giovedì 4 febbraio 2016

70

Bayside School, I 5 Samurai e gli altri giocattoli Gig del 1993 (Catalogo Gig è Bel '93)

Prosegue indefessa, ma anche un po' indifesa, l'opera di mappatura e divulgazione gratuita di tutti i cataloghi di giocattoli degli anni 80 e 90. Dopo quello del 1988 di una settimana fa, oggi è la volta di un altro catalogo Gig è Bel passato allo scanner dall'antrista Diego. Di questo si era persa la copertina e solo grazie al Dipartimento di filologia classica e papirologia pupazzosa dell'Università di Maguarda sei riuscito a risalire all'anno in questione, il 1993. Nell'arco di pochi anni molte cose erano cambiate, i prezzi erano spariti dal catalogo e nuove linee di giocattoli si erano affacciate all'orizzonte. Recuperate un mangianastri e una cassettina degli Ace of Base, buttateli e seguitemi [...]
Si parte in quinta, e con un consumo di elettricità tale da aumentare il fabbisogno energetico nazionale, con i radiocomandi Gig Nikko. Niente più prezzi, si diceva: l'incauto genitore cadeva vittima direttamente in negozio di attacchi vietconghi nello scoprire quanto diavolo costava quella macchinetta che voleva suo figlio. Che aveva promesso a suo figlio, cacchiarola. Nomi, al solito, superzarroaggressivi, dalla Panther
Cliccate sulle immagini per ingrandirle
a Sonic Animal, il radiocomando dei fondamentalisti nintendari e dei campioni di onanismo acrobatico ("Tutta la potenza nelle tue mani"). Con "effetto mostro ruggente", così, per sfizio. Ma ci sono anche Grinta e Turbo Animal ("Grande, velocissimo, di più", cioè, senti, 'na cifra), con il suo alettone superdimensionato e il telecomando semiproporzionale multifunzionale che ti blinda la supercazzola prematurata con doppio scappellamento a destra. E che dire della Mega Gig Machine (per chi da grande avrebbe guidato un SUV) e della Mini Gig Machine (per chi da grande avrebbe voluto guidare un SUV ma si è dovuto accontentare di una panda)? E di Furia 6, nuovo e incontrastato campionissimo di tamarragine giù al parchetto?
In attesa di avventurarsi nello spazio con le astronavi di Star Wars, Star Trek, Aliens e Predator, le Micro Machines restano ancorate a terra, con tutta una serie di playset trasformabili: il carro armato/postazione militare, la città valigetta, la città autobus, il bunker base segreta per giocare al NORAD, la fighissima portaerei
e la Super Pista California, con "due Micro Machines a trazione magnetica". Mai visto prima d'oggi l'Astro Rotore, un palloncino con un robottino attaccato tenuto in aria da un ventilatore rovesciato che sembra l'Enterprise di Star Trek, mentre avevi contezza di questa roba chiamata Micro Robots. Robot che nascondono altri robot senza permesso di soggiorno, una cosa così. Prego notare che Ultrabot c'ha un robottino proprio sugli zebedei robotici. Gli sta sui coglioni, letteralmente. 
E a proposito di robot, ecco una nostra vecchia conoscenza. 2-XL, il superprecisino robot che fa battute agghiaccianti e ti spara domande con fastidiosa sicumera. Guardate la posa, quelle mani sui fianchi da PDF insopportabile e soprattutto guardate la faccia del rEgazzino biondo: "Ma che minchia ti sei fatto comprare?", dice al proprietario di 2XL, il tipo in verde ancora sconvolto, "fai portare indietro questa merda e pigliati un Super Nintendo, dai retta". Il robot PDF, intanto, va a avanti imperterrito: "Sai perché i robot non si ammalano mai? Perché hanno una salute di ferro". E via con i primi casi di violenza domestica sui robot.
Anche dei Gig Tiger, della grandiosa incoolada rappresentata dai Gig Tiger, si è detto più volte a queste coordinate. E siccome il pubblico aveva mangiato la foglia ed era tornata a sputarla davanti alle vetrine del negozio, la line-up di minchiatine LCD vendute a carissimo prezzo grazie a una licenza appiccicata sopra stava mutando. Un solo gioco arcade (il cugino scappato di casa di Street Fighter II) e poi cartoni, film, Bella che deve diventare amica della Bestia (friendzone, mostro!), Tom e Jerry in "un'avventura piena di trapole" e addirittura un gioco su Magic Johnson in cui "devi fare canestro". Ma dai.
Ricordiamo invece con affetto gli Sbullonati, i giocattoli preferiti di un'intera generazione di bambini sadici. Perché non basta farli a pezzi in cruenti incidenti stradali. No. Ora gli Sbullonati sono anche sparati in giro dallo Spazzatutto e cannoneggiati dagli Sbullonacci, i villanzoni della serie. Sì, riportiamo a casa i marò, ma nessuno che pensa mai agli Sbullonati.
Le action figure di Terminator 2, compreso il Techno-Punch Terminator, che ama le risse in discoteca, e quelle di James Bond Jr, serie di cui non hai mai visto mezzo episodio e non sai praticamente una well-loved. Fico però il sub-cycle, la moto sottomarino che c'ha le sue cose.
