lunedì 30 novembre 2015

62

I cavalieri pezzenti di Morgana (Saintini, figli di un'Atena minore - 5)

La sacra tecnica del Nascondismo
Nuovo appuntamento con Saintini, la rubrica sui Cavalieri dello Zodiaco campioni di figurimmè. Se pensavate che fossero pezzenti Docrates dell'Idra Maschio, Damian del Corvo o gli altri tizi delle puntate precedenti, beh, qui stiamo per esplorare tutto un altro universo di pezzenteria. Scendono in campo tre Cavalieri che non si sa manco bene di cosa siano Cavalieri. Se c'abbiano o meno una costellazione alle spalle. Se le loro armature siano in realtà delle tute da lavoro comprate al lidl coi saldi. La classe operaia di Saint Seiya, i turbominchioni che rispondono (in ritardo) al nome di Cavalieri di Morgana. Tenetevi. Tenetevi forte [...]
Episodio 18 della serie, "La regina degli inganni". Dopo il fallimento di Docrates, Gigas è a un passo dal venire inchiappettato dal Grande Sacerdote. Prospettiva tutt’altro che felice, visto che quest'ultimo non lo chiamano Grande per niente. L’uomo con l’occhio finto alla Di Marzio Senior chiede allora consiglio a Tisifone, la quale risponde: “Ci vorrebbe una donna”. “Non mi interessano i tuoi gusti LGBT”. “Coglione, ci vorrebbe una donna per rubare quel cacchio di elmo della sacra armatura”.
La donna in questione è “al confino nei Caraibi”, viene fuori, laddove per “Caraibi” si intende “il castello di Neuschwanstein trasferito a casa del draghetto Grisù e di suo padre”.
Il suo nome è Morgana (Geist), e mentre legge la raccomandata per la convocazione dell’assemblea condominiale, possiamo scorgere il tratto caratteristico della sua armatura viola villanzone, 
la maschera alla Suarez. Agli ordini di Morgana ci sono tre cavalieri che non si è mai capito bene a) se fossero davvero dei cavalieri e in tal caso b) a quale diavolo di costellazione facessero capo. Tre cuglie di un certo livello protagonisti assoluti di questa puntata di Saintini:
Serpente di Mare (Sea Serpent),
Delfino (Dolphin),
e Medusa (Kuragge). Uno più brutto e pezzente dell’altro. Manca il quarto cavaliere subbbbacquo di Morgana, Minchia di Mare, perché è il suo giorno libero.
Come riscaldamento, i tre tarzanelli marini attaccano una nave militare, terrorizzando l’equipaggio con i loro costumi dimmerda,
giocando a bocce coi missili
facendo esplodere tutto il fattappost. Questo e altri attacchi simili portati alle navi della zona sono un gigantesco amo calato per far abboccare Lady Isabel. La giovane donna tutta d’un pezzo sadico, nella sua villa in corso di ristrutturazione dopo la scorribanda di Docrates, sta guardando la TV. Le mostrano le immagini delle navi distrutte ai Caraibi e le dicono che magari c’è dietro Morgana, bisogna fare qualcosa.
“Sticazzi”, risponde Lady Isabel. “Ma come, sua frigidità, e la giustizia? L’equilibrio del mondo?” “Fregaunafava”.
Poi però le fanno notare che ANCHE UNA PETROLIERA DELLA SUA AZIENDA si trova là. (No, giuri, è davvero così)
“PRESTO, DOBBIAMO FARE QUALCOSA! Per la libertà, la giustizia, quelle robe lì!”.
Con la bieca scusa del disastro ecologico da scongiurare, Lady Isabella manda i suoi cavalieri a trattare con i tizi di Morgana, che vogliono in cambio l’elmo della sacra armatura.
“Nonno, aiutami, ti prego”, dice quindi la campionessa mondiale di scaricabarile, guardando il ritratto del nonno in cerca di assoluzione. “Chitemmù”, le risponde il nonno, “cioè io”.
Pegasus, Sirio, Crystal e Andromeda raggiungono i Caraibi in elicottero (praticissimo), che poi uno si chiede perché non l’abbiano usato pure nella saga del santuario o ad Asgard per evitarsi tutte quelle scale, ma vabbè, un elicottero consuma, qui giusto perché c’era da salvare la petroliera.
