mercoledì 1 luglio 2015

64

Il catalogo di giocattoli Gig del 1990

catalogo gig 1990
Una settimana fa si diceva del catalogo di giocattoli Gig è Bel - uno dei giochi di parole più agghiaccianti della storia dell'umanità - del Natale '91. Bene, l'altro catalogo rimediato sulla baia insieme a quello ci porta invece all'anno precedente: Gig è Bel Natale 1990. Alcuni contenuti sono evidentemente uguali, ma molti altri sono differenti. E no, qui non c'era ancora il trivial pursuit del catechismo [...]

La cover è dedicata alla partnership con il WWF, e purtroppo non con la WWF (dannati panda cagacaz*i). In quarta di copertina, perciò, si parla della Panda Elettra in palio con il concorsone, "la prima autovettura elettrica prodotta in serie". Ormai le auto elettriche erano realtà: bastava superare le resistenze della lobby del petrolio e presto tutte le nostre città sarebbero state invase da auto così, giusto? Venticinque anni dopo, #ciao.
A proposito di auto. I radiocomandi Gig Nikko non avevano ancora conosciuto la deriva dei nomi superzarri di cui si diceva l'altra volta. In questo mondo fatto di "quarzi intercambiabili per gareggiare" non c'erano ancora le macchinine chiamate Super Toro Squalo Ti Rompo il Coolo, ci si accontentava di nomi più low profile come Ala Rossa, Turbo Duello, DIPLOMAT (!), e Rombo di Tuono, il modello più sborone dotato di "messa in moto con accelerata" e "trombe in funzione dal telecomando".
Qui ritroviamo invece il Cessna Sunlight, "consigliato a bambini di età non inferiore ai 14 anni", cioè NON adatto ai bambini, e non uno ma ben due modelli di hovercraft, Pirate e Air Bullet.
I playset MicroMachines, presentati dal solito omino inquietante con i baffi che non sa che indicare è un gesto da maleducati. La Base Militare e la Città delle MicroMachines son fighe ancora oggi, per quanto no, non allacciavano manco le scarpe jedi alla Morte Nera MicroMachines.
Gran belli anche il Cargo e la Portaerei, mentre l'autobus con la luce gialla, lì in basso, era chiaramente il set di un film horror.
Ma passiamo a vedere come se la cavavano quei maledetti Gig Tiger truffarelli. Eccolo lì, in basso a destra, Golden Axe, tra i soldi peggio buttati della tua vita. Ma c'erano anche Double Dragon II, Guerrilla War e tanti altri, compresi quelli turbo-incoolarelli da tavolo, che costavano pure di più ma contenevano sempre un giochino LCD scrauso dei cinesi. "Autentiche riproduzioni dei videogames da sala giochi". Ma vaffancuore, va'.
Pure i Transformers non è che fossero messi benissimo, ormai persi nel mondo multicolore e superplasticoso delle generazioni post G1. Il Camion Combin, diretto alla sede del Catania calcio, un Commander apocrifo ridicolo con mini Optimus Prime, lo Space Shuttle Galaxy (probabilmente il meno peggio della cumpa) e soprattutto Saetta che ha preso la patente e va a rimorchiare pheega nel mondo di Out Run. Cose che non sono cose.
A sinistra, i Flying Fighters, aerei da guerra con l'impugnatura a forma di joystick per farci gli effettini sonori topgunni della viulenza militare volante. A destra, i walkie talkie, che erano divertenti sia se ci giocavi in due, sia se uno, metti, li usava da solo come te per sentire cosa si dicevano i camionisti in autostrada.
I Dino Riders, linea di pupazzini di suo superfantastica, qui declinata però in sala Era Glaciale, con Mammuth e altri mammiferi del cacchio guidati da cavernicoli. Ma vattene a fare un giro, dove diavolo sono i dinosauri? Gli Xpanders invece, veicoli militari che con uno scatto si trasformano in mini playset con i soldatini non te li ricordavi mica. Sembrano tutti gran fighi, ve'?
Passiamo al bambolame. In mezzo a tanta roba a sfondo rosa vista già l'altra volta, come Bebi Mia la bambola che voleva drogarsi, troviamo altri suggestivi modelli come Bronciolino, il bambolotto che se non gli dai da mangiare ti guarda storto e ti bestemmia i morti,
i Bouncin' Babies, bambolotti della Meliconi che rimbalzano in caso di caduta, disponibili in diverse varianti tra cui Baby Quattro Zampe, che "cammina a quattro zampe e si agita", devi dargli gli ansiolitici,
e Mami, la bambola che sarà presto mamma perché non ha ben capito come funziona quella cosa della contraccezione. Sarà maschio o sarà femmina? Basta che non nasce juventino va bene tutto.
L'allegro, coloratissimo, gayfriendly mondo dei My Little Pony: Pony innamorati, tutti frutti, ballerini, raggio di sole, delinquenti armati di coltello, evasori fiscali.
Tante-tante-tante Gambe, anche in versione tricolore, residuato bellico di Italia '90, e Bobbé, l'orsetto più simpatico che c'è, con la sua espressione da avvinazzato. Bobbé è un nome bellissimo. Non se l'è incoolato nessuno, l'orsetto Bobbé, che se gli premevi il pancino faceva "un piccolo dolce grugnito", ma lui l'ha presa con filosofia. Si è detto Vabbé. Si è detto Bobbé.
Ma applausi anche per l'ottavo nano Sognolo, chiaramente un parente stretto di Ouccino, l'eroe dell'ultima nippotrasferta tokyense, e per PAJAMAS, "il cagnolino più pigro del mondo, protagonista dei fumetti più divertenti dell'anno". Sarà. "Pajamas, giochiamo?", "No, non mi rompere i cojoni". E se la volta scorsa avevamo visto solo i fiori e le lattine di cocacola danzanti, qui ci sono anche i Rockin' Ridikulous. Beh, almeno con il nome sono stati onesti.
Si è detto già di Banda Rock e Festa Rock, i Guitar Hero ante litteram, ma guardate lì a sinistra: c'era anche la console da DJ con due piatti veri, "Star Time Super Disco", con tanto di luci strobo. Sooca, DJ Hero. Mini cubista in stile Berté non inclusa nella confezione.
Chiudiamo con Go Monkey Go, il gioco della scimmia che sale, feroce, riuscita metafora di tutti quei trailer che ti promettevano grandi film di fantascienza e poi invece, quando andavi al cinema a guardarteli, ti facevano cadere "le palline dal tronco". Salvo poi ricascarci con tutte le scarpe al successivo trailer scimmiante: e rivai scimmia, go monkey go.
No, come detto all'inizio, purtroppo stavolta niente gioco sul catechismo. E vabbé, ma soprattutto e bobbé.


