mercoledì 18 novembre 2015

48

The Walking Dead, Stagione 6: dov'eravamo rimasti?

Puntata monotematica del Circolino dei Telefilm, ché sei in pari solo con una serie e si tratta dell'asino della classe. Don't ask. Qualcuno, al vedere il brio con cui - tra una mimmata grande quanto un pianeta nano e l'altra - questa sesta stagione di The Walking Meh era partita, c'aveva pure creduto. Te no. Te col cacchio che ti fregano un'altra volta. Ma comunque. Come sta andando, arrivati alla sesta puntata, questa stagione 6? Ne vogliamo parlare? Ce le vogliamo fare due risate di disperazione? Ma sì, dai. Spoiler (manco tanto, ma per sicurezza ci butti un disclaimer [ROVINATORE]), e si va.
C'eravamo lasciati con il felicissimo piano di Rick il Dittatore Insanguinato, questa cosa che per eliminare tutti quegli zombie comodamente autoreclusisi in una cava, dovevano condurli in gita scolastica verso non-si-sa-bene-dove. Un piano da premio Darwin alla carriera per conto terzi. E infatti crepa un sacco di gente e va tutto a ramengo prima che Rick abbia solo il tempo di dire Misachehofattolacazzata. Una cosa buona, però, va detta. La banda di showrunner pagliazzi rimasti a bordo (perché con quelli buoni Ciccio Kirkman ha litigato) ha finalmente compreso, almeno in teoria, che è meglio dedicare ogni puntata a una certa cosa piuttosto che imbottirla con duecento dialoghi tra quarantanta personaggi diversi. Nel fumetto funziona, qui no. Vuoi perché son media diversi, vuoi perché qui i dialoghi li scrive Renata, la scimmia svogliata. E così, mentre Rick, Daryl e un po' di altri tizi giocano al Pifferaio di Hamelin, tirandosi dietro gli zombie e una cofana di razzi amarissimi, Alexandria viene attaccata dai Lupi, una banda di sanguinosissimi tifosi dell'Avellino. Naturalmente pensa a tutto Commandoarol, talmente credibile come psicopatica assassina che quelli, anche se sono tipo una decina di tizi in tutto, la scambiano immediatamente per una dei loro e ci danno il cinque e le prestano le cartine
Ma c'è gloria anche per Donatello Morgan, che combatte col bastone, come un anziano incazzoso ai giardinetti, e fa il ninja, il nobile d'animo silenzioso e potenzialmente psicopatico pure lui che però non uccide. Quello che ha letto troppi fumetti di Devil e si crede ganzo con una scopa pippo in mano.
Sempre ad Alexandria, dove tutto sembra scorrere normalmente tranne per i morti ammazzati e il fatto che tutti sono seduti su una gigantesca polveriera e protetti dagli zombie da due pannelli di polistirolo e compensato, sboccia l'amore tra la tizia rompicoglioni, lì, Rosichina, e l'infermieradottoressadellamutua. Una roba alla Grey's Anatomy, ma senza le musiche hipster in sottofondo e gente che scopa in ospedale.
I casini generati dal felicissimo piano di Rick cadono a pioggia su tutta la banda di giovani marmotte chiamata a metterlo in pratica. Glenn si trova così in fuga insieme al tizio che aveva cercato di ammazzarlo,
quello con l'espressione supersveglia di chi ha abbandonato gli studi dopo esser stato sconfitto dalla tabellina del sei.
Inevitabilmente, Tarzanello condurrà Glenn verso una sinistra fine, circondato da una mandria di zombie urlanti e disperatissimi, tipo quei tizi che stanno attorno al banchetto dei cellulari da mediaworld. Anche se... Sarà davvero davvero? La scena, se la riguardi, ti dice che non è roba sua quella che gli zombie stanno mangiando come apericena. Preparatevi al finto-sorpresone "questo non ve l'aspettavate, ve'? Eh? Eh", con coro di pernacchie come risposta.
Ma le promesse d'azione ayeah, vai, che almeno uno non s'abbiocca tra una cazzata e l'altra, sono purtroppo perite sul terreno accidentato del quarto episodio. Tutto quel cacchio di flashback su Morgan che non aveva chiesto nessuno. Il tizio violento e disperato che incontra il suo guru, un maestro Miyagi appena uscito dal reparto di geriatria,
tipo Il ragazzo dal kimono d'orzo, American Ninchia.
Il quinto episodio, con le paturnie ad Alexandria, non è da meno. A un certo punto ti sei così addormentatissimo che quando ti sei svegliato era già uscita una nuova puntata. Però con Jessie la milf per Rick ce n'è,
e allora lui torna di corsa, urlando come un disperato Maquantopossoesserestronzo. Mentre cerca preserva in una farmacia, uno zombie gli morde pure una mano, ma lui fa finta di niente, è superiore, non dà retta.
Ma poi quest'altra cosa, che il cancello di Alexandria basta che lo accosti? Dice che gli zombie non sanno farlo scorrere sul binario, tirano tutti verso il lato sbagliato. Ma quel che è più importante, nonostante il piano si sia rivelato la genialata che era, siano morte delle persone e ora Alexandria sia circondata da migliaia di straccioni che vogliono il nuovo smartfonz samsung, è che Rick va in meta
L'ultima puntata, la sesta, giuri, ti ha fatto rivalutare perfino i peggiori episodi de I ragazzi della III C. Quelli dell'università? Ecco. I dialoghi tra Abraham e Sasha (anche loro sempre appena usciti dal parrucchiere), in assenza della scimmia Renata, li hanno fatti scrivere a un bambino complessato di prima media finlandese e poi fatti tradurre da google. Cioè, davvero: che diavolo si dicono? E perché? Ma soprattutto, a chi diavolo gliene impipa qualcosa di questi due poveri stronzi? Chisseli?
La sottotrama di Daryl Hannoh che fa amicizia nel bosco è perfino peggiore. Le cazzate, santoddio, le cazzate.
L'ennesimo gruppetto di sopravvissuti con nel mucchio una fotomodella appena uscita da gianluidavìd col suo nuovo taglio sbarazzino e gli abiti freschi di tintoria. Un po' di grasso da macchina spalmato in faccia al posto del fondotinta e alè, vatti a far ammazzare in modo talmente stupido che ti seppelliranno a sputi e mavafancù.
Sono i Salvatori, quei tizi che arrivano dopo, cantando Era meglio morire da piccoli? Qualcuno pronuncia il nome Dwight? Dateci Negan, su, così la smettiamo di soffrire. Forse. Ah, Daryl l'unto, ma non dal Signore, si ritrova senza balestra - credici - ma con un bel camioncino nuovo e col pieno. Dentro c'è pure l'arbre magique al profumo di sugna.
Altro? Due cose. Quella cacchio di Deanna, la vecchia con la ragnatela di rughe in faccia tipo maschera dell'Uomo-Ragno, ti fa paura. La vedi apparire sempre così, sullo sfondo, che guarda gli altri, li giudica, ci mette un quattro per cazzimma. Fatta salva la scena in cui si fa la maschera facciale di emoglobina, è un fottuto fantasma perennemente in background. A volte hai come l'impressione che sia presente in tutte le inquadrature di questa stagione. La seconda cosa? Dai, sarà che come recita un vecchio adagio latino son beati i monocoli se di cognome non fanno Summers, ma almeno un'attrice si salva in questo lago marrone. Per una prova recitativa convincente, genuina, troppo superiore rispetto al resto:
RIP Tabitha. Non ti meritavano.

