sabato 7 marzo 2015

124

Biscotti, elegia dello sgranocchio libero (Saturday night sondaggismo)

Dovrebbero essere dei nostri nemici naturali, in quanto portatori sani di zuccheri in eccesso, ma sono al contrario da sempre il grande amico dell'uomo quanto e forse più del cane, per il semplice fatto che il cane non puoi morderlo, semmai il contrario. Sono i biscotti, ma di biscotti ce ne sono talmente tanti che bisogna innanzitutto limitare il campo: nel sondaggismo di questa settimana si parla di quelli SENZA crema (no Oreo, Ringo, Baiocchi, etc), biscotti secchi che trovano una loro dimensione pucciati per metà nel latte ma anche e soprattutto così, nello sgranocchio selvaggio del pacchetto lasciato sempre chiuso male, con la mollettina storta, per le grandi non emergenze pomeridiannotturne del vivere quotidiano. E dunque, se queste sono le premesse, piacere, quali sono i vostri biscotti preferiti? [...]
Domanda alla quale te potresti rispondere con un listone-paura di quelli in grado di asciugare chiunque stia leggendo, chiunque si trovi nelle sue vicinanze, il Mediterraneo, l'Atlantico. Ma facciamo i responsabili nonscilipoti e scegliamo gli unici, veri evergreen, nella rotazione agricola di biscotti secchi che si litigano lo spazio vitale dei sacrificabili nel cassettone della cucina. Gli Atene Doria. Enormi e dolciastri al punto giusto che uno, massimo due ti danno la giusta soddisfazione ma senza aggiderti di sensi di colpa: è così sin dall'alba dei tempi e così probabilmente sarà nei secoli dei seguili. Fatto. Voialtri debosciati, invece? Quali sono i vostri biscotti (senza creme) preferiti? Una scelta sola a testa, un perché vagamente convincente, niente listoni, niente commenti anonimi (ma se vi va di perdere il vostro tempo per scrivere qualcosa che non leggerà nessuno e finirà a zavorrare il filtro antispam, fate pure, eh). Rispettate le regole, non facciamo finire come sempre tutto a tarallucci e mulino /battutone

124 commenti:

  1. Gli Oro Ciok Saiwa possono andare - non hanno crema, ma sono per metà una tavoletta di cioccolato - ?
    Il motivo?
    Non hanno crema e sono per metà una tavoletta di cioccolato! :D

    RispondiElimina
  2. Gli Atene girano pure in casa mia e qualcuno me lo sgranocchio anche ma è con la morte nel cuore che ogni qualvolta vada al supermercato a cercare dei biscotti ricchi di goloso BURRO trovi solo tonnellate di paccottiglia con GRASSI VEGETALI DI ORIGINE PEZZOTTA, questo fino al giorno in cui ho trovato, nascosti da finti frollini con gli ingredienti sbagliati, dei sontuosi medaglioni francesi, dritti dritti dalla Normandia, col 34% di burro, zucchero, farina, uova, E BASTA. Fantascienza. Il nome non lo ricordo, perché poi non li ho più trovati, ma un giorno, un giorno...

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Parli per caso degli shortbread? http://it.wikipedia.org/wiki/Shortbread

      Elimina
  3. I McVities "Digestive"......che non favoriscono in alcun modo la digestione (come recita il pacchetto)..Mi piace la loro consistenza "morbifriabile" e ovviamente il loro gusto non troppo dolce.....un paio col caffè dopo pranzo....nn sempre.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. concordo! Meglio semplici che col cioccolato... per me un vero record che col cioccolato di solito i biscotti mi piacciono molto di più!

      Elimina
    2. Per la proprietà dello scaffale vuoto nel momento del bisogno, estenderei la mia adorazione anche a tutti i digestive-non-digestivi delle altre marche in commercio... nel latte/tè/caffè/acqua calda........

      Elimina
    3. Quoto i "Digestive"! Li ho scoperti grazie a mio papà ed ora non riesco a bermi un the senza pucciarli dentro. Anche i miei bimbi hanno la stessa passione quindi direi che la cosa è ereditaria.

      Elimina
  4. Concordo con il Doc,
    sempre e solo Atene!