L'ispettore Gadget, invece, lo conosci bene, perché ti dava un fastidio enorme quando nei programmi contenitore per guaglioni su Rai 1 mandavano questa roba americangianfransuà al posto di altri cartoni. E comunque Gadget portava l'impermeabile perché era un maniaco, e Penny e Bravo avresti voluto vederli finire sotto a un camion al posto degli Sbullonati. Belle invece le armature de I 5 Samurai, perché al di là delle feature dei pupazzini (che si avvinghiavano fino a sminchiarne l'elasticità), le corazze dei samurai vincono sempre e comunque. Premio Miss Muretto Originalité del '93 a "Demon, il demone supremo, il capo dei demoni". Che fece una palla di pelle di Pollon.
La discesa dei Transfomers verso l'aeroporto di Sticazzilandia prosegue invece indisturbata, con l'atterraggio previsto entro pochi #ciao. Come si è arrivati dagli Autorobot G1 presi dai Diaclone, in plastica e metallo, a questa roba? Da Optimus Prime/Commander al suo tarocco tamarro, "Uragan il più grande dei Turbomaster"? E vogliamo parlare degli Acquamaster, "i terribili Distructor che cambiano colore in acqua calda" e squirtano fino a un metro e mezzo? E dei Colorflash, "gli incredibili Distructor dai colori fluorescenti"? Quand'è esattamente che la guerra dei Transformers si era spostata nel reparto gommine della cartoleria? Bastava guardarli, buttare un occhio ad Acquazoom, Acquaspid e Acquagym per far morire gli Autorobot. Dal ridere. Dinosaurs (I Dinosauri) era invece una serie TV su una famiglia di dinosauri antropomorfi interpretati da dei pupazzi, andata in onda per la prima volta da noi all'interno del contenitore Big! di Rai 1. La serie venne ideata dal grande Jim Henson, ma rimase nel cassetto fino a poco dopo la morte del papà dei Muppet, perché ritenuta troppo stramba. Questo prima che esplodesse il fenomeno Simpson e dilagasse negli studios il motto "facciamolo pure noi".
Lacrime Napulitante per le pubblicità Nintendo, negli anni in cui consumavi riviste di videogiochi a ritmi forsennati. L'invasione del Game Boy, il vecchio Nintendone a 8-bit, il Super Nintendo, il bazooka Nintendo Scope, che hai di là nel ripostiglio ma non hai mai usato. Ma anche l'importanza delle "videate in italiano", eh, e gli orologi Super Mario Watch, in regalo "con tre cassette" (della frutta).
La sezione bambine del catalogo si apre ancora una volta all'insegna di Sbrodolina, la bambola che fa le bollicine, come un gatto che ha bevuto il solepiatti. Ma ci sono anche il carrellino portadolci di Sbrodolina, per far diventare le bambine bulimiche,
e il passeggino che si trasforma in zainetto ortopedico rigido, come gli zaini dei boyscout con l'armatura in ferro per chi non c'aveva i soldi per quelli buoni. Sbrodolino, il fratellino di Sbrodolina, nasce invece già karateka.
Si prosegue con Bebi Mia, Passettina la bambola che cammina ed è vestita da pagliazza veneziana e Bella Yeyè, con questo nome così modernamente anni 60, i capelli passati alla piastra dei waffle e l'attitudine da fedele spettatrice di Una rotonda sul mare su Rete 4. Zitti tutti ché mo' c'è Rosanna Fratello.
Qui vediamo invece i bambolotti di Bayside School, già incontrati nella carrellata di agghiaccianti bambolotti di telefilm, film e cantanti degli anni 90: Zach, il più bello, Slater, il più atletico, Kelly, la più topa, nonostante la capaabomba letale del suo bambolotto. Ancora Sbrodolina (qui in versione Baby), ché la Gig del '93 era tutto uno sbrodo di sgiuggiole,
ed è la volta della Sirenetta Ariel, di Zefiro, il cavallo che cammina con la pompetta di Pernascò,
e di Federica la mano bambola amica, che ti porta per mano e ti insegna a fumare le sigarette Linda di nascosto. Detto dello Specchio Parlante Leccaculo, passiamo al reparto peluche, aperto da una parata di inquietanti Super Mario con vero mustazzo, basetta scompagnata e occhi spiritati da serial killer.
Seguono gli Amici Miei, i peluche che vanno a dare gli schiaffi ai tizi dei treni in partenza, Topino Baffino, il peluche del sottoproletariato urbano, e orsi di tutti i tipi, compreso il modello M'inculcoDiCaprio.
Chiudiamo con le ultime novità in fatto di -ini, i mini pupazzini collezionabili venduti ovunque in bustina (come gli Exogini, i Paciocchini, i Kombattini, etc). Qui abbiamo le Bebi Sirene del Mare, i Bimbi Stereotipati del Mondo e un'invasione di Magico Pannolino. "Scopri col magico pannolino se i cuccioli sono maschietti o femminucce" immergendoli nell'acqua. Se dicono "no, ancora troppo fredda, torno a prendere il sole", sono femminucce, e gli amici della spiaggia hanno il diritto di sfotterli. Che poi, Magico Pannolino: aspettate di avere un figlio, bambine del '93, e vedrete che magia. E che profumo.

