sabato 17 ottobre 2015

181

La canzone del magone (Saturday night sondaggismo)

Ok, la settimana scorsa abbiamo fatto gli scemi, si è riso con i video che tengono bella vitale l'isola della stupidera nelle nostre teste. Bene. Oggi vi tocca l'alter ego oscuro di quel sondaggismo, L'impero colpisce ancora di quello Star Wars: si parla delle canzoni da magone istantaneo. Quei brani che, per una ragione o l'altra, vi serrano la gola in una morsa e vi trascinano per le orecchie fino al confine delle lacrime. A volte spingendovi pure più in là. E sì, è un sondaggismo che vi porterà a fare un giro nell'isola volutamente inesplorata della tristezza che noi tutti c'abbiamo dentro. Perché anche quella è importante per far di noi ciò che siamo e bla bla bla. E pure perché non è che si può fare sempre-sempre gli scemi, eh. E allora? Il tuo video del magone, per esempio? [...]

Potresti tirare in ballo dei brani che ti ricordano periodi meno felici, relazioni naufragate in un ciaone, fotocopie sbiadite di un te stesso più giovane e decisamente più pirla. Ma la seduta dall'analista ce l'hai il mercoledì. Perciò la giochi facile-facile e punti tutto sulla sigla di Remì per le ragioni più ovvie del mondo: un cartone già di suo strappalacrime, portato in Italia dalla lobby dei fazzolettini scottex, perdipiù filtrato dalle lenti rosa della nostalgia trentacinque anni dopo. 1-2 e al tappeto, epic win a Magonlandia.
Qual è il vostro video del super magone? E perché? Ricordatevi la motivazione, non facciamo come al solito, e buttateci un link youtubico. Un solo brano a testa. Uno nel senso di uno. Valgono canzoni di qualsiasi tipo, non solo sigle dei cartoni. E visto che ogni santa volta ripeti che i commenti anonimi finiscono nel cestino, che è solo tempo perso, proviamo con un pizzico di psicologia inversa: chi vuole bruciare il proprio tempo scrivendo commenti anonimi che non leggerà mai nessuno, così, per dimostrare di essere uno scappato di casa dell'Internet, è il benvenuto. 

Illustrazione in apertura di Qing Han

181 commenti:

  1. Per me è Sally di Vasco Rossi,tengodurotengoduro,ma ogni volta che arriva al verso "perchè la vita è un brivido che vola via....è tutto un equilibrio...sopra la follia!" mi si aprono le cateratte.Credo di avere l'età ed il percorso di vita giusti ;)

    RispondiElimina
  2. Cieli Neri dei Bluvertigo. Bellissima canzone e video in stop motion struggente

    RispondiElimina
  3. Beh... Ce ne sarebbero di sicuro due o tre... anche nove o dieci candidabili come "canzone del magone", ma per il momento per me è "Amazing Grace" per tanti motivi.

    Il suono di cornamusa è struggente di suo ma mi è rimasta impressa perchè la prima volta l'ho sentita proprio nel film da cui è tratta la clippe linkata qui sopra, quando ancora ero un pischello, Ricardo Montalban lo conoscevo solo come il Signor "Rùrk" e non c'era l'internetto a rovinarmi il magone di quel finale con spoiler selvaggi.

    Già questo mi bastava per darmi il magone dopo le prime tre note, non fosse che quest'anno ho avuto finalmente la possibilità di farmi un viaggio in Normandia e la mattina del 6 giugno, giorno dell'anniversario, ero sulla spiaggia di Omaha Beach ad ascoltare una banda di cornamuse suonare "Amazing Grace".
    Adesso mi basta la nota di attacco per far partire il magone ^^'

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Già, Amazing Grace eseguita da Scotty alla cornamusa, e sì, lo stesso clip che avrei linkato io...

      Elimina
  4. Questo commento è stato eliminato dall'autore.

    RispondiElimina
  5. Dormi dei Subsonica, la voce di Samuel è perfetta per farti venire i brividi ed i ricordi legati ad essa fanno il resto...http://youtu.be/S9LaCmUha4E

    RispondiElimina
  6. Colpo facile per me, dico "Il Carrozzone" di Renato Zero.
    Non sono un sorcino e conosco poco della produzione del Renatone nazionale, ma questa è una delle canzoni più belle che abbia mai sentito in assoluto.
    Contemporaneamente, però ogni volta che 'ascolto mi viene un nodo allo stomaco, quindi sono sempre conteso tra l'ascoltarla tutta o cambiare stazione radio.
    Il motivo del magone credo sia semplice da capire tutta questa parabola della vita che scorre e prima o poi finisce .... sempre con la paura di non averla vissuta fino in fondo. Giuro mi viene il magone anche solo a pensarci.

    RispondiElimina
  7. E' passato un po' di tempo ma la canzone che più che mi da tristezza o meglio malinconia è sicuramente Sing for Absolution dei Muse perché la associo alla morte di persona. Mi fa pensare alle miserie delle vita e quanto possa la vita essere ingiusta ma allo stesso mi strappa un sorriso perché penso a quella persona.

    https://youtu.be/Z4dHMNSwH3k

    RispondiElimina
    Risposte
    1. PS: se il sondaggio avesse riguardato la scena (di un film, anime, serie e simili) che mi ispira più tristezza per me avrebbe vinto facile questa: https://youtu.be/Wa5WX2yYj6Y

      ... io sono troppo sfrontato a chiederti di perdonare uno come me e tu non sei abbastanza misericordioso.

      Elimina
    2. Mamma mia Drakkan.. E' anche una delle scene più belle di sempre secondo me... Bellissima (un pò tutto Trigun va detto però)

      Elimina
  8. https://www.youtube.com/watch?v=iPRkZxlBAqI Una colonna sonora straziante da un film bellissimo, Schindler's List, sull'olocausto.

    RispondiElimina
  9. Fiume Sand Creek, De Andrè.
    Sarò pirla, ma non riesco a non piangere ogni volta che la sento.
    Sarà forse perché mi rendo conto che di "figli d'un temporale" ce ne sono stati tanti, ce ne sono tanti e cene saranno, purtroppamente, tanti.

    RispondiElimina
  10. La "malefica" canzoncina tratta da Nausicaa www.youtube.com/watch?v=wNyk_x-Y-Vw
    L'ultima volta che l'ho sentita al cinema ho dovuto fare appello alla mia migliore faccia di bronzo per non piangere.
    Il perché è presto detto: basta guardare il film :D

    RispondiElimina
  11. uhm. direi Alive dei PJ.
    https://youtu.be/D122xDxI4rQ

    motivi vari, ma soprattutto cantandola non posso fare a meno di sentire "my curse lifted" (data la regola di un solo link, gugolatevi "pearl jam alive curse lifted", se siete interessati).

    RispondiElimina
  12. "1950" di Amedeo Minghi.... era la preferita di mia madre, ed ogni volta che la ascolto, mi riproietto nella sua gioventù dei primi anni '80... mi domando sempre a cosa pensasse quando la ascoltava....
    https://youtu.be/ed5Yf1mtTc0

    RispondiElimina
  13. Meraviglioso di Modugno, perchè riesce a portarti su quella linea sottile che separa la tristezza dalla gioia. La canzone che ascolti quando sei talmente giù che non pensi di farcela a risalire #einvece ....

    RispondiElimina
  14. Per ne è hallelujah di Jeff Buckley: https://youtu.be/WIF4_Sm-rgQ
    Perché è una canzone che mi fa piangere anche se sono felice, e perché non posso fare a meno di pensare a come è finito lui.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Stavo per dirlo io. Ma anche senza sapere come è finito lui, con quella voce ti stacca pezzi di cuore ad ogni ascolto.

