lunedì 13 luglio 2015

35

20 cose che forse non sapevate su The Avengers

The Avengers trivia curiosità 20 cose
Nuovo appuntamento con 20 cose che forse non sapevate su..., la rubrica sulle curiosità del cinematografò che tanti siti italiani dai nomi famosi ci provano pure a fare dei post simili quando è l'anniversario di questo e quello, ma tirano fuori solo delle robe scappate di casa, svogliate. Ché quando i collaboratori non li paghi o li paghi in noccioline, si vede, eh. Ma comunque: dopo I Guardiani della Galassia, le 20 cose si concede una nuova sortita nel cinema supereroistico contemporaneo, andando a spulciare dietro le quinte di The Avengers. Anche qui le curiosità erano millemilamilioni, e come sempre hai cercato di infilarcene il più possibile, in ossequio al vecchio adagio latino "20 a una mano". Fate roteare il vostro martello di Uru - se non ne possedete uno, cliccate con il mouse, fa lo stesso - e gridate "Vendicatori Un...!", ché si va [...]

20 -  Essendo una brava persona, Joss Whedon - d’ora in avanti Ciccio Whedon - è sempre stato un appassionato di fumetti Marvel oltre che un nerd di un certo livello. La qual cosa lo ha portato, più di dodici anni prima dell’uscita di The Avengers, a un passo dal partecipare a un altro film di super-eroi Marvel.
Trattavasi di X-Men di Bryan Singer (2000), per cui Whedon ha scritto una sceneggiatura poi non utilizzata. In quella finale, firmata da David Hayter (alias la voce storica di Snake nei giochi della serie Metal Gear Solid), sono sopravvissute solo due linee di dialogo dello script di Whedon: quella di Tempesta che sta per friggere Toad con un fulmine e uno scambio tra Wolverine e Coglionope. Quattro anni dopo, nel 2004, Ciccio Whedon avrebbe scritto un ciclo di storie dei mutanti Marvel per la nuova serie Astonishing X-Men (“Gifted”, Astonishing X-Men #1-6). Alcuni spunti di quella saga vennero ripresi per il terzo film degli X-Men, Conflitto Finale (2006).
Sempre per il fatto che Ciccio Whedon è un vecchio aficionado Marvel, la decisione di includere Thanos nella scena dopo i titoli di coda, piazzandolo di fatto al centro degli sviluppi futuri del Marvel Cinematic Universe, è stata sua: Thanos è il suo supervillanzone Marvel preferito.
19 - Alcuni dei Vendicatori fanno la loro comparsa nel film solo dopo un bel po’ di minuti. Per Thor bisogna aspettarne 44, per vedere Banner trasformarsi in Hulk ben 74. Subtrivia: Thor e Hulk erano apparsi insieme in un film solo una volta, nel 1988, nel TV movie La rivincita dell’Incredibile Hulk.
Thor è quello vestito da pastore calabrese dell'Ottocento. Anche il titolo del film si fa attendere in The Avengers, visto che appare al minuto 11, dopo il lungo prologo con i casini allo SHIELD. 
A proposito del titolo, come noto esisteva già un altro The Avengers, il film del 1998 tratto dalla serie britannica omonima degli anni 60 (in Italia il serial era stato ribattezzato Agente Speciale, il film con la Thurman, Fiennes e Sean Connery The Avengers - Agenti Speciali).
Perciò, per evitare confusione nel mercato UK, lì Disney ha cambiato il titolo del film dei Vendicatori in Avengers Assemble.
“Cre…dici!”