Ancora grazie a Diego. Se voialtri debosciati avete cataloghi
di giocattoli da condividere, buttate un fischio digitale.

TUTTI GLI ALTRI CATALOGHI DI GIOCATTOLI ANNI 80 E 90 
 

70 commenti:

  1. i Samurazzi li avevo tutti! E ringrazio i muratori che li hanno utilizzati come fondamenta della casa di mia nonna! MALEDETTI!!!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Io avevo solo Rio solo che....ehm...era tarocco. Comprato a un tabaccaio, uguale identico ma si chiamavano "I 5 Somoro". GIURO!

      Elimina
    2. http://www.giocattolivecchi.com/public/_forum_pic/1174713/DSCN0521.JPG

      Eccolo! Dio che tristezza :-D

      Elimina
    3. Se fosse stato scuro sarebbe Liu "so' moro" :D

      Elimina
    4. I samurai messicani: Los 5 sombreros".

      Elimina
    5. Dai Luchino che non è andata male… fra qualche centinaia di migliaia di anni (o fra qualche decina) gli archeologi alieni li riporteranno alla luce, magari pensando di aver finalmente scoperto l'aspetto dei terrestri, misteriosa razza estinta...

      Elimina
  2. Grande recensione Doc,è sempre bello infrattarsi tra gli scaffali a leggere i tuoi post!
    Oggi cominciano ad essere un po' fuori tempo i giochi,nel 93 iniziavo a capire che non ci solo maschi al mondo. :-)
    Anche se di gioc... Modellini ne ho continuato a prendere e cintunuo ancora.
    Comunque qualcosina su questo catalogo la ricordo

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Perlappuntamente questa mattina il corridore col furgone rosso mi ha consegnato il Gundam RX 78-2 mega size...

      Elimina
  3. Il Gatto che beve sole piatti mi ha fatto morire. Ma non è che per caso tu ci hai provato Doc? Con il gatto rompic... della vicina magari...

    RispondiElimina
  4. Il Gatto che beve sole piatti mi ha fatto morire. Ma non è che per caso tu ci hai provato Doc? Con il gatto rompic... della vicina magari...

    RispondiElimina
  5. L'ultima battuta sul pannolino è verissima, quando fa solo la pipi è tutto a posto ma negli altri casi può essere terribile. Debbo dire che tra i miei numerosi difetti ho quello che se un odore è veramente nauseabondo e intenso mi viene la nausea. Solitamente cambio mia figlia senza problemi ma ieri, appena dopo cena ho dovuto obbligatoriamente cedere al passo alla moglie.

    Altra cosa, la portaerei delle MicroMachines l'avevo ma ricordavo lo scafo rosso e non blu. I 5 Samurai, rispetto ai Cavalieri dello Zodiaco erano molto più tozzi ma onestamente non ho mai avuto modo di tenerne in mano uno.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Il fatto è che erano molto più grossi dei Cavalieri, da qui l'effetto Tabboz magari, ma mai quanto quello raggiunto da alcuni cavalieri d'oro, con talmente tanta roba addosso che sembravano i tizi che in aeroporto per alleggerire il bagaglio si vestivano con metà valigia XD

      Per fortuna che poi hanno sfornato i Mith Cloth EX (molto poi)...