Arrivano sulla nave e parte la sfida con i Cavalieri di Morgana, che c’hanno questo look talmente da scappati di casa, che al posto delle armature gli hanno rifilato delle tutine con i colori buttati a ca*zo, da fermenti lattici vivi in una pubblicità dello yogurt che fa cagare. E infatti.
Pegasus si fa avanti e sceglie porta. Quegli altri palla.
Per l’incolumità dei passeggeri, minacciati da una bomba, Sirio, Andromeda e Crystal sono costretti a incatenarsi e mettersi in ginocchio, mentre Pegasus deve affrontare da solo Serpente di Mare e Delfino.
Il problema è che il primo si è furbescamente cosparso la tuta di sugna, e così i pugni scivolano via.
L’attacco sugnocombinato dei due sgherri di Morgana sembra avere effetto e Pegasus viene messo sotto. Tutti i passeggeri fanno il tifo per i rapitori, per la sindrome di stoccolma, mentre Sirio, Crystal e Andromeda pure, per la sindrome di mo’comandamiquestafavastronzo.
Dopo averlo fatto gonfiare come una zampogna, Andromeda stende con le catene il terzo minchione giù nella stiva con l’esplosivo. I tre possono quindi liberarsi e accerchiare Serpente di Mare e Delfino. Ci sparano addosso i loro colpi bigbanghi, stendendoli. Sembra tutto a posto,
ma un fulmine fucsia squarcia il cielo. Minchia Barbie!, dicono tutti, pensando alla malvagia divinità sumera bionda. Ma attenzione:
i cavalieri di Atena vedono apparire la bandiera di Capitan Harlock in negativo,
e poi la petroliera viene circondata da, uh, una quarantina di galeoni.
La nave viene cannoneggiata e decine e decine di pirati vestiti come casalinghe disperate a un corso di zoomba si lanciano all’arrembaggio. Ma son solo fantasmi e ombre, un banalissimo trucco giucascasello. I bronzini di Atena, esattamente come faranno per le frecce di Betelgeuse in seguito, se la bevono con tutto il bicchiere. Così i tre minchioni marini afferrano l’elmo e si danno. “Fermi!”, grida Pegasus.
E se ne vanno, su un velocissimo GALEONE VERO,
cazziati a sangue da Morgana. È stata lei a salvarli, grazie al suo potere di far apparire un galeone quando vuole
Pegasus e compagni si sono fatti fregare da un tizio con una scodella in testa e altri due con i costumi di carnevale comprati al lidl. Grandi. Disperato, Seiya il capoclasse chiede alla costellazione di Pegasus di indicargli la via per inseguire quei tizi. La costellazione, come sempre, viene in suo aiuto:
La puntata 19, "L'isola di Morgana", si apre con Lady Isabel e Mylock che partono anche loro per i Caraibi, però a bordo di un harrier, perché l’elicottero è da barboni.
La giovine e il suo sadico maggiordomo, nemico giurato del Telefono Azzurro, raggiungono la petroliera, dove Pegasus e gli altri, affranti per lo smacco subito e prontissimi a lanciarsi all’inseguimento del, uh, galeone, si sono messi comodi e cantano le canzoni di Battisti rollandosi le canne.
Mylock, comprensibilmente, prova a incularseli a sangue. A proposito della qual cosa, sul ponte ci sono solo Pegasus, Crystal e Sirio. Andromeda è sottocoperta, dice che, uh, "l’hanno ferito". Un mozzo con due baffoni da sparviero gli ha rubato il cuore.
Poi Lady Isabel butta in mare un anello, la collana e i bracciali, così, per fare la radical chic della minchia. La vecchia di Titanic, si scoprirà in seguito, era lei. Isabella si spara l’enorme posa del “le vostre vite sono più preziose di qualunque ricchezza”. Che detto dalla leader di un’organizzazione che ha fatto subire a un gruppo di ragazzini violenze di ogni tipo suona un po’ come Hitler fan di John Lennon.
