venerdì 28 agosto 2015

46

Betelgeuse della Freccia (Saintini, figli di un'Atena minore - 4)

Torna Saintini, la rubrica sui Cavalieri dello Zodiaco più scappati di casa e morti di sonno, con un altro campione di pezzentaggine mica da ridere. Talmente pezzente che questa puntata è decisamente più breve del solito: arriva, le prende e ciaone, anche se la sua missione riesce comunque a portarla a termine. Sort of. Da noi ha preso il nome di Betelgeuse ed è il Cavaliere d'Argento (libico, e in quanto tale endorsed da Gheddafi e dai suoi amici italiani baciamano) della costellazione della Freccia. Il suo nome originale è Ptolemy di Sagitta, e pure Tolomeo è un nome bello mimmo. Su uichipìdia si legge inoltre che avrebbe dovuto chiamarsi Mark Bambineu, come un debosciato transalpino. Ma il nome, alla fine, era l'ultimo dei suoi problemi. Enter una delle più grandi, sontuose figure dimmerda della storia dei cavalieri di Atena [...]

Fratocugino di Lesia di Sagitta oscura (Sagitta no Maya), che appare nel primo film dei cavalieri, La Dea della Discordia, Betelgeuse fa una fine da gran maestro chocolatier simile, venendo scassataggiso da Pegasus. Vrigogna. La prima apparizione di Betelgeuse è nell'episodio 41 della serie, "Al Grande Tempio". La cumpa di Lady Isabel e Pegasiello atterra ad Atene con un jet privato, direttamente tra le rovine millenarie, chegliefrega. Li raggiunge subito Sirio, come al solito in una delle sue fasi da diversamente vedente.
Arriva un tizio incappucciato e tutti pensano "Minchia la sovrintendenza alle belle arti, mo' ci rompono il culo!". Ma Lady Isabel dice che no, si tratta della loro guida. Come non fidarsi di un tizio in saio verde melvato con una maschera di metallo. 
Il cosplayer povero del Dottor Destino dà il suo benvenuto alla banda. "Venite, venite", ci dice "mettetevi comodi!". 
"Possiamo posare gli zainetti da un metro cubo da qualche parte?". 
"NO".
La guida turistica rassicurantissima spiega che per arrivare al Grande Sacerdote tocca prima attraversare le 12 Case dello Zodiaco, fermandosi un sacco di tempo a quella del Leone fino a quando non arrivano le cacchio di nuove puntate. 
Solo ai primi 5 che raggiungeranno la cima, in regalo una batteria di pentole e un motorino della tomos pre-truccato. "Vedete lo schema delle case?", chiede la guida. "Sì", rispondono gli altri. "Tua madre", risponde Sirio.
Ma è tutto un bieco barbatrucco! La guida è in realtà un nemico, Betelgeuse della Freccia! Quando faceva il DJ sulle stazioni private, Betelgeuse di Radio Freccia.
"Scusa, ma se sei un nemico e vuoi fermarci, perché ci hai spiegato tutta la rava e la fava delle 12 case?", chiede Crystal. "Fatti i cazzi tuoi, qui si campa solo con le televendite", risponde Betelgeuse, lo spiritello porcelleuse, 
prima di scatenare la sua Freccia di Betelgeuse, colpo consistente in una serie di insegne al neon anni 70 pezzenti, tipo merceria della signora Titina. 
Pegasus, essendo il coraggioso protagonista del cartone, si caga in mano affronta di petto la situazione, finché Sirio gli spiega che son solo illusioni, che la piantasse di agitarsi, eghe, e che figura dimmerda. 
"Abbiamo scoperto il tuo trucco, Betelgeuse!", grida allora il Cavaliere della Raccomandazione, pigliandosi subito il merito, come al solito. Pegasus Calboni. Betelgeuse è attonito. Come avranno fatto a scoprire il suo segreto a prova di bomba? Quello su cui ha sempre potuto contare lui, il cavaliere della Freccia, noto anche come il Cavaliere dell'Indicazione e il Saint della Segnaletica Stradale.
Inutile dire che al primo, scrauso, telefonatissimo Fulmine di Pegasus, quello va giù e gli scassa tutta l'armatura. Un colpo, il solito colpo, e finisce KO. L'armatura deve averla trovata nelle patatine. 
"Ah, è stato facile batterti. Non eri granché come Cavaliere", gli dice l'insopportabile PdF, sparandosi le pose da guappo di cartone. Pure la presa per il culo, non bastava l'incommensurabile figura di niente. Ma il ruolo di Betelgeuse, in tutta la storia, è comunque importante. Quello che doveva fare l'ha fatto, anche se Pegasiello e gli altri non se ne sono ancora accorti. Betelgeuse dice a Pegasus: "Non m'hai fatto niente, faccia di serpente". Poi si ferma un attimo, per sputare un rene, e aggiunge che il suo compito era fermare Lady Isabel. Non sarà riuscito a ucciderla, ma...
