sabato 31 ottobre 2015

85

Mostri del cinema mostruosamente mostruosi (Saturday night sondaggismo)

Mostri del cinema
Dolcetto o scherzetto? Dolcetto, ché non mangi niente da 15 ore e se non metti qualcosa sotto i denti entro le prossime 0,5 potresti anche averci un calo di zuccheri tale che nessuno canterà mai più Donne dudù per tutto il resto della storia dell'umanità umana. Ma siccome è Allouino, succedono due cose: la prima è che tra un po' ti getti tra la folla della disumanità disumana del sabato di Lucca Comics andtuttoilresto con la maschera del celebre bressler El Doctor Nueva York, la seconda è che nel sondaggismo di questa settimana si parla del mostri del cinematografò: nella fattispecie, del vostro mostro del cinema preferito.
Rileggendo l'incipit di questo post, capisci perché qualcuno ogni tanto si lamenti dello stile incasinato con cui scrivi, mischiando neologismi scemi e citazioni sceme come se non ci fosse un tra poco. Beh, chi muove critiche di questo tipo al blog ha ragione, ma poi è pregato di rimetterle dove stavano prima. Procedendi. Asagaieie. Fischianz. [...]


Per te stravince ovviamente, dopo un combattutissimo match durato mezzo secondo o poco meno, lo xenomorfo di Aliens. Proprio nella versione del secondo film della saga: non la Regina pugilista come Luigi il, ma l'alien medio, il guerriero, il guaglione di fatica. Perché è un mostro mostruosamente bellissimo, che rende esattamente il concetto di macchina di morte stealth e perigliosissima, e perché nessuno è mai riuscito a tirar fuori un mostro fantascienzo più figo
Eeeeefatto. Ora sotto con le vostre scelte, deboscia: qual è il vostro mostro del cinema preferito? UN mostro a testa (UNO, non due o trenta. UNO), un PERCHÉ e se vi scappa pure un PERCOME, niente pulci ai commenti altrui (fatevi i mostri vostri), niente risposte fuori traccia per fare i simpa, niente niente. Chi vuole dimostrare al mondo di essere sveglio quanto un ghiro morto, vergando commenti anonimi che finiranno triturati dai filtri antispam e non saranno mai visti da altro occhio umano, si accomodasse pure. Il tempo che sta buttando dalla finestra del browser è suo, oh. Mano ai pulsantoni e sotto con le risposte, vi si lascia in compagnia della più terrificante canzone sui mostri di tanta paura che fanno tanta paura. Brividi! Raccapriccidimare! Carletti! Settemetrietrentatremi! Draculiniefranchenstain!
 

85 commenti:

  1. l'omino della marshmallow di ghostbusters. avevo i brividi quando lo intravedevo tra i palazzi, ma ero anche attratta e DOVEVO guardare. mi sembrava orribile che un mostro avesse un'aria così ridanciana. e che fosse così enorme. ogni tanto quando passeggiavo in centro pensavo a come sarebbe stato se avessi improvvisamente intravisto quel mostro sbucare tra i palazzi.

    RispondiElimina
  2. Da buon portatore sano di "età ideale allo spavento", non posso che dire Pennywise.
    Sarà stato il clown, sarà stato che poi, ad ogni puntata di Scrubs, il ricordo angoscioso risaliva, sarà quel che sarà, ma vince lui...

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Scusa l'ignoranza, cosa hanno in comune Scrubs e It? A parte John Ritter come guest star

      Elimina
    2. Il doppiatore: Pennywise e Kelso hanno la stessa voce...

      Elimina
  3. Vale Lo Squalo di Spielberg? Non è proprio un mostro, ma fra i cattivi del cinema è quello che mi ha sempre messo più paura.

    RispondiElimina
  4. Ginny Hermione31 ottobre 2015 08:32

    Se vale come mostro scelgo Jack Skeleton di "Nightmare before Christmas", perché è cattivello ma in fondo simpatico, e perché nella versione italiana la voce di Renato Zero lo rende davvero irresistibile (non sono una sorcina, ma la canzoncina ha il suo perché).

    RispondiElimina
  5. Anche per me stravince lo xenomorfo senza pensarci mezzo secondo. Citando Ash: "La sua perfezione strutturale è pari solo alla sua ostilità."

