lunedì 22 giugno 2015

33

Kentozzi e i Subbaqqui, su Rieducational Barbie

Che tipo Atlantide è andata a cercare
loro per quanto erano vestiti male
Avevi promesso un post entro sera, per farti perdonare la latitanza di venerdì, ed eccolo. Nientedimeno, una nuova avventura di Kentozzi e dell'Algida Stronza, quella volta in cui la Malvagia scoprì per caso ATLANTIDE a due metri di profondità, lì a venti centimetri dalla riva e dal venditore di gelati. Gombloddi! Tentati omicidi! Subbaqqui! Mbuti! [...]

Barbie e Ken sono, leggiamo, su una splendida isola tropicale, dove le stradine asfaltate nascono magicamente sotto i piedi dell'Algida per non crearle disagio con i tacchi alti. In questo ridente angolo di paradiso, con i cartelli delle indicazioni tipo zona industriale di Rende (CS), i due sono stati invitati dall'amico Alan, ora riciclatosi come biologo marino. Lei, l'Algida, sembra un campionario di stoffe scartate infilato nel frullatore, lui, il Burattino senza fichi, raggiante in uno dei suoi completini più improbabili, così tamarro che se lo vedeva Apollo Creed prima della sfida con Ivan Drago chiedeva a James Brown di smettere di cantare un attimo e ci diceva Oh, minghia, però.
I due si imbattono nel delfino Tuffy, che tenta inutilmente di togliersi la vita alla vista dei loro vestiti. Tuffy, peraltro, quella vita è costretto a portarla avanti in una piscinetta gonfiabile spacciata per acquario. Hoink!, dice il delfino curioso e un po' porco, leccando una gamba a Barbie. L'Algida si cambia poi dietro un cesto gigante, lì, davanti a tutti, ché tanto se qualcuno sbircia muore fulminato, e poi è pronta a immergersi, con il suo completo fucsia e la muta in tinta con le pallette, l'esclusivo modello cressi sub don lurio. Ken intanto, per ricordarsi la sua condizione, si annoda quel cordone da frate attorno ai testicoli.

Alan, biologo marino in fissa con vòiager, ha fatto delle ricerche AC-CU-RA-TIS-SI-ME su Atlantide, ed è sicuro che le sue rovine si trovino lì, da qualche parte, nel mar coso, là, dove ci stanno i gialli. Perfino le elaborazioni al computer gli danno ragione. Cioè, mica pizza e fischiettexas instruments. Ken e la Malvagia studiano attentamente la mappa, individuando il punto preciso. Anche se la dettagliatissima mappa in scala 1:40 milioni la stanno guardando dal lato sbagliato, i fenomeni. Ken dà un'ultima "occhiata alle bombole", cerca cioè inutilmente di sbirciare nella scollatura a prova di catechista della muta di Barbie, e lei si lancia nell'esplorazione delle profondità marine. Lì, a venti centimetri dalla spiaggia. Hoink! Hoink!, dice quel porco di Tuffy cercando di ingropparsela.
Ma lei, l'indomita esploratrice, è partita. Dritta verso gli abissi, inarrestabile, che pure i pesciolini si scansano terrorizzati. SPLASC, fa il suo tuffo da sirena a Manhattac.
Naturalmente, dopo un paio di pinnate, l'Algida trova i resti di Atlantide. Ché tipo lei in queste storie, lo sappiamo, dove si gira gira trova cose e segreti e tesori, di tutto, tranne la sua umanità. Ma il destino era in agguato, sotto forma di didascalia gialla. Qualcuno sta osservando Barbie...

Trattasi di eroina-villanzona, con il coraggio (la follia) di tentare di intralciare l'impastettatissima protagonista in una delle sue eroiche avventure. Ciao, cì. Mentre la moretta trattiene Barbie sott'acqua per farla annegare, e tutti a casa fanno il tifo per lei, urlando fino a perdere la voce, sul suo motoscafo dei bambini Ken si accorge che qualcosa non va. Con il placet del cetaceo suino, Kentozzi si lancia al salvataggio, sfilandosi addirittura la canotta reggipetto gialla! IN APNEA! Eroico! Kentozzi Maiorco! 
La colluttazione subacquea si trasforma in uno scambio di battute che sconfigge le leggi della fisica, ma tanto a Barbie è permesso questo e qualsiasi altra cosa. La bionda pupazza con taglio alla Rettore non si era accorta di una cippa, ma l'intervento combinato di Kentozzi e del delfinomaiale Tuffy ha la meglio sulla moretta ladra. "Quante emozioni!", recita la didascalia. Ma davvero. Troppe. Troppe. La bella moretta viene arrestata, Ken si appoggia, tutto è bene quel che finisce bene, 
cioè che Alan ha scoperto Atlantide, pur non avendo fatto una mazzarella. Un posto nella storia per l'uomo, biologo marino fancazzista, e i suoi due amici, che possono festeggiare l'impresa bevendo una spremuta di miominipony. Brindiamo!, dice Ken, sciogliendosi finalmente il cordone per liberarsi i testicoli. Che galante!, gli risponde l'Algida, perché certe finezze la colpiscono sempre.
Barbie Subbaqqua è in vendita dal tuo giocattolaio. Nuota davvero e respira pure sott'acqua, perché sì. Inimitabile Incarnazione del Male. 

Si ringrazia come sempre per le scan 
l'antrista Elisabetta. Seguite tutti il suo 

LE ALTRE (DIS)AVVENTURE DI KENTOZZI

33 commenti:

  1. I grandi misteri della storia: Atlantide, Shangri-La, il santo Graal...
    Tutti diventano robette risolte in un pomeriggio se di mezzo c'è l'Algida!
    E un animale a caso..