Lo spettacolo lascia tutti con gli occhi sbarrati dall'orrore e ammutoliti dalla paura. Tutti tranne Sirio che dice "Embé, qualcuno mi spiega? Oh, devo mica aspettare l'audiobook? Pronto?"
Lady Isabel è stata centrata da una freccia d'oro. In piena minna sinistra! Una freccia astutamente mimetizzata tra quelle finte e una bandiera dei terroristi portoghesi, la Tropa de Chitemmù. 
Una cosa dovevano fare Pegasus e gli altri. Una, eh, non due. Una manica di minchioni.
L'episodio 42 si apre così con Lady Isabel minnainfilzata e un bel flashback sul metodo Montessori applicato a casa della donna con gli orfani destinati a diventare cavalieri. I bei tempi in cui questi bambini venivano allevati da Mylock con tanto di quell'amore che l'UNICEF ha spiccato un mandato di cattura internazionale nei suoi confronti. 
La dolce Lady Isabel, in compenso, pretendeva che Pegasus le facesse "da cavallino", e quando quello si rifiutava lo prendeva A SCUDISCIATE IN FACCIA. Manco l'Algida Stronza con Kentozzi. Che adorabile personaggio, Lady Isabel: una freccia nel cuore, un palo nel coolo. E a proposito della qual cosa: 
per fare da cavallino e ramazzare la stanza, senza l'uso delle mani, in genere si offriva Asher, diventato poi per questo Cavaliere dell'Unicorno Mio Mini Pony. 
E a Betelgeuse 'sti stronzi ingrati l'hanno ammazzato come un Asterione, invece di fargli una statua in oro. Lui che li aveva finalmente vendicati di anni di indicibili angheria per mano di quella ricca, sadica bastarda.
Ed eccolo qua, quest'uomo, questo MARTIRE DELLA LIBERTADE, che prima di spirare ha due cose da dire ai Bronzini di Atena:
la prima è che solo il Grande Sacedote Arles può estrarre quella freccia, e hanno solo 12 ore per farlo. Poi il Big Ben là dietro dice stop, non si può chiamare più da casa e quella schiatta;
la seconda è PUPPA, HO VINTO IO, VAFAGNISCA, PEGASUS DELLA MINCHIA DI MARE. E muore, nell'armatura autoriparatasi per l'occasione. 
L'armatura non era male (figo il dettaglio del braccio coperto, come gli arcieri) e il suo scopo, Tolomeo il libico, l'ha quasi raggiunto, ma andare giù al primo colpo, quando quello era ancora in jeans e maglietta. Eddai, su. La morte di Betelgeuse lasciava peraltro aperti alcuni interrogativi. Innanzitutto, quale forma avesse l'armatura di Sagitta assemblata a totem. Bene, è in arrivo dopo anni (il mondo può smetterla di trattenere il fiato, guarda) il Myth Cloth di Betelgeuse. Guardate le seconda foto:
una mano che esce da un cesso impugnando una freccia, come l'ha definita l'antrista bluecyber74. Chiaramente una metafora: con quell'unica freccia, anche un povero stronzo è riuscito a combinare più danni alla fine di tanti altri. Il secondo quesito riguardava invece la lettera spedita da Lady Isabel ad Arles, cui la donna fa menzione all'inizio dell'episodio 41. Una lettera per avvisarlo della loro visita (scelta tra le finaliste del premio fuBBizia di quell'anno): ma come aveva preso, esattamente, il Gran Sacerdote l'arrivo di quella importante raccomandata? 

46 commenti:

  1. Fra il commento di Bluecyber74 ed il post sto facendo fatica a non farmi sentire al lavoro dalle ghignate. Beltegeuse Pezzente fuori scala comunque. non me lo ricordavo. Buongiorno a tutti!!

    RispondiElimina
  2. Attendevo fremente la puntata dedicata al figuro in questione. Figuro a favore di cui mi sento di spezzare una lancia (anzi una freccia :D): almeno lui, a differenza di tanti altri, il suo compitino l'ha portato a termine, suvvia.

    In chiusura, applausi per il passato da Mistress di Lady Isabel: con Seiya ha fatto solo bene, anzi doveva dargliene anche di più. Va tutto in batteria in nome dell'allenamento speciale "subisci-cadi-rialzati" tramite il quale il Nostro avrebbe saputo distinguersi in futuro.
    Per Asher non vale, quello era una causa persa fin da piccolo. E secondo me gli piaceva pure un po'.