Parlando di gatte da pelare, il duello con l’MPAA per avere un rating PG-13 è andato avanti per un bel pezzo. Per chi non lo sapesse, la Motion Picture Association of America è l’associazione dei sette principali studi del cinema USA, organo tra le altre cose di autocensura dei film. La classificazione PG-13 (presenza di un adulto consigliata per i minori di 13 anni) è A) uno dei mali del cinematografò odierno, B) il bianconiglio inseguito da tutti gli studios per staccare più biglietti possibile al botteghino. Bene, l’MPAA voleva rifilare a The Avengers il rating R (visione sconsigliata ai minori di 17 anni) per la scena in cui Coulson viene impalato da Loki. Solo al terzo tentativo, dopo aver reso meno cruente le immagini con il montaggio, Disney l’ha spuntata. A ogni modo, non è stata un’idea di Whedon far fuori Coulson, ma del produttore Kevin Feige. Tanto è vero che poi Ciccio se n'è sbattuto lo shieldino e ha riportato in campo Coulson per la serie Agents of P.I.P.P.E. Appunto mnemonico: ancora devi vedere le ultime puntate della seconda stagione, vergognati.
18 - Alcuni dei protagonisti di The Avengers erano già apparsi in altri film tratti dai fumetti al di fuori del Marvel Cinematic Universe: Chris Evans era stato la Torcia Umana Pistola nel terrificante I Fantastici 4 della Fox (2005) e nel relativo seguito morto di sonno I Fantastici 4 e Silver Surfer, ok, ma era apparso anche in Scott Pilgrim vs. the World (era Lucas Lee; 2010) e in The Losers (2010), oltre ad aver doppiato Casey in TMNT (2007).
Scarlett Johansson la si era vista invece in Ghost World di Terry Zwigoff (2001, gran bello) e in The Spirit di Frank Miller (2008, gran cesso).
C’entra nulla, ma ne approfitti per ricordare che Chris Hemsworth era stato qualche anno prima - e solo per qualche minuto - George Kirk, il padre del futuro capoccia dell’Enterprise, nel primo Star Trek di J.J. Abrams (2009).
17 - Per un bel pezzo del film, Tony Stark indossa una maglietta dei Black Sabbath. È una citazione molto occhiolinante al brano “Iron Man”, inciso nel ’70 dalla band di Ozzy Osbourne e soci. Le parole con cui quel pezzo si apre, “I am Iron Man”, sono le stesse che pronuncia Stark alla fine del primo Iron Man (2008), quando rivela la sua identità al mondo.
Parlando di citazioni, Tony Stark accenna nel film a tre pellicole diverse. Guardando le corna sull’elmo di Loki, durante il primo scontro tra l’asgardiano e gli Avengers, Tony gli dice: "Make your move, Reindeer Games". Reindeer Games (da noi Trappola criminale) è un film del 2000 di John Frankenheimer, con Ben Affleck e Charlize Theron. In italiano ovviamente il gioco di parole si perde, diventando un "Fa’ la tua mossa, piccolo cervo". Per Thor, Stark sceglie invece come nomignolo il titolo del celebre film del 1991 della Bigelow: “No hard feelings, Point Break”. Infine, Tony chiama Hawkeye “Legolas” e la Vedova Nera “Natashona coscialunga”, ma quest’ultima potresti anche essertela immaginata solo te.
16 - Alla fine del film, sugli schermi dello SHIELD scorrono varie immagini delle reazioni dei cittadini newyorkesi alla battaglia appena conclusasi. E sì, quello lì è Stan Lee, Stan Lì. Ma aguzzate un attimo la vista e leggete la sigla lì in alto accanto al logo dello SHIELD: c'è scritto A113. A113 era il numero della classe usata nei corsi di graphic design e animazione alla California Institute of the Arts. Molti ex alunni dell’istituto, come Brad Bird e John Lasseter, hanno iniziato a piazzare questa sigla ovunque. Un elenco di film, serie animate e videogiochi con l’inside joke dell’A113 lo trovate qui. Il primo film a inaugurare lo scherzone è stato Toy Story - Il mondo dei giocattoli nel 1995 (A113 era la targa dell’auto della mamma di Andy). Tra gli sceneggiatori di Toy Story, vent’anni fa, c’era anche… sì, esatto, Ciccio Whedon.
15 - Come noto, i produttori hanno offerto a Edward Norton i panni stracciabili del Dottor Banner, visto che l’attore era stato l’ultimo Banner/Hulk ne L'incredibile Hulk di Louis Leterrier (2008). Ironia della sorbole, per il suo film (sottovalutassimo, ma a te era piaciuto più di quello di Ang Lee) Leterrier avrebbe voluto proprio Mark Ruffalo prima che la produzione si presentasse a casa sua con Norton sotto il braccio. Ma comunque. Torniamo a The Avengers: le trattative tra i Marvel Studios e Norton non vanno a buon fine e si decide di tirare a bordo Ruffalo. Quest’ultimo ha dichiarato di averne parlato con Norton, suo amico, e di aver avuto il suo placet per accettare.