    RispondiElimina
  6. Il Predator, propriamente detto Yautja (al di fuori dei film). Il buon vecchio muso di granchio e' veloce, forte, semi-invisibile, e carico di ogni sorta di armi, tutte molto eleganti, fra dischi trincianti, plasma su spalla, lancia arpioni, artigli etc. E' poi mosso da un particolare senso dell'avventura, che lo porta a cercare solo prede interessanti (come gli xenomorfi).
    Non dimentichiamo, infine, il suo bel faccino, come nella classica scena in cui si toglie il casco nel primo film, e Ahnold non puo' fare a meno di riconoscere la sua avvenenza:
    "You are one ugly motherfucker!"

    RispondiElimina
    Risposte
    1. È il batman dello spazio.
      Non è il mostro di cui abbiamo bisogno.
      È il mosto che ci meritiamo.

      Elimina
  7. Predator a mani basse! Però quello di P2, perché è meravigliosamente bastardo e Figlio di sultana!

    RispondiElimina
  8. Lo Pan di Grosso guaio a Chinatown

    RispondiElimina
  9. Per me, in assoluto, il mutaforma de La Cosa di John Carpenter.... subdolo, meravigliosamente spaventoso e fantasticamente realizzato "a mano" in un'epoca in cui gli effetti digitali erano lontani come il suo pianeta di provenienza...
    Pare che Rob Bottin (special make-up effects) avesse dormito praticamente un anno sul set ed era talmente esausto che a fine riprese il regista avesse dovuto accompagnarlo personalmente in ospedale...


    pf Doc: quando Lucca finisce ed hai un secondo di tempo... potresti contattarmi ? Avrei una richiesta personale da farti ma non riesco a trovare il tuo indirizzo,,, Grazie mille...

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Colonna di destra, in basso. Un "click" sulla bustina azzurra accanto ai contatori. Di solito il Doc risponde in giornata ed è di una cordialità ultraterrena, tra l'altro! :)

      Elimina
  10. Citando (credo) Dario Argento: l'infanzia è il luogo dove nascono le nostre paure. Il problema è che da piccolo i film “de paura” non li guardi. E infatti i film che mi hanno più terrorizzato da piccolo horror non erano, ma ne avevano gli effetti speciali: Ghostbusters, Piramide di Paura, Darkman, Indiana Jones e il Tempio Maledetto ecc.
    Tuttavia i mostri li conoscevamo per sentito dire o per i trailer. Quindi direi che, dopo una dura lotta con Freddy Krueger (mio cugino più grande se la faceva addosso), vince il Pennywise di It. Il perché? Beh, il film l'avrei visto tardi e solo allora avrei scoperto che si trattava solo di un ragnone di gomma gigante XD.
    Però credo c'entri anche la colurofobia, perché m'inquietava anche il Joker di Jack Nicholson ("Wait till they get a load off me" )

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Infattamente, io mi impressionai a morte con "ET", per dire...

      Altro che occhi dolci ed aspetto puccetoso. Kill it! KILL IT WITH FIRE!!! :D

      Elimina
  11. Per me c'è una sola risposta, ovvero il re dei mostri giapponesi: Godzilla, sia come tutona di gomma che come creatura gigantesca e corpulenta del film dell'anno scorso. Perchè non solo Godzilla incarna tante inquietudini di ieri e di oggi, ma perchè vederlo devastare Tokio con l'atomic breath ripetutamente non stanca mai.

    RispondiElimina
  12. Freddie, tutta la vita.
    È stato il personaggio che più di tutti mi ha trasmesso la scimmia per il cinema e la letteratura horror.

    RispondiElimina
  13. Anche per me Pennywise di It... a parte per come lo ha caratterizzato Tim Curry, la prima volta che l'ho visto (solo i primi 10 minuti) avevo 6 anni, me la sono fatta quasi addosso e non ci ho dormito x 3 giorni...
    Comunque anche le trasformazioni di Seth Brundle de La Mosca di Cronenberg non sono male...

    RispondiElimina
  14. Decisamente, la Carrie di Sissy Spacek. Inarrivabile: incubi per un mese abbondante, quand'ero in prima media.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Povera Carrie :((( a me fece innamorare invece

      Elimina
  15. Alien, il primo. Micio, micio, micio. Perché prima di vederlo, lo sentiamo, e lo vediamo dal terrore negli occhi di Jones. Ma anche quando schizza dallo stomaco di Kane, mi ha regalato il primo spavento orrido della mia vita.