    RispondiElimina
  3. sulla mano che esce fuori dal cesso è iniziato il delirio dello sganascio...non riesco a smettere!!!!
    meno male che sono a casa...

    RispondiElimina
  4. Ma quindi "Tramy" (nome usato nella prima edizione del manga della Star di una quindicina di anni orsono) è un adattamento di Ptolemy? Cose che non sono cose.

    Io da piccinino non avevo mai visto la puntata in questione, ricordo di aver cominciato a vedere la saga delle 12 Case direttamente dallo scontro con il Toro (sul quale si potrebbe aprire un gran dibattito per una candidatura ad un post su questa rubrica), per cui ero convinto che la freccia fosse stata scoccata dall'armatura del Sagittario sotto il controllo di Arles.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Pure io pensavo così, avendo perso alcune puntate per strada, anche perchè trattandosi di una freccia d'oro era la cosa più logica da pensare (non aveva senso che un cavaliere d'argento lanciasse frecce dorate!). Solo alla terza o quarta replica ho scoperto la verità....

      Elimina
  5. La Tropa del Chitemmù mi ha fatto ribaltare dalla sedia!!

    RispondiElimina
  6. in realtà cercavo di immaginare il postino che attraversa le 12 case per recapitare la lettera,magari ha lasciato l'avviso bastardo ed Arles si e recato alle poste?

    RispondiElimina
  7. Oh, questo in effetti me l'ero dimenticato pure io (mi sembrava che la freccia l'avesse scagliata direttamente Arles) ! :-D

    RispondiElimina
  8. Una delle poche puntate che ho visto, ché le pose da baby Belva delle SS di Atena le ricordo moolto bene! Maledetta!

    RispondiElimina
  9. Mi sono sempre chiesto come abbia fatto a diventare cavaliere d'argento con un colpo coreografico e basta.
    Il comitato di saggi che ha assegnato l'armatura cosa si era fumato? (Ammetto che non conosco il metodo di assegnazione delle armature d'argento ai cavalieri).

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Una riffa parrocchiale, mi pare ormai evidente. Primo premio un'armatura d'argento a caso, secondo premio il maialino.

      Elimina
    2. Cioè, ma tu hai presente gli altri pezzenti d'argento? Questo almeno se levato presto dalle scatole.

      Elimina
  10. Eccolo, il pernacchione per eccellenza, la figura di Gran Visir di tutti i cavalieri !!!!

    RispondiElimina
  11. Doc, non so se preferisco di più i post in cui ci fai commuovere (Il Re Leone, Marnie) o quelli in cui ci fai ridere (questo)!

    Ah, non so come mai, se è l'esperienza, se è la famiglia, se è chissà che altro, ma i tuoi post sono sempre meglio ogni anno che passa. Niente, volevo solo che sapessi che qui c'è gente che ti stima assai. :)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie, Mattia.
      Fa piacere sapere che non si sta perdendo vapore, come dicono gli anglotizi.

      Elimina
  12. Sto rileggendo il manga in questi giorni e mi domando: tra i mille mila adattamenti che Kurumada e altri hanno fatto negli anni, perché non hanno mai pensato di ambientarne uno proprio nel periodo dei miti? Con tutte le divinità in campo, eroi (a questo punto probabili cavalieri) compresi?

    Secondo me sarebbe fighissimo!

    RispondiElimina
  13. "La guida turistica rassicurantissima spiega che per arrivare al Grande Sacerdote tocca prima attraversare le 12 Case dello Zodiaco, fermandosi un sacco di tempo a quella del Leone fino a quando non arrivano le cacchio di nuove puntate. "

    Kudos Reale. :D
    ...E quindi da ciò intuisco che anche in Calabrifornia ed isole Eolie, il primo passaggio dei CdZ sia stato dato da OdeonTV, si?

    RispondiElimina
  14. "You had one job... and you did it right, congratulascions!" XD

    RispondiElimina
  15. Cioè, quindi Sagitta Maya non avrà il suo Saintino?
    Beh effettivamente un post di più di 30 parole sul tema era difficile.

    RispondiElimina
  16. E di questo esimio personaggio c'hanno pure fatto l'action figure?
    La definizione "raschiare il fondo del barile" si arricchisce di nuovi significati XD
    A quanto la statuetta del tizio che grida "oooh!" nella puntata 7 della 2 serie?

    RispondiElimina
    Risposte
    1. E neanche un pupazzo di Asher in versione Kentozzi Upgraded. O Unicorno Mio Mini Pony. Vergogna, Bandai!