      Elimina
  15. Non ho canzoni da “magone” in senso di tristezza e depressione. Però ne ho parecchie che mi suscitano un mix di malinconia/dolcezza/nostalgia per i vecchi tempi.
    Tra queste c'è sicuramente Gotham City di R. Kelly (l'unica cosa da salvare del Batman con Clooney). Nell'inverno dei miei 17 anni l'ascoltavo col mio vecchio mangianastri a doppia cassetta, in camera mia, mentre la luce rosso vivo del tramonto invernale entrava dalla finestra e io mi esercitavo a fare alcune flessioni per una progressione a corpo libero da eseguire a scuola nell'ora di ginnastica. Fu la mia prima sufficienza piena in educazione fisica. Praticamente è stata la mia personale Eye of the Tiger. Ancora oggi mi capita di riascoltarla in cuffia davanti ad un bel tramonto.
    https://www.youtube.com/watch?v=jfpnIyqieyk

    RispondiElimina
  16. Domanda difficile, perché il magone a tradimento lo scatenano almeno un gozzilione di canzoni dell"era felice" (o così mi piace chiamarla) 2002-2005.

    Un trienno che ha coinciso con i miei primi anni all'Università, con un'esplosione dei miei ascolti musicali, e con quelli che potrei definire "gli anni più belli" (quelli, per intenderci, in cui tornerei indietro subito se solo potessi).

    Detto questo, trovare UNA canzone fra le mille che, se riascoltate/partite per sbaglio alla radio/ricapitato fra le mani a tradimento QUEL CD, sepolto fra la polvere del tempo e dei ricordi è veramente, veramente difficile.

    Perciò la mia risposta non può che essere parziale ed approssimativa (anche perché è difficilissimo digitare con tutto questo bruschettame negli occhi), e perciò gioco la combo n'fame con questa doppietta:

    https://youtu.be/pmXFqPhbRr4?list=PL995AA96BCE158B39

    e

    https://youtu.be/QO2DUDKmaEk

    Si, lo so che sono DUE canzoni, e il padrone di casa è stato chiarissimo a dire che doveva essere UNA... ma sono tutt'edue una scheggia nel cuore OGNI FOTTUTA VOLTA che sento le prime note.

    In più quella degli HIM mi ricorda una persona speciale (MOLTO speciale), che ha rappresentato moltissimo per me e che purtroppo non rivedo da anni, e QUESTION dei SOAD è il pezzo che forse m'è entrato più sottopelle di quel CD in particolare, regalatomi (masterizzato) da un amico con cui s'è diviso "inferno e paradiso".


    RispondiElimina
  17. Il Corvo Joe dei Baustelle, credo.
    Ma in generale sono proprio i primi tre, quattro album degli stessi, che hanno un effetto deleterio sulla mia psiche.
    Se li ascolto quando sono psicologicamente stanco, manderei in paranoia mezzo mondo. :-p

    RispondiElimina
  18. Letter to Dana dei Sonata Arctica.
    Se la ascolto non mi succede nulla, ma se la canto, piango automaticamente. Non so neanche perché. Sarà il testo? Sarà il tono della musica che è triste e malinconico? Non lo so, ma più ci penso e più mi intristisco. In generale i Sonata fanno canzoni che mi buttano giù di morale.

    RispondiElimina
  19. Disintegration, dall'omonimo album del 1989 dei Cure...una canzone che sa di rivalsa come poche al mondo e che è capace di trasmetterti tutta la sofferenza che si attraversa per raggiungere un obiettivo di salvezza per poi...beh il resto va ascoltato https://www.youtube.com/watch?v=eLLGYSydUgE

    RispondiElimina
  20. "Heavy Horses" dei Jethro Tull. Mi fa uno strano effetto, nonostante sia un pezzo cantato in modo allegro e vivace (come tipico di Anderson e soci), e quando lo sento mi commuovo tipo Cornacchione a Zelig:
    "poveri cavalli... sniff... volevano tirare l'aratro... e scendevano in campo... e lo facevano per noi!..." segue tragica soffiata di naso.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. wow... questo si è un pezzo meraviglioso... anche se non riesco ad immedesimarmi troppo nei cavalli hai ragione, il messaggio è molto forte.
      quoto! ^^

      Elimina
  21. Sembra assurdo ma al momento, avendo avuto una prorompente voglia di riguardare tutto Hokuto No Ken, la mia canzone del magone è: Love Song.
    https://www.youtube.com/watch?v=rqRZDShjGiU

    RispondiElimina
  22. Ci ho pensato su, ma alla fine vince il soundtrack di J. Williams per Hook. Sì, lo so che il film non è un granché, e che anzi probabilmente è uno dei peggiori di Spielberg, ma per me nato alla fine degli anni '80 è il titolo sempre in cartellone al mio personale Nuovo Cinema Guaglione.
    In particolare mi riferisco alla scena in cui Williams (Robin) "ricorda" di essere Pan ed esce volando dall'albero dell'Impiccato, e tutti i bimbi sperduti gridano "Peter Pan is back" e niente, per incollare il link mi sono dovuto rivedere la scena e adesso ci sono abbastanza bruschette da sfamare un esercito.
    https://m.youtube.com/watch?v=Jy3DsyvhrSQ

    RispondiElimina
  23. In fatto di canzon c'ho una risposta per tutto, e la canzone del magone per me è THE SHIP SONG di Nick Cave & The Bad Seeds (1990).
    Tutte le liriche di quel disco sono piuttosto infelici, ma the ship song è pregna di un senso poetico inafferrabile ed indefinibile. Di che parla? Boh. C'è chi dice la relazione con una donna, chi del rapporto con una figlia che cresce, diventa grande, i testi di Nick Cave si prestano poco all'interpretazione diretta ma parlano una lingua universale.
    L'intro con le note di piano, la voce calda, chitarre riverberate. Il senso di pace, struggente traguardo di qualcosa. Per capire di cosa parlo, va ascoltata: https://www.youtube.com/watch?v=q4VWKbZkIcM

    RispondiElimina
  24. https://www.youtube.com/watch?v=CmTeTFW0ggY
    Isotta di Pippo Franco mi riporta nel salone seminterrato della mia vecchia casa, a una cassettina che avevo registrato in presa diretta dalla TV.
    La storia apparentemente triste di un'auto in stato d'abbandono, che trova il riscatto nei personaggi più noti che vogliono infine guidarla, per concludersi con un ambiguo finale "coi tuoi principi, fra le nuvole" (il paradiso?).

    Niente, superlagrime automatiche ogni volta. Voglio un bene dell'anima a Pippo Franco. Nonostante il Bagaglino.

    RispondiElimina
  25. Io vi avverto, canzone del magone estremo :

    Alfredo dei Baustelle

    Perchè mi ricordo quando è successo e più o meno avevo la stessa età di Alfredino e quando mi arriva il ricordo che in quei giorni lì, in quarta elementare ci hanno fatto fare il disegno di quel cazzo di pozzo, con quello scavato di fianco, ecco anche adesso arriva la botta, merda

    Per chi volesse ascoltarla:

    https://www.youtube.com/watch?v=zXfw9m_NsHU

    Esiste anche un bellisso fumetto su quella storia, mi porto avanti per il sondaggio eventuale sul fumetto del magone, si chiama "Vermicino L'incubo del pozzo"

    RispondiElimina
    Risposte
    1. DIO.MIO.
      io avevo 9 anni,se solo ci penso mi prende un ansia.
      E la canzone ti strappa le budella e te le fa ingoiare.Gesù.Maria.
      Sconvolgente.