Anche se, nel suo bassismo carismatico, non dice nulla, a Crystal viene in mente quel vecchio adagio russo sulle terga altrui donate con prodigalità.
E poi si guardano tutti le puntate di Colpo Grosso videoregistrate di nascosto.
Morgana e i suoi hanno un covo sull’isola dei pirati, per esigenze antispionaggio avente la forma di un enorme teschio. Pegasus e il resto della banda vengono portati fin lì in elicottero,
e Morgana li accoglie con il suo terribile colpo dell’evidenziatore fucsia da stronza leccaculo dei professori che non passa i compiti in classe. L’elicottero precipita in acqua e i cavalieri vengono attaccati da un enorme serpente marino. In realtà si tratta… di Serpente di Mare, che c’ha questo potere alla Manimal! Va’ che plot twist.
Serpente di Mare, parente di Franco di Mare quello di Uno Mattina, c’ha anche questo secondo potere, camminare sull’acqua. Già visto duemila anni fa, #OLD. Ovviamente, trattandosi del supplente di Minchia di Mare, viene steso in dieci secondi netti:
Crystal gli ghiaccia un pezzetto di mare, quello ci lascia gli incisivi, arriva Pegasus a fare il solito gallo sulla munnezza, fulmine di Pegasiello sul nemico già inerme. E ciaone. 
Mentre stanno dando la scalata alla rocca di Morgana, i cavalieri vengono raggiunti però da un pericolo letale: zanzare. Sirio, che non c’ha dietro uno zampirone cinese  semitossico come al solito, è sconvolto. In qualche modo, pieni di bozzi, arrivano in cima,
e lì trovano Delfino Curioso, della costellazione del Galak, che al PRIMO attacco di Sirio finisce giù per il burrone.
“DILETTANTE DIMMERDA!”, gli urla Pegasus, indispettito per la concorrenza.
Ma queste PROVE DURISSIME stanno avendo la meglio anche sui Cavalieri. Fiaccato dalla scalata (dove non ha fatto una mazza, li ha portati su la catena di Andromeda) e dalle zanzare, Crystal si accascia al suolo. Poco dopo è il turno di Sirio, sconfitto da dei temibili pipistrelli. Pegasus e Andromeda proseguono, temendo già di dover affrontare gufi, tupinari, minolli della notte, forbicine da armadio di legno o talpe assassine.
Ad aspettarli, però, c’è solo il terzo minchione, Medusa. “Attaccatevi a ‘sto tronco”, li irride il finto cavaliere col lampadario in testa. “Oh, sì!”, risponde Andromeda.
Brutto di un brutto che non si spiega, con un guanto da cucina gonfio sull’elmo, Medusa prova a strangolare Pegasus. Grazie al diversivo offerto da Andromeda, Pegasiello può però stenderlo con il suo fulmine,
che gli scassa tutta l’armatura e gli porta via pure un testicolo. Anche questo tizio è andato giù al primo colpo. Una manica di minchie di rara potenza. E il loro capo, Morgana?
Nello scontro finale, sfida Pegasus a “Dov’è?”. Ma quello purtroppo indovina e lei perde.
Sconfitta e privata della maschera (grazie a una capata dell’elmo della sacra armatura, scocciatosi di dover star lì ad aspettare quell’imbracchiato del protagonista),
Morgana può confessare, un istante prima di morire, cosa la lega a Tisifone e alla Grecia. “Siamo state… in vacanza… a Santorini nell’86. Abbiamo comprato un sacco di creme doposole e c'era uno di Sassari che c'aveva un coso en...”. E muore.
Naturalmente, uscito di lì e riunitosi ai suoi compagni, Pegasus SI BULLA di aver sconfitto la nemica tutto da solo,
e lì l’elmo della sacra armatura gli sputa.
E no, niente, qua nella scala Orion siamo ai numeri negativi. Le armature dei tre tizi di Morgana non sono manco armature e di questi poveri idioti non si salva nulla. Lo zero assoluto, anche se questi per fortuna non fanno canzoni dimmerda. 

