lunedì 30 marzo 2015

22

Rim City: incubo di una notte della scorsa estate

Un enorme grazie a Michele Benevento, co-creatore
del Lukas Bonelli
, per il suo omaggio a Rim City
Com'è nata l'idea di Rim City? Era una notte buia e tempestosa. Anzi, no, per niente: era un pomeriggio di inizio estate, di quelli con il cielo terso, tutto pantone celeste, con giusto qualche pigra nuvola bianca a dare profondità e rendere più viva la scenografia. C'era insomma quel tipico cielo da sigla di apertura di tutti gli anime degli ultimi vent'anni. Era un sabato, un sabato italiano e più che altro un sabato rovente, di quelli che i lattiginosi caldi di stagione vi precipitano addosso, nel cuore del caldo profondo sud di Huck e Jim, mentre il cotone sputerà addosso alle magliette dei meno acclimatati. Eri in giro da tutto il giorno, e avevi un grosso problema. Si era già deciso che due dei tre progetti di lancio di Atomico fossero il seguito di Quebrada e Zeroi, mancava il terzo. Il tuo. Con Matteo avevate discusso a lungo di un'altra idea moderatamente fantascienza, ma c'era qualcosa che continuava a non convincerti. Bello spunto, forse, ma non era l'idea giusta. Tornato a casa dopo una giornata trascorsa in giro ad ascoltare i RATM, tuo personalissimo equivalente del cappello pensatore di Archimede, eri ancora inchiodato sui blocchi di partenza. Un intero giorno con colonna sonora tipo superpuntata di Report, e niente. Hai sperato allora che la notte portasse consiglio, e invece ti ha portato aggratis un incubo spaventoso. Spaventoso ma utile […]

Sì, uno di quelli chip-induced che a volte ti vengono anche quando non scazzi con il dosaggio di droghe per l'innesto neurale da cyber cowboy. No, con Rim City l'incubo non c'entra alla fine nulla, se non molto indirettamente. Sono le due, ti alzi, vai in cucina a bere, seguito come sempre da un'altrettanto silenziata Zelda in modalità ninja. Non è affetto, è che spera sempre di rimediare qualcosa da mettere sotto ai denti, ché l'appetito è l'unico vero padrone di quel diavolo della Tasmania travestito da cane che c'avete in casa. Arrivi in cucina e sul tavolo ci sono un paio di action figure da fotografare che hai lasciato lì qualche ora prima. Ne fissi per qualche istante una attraverso la bottiglia dell'acqua, le linee rese deformi dal liquido. Senza una ragione vera e propria, prendi la bottiglia di plastica, ti assicuri che il tappo faccia il suo, la ripoggi sul tavolo capovolta e torni a fissare la stessa scena. La bottiglia casca, ovvio, ma quel mezzo secondo che ci mette a farlo ti basta: hai l'idea

Per un qualche miracolo fantascienzo, un te stesso del futuro ti ha appena trasmesso telepaticamente tutta l'idea di base di Rim City. Premessa, sviluppo, conclusione: bàm, tutto il pacchetto. Ora, quando sogni in genere ti vengono un sacco di idee, ma sono quelle idee bislacche, quelle che al mattino dopo rivelano la propria natura di suggestive, eteree minchiate. Stavolta è diverso, perché sei fin troppo sveglio e perché ti rendi conto che l'idea è fichissima. Non c'è un istante da perdti metti al computer e inizi a scrivere. La mattina dopo quella storia non è - altrettanto miracolosamente - svanita nel nulla, ma è ancora lì, sul portatile. C'è da limare qui e là, da aggiungere dettagli, da selezionare i personaggi, ma c'è, e funziona. Per tutto il resto ci sarà tempo. 

Addio, vecchio progetto fantascienzo incerto, benvenuta Rim City, anche se all'inizio non ti chiami Rim City. Il primo nome che ti è venuto in mente per questo fumetto è infatti "Abysmal City". Come si è arrivati al nome definito? E a quello di Kendra? Oh, quella è un'altra storia… 

Questo è il video della tua intervista in cui parli di Rim City. L'altra volta ne avete visto solo una parte, mixata con quella di Daniele, questa è la versione integrale, cioè con un sacco di crusca:

Mancano 24 giorni alla mezzanotte atomica di fine campagna: vota Antonio! Sostenete Rim-City! #Makeitsuccedere! 

22 commenti:

  1. Recentemente le sottoscrizioni sono aumentate considerevolmente [toccandosi le gonadi] il trend sembra buono.
    Come sempre #LLEP.

    RispondiElimina
  2. Con la sciarpetta Doc! Fa così freddo in Calafrica?? a milano è supecaldo!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Girato un mese fa (forse qualcosina in più) e a Reggio Emilia :)

      Elimina
  3. Come dire "non tutto il male viene per nuocere". Grande doc tra articolo e intervista mi hai scimmiato ancora di più.
    Personalmente ho già contribuito e condiviso i link ... ora incrocio le dita che ci si riesca #Makeitsuccedere

    RispondiElimina
  4. Questo commento è stato eliminato dall'autore.