Non si tratta però dell’unico collegamento tra The Avengers e L’incredibile Hulk di Leterrier. Quando Banner spiega in The Avengers che una volta ha tentato di suicidarsi, sparandosi in bocca, si riferisce a una scena poi tagliata del film di Hulk del 2008, in cui Norton provava appunto a farsi saltare il cervello in Alaska, venendo salvato dalla trasformazione in Hulk (che sputava il proiettile). La scena, per quel poco che si vede, la trovate qui. Ah, dice che c’è pure Cap sotto ghiaccio.
14 - Come c’è finita Cobie Smulders - santa subito - nella tutina di Maria Hill? È stata Alyson Hannigan, la Willow di Buffy, vecchia conoscenza di Whedon, a fare il suo nome al regista. Cobie e la Hannigan hanno lavorato insieme per dieci anni nella serie How I Met Your Mother / E alla fine arriva mamma! Il marito di Alyson Hannigan, conosciuto anche lui ai tempi di Buffy, è Alexis Denisof e appare sia in The Avengers, sia ne I Guardiani della Galassia come L’Altro (The Other).
13 - Gli alieni Chitauri sono stati pescati dalla prima saga degli Ultimates, i Vendicatori dell’Universo Ultimate della Marvel (per farla brevissima, una versione alternativa e supertosta dei Vendicatori). Molti hanno pensato che l’utilizzo di un’altra razza di alieni al posto dei più celebri Skrull fosse legata ai diritti dei Fantastici Quattro in mano alla Fox (gli Skrull furono creati da Stan Lee e Jack Kirby su Fantastic Four #2, gennaio 1962), ma in realtà la spiegazione era molto più semplice: Whedon non voleva degli alieni mutaforma come gli Skrull. Si è accontentato così di questi alieni con quattro pollici (i Chitauri del film ne hanno due per mano).
"I templari alieni delle piramidi del gombloddo!!1!"
Il nome “chitauri” deriverebbe dalla mitologia zulù, dove indica una razza di uomini serpente provenienti dallo spazio. L’inglese David Icke, cintura nera di complottismo e autore di una buona fetta delle minchiate supercazzolanti su gombloddi e illuminati che girano sull’Internet, scrisse degli articoli su questi alieni che puntavano al dominio della Terra. A Mark Millar il nome Chitauri piaceva e lo riciclò per i suoi extraterrestri invasori affrontati dagli Ultimates. Per la cronaca, in seguito i Chitauri dei fumetti Ultimate sono stati retcon-nati come una frangia ribelle degli Skrull.
12 - Per calarsi nella parte di Hawkeye, Jeremy Renner si è allenato per mesi con degli arcieri olimpici. Essendo mancino, ha dovuto imparare a scoccare le frecce con entrambi le mani, come fa sia in The Avengers, sia nel primo Thor (2011), dove usa solo la destra. Due volte candidato all’Oscar (per The Hurt Locker e The Town), e ti ritrovi a fare il pirla con l'arco mentre Robert Downey Jr. ti prende per il culo. Oh, e a proposito di nomination all’Oscar…
11 - …il cast di The Avengers è PIENO di artisti che hanno ricevuto una nomination all’Oscar. Oltre a Renner: due per Robert Downey Jr. (Charlot e Tropic Thunder), una per Mark Ruffalo (I ragazzi stanno bene. Nel 2014 se ne aggiungerà un’altra per Foxcatcher), una per Samuel L. Jackson (Pulp Fiction), una per Whedon (Toy Story), una per il direttore della fotografia Seamus McGarvey (Atonement). L'unica ad aver portato a casa una statuetta, finora, è Gwyneth Paltrow (Shakespeare in Love).