    RispondiElimina
  5. Le gocciole Pavesi, per via della commistion tra cioccolato e biscotto. Ne sono dipendente da almeno 5 anni, probabilmente di più.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. #teamgocciole tutta la vita...non hanno il gusto burroso dei biscotti mulino bianco e non si spappolano appena entrano in contatto col caffèlatte o col tè. E sembra ci siano più gocce di cioccolato che impasto *__*

      Elimina
  6. Io dico i Pan di Stelle, ché pucciati nel latte in coppia o in terzetti sono una roba buonissimissima!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. E che si fa, si quota ovviamente.

      Elimina
  7. Io dico i Pan di Stelle, ché pucciati nel latte in coppia o in terzetti sono una roba buonissimissima!

    RispondiElimina
  8. ora non ne mangio più perchè mi appesantiscono, ma se dovessi citare il mio biscotto preferito, direi probabilmente le esse di raveo (burrooooooo!!!!!!! e qualche traccia di altro ingrediente)

    RispondiElimina
  9. Devo fare una premessa d'obbligo. Alla veneranda età di 24 anni, scoprii di essere allergico al lattosio. Non intollerante, proprio allergico. Per carità, nulla di preoccupante (non sono così grave, diciamo che non muoio se mi faccio un gelato. Al massimo mi riempio di tacche rosse e mi spunta un braccio extra su una tempia... Stile mutante di Futurama). Diciamo che meno ne mangio e meglio sto.
    Quindi non cito i biscotti schifosi che posso mangiare da 13 anni a sta parte e che non conosce nessuno (roba da biologico), vado con qualcosa di buono, famoso e che fa malissimo. Detto questo, vado con il mio preferito di quando potevo abusarne: Galletti del Mulino Bianco. Quello zuccherino extra sulla superficie era una libidine!

    P.S.: i Ben's Cookie londinesi valgono? Perché se mi accettate quelli come risposta non c'è partita. I Ben's Cookie vincono a man basse su tutto.

    RispondiElimina
  10. Disgraziatamente devo votare le Macine del Mulino Bianco. Dico disgraziatamente perché, benché abbia masticato biscotti migliori, finisco col comprare sempre quelle. Impastano la bocca e fanno venire il mal di stomaco, ma non ne posso fare a meno.

    A proposito di biscotti, minuto 1:00
    https://www.youtube.com/watch?v=ON27OgchpW4

    RispondiElimina
  11. Galletti, sempre e comunque galletti. Il sapore e la granella di zucchero già basterebbero come motivi, ma in realtà ciò che me li ha sempre fatti amare è la velocità con cui assorbono il latte! Io sono un mangiatore impaziente!

    RispondiElimina
  12. Nel latte le gocciole, rigorosamente versione standard, le derive uscite dopo sono inutili.

    Fuori dal latte i cookies ammeregani, col cioccolato a tocchi dentro

    RispondiElimina
  13. quelli danesi nella scatola tonda, che le nonne ti fregavan sempre mettendoci la roba da cucire, uno dei pochi tipi di biscotti per cui ho una certa venerazione :D

    RispondiElimina
  14. I Walkers al burro. Non si tratta di biscotti al burro, ma di burro ai biscotti.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Quoto tantissimo, ma non se ne possono mangiare più di due....

      Elimina
  15. Da romano dovrei dire i Gentilini, ma i cacchio di Oro Saiwa non mi hanno mai stancato...

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ero indecisa tra i gentilini e i digestive ma alla fine hanno vinto i secondi che au naturel il gentilino non rende al massimo. Nel tè invece... mmmmm

      Elimina
  16. Gli Ottimi al cacao a mani basse i migliori biscotti in circolazione.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Volevo scrivere Ottimini.

      Elimina
    2. Concordo, Ottimini al cacao sono eccellenti!

      Elimina
  17. Avrei detto campagnole fino a poco tempo fa....ma ora che sono in Belgio ho sviluppato una dipendenza morbosa verso le "Marguerites" della Boni (che per fortuna non si trovano in Italia) che hanno una forma di sole, un retro gusto chimicoso, una gemma di cioccolato al centro e per qualche arcana ragione non riesco a smettere di mangiarli!!!