Gig è Bel Natale '91

64 commenti:

  1. I transformers dei poveri facevano una tristezza tanta

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Non a caso sul catalogo dell'anno successivo ripescarono le vecchie glorie, vedi il post del '91.

      Elimina
  2. Con questo catalogo mi sembra di aprire il cestone dei giocattoli di camera mia. Ero un fiero possessore di Turbo Duello nera, rossa non mi piaceva (in famiglia abbiamo due macchine entrambe nere, tanto per dire). Avevo la portaerei, il cargo e l'elicottero della MicroMachines, ci giocavo un casino e infatti ho sfasciato quasi tutto.
    Avevo anche il carro armato degli Xpanders e SI ERA UNA FIGATA, se lo trovo mando qualche foto. Ricordo che mi fu regalato ad un compleanno dai compagni delle elementari.

    RispondiElimina
  3. Mi si stava per imbruschettare l'occhio subito coi DinoRiders, ma di Dino non c'è manco più il fossile, e ho ritirato la lacrima.
    RidateceT-Rex e Diplodochi, a'nfami!!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Tra l'altro mi sto chiedendo che razza di animale sia "Lat", non me lo ricordo neanche nell'enciclopedia dei 15...

      Elimina
    2. Questo commento è stato eliminato dall'autore.

      Elimina
    3. A veder le immagini sembra una sorta di iena gigante, ma anche il ueb è poco esaustivo.. ;)

      Elimina
    4. A giudicare da quello che compare su internet inserendo "megachoerus latidens" sembra essere un incrocio fra una zebra carnivora e un tapiro, delle dimensioni di un rinoceronte.
      Ovviamente passato sotto silenzio, che la natura il suo meglio l'aveva già dato coi dinosauri.

      Poi oh, magari era pure simpatico, vai a sapere.

      Elimina
  4. Anch'io con il walkie non facevo altre che ascoltare camionisti ed automobilisti con il baracchino, nel tentativo di captare qualche conversazione piccante o criminale.:-p

    RispondiElimina
  5. Ricordo con non poco entusiasmo l'hovercraft GigNikko...
    P.S.: Ma Doc, mi hai cambiato il celeste Manhattan con l'arancio Gran Brazil?