      Elimina
    2. Ragazzi posso assicurarvi che poi quando crescono è anche peggio!! :)

      Elimina
    3. Anche io la ricordo rossa,evidentemente ne hanno fatte due versioni

      Elimina
    4. confermo io la avevo ed era rossa!

      Elimina
    5. @ Nella scorsa recensione del Doc di questi cataloghi, credo compaia la portaerei rossa..

      Elimina
  6. Ho riso molto sulla battuta finale...
    ...
    ...
    poi ho realizzato che i "bambini del '93" sono in età da avere figli da almeno 5 anni ed ho smesso di ridere.

    Un bamba del '73...

    RispondiElimina
  7. Catalogo del mio periodo preadolescenziale...ricordi incontrollabili!!!
    Fiero possessore del fighissimo camper delle Micromachines,anche se la millantata comoda maniglia era pressoche` inutilizzabile,ogni volta che ho provato ad usarla il camper si apriva e tutto il contenuto si srotolava in ogni dove!Il Super Nintendo con il videogame piu` bello di queqli anni:Mariokart!Avevo praticamente squagliato la consolle a forza di giocarci....ancora ricordo che per le inca###ture e il casino che facevo anche giocandoci da solo mia madre periodicamente doveva nascondermelo per la salvaguardare la quiete del resto del palazzo!
    Ma ero l`unico a cui l'ispettore Gadget piaceva???Certo non era il migliore cartone,pero` con il suo umorismo un po` sfigato si lasciava guardare!!

    RispondiElimina
  8. Io avevo totalmente rimosso ma il post mi ha fatto aimè ricordare che di quei dannati Gig Tiger me ne erano stati regalati almeno quattro :(

    RispondiElimina
  9. Rio è ancora nello scatolone dei pupazzi in cantina, aspetto che mio figlio cresca ancora un pò e poi gli porto su lui, il "campione di burronismo" nelle due versioni, ed altra roba assortita; a parte l'opuscolo con le mosse samurai/kamasutra che non si capiva una mazza i pupazzi erano veramente fighi.
    Invece Uragan ce l'avevo, in un epic fail natalizio scelsi lui invece dell'armatura bianca dei samurai.

    Per Natale han regalato a mio figlio l'ultimo Optimus Prime (questo http://www.hasbro.com/common/productimages/it_IT/0439937950569047f54087c565047a63/749B071150569047F5084E2E11683152.jpg)ed è una kagata allucinante; si trasforma tirando indietro la cabina e si apre da solo grazie a due molle..e non fa nient'altro; Uragan, che ho riportato su dal suddetto scatolone, in confronto è un Masterpiece G1..non ci sono più i giocattoli di una volta..

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Si è vero i nuovi trasformer sono delle cose orribili,lo stavo prendendo anche io per il bimbo di un mio amico ma poi ho optato per un camion rimorchio lungo un metro,di effetto molto migliore

      Elimina
  10. Cinque Samurai, Sbullonati, James Bond Jr, Gadget, I Dinosauri...oh, era il '93, andavo per i 9 anni, ma io me li ricordo tutti meraviglievoli! *_*

    Su questo catalogo sicuro-sicuro c'avevo perso le diottrie all'epoca.

    Quei due paginoni centrali di Nintendo sono da lacrima facile.

    Amo tutto questo

    RispondiElimina
  11. Leggendo certi cataloghi mi rendo conto di quanto sculato sia stato mio padre, essendo io sempre stato un rEgazzino "che non chiedeva" ma soprattutto che non guardava mai in bocca al caval donato. Non che mi sia mancato alcunché, eh. Però leggere di plasticose Gig Nikko a prezzi da quota IMU fa venire la pelle d'oca. GG a me che ero un bambino giudizioso e (quasi) tutti i capricci me li sono tolti quando potevo.