    RispondiElimina
  16. Gmork, il lupo nero della storia infinita...

    RispondiElimina
  17. Pennywise senza dubbio. La tartaruga non può più aiutarci.

    RispondiElimina
  18. Il mostro del "Mostro della Laguna". Ci vado matto, ricordo quando lo vidi ragazzino da un mio amico... Non mi spavento, mi affascinò come non poco.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Favoloso mostro. Affascinante sul serio 😀

      Elimina
  19. Il Penniwise interpretato da Tim Curry mi terrorizza ancora a 35 suonati. Inutile pensare al concierge di "mamma ho perso l'aereo". Anche tu galleggerai Georgie!!!!!

    RispondiElimina
  20. Beh avrei detto anche io l'amabile xenomorfo, ma visto che è già citato nel postone direi di variare...e beh, escludendo i mostri vampirici che poi tanto mostri non sono (il Dracula di Oldman piuttosto che Lestat di Tommasino) direi che per amor di derby spendo il mio gettone sul Predator.

    Che non è poi tanto mostro neppure lui,va detto, è piuttosto un fierissimo e zarrissimo cacciatore dello spazio, ma proprio per questo l'ho sempre visto un po' come il Mark Lenders del survival horror fantascenzio. E tanto basta.

    RispondiElimina
  21. Il Predator, perchè in quanto a mostritudine e implacabilità dice sicuramente la sua.

    RispondiElimina
  22. Risposte
    1. Sadako anche per me.

      Vidi Ringu, Ringu 2 e Ringu 0 in anteprima al Far Est Film Festival di Udine agli albori del 2000 e Sadako ha scalzato gli xenomorfi entrando di prepotenza dei miei incubi.
      L'ho sempre vista come personificazione dell'odio puro e insensato (a differenza di alien, che ha uno scopo). In un sogno lucido mi sono perfino alleato con lo xenomorfo e altri mostri contro Sadako.

      Elimina
  23. Questo commento è stato eliminato dall'autore.

    RispondiElimina
  24. Il più volte citato Pennywise...Ma non è che mi spaventa, mi scatena proprio l'odio! anche ora che stò scrivendo, lo faccio digrignando i denti al pensiero di quanto è bastardo!

    RispondiElimina
  25. Questo commento è stato eliminato dall'autore.

    RispondiElimina
  26. Il buon e vecchio Freddy Krueger : perchè è Freddy Krueger .

    RispondiElimina
  27. Per me lo Xenomorfo vince comunque su tutti. Un organismo che conosce solo l'istinto xeno - di ammazzare (un po' come i dalek ma con un design bellissimo (grazie Giger, sei il genio assoluto) senza saliere campy e con tanto piu' istinto.
    Preferisco pero' di gran lunga la versione "liscia", col guscio senza strisce, anzi in realta' le strisce ci sono ma si intravedono sotto la corazza traslucida (e sul frontale si intravedono anche occhiaie da teschio, che poi era stato progettato proprio cosi').
    Pare che all'inizio pure quelli di Cameron fossero lisci, ma gli attori avevano bisogno di zompare da parete a parete sospesi con dei cavi, e spesso si spaccavano, per cui Cameron disse "vabbe', allora toglieteli".
    ("Vengono fuori dalle fottute pareti!!" ;)

    RispondiElimina
  28. Esce fuori sondaggio Bob di Twin Peaks? alla fine è comunque diretto da un cineasta quale David Lynch
    Mi ha fatto quaquare addosso quando avevo 9 anni mi fa quaquare addosso se lo guardo adesso.

    RispondiElimina
  29. Jason Voorhees , anche se non che mi facesse più di tanto paura ma più che altro volevo che ammazzasse ogni volta il maggior numero di teenager imbecilli !

    RispondiElimina
  30. Jason Voorhees mi è sempre stato simpatico e in realtà a caldo avrei risposto lui , ma giusto per tirare fuori dal cilindro quello che non ti aspetti dico Tenebra di Legend , interpretato dal nostro poliedrico andyserkisantelitteram Tim Curry .
    Da sempre ho sempre ritenuto un opera d'arte quello che hanno fatto col trucco in quel film . Un diavolo di stampo classico ma bellissimo e pauroso allo stesso tempo .