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Sto modificando un po' di cose in questi giorni. Piccole, ma tante, dalla nuova testata ad assetto variabile (vedrete) all'avatar qui accanto. Ma sempre di Sole Ardente (avatar che uso qui ormai da diversi anni) si tratta.

      Elimina
  6. Ho capito, vado sulla baia a comprarmi qualche playset micromachines...

    RispondiElimina
  7. In primisi menzione d'onore per la nuova testata del quipresente blog, in secundisi mi ricordo bene gli Xpanders, ho fatto il filo una vita al carroarmato ma non è mai pervenuto nella mia cameretta..sarei oltremodo curioso di sentire le "trombe" di Rombo di Tuono, saranno tipo i Bantrha delle dune in amore? (cit)..

    RispondiElimina
  8. Pure il Gig Tiger?
    Un giorno o l'altro devi farci un post con la tua collezione di Golden Axe.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Sono quasi sicuro di aver postato un po' di foto, agli albori del blogghe. Da qualche parte dovrei averle ancora, se le trovo le linko qui. Basti dire che di Gig Tiger di Golden Axe ne ho due :D

      Elimina
    2. Golden Axe !! Oltre a possedere il Gig Tiger ( disperso credo) me lo comprai pure per il C64, si tratto del mio primo "giocone" ( sulla carta) dopo la frequentazione di Special Program...

      Elimina
    3. Girando tra gli articoli vecchi ricordo di aver letto qualcosa a proposito della colonna sonora, sulle pernacchie ai recensori della versione amiga (che la definivano "indistinguibile dal coin-op") e sul romanzo di Golden Axe. Avendo qualche anno meno di te me lo sono trovato ed adorato sul Mega Drive, ma ero totalmente all'oscuro del merchandise e delle tantissime versioni che esistevano e le riscopr con piacere.
      Per curiosita ho buttato un occhio anche io nella baia per vedere quanto costano questi cataloghi, e se ripenso a quanti ne ho buttati via...

      Elimina
    4. Ho trovato le foto, ma sono del 2007, nel frattempo ho aggiunto un altro po' di pezzi. Ma comunque:
      prima e
      seconda.

      Elimina
    5. Gia solo da queste foto vedo roba di cui non sospettavo neppure l'esistenza.

      Elimina
  9. Doc hai mancato un assist facilissimo con Ridimmy, l'orsetto RIPETENTE! xD
    Che tra l'altro ho ancora *_*

    RispondiElimina
  10. Me li ricordo eccome gli Xpanders. Per un certo periodo ho anche accarezzato l'idea di prendermene uno. Poi ho pensato "ho 15 anni, è finito il tempo di giocare coi soldatini, ecchediamine".

    E sono tornato a collezionare Transformers.

    RispondiElimina
  11. Oppalà,uno salta un giorno e qui cambia tutto,beh doc i colori del layer del nuovo titolo sono molto belli ma devo ammettere che senza il font in stile copertina di un albo e del comics code authority il titolo perde un pò di identità e lo stile grafico diventa troppo uguale a quello di altri milioni di siti.
    IMHO ovviamente

    Per quel che riguarda il titolo...i giocattoli belli li hanno finiti negli anni 80,lo sanno tutti.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Quella vecchia mi aveva rotto le scatole, anche (ma non solo) perché su schermi retina si vedeva da schifo. La risoluzione originale era modesta. Questa è molto più pulita e mi permette di modificare personaggio e colori quando voglio.
      Per il resto, spero che quello che importa, che distingua questo blog da "milioni di altri siti", siano i contenuti, non la testata. Quella il giorno dopo non la nota più nessuno.

      Elimina
    2. Difatti io ho parlato di stile grafico,non di contenuti,quelli sono unici :)

      Elimina
  12. Saetta Superturbo, ma.... E' la Match Patrol quella che stai guidando?! E come l'hai conciata?...
    Cose che non sono cose gente.

    RispondiElimina
  13. mamma mia i giocattoli qui avevano già assunto una deriva pietosa, gli unici gran fighi sono gli x-panders, io avevo una bomba a mano che si apriva e diventava una basetta con jeep e pupazzini, e devo dire che erano davvero di fattura superiore, fatti molto bene e molto dettagliati, anche se parlo della prima infornata credo un paio di anni prima di questa.
    Una linea sfigata però che mai ha preso piede a che ricordo io, comunque nel 91 gia non guardavo più i cataloghi di giocattoli ma solo la roba per console ;)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Come scrivevo sopra io avevo il carroarmato presente in questo catalogo ma un amico che aveva l'aereo prima versione. X-panders prima versione erano meno plasticosi di quelli nel catalogo. La differenza era soprattutto nella colorazione, le prime edizioni avevano i colori dei veri mezzi militari, quindi tinte opache sempre sul verde e sul grigio militare, mentre i secondi avevano inserti gialli e arancioni che rendevano i mezzi molto più giocattolosi.