    RispondiElimina
  12. Non avendo il super nintendo ricordo che comprai due gig tiger ai tempi..(me inutile minchietta di 9 anni all'epoca):

    - Street Fighter che è sul catalogo e

    http://img.class.posot.it/it_it/2014/11/03/Gig-Tiger-Ninja-Gaiden-Shadow-Warriors-20141103144916.jpg


    Che erano comunque carini entrambi,per un bambino della mia età. Ricordo di averli consumati e ora chissà che fine hanno fatto..peccato :(

    A mio fratello regalarono invece il precisino della fungia 2-XL ,che effettivamente lo giocavi solo una volta e poi non ci giocavi più, la Turbo Animal che non l'abbiamo mai utilizzata perchè mia madre aveva paura che si guastasse e poi era una lumaca >_> , e il vecchio NES con in allegato Super Mario Bros 3 che ho consumato...tutti giochi che poi sono passati a me :)

    RispondiElimina
  13. Io sono dell'88. Finalmente anch'io son dovuto uscire dall'ufficio per andare in bagno ad asciugarmi le lacrime appena viste le prime immagini...

    RispondiElimina
  14. Frequentatore giornaliero del blog da un paio d'anni, da qualche tempo aspettavo il post giusto per il primo messaggio, questo catalogo che ho in casa dal '93 è stato il prescelto .
    È stato il primo catalogo senza " gli eroi del wrestling " , ma recupera tra gli altri con Ultrabot ( chissà dove è finito il mio regalo giocattolistico natalizio più bello) lo SNES, gli sbullonati. Nota di merito / demerito per I Gig Tiger, stendiamo un velo sulla giocabilità, ma una pagina con videogiochi di Street Fighter II - Batman - Jurassik Park - Sbullonati - MAGIC JOHNSON 32 è da sogno, li comprerei tutti anche oggi, anche sapendo quanto possano essere non belli !
    Grazie per questo splendido blog, buona giornata Doc!

    RispondiElimina
  15. Lacrime piene di ricordi per il Gameboy, per le pile di pile consumate su quel grigio parallelepipedo portatile. E sulla difficoltà di trovare sempre qualcuno con cui utilizzare il cavo del multiplayer per qualcosa che fosse diverso dal Tetris...

    RispondiElimina
  16. Coi videogiochi della Tiger ho versato calde lacrime; alcuni della Disney li ho tutt'ora, nostalgia canaglia.

    RispondiElimina
  17. Essendo nato nella seconda metà degli anni '80, ovviamente ricordo benissimo buona parte dei giocattoli presenti nel catalogo. I Gig Tiger li regalavano in genere le zie che non capivano una fava di videogiochi ed erano a tutti gli effetti una bella sola: quattro livelli che si finivano in mezz'ora scarsa. Dei 5 Samurai ne conservo ancora un paio (Krana e Kratos) completi di tutti gli accessori; la difficoltà di sistemarli nelle pose di bresslinz come da foglietto illustrativo era immensa, però le armature erano uber fighe.
    Curiosità su L'Ispettore Gadget: da rEgazzino avevo visto con i miei il film con Sellers nei panni dell'Ispettore Clouseau, ma quando avanzai con i compagni di classe la timida osservazione che il suddetto Gadget fosse "una copia" del protagonista de La Pantera Rosa venni amaramente coppinizzato al grido di "il protagonista del La Pantera Rosa è una pantera rosa". Le povere bestie ignoranti si riferivano ovviamente all'omonimo cartone animato. Più tardi (molto puù tardi) scoprii che Gadget nasce DAVVERO come una tecno-copia di Clouseau, al punto che nel pilot fa sfoggio di un bel paio di baffoni (poi rimossi) da divo del p0rno, esattamente come quelli del compianto Sellers. A proposito Doc, a quando un post su uno dei film che lo vedono protagonista?

    RispondiElimina
  18. Oh, finalmente un bel catalogo di quando ero piccolo io. Allora, io c'avevo:
    - Simo e Sami dei 5 samurai (mio fratello aveva Kratos), distrutti a forza di giocarci. Alla fine avevano le molle degli arti allungatissime, Simo aveva perso le braccia ma aveva acquisito il super colpo "rotea vorticosamente su una gamba mentre l'altra ad elica calcia tutti quanti";
    - L'ispettore Gadget cappello apribile (era il meno figo, ma anche l'unico con l'impermeabile grigio canonico) e Boss Artiglio + bomba e Satanasso. La faccia di Artiglio era inventata perché in TV non la mostra mai, ma io pensavo che il giocattolo mi avesse svelato la sua identità;
    - I dinosauri Baby e maschio teenager. Adesso m è venuta voglia di rivederli per scoprire se mi piacerebbero ancora :-( ;
    - Dei Gig Tiger, ma nessuno di quelli esposti in questo catalogo;
    - Niente robaccia Nintendo, che a casa mia eravamo schierati dall'altra parte della Console War (guerra vera alle elementari!).