    RispondiElimina
  31. Non ricordo il nome ma le cattive che mi hanno più spaventato da relativamente piccolo sono state le cattive di "Chi ha paura delle streghe" che potevano trasformare le persone in personaggi dei quadri che poi te passati tutta la vita ad invecchiare dentro al quadro. Terrificante.

    RispondiElimina
  32. La Cosa! Mi ha sempre fatto una impressione terribile, vidi il film da abbastanza piccolo e quei fantastici effetti speciali mi terrorizzarono un sacco.

    RispondiElimina
  33. Direi It nella sua forma finale; considerando il mio odio verso i ragni, mi ha sempre provocato astio e fastidio...astidio insomma. Pur nella sua magnifica gommosità che, diciamolo, faceva la sua porchissima figura.

    RispondiElimina
  34. Direi Pazuzu (L'ersorcista), ai tempi la scena in cui girava la testa di 360 gradi mi fece spaventare molto (ero piccino), adesso fa un pò ridere perchè si vede chiaramente che è un animatronico.

    RispondiElimina
  35. Lo xenomorfo è fichissimo, ma lo trovo troppo "di design" per essere terrificante; Freddy, Jason, i Cenobiti, ecc troppo "gommosi" pur essendo mostri iconici.
    Per me la cosa più terrificante del cinematografò è la bambina di "The ring": apparentemente ha l'aspetto di una bimba normale, ma inserita in un contesto inquietante (il pozzo, il bosco...), e poi quel bianco e nero con disturbo video che rendono impossibile capire fino in fondo come sia fatta, quei movimenti scattosi e innaturali, il fatto che sia dentro la televisione ma anche fuori... Basta, mi sto facendo paura da solo.

    Da bambino invece il mio spauracchio cinematografico era Jeff Goldblum. Non "La mosca" di Cronenberg, proprio Goldblum: ero rimasto talmente terrorizzato dal trailer del suddetto film che mi spaventavo ogni volta che lo vedevo, anche ne "Le ragazze della Terra sono facili" (del resto, lì all'inizio era un mostro peloso). Col tempo mi è passata, poi ho visto "Come cani e gatti" (al cinema, don't ask) e ci sono ripiombato...

    RispondiElimina
  36. La Cosa.
    Tra i primi terrori con i vampiri e la passione poi per il genere, senza tralasciare i vari assassini di Dario Argento, malvagità pura che in Profondo Rosso ha avuto il suo momento più alto (la donna uccisa nella villa di campagna, un capolavoro di tensione), accadeva che quasi sempre i cattivi alla fine morissero e quindi ci fosse il riscatto, la vittoria, il bene che trionfa.
    Michael Myers è quello che invece non moriva, il Signore della Morte, lo Spirito delle Streghe, e mi ha segnato molto.
    Ma la Cosa ha un fascino infferrabile, è ognuno di noi, è il male invisibile quanto letale, potentissimo, alieno e inarrestabile non come l'organismo di un killer perfetto, ma come la coscienza nera e totalitaria dell'universo.
    Già la copertina del film (di Carpenter, per quanto già l'originale era fatto molto bene) dice tutto.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Scusa Doc se aggiungo, ma solo per una sorta di completezza, non per cambiare tesi. Da ragazzino ero terrorizzato seguendo le gesta di Doctor Who. Oggi, vabbè, non parliamone nemmeno, ma da ragazzino non riuscivo nemmeno ad andare in bagno per il terrore... e lo facevano in tv su rai 2 alle 18.30 di sera (a quei tempi, parlo di fine anni 70, era un must quasi obbligatorio il telefilm della sera (18,30 circa).... carossello e via...

      Elimina
  37. Il guaglione di Phenomena, una visione insostenibile anche da adulto.

    RispondiElimina
  38. Mi hanno molto impressionato i Kaiju di "Pacific Rim", così come le creature di "The Mist". Queste cose enormi, inarrestabili, totalmente aliene.

    RispondiElimina
  39. Lo squalo de "Lo Squalo", senza il minimo dubbio. QUELLA scena (Ci serve una barca più grossa) mi fa tutt'ora un effetto purgante che le fave di fuca se lo sognano... Il perché è facile: i veri mostri fantascienzi in quanto fantascienzi, non mi hanno mai terrorizzato più di tanto. Avrò forse qualche problemino con la sospensione dell'incredulità cinematografa? Può darsi...
    PS: menzione d'onore comunque per Dio in "I predatori dell'Arca perduta" e Pazuzu dell'Esorcista. Il soprannaturale è altra cosa...