    RispondiElimina
  18. Gli Abbracci Mulino Bianco. Il perché non saprei, mettono semplicemente assuefazione!

    RispondiElimina
  19. da qualche tempo sono diventato un amante sfegatato degli ottimini, mi pare che si chiamino cosí, al cacao o alle nocciole. ma dovendo scegliere, ma cacchio quanto costano, i krumiri bistefani. tipo da mangiarsene un pacco alla volta...

    RispondiElimina
    Risposte
    1. I krumiri! I KRUMIRI! I krumiri mi danno la giusta carica quotidiana e mi hanno spinto a dire la mia dopo molti anni di lurking in quel dell' Antro. Miracolo.

      Elimina
    2. Finalmente qualcun altro che se ne intende! Dico anch'io i Krumiri, li stavo sgranocchiando proprio adesso! :D

      Elimina
    3. Sempre solo e soltanto Krumiri, la mia droga, non li prendo spesso perchè finiscono subito. L'ultima volta me li dava la mia ragazza due alla volta e poi nascondeva il pacco. Assuefazione portami via

      Elimina
  20. Ultimamente sono in fissa con i Biscottoni, i biscotti "inzupposi" del mastro fornaio Banderas.
    Grandi abbastanza da mangiarne uno solo, sentirti in pace con il mondo e limitare i sensi di colpa.

    RispondiElimina
  21. I Bucaneve Doria vanno bene doc?

    mi danno dipendenza, ne mangerei a chili!

    RispondiElimina
  22. I miei gusti da adulto contanouncaz per cui: Atene Doria, rigorosamente nella scatola grezza di cartone!

    RispondiElimina
  23. I Pan di Stelle, perché sono di cioccolato!

    RispondiElimina
  24. Pan di stelle. Vincono a mani basse su tutti. Se proprio però, caso estremo in cui dovessi esserne sprovvisto, si ripiega sugli Abbracci. Comunque sia, questi sono solo un palliativo. I Pan di stelle restano numeri uno.

    RispondiElimina
  25. pan di stelle: pucciati, non pucciati, crudi, cotti, dolci, salati... SEMPRE SQUISITI. sono il biscotto per antonomasia.

    RispondiElimina
  26. In assoluto dico i Walker's (burro ai biscotti come giustamente diceva Lady Simmons), ma siccome non si trovano da me, dico i Digestive. Perché sono poco dolci e appagano la bocca nel dopo pranzo/cena.

    RispondiElimina
  27. Gran Cereali Mulino Bianco! Ma non quelli normali o quegli abomini alla frutta o al cioccolato, io intendo la variante Croccante! La cosa più buona che abbia mai mangiato in assoluto, dolci compagni di tante nottate passate davanti al PC (e poi mi ricordano l'amica che me li fece provare e che non vedo da anni)!

    RispondiElimina
  28. Il must, per me, sono sempre stati i Ciocchini del Mulino Bianco, ma non li trovo più da nessuna parte.

    RispondiElimina
  29. I miei biscotti secchi preferiti non li fanno più, purtroppamente...

    ERANO i "Palicao" del Mulino Bianco... Che poi biscotti non erano, a ben guardare... Infatti erano delle masserelle informi di pasta cacao che si scioglievano istantaneamente nel latte caldo.

    In dosi elevate, inoltre, lo addensavano trasformandolo in cioccolata calda densa e spaziale! :P

    ARIDATEMELI SUBBITO!!! :D

    RispondiElimina
  30. Risposte
    1. La mia seconda scelta! Eccezionali davvero!

      Elimina
  31. I Caffelatte Colussi: di per se non sarebbero esattamente da sgranocchio libero, che rischi di trovarti una pasta collosa in bocca a mangiarli "crudi".

    Ma nel loro ambiente naturale (ovvero pucciati nel caffelatte) sono un Thor in Therra! Singolo, doppio, triplo, quadruplo o addirittura quintuplo (coefficiente di slogabilità mascella di 3.5), sono semplicemente il comfort biscòtt per eccellenza :3

    E poi sono l'ingrediente secco per antonomasia di uno dei miei dolci al top della mia classifica, ovvero la zuppa inglese!