10 - L’espressione sconvolta che ha Loki dopo esser stato sbatacchiato da Hulk? Il curatore degli effetti speciali del film, Marc Chu, la ottenne in modo molto old school e analogico: afferrò Tom Hiddleston per le spalle e prese a scuoterlo con forza.
9 - Tirar fuori la voce di Hulk fu invece un attimo più complesso. Il sound editor Christopher Boves la ottenne aggiungendo progressivamente alla voce di Mark Ruffalo un po’ di quella di Lou Ferrigno… oltre alla sua e a quella di altri due tizi non meglio identificati della Nuova Zelanda. No, davvero.
Lou Ferrigno, l’Hulk dello storico, malinconico telefilm amato da voialtri rEgazzini degli anni 80, ha partecipato in un modo o nell’altro a buona parte delle trasposizioni live-action del personaggio. Dopo la serie TV del ’78 e i suoi tre special TV (il citato La rivincita dell’Incredibile Hulk, Processo all’Incredibile Hulk, quello con Devil, e La morte dell’Incredibile Hulk), è apparso in un cameo come guardia giurata sia nell’Hulk di Ang Lee (2003) che ne L’Incredibile Hulk (2008). In quest’ultimo film ha anche doppiato il Golia Verde, ruolo ricoperto anche in numerosi cartoni animati di Hulk.
8 - Chris Evans e Scarlett Johansson hanno recitato insieme due volte prima di The Avengers, in The Perfect Score (2004) e Il diario di una tata (2007). Mark Ruffalo e Robert Downey Jr. erano invece già apparsi insieme in Zodiac (2007), e Robertino e la Johansson si conoscevano già per Iron Man 2. Insomma, sul set erano tutti molto amicissimi, col risultato che dopo ogni ciak, gli attori presenti andavano a far baldoria da qualche parte. Succedeva raramente che tutto il cast si trovasse insieme nello stesso punto per le riprese, ma una di quelle volte che erano tutti lì, alla fine della giornata, Chris Evans mandò un SMS ai colleghi con una sola parola: “ASSEMBLE”. In un’intervista, Clark Gregg / Coulson dichiarò che era l’SMS più fico che avesse mai ricevuto, e come dargli torto? Ché quando hai letto per la prima volta questa curiosità ti si è cicciodinonnapaperizzata la pelle. Livello di Epicness fuori scala, ti perdoniamo di esser stato la Torcia Umana Pistola, Chris, vai tranquillo.
7 - Quando parla con Tony nella Stark Tower, Pepper Potts è scalza, per due ragioni. La prima è che Gwyneth Paltrow è leggermente più alta di Robert Downey Junior (questione di un centimetro o due), la seconda è che Joss Whedon fa parte del club “Registi feticisti del piede e perciò amiconi di Tarantino”.
Per lo stesso motivo vediamo anche la Vedova Nera senza scarpe durante la scena dell’interrogatorio. Whedon non voleva inizialmente includere i personaggi di supporto dei film dei singoli eroi, come Pepper. È stata l’insistenza di Robert Downey Jr. a convincerlo a ingaggiare la Paltrow, e a quel punto sai che c’è? Dentro anche Paul Bettany e Stellan Skarsgård. Doveva essere della partita anche Natalie Portman, la Jane Foster di Thor, ma l’attrice era incinta e quindi ciccia, Ciccio.
6 - Samuel L. Jackson è uno dei pochi attori ad aver interpretato lo stesso personaggio dei fumetti Marvel per il maggior numero di volte. Contando i vari cameo e solo i film, è apparso in sette pellicole sugli eroi Marvel, alla pari in questa speciale classifica con Hugh Jackman (sette volte Logan).
Come noto, Samuel L. Jackson e il personaggio di Nick Fury sono legati a filo doppio. No, triplo. Il Nick Fury dell’Universo Ultimate venne clonato sulle sue fattezze nel 2000, con il beneplacito dell’attore. Quando si è trattato in seguito di trovare un volto al Nick Fury dei film Marvel (a partire da Iron Man, nel 2008), dopo aver picchiato con foga chi aveva proposto di ripescare David Hasselhoff, fu naturale chiamare Jackson. L’attore ha paragonato il suo Nick Fury a Ordell Robbie, il personaggio interpretato in Jackie Brown di Tarantino: “È una persona divertente con cui avere a che fare, se sei suo amico. L’importante è non provare a pestargli i piedi…”.