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Se l'Algida fosse esistita davvero, vòiager chiudeva dopo mezza puntata.

      Elimina
    2. In realtà anche Stefano Accorsi è nato da un'idea dell'Algida

      Elimina
  2. Adam Kadmon scansati che non sei nessuno!!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. L'Algida non solo usa la mascherina, ma neppure la maschera per andare sott'acqua!

      Elimina
  3. Quell'EEEEEE di Tuffy mi ha ucciso.

    RispondiElimina
  4. ho iniziato a ridere sguaiatamente a "campionario di stoffe scartate infilato nel frullatore" e ho smesso 10 minuti dopo aver finito di leggere. fortuna che ero a casa e non al lavoro...
    saranno stati i 3 giorni di astinenza antristica...

    RispondiElimina
  5. "Barbie è immersa da più di un'ora! Che ne dici di andare a dare un'occhiata?"

    "EEEEEEEEEEE......no"

    RispondiElimina
  6. A me quella vignetta gialla "QUANTE EMOZIONI" mi sa tanto di censura, visto che il tursiope suino Tuffy, nella vignetta precedente, sta puntando infoiatissimo sulla malcapitata ladra di reperti.

    RispondiElimina
  7. Devastebol, anni ed anni buttati via a guardare Quark (quando ancora c'era il babbo), bastava seguire le avventure della Malibú Stacy dei poveri... Sapevatelo!!!

    RispondiElimina
  8. Doc, tu non capisci nulla della Vera Arte! Barbie non si cambia dietro un cesto gigante, ma a suggerire il bungalow vengono usate solo due pareti, un po' come il villaggio disegnato sulla lavagna di Dogville, ma 20 anni prima! Che a Barbie Von Trier le fa una pippa!
    E vogliamo parlare del sapiente uso degli archetipi, come la cattiva che ovviamente è bruna,e il Delfino Curioso-Forse-Anche-Troppo?
    Fotoromanzo Barbie meglio del Dogma! Meglio di Bergman!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Anche come ideologie politiche Barbie e Von Trier devono essere molto vicini...

      Elimina
    2. non per niente il primo brindisi è 'A Noi!'

      Elimina
    3. [IMG]https://lh3.googleusercontent.com/-ZrJJOAcVW2o/VEoZ__6Hs4I/AAAAAAABLho/HPnsH7NpLc4/s193/32wtf%252520muppet.gif[/IMG]

      Elimina
  9. alla fine dell'avventura kentozzi esclama "molliamo gli ormeggi per lande desolate, facciamo rotta per CESENATICO!"

    RispondiElimina
    Risposte
    1. ... non prima di aver detto all'Algida: "vedi tesoro, ho scoperto che mi piace il tursiope" :-)

      Elimina
  10. Mi mancavano i Kentozzi!
    Certo che quel "Quante emozioni" è inquietante :D

    RispondiElimina
  11. Ma le esplorazioni "subaque" le fanno per risparmiare sulle vocali del lettering? :)

    RispondiElimina
  12. Sono felice di leggere una nuova puntata di Kentozzi! Quanto mi mancava!
    Comunque... altro che Lara Croft! L'Algida è molte spanne sopra! XD

    RispondiElimina
  13. UAW!(citando la stessa algida) che bello kentozzi ogni volta è sempre peggio, qui vestiti assurdi, gente che parla facendo sub, delfini che fanno hoink; difficilmente potrà esserci una puntata peggio.

    RispondiElimina
  14. No, aspe, ma quei fumetti li vendevano davvero?

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Eccome se li vendevano.. Inspiegabilmente li vendevano tanto anche O.o

      Elimina
    2. Ma sorella e mia cugina ne avevano una frotta, a fine anni '80 e inizio '90 le case di noi fratelli maggiori furono letteralmente sommerse dalle riviste con cover cromate (se non ricordo male) con fumetti di questo tipo! Roba che manco "Cioè"... per l'Algida fu l'anticamera alla conquista del mondo... ;)

      Elimina
    3. Oddio, adesso mi è venuto in mente che anche mia sorella li leggeva... Adesso mi spiego molte cose...

      Elimina
  15. Va bene farsi perdonare, ma così ti fai proprio voler bene tanto!

    RispondiElimina
  16. la giacca a stelle e striscie mi ha fatto venire un flashback di usa 94, non so perché

    RispondiElimina
  17. Ma solo a me il nome Tuffy fa una tristezza infinita, peggio di Cip-Cip e Bee-Bee di Heidi?

    RispondiElimina
  18. E poi...è una mia sensazione o le antagoniste di Barbie sono SEMPRE o la maggior parte delle volte con i capelli scuri? Forse una vendetta dell'Algida che vuole far passare le brune come Rio a cui deve la sua prima, unica vera sconfitta, come le cattive?

    RispondiElimina
  19. Ciò che mi sconcerta è che vogliono spacciare per Atlantide quelle quattro macerie... qualcuno si sarà perso delle decorazioni da giardino...

    RispondiElimina
  20. Non avevamo dubbi che a Kentozzi sarebbe toccata l'immersione oceanica senza muta e in apnea. E alla fine Barbie da anche il merito del salvataggio al micro-delfino.

    RispondiElimina
  21. Barbie che si tuffa e trova Atlantide mi ha ricordato Putin che si tuffa e, guarda caso, trova un vaso antico. Che il secondo abbia appreso la propaganda dalla prima?

    RispondiElimina
  22. antiche subbaqquerie...ecco chi mancava per risolvere il mistero del Triangolo delle Bermude, altro che Uri Geller e i suoi trucchi da bonzetto di Matrix

    RispondiElimina

I commenti anonimi vengono eliminati dai filtri antispam e, nel caso superino i filtri, irrisi ed eliminati uguale: non usateli.

Related Posts with Thumbnails