62 commenti:

  1. Se non fosse stato per i dentini ed il pacchianesimo imperante ( castello di Dracula sulla isola a teschio dei pirati ,roba da battaglie di soldatini Atlantic, mancavano solo i gladiatori cowboy) non sarebbe stata male. I poveri 3 ,invece....

    RispondiElimina
  2. Le varie discussioni sui Cavalieri dello Zodiacoparlano di Ghost Saint, cavalieri che al pari di quelli neri, hanno perso la dignità (e vorrei vedere, con quelle armature) e sono considerati degli outsider a tutti gli effetti. Alcuni tendono comunque associarli a delle costellazioni (serpente/varano/poppa della nave Argo; il serpente coda; il delfino; la caravella di Eridano) in maniera forzata. L'idea generale degli studiosi di questo inutile argomento (che penso ormai avrà aperto anche un master universitario) è che probabilmente tra le schiere di atena esistano altri cavalieri oltre alle tre tipologie standard in grado di combattere con un buon cosmo anche se non così forti da meritarsi un'armatura da raccomandato.

    Va detto che se non altro, i tre pezzenti di Morgana anticipano le "armatutine" viste su Omega di almeno 2 decadi

    RispondiElimina
  3. Ma i cavalieri dello zodiaco era proprio pezzente come serie ahahahah

    RispondiElimina
  4. Erano così pezzenti che lì avevo completamente rimossi, anche guardando le immagini mi ricordo ben poco. Indubbiamente delle merdacce. Docrates aveva una sua dignità e, come sostenevo l'altra volta, non è poi così sfigato ma questi sono inguardabili.
    Probabilmente il peggio che potremo vedere in questa rubrica.

    Come dice lo Zione, nel mondo dei cavalieri, oltre alle tre categorie canoniche ci sono quelli "carne da cannone" che l'armatura non se la sono pigliata o si sono presi quelle tarocche come quelle di questi qua o del Cavaliere della Fiamma.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Sarà un caso che tutti si ricordano la prima scalata al Grande Tempio ma che nessuno vuole ricordarsi di tutta la pezzentitudine venuta prima? Sarà un caso che i Videogame dei Cavalieri glissano clamorosamente TUTTI su questo infelice cappello?

      #noidivojagercrediamocheLOL

      Elimina
    2. Ti dirò, mi ricordo bene Damien, Docrates, i Cavalieri Neri, Argol e l'altro che usava i poteri esp, i Cavalieri d'Acciaio, il Cavalierie della Fiamma, l'altro d'argento del Ragno che combatte con Seiya ma questi proprio no.
      Imho non era poi così pezzente questa parte perché aveva una storia mentre dopo gli scontri diventano si più interessanti ma la trama si appiattisce ripetensosi identica per ogni saga.

      Elimina
    3. Sono d'accordo. Se è vero che dal Grande Tempio in poi gli scontri guadagnano in bellezza e dramma, è anche vero che lo schema diventa ripetitivo.
      Da questo punto di vista forse la parte migliore è proprio quella dei Cavalieri d'Argento, con i suoi assalti improvvisi, in giro per il mondo, con le sue rivelazioni e coi mini-filler come questo (per quanto pezzente) o quello di Demetrios.

      Poi certo, un fotogramma random di Capricorn Vs. Sirio vince a mani bassissime.

      Elimina
    4. Ho provato negli anni a riguardarmi la serie più e più volte, con l'intenzione di cominciare dall'inizio-inizio, ma sinceramente dopo qualche puntata di questi avversari di carnevale (cavalieri d'argento compresi) non riuscivo proprio a proseguire, e attaccavo da Beetlegeuse in poi.