      Elimina
    2. Ansia a mille mila per quella canzone.

      Ma era tutto quel ciddì dei Baustelle a mettere un magone assurdo.

      Elimina
  26. eh, devo per forza citare un classico della tristezza....

    la sigla finale de "La Balena Giuseppina"...
    https://www.youtube.com/watch?v=v5yM7Ur8cOQ

    ...sarà il ricordo di quei tempi, sarà il profluvio di accordi in minore, sarà la tristezza del cartone e dei suoi temi....ma è magone...

    insieme solo alla sigla de "Le Più Belle Favole del Mondo"
    https://www.youtube.com/watch?v=3oxgfCvfHp4

    RispondiElimina
  27. Ce ne sono diverse, ma la prima che mi viene in mente è questa, quindi probabilmente è quella giusta da citare: This Is Your Life, dei Dio:

    https://www.youtube.com/watch?v=9GlNPmiE_gQ

    Associata al video-tributo è ancora più potente.

    RispondiElimina
  28. Io senza pensarci due volte dico "Hero" di Regina Spektor. Lo so che é una motivazione molto da fighetta, ma provate voi a non farvi venire i megalacrimoni..ehm le bruschette oculari guardando la scena di "500 days of summer" a cui é accompagnata questa canzone.
    Regia, favorisca il link prego: https://m.youtube.com/watch?v=DOQ3R3MNcv8

    RispondiElimina
  29. [Url]http://youtu.be/vt1Pwfnh5pc[/url]

    Hurt dei NIN rifatta da Johnny Cash. Se ha convinto pure lo stesso Reznor, nessuno può rimanerne immune.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Eh, è stata dura decidere tra quella che alla fine ho scelto e Hurt di Cash.
      Tra musica, testo e video fa una bella combo di magone

      Elimina
  30. Questo commento è stato eliminato dall'autore.

    RispondiElimina
  31. Liberi Liberi di Vasco Rossi
    Perché ogni volta che la sento mi parte in automatico il film mentale sui vecchi amici-amori ecc…

    RispondiElimina
    Risposte
    1. @Paul sai che ero indecisa fra questa e Sally?pure L.L. mi fa venire il groppo XD

      Elimina
    2. Io invece ballottaggio con Siamo solo noi. A 18 anni la cantavo a squarciagola con gli amici, oggi la amo ancora ma mi lascia un retrogusto molto amaro, troppo vera.

      Elimina
  32. Io ho una canzone che non posso ascoltare, e che fa parte di uno dei dischi più belli che conosco: la canzone è Sidún (in Crêuza de mä) di De Andrè. Chiunque abbia un figlio e capisca il genovese, credo mi possa capire senza problemi. Per gli altri... Cercatevi la traduzione e capirete.

    Per il magone
    Eleanor Rigby (Beatles) .. Pictures of you (Cure) ... The River (Springsteen)....

    Scelgo Pictures of you (Cure): sia per ragioni mnemoniche che per il senso assoluto di abbandono che testo e musica riescono a trasmettere.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Uuuh.... The River... Mamma mia.

      Elimina
  33. Take me home, country roads, John Denver. Per uno strano caso, le prime volte che ho lasciato la mia Genova per lavoro, tornando a casa lo Shuffle del lettore MP3 mi metteva questa canzone. E così pensavo alle mie montagne, quelle che si affacciano sul mare del golfo di Genova. Al porto, al casino delle vie, ai vicoli e ai mercati dove trovi ancora qualche vecchio che richiama l'attenzione urlando in genovese strettissimo. Insomma, mi faceva pensare a casa. E scendeva inevitabilmente la lacrima, spesso col tizio accanto a me sul treno che mi guardava, pensando che sì, i genovesi si sapeva che son gente strana, ma così strana da commuoversi per aver passato i Giovi, quello mai...

    RispondiElimina
    Risposte
    1. come puoi non piangere quando vedi Ronco Scrivia?

      Elimina
  34. 'E ti vengo a cercare' di Battiato. Però… non è che mi fa venire il magone, mi fa semplicemente imbestialire… per una brutta storia di tradimento che non vi interesserebbe di certo...

    RispondiElimina
  35. Philadelphia di Neil Young, associata ovviamente al finale dell'omonimo film con Tom Hanks.

    https://www.youtube.com/watch?v=nHhke-qOu4Y

    Una scena più straziante di quella, per me non ce n'è. Tutto il film in realtà è così, tanto che non riesco a rivederlo tanto facilmente...

    RispondiElimina
  36. Blunotte, di Carmen Consoli.
    Il perché è personale e fo77u7amen7e autobiografico (che è come averlo spiegato, il perché).

    RispondiElimina
  37. https://www.youtube.com/watch?v=ir-KDRv0LmE
    in this moment - into the light.

    una tristezza incommensurabile

    RispondiElimina
  38. How to save a life.
    Per colpa di scrubs, chi ha visto sa.
    https://www.youtube.com/watch?v=Ekqyj7JxYX0

    RispondiElimina
    Risposte
    1. credo che How to save a life (video) sia un capolavoro di prodotto. "prodotto" perchè talmente conscio dell'essere quello che è (cioè un prodotto) da non nascondere target e mire commerciali. Dall'altro lato è perfetto in quanto tale. La canzone accompagnata al video diventa magona all'istante. Il mood minimal della band di bravi ragazzi, l'ottima fotografia/recitazione dei teenagers presenti nel video e il ritmo serrato del montaggio soprattutto nelle fasi finali del video (best of you dei foo fighters era già uscito due anni prima e forse ammicca un pò?) è praticamente perfetto. Puro spleen adolescenziale capace di riverberarsi anche in chi come me lo vedeva per la prima volta alla veneranda età di 25 anni....se non mi sentissi paraculato dalla palese furbizia di chi ha fatto il video che mi fa amare/odiare il video..direi che è proprio un gran bel video.

      Elimina
    2. il video che ho linkato è tratto da scrubs, non è quello ufficiale.

      Elimina
    3. scusami nick! la mia era una chiosa generalista sulla canzone e relativo video, non sul tuo video in particolare, scusa se non l'ho specificato!!

      Elimina
  39. Per mettermi K.O., a me, bastano quelle canzoni o unioni di musica e video che ti raccontano lo scorrere del tempo, il passare della vita, la nostalgia per quanto hai vissuto, ecc.

    Quindi, il modo più rapido per farmi piangere come una vite è farmi rivedere il finale di "Ragazze vincenti" con i titoli che scorrono, con in sottofondo "This Used to Be My Playground" di Madonna e le ragazze del titolo, ormai anziane, che giocano ancora a baseball...
    Non ho trovato il video preciso, comunque:

    https://www.youtube.com/watch?v=5inqY5UsULs

    Altre cose che mi danno il magone, sul genere.
    - "Avrai" di Baglioni (quando arriva al verso sul Natale di agrifoglio e candeline rosse mi sciolgo in lacrime. E dire che a casa mia non abbiamo mai avuto né l'uno né le altre, a Natale...)
    https://www.youtube.com/watch?v=7M6yMRGdCgQ

    - La sigla di "Peline Story", perché mi ricorda un periodo ben preciso della mia vita, quando ero alle elementari e passavo tutti i giorni coi miei nonni:
    https://www.youtube.com/watch?v=I8brwXKe6es

    Ma Madonna, lassù, fa sempre, di sicuro, strike (ahahah, la battuta! :P).
    Che poi 'ste canzoni, ancora ancora ascoltarle, ma se solo mi provo a cantarle... *BWAAAAAAAAAAAAAAHHHHH*

    RispondiElimina
  40. Questo commento è stato eliminato dall'autore.