    RispondiElimina
  32. La mia dispensa é governata con pugno di ferro da un terribile tiranno, unico e incontrastato signore e padrone della mensola della colazione: il Grancereale mulino bianco Classico. La variante al cacao é orribile, frutti rossi mai neanche provati e quelli croccanti nah, troppo croccanti. 6 (a volte qualcuno in più..)al mattino con il tazzone di the e inizia la giornata!!!

    RispondiElimina
  33. Campagnole mulino bianco, perché, a differenza di tanti altri biscotti secchi non al cacao, non ci si sente troppo quel retrogusto di uovo chimico che mi disgusta. Nostalgia canalis per i cookies della McVities che mangiavo durante la mia trasferta a Londra.

    RispondiElimina
  34. GranTurchese Flamenco.

    Sono stati in commercio solo per pochissimo tempo, agli inizi degli anni 2000. Poi li hanno tolti, e non capisco perché dato che erano f-e-n-o-m-e-n-a-l-i.

    RispondiElimina
  35. E' dura ma scelgo il biscotto meno noto per fargli un po' di pubblicità!
    Scelgo il Novellino della Gentilini!
    Attenzione che la Gentilini ne fa anche un'altro simile che però fa pena!
    Cercate il "Novellino"! Nato per essere tuffato di corsa nel latte! Se ce lo tieni più di tre secondi si rompe! Si può fare colazione in tempi di valore europeo pari a 3 secondi netti.
    E poi buono da morire....non sa di artificiale come tanti altri. Sembra appena fatto. Ma chiudete bene la confezione con un sacchetto che all'aria perdono fragranza in pochi giorni.

    RispondiElimina
  36. Macine! Eccezionali da inzuppare nel latte, nel tè, da sole, in compagnia (di altre macine).

    RispondiElimina
  37. i baiocchi!
    li ho sognati quando ero ricoverato e a digiuno forzato ^^

    appena uscito me ne sono comprato 2 pacchi!!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. ... e accidenti a voi adesse me ne è venuta voglia xD !!!!!!!!!!

      Elimina
  38. Anche io scelgo le già citate (sebbene poco famose) Esse di Raveo. Li apprezzo soprattutto per la consistenza molto particolare, nonché in quanto cibo che tradizionalmente appare nelle nostre sessioni di D&D, dunque per il valore affettivo.

    RispondiElimina
  39. E' molto duro fare una scelta. Da qualche anno a questa parte, direi che i biscotti rispetto ai quali devo obbligarmi a non divorare la scatola intera sono i "Brasil" Gentilini: http://www.biscottigentilini.it/prodotti/fuori-pasto/brasil/

    RispondiElimina
  40. le macine probabilmente ma come non citare gli abbracci, le gocciole o i savoiardi... mi fermo prima di fare un listone giordani tanto più che sono a dieta (mannaggia a te! :-) )

    RispondiElimina
  41. In un primo momento per istinto stavo per dire Pan di Stelle, ma poi pensandoci mi sono venute in mente le Gocciole, non le originali della Pavesi ma quelle taroccate della Coop.
    Non so perchè, sarà per la quantità ingerita che ha creato una qualche forma di dipendenza, sarà che sono così sfacciatamente diverse dalle gocciole originali da avere un gusto proprio e inconfondibile. Boh, comunque voto loro.

    RispondiElimina
  42. Mmmmmm
    Valgono gli amaretti??'
    Tecnicamente sono biscotti.
    Dico loro perchè li divoro a pacchi!

    RispondiElimina
  43. Sono un uomo triste e banale. Oro Saiwa, perchè sono buonissimi anche da soli, si possono imbevere in qualsiasi liquido da colazione e sono leggeri. Poi si inzuppano in fretta e non devo aspettare 15 minuti che diventino morbido al punto giusto.

    RispondiElimina
  44. I Bucaneve della Doria.
    Motivo? Semplice la dose minima mangiabile è 10 in quanto infilo ogni biscotto su un dito e poi uno ad uno li faccio sparire mentre guardo la mia serie tv preferita.