      Lo so, lo schema è di una ripetitività mostruosa, e anche per questo le saghe di Asgard e Nettuno le ho sempre trovate debolucce (fatto salvo per il mega scontro finale con Nettuno che continuo a trovare molto bello), ma la lunga scalata al Grande Tempio l'ho amata alla follia da sempre, e per anni è stata IL termine di paragone per i CDZ dal mio punto di vista.

      La saga di HADES è stata, in questo, una bella ventata d'aria fresca.
      Chissà, sarà il Grande Tempio che tira a sé la leggenda ^^

      Elimina
    5. ci si ricorda il grande tempio perchè alla fine della fiera IMHO è la parte più riuscita di tutte, prima un po zoppicava alla maniera classica di kurumada, dopo squadra che vince non si cambia e si è andato avanti a saghe tutte uguali.
      Anche per personaggi uno dei rari esempi in cui tutto era azzeccato

      Elimina
  5. Ridendo come uno scemo in ufficio, durante l'orario di lavoro, ovvio come ovvio che ti becchi un reclamo verbale.
    E infatti.

    Grazie Doc, mi mancavano i Saintini! Oh non c'è storia, i Cavalieri dell'Orcodiaz tirano sempre fuori il meglio da te, avanti così! XD

    RispondiElimina
  6. Sembrano usciti da qualche fumetto americano della silver age.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. La Macchia a questi tre se li beve come un chinotto, diciamolo.

      Elimina
    2. Ma anche Trapster. Ce li vedrei bene però nella Società dei Serpenti.

      Elimina
  7. Doc vado un po' OT, ma continui a vedere il Lupin "italiano"? A me lascia un po' perplesso, sarà anche che mi imbatto sempre in puntate sanmarinesi non particolarmente interessanti o in storie improbabili (iera sera ho visto un pezzetto del finale di stagione - dopo aver saltato 20 episodi - evito spoiler, magari aveva un senso, ma mi ha lasciato un po' perplesso...)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. No, non è una tua impressione, la serie di Lupin "Italiano"fa abbastanza noia, la giacca verde è proprio su un'altro pianeta.

      Elimina
    2. Grazie. Anche se leggiucchiando le trame su wiki la storia ha acquisito un po' più di senso, resto perplesso. E non penso che sia dovuto al maggiore sense of wonder che avevamo una volta...

      Elimina
    3. Nope. Alla dieciqualcosa mi sono scocciato. Boringosa.

      Elimina
    4. Guarda, almeno per quanto riguarda le puntate che ho visto, praticamente Lupin in tutta la serie non fa una mazza se non il coione con una tipa. C'è una puntata dove il protagonista è Zenigata che inizierebbe pure bene, ma finisce così, senza senso, con grande snaturamento dei personaggi. Il sense of wonder non ce lo ridà più nessuno purtroppo, ma ci sono serie come One Punch Man che sanno veramente farsi apprezzare e divertire :)

      Elimina
    5. io con coraggio l'ho vista tutta e debbo dire sta li li con la giacca rossa imho, ambedue niente di che

      Elimina
  8. Doc, mi hai fatto ridere come un matto, grazie di cuore!!!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ne avevo un gran bisogno anch'io, alla fine di questa settimana.

      Elimina
    2. A tal proposito, Doc, ti (s)consiglio la visione di The Good Dinosaur (il Viaggio di Arlo non si può sentire, sorry).
      Un film che nella modalità due (quella del Re Leone, per intenderci) commuove non poco.
      Per il resto, siamo tutti accanto a te.

      Elimina
  9. Sto aspettando una scheda su Loto, Pavone, Reda e Salzius!!

    RispondiElimina
  10. La cosa che mi lascia più perplesso di questi episodi è che Seiya uccide senza remore Morgana, mentre per tutto il resto della saga si rifiuta anche solo di combattere con le donne. Tra l'altro sembrava che Morgana e Tisifone fossero sorelle o comunque amiche molto strette, infatti al successivo incontro la verde crinita vuole vendicarne l'uccisione, ma poi in discorso cade nel nulla. Uno spin-off decisamente mal pensato...