    RispondiElimina
  19. I giocattoli belli sono finiti con gli anni 80

    PERIOD

    RispondiElimina
  20. Avevo la Sonic Animal.... da sola poteva sopperire ad al fabbisogno acustico di una discoteca.... insomma, una tamarrata che levati!!!!

    RispondiElimina
  21. Questo post è una doppia pugnalata.
    La prima agli occhi, chè quei cosi coi colori fluo che erano i TF del periodo li ho sempre evitati come la peste, che tempi signora mia, meno male che di lì a due anni sarebbe arrivata Beast Wars.

    La seconda pugnalata è al cuore, visto che una decina di anni orsono ebbi la fortuna di rinvenire in un negozio di giocattoli un Aragon e feci la meenchiata di lasciarlo lì. Ovviamente quando ci ripensai era già scomparso.

    Piango ancora adesso...

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Questo commento è stato eliminato dall'autore.

      Elimina
    2. I Beast Wars che erano chiaramente i Transformers, ma io mai ci ho fatto caso, fra l'altro. Anche perché in realtà, lo scoprii per primi, essendo 90ino, mentre i Trasformers li ho conosciuti che ero già grandicello e oltretutto con delle serie televisive non esattamente eccelse... simil anime, simil cartone amerrigano del Sabato mattina... mi sembravano più un ibrido...

      In realtà nemmeno Beast Wars era questa bellezza... Ho provato a vederlo recentemente ed è invecchiato davvero malino, specie per colpa della CGI grezzissima...

      Elimina
    3. Ma i Beast Wars erano per caso rinominati da noi "Biocombat"?
      Mi ricordo una CGI allora valida, ma anche solo a ripensarci mi rendo conto quanto fosse già allora modernariato.

      Oh, magari è un'altra serie...

      Elimina
    4. Sì, i Biocombat erano i Beast Wars.
      E sì, la CGI è invecchiata maluccio.
      Però la serie meritava a livello di trama e sviluppo degli eventi, con dei colpi di scena nel prosieguo e dei collegamenti con la vecchia serie dei TF mica da ridere.

      Ma soprattutto (ed è la cosa che mi interessa di più) i modellini erano roba veramente di qualità: a dispetto della perdita della modalità alternativa veicolare erano curati, articolati, solidi e pieni di gimmick (per i non fissati: funzionalità accessorie come armi a scomparsa e simili).

      Elimina
    5. Che poi, vuoi mettere un Megatron che ti diventa un f*ttuto T-Rex o un Optimus Prime che si trasforma in un altrettanto ignorante gorillone? ^-^

      Elimina
    6. I Beast Wars erano a tutti gli effetti Transformers, il capo dei Maximal (i buoni), che da noi fu rinominato Black Jack, si chiamava infatto Optimus Primal ed è una specie di Commander version con trasformazione tecnorganica in gorilla. Pu non essendo effettivamente in continuità con la serie storica G1 dei TF




      [credo sia uno spoiler...]
      Alla fine della saga c'è un ricollegamento con i cugini di Cybertron, con tanto di Starscream spettro già apparso nelle serie anni 80, tanto che....
      [fine forse-spoiler]



      ... in giappone ne hanno fatto anche una serie animata in maniera classica che funge da continuo dove tra l'altro appaiono anche i transformer veicoli. Non so se esistono modellini di quest'ultima parte (no, perchè ci saremmbe Leo-Prime che...)

      Elimina
    7. Aaaaah ecco, mi parevano un po' troppe le similitudini XD

      Comunque ne conservo un bel ricordo, almeno per la prima stagione, poi se non ricordo male di sono evoluti/riempiti di lucette zarre e non sono più riuscito a digerirli.

      Mi ricordo che all'epoca mi colpì particolarmente il raptor: ex Predacon che passa dall'altra parte della barricata, un bassista carismatico notevole ^^

      Elimina
    8. yotobi ha appena fatto una recensione del primo episodio ;)

      https://www.youtube.com/watch?v=c4MKIckxWKQ

      Elimina
  22. No ma veramente a guardare questi transformers mi bruciano gli occhi!! Orribiliii!!

    RispondiElimina
  23. La sit-com Dinosauri mi ha lasciato non pochi dubbi da bambino. Dovevo riderci, dovevo esserne terrorizzato? Boh... i misteri della fede.