5 - “C’è un posto che fa lo shawarma a due isolati da qui. Non so cos’è, ma voglio provarlo!”, dice Stark alla fine della battaglia di New York. E nella scena finale dopo i crediti vediamo appunto i Vendicatori in un ristorante di shawarma (in pratica un kebabbaro). Quella scena è stata un’idea di Robert Downey J ed è stata aggiunta il giorno DOPO la prima mondiale del film. L’unico che non mangia è Chris Evans: l’attore si stava facendo crescere il barbone per il suo ruolo in Snowpiercer e non se l’è voluto tagliare per girare questa scena extra. Così gli hanno piazzato in faccia un chilo di trucco, oltre alla parrucca biondina di Cap. Evans si regge nella scena il mento con una mano, per non far notare tutti i bozzi formati dalla barba sottostante.
4 - Iron Man ha un jetpack nel film perché a Whedon non piaceva che l’eroe volasse con quella posa da Campanellino di Peter Pan. In più, c'era da portare quel missile...
3 - L’auto guidata da Tony Stark alla fine del film era un prototipo Acura/Honda realizzato appositamente... ma non partendo da zero. Dave Marek, storico designer Honda, e il suo team hanno infatti utilizzato come base una vecchia NSX del 1991, che aveva macinato in vent’anni più di 400mila chilometri. Tutta la carrozzeria (in fibra di vetro) era nuova, ma gli interni erano rimasti quelli originali, compreso il mangianastri. Sei Iron Man e nel 2012 guidi una macchina con la radio a cassette: livello di hipsterismo fuori scala.
Parlando di robe vintagge, anche la citazione di Galaga nasce da una battuta di Robert Downey Jr. Robertino, insomma, di suo ha messo molto nel film, così come minimo voleva portarsene a casa un pezzo: la A superstite del logo STARK sulla Stark Tower dopo la battaglia finale. Riconoscenti per il suo lavoro, i produttori gli hanno risposto Ciupa. Ma poco tempo dopo, il giorno del suo compleanno, quello stesso producer gli ha fatto recapitare a casa la A come regalo. Il pirchio. Subtrivia: Mark Ruffalo e Scarlett Johansson sono nati lo stesso giorno, il 22 novembre. Anche Stellan Skarsgård, maledette le lettere finniche che ogni volta devi copincollarle, e Chris Evans spengono le candeline lo stesso giorno, il 13 giugno.
2 - Jeremy Renner e Samuel L. Jackson avevano interpretato due personaggi per alcuni versi simili in un film di nove anni prima, S.W.A.T. - Squadra speciale anticrimine (di Clark Johnson, 2003, con Colin Farrell, Michelle Rodriguez e LL Cool J). Lì Jackson era un sergente che metteva su una squadra speciale e Renner era un cecchino che si trovava ad affrontare i suoi ex compagni. Ricorda qualcosa?
1 - The Avengers è stato il primo film Marvel a bucare il tetto del MILIARDO di dollari. Film con i più alti incassi in assoluto del 2012, ha portato in casa Disney un miliardo e mezzo di verdoni (623 milioni USA, 895 estero) a fronte di un budget di 220 milioni. Il secondo film del 2012 al botteghino è stato The Dark Knight Rises di Nolan, fermatosi a un miliardo e 84 milioni (budget 250). 
"Sooca, Batman!"
Nella classifica dei maggiori incassi di tutti i tempi, The Avengers è terzo dopo la doppietta di James Cameron, Avatar e Titanic (2 miliardi e 788 milioni e 2 miliardi e 186 milioni di dollari, rispettivamente). Il quarto film? Fast and Furious 7. No, sul serio. Il resto della classifica lo trovate qui.
Inutile dire che tenendo conto dell’inflazione, cioè guardando ai biglietti effettivamente staccati, la classifica è completamente diversa. Il dannato Titanic a parte.