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Il rapporto tra Tisifone e Morgana non viene in effetti mai chiarito. Hanno lo stesso colpo, il che fa percepire che sicuramente si sono allenate insieme oppure una è la maestra dell'altra (visto le confusioni di età tra i saint è auspicabile che un rapporto mastra allieva). Poi Morgana se non sbaglio nutre astio nei confronti di Raccomandatosus perchè inculatore di armature del Grande Tempio, il quale tra l'altro le risponde "ma io sono Giapponese" fingendo di non capire cosa sia S. Gennaro...

      Elimina
    2. come tutti i fillerla trama e i personaggi sono davvero insulsi e buttati li, anche piu del solito kurumadiano ;)

      Elimina
    3. Esatto. I personaggi di questa puntata di saintini non sono presenti nel manga, non sono canon, quindi è inutile farsi pippe mentali su costellazioni, parentame o similari... se ne fanno già troppe con i personaggi canon, figuriamoci.

      La cosa divertente è che il recente Saintia Sho ha introdotto una versione ufficiale della cloth del Delfino... che però è un'armatura, e non una tutina di gomma.

      Elimina
    4. Esatto. I personaggi di questa puntata di saintini non sono presenti nel manga, non sono canon, quindi è inutile farsi pippe mentali su costellazioni, parentame o similari... se ne fanno già troppe con i personaggi canon, figuriamoci.

      La cosa divertente è che il recente Saintia Sho ha introdotto una versione ufficiale della cloth del Delfino... che però è un'armatura, e non una tutina di gomma.

      Elimina
    5. Infatti è una boiata assurda sta puntata :D

      Elimina
  11. Con la citazione di Galeone, hai vinto un titulo😂

    RispondiElimina
  12. hahaha migliore puntata di Saintini ever! sinceramente nonostante il tasso di sfiga dei saintini in generale, tutta la parte antecedente le dodici case mi piace molto... anche perchè inserisce i Saint in un contesto "reale" che dalle dodici case in poi va a perdersi, oltre a risultare più vario. Tra l'altro queste sono le prime due pentate che abbia mai visto dei cavalieri al tempo della loro prima messa in onda su Odeon quindi sono legato un pò sentimentalmente a 'sti tre sfigati ;) detto questo, quando Seiya tolse l'elmo a Geist ricordo che pensai "ammazza che pheega, non l'avrei mai detto!",

    RispondiElimina
    Risposte
    1. tutta la parte antecedente le dodici case mi piace molto... anche perchè inserisce i Saint in un contesto "reale" che dalle dodici case in poi va a perdersi,

      Mi hai rubato il post, giuro! Volevo scrivere la stessa cosa. Apprezzavo molto l'aggancio al reale dei "primissimi" CdZ, con l'ambientazione contemporanea e i protagonisti che giocavano coi bambini, suonavano la chitarra, andavano in auto... Dal Grande Tempio in poi tutto diventa cristallizzato e fuori tempo, quasi totalmente avulso da qualsiasi realtà terrena. Più epico ma meno "vicino" allo spettatore, imho.

      Sono certa di non avere mai visto la puntata in cui i tre tizi Di Mare vengono introdotti, ma ricordo la puntata sull'isola di Morgana e lo svelamento del suo (bellissimo) viso. Mi ero fatta un sacco di film in testa sulla questione delle sacerdotesse guerriere, di Tisifone, Morgana, ecc. Come concetto mi pareva appassionante. Peccato sia stato lasciato cadere nel nulla o quasi, poi.

      E a proposito di donne guerriere nell'universo dei CdZ, qualcuno sta leggendo "Saintia Sho" della Planet, per caso? :)

      Elimina
  13. Il classico personaggio che alla prima apparizione, marò... i tre cavalieri sono inguardabili, ma lei almeno sarà una cattiva decente, no...? No.