48 commenti:

  1. Mi sono rimesso in pari con l'asino della classe pure io... Che dire? Imbarazzo. Davvero non riesco a capire perché continuo a seguire questa serie. Il bello è che nemmeno credo più nella possibilità di una ripresa - boh davvero!!! Sono i Salvatori? Arriva Negan? Ommioddio spero proprio di no, dai!!! E' un villain che ho adorato nel fumetto, qui possono solo trasformarlo in lammerda! Poi apro il web e vedo che è confermata la presenza di Negan... E da qualche parte, in questo istante, muore una fata!

    RispondiElimina
  2. Doc il pilot di "Into the Badlands" l'hai visto?

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Nope, sono indietro su tutta la linea. C'ho perfino la moglie che mi trolla perché la seconda di The Leftcosi pare sia gran bella.

      Elimina
    2. Mai visto Leftovers. Ma continuo a leggere sui social commenti enfatici ma ipervaghi. Ma che meenchia succede in questa seconda stagione? Se si può dire senza spoiler...

      Elimina
    3. Guardato Wiki. C'è Liv Tyler, trama interessante: prima o poi lo guarderò :-)

      Elimina
    4. La seconda stagione di Leftovers fa un po Lost... ecco perché piace.

      Elimina
  3. SPOILEROTFL







    Fa talmente tanto schifo 'sta stagione (prendiamo John Carrol Lynch. Nella stessa settimana gli hanno fatto fare Splinter in TWD e John Wayne Gacy in American Horror Story Hotel e non sembrava nemmeno lo stesso attore tanto verrebbe da prenderlo a sputi in TWD) che non ho nemmeno pianto per Glen, "morto" (seHvabbeH) della morte più scema, inutile, paracula, buffona, beffarda, iniqua e degradante della storia della TV. Nemmeno il Dottor Romano di ER era morto in modo così squallido.
    Ho pianto solo per Tabitha, povera bestia saggia in un mondo di oloturie a due gambe.