    RispondiElimina
  40. quel fetente del capo degli occulti super sovrani di Howard e il destino del mondo. la delusione alla trasformazione non è niente al confronto del terrore puro che provavo da piccolo (ma piccolo mica tanto) alla vista del mostro che si impossessava del dr Jenning (jeffrey Jones)

    RispondiElimina
  41. i gremlins, o meglio quello col ciuffo bianco per farlo al singolare, li odio quei belinetti saltellanti...

    RispondiElimina
  42. Amy Peterson di Ammazzavampiri. Quella faccia deformata sul finale del film mi terrorizzo' parecchio nel 1986

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Mi associo in pieno. Filmone esagerato! :)

      Elimina
  43. Escludo tutti i killer dei film slasher, da Freddy a Jason... troppo inflazionati, ma in generale troppo sequelazzati/parodiati, sono diventati quasi delle barzellette negl'anni...

    Io dico la Mosca di Cronenberg... non solo l'ho sempre trovato tremendo e ripugnante, ma vedere la trasformazione lenta, graduale di questo personaggio attraverso il film è ciò che mi faceva orrore e repulsione, ma che allo stesso tempo mi teneva incollato allo schermo per vedere quale sarebbe stato lo stadio finale di questa creatura, mutazione genetica perfetta!

    RispondiElimina
  44. Pennywise di IT!
    Perchè dopo aver visto quel film non son più riuscito a restare tranquillo vicino a un clown...

    RispondiElimina
  45. Tra il riscoprimento recente di quel fottuto genio malato di Barker, il fatto che è il mio nickname storico da 10 anni o più e il fatto che ho sempre avuto terrore di vespe e calabroni, non posso che dire... beh, come ho detto è il mio nickname.
    https://earofnewtdotcom.files.wordpress.com/2014/01/candyman-tony-todd.jpg

    RispondiElimina
  46. Mi piacerebbe tanto non risultare scontato e banale, ma in questo caso vince a mani bassissime lo xenomorfo di Aliens.
    Motivazione: "ma sono giapponese!"

    RispondiElimina
  47. Credo che andrò con Jason Voorhees. Va bene Jason Voorhees, sì?
    Non so neanche se parlare di una precisa incarnazione ma se proprio devo scegliere vado con la versione di Parte 7, quella dove compare per la prima volta Kane Hodder.
    Devo dirlo, il Jason di Hodder non mi ha mai terrorizzato, ovviamente mi ha messo spesso una certa inquietudine perché il suo modo di camminare, di muoversi o di respirare affannosamente lo rendevano davvero minaccioso e inquietante.
    Poi va be', che lo dico a fare, la storia del film era quella che era, ma il costume era da inginocchiarsi.
    http://4.bp.blogspot.com/-QrICbZFQ3es/VFJiCvvCSgI/AAAAAAAAJy4/ADk5e_Uua1M/s1600/fridaythe13th7_1.jpg

    RispondiElimina
  48. Il mostro invisibile de "Il Pianeta Proibito". Potenza dei traumi infantili.

    RispondiElimina
  49. So che non è esattamente un mostro, almeno non nella definizione comune ma...

    Il Giudice Morton in "Chi ha incastrato Roger Rabbit"

    Credo che la scena della tenera scarpina affettuosa sciolta viva nella salamoia mentre implora e piange, sia una delle cose più orrende che si possano vedere in un film per altro "per famiglie".

    E anche quando riprende il suo aspetto da cartone, con la vocetta stridula è di un inquietante che pochi hanno confronto!

    RispondiElimina
  50. Questo commento è stato eliminato dall'autore.

    RispondiElimina
  51. Il pagliaccio di Poltergeist che salta addosso al ragazzino quando lo cerca sotto il letto.

    RispondiElimina
  52. Chucky, la bambola assassina. Non dormii per 3 notti dopo aver visto un pezzo del film di nascosto ai miei genitori.

    RispondiElimina
  53. I Gremlins, versione monella ovviamente, perché terrorizzavano veramente mia sorella che mi chiedeva tutte le sere di guardare sotto il letto, nel caso ce ne fosse uno!