    Peccato che a me a livello di meo look le cavallerizze (???) mascherate, mi garbavan tutte... da Sifilide a Castigliona...

    RispondiElimina
  14. Ma poi, com'è che nella serie si parla di 88 costellazioni e relative armature che esistono "dai tempi del mito"...

    ...quando un tot di costellazioni sono state codificate in pieno illuminismo?

    La costellazione dell' orologio o del compasso e della macchina pneumatica (!) hanno un qualche problema a suonare mitologiche, o sono io? XD

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Beh dai il Cavaliere della Macchina Pneumatica mi sa proprio di mitologia arcaica :-)
      Non riuscirei neanche ad immaginare la sua armatura

      Elimina
    2. E il suo colpo segreto quale sarebbe? Enlarge your pen... Ehm, coff... :D

      Elimina
    3. Cavaliere steampunk :-D

      Elimina
    4. @Mattia: pensa che in origine le costellazioni dello zodiaco erano solo 11: la Bilancia, (che, se ci fai caso, è l'unico oggetto inanimato nello Zodiaco) è stata aggiunta più tardi, togliendo spazio allo Scorpione.

      E solo in tempi recenti, l'Ofiuco ha iniziato ad intercettare l'eclittica...

      Elimina
    5. @Mattia: pensa che in origine le costellazioni dello zodiaco erano solo 11: la Bilancia, (che, se ci fai caso, è l'unico oggetto inanimato nello Zodiaco) è stata aggiunta più tardi, togliendo spazio allo Scorpione.

      E solo in tempi recenti, l'Ofiuco ha iniziato ad intercettare l'eclittica...

      Elimina
    6. @Gufo: questa non la sapevo! Grazie dell'info! :)
      Non so perché, ma davo per scontato che le 12 costellazioni sull'eclittica fossero tutte "antiche" allo stesso modo.

      @Sith_Lord e @Medio: un Cavaliere un po' steampunk (magari con un'armatura a forma di eolipila così torniamo in Grecia e nel passato?) sarebbe anche interessante... di sicuro non sarà peggio dei Cavalieri D'Acciaio. XD

      Elimina
  15. Vedo che hai riacquistato i tuoi poteri dopo la disavventura Doc!
    Bene! I tre tizi sfigatelli un po' me li ricordo,soprattutto il cappello a capocchia di medusa mi è rimasto in mente.
    Per il resto sono d'accordo con la valutazione,voto sotto zero per quei tre(4 con la tipa)
    Aspetto altri Santini con trepidazione

    RispondiElimina
  16. Sono quasi sicura di non aver mai visto queste due puntate! Una cattiva chiamata Morgana me la ricorderei sicuramente! (Considerando che Seles mi è rimasta in memoria anche se non sono più riuscita a ribeccare la puntata della prova di Andromeda).
    Per quanto riguarda il discorso delle prime puntate, mi piacevano molto quelle dei cavalieri neri: quant'era bella la scena in cui Sirio praticava un salasso a mani nude al raccomandato della fungia? :D

    RispondiElimina
  17. E c'è gente che all'epoca mi dava dello sfigato perchè trovavo iCavalieri dello Zodiaco una boiata.....

    RispondiElimina
  18. Mai viste queste puntate ma oltre ad essere la fiera dell'inutilitá (come tutte le altre saghe-filler dei cavalieri) non ci si sono nemmeno impegnati troppo. Armatura? Costellazione? Sticazzi, diamogli il nome di creature marine, una tutina di acetato e tanti saluti. L'isola a forma di teschio dei pirati sembra una di quelle trovate alla avventure di zio Paperone (con tutto il rispetto che nutro per quelle storie), il castello di Dracula... non so, é come se gli fossero avanzate delle idee per storie mai sviluppate e le avessero infilate a forza in quest'episodio. Lo stesso nome del villanzone di turno (Morgana) é estraneo all'ambientazione caraibica, se escludiamo l'assonanza col rum Captain Morgan.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. beh Morgana era il nome del pessimo adattamento italiano... in origine si chiama Geist (che poi non c'entra niente lo stesso ma è per dire..). Il nome italiano glielo avranno dato perchè in un certo senso era una "maga".
      Comunque secondo me non bisogna cercare il pelo nell'uovo.. a parte la natura filler della cosa, è possibile che alcuni sgherri non fossero legati a una costellazione ma semplicemente guerrieri ben allenati legati a un totem (vedi anche cavaliere della fiamma), altrimenti dovremmo chiederci perchè il maestro di Ikki possa insegnare a un bronze saint senza avere manco una armatura o perchè Peyton (il secondo primo ministro) possa combattere alla pari con Shaina (che è un silver saint).verso la fine della serie....