    RispondiElimina
  41. https://www.youtube.com/watch?v=lvB_nsKXew0
    Per me è in assoluto questa, fin dalla prima volta che l'ho sentita mi ha dato una senzazione di melanconia, la stessa che caratterizza un po' tutto il mondo LOTR.

    RispondiElimina
  42. Direi The Last Goodbye, dei Black Label Society, Estranged dei Guns'n'Roses, Lonely Summer Nights degli Stray Cats.

    RispondiElimina
  43. Monia Baiguera17 ottobre 2015 14:47

    In my defence di Freddie Mercury...ogni volta piango

    RispondiElimina
  44. "Hurt" di Johnny Cash, anche se è una cover dei Nine Inch Nails. La sua voce e il modo in cui la interpreta (nonché i minimi cambiamenti che ha apportato al testo) fanno di questo brano un cazzotto nel cuore.
    https://www.youtube.com/watch?v=vt1Pwfnh5pc

    RispondiElimina
  45. Stranamente...
    "Bis" di Elio e le Storie Tese: http://www.youtube.com/watch?v=lKmIUCYOrfk

    C'è un motivo che mi fa sempre "star giù". La frase: "C'è Paolone che pensa alla Fregna...", nei live indando sempre il dito verso il cielo.
    La canzone è di una malinconia unica... l'ultimo ricordo del grande Feiez.
    Quanto ci manca Panino...

    RispondiElimina
  46. Due canzoni serie e una cosa stupida.
    Le canzoni serie che mi fanno magone sono Albachiara di Vasco Rossi e la Donna Cannone di De Gregori ma proprio non so spiegarmi la ragione.
    La caoncone stupida che mi rattrista immediatamente è il "valzer" che si sente in Uno Sferiffo extraterrestre di Bud Spencer. Proprio non ce la faccio mi mette tristezza, groppo in gola e senso di "vita passata che non tornerà e che è stata un po' buttata nel cesso".
    Un musicista forse riuscirebbe a spiegare queste sensazioni dal punto di vista musicale...io no!

    RispondiElimina
  47. We'll Meet Again di Vera Lynn, perchè non ci siamo incontrati più. Ma anche perchè mi ricorda la sofferenza provata nei mesi prima di laurearmi, passando giornate intere a guardare i capolavori di Kubrick a ripetizione. Senza sosta.
    Bei momenti. :)

    https://www.youtube.com/watch?v=cHcunREYzNY

    RispondiElimina
  48. Stand by me. Ogni volta che la sento mi trasmette euforia mista ad una dose immonda di nostalgia e tristezza per tutto quello di bello che è passato e non tornerà più. E poi mi ritrovo con Gordie, Chris, Verne e Teddie alla ricerca del corpo del povero Ray Brower. E giù coi lacrimoni!

    RispondiElimina
  49. Zero dubbi:
    Everything's alright di Laura Shigihara.
    https://www.youtube.com/watch?v=SAODrEEkOYI

    Chi ha giocato a To The Moon capirà subito il perchè, chi non ci ha giocato, ci giochi.
    Non dico di più per evitare [rovinatori], ma per me questa canzone è pelle d'oca e una lacrimuccia ogni volta.

    RispondiElimina
  50. tra l'altro ho scoperto proprio un paio di giorni fa che Remì lo fanno la mattina presto, subito dopo la maratona dei puffi e belle e sebastien. come iniziare in modo magoneggiante la giornata caro Doc

    RispondiElimina
  51. Per me la sigla di Capitan Futuro assume sempre un significato particolare
    https://www.youtube.com/watch?v=ZEKX-iud0vQ

    RispondiElimina
  52. My immortal, degli Evanescence. Mi ricorda mio padre che purtroppo non c'è più...

    RispondiElimina
  53. Come al solito,scelta difficile...
    Ce ne sarebbero un mucchio,ma nonostante mi attirero' le pernacchie,scelgo"La rana e lo scorpione" di Max pezzali.
    Quando comprai l'album,di li' a poco mori' una persona a me molto cara e da allora,ogni volta che e' venuto a mancare qualcuno di mia conoscenza,inevitabilmente mi torna in mente quella canzone e sul finale,con le note di pianoforte,mi arriva il groppo in gola e scendono le lacrime....

    RispondiElimina
  54. My immortal, degli Evanescence. Mi ricorda mio padre che purtroppo non c'è più...

    RispondiElimina
  55. Cioè, ho APPENA visto uno dei video che mi mette più il magone di tutti e 1 MINUTO dopo appare il tuo post! Maggggia! :D
    Quindi scelgo perlappuntamente quella, senza pensarci troppo (che altrimenti me ne vengono in mente millemila!)

    La canzone è "Let The Sunshine In" ed è il pezzo finale di quel capolavoro di musical che è Hair.
    La canzone sentita da sola è molto bella ma acquista un significato molto diverso dato che accompagna le scene dell'hippie contro la guerra che prende di nascosto il posto del tipo che doveva partire per il Vietnam.
    La scena con l'aereo che parte e poi in seguito tutti loro al cimitero è molto toccante...
    https://www.youtube.com/watch?v=fhNrqc6yvTU

    RispondiElimina
  56. Doc posso dire senza dubbio "Il carrozzone" di Renato Zero, che associo immediatamente a mia madre scomparsa per colpa di alcuni "medici" troppo presto...
    Sarà il testo, sarà che a lei piaceva molto.
    Ecco che solo a pensarla mi arriva la bruschetta nell'occhio

    RispondiElimina
  57. La sigla di Conan il ragazzo del futuro..
    https://www.youtube.com/watch?v=uSGeLtB9e38
    Perchè? Bho, appena parte mi scendono le lacrime ^_^

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Anche a me!!! A me mette un misto di magone, nostalgia dell'infanzia e angoscia per quel mondo post-apocaittico. Comunque Conan è un cartone che andrebbe davvero proiettato nelle scuole da quante buone cose insegna.

      Elimina
  58. S.O.S. GOLDRAKE: https://www.youtube.com/watch?v=zOC0IM_srR0
    In questa canzone sono racchiusi sogni e speranze (spesso disattesi) di una intera generazione!

    RispondiElimina
  59. Non ho una vera e propria canzone che mi fa scattare la lacrima automatica, ma qualcuna che ti genera quel grosso masso di commozione e nostalgia al posto dello stomaco sì... difficile sceglierne una sola quindi a pelle andrò per Tammurriata a Mare Nero dei Folkabbestia (non allego link perché ho youtube bloccato a lavoro :S )
    ma sempre dello stesso gruppo potrei citarne almeno altre due o tre...
    Adesso mi tocca andarle a ripescare sul telefono e passare il resto del pomeriggio con le cuffie nelle orecchie e il groppo allo stomaco.

    RispondiElimina
  60. Video/canzoni che mi portano alle lacrime ne avrei diversi, ma se si parla di magone/lacrime da TRISTEZZA la scelta è abbastanza limitata.
    La canzone che scelgo in realtà è un pezzo strumentale che fa parte della colonna sonora di Hokuto no Ken, ogni volta che lo sento mi torna in mente la scena del funerale di Ain che è una scena bellissima ma tristissima dell'anime.
    Anzi, visto che non ho trovato un link diretto alla canzone vi linko direttamente la scena:
    https://www.youtube.com/watch?v=r7DUoQp6V_c&feature=youtu.be&t=10m40s

    RispondiElimina
  61. Caruso di Lucio Dalla.
    Non ho un perchè, ma mi mette sempre commozione.

