari presi a prestito dalle forze terrestri. Il duello potrebbe essere emozionante, se si capisse cosa succede. È tutto uno sfrecciare nel buio quasi totale dello stesso modellino. Per fortuna i personaggi fanno tipo la telecronaca di cosa succede, così è tutto più chiaro e più sandrociotti.

DOC: Da vedere assolutamente solo... 


JB: ...Sorseggiando spuma nera e ingurgitando gommine dei calciatori.


Mancano 7 giorni alla fine della campagna di The Shadow Planet. Per tutti gli aggiornamenti, seguite la pagina FB di Radium. #makeitsuccedere #daje!

26 commenti:

  1. Non conoscevo questa rubrica, solo ora mi rendo conto di essermi perso delle gran cose.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. grandissime, si. Merdavigliose e stupente.

      Elimina
  2. "le gommine dei calciatori"

    idoli! :D :D :D

    RispondiElimina
  3. Mitici! Rubrica fissa e via a commentare con Mr. Blasteroid tutti i film di serie V e Z!

    RispondiElimina
  4. e poi dicono che l'italia fa solo fiction su mafia e militari. pfui!

    RispondiElimina
  5. un potentissimo telepate pelato...dove l'ho già sentito?
    Comunque la risposta italiana a Star Wars è Starcrash!

    RispondiElimina
  6. Grazie per avermi fatto cominciare bene la giornata (anche se devo ancora andare a dormire) !

    RispondiElimina
  7. Protesto! Qui è in atto un combloddo dei sciichimichi contro "Star Crash" aka "Scontri Stellari Oltre la Terza Dimensione", una pietra miliare della cultura occidentale.

    https://www.google.it/search?safe=off&q=star+crash

    Sul serio Doc, se non l'hai visto non hai vissuto. Io lo vidi quando uscì, e ancora mi sveglio di notte ridendo come un idiota quando il giorno prima ci penso.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Urka, a giudicare dale immagini su google un filmone... me lo ero perso nella mia giovinezza...
      Secondo me Lucas l'ha visto ed ha subito colto il suggerimento per Leia in bikini...

      Elimina
    2. Come non ricordare la regina delle amazzoni! O la protagonista Stella Star!
      Anni dopo trovai su una bancarella a mille lire un libro del regista, in cui parlava a lungo del film e si vantava per le trovate e i colpi di scena.
      Come quando (Spoiler allert!!) per sfuggire a una bomba che sta per esplodere fermano il tempo, passeggiano fuori dalla zona minata e poi fanno ripartire il tutto. Basta poco che ce vo'!

      Elimina
    3. Ma ti rendi conto di aver speso ben 1000 lire per un libro del genere?????? ;)

      Elimina
    4. Ero al mare, non avevo più niente da leggere... dalla copertina sembrava interessante.
      Poi vuoi mettere le risate! ;-)

      Elimina
    5. ahhhh...star crash - scontri stellari oltre la terza dimensione...è il capolavoro di Cozzi ed uno dei primi film di Hasselhoff!

      Elimina
  8. Grande cinema! Vi adoro. Tuuutti! Compreso Scott col "potentissiomo telepata pelato" e Giovanni col "gombloddo di sciichimichi". Irresistibili.

    RispondiElimina
  9. Tra l'altro, come mai una volta andava tanto di moda che la moneta del futuro sarebbero stati i Crediti?

    RispondiElimina
    Risposte
    1. infatti... adesso guardando le banche direi che omrai contano solo i debiti !

      Elimina
    2. IIRC deriva dalla "trilogia galattica" di Asimov

      Elimina
  10. Ho letto su wikipedia di questo film, è allucinogeno... cito
    "Il film fa parte di una serie di cinque pellicole a basso costo, tutte dirette dal regista Alfonso Brescia con lo pseudonimo Al Bradley mischiando in modo piuttosto disinvolto erotismo e fantascienza e girate contemporaneamente tra il 1977 e il 1978; furono poi distribuite tra il 1977 e il 1980. I cinque film con gli anni di uscita nelle sale italiane sono:

    Anno zero - Guerra nello spazio (1977)
    La guerra dei robot (1978)
    Cosmo 2000 - Battaglie negli spazi stellari (1978)
    Sette uomini d'oro nello spazio (1979)
    La bestia nello spazio (1980)"
    e aggingo
    -tutti e 5 erano becere scopiazzature per cavalcare star wars , tranne l' ultimo
    -i film furono tutti girati con gli stessi set per risparmiare
    -la bestia nello spazio è particolarmente degno di nota in quanto la versione... integrale prevedeva l' aggiunta di scene p*rn0 con una attriche che nno c'entrava una mazza , e il titolo richiamava il famoso film spazzatura coevo
    -il voto medio su imdb per tutte queste perle è 2.5/10

    RispondiElimina
    Risposte
    1. hanno anche riutilizzato costumi ed effetti speciali e il cast... insomma pezzenti fisso

      Elimina
    2. Da pischello ne vidi al cinema uno con mio padre, uscii schifato anche allora. Non ricordo il titolo ma gli Enzopaoloturchi si. Ricordo ancora una scena pezzente in cui gli eroi vengono inseguiti da due cloni dorati, li seccano, fanno per riscappare ma ne arrivano altri due. Li uccidono nello stesso punto... ma i primi due non sono più a terra! Oh, i costumini dorati costano!

      Elimina
  11. Immagino la tremarella e le notti insonni di Lucas e Spielberg quando è uscito questo film!
    Comunque non è giusto,per essere la risposta italiana a Guerre Stellari non hanno fatto neanche un pupazzo!
    Magari il pelato o quello col maglione col ragno

    RispondiElimina
  12. Questo commento è stato eliminato dall'autore.

    RispondiElimina
  13. Finalmente dopo mesi e mesi che seguo il Doc in maniera silenziosa, sono riuscito per 30 secondi netti a battere il debosciamento e registrarmi a questo blog.
    Film terribile da aggiungere ad altre opere del genere stile il già citato "Star Crash" (capolavoro assoluto, alla scena dell'attacco della fanteria dello spazio mi sono scompisciato), "I sette per l'infinito contro i mostri spaziali", "Il pianeta dei dinosauri" ma soprattutto lui, lo Star Wars turco "Dünyayı Kurtaran Adam" (The Man Who Saved the World).
    Qui il link:
    https://www.youtube.com/watch?v=arpH88Mx3z4
    Doc, se mi permetti, un bel articolo su questa merdaviglia patchwork non può mancare alla tua rubrica.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. grandiosi i turchi... hanno fatto anche una versione di Superman turco. L' effetto speciale del votlo è ottenuto usando il kentozzi tarocco della figlia e attaccandolo a un filo ( visibilissimo) . Epica la scena del sorvolo dei meravigliosi sobborghi abusivi di Ankara, roba che come minimo la pratica per il condono prende fuoco da sola per non presentarsi in comune

      Elimina
    2. Non ne conoscevo l'esistenza, dovrò recuperarmelo: sembra un altro capolavoro assoluto.
      Avevo anche sentito di un film turco su Zagor, ovviamente fatto all'insaputa della Bonelli.
      Comunque nel sopracitato Star Wars turco, arrivano a riciclare scene tratte dallo Star Wars originale, Battlestar Galattica e colonna sonora di Indiana Jones. Dei capi assoluti :D

      Elimina

I commenti anonimi vengono eliminati dai filtri antispam e, nel caso superino i filtri, irrisi ed eliminati uguale: non usateli.

Related Posts with Thumbnails