      Elimina
    2. Cmq mi so sbagliato degli xpanders avevo un coso a tre ruote, la bomba era dei filippotrippissimi ARMY GEAR
      http://www.nijirain.com/army%20gear%20-%20nijirain%20dot%20com%20-%20wallpaper.jpg

      Elimina
    3. @wargarv
      Ce l'avevo anche io quello a tre ruote o meglio, ce l'ho ancora. Mi ricordo che per avere l'ok a comperarmelo mi sudai un Distinto all'orale di Storia :P

      Elimina
  14. Degli Xpanders mi ricordo un piccolo carroarmato preso in gita scolastica....qualcuno della Nikko aveva la microscheggia? Una magata, poco più grande di una mini4wd. Gig Tiger grande inculata, avevo Ninja Gaiden...

    RispondiElimina
  15. Coi Walkie Talkie io ci sentivo pure i Carabinieri! Storia vera! Ma è successo solo un paio di volte.

    RispondiElimina
  16. Spettacolo la Panda elettra! Pensare a cosa avrebbero potuto fare dal 1990 ad oggi se non avessero abbandonato la linea "elettrico"... 25 anni di sviluppo ...

    RispondiElimina
  17. Risposte
    1. Dice: come nascono i tormentoni? Così. Esattamente così. E bobbé.

      Elimina
  18. doc, ma l'header? mi è diventato un covo di milanisti purpett-di-merd qui?

    RispondiElimina
    Risposte
    1. I colori ruoteranno, fino all'allineamento della giustizia nei momenti propizi, non temere...

      Elimina
  19. Non mi rassegnerò mai al fatto che la GIG fece sparire i meravigliosi Micronauti dal proprio catalogo. MA!

    RispondiElimina
  20. La nuova testata mi piace molto, ma ammetto che mi manca l'autoritratto del Doc con copola d'ordinanza :-)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Tu quoque, Gianluca. Mi siete poco attenti, sulla testata vecchia si stavano alternando vari tizi (Mirkos, Leopaldon, Skeletor) da mesi e mesi. Ma, come scrivevo poco sopra, alla fine la testata è una cosa che finché rimane grossomodo uguale non si nota. Non la guarda nessuno. E vabbé, ma soprattutto e bobbé.

      Elimina
  21. Ma Sognolo?
    Cioè te lo immagini la notte che ti fissa con quegli occhi illuminati? XD

    Incubolo. Altro che Five Nights at Freddies. X°D

    RispondiElimina
  22. Riguardo la nuova grafica del sito, a me piace.
    Ma comunque penso che continuerei a seguirlo anche se decidessi di tingere le pagine coi colori del pisa calcio.

    RispondiElimina
  23. Gran parte di questa roba era triste già all'epoca, si salvano giusto i playset delle Micromachines (che hanno sempre avuto un certo fascino particolare, specialmente quelli più grossi e "completi" come la valigia-città). Io avevo la portaerei \m/

    Le macchine radiocomandate avevano preso già una certa deriva zarra insopportabile -anche se non come l'esagerazione degli anni successivi- ma hanno avuto il pregio di fari tornare alla memoria la mia vecchia Turbo Panther che era veramente figa e che con le ruote chiodate sia dietro che davanti mi davano l'idea di poter andare dovunque - ovviamente non era vero, con l'assetto bassissimo che aveva la macchinina al primo sassolino si incastrava ma a otto anni a queste cose non ci davi peso.

    In chiusura vorrei ricordare come i millepiedi peloucheosi in quegli anni invece di svolgere la loro funzione di giocattoli per bambini avevano la funzione primaria di adornare i lunotti posteriori delle macchine dei ragazzi più grandi..

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Non solo in quegli anni! Giusto pochi mesi fa, in quel di Genova, ero in coda ad un semaforo, e la macchina davanti a me aveva un tante (ecc) - gambe proprio dal lunotto, non volevo crederci! Nostalgia!! :D Tra l'altro ho pensato di fare lo stesso col mio fuxia, ormai scocciato dal prendere polvere da più di 20 anni!

      Elimina
    2. Visto? Io sono pure di Genova, magari prima o poi lo incrocio.. io ho solo lo scooter

      Elimina
  24. L'Hovercraft Gig Nikko era il sogno proibito di ogni ragazzino delle elementari nell'anno 1990.
    Anche il Cessna, ma quello costava una follia se non ricordo male.