    RispondiElimina
  62. These Are The Days of Our Lives, un po'per l'effetto che ti fa ripensare a tutto quello che hai fatto, un po'perchè vedere Freddie così è deprimente, ma soprattutto perchè "I Still Love You" ti appende quel blocco di ghisa alla gola...
    https://youtu.be/oB4K0scMysc

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Però anche "Bis" degli EelST ci starebbe bene.

      Elimina
  63. Nutshell degli Alice In Chains
    https://www.youtube.com/watch?v=N_GPxe91hWE

    RispondiElimina
  64. Risposta automatica : "eri bellissima" di Ligabue.
    Troppi ricordi di 8 mesi irripetibili con una persona si, bellissima.
    https://www.youtube.com/watch?v=Md8pm_s974g

    RispondiElimina
  65. "Verranno a chiederti del nostro amore", perchè era la nostra canzone. Fine del momento zappatoreaddunuacchiatiebasamistimmanu.
    https://www.youtube.com/watch?v=AjzHVazMwcM

    RispondiElimina
  66. Angel degli Aerosmith. Perché mi fa pensare alla mia morosa e a quanto sia fortunato.

    RispondiElimina
  67. Anche per me Alice in Chains ma Brother dall'unplugged. Nonostante l'abbia suonata e cantata con la mia band centinaia di volte ogni volta che arrivo al punto in cui restano soltanto le due voci mi viene un groppo alla gola.
    https://www.youtube.com/watch?v=N8wY_Qs8xbo

    RispondiElimina
  68. Questo commento è stato eliminato dall'autore.

    RispondiElimina
  69. Facile, se non ti parte la melancolia con To wish impossible things dei Cure allora proprio non so. Tra testi e musica di magone ce n'è a palate. ps molto apprezzabile anche la versione live con quel basso che ti accuoricina col mondo

    https://www.youtube.com/watch?v=O9AG1De6WDk

    RispondiElimina
  70. https://www.youtube.com/watch?v=PanoxyAs8H4

    perchè...c'è anche da dire perchè?

    RispondiElimina
  71. Bella la versione di "Hurt" di Johnny Cash... lo ho in ex aequo "Time" e "Shine on you crazy diamond" dei Pink Floyd, per l'inglese.
    Per l'italiano, sempre in ex aequo, "Preghiera in gennaio" e "Ballata degli impiccati" di De Andrè e "Per quando è tardi" e "L'albero ed io" di Guccini.

    P.S. Anche se non sembra *non* supero gli "enta"

    RispondiElimina
  72. Agnese di Ivan Graziani. Dolce e malinconica come poche canzoni, dopo anni e anni che la sento mi fa sempre quell'effetto. Inizia con "se la mia chitarra piange dolcemente sta sera non è sera di vedere gente" parla di un amore lontano di gioventù, e di un grande rimpianto, mi fa vivere quei giorni d'estate come se fossero i miei e poi ti strazia con il finale amaro di un amore non sbocciato o non corrisposto "io vado in bicicletta ...però non c'è più Agnese seduta sul manubrio a cantar canzoni". Pelle d'oca e si chiude il sipario.

    RispondiElimina
  73. Agnese di Ivan Graziani. Dolce e malinconica come poche canzoni, dopo anni e anni che la sento mi fa sempre quell'effetto. Inizia con "se la mia chitarra piange dolcemente sta sera non è sera di vedere gente" parla di un amore lontano di gioventù, e di un grande rimpianto, mi fa vivere quei giorni d'estate come se fossero i miei e poi ti strazia con il finale amaro di un amore non sbocciato o non corrisposto "io vado in bicicletta ...però non c'è più Agnese seduta sul manubrio a cantar canzoni". Pelle d'oca e si chiude il sipario.

    RispondiElimina
  74. questa mi devasta

    https://www.youtube.com/watch?v=Kqba0IUdiBk&list=RDKqba0IUdiBk

    RispondiElimina
  75. Still Alive, la canzone conclusiva del primo Portal. Non è che abbia ricordi particolari legata ad essa ma ogni singola volta che la sento mi prende il magone, perchèsì.

    RispondiElimina
  76. Tiny Dancer di Elton John, specie se accoppiata alla scena del film Almost famous

    RispondiElimina
  77. Facile anche questa. "Tobia" di Zucchero. ...E la motivazione è altrettanto facilerrima. Sapendo che il testo è canin-pensiero di un cucciolotto pelosauro che si è perso/non c'è più/ non riesce a tornare a casa, l'instant-win è che mi sto imbruschettando/immagonanto già adesso a pensare di scrivere questo commento, per dire... :'|

    https://www.youtube.com/watch?v=w2qP2KjmLlU

    RispondiElimina
  78. Per me è una questione di periodi, ma se dovessi ripensare ai ricordi dolorosi più recenti direi "Familiar taste of poison" degli Halestorm perché mi fa ripensare a quanto sono stata dannosa per me stessa e per i sentimenti altrui, cercando consolazione nel luogo sbagliato.

    https://youtu.be/lHZKPYQnsmc

    RispondiElimina
  79. Sembrerà strano, ma la mia è questa:
    https://www.youtube.com/watch?v=cRTjksM3YAs
    Ogni volta che l'ascolto mi fa pensare agli anni buttati a studiare recitazione, per ritrovarmi poi a fare la mascotte alle fiere e nei centri commerciali.

    RispondiElimina
  80. Vivo da tempo all'estero per lavoro e per amore ed una delle tante canzoni che mi provoca quasi il pianto è "Diamante" di Zucchero, che non so come mi riporta sempre al mio paesino dell'entroterra salentino, di domenica appunto, proprio come dice la canzone. Un luogo fermo ad un non meglio precisato decennio del secolo scorso e dove torno sempre più di rado per passare pochi maledetti giorni di ferie.

    RispondiElimina
  81. Questo commento è stato eliminato dall'autore.

    RispondiElimina
  82. "un giorno credi"di Bennato mi ricorda un giorno del 2006 in cui ho ricevuto una brutta notizia

    RispondiElimina
  83. Avevo scritto un commento con un'altra canzone,poi scorro i commenti e...BAM! in da la fazza come una panca di legno sui denti. Non il magone, il groppone sullo stomaco, la bruschetta nell'occhio e un senso di disperazione... no,no. E' una ciglia, solo una maledetta ciglia...per quello stupido,stupido cavallo..."Hai scelto me" di Zucchero.Perche' mi ha riportato indietro di millemila anni a quando ero ragazzina e tornavo a casa dopo le vacanze estive e ascoltavamo la Musicassetta di Zucchero Blue's in macchina e un'ora e mezza mi sembrava un'eternita' e il sole gia' tramontato alle spalle, sul mare e noi al crepuscolo sfilavamo veloci verso nord, verso il buio, verso la citta'...AAAhhhh
    https://www.youtube.com/watch?v=gPVq7bMeNqk

    RispondiElimina
  84. My immortal degli Evanescence e Alibi dei 30 Seconds to Mars, perchè mi ricordano una cara amica che non c'è più.

    RispondiElimina
  85. Per me : "Crime Scene Part One" degli Afghan Wighs tratta da loro album "Black Love". E' legata in maniera indelebile ad un periodo della mia tardo adolescenza con lutti e abbandoni.