      Elimina
  19. Strabbravo! Mi piace un sacco bello, questa rubrica, anche se l'outing di Medusa e la Grecia che erano solamente
    lei e Tisifone sopra un'isola deserta insomma tipo c'hai presente
    2 Km di spiaggia tutta vuota, dormivano in un capanno in riva al mare ed ogni sera i pescatori li portavano del pesce, sembra Rapput

    RispondiElimina
    Risposte
    1. che poi io pensavo Ma che cazzo

      tutti quelli che ritornan dalla Grecia

      sono stati sopra un'isola deserta

      tipo ci ho presente due chilometri di spiaggia vuota

      col capanno e i pescatori

      ma contando tutti quelli che mi dicono sta cosa

      io mi chiedo quante cazzo di isolacce

      deve averci questa merda di una Grecia?

      Elimina
    2. Il suo meglio.
      Questo e il monologo sulla famiglia disfunzionale Disney XD

      Elimina
  20. Lo avevo piacevolmente dimenticato... E ci sarà un motivo!

    RispondiElimina
  21. A "con un guanto da cucina gonfio sull’elmo" credevo di morire.

    Memorabile comunque lo scontro con Morgana, dato che il "CAVALIERE" del cavallo che vola, molto cavallerescamente la saccagna di fulmini di pegasus alle spalle.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. poi se non sbaglio lei gli tira addosso l'armatura (giuro!!!)

      Elimina
  22. Io a questi qui non li ho mai sopportati eppure mi stai facendo ridere che quasi quasi li cerco e mi vedo qualche puntata :)

    RispondiElimina
  23. Non dimentichiamoci lo straordinario nome di quella particolare specie di zanzara: il famoso "ragno delle rocce"...

    RispondiElimina
  24. Questo commento è stato eliminato dall'autore.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Il VALOROSISSIMO e NOBILE Pegasus che si incazza a morte perchè Ioria del Leone colpisce Tisifone (per sbaglio) facendogli la ramanzina "CHE CAVALIERE SEI CHE COLPISCI UNA DONNA?" per poi AMMAZZARE A SANGUE FREDDO la povera Morgana che era indifesa a terra dopo la capocciata dell'Elmo.

      La Coerenza dei Fillers :D

      Elimina
  25. A proposito di scotellazioni, Doc lo sapevi di essere del segno dell'Ofiuco? :D

    http://www.rainews.it/dl/rainews/articoli/Ofiuco-il-tredicesimo-segno-Ecco-come-cambiano-i-segni-zodiacali-196fc569-bcd1-4ee4-9598-bd071e898d51.html

    RispondiElimina
  26. Sul 'delfino curioso' sono morta definitivamente! Sei un grandissimo!

    RispondiElimina
  27. Me la ricordo questa fillerata, ma soltanto per quella discreta topolona di Geist. Il fatto che muoia rende queste due puntate ancora più odiose. Che spreco! XD

    RispondiElimina
  28. Quei tre facevano spaccare...però alla fin fine il personaggio di Morgana pure ci stava, era pure una gran topa senza la sua maschera vampiresca.

    RispondiElimina

I commenti anonimi vengono eliminati dai filtri antispam e, nel caso superino i filtri, irrisi ed eliminati uguale: non usateli.

Related Posts with Thumbnails