    RispondiElimina
  24. Ma quanto si vede la mano di Hajime Yatate nei 5 samurai con le armature sembrano dei mobile suit sul serio specialmente i giocattoli

    RispondiElimina
  25. Tutto giusto, ma non mi toccate l'Ispettore Gadget. Io vidi la prima edizione italiana su Rai Uno, quella col vecchio doppiaggio e i dialoghi tradotti dal francese ("Penny" e "Bravo" erano "Sophie" e "Finot"), ed era l'unico cartone animato francoamericano (a parte il tragicissimo "Clementine", ma quello era francese 100%) che amavo profondamente. ^__^

    RispondiElimina
    Risposte
    1. anch'io non mi perdevo una puntata dell'ispettore Gadget quello della RAI
      Il bandito è là (Attivo Gadget)
      Ridere mi fa (Uh uh)
      Non mi sfuggirà (Per l'ispettore)
      Hip hip hip hurrà!
      Se non erro lo facevano all'interno del contenitore per ragazzi "BIG"

      Elimina
    2. Non era "_Arriva_ Gadget"? Io, poi, cantavo "Ippidippudaaah - zum zum"! ^__^
      La musica è quella della sigla originale francese, il testo italiano è di autore ignoto, a cantarla un giovanissimo Piero Chiambretti. La trasmissione BIG! andrebbe rivalutata: al suo interno trasmisero cartoni di tutto rispetto, anche giapponesi, come "Sandybell" e soprattutto "Blue Blink" di Osamu Tezuka, la cui lavorazione fu conclusa dopo il suo decesso.

      Elimina
  26. Bello, tutta roba dellla mia generazione. Ho ancora la città-autobus che troneggia delle micro machine sull'armadio.
    Ma l'ispettore Gadget lo davano su mediaset, mica sulla Rai.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. E' andato in onda prima su Rai Uno, all'interno di BIG e con nomi e dialoghi tradotti dall'edizione francese.

      Elimina
  27. L'ispettore gadget col doppiaggio VERO, cioè il primo, lo davano sulla rai.
    Lo ridiedero anni dopissimo su mediaset ridoppiato (di schifo!) e ricicciarono fuori i giocattoli ;)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. oltre a proporlo con un avergogno sa sigla di Cristina D'Avena che (come sempre) non ci prendeva un catso con lo spirito originale della serie

      Elimina
    2. Ricordate com'era strana la sigla-RAI di Gadget? Era sostanzialmente la sigla americana (paparapara' Inspector Gadget...) con degli inserti di voci italiane ("non mi sfuggira'!").

      Elimina
    3. Il testo era vagamente ispirato a quello francese: la sigla dell'edizione francese contiene anche la parte cantata.

      Elimina
  28. Quanti ricordi assurdi...
    James Bond Jr lo ricordo solo per la discutibile rima "corre qua e la' e con agilita'... sconfigge la criminalitaaaaaa'!". Cristina d'Avena col passare del tempo e' stata riabilitata nel nome della nostalgia (e rivalutata come milf), ma le facevano cantare dei testi vergognosi.

    Il Super Scope fu il tipico "bisogno fuori dal vaso" di Nintendo. Perseguendo la loro linea di prodotti "Super", tirarono fuori questo arnese enorme, pesante, scomodo (si mirava strizzando un occhio) e quasi privo di giochi. In seguito, le light gun Nintendo sparirono fino all'arrivo del Wiimote.

    RispondiElimina
  29. Bambina del 1993 con Gig Tiger dei film Disney (ma il mio de "La Sirenetta" aveva colori e comandi diversi), coi 5 Samurai + Hariel (ma non i cattivi), i Magico Pannolino cuccioli (conigli e gatti) e Bambini Stereotipati del mondo presente!
    James Bond Jr avevo provato a seguirlo, ma dopo un po' mi sono annoiata.

    RispondiElimina
  30. Ecco le lacrime. Su questa pubblicità annoveriamo quello che probabilmente è il mio ultimo acquisto in campo di giocattoli (o per meglio dire quello che fu un anno prima nel '91/'92 il mio ultimo acquisto) perchè poi venne il fantomatico momento "Sei ormai grande per comprarli" che poi in realtà era "Sei grande e se vuoi comprarli fallo con i tuoi soldi"; ad ogni modo sto parlando di Simo dei 5 Samurai, che presi nel mio compleanno dei '91, dopo aver gelosamente conservato paghette mensili rinunciando a fumetti e partite a Street Fighter II. I Samurai Trooper arrivarono da noi fuori tempo massimo e mi incazzai profondamente per il fatto che non fossero usciti prima. Mi incuriosiscono invece i Trasformers scappati di casa della linea Turbomaster, probabilmente creati per il famoso Transformers Zone che non andò più in la di un paio di OAV. Per aspettare qualcosa di decente i fan avrebbero dovuto aspettare i "Biocombat", accontentandosi dello scimmione commander, ma ormai a quel tempo ero molto più interessato alla storia del "mambo orizzontale™"