    RispondiElimina
  45. Il cookies al cioccolato! Di qualunque marca, tanto sono sempre uguali! Incredibilmente buoni, e francamente l'opzione "richiudere la confezione" viene considerata assai raramente.

    RispondiElimina
  46. Le Gocciole, da piccolo ne mangiavo più di quante avrei dovuto. Ora cerco di starne alla larga proprio perchè non saprei resistere, hanno un sapore eccezionale.

    RispondiElimina
  47. Pan di Stelle....davvero serve un perchè per i pan di stelle? ;)

    RispondiElimina
  48. Gentilini Brasil e Vittorio a profusione
    e lavorare vicino la fabbrica NON aiuta ^^

    RispondiElimina
  49. al mondo ci sono solo due tipi di persone: quelli che risponderebbero Tarallucci e quelli che non capiscono niente di biscotti... :D

    RispondiElimina
  50. I miei biscotti preferiti non li trovo più in commercio da anni (pianto): erano le Pannocchie del Mulino Bianco, non troppo dolci e con i granelli di farina di mais che scrocchiavano sotto i denti quando li masticavi. Una droga!
    Secondo Barilla esistono ancora (anche se solo in una nuova versione), ma qua non c'è verso di rintracciarli. *sigh*

    Per il resto, io cambio biscotto preferito a seconda della destinazione. Da inzuppare nel tè per me esistono solo gli Oro Saiwa; per il latte soprattutto Galletti e Macine; per lo sgranocchio libero più o meno tutti i 'frollini ricchi' tipo Ritornelli, Gocciole, Pan di Stelle o direttamente gli attentati alle arterie tipo i danesi al burro :D

    Poi c'è la categoria "biscotti amarcord", cioè quelli che quando li vedo mi si riempiono gli occhi di bruschette, per ricordi legati all'infanzia, e quelli sarebbero Bucaneve e Gran Turchese ^^

    RispondiElimina
  51. Ma perchè non fanno più gli slurposi Scozia e i mitici Bel-bon? Una vera leccornia...Mi piacciono molto gli Atene, gli evergreen Oro Saiwa e i Novellini. E, infine, lo confesso, amo dall'infanzia i biscotti Plasmon, e continuo a comprarli di tanto in tanto...

    RispondiElimina
  52. I biscotti integrali al miele dell'Esselunga...ed i loro omologhi della Viviverde della Coop per l'inzuppo. I Pandistelle o cloni per lo sgranocchio, ma rigorosamente come facevo da bambina, rosicchiandi via per prima la glassa.

    RispondiElimina
  53. Il primo amore non si scorda mai, e gli Osvego Gentilini si sono ritagliati dalla più tenera infanzia un posto speciale nel cuor... stomaco, nello stomaco di questo ragnetto.
    Solo più tardi, cedendo alla commercialissima sovraesposizione mediatica della famiglia perfetta ospitata in una struttura bucolimulinica ho sviluppato una dipendenza da Galletti mulinobianchi, sarà la frolla, che rimane la pasta preferita, sarà i granelli di zucchero che piacciono tanto, soprattutto ai dentisti per il loro potere perforante.
    Ultimamente però quando c'è da scegliere un pacco nel reparto murodelpiantobiscottico mi fiondo sui cloni economici (ma solo perché i pacchi sono più grossiegonfi delle Gocciole, nonostante i biscotti al cioccolato non mi abbiano fatto mai impazzire.

    Quindi boh, scegliamo a caso tra i tre e diciamo Galletti. :D

    RispondiElimina
  54. Io sono molto stucca... I miei biscotti preferiti sono quelli che chiamo Biscotti di Natale poichè consento a me stessa di comprarli solo in quel periodo al mercatino natalizio in Santa Croce a Firenze, deliziosi biscotti al burro avvolti su goduriosa barretta di cioccolato.
    Per il resto dell'anno lascio perdere e mi butto sui cereali, ma se economicamente fossero meno svantaggioso ripiegherei sui Krumiri!

    RispondiElimina
  55. Allora gli atene sono i miei biscotti preferiti che consumo sia a colazione col te, sia alle 5 col te (sono ripetitivo ed abitudinario lo so). Vivendo in Germania ne devo fare scorte. Oddio, ora che Ci penso sono trent'anni almeno che finanzio la doria... voglio un premio per la fedelta'! Pero' lo sgranocchio notturno ha un altro nome. I pandistelli (al plurale).