GLI ALTRI FILM DI 20 COSE CHE FORSE NON SAPEVATE SU...

35 commenti:

  1. "The Spirit", quale incommensurabile orrore! Quanto al personaggio di Nick Fury, nei film non mi aveva mai colpito granché, poi in "Captain America-Winter Soldier" ho realizzato che è come il Cavaliere Nero (quello di Proietti, non Dane Whitman)

    RispondiElimina
  2. lol! ne conoscevo giusto un paio!

    Ma il Mitch Biuchenon-Nick Fury dove è apparso?

    PS: ti è scappato un bebbabaro invece di kebabbaro ;)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. http://docmanhattan.blogspot.it/2010/12/10-film-marvel-davvero-pezzenti.html

      Elimina
  3. Hm ma Jackson non aveva messo come clausola per l'uso del suo aspetto nei fumetti proprio che in caso ci fosse un film LUI aveva l'esclusiva sul ruolo?

    RispondiElimina
  4. Beh, anche stavolta uno spettacolare 20 COSE, mi stavo chiedendo quando l'avresti ripreso, avevo una paura che dopo Fermati o Mamma Spara avresti chiuso la rubrica per chiusura totale del cerchio...

    PDF MODE ON
    -Il film The Avengers con Fiennes e Uma nostra è del 1998, non del 1988
    PDF MODE OFF

    RispondiElimina
  5. Oh, Norton era proprio Banner. Ci rimasi un frappo male quando seppi che non ci sarebbe stato in Avengers. E poi in quell'Hulk c'era anche il mio attore sottovalutato preferito, Tim Roth.

    Però in quello di Ang Lee c'era sua santità Jennifer Connelly.

    RispondiElimina
  6. Ma il Baxter Building sarà rimasto in piedi come la Stark Tower? ;-D

    RispondiElimina
  7. Doc in tutto ciò hai visto il trailer di Batman v Superman?
    Devo dire che mi ha scimmiato di brutto.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Il trailer è fichissimo. Speriamo che il film sia figo anche solo la metà, che non sia tutto uno scherzone pesante come per il trailer di Man of Steel.
      Per chi non l'avesse visto:
      [VIDEO]https://www.youtube.com/watch?v=iat1Do9eViQ[/VIDEO]

      Elimina
    2. Lo spero anch'io, e aggiungo che sarebbe anche ora che qualcuno sfornasse un film sui supereroi fatto come Galactus comanda, visto il trend dei film Marvel allo scherzone/gag costante (che ha anche un po' rotto le scatole).

      Elimina
    3. meh. stesso regista, uno sceneggiatore che rimane ... non credo ci sia molto da sperare.
      e poi io sposo la teoria che se un batman si presta bene ad una versione grimy e pseudorealistica, lo stesso non funziona con superman perche` metti in crisi l'essenza stessa del personaggio ...

      Elimina
  8. ...che poi il locale dello Shawarma viene ripreso come punto di ritrovo anche nei cartoni "Avengers Assemble!" (in cui Stark deve più volte ripagare i danni alle suppellettili dovuti agli scatti di ira di Hulk)

    RispondiElimina
  9. The Spirit. Me lo rivedo una volta l'anno.
    Decisamente non per il film in se.

    RispondiElimina
  10. ...che poi Iron Man dei Black Sabbath è anche il brano che accompagna la prima sequenza di ending credits del primo Iron Man, quella con tutti i wireframe e gli esplosi dell'armatura. ^_^

    RispondiElimina
  11. i link ai post sotto la voce "ti potrebbero interessare anche" sono generati casualmente? Voglio dire, non hanno nessuna attinenza con l'argomento del post. O no?

    RispondiElimina
  12. Questo commento è stato eliminato dall'autore.

    RispondiElimina
  13. Primo film che ho visto per due volte di fila al cinema. A biglietto intero.

    Se mai un giorno acquisterò un megaschermo 4K corredato di altrettantomegaimpianto surround, sarà solo per rivedermi i blu-ray di film come questo.