    RispondiElimina
  86. Creep dei Radiohead, scoperta in pieno periodo adolescenziale, ancora adesso posso ascoltarla per ore

    RispondiElimina
  87. Questo commento è stato eliminato dall'autore.

    RispondiElimina
  88. To Sheila degli Smashing Pumpkins.

    RispondiElimina
  89. avevo pensato a Susan Boyle, nella sua memorabile interpretazione al Britain's got talents:https://www.youtube.com/results?search_query=susan+boyle+i+dreamed+a+dream+in+italiano, ma quella è emozione, non tristezza. Poi alla Canzone del Parco, dei Baustelle, perchè mi ha sempre messo i brividi:https://www.youtube.com/watch?v=tVt_YBBpv2g. Anche la sconosciuta colonna sonora di un simil manga di un autore americano (Miki falls, il manga, non l'autore)mi ha sempre colpito:https://www.youtube.com/watch?v=qzjckWcDJrI. Ma se si parla di lacrime, che arrivano puntuali e copiose ogni volta, insieme a dolore e disperazione, la mia risposta è solo una:https://www.youtube.com/watch?v=tfI_N0vyxaI, e se avete visto il film sapete perché.

    RispondiElimina
  90. "Smoke" di Natalie Imbruglia, la associo sempre al divorzio dei miei!

    RispondiElimina
  91. "firenze (canzone triste)"di ivan graziani, che mi ricorda una vecchia e lunga storia, ma anche se pure "mr.tamburine" di bob dylan mi fa venire un bel magone

    RispondiElimina
  92. Direi "Solo un brivido" dei Vernice, gruppo il cui cantante ho scoperto essere pure morto. Presentata a Festival bar 95 che gia gli anni passati fanno da magone, il testo fa male al cuore.

    RispondiElimina
  93. blackmore's night ...shadow of the moon......................

    RispondiElimina
  94. Questo commento è stato eliminato dall'autore.

    RispondiElimina
  95. Ero indeciso fra le prime di Masini (c'è l'imbarazzo della scelta) e questa qua, che è il tema conclusivo dell'omonimo film, quando c'è il funerale del protagonista, un magone allo stato puro

    https://www.youtube.com/watch?v=IHpQFF_Et4s

    RispondiElimina
  96. Innanzitutto bellissima idea di sondaggio. Non vedo l'ora che lo riproponi per le scene di film :)
    Per quanto mi riguarda volevo dire Sally e il maledetto verso sulla vita/brivido che vola via, ma è già stato citato (per primo).
    Ripiego quindi su "Nei giardini che nessuno sa" di Renato Zero. Quando l'ascolto tengo duro, ma a "Mani che ora tremano, perché il vento soffia più forte, non lasciarli adesso no, che non li sorprenda la morte.
    Siamo noi gli inabili, che pure avendo a volte non diamo" non riesco proprio a resistere. Verissimo e straziante.

    RispondiElimina
  97. Non mi viene in mente niente . Forse sono morto dentro .
    Continuo ad indagare nel cuore. ve faccio sapè .

    RispondiElimina
  98. "White flag" di Dido. Che tristezza! Chissà se è per la canzone oppure per il momento di depressione che passavo allora...!

    RispondiElimina
  99. Tantivy Mucker-Maffick17 ottobre 2015 21:50

    Per me è River Waltz dei Cowboy Junkies (non per L'Altra Metà dell'Amore: https://www.youtube.com/watch?v=OEPAOogq4Cg), ma perché l'ho ascoltata ennemila volte in un lungo fine settimana passato tra aeroporti leggendo un libro dolorosamentissimamente bello, The Philosopher's Apprentice di James Morrow.

    RispondiElimina
  100. Groovy kind of love di Phil Collins, perchè mia madre la ascoltava sempre quando ero piccolo.

    RispondiElimina
  101. Vogliamo parlare di luci a San Siro, di E adesso la pubblicità, di Un suicida? (Per chi non lo sapesse, Vecchioni, Baglionie e de Andrè)
    Di Incontro e Il vecchio e il bambino di Guccini?
    Let there be depression.

    RispondiElimina
  102. Katjusha. Cantata on russo. Ma pensando a cosa vuol dire in italiano. Il fatto che la musica è quella di Fischia il vento è quasi ininfluente.

    RispondiElimina
  103. Katjusha. Cantata on russo. Ma pensando a cosa vuol dire in italiano. Il fatto che la musica è quella di Fischia il vento è quasi ininfluente.

    RispondiElimina
  104. Geordie, di De André.
    Musica dolcissima, testo struggente.

    https://www.youtube.com/watch?v=oolJ5G5Njxc

    RispondiElimina
  105. Senza starmi a sforzare troppo, vado anch'io sui cartoni, e ti dico la seconda ending di Psycho Pass, "All Alone with you" degli Egoist, specialmente nel finale dell'episodio 18, per come si amalgama con la scena. Se ti eri fatto prendere dalle vicende ti "bruschettizza" di brutto. E comunque il compositore, ryo (famoso soprattutto con i Supercell, che poi di diverso dagli Egoist hanno praticamente solo il nome, e per motivi più commerciali che altro), è bravo forte a fare quel tipo di canzoncine bruschettose, vedi anche la ending di Bakemonogatari.

    RispondiElimina
  106. It Can't Rain all the time di jane siberry dalla colonna sonora de Il Corvo

    RispondiElimina
  107. Difficile rispondere. Lo faccio con l'ultima in ordine di tempo che mi ha fatto piangere ma sono più di una. La colonna sonora di Morricone in Nuovo cinema paradiso. Film molto intenso per chi ama il cinema, per chi è stato costretto a lasciare la propria terra e i propri cari per un lavoro. Quando Totò torna a casa dalla madre anziana (una splendida Pupella Maggio) e le dice: "Mamma sono scappato come un ladro lasciandoti sola" e quando poi si fa proiettare il regalo di Alfredo (non faccio spoiler ma credo che tutti sappiate di cosa parlo) non posso fare a meno di piangere.

    RispondiElimina
  108. Mad World di Gary Jules.
    Non sono sicuro che sia del tutto colpa di quella certa scena di Donnie Darko, nonostante sia comunque una bella scena di un film che apprezzo, pur non amandolo.
    Magari è un merito del tutto musicale, non so.
    Fatto sta che quando parte quell' intro col piano mi assale una malinconia che levati.
    (Il video è un ROVINATORE per chi ancora non avesse visto Donnie Darko, vi si avverte)
    https://www.youtube.com/watch?v=GDt0bNNnWiE

    RispondiElimina
    Risposte
    1. La canzone che tutti pensano che sia dei "R.E.M.", ed invece no! :D

      Elimina
    2. Questo commento è stato eliminato dall'autore.

      Elimina
    3. Tutto il rispetto per l'originale, ma la cover di Jules mi piace molto di più

      Elimina
  109. "Never Gonna Be Alone", Nickelback.
    Una canzone che legata al videoclip mi scatena immediatamente le cascate del Niagara dagli occhi.
    Nel rivederlo, tra una lacrima e l'altra ho riconosciuto l'attrice, il suo primo lavoro prima di indossare gli occhiali e fare l'hacker con Windows 8, preferivo rimanesse sconosciuta, ora collego questo a quella robaccia, piango per un nuovo motivo!
    Allego per chi voglia soffrire con me:
    https://youtu.be/1GWQ-oDMG6g

    RispondiElimina
  110. Questo commento è stato eliminato dall'autore.