    RispondiElimina
  56. Allora gli atene sono i miei biscotti preferiti che consumo sia a colazione col te, sia alle 5 col te (sono ripetitivo ed abitudinario lo so). Vivendo in Germania ne devo fare scorte. Oddio, ora che Ci penso sono trent'anni almeno che finanzio la doria... voglio un premio per la fedelta'! Pero' lo sgranocchio notturno ha un altro nome. I pandistelli (al plurale).

    RispondiElimina
  57. A bruciapelo direi le Macine.
    Almeno rispetto agli Abbracci mi sussurrano solo durante la colazione di essere divorati, mentre i secondi mi chiamano a tutte le ore del giorno e della notte.
    Quindi evito di comprarle.

    RispondiElimina
  58. Vado matta per i frollini Primia con le gocce di cioccolato, molto meglio delle Gocciole perché si sente di più il cioccolato!

    RispondiElimina
  59. Io sn sempre stato x gli spicchi di sole.buoni da soli,con il latte e soprattutto con gli yoghurt!!!

    RispondiElimina
  60. Non posso che votare i Savoiardi, ma la versione morbida! quelli che mangiati "a secco" ti prosciugano la bocca, ma nel latte hanno un coefficiente di assorbimento tendente all'infinito.

    RispondiElimina
  61. Per me Ottimini a profusione perchè cicciosi al punto giustocon quella granella che non ti lascia mai solo.

    RispondiElimina
  62. Granturchese Colussi dalla notte dei tempi......
    ..se volete un consiglio provate i Pavesini al caffè.....

    RispondiElimina
  63. Voto per i Mc Vities digestive, non troppo dolci e grandi abbastanza da dare soddisfazione

    RispondiElimina
  64. Palicao mulino bianco, si scioglievano nel latte e anche in bocca.
    https://www.youtube.com/watch?v=TwjLQyqAy7s

    RispondiElimina
  65. Ebbene, assolutamente le Gocciole (ma intendo anche le Crocchiole, le Macchiole e le Grucciole)!!! ;-D La goduria data dalla commistione di pezzetti di cioccolato e frollino è qualcosa di difficile da descrivere e di impossibile da riprodurre con altri tipi di biscotti

    RispondiElimina
  66. Aaargh!

    Non so cosa scegliere...

    Per me sono tutti buoni (i prodotti da forno, s'intende)!

    Ma visto che il Doc mi sta puntando un'Arcadia alla tempia, dedico il mio voto ad un misconosciuto biscotto di riso delle mie parti, i Ciaramela.

    RispondiElimina
  67. Aaargh!

    Non so cosa scegliere...

    Per me sono tutti buoni (i prodotti da forno, s'intende)!

    Ma visto che il Doc mi sta puntando un'Arcadia alla tempia, dedico il mio voto ad un misconosciuto biscotto di riso delle mie parti, i Ciaramela.

    RispondiElimina
  68. Pan Di Stelle, tipo mille a zero. Poi come seconda scelta ci sarebbe da fare listoni della morte perchè quando si tratta di dolci penso di non avere praticamente un limite, però sono per l'appunto seconde scelte.
    Quando abitavo nella vecchia casa dall'altra parte della città al supermercato vicino casa quando si facevano arrivare i rifornimenti gli facevo ordinare un cartone intero di Pan Di Stelle a parte per me XD

    RispondiElimina
  69. I miei preferiti sono gli abbracci del mulino bianco

    RispondiElimina
  70. La maggior parte dei biscotti della colazione (tipo sacchettoni Barilla) per me sono insipidi ammassi di pasta, buoni tanto per avere qualcosa di dolciastro da inzuppare nel latte. Quasi quasi preferisco una crosta di pane secco (spaccato a colpi di ferro da stiro, come nel Ragazzo di Campagna).
    I migliori per me sono quelli piu' sostanziosi e saporiti, a costo di sconfinare nel territorio dei pasticcini: Biscotti della Nonna Doria, Krumiri, ma alla fine vincono anche per me gli Walkers (quelli a bastoncino), con buona pace dei salutisti che si sentono male solo a sentire parlare di burro.