    Vorrei tanto Negan. Ma anche no.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. (SEGUE ROVINATORE) A me TWD sembra un po' meglio rispetto alla quinta stagione. A parte qualche mimmata (o forse proprio per quello :-)), e la puntata ipersoporifera su Morgan, si fa guardare. Davo per scontato che SPOILER Glenn fosse stato sbudellato, in effetti riguardandolo direi che si profila lo scherzone...

      Elimina
  4. TWD sembra il tipico amico scemo che tutti criticano ("e' cretino, e' nevrotico, mi fa perdere tempo...") continuando pero' a uscire con lui, semplicemente per non rimanere soli, una specie di "horror vacui" sociale.
    Eppure, a livello di tv ci sono compagnie migliori: Z Nation (se proprio si vogliono gli zombie), AshEvilDead (che e' diventato un grande appuntamento, e deadite e demoni sono mille volte meglio dei soliti morti viventi/morti di sonno), e soprattutto telefilm seri. Ultimamente mi piace molto Fargo (sono addirittura in pari), grande serie ricca di dramma e humor nero.

    Molto carina la citazione dei Ragazzi della 3a C all'universita': alcuni di quegli episodi (es: "Il baby") sono insostenibili anche per un nostalgico...

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Concordo su Ash, che ho iniziato per curiosità dopo la rece del Doc (grazie) .

      Elimina
    2. Ho visto una puntata e mezzo di Z Nation e non sono riuscito ad andare avanti. Sicuro sia megliodi TWD?

      Elimina
  5. Sai che anche a me sembra di vedere la cosplayer di Spidey (LOL) ovunque in questo post? XD

    RispondiElimina
  6. Meglio un bel post sui Ragazzi della Terza C, no? ^_^

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ci spero anch' io, e anche uno sul Ragazzo dal kimono d' oro non sarebbe male, che l' ho visto più volte del Karate Kid originale.

      Elimina
  7. Ero superfan della serie da quando é iniziata, poi man mano la scimmia mi ha abbandonato. Non sono ancora riuscito a vedere un episodio di questa stagione, e credo che non lo farò. Troppo poco tempo da dedicare alla TV,quindi per la selezione naturale TWD lo ritengo estinto. Tantissimo hype invece per Jessica Jones...

    RispondiElimina
  8. Ci ho provato a guardarlo, solo per apprezzare di più i tuoi post, ma non ce la faccio. Più lo guardo e più continuo a ripetere "ma perché? MA PERCHE'?!", [adesso dirò una cosa molto forte] anche uno come Razzi o Scillipoti la gestirebbe meglio una epidemia zombi di Rick e compagni e poi perché mai attaccare una comunità come Alexsandria dove se gli chiedi ti danno GRATIS o quasi tutto quello che ti serve se ti metti a collaborare con loro.

    Poi quello che non digerisco è tutto il presupposto della serie. Mi viene in mente il discorso che facevi a Lucca con me e altri altristi quando raccontavi perché non può funzionare una serie sullo scoppio della epidemia zombi in The Walking Dead. Scene del tipo "Ohoo! Chi è quello che cammina strano che assale quella ragazza", "Ohoo mi ha morso e non mi sento bene ma tranquilli prendo un actigrip e sto a posto" oppure "Quello voleva mordermi, sembra in decomposizione e vaga senza meta... perché chiamare la polizia, mah???"

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Credo che i Lupi siano fuori di testa/fondamentalisti che non badano solo agli aspetti pratici... ma del fumetto ho letto solo i primi numeri, quindi potrei sbagliare...

      Elimina
    2. Anche io ho letto solo i primi numeri ma [ROVINATORE]...


      ... mi hanno spiegato che i Lupi sono in sostanza una milizia che taglieggia varie comunità fornendo in cambio protezione contro gli zombi. In pratica gli chiedono il "pizzo" ma massacrano le orede e i vaganti che arrivano nella zona, obbiettivamente meglio della serie tv.

      Elimina
  9. All'inizio guardavo TWD perché mi piaceva.
    Poi ho iniziato a guardarlo per farmi due risate con gli amici davanti a qualche birra.
    Ora non so proprio perché continuo.