    RispondiElimina
  111. Ascoltate "Dearly departed" dei DeVotchka... Sturggente e avvolgente.
    Mi rammenta il distacco dal cuore, definitivo, implacabile, irrimediabile.
    Melodia e parole vengono assorbite ed il loro contrasto dolce/amarissimo aziona implacabile la macchina emotiva.

    https://www.youtube.com/watch?v=L8qwBNK7nS0

    In seconda battuta, quasi a parimerito, dico "Gioco di bimba" de Le Orme.
    Stesso meccanismo, con in più la pugnalata allo stomaco data dal terribile significato di una canzone apparentemente così dolce.

    https://www.youtube.com/watch?v=tzBdO-xUK0o

    RispondiElimina
  112. Denis Stayrock Fermani18 ottobre 2015 11:33

    "I'm not the only one" di Sam Smith.
    La ascoltavo spesso, trasmessa su un canale musicale tedesco, durante i mesi vissuti a Berlino.
    Parla di storie finite, e vivendo comunque un po' di crisi in quel settore, ascoltata al crepuscolo, con la neve dicembrina che cadeva, poca gente in giro, affacciato al balcone mentre fumavo, era un congelarsi di lagrime napulitante... O berlinesi, insomma.
    Ma come tutti avrei potuto dirne altre 562.
    Menzione d'onore a chi citato Hurt dei NIN/Johnny Cash <3 canzone che farei suonare al mio (looooooontanissssssimo) funerale.

    RispondiElimina
  113. https://youtu.be/xxD1yNDAroo

    Un po' per quei dannati accordi malinconici, un po' per il testo con la capacità di farti avere nostalgia di momenti che non hai mai vissuto.

    RispondiElimina
  114. Questo commento è stato eliminato dall'autore.

    RispondiElimina
  115. credici oppure no, "Five Miles Out" di Mike Oldfield

    RispondiElimina
  116. credici oppure no, "Five Miles Out" di Mike Oldfield

    RispondiElimina
  117. "canzone per un'amica" di Guccini, da quando ho una figlia non posso più ascoltarla, sto male.

    RispondiElimina
  118. "Samanta" di Guccini. Perchè parla di una piccola storia di periferia sullo sfondo della mia città e mi fa sentire piccolo.
    Siccome ci si abitua a tutto, non l'ascolto mai più di una volta all'anno. Adesso che ci penso mi sto abituando a non ascoltarla...

    Da piccolo piangevo quando mia madre mi cantava la già citata "Fischia il vento": nella versione materna la bufera mormorava e non urlava.

    RispondiElimina
  119. L'ending di Samurai Champloo, Shiki no Uta. Non c'è un motivo preciso o forse sono troppi, ma già dalle prime note ti prende un magone che non finisce più:
    https://www.youtube.com/watch?v=zlThHFYclgw

    RispondiElimina
  120. al ritorno di uno di quei tanti viaggi fatti alla ricerca di qualcosa che forse non ho ancora trovato,all improvviso dal mio lettore mp3 usci "ballando con una sconosciuta" di guccini. forse la stanchezza o la consapevolezza di quello che mi aspettava all atterraggio,in ogni caso mi fece il cuore in mille pezzi ma dolcemente...non è il magone cattivo...è quello li buono. è quello che mi viene a dire: ok ragazzo...adesso puoi permertetti di essere triste...

    RispondiElimina
  121. Father and Son - Cat Stevens
    per me è importante dei Tiromancino
    Heroes di David Bowie

    per me è questa la "triade delle lacrime"....

    RispondiElimina
  122. Fuori tempo a causa di un lungo fine settimana senza internet. La mia canzone del magone e' "OVUNQUE PROTEGGI" di Capossela perche' mi ricorda di quando le cose non erano come adesso ...
    @ DOC : Se ti interessa, a Lucca ti porto il catalogo Playmobil 2015/16

    RispondiElimina
  123. Questo Sondaggismo mi é molto semplice, non posso che proporvi Cat Stevens con

    https://www.youtube.com/watch?v=JCQVnSOFqfM

    Mi commuovo sempre con questa canzone, non dico che sto piangendo in questo momento ma poco ci manca, da figlio é molto commovente, dovessi diventare padre diventerei una fontana.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Mi sono accorto di non aver scritto il titolo della canzone, che è "Father and Son", c'è anche una versione cantata da Johnny Cash.
      Lacrime.

      Elimina
  124. "Father & Son" da Metal Gear Solid 4 perchè "il mondo starebbe meglio senza serpenti..."

    https://www.youtube.com/watch?v=o9Pu92St5O0

    RispondiElimina
  125. Di slacio avrei detto Hallelujah Jeff Buckley (che ho visto gia' essere citata), ma poi pensandoci meglio mi sono detto che forse Society di Eddie Vedder e' ancora piu' da magone oltre ad essere una canzone pazzescamente bella a prescindere.
    https://www.youtube.com/watch?v=lm8oxC24QZc

    RispondiElimina
  126. "Purple Eyes" e "Heart of Madness" tratti dalla OST di Hokuto no Ken perchè associati (nello stupendo OAV) a 2 scene tristissime (la prima quando Ken crede di vedere Julia mentre cammina nel deserto ma poi scopre che è tuuto un sogno/miraggio, la seconda associata alla morte di Rey per mano di Raoul).

    RispondiElimina
  127. Michelle di john lennon, perchè mi ricorda una cotta pazzesca delle medie che ovviamente mandai all' aria nel peggior modo possibile con la mia sfigaggine ed insicurezza congentita dell' epoca !
    Per cementare poi il carattere mi decisi a praticare arti marziali , e ho continuato per 15 anni, adesso alzo un kettlebell da 48 chili e ho fatto il muratore , ma la canzone mi fa sentire sempre un giuggiolone .

    RispondiElimina
    Risposte
    1. (pdf mode ON) michelle è interamente di mccartney il quale suona pure tutti gli strumenti..
      praticamente lì lennon non c'ha manco messo una nota

      Elimina
  128. Fuori tempo massimo, ma l'ho ascoltata giusto ieri l'ultima volta, "All that I bleed" dei Savatage. Perché mi ricorda dei pomeriggi dell'università, in quel periodo che sia io che il mio amico Beppe eravamo reduci da relazioni che avevamo preso troppo sul serio e che erano finite in un ciaone, e quella era la canzone che cantavamo e suonavamo per darci un tono, un motivo per non abbatterci del tutto, un appiglio di speranza.
    https://www.youtube.com/watch?v=cIveBrTy9zU
    e buon lunedì.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. si, i Savatage fanno questo effetto, la mia triste di loro è "When the crowd are gone".

      Elimina
  129. Ne ho a fantastilioni, perché mi piace farmi del male, ma una che per tutta una serie di ragioni mi lascia sempre con quel retrogusto di polvere da sparo in bocca è:
    The Ghost in You di The Psychedelic Furs
    https://www.youtube.com/watch?v=T87u5yuUVi8

    RispondiElimina
  130. Anche per me ce ne sono tantissimi, e tutto tristi alla stessa maniera. Direi però (a sorpresa) "Mediterraneo" di Mango. E uno dice perchè? Perchè, è un ricordo atavico. Per noi gente di montagna, ai vecchi tempi, andare al mare era un po un piccolo evento. Non che fosse inaccessibile la costa, distava circa un'ora, ma quando si andava al mare con la famiglia era sempre qualcosa di speciale, specie se si aveva una famiglia matta come la mia. La località preferita era questa zona tra Fano e Marotta che aveva una piccola spiaggetta poco frequentata con un baretto vicino, tipico anni ottanta, con altalene, un bel giardino, videogiochi ecc.... Insomma ogni volta che sento quella canzone mi viene in mente quei pomeriggi al mare, quando non c'erano pensieri brutti, quando si stava bene e la cosa più seria da pensare era che non volevi ricominciasse la scuola, quando tutto era una scoperta e qualsiasi stupidaggine ti emozionava, quando ancora c'era mio padre ecc... E io sopra quella cazzo di altalena a finire il panino mentre la radio del localetto dava Mediterraneo... scusate, ma la bruschetta non se ne va nenache con le tenaglie....

    RispondiElimina
  131. Questa è facile:Sotto la pioggia di Venditti

    https://www.youtube.com/watch?v=WZCXMk4EZLs

    Perchè? Non lo so. E' una cosa del tutto irrazionale, non lo considero nemmeno un grandissimo pezzo ( e certamente non uno dei migliori del cantautore romano) ma quando sento "il presidente pensa solo agli operai...sotto la pioggia", porca miseria mi salgono le lacrime solo a scriverla, la strofa...

    RispondiElimina
  132. da esperto in materia (anch'io, come gSan, amo farmi del male) mi arrogo il diritto disceglierne 3 (tanto ormai, dopo 2 giorni, i commenti non li leggerà più nessuno ;-p).

    'The band played waltzing Matilda', ovviamente in versione Pogues (8 minuti in cui S.McGowan dimostra che va bene fare per lo più i catsoni, ma può metterti al tappeto quando vuole)

    'L'ultimo spettacolo' di Vecchioni (basta un solo verso: perchè ti aiuto io ad andare non lo sai, che questo a chi si lascia non succede mai, ma non ti ho mai considerato roba mia, io ho le mie favole, e tu una storia tua)

    ma forse vince

    'Sugar Mice' dei Marillion, lucida ma accorata cronaca dello sfascio di una famiglia

    RispondiElimina
    Risposte
    1. tra l'altro, da buon masochista, ora sono felice, perchè mi rendo conto di di aver scelto 3 pezzi 'antichi', rivelando la mia vecchiezza

      Elimina
    2. Ginny Hermione19 ottobre 2015 16:58

      Beh, anch'io ho una certa età ;)

      Elimina
  133. Vedo che è gia stata opzionata, dico anch'io "Per me è importante" dei Tiromancino. Mi ero appena lasciato, eh, oh, succede. E ancora adesso non posso sentire quella canzone in pubblico. E col pazzo che vado a cercare il video per linkarlo.

    RispondiElimina
  134. La canzone dell'amore perduto di De Andrè. Una meravigliosa poesia dal punto di vista di una donna.In alternativa pensavo a In my defence e These are the days of our lives pensando a Freddie. Ma vince De André.

    RispondiElimina
  135. Ho imparato a Sognare dei Negrita. Vuoi per il significato, vuoi per il fatto che in un periodo importante della mia vita ad ogni svolta c'era magicamente questa canzone...e oggi quando la sento, se penso alla trista vista d'ufficio, non posso fare a meno di pensare che ogni sogno è un cannone e se sogni ne ammazzi metà

    RispondiElimina
  136. Ginny Hermione19 ottobre 2015 16:57

    L'intero album dei Pooh "Giorni infiniti". Sono una grande fan dei quattro orsacchiotti, ma questo è il loro album che amo meno perché uscì in un periodo bruttissimo della mia vita, e perciò ogni volta che ne risento qualche pezzo rivivo quei giorni bui che per fortuna infiniti non lo sono stati. Credo che fra i miei magoni musicali sia questo il peggiore, un po' perché riguarda un LP intero e un po' perché riguarda una band che altrimenti amo pazzamente.

    RispondiElimina
  137. Direi proprio Passion di Utada Hikaru, conosciuta principalmente come canzone intro di Kingdom Hearts II. Ed è proprio per colpa di quell'intro se ogni volta che sento anche per sbaglio questa canzone mi metto a piangere come Kenshiro alla morte di Raoh. Voglio dire, registicamente è uno spettacolo, e la combinazione perfetta di immagini e musica ne accentua pesantemente la mariomerolicità.

    RispondiElimina
  138. Venti Minuti degli Offlaga Disco Pax. Non li amo particolarmente come gruppo, ma questa canzone mi ha colpito tantissimo, forse perché ci sono passato anche io. Rimane uno dei più diretti e sentiti racconti che un figlio fa del padre, quando arriva il finale di solito sono una maschera di lacrime.
    Allego video https://www.youtube.com/watch?v=2SrGiyUEPDM

    RispondiElimina
  139. When You're Alone di Bruce Springsteen dall'album del 1987 Tunnel of Love. Non l'ho ascoltata per anni ma nel momento in cui ho cliccato play poco tempo fa mi sono ritrovato istantaneamente nel 1990 a casa dei mei nonni e si sono aperte le cascate del niagara. Il potere che ha la musica di portarsi dietro le emozioni e le sensazioni provate nel passato e di riproportele esattamente identiche anche anni dopo, come trasportate da una macchina del tempo tutta tua è veramente incredibile.

    RispondiElimina
  140. Vado fuori dagli schemi

    In The Aeroplane Over The Sea - Neutral Milk Hotel quanto mi fa piangere

    All Apologies - Nirvana quando era ragazzino di solito la skippavo. Adesso che sono 30enne ed ho tanti motivi per chiedere scusa, quando l'ascolto (specialmente nella versione unplugged) riemergono sempre i miei sensi di colpa

    RispondiElimina
  141. Golden Brown degli Stranglers
    https://www.youtube.com/watch?v=zRifVQSbvoA

    Sarà quel giro di clavicebalo ossessivo, quel cantato stralunato e triste di Hugh Cornwell, quel giro di chitarra un po' riverberato che entra a tradimento seguito da un vocalizzo, sempre con riverbero che subentra subito dopo, il testo che parla della dipendenza per una ragazza (e, ad un altro livello, anche per l'eroina, sì, ma soprassediamo)... ogni volta che la ascolto mi si stringe lo stomaco, niente da fare.

    RispondiElimina
  142. "Bat Out of Hell" di Meat Loaf. Rock + Puccini.

    RispondiElimina
  143. "Così presto no" di Biagio Antonacci. Perché è il racconto di un periodo della mia vita.

    RispondiElimina
  144. Posso accodarmi con alcuni mesi di ritardo? Poi mi leggo i commenti degli altri.

    https://www.youtube.com/watch?v=hD6_QXwKesU

    Quando mi scaricai il disco mi aveva appena lasciato quello che considero il mio grande amore adolescenziale (avevo 27 anni, ma se vi raccontassi la mia vita questa definizione avrebbe senso). Poi la canzone non è subito allegra, anzi è molto toccante. E meravigliosa.

    Curiosamente, per l'ultima morosa che mi ha mollato due anni fa e ancora ci sono sotto, non ho una canzone per identificare il lasciamento. Canzoni per quel periodo sì, ma per il lasciamento... Per questa ragazza, però ho una canzone che non riesco più a ascoltare perché mi ricorda quando ho pensato "È quella giusta!" dopo una notte passata con lei mentre mi dirigevo al lavoro in pesante ritardo.



    RispondiElimina

I commenti anonimi vengono eliminati dai filtri antispam e, nel caso superino i filtri, irrisi ed eliminati uguale: non usateli.

Related Posts with Thumbnails