    RispondiElimina
  71. I biscotti secchi li ho riscoperti in questi ultimi anni. Anche io avrei una lista che faccio prima a dire quelli che non mi aggradano ma alla fine la palma dei più meglio assai va alle gocciole alla nocciola: gustose sia al palato che allo sgranocchio sia per quanto riguarda l'impasto che le gocce di cioccolato che contiene. Al lavoro sono più quelle che offro che quelle che consumo.

    RispondiElimina
  72. In un testa a testa pauroso fra Macine e Gocciole, alla fine scelgo le Macine semplicemente per l'effetto bruschetta, visto che quelle le ho mangiate fin dall'infanzia (mentre le Gocciole almeno per me arrivarono solo verso l'adolescenza).
    E poi perchè dopo aver provato mille combinazioni, le Macine con la Nutella sono quella totale e definitiva! :-D

    RispondiElimina
  73. McVities Digestive. Una droga.

    RispondiElimina
  74. Non facendo colazione il mio indice di consumo biscottiero scende ad infimi livelli, però dovendo e volendo scegliere direi senza dubbio i canestrelli: perfetti sia in gusto che in dimensioni, con quella che in un primo momento non sembra una dolcezza eccessiva ma a 30 secondi dall'ingerimento ti rendi conto che il contenuto di burro li dota di un campo gravitazionale proprio. Scopro ora che esistono anche del mulino bianco: mai coperti, per me solo marche dimenticate da dio e dal mondo.
    p.s. approfitto della mia uscita dallo stato lurkatorio Doc per dirti che seguo l'Antro da un paio d'anni e volevo ringraziarti per quello che scrivi qui e per tutto il resto, ma essendo già OT mi fermo qui per ora ;)

    RispondiElimina
  75. Visto che purtroppo questi biscotti della Saiwa non li fanno più:
    http://www.itsmagic.it/saiwa/prodotti/biscotti/oro%20piu%20cacao.jpg
    Nomino le "Gocciole" in versione extra Dark.
    Non sono troppo dolci, ad ogni morso si sente un sapore fantastico di cacao che viene esaltato al massimo quando viene inzuppato nel latte, ed infine ti lascia quel buon retrogusto di frollino in bocca tipico delle Gocciole tradizionali.

    RispondiElimina
  76. Biscotti buongiorno campiello: frollini con cacao e nocciole. Quando li ho assaggiati per la prima volta, ho deciso di tradire i Pan di stelle (e ho detto tutto).

    RispondiElimina
  77. Nonostante la vagonata di marche e prodotti più o meno buoni e più o meno nuovi, io e le mie papille siamo affezionati ai biscotti danesi nella scatola blu (in particolare quelli frollini col buco).

    RispondiElimina
  78. Danesi senza ombra di dubbio: dolci, burrosi, ineguagliabili. Amo anch'io gli Atene ma li alterno con altri tipi di biscotti esclusivamente per la colazione col latte. Menzione speciale per i biscotti allo zenzero dell'Ikea che, piacendo solo a me, c'ho messo una vita per finirli: a me fanno impazzire ma capisco che hanno un sapore che può non piacere a tutti.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Mmmm quando ricompri i biscotti dell'Ikea fammi un fischio e ti aiuto io a finirli. Li adoro!

      Elimina
  79. Pandistelle e cloni vari. Li puccerei nella qualunque sino a finire la confezione.

    RispondiElimina
  80. A me le Gocciole non piacevano molto, ma quelle nuove con l'impasto alla nocciola sono una cosa che guarda non si può proprio dire di no!

    RispondiElimina
  81. Per me vincono senza eguali i classici biscotti danesi al burro. Ma se si parla di sgranocchio da fame nervosa/chimica/notturna/consolatoria, le macine hanno placato millanta momenti di down durante la mia misera esistenza.

    RispondiElimina
  82. Per me se la giocano i canestrelli e gli american cookies..ma sono nostalgico e quindi vada di Canestrelli..i migliori quelli Grondona che costano uno sproposito..ogni volta che apro la scatola di 200g che dura un nanosecondo, la gola già assapora, ma il portafoglio piange..!!!