    RispondiElimina
  5. Tutto perfetto! Solo Doc. quel maledetto poster alle tue spalle nell'intervista non vorrei che portasse sfiga!! :)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Perché portare sfiga? Che ti ha fatto il Maltese?

      Elimina
    2. Perché portare sfiga? Che ti ha fatto il Maltese?

      Elimina
    3. Penso si riferisse al Titanic :-D

      Elimina
    4. Cioè, mi dite che dobbiamo licenziare l'orchestrina? Eghe.

      Elimina
  6. #noicicrediamoci

    piccolo OT-Zelda: qui in NZ usano i beagles alla dogana invece dei pastori tedeschi in quanto il terrore principale della biosecurity di quaggiu' (come ben sapra' chi si guarda border patrol!) e' il cibo...furia cieca contro il malcapitato che cercasse di far passare una banana!
    E i beagles sono spietati ed infallibili su questo, guai a voi se dimenticate una caramella offerta in aereo nella borsa, il beagle la sniffera'. #ZeldaSecurity!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Geniali gli Zelandesi! I beagle snifferebbero un croccantino sotto una colata di cemento armato! Però.....Una caramella! Ma che pericolo può comportare? La pianti e ti cresce una foresta infestante di Alpenliebe? :-)

      Elimina
    2. Li usa anche la polizia giapponese. Li ho visti in tutti e due gli aeroporti di Osaka, con tanto di divisina da cane poliziotto :)
      Confermo sul superfiuto: Zelda ha una fissazione per i fazzolettini di carta, che adora fare a pezzi. Se ne hai uno in tasca, se ne accorge, anche a dieci metri di distanza...

      Elimina
  7. Sì, è sempre così.
    Quando ci pensi non ti viene mai in mente niente, e quando invece non ci pensi, ti viene il lampo di genio xD

    RispondiElimina
  8. Mi sto segnando tutto.
    Ma tutto tutto.
    Ero alla presentazione a Lucca, seguo tutti gli aggiornamenti della campagna, leggo tutti gli articoli, presto andrò a importunare di persona anche il buon Daniele (che dovrebbe venire qui a Modena al Play - Fiera del gioco da tavolo)

    Il perché di tutto ciò?
    Perché ci tengo a leggere Rim City?
    Anche. Ma soprattutto perché un giorno, quando RC sarà un successo interplanetario, io potrò sbeffeggiare chiunque con tante di quelle curiosità che signora mia, guardi, lasci stare.
    Roba da "20 cose che non sapevi su Rim City".

    Ah Doc, farete mica qualcosa qui a Modena, per quanto riguarda presentazioni e simili? Vi può interessare? Vado a tastare il terreno nella mia fumetteria di fiducia?

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Oooook, mi terrò aggiornato per altri eventi futuri in zona
      Ad ogni modo, continuo a spingere :D

      Elimina
  9. Insieme a Zeroi è il progetto che mi intrippa di più..sono colpevole di non aver ancora finanziato ma lo farò di certo!!
    Lo spam invece è già partito a manetta da un pò di giorni.. ;)

    RispondiElimina
  10. Alessandro Gabriele Tuveri31 marzo 2015 12:30

    Ciao a tutti,
    Seguo il blog da diversi mesi.. l'ho scoperto per caso, mentre cercavo nel web recensioni su film fantascienzi (il mio genere preferito in assoluto!). Sono rimasto particolarmente colpito dallo stile (in generale) e dall'umorismo irresistibile che trapela da ogni riga! Essendo una persona un tantino timida non ho mai scritto niente, limitandomi a leggere le formidabili recensioni del Doc, e i commenti del popolo antrista.
    Poi ad un certo punto ho visto il post iniziale sul progetto Rim City.. all'inizio non mi ha interessato particolarmente (non essendo mai stato un vorace lettore di comics) poi sono cominciate ad apparire le prime tavole.. mozzafiato! Ho visto i trailer e le interviste.. e mi sono reso conto di essere davanti ad una cosa davvero bella, un progetto che merita! Sono andato su indiegogo e ho fatto la mia piccola parte.. spero che riusciate a raggiungere la meta! E spero che tanta gente come me, esca dall'anonimato e vi sostenga! Incrocio le dita.. :)

    RispondiElimina
  11. Ci sono! Presente! Finalmente riesco ad avere il tempo per promuovere e sottoscrivere la Rim List. Mi spiace non poter contribuire in modo più significativo, ma sono certo che ce la faremo! ;)
    Forza Antro!! Sono curioso di leggere questa storia!!! ;)

    RispondiElimina
  12. Voto 10 per la sciarpina da Gianfransuà del Doc...

    RispondiElimina

I commenti anonimi vengono eliminati dai filtri antispam e, nel caso superino i filtri, irrisi ed eliminati uguale: non usateli.

Related Posts with Thumbnails