    RispondiElimina
  10. Cioè volete darmi ad intendere che Glen non sarebbe morto? Avete veramente voglia di rovinarmi la giornata, dite la verità. :/

    RispondiElimina
  11. Scusate eh, ma.. "oh gente questo the walking dead fa proprio cagare, una mimmata dietro l'altra, mio dio" e poi comunque vi guardate tutte le puntate una dopo l'altra di tutte le 6 stagioni. non capisco, è una forma di masochismo?

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Un pò di masochismo c'è sempre in chi segue serial pluriennali. In questo caso è lo stesso fenomeno per cui (ad esempio) leggi l'Uormo Ragno per anni e continui anche negli anni 90 tra cloni e simbionti e cloni perchè in fondo pensi/speri "ok, questo è il fondo, adesso migliora. Vero che migliora ? " .

      Elimina
  12. La vecchia rugosa/inquietante/uomaragna in ogni fotROTFL

    RispondiElimina
  13. Ho smesso alla seconda/terza serie, non ricordo più, di guardare TWD... Ma non ho mai smesso di leggere qua i riassuntoni, anzi li aspetto con gioia!
    Per altro da lettrice del fumetto, mi sento molto male a leggere alcune trovate, roba da picchiarmi sui denti forte da sola.

    SPOILERINO

    La morte di Glenn probabilmente non vera per altro, mi è stata raccontata da mia sorella che ancora ci prova e volevo tagliarmi le vene.
    Sopratutto quando nel fumetto la morte di Glenn è un evento di un angosciante che mi sentivo male a leggere quelle pagine, è spaventosa, è desolantemente triste.



    Continuerò con i riassuntoni per ridere ed evito di guardarla!

    RispondiElimina
  14. Doc, Bojack Horseman é una figata. Il problema.sta che inizia ad essere belo.solo dal sesto episodio in poi. Per me la sorpesa dell'anno

    RispondiElimina
  15. Personalmente sono impantanato esattamente in mezzo alla S5. Sto raccogliendo le forze per andare avanti, ma il tempo disponibile è quello che è.

    RispondiElimina
  16. Abbandonata stagioni fa, ogni tanto mi torna su la scimmia ma basta darle uno scossone e ricade subito.

    E pensare che questi adesso Negan te lo piazzano eh... e lo fanno pure interpretare a Jeffrey Dean Morgan... ma io non ci casco (forse...)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Per Negan ci voleva Henry Rollins.

      Elimina
  17. Guardala dal lato positivo: è una serie che ti fa recuperare un po' di sonno arretrato.

    RispondiElimina
  18. Il problema di questa serie? Il fatto che ormai la guardo per inerzia. Quasi fosse una relazione con una ragazza, magari pure carina, ma che ti sembrava meglio quando ancora non usciva con te. Dopo anni in cui si sta insieme non frega più nulla di come va, la si mette di sottofondo nella vita mentre si fa tutt'altro, poi quando finalmente si ha lo scatto d'orgoglio, si dice "al diavolo, la mollo!" ecco che si presenta in lingerie succinta, sussurra qualcosa all'orecchio che il rumore della giugulare che pompa sangue al secondo cervello non ti fa capire, e si prende la decisione di rimanere con lei... peccato che la volta dopo sia tutto come prima e la relazione riprenda a trascinarsi.

    Insomma, un modo contorto per dire che nella serie di TWD non succede niente, salvo di solito tre episodi l'anno. Quei tre episodi che, disgraziatamente, costringono lo spettatore ad aspettare ancora... e ancora...

    ... e vediamo come mi rovinano Negan dopo avermi annaquato il Governatore.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. P.s. Dico tre episodi... ma sono comunque generoso...

      Elimina
    2. Poi ti dici "magari c'è di meglio", allora guardi Acquarius e capisci tanto vale andare aventi per inerzia con TWD

      Elimina
  19. Nonostante abbia guardato 4a e 5a serie rendendomi conto delle mimmate e dei dialoghi via via sempre peggiori non mi ero mai davvero annoiato. Ma con la sesta stagione, in particolare con gli ultimi 3 episodi, ho sperimentato noia infinita. Ho proprio sbuffato come un mantice. Tuttavia lo continuerò s guardare, forse per gusto dell'orrido. Boh. Ora il mio obiettivo principale è conoscessero Renata la scimmia annoiata.

    RispondiElimina
  20. Nonostante abbia guardato 4a e 5a serie rendendomi conto delle mimmate e dei dialoghi via via sempre peggiori non mi ero mai davvero annoiato. Ma con la sesta stagione, in particolare con gli ultimi 3 episodi, ho sperimentato noia infinita. Ho proprio sbuffato come un mantice. Tuttavia lo continuerò s guardare, forse per gusto dell'orrido. Boh. Ora il mio obiettivo principale è conoscessero Renata la scimmia annoiata.

