mercoledì 25 febbraio 2015

109

Hercules, l'Ercole della Disney (1997)

Hercules Disney recensione
C'è che a un certo punto ti sei detto che tutti quei raggioblù dei Classici Disney che stavi accumulando su uno scaffale avresti dovuto pur iniziare a guardarteli, prima o poi. E ok, quando il poi ha citofonato, ieri sera, hai deciso di partire da uno di quelli con cui ai tempi hai avuto meno feeling, per vedere l'effetto che fa quasi vent'anni più tardi. Sì, insomma: è davvero un film moscio come t'era sembrato per una qualche ragione allora, Hercules? [...]

Beh, no, non lo è. È solo che all'epoca, correva l'anno millenovecentonovantasette, non vi siete presi bene. Non ricordi esattamente perché, ma pur piacendoti molto la mitologia saltasti l'uscita al cinematografò. Eri del resto già abbastanza adulto da farti volare sopra la testa tutta la solita megacampagna a base di happy meal e merchandising ubiquo: hai giocato al platform per PSone, chiaro, ma il film l'hai visto solo mesi dopo in VHS. E? E non è stato amore.
Cioè, ti piaceva lo stile grafico adottato così particolare, che miscelava ai tratti classici dei, uh, classici Disney quei richiami all'arte greca e i personaggi nati dalla matita del fumettista britannico Gerald Scarfe (autore, tra le altre cose, delle animazioni per The Wall - Il Film), in un trionfo di profili, uh, greci. Allo stesso modo, apprezzavi la qualità delle animazioni e quasi tutti i protagonisti (riprendiamo l'argomento tra un attimo), ma la storia in sé non ti sembrava epica il giusto o memorabile. Un compitino: ecco, la prima volta che l'hai visto, l'Hercules della Disney ti ha dato l'idea del compitino, ben confezionato ma non esaltante.
Flash forward: 18 anni dopo, ci sei te che ti risciroppi in Blu-Ray quell'oretta e mezzo di mito greco pasticcione per tutta la famiglia, e che ti rendi conto di esser stato in gioventude troppo severo con Hercules. Siamo d'accordo, non sarà il classico dei classici, la corazzata Pot... sul livello di un Robin Hood o di un Il libro della giunga, ma quel compitino lì lo svolge più che bene. È divertente, pieno di gag (alcune delle quali molto riuscite, vedi la parodia di Karate Kid nella foto precedente) e dà ritmo alla rigida struttura in tre atti da film Disney con alcune belle trovate, come l'idea dell'Ercole superstar che diventa macchina da merchandising,
(i sandali Air Herc ti fanno sempre morire), autoparodia del merchandising ubiquo di cui sopra, generato e allo stesso tempo cavalcato da ogni pellicola Disney. Col senno di poi, a parte lo stesso Ercole, forse il personaggio meno forte /battutone di tutta la storia, gli altri protagonisti hanno tutti qualcosa di peculiare rispetto ai ruoli tradizionali loro affidati. 
La spalla comica e personal trainer di Ercole, Filottete, tanto per dire, qui è un satiro infoiatissimo doppiato dal quasi-presidente Magalli (in originale, e non poteva essere altrimenti, dal suo sosia Danny De Vito),
Megara è, allo stesso tempo, love interest dell'eroe e femme fatale del film,
Pena e Panico non sono soltanto due imbracchiati sgherri mostrilli mutaforma con le voci di Zuzzurro e Gaspare, ma due imbracchiati sgherri mostrilli che si rendono protagonisti, pronti via, di un tentato infanticidio.
Ci sono poi le muse, che fungono da narratore in versione musical (muse da musical), per fortuna tenendo la quantità di parti cantate al di sotto del limite di guardia su una scala da Zero a BASTA DANNATE CANZONCINE di Frozen,
ma soprattutto c'è lui, Ade, con la sua parlantina veloce (in originale affidata a James Woods), i denti aguzzi da squalo, gli scoppi di ira controllata che gli trasformano le fiamme da azzurrino metano a rosso fuoco, ma solo per qualche secondo. Uno dei cattivi a tuo parere più riusciti e divertenti per la casa di Topolino negli ultimi trent'anni, per caratterizzazione, gag
e cocchio trainato da cavallo demoniaco più figo. Ok, qui magari non è che avesse tutta questa concorrenza, ma oh. Fa strano solo il fatto che Ade, nel suo essere villanzone definitivo, non abbia neanche un po' di viola addosso
perché quello se l'è preso tutto Zeus. È bello fare il re (degli dei). Magari sarebbe stato più figo dare maggior spazio alle 12 fatiche (qui viste molto, molto en passant) anziché puntare tutto sulla "speculazione edilizia" (cit) di Ade portata avanti con i Titani come carpentieri, ma quel finale sulla gigantomachia funziona. L'eroe ti diventa un eroe e riacquista la sua divinità, salvo poi decidere di tornare umano per seguire Megara, ché tira più un pelo di fi... l'amore trionfa sempre. 
E a proposito dell'esser mito greco pasticcione per tutta la famiglia, oltre al tentato infanticidio iniziale, ci sono un satiro che insegue le ninfe con l'intenzione di conoscerle biblicamente e un tentato stupro, ché sei ancora lì a chiederti come abbiano fatto a passare certe cose nella festa di edulcoriandoli della Disney anni 90.
Ercole, Pegaso e Filottete. Il figlio di Zeus è doppiato da Raoul Bova. Le parti cantate sono di Alex Baroni, artista scomparso pochi anni dopo per un incidente stradale
Ah, naturalmente, non puoi chiudere questo post senza ri-citare, ed è tipo la seconda volta negli ultimi due mesi, quell’altro Ercole a cartoni, il The Mighty Hercules degli anni 60, con i suoi micro episodi da 5 minuti:


Chi c'era, sa.

Hercules
recensito da DocManhattan il 2015-02-25
Rating: 4

109 commenti:

  1. Io l'ho visto nei primi anni 2000 in VHS con la mia ex-ex. Anche a me non fece né caldo né freddo e da allora non l'ho più rivisto. Nemmeno mi ricordo molto della trama o dei personaggi secondari (giusto un accenno legato a KINGDOM HEARTS). Il post mi ha dato un pizzico di curiosità. Forse all'epoca abbiamo sbagliato in due? Boh! Vediamo se me lo recupero visto che la mia compagna ha tutto della Disney (alè!) e il dvd ce l'ho già disponibile in casa. Alle prime due ore buche gli concedo la seconda chance.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. In Kingdom Hearts 2 Ade è un carognone di un certo livello, tra l'altro...

      Elimina
  2. ottima dritta, grazie.
    Anche io lo avevo abbastanza snobbato all'epoca.
    Sarà il caso di procurarselo e vederlo con i bambini allora.

    RispondiElimina
  3. Buongiorno Doc, a proposito di roba fatta passare chissà come in Disney proprio nel suddetto Hercules, ci hai mai fatto caso che una delle Muse sottintende di voler fare un soffocotto al nostro eroe? In italiano una di loro dice, almeno in italiano, "vorrei fare della dolce musica con il suo..."

    Per quanto riguarda il giudizio sul film, credo che sia sì uno dei meno riusciti del Rinascimento Disney, ma al contempo è divertente davvero come pochi. Per dire, a casa mia se non sapevamo che vedere, a tempo perso, si metteva su Hercules.
    L'idea della rubrica sulla Disney mi affascina non poco, pensi ci saranno dei seguiti?