    RispondiElimina
  54. Freddy, su tutti. Vidi di nascosto il terzo Nightmare quando ero in seconda elementare e fu il mio incubo per anni. Il problema era che veniva da te quando ti addormentavi, quindi ogni volta che mi stavo per assopire mi immaginavo il suo faccione ghignante a un centimetro dal mio e porca zozza...

    RispondiElimina
  55. Tutta la vita Ghostface, il killer della saga di Scream. Innanzitutto perchè è il mio film preferito, secondo poi perchè a differenza di molti (quasi tutti) i boogeyman dei più famosi film horror (venerdi 13, halloween, nightmare, non aprite quella porta ecc ecc) lui non è un archetipo. Non è un demone, non è immortale, non è un dissennato. Dietro quella maschera si nasconde una persona come un'altra, spesso ragazzi giovani, all'apparenza persone normali che celano una mostruosa verità. Un po' come Bruce Wayne che è se stesso solo quando indossa la maschera di Batman, così per i vari killer che hanno assunto i panni di Ghostface la maschera la indossano per svelare la loro vera natura. Ghostface mette a nudo una verità fondamentale: il male non si annida in un bosco, in un campeggio o una casa stregata. Il male ti siede accanto, non hai bisogno di andartelo a cercare, il male ti trova, sempre e comunque. Potrebbe essere chiunque, il tuo ragazzo, qualcuno dei tuoi amici, tuo fratello, una cugina...

    "no Sid, non dare la colpa al cinema, i film non fanno nascere nuovi pazzi, li fanno solo diventare più creativi" cit.

    "si imparano un sacco di cose a guardare film horror, e tutte le trame parlano di uccidere te!" altra cit.

    RispondiElimina
  56. Alla fine per me il peggiore rimane Freddy, il perfetto uomo nero con una perfetta idea terrorizzante alle spalle: se tiuccide in sogno, tu muori. E chi si addormentava più.
    Secondo Michael Mayers, perchè non ha uno scopo. Uccide e basta.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. e deve anche aver ispirato i fratelli wachowski dato che anche lì, se muori nella matrix, muori nella vita vera.

      Elimina
  57. Adesso mi sfugge il nome del personaggio, ma a me ha sempre messo i brividi la malemorta "seduta" del primo Evil Dead (La Casa), quella che compare più o meno all'improvviso e si siede nella porta del corrodio... gli occhi bianchi, il sorriso innaturale "alla Joker", il fatto che "parli" senza aprire la bocca... inquietante al 100%. Ma poi, Evil Dead è probabilmente la mia serie di film preferita in assoluto (e fra poco mi vedo il primo episodio della serie... tripudio di miccette!).

    RispondiElimina
  58. Sono cresciuto con l'horror (e la fantascienza), e nonostante il mio film preferito di sempre sia Aliens di Cameron, il mio personaggio horror preferito è e sarà sempre il Freddy Krueger di Robert Englund.
    Perché specificare, visto che esiste solo lui?
    Così, per evitare fraintendimenti vergognosi...

    RispondiElimina
  59. Il mio mostro per eccellenza non viene da un film, bensì dalla meravigliosamente meravigliosa serie tv "Doctor Who".
    Si tratta di alcune bambole dall'aspetto terrificante che cantano la canzoncina "tick tock goes the clock" e se ti toccano ti trasformano in un'altra bambola. LA PAURISSIMA.

    Guardate qui e perdonate la qualità video infima: https://youtu.be/X5bZ6S9PaFc

    RispondiElimina
  60. Il feticcio zuni di Trilogia del terrore e relativo seguito!!

    RispondiElimina
  61. Visto che hanno detto praticamente già tutto, per non ripetere concetti triti e ritriti posso senz'altro aggiungere alla lista gli "Angeli Piangenti" di "Doctor Who".

    Per prima cosa, non guarderete mai più una statua con gli stessi occhi. Secondo, il concetto che un cattivone sia pietrificato/impotente finché lo stai guardando è una cosa da diarrea fulminate, perché prima o poi gli occhi li chiudi ed in quel momento non sai se è meglio tenerli serrati o riaprirli davanti all'inevitabile "jumpscare"...

    Ché poi, tra le altre cose, questo genere di "nemico" va alla stragrandissima nel mondo dei videogames, da "Slenderman" a "SCP - Containment Breach", per dire...