    RispondiElimina
  83. Gocciole Extradark inzuppate nel latte con abbondante cacao!
    Orgasmo.

    RispondiElimina
  84. Senza dubbio i Plasmon sono i miei preferiti (approfitto spesso delle super-offerte tripack mostruosamente grandi). Ma li alterno spesso con altri biscotti fra cui menzione speciale sono le Campagnole che ho "scoperto" da poco tempo (lo ammetto).

    RispondiElimina
  85. Scusate ma nessuno cita gli ormai scomparsi DOLCI FIOCCHI del mulino bianco?
    Non solo non sono più in commercio, com mio sommo dolore, ma non riesco neanche a trovarne un'immagine su internet per mostrarli alle nuove generazioni.
    Cristo come mi mancano.

    RispondiElimina
  86. Io sono campanilista e vado con le piemontesissime "paste di meliga", ovvero sia biscotti artigianali tondi, (con o senza un piccolo ombelico) di farina di mais (ed alcune ricette anche un pò di nocciola) spettacolooooooo!!

    RispondiElimina
  87. Ho 2 parole per voi: Campiello Goloso. Il classico Novellino campiello, ma con il lato liscio ricoperto di cioccolato. La bontà fatta biscotto. Disponibile in pacchetti da 6 alle macchinette aziendali...è li che se ne va gran parte del mio stipendio.

    RispondiElimina
  88. visto che nessuno li ha ancora nominati (forse anche perchè sono al limite della pasticceria), scelgo i Torcetti al burro

    RispondiElimina
  89. Atene tutta la vita..... ne ho mangiato chili nella mia giovinezza. io non inzuppavo i biscotti, ma mettevo del latte su di loro!!!

    RispondiElimina
  90. I rigoli tutta la vita.
    Da inzuppare nel latte due alla volta però, se no si sfragnano.

    RispondiElimina
  91. i triangolini di soya di arte bianca prevalgono su tutti!! ogni tanto mi ricordo dell infanzia e cedo ai bucaneve ma solo col tè.

    RispondiElimina
  92. Quella con gli Atene Doria è una gran lotta, ma alla fine la spuntano le Gocciole. La botta giusta di zuccheri per inizia la giornata. Certo, a differenza degli Atene (come di tutta la maggior parte di tutti i biscotti secchi), non puoi fare il sandwich di biscotto con la nutella, ma tant'è

    RispondiElimina
  93. le macine tutta la vita, rigorosamente da utilizzare con cucchiaio grande (quello da brodo per intenderci), adagiandone 1 poggiato con la parte superiore verso il basso (sul cucchiaio) ed 1 sopra di esso al contrario, in modo speculare, da immergere con movimento preciso e fermo così che non si separino e far riemergere con la giusta dose di inzuppo uniforme per tutti e due. Goduria pura

    RispondiElimina
  94. Da qualche tempo i Farrociok dell'Alce Nero.
    Assaggiare per credere! ;-)

    RispondiElimina
  95. Le Gocciole e i 'Caramelised' della Lotus, dal gusto speziato molto caratteristico, sono quelli che letteralmente mangerei a chili.
    Buone anche le lingue di gatto, i biscotti tipo Digestiv e certi biscottoni lunghi con la granella di zucchero di cui però ignoro il nome.
    E basta così...per tutti gli altri biscotti 'secchi', senza crema cioé, non é che straveda, mi capita di mangiarne ma non li considero "golosità".

    RispondiElimina
  96. Digestive forever, perché sono perversi: dolci e salati ad un tempo, belli cicciotti e sbriciolosi, burrosi e secchi. Una libidine mostruosa.

    RispondiElimina
  97. Pannocchie! Da non molto tornate sugli scaffali di non tutti i supermercati, sono sgranocchiose e hanno quel sapore di mais che mi fa impazzire... Hanno spodestato le Macine e i savoiardi dalla hit dei miei biscotti preferiti!

    RispondiElimina

I commenti anonimi vengono eliminati dai filtri antispam e, nel caso superino i filtri, irrisi ed eliminati uguale: non usateli.

Related Posts with Thumbnails