      Elimina
  17. La guida turistica rassicurantissima spiega che per arrivare al Grande Sacerdote tocca prima attraversare le 12 Case dello Zodiaco, fermandosi un sacco di tempo a quella del Leone fino a quando non arrivano le cacchio di nuove puntate. "
    Una sosta eterna ... mi ricordo ancora quando, alla puntata successiva dopo che ioria stava sbatacchiando pegasus, ricominciarono dall'inizio ... e poi ancora .... gridai al miracolo quando finalmente continuarono

    Tornando a questo spettacolo di cavaliere c'è ben poco da aggiungere .... è il non plus ultra degli scappatissimi da casa ... l'armatura era non d'argento, ma della carta argentata dei baci perugina.
    Pegasus sarà il raccomandato di Atena, ma credo che il cavalierato d'argento viene assegnato tramite nepotismi vari e parentele già mi vedo la scena
    "grande sacerdote avrei un nipote che ha 25 anni, non lavora, non studia ... la prego mi aiuti facci lei"
    "ma si lo facciamo cavaliere del cesso col braccio che tiene la freccia"
    "come è umano lei"

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Già, non tutti l'hanno capita, i fortunati che hanno seguito la serie direttamente dalle repliche.
      Come sempre, strepitoso Doc.

      Elimina
    2. Io a suo tempo, come un drogato in astinenza, rintracciai il numero di telefono di Odeon solo per informarli che 'avevano per sbaglio messo la prima puntata invece di quella giusta'. XD
      Sapere che in realtà non avevano acquistato i diritti per tutta la serie (ma come caxxo si fa?), fu tragico.

      In compenso, la notizia che Italia7 avrebbe rimediato alla cosa, seppur con una sigla più scrausa, fu accolta come la vittoria dell'Italia ai mondiali. :D

      Elimina
    3. beh meglio aver pagato quello che effettivamente si è distribuito, anche se incompleto, piuttosto che distribuire tutto e non pagare nulla, che è ben più grave! (gu...*koff*...ndam..*kough*)

      Elimina
    4. Seconda serie che, ricordiamolo (o almeno, io me lo ricordo così, boh), su Italia7 cominciava sempre e regolarmente mentre la prima serie su Odeon era a metà, io non me ne accorgevo mai e così ho mantenuto per anni un buco tra la casa del leone e l'inizio di Asgard...

      Elimina
  18. c'è da dire che pur soffrendo di vistosaXD blefarocalasi il tipo in questione aveva una mira micidiale! oh un personaggio, dico uno il cui concetto per eccellenza è avere la supermira...e ha la palpebra calante...seems legit...

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Già che non hanno dato l'armatura a un guercio :)

      Elimina
  19. Io sono rimasto sconcertato dal bellissimo barbatrucco delle frecce farlocche (tipo disegni dell'asilo, bellissime) che non sembravano minimamente vere ma che hanno ingannato tutti i cavalieri (Pegasus in particolare ovviamente). Grazie al Doc per ricordarci questi momenti che tanto hanno influenzato la nostra infanzia ;)

    RispondiElimina
  20. Non sono assolutamente d'accordo . Pur tenendo conto che la parte svolta dal personaggio in questione è più da comica fantozziana che da epica classica, c'è da dire che il povero Betelgeuse è l' unico cavaliere d'argento che riesce, in qualche modo , a far danni. Con una strategia degna dello sputazzamento con la cerbottana con la penna bic delle medie, ma sempre danni ha fatto. A causa del suo infido backstab, infatti, non solo la stronzissima Violetta ellenica è finita orizzontale, ma ce l' hanno menata lunghissima per 50 puntate ed oltre con questa freccia in pectore. Senza tener conto della figura dimmerda rimediata dai 4 somari di guardia, degna dell' Aspide o dell' Unicorno .
    Insomma, considerando la povertà assoluta dell' artiglieria a disposizione e la sproporzione in forze imbarazzante , per lo minkia il nostro cavaliere dell' Ideal Standard sagittaria qualcosa ha fatto, come quando all' orale di Meccanica razionale rispondevi alla prima domanda e basta e raccattavi un 18 e uno sputo. Ma eri felice così in quanto si sapeva dall' inzio che l' esito sarebbe stato infausto per manifeta disparità di forze.
    Vogliamo confrontare col fesso di dokrates che SCAPPA DALLA POLIZIA e SI FA FRANARE LA MONTAGNA ADDOSSO ?