    RispondiElimina
  21. Grazie per il riassunto, non sono riuscito a seguire le puntate perchè stavo ridendo dell' acconciatura di Carl che è troppo uguale a quella del Big Jim 004.

    RispondiElimina
  22. [SEMISPOILER]

    Premesso che la succitata scena della morte di Rita Pavone è stata di gran lunga la più ROTFL dell'ultimo episodio, non sottovaluterei nemmeno il momento in cui Daryl fa una fatica tremenda a tirare fuori la balestra dal borsone, mentre si sta avvicinando uno zombie alla velocità di 2 metri all'ora. Davvero,che pathos...

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Corri Forrest, corri! Ma piano!

      Elimina
    2. Personalmente ho sempre torvato gli zombie lenti più """sensati""" ("") rispetto a quelli rapidissimi, però in scene come questa la sensazione di pericolo è talmente bassa che sembrano parodistiche.
      Che poi non capisco perchè in alcuni momenti pare che i vaganti si possano uccidere a sputazzi, mentre in altre sembrando indistruttibili. Mah.

      Elimina
  23. Un tempo lo guardavo con grande attenzione per non perdermi neppure un momento o una battuta...ormai lo tengo solo di compagnia mentre cazzeggio con lo smartphone :(

    RispondiElimina
  24. Sai chi fa di cognome Summers? Buffy! ;-)

    RispondiElimina
  25. Io ancora me lo guardo volentieri!
    Ormai ho capito il livello generale del racconto e non mi rammarico più del fatto che poteva essere un capolavoro. Me lo godo per come è.
    E mi sono anche divertito più in questa stagione che nelle precedenti.
    Il flashback su Morgan era proprio inutile. Ma questo modo di raccontare un unico evento dal punto di vista di ogni gruppo mi è piaciuto molto. Si scopre un pezzetto alla volta la verità sugli eventi (tipo il clacson da Alessandria).
    L'ultimo episodio si conclude con un messaggio al walkie talkie che ti costringe a sapere cose è successo dall'altra parte nell'episodiosuccessivo. Bello!

    RispondiElimina
  26. A me di Abraham un po' importa... cioè, non proprio di lui ma di Michael Cudlitz che ho conosciuto grazie a Southland, quindi mi piace che ci sia il più possibile anche se non ho ancora capito quando e perché cambiano la tinta ai capelli e ai baffi al personaggio.

    RispondiElimina
  27. Hai ragione Doc. Tabitha ci mancherà!! :)
    Negan non so se lo hai saputo ma lo interpreterà Jeffrey Dean Morgan, il Comico di Watchmen, direi che come attore non è male e potrebbe dare spessore al personaggio, ma più che altro dobbiamo sperare nella scimmia Renata.
    In tema serie ho visto la seconda e terza puntata di Ash vs Evil Dead e direi che si procede in stile Raimi e ci si diverte.

    RispondiElimina
  28. Ok

    posso posso saltare tutto fino alla 7

    Però pensavo che Rick si fosse tagliato con il coltello che spuntava dalla bocca dello zompo, non che fosse stato morso

    RispondiElimina
  29. TWD è ormai diventata quello che anni fa era Lost. Si inizia a guardarla perché al principio è una bella serie, poi vive di rendita e il pubblico la segue per inerzia o, come nel mio caso, per parlare delle mimmate della settimana o come cura all'insonnia. A volte ci scappa anche qualche episodio decente (anche se in questa stagione non se ne sono ancora visti), ma presto ti torna in mente che in giro ci sono almeno una decina di serie coi controcazzi ben più meritevoli di passarci del tempo a seguirle. E quest'anno abbiamo assistito a Mr Robot, Daredevil, Leftovers che pur non spiegando una ceppa presenta una seconda stagione che è una vera perla. Poi giusto in questi giorni mi sto guardando Jessica Jones (mi sono sparato 11 episodi in 3 giorni, sia benedetto Netflix!), che è un'altra serie imperdibile. Ci sono un sacco di ammiccamenti per i Marvel zombie come in Agents of P.I.P.P.E., ma ha anche una trama ben costruita e adulta come Daredevil. Rispettando abbastanza la miniserie originale di Alias.

    RispondiElimina
  30. Torno da una settimana di ferie e guarda che arretrati di spessore mi ritrovo tra i post! XD

    RispondiElimina

I commenti anonimi vengono eliminati dai filtri antispam e, nel caso superino i filtri, irrisi ed eliminati uguale: non usateli.

Related Posts with Thumbnails