    RispondiElimina
  25. Bello anche lo slogan dei millepiedi di peluche: "tante tante tante gambe ...tanto tanto tanto amore" ...amore lungo lungo? Fra l'altro disponibili in varie lunghezze, per tutte le esigenze.
    Mi ricorda quella barzelletta che finisce con "no, signora, se le vendo l'estintore mi fanno chiudere il negozio!".

    RispondiElimina
  26. Purtroppo era durante il lungo periodo nel quale avendo ormai finito tutti i giocattoli riciclabili da Diaclone e Microman, erano costretti ad inventarsene di originali. Risultato? Transformers che erano costruiti intorno ad una singola gimmick (a volte abbastanza cagosa ed a volte no) a discapito del resto.
    Non a caso stavano andando in picchiata come pezzo di piombo.

    RispondiElimina
  27. Rombo di tuono, con le sue 12 pile di autonomia. Tuttora in mio possesso, non oso tentare di rimetterla in moto.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Rombo di tuono che, in un frontale calcolato per vedere chi aveva la Gig Nikko definitiva, passava letteralmente sopra a quella dell'avversario portandosi appresso un pezzo dell'alettone posteriore dello sconfitto. E lui muto, che ci suonavo il clacson per derisione.
      Invece ricordo di aver avuto due veicoli sospettosamente simili agli Xpanders, ma con colorazioni diverse, hovercraft identico ma verde militare e il get trasformarello nero.

      Elimina
  28. Questo commento è stato eliminato dall'autore.

    RispondiElimina
  29. Doc ti dico che gli Expanders erano bellissimi!! Avevo il Carro Armato e la riproduzione dell' F-4 Phantom!! del primo mi ricordo che i cingoli erano tutti mezzi corazzati, del secondo dentro il muso dell' aereo, che diventava mi pare una specie di Hangar/Rampa, c' era un mezzo aereo, come quello in coda. Ogni mezzo aveva i suoi proiettili da sparare, se non mi ricordo male, per cecare fratelli e amici:) montati erano bellissimi, smontati spettacolari.. mamma mia che mi hai fatto tornare in mente!!

    RispondiElimina
  30. Me li ricordo quei giochi... sopratutto i Dino Riders!

    RispondiElimina
  31. Ma quanto è inquietante Sognolo con gli occhi luminosi? Roba da sognolarsela di notte..

    RispondiElimina
  32. Sì, ma cosa si raccontavano i camionisti? se si può sapere bene, sennò bobbè, ce ne faremo una ragione.

    RispondiElimina
  33. Se ripeto il tormentone tre volte davanti allo specchio, si materializza il fu Louison Bobet? E babbé :-)

    RispondiElimina
  34. Devo avere ancora i walkie-talkie del film "the black hole" in giro per qualche libreria.
    Mai riuscito a farli funzionare!
    E bobbé...

    RispondiElimina
  35. Bei ricordi, pensare che con l' F 18 Hornet ci distrussi una robetta Swarovski di mia zia (un clown? una simil-mela con tanto di bruco? chi ricorda).

    RispondiElimina
  36. E' normale che sono 10 minuti che rido come un'idiota leggendo dell'orsetto avvinazzato??? E bobbé... :_D

    #bobbéunodinoi

    RispondiElimina
  37. Ti hanno citato su Radio Deejay, il trio Medusa alle 7,30. Citavano il tuo post su Ritorno al Futuro! Grande Doc

    RispondiElimina
  38. I DINO RIDERS!!!! Il sogno proibito della mia infanzia!!! Ovviamente il topo era la serie classica, ma devo ammettere che con i miei 4-5 anni sul groppone andavo matto anche per quelli dell'era glaciale! Di questi avevo la tigre dai denti a sciabola ed il lupo con il muso da coccodrillo (quelli più grandi tipo bradipo e mammut costavano troppo)... Della prima serie invece ricordo di aver avuto il deinonychus (tipo un raptor ma più grande), lo pterodattilo, il dimetrodon, il Torosauro ed una specie di stegosauro con le spine color sabbia che iniziava per K... Qualche anno dopo sarebbero diventati i compagni di gioco dei dinosauri di Jurassic Park! :-D

    RispondiElimina
    Risposte
    1. * volevo dire il top, non il topo! :-D

      Elimina

I commenti anonimi vengono eliminati dai filtri antispam e, nel caso superino i filtri, irrisi ed eliminati uguale: non usateli.

Related Posts with Thumbnails