    RispondiElimina
  31. Avevo completamente rimosso dalla memoria di aver posseduto, quando le primavere erano molte meno, Ultrabot dei Micro Robot ma rivederlo su catalogo mi ha ricordato il gioco nel gioco: la caccia al tesoro dei razzetti a molla che regolarmente finivano negli angoli più nascosti della casa.
    Dei pupazzetti di James Bond Jr. avevo solo Jaws di cui ricordo il comodissimo e pratico meccanismo di apertura delle fauci, che poi rimanevano spalancate e meno di riabbassare il braccio, il cui suono ricordava molto quello di un treno a cremagliera.
    Bruschette su bruschette per i ricordi della fanciullezza.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. ADDENDUM:
      Non so se circolava anche in altre parti dello Stivale, ma nelle mie zone (Prato e dintorni) girava la voce che comprando Rio in versione armatura bianca, nei giorni in cui la indossva anche nel cartone animato, ti regalavano Fiamma Nera con tanto di armatura. Col senno di poi mi pare una caXXata, ma ai tempi ogni volta provavo a convincere i miei a correre in negozio senza sortire alcun effetto.

      Elimina
  32. Devo smettere di leggerti in ufficio, continuando a ridere da solo la mattina mi prenderanno per matto prima o poi :)
    Però che bellezza i Tiger: chiesi ai miei genitori il Nintendo per natale, da intendere come il Gameboy Color, quelli della mia generazione avevano quasi tutti una Play Station in casa (tranne me ovviamente)e il N64 se lo incoolavano in pochi,e mi arrivò per natale questa cosa in parte termostato digitale e in parte misuratore glicemico, che guardo comunque con una certa nostalgia, rimane sempre la mia prima console.

    RispondiElimina
  33. Nel vedere la montagna delle MM mi si è aperto il cuore e lacrime napulitane pure per i più giovinastri dell'antro

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Questo commento è stato eliminato dall'autore.

      Elimina
    2. Questo commento è stato eliminato dall'autore.

      Elimina
    3. edit: ora che guardo meglio avevo pure il carro armato... e la nave.... quei set erano la meraviglia.
      Qualche anno dopo uscì anche il sottomarino e la figata piu grande di tutte l'elicottero radiocomandato che girava in tondo.

      edit2: era il vertibird della mattel in versione militare l'ho sempre scambiato per roba MM

      edit3: era effettivamente MM chopper command base... la memoria non mi inganna

      Elimina
  34. Ginny Hermione5 febbraio 2016 00:02

    Non c'erano le amiche di Federica? Cioè: Adele la bambola fedele; Patrizia la bambola che delizia; Valentina la bambola carina; Alice la bambola che fa felice; Rosa la bambola goduriosa.

    RispondiElimina
  35. con al mio attivo 2 Samurai, 2 Ispettori Gadget, il carroarmato-città e la montagna-base segreta micromachines, un po' di microrobots piccoli e il modello pezzente di quelli grossi (Tranzor, già il nome....), Uragan degli Autobot e uno degli aeroplani Distructor/Deceptico e il James Bond Junior ninja, il 1993 è stato un anno niente male (anche se sono convinto che mi fossero stati presi in più tranches in anni successivi)

    RispondiElimina
  36. Se volete farvi del male ...

    http://youtu.be/w6itUxJHurM

    Questa roba è accaduta davvero.

    RispondiElimina
  37. la portaerei, il carroarmato apribile e il bunker montagna... Che inequivocabilmente lanciavano orde di mezzi militari per radere al suolo la valigetta-citta'. Ah, la mia infanzia :)

    RispondiElimina
  38. Ma ti rendi conto che, da vero maschietto che "bleah" delle femmine, salto la sezione per le bambine appena ci arrivo?

    RispondiElimina
  39. Questo lo ricordo benissimo. Di quel catalogo scelsi i pupazzi della serie di Dinosauri. Quanto tempo è passato!

    RispondiElimina

I commenti anonimi vengono eliminati dai filtri antispam e, nel caso superino i filtri, irrisi ed eliminati uguale: non usateli.

Related Posts with Thumbnails