    RispondiElimina
    Risposte
    1. L'idea sarebbe quella. Non ho sparato il titolo della rubrica ("Disneyana", chiaro) perché di nuove rubriche lasciate a morire di fame dopo un solo post ne abbiamo collezionato diverse nell'ultimo anno. Vediamo. Se tutto va come deve, Disneyana andrà ad affiancarsi alle altre rassegne dell'Antro (Studio Ghibli, NuovoCinemaGuaglione, SuperFantascienzo e Gundamiana).

      Elimina
    2. Poppicorni Muviz è già morta Doc?

      Elimina
  4. Visto una volta e completamente dimenticato. Le poche cose che ricordo sono gli aspetti che non ho apprezzato come le muse canterine, le tre parche che per me non erano azzeccate e le dodici fatiche quasi non pervenute.

    Forse, quando sarà il momento, li rivedrò con mia figlia ma per ora passo volentieri. I classici Disney mi hanno stufato e negli ultimi me li sono persi praticamente tutti.

    RispondiElimina
  5. Dopo il Re Leone, finì il mio amore pre i "Classici" Dysney da cinema. Perchè c'era questa Yamato video che doppiava le cose dei cartoni giapponesi e mi intrigavail triplo di più. Persi di vista totalmente quell'altro ambiente cartoonesco (quello amerrigano, se si esclude Bruce Tim che con "La maschera del fantasma..." vebbè).

    Penso di essermi perso qualcosa, quindi se questa della ri-visione dei classici Dysney dovesse diventare tipo una nuova rubrica dell'antro mi farebbe piacere ;)

    RispondiElimina
  6. Snobbato all'epoca e continuerò a snobbarlo ora. Credo di non aver più visto nulla della Disney dopo la "Bella e la bestia" proprio per la sensazione di compitini carini ma fatti solo per il merchandising che emanano sin dai trailer.
    Credo che anche a molti bambini dell'epoca non sia particolarmente piaciuto. Nel negozio di famiglia vendevamo una linea di prodotti a marchio Disney e quelli di Hecules non andavano proprio, a differenza di altri personaggi....

    RispondiElimina
  7. Grande Doc....mai visto il cartone disneyano (credo di essermi fermato dopo "Il Re CopioLeone" ....colpo geniale è il mitico il vecchissimo cartone anni 60...trasmesso in reti localissime e defuntissime.... (tutto issimo) ...con lui che dopo ogni impresa se ne tornava sull'Olimpo....al grido di "Oooliiimpoooo" (appunto)...affiancato dall'insopportabile voce del centauro e dal fauno muto....
    E c'era pure un cattivo con voce altrettanto insopportabile!!!!
    ...azz che sono vecchio!

    RispondiElimina
  8. Doc, non c'è fretta di ristudiare i DISNEY, continua con Better call Saul e co.
    Tanto ci penserà KIKI dai 3 agli x anni a farteli vedere tutti, scegliendo poi quello che vorrà rivedere invariabilmente tutte le sere...
    "maty, ma ancora RAPUNZEL?"
    "dai papi, è così beeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeelllo" (il tutto mentre ti guarda con gli occhioni che tu pensi dicano "non tradirmi, proprio tu, mio unico eroe" mentre in realtà dicono "esegui schiavo!")

    "ok, amore, vediamo RAPUNZEL"....

    RispondiElimina
    Risposte
    1. almeno la tua, forse, se lo rivede intero. la mia dopo avermi fatto armare vpr, schermo e annessi (perchè le piace il "cineman") dopo 10 minuti dice: "papà guardiamo i cartoni in tv"...

      Elimina
    2. no, no, lo vede tutto e anticipa le battute e le canzoni...

      Elimina
    3. A casa mia il primo è Saetta McQueen, il secondo Saetta McQueen, il terzo Saett..no, adesso c'è anche Peter Pan, per fortuna.. ;)

      Elimina
    4. A chi lo dici, con mia figlia avremo visto Rapunzel sulle 60 volte, ormai conosco a memoria particolari nascosti e easter eggs.
      Gran bel cartone comunque.

      Elimina
    5. Io alla terza volta mi sono armato