    PS il commento cancellato di sopra è il mio, account sbagliato :P

    RispondiElimina
  14. Ma solo io vedo sulla maglietta di tony il simbolo della Triforza? ( se non sapete cos'è la triforza riconsegnate la tessera di Antristi immediatamente LOL )

    RispondiElimina
    Risposte
    1. andrea ferrazzoli14 luglio 2015 14:55

      ecco la mia tessera, l'avevo scambiata per l'energia di god-sigma...

      Elimina
  15. E questo entra di prepotenza nei top post dell'antro nella mia classifica personale. Attendono solo le 20 cose su "Mad Max Fury Road", poi il sorriso beota perenne non me toglie più nessuno

    RispondiElimina
  16. Questo commento è stato eliminato dall'autore.

    RispondiElimina
  17. Letto tutto di un fiato... Sapevo solo la storia del ristornare

    RispondiElimina
  18. Sempre di alto livello le venti cose che non sapevate, ma occhio Doc che Point Break è del 1991!

    RispondiElimina
  19. Vediamo se riesco a mettere il mio primo commento....
    Doc, la lettera nordica che ti serve si ottiene con alt+134 del tastierino numerico (å)

    Federico

    RispondiElimina
  20. Super interessante, giusto in tempo per l'uscita di Ant-Man, metti caso che il Corriere o la gazza non sanno cosa scrivere XD

    In merito al The Avengers con la Thurman ricordo un post di Leo Ortolani in merito ad una bozza di una copertina dell'albo dei Vendicatori che lui doveva realizzare come tributo. Come prima proposta aveva pensato di mettere Occhio di Falco con bombetta e occhialini di fianco a una Vedova Nera per ammiccare alla serie inglese. E' finita in questo modo:

    https://leortola.wordpress.com/2013/08/21/gli-avengers-secondo-me/

    Citando il blog "come non detto".

    Parlando dei film citati dal Doc un parola su Tropic Thunder: bellissimo; personalmento amo Ben Stiller come regista. All'inizio Robert Downey Jr, nel trailer finto, limona con Tobey Maguire che viene citato come vincitore del "prestigioso" Mtv Movie Awards Best Kiss, premio vinto con il ruolo di Peter Parker nel primo Uomo Ragno di Raimi.
    IronMan che limona l'Uomo Ragno, dove andremo a finire.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Satan's Alley se non ricordo male. quei trailer erano stupendi!

      F

      Elimina
  21. Di tutte quante l'unica che conoscevo era "l'enigma A113", ma non sapevo che anche ciccio whedon facesse parte del club. Quel l'aula ha sfornato una marea di geni.

    RispondiElimina
  22. La scena dal kebabbaro non la conoscevo, epicità pura, seconda solo a quella

    ROVINATORE



    con Howard il Papero ne I Guardiani della Galassia.

    RispondiElimina
  23. FILM MITICO . punto. comunque a proposito del box office , mi sa che presto quello in quinta posizione fregherà la terza posizione ai nostri Avengers..

    RispondiElimina
  24. Io non capisco come possa esistere qualcuno al mondo che non adora questo film, magari definendolo anche "tutto meno che epico". De gustibus ecc ecc, mai come in questo caso...

    RispondiElimina
  25. Il film e' grandioso ma il mio sogno nel cassetto nerd e' un buddy movie con Thor ed Hulk lungo la Route 66

    RispondiElimina
  26. Il film "the avengers" con Sean Connery è un film talmente brutto che, essendo uscito dal cinema a suo tempo, mi misi a dire alla gente di non entrare perch+ era inguardabile. E riuscii a convincere un gruppo di almeno 7-10 ragazzi a non entrare! Andai a casa soddisfatissimo.

    RispondiElimina
  27. Ma Ciccio Whedon non si è fermato con Gifted, quando scriveva Astonishing X-Men. Anzi! E' andato avanti con altre tre saghe belle belle. Ma belle belle belle

    RispondiElimina

I commenti anonimi vengono eliminati dai filtri antispam e, nel caso superino i filtri, irrisi ed eliminati uguale: non usateli.

Related Posts with Thumbnails