    RispondiElimina
  62. Questo commento è stato eliminato dall'autore.

    RispondiElimina
  63. Hai parlato di cinema… ma vedo che alcuni parlano di tv (generalmente del Dottore)… boh, temo di andare off topic… ma il fatto è che niente mi ha terrorizzato quanto il mostro di luce e tentacoli dell'episodio 'il dominio del drago', l'ultimo della prima stagione di Spazio 1999. Era il 1976 quando la trasmisero in Italia, ed avevo dieci anni esatti… l'età perfetta. Quel mostro era oggettivamente spaventoso, pur nella sua semplicità realizzativa: un'orgia di suoni e rumore apparsa dal nulla, nell'angusto ponte di un'astronave, che ipnotizzava le vittime costringendole ad avvicinarglisi, salvo trascinarle con i suoi tentacoli dentro le sue enormi, schifose fauci spalancate… quel che restava del tapino veniva risputato poco dopo ed erano poco più che pezzi anatomici…
    Credo che la censura RAI lo abbia, per fortuna, un po' sottovalutato.
    Rivedendo oggi l'episodio, forse il più bello della serie, non delude affatto. Certo… il 'mostro' fa meno paura, ed i corpi straziati si muovono su binari un po' troppo evidenti, però…

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Noo, quello era il MIO mostro! Ha traumatizzato la mia infanzia visitandomi negli incubi per anni (alternandosi con lo squalo, e in seguito, con lo xeno, che li ha soppiantati entrambi :P)
      Per quell'episodio il commento musicale (l'adagio di Albinoni) era assolutamente perfetto!

      Elimina
  64. indecisisssssssimo...classifica!direi lupo mannaro/freddy/dr.phibes..ma tra 5 minuti avrò già cambiato idea!

    RispondiElimina
  65. Doc, se mai passassi dalla Svizzera, vai a Gruyère (paese dell'omonimo formaggio, ubicato nel Canton Vaud), dove troverai in un ridente e scanzonato paesello di montagna, tipico da cartolina vintaggia, che ha il museo più fuori luogo che si sia mai visto di Mister HR Giger. Qui il sito: www.hrgigermuseum.com

    RispondiElimina
  66. @ Marte
    grazie mille... usando Chrome non mi appariva e sono andato a cercarlo con Firefox....
    ....e scusa se rispondo così ma anche clikkando su "rispondi" non succede nulla... ho un PC fatto un po' troppo a modo suo... :)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Figurati. Per così poco... Ad ogni modo, ti confermo l'originalità del tuo "computer", ché sul mio l'icona della casella postale del dottore si vede pure con "Chrome". Ma a noi i "PC" ci piacciono così. STRANI! :D

      Elimina
  67. @ Anuludemama
    sempre in Svizzera, a Coira c'è "il suo bar"... era un concept che doveva essere realizzato a New York ma poi non se ne fece più nulla... non so chi per lui lo realizzò in quella cittadina ma mi pare che HR abitasse/sia nato proprio da quelle parti... ci sono stato ma purtroppo non è propriamente straordinario... certo: poltrone fantastiche e ambientazione da Giger... se si passa da quelle parti una visita la vale ma altrimenti se devi andare a Coira solo per quello sinceramente non ne vale la pena...

    RispondiElimina
  68. senza nessun dubbio per me vince ad artigli bassi lo xenomorfo di aliens.
    primi anni 90, replica in tv, ancora non guardavo film di terrore e/o horror quindi non ero ancora vaccinato allo spavento, ma mi decido e lo guardo lo stesso.
    non avevo ovviamente visto il primo ma poco mi importava.
    non ho dormito per 3 giorni, e non scherzo.
    mi ha spaventato oltre ogni limite ed è forse per questo che adoro questo film e tutto ciò che è "aliens" .

    RispondiElimina
  69. L anticristo de il presagio ( the omen)

    RispondiElimina
  70. Per chi l'ha visto io quoto il mostro che ruba il respiro de "l'occhio del gatto".. Visto in tenera età non mi ha permesso di dormire per giorni...

    RispondiElimina

I commenti anonimi vengono eliminati dai filtri antispam e, nel caso superino i filtri, irrisi ed eliminati uguale: non usateli.

Related Posts with Thumbnails