    con tutto il grosso che è , l' unica conseguenza per i Buoni è stata dover redigere una pratica per ristrutturazione al 50% , e ciao. Invece il povero cavaliere delle freccette da bar ce lo hanno ricordato per un bel pò, e non ditemi che la prima volta che l' avete visto non ci siete rimasti dimmerda a vedere Lady Stronza trapassata 50 cm più in alto di quanto avreste voluto nei vostri sogni nerd.
    Inzomma, poveretto, io lo promuovo a pieni voti, sebbene alla fin fine sia un così scalcagnato minkione da farsi scassare dal Raccomandato senza neanche fargli cambiare le infradito ( umiliazione rara) per lo meno ha ferito brutalmente Mylady, laddove i suoi colleghi la rapivano coi nastri/ bloccavano su una roccia in canottiera sottozero/ catturavano con varie perversioni , lui no , zero poesia e puro agguato camorristico, si fa quel che si deve.
    Ecco se il grande sacerdote gli avesse fornito la calibro 9 che il povero minkia aveva chiesto per Natale , probabilmente la serie sarebbe finita ben prima.

    Per quanto riguarda invece gli atteggiamenti sadici ( a tuo avviso inopportuni ) della Dea della giustizia, anche qui dissento. Difatti, se non ricordo male, la somma fetenza se la prendeva sempre con Pegasus e con l' Unicorno, a mio avviso meritatamente , io sono sempre contrario ai maltrattamenti dei bambini nei manga in quanto è diseducativo ma guarda che faccia da minkia che hanno fatto a Pegasus infante, ma dico io è impossibile tenersi.... e da grande è pure peggiorato.
    Insomma , a mio avviso le scudisciate ed umiliazioni al perfettino ci stanno tutte e per quanto mi riguarda potrebbero pure fare una serie apposita e non sarebbero neancora abbastanza.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Cheppoi a guardar bene, spiegatemi questo , cito.
      in quadratura con 3 cavalieri
      "Lo spettacolo lascia tutti con gli occhi sbarrati dall'orrore e ammutoliti dalla paura. Tutti tranne Sirio che dice "Embé, qualcuno mi spiega? Oh, devo mica aspettare l'audiobook? Pronto?""

      ecco... e Andromeda non era esterrefatto? LOLZ

      Elimina
  21. Aggiungo che a causa del Guglielmo Tell del Pireo ( o meglio del Pirleo ) Lady Isabel se ne è stata ZITTA per mezza serie... da ola in curva. altro che Santino ;)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. e poi quando tornò a parlare aveva la voce di tisifone... nuff said!

      Elimina
  22. L'armatura chiusa oltre che ad un braccio fuoriuscito da un cesso, mi ricorda molto la versione più sfigata di l'excalibur nel lago, del film Super Fantozzi. Magari ogni volta che la deve indossare, l'armatura gli chiede una moneta da 5, lui gli tira una da 10, poi gli chiede il resto e l'armatura gli fa il gesto dell'ombrello. asd!

    RispondiElimina
  23. Comunque sia, l'armatura mi piace molto, anche in versione "cesso": almeno è qualcosa di meno scontato che una freccia gigante XD

    RispondiElimina
  24. Betelgeuse di fondo lo salvo... Anche se è schiattato, è riuscito nel suo intento :D

    RispondiElimina
  25. Più che fratocuggino era proprio la copia spiccicata del Ghost Saint del primo film. Almeno per i cloni di Orfeo si sono sforzati a cambiare i colori.

    RispondiElimina
  26. Doveva chiaramente essere malvagio, vestito come cosplayer povero di Destino.
    Peccato che Sirio fosse orbo e il Campione di Burronismo non potesse prendersi i meriti.

    RispondiElimina
  27. certo che, con tutti i soldi che si ritrovava, Atena poteva rivolgersi a un'agenzia viaggi più affidabile

    RispondiElimina
  28. Mylok nel fotogramma con Pegasus bimbo sembra Alessandro Sallusti

    RispondiElimina
  29. IL più grammo della storia dei cavalieri d'argento riesce a piazzare un colpo mortale alla svampita, cosa che tutti i suoi colleghi precedenti, infinitamente migliori di lui, non erano riusciti a fare. Non so come spiegarla: è come una squadra in cui tutti i migliori rigoristi sbagliano e poi ci pensa il portiere a infilare. Incomprensibile.

    RispondiElimina
  30. L'attesa delle "cacchio di puntate" con il loop infinito nella casa di Leo è stata molto vicina ad una crisi di nervi adolescenziale!:P

    RispondiElimina
  31. Ho le lacrime agli occhi... e pure agli orecchi

    RispondiElimina

I commenti anonimi vengono eliminati dai filtri antispam e, nel caso superino i filtri, irrisi ed eliminati uguale: non usateli.

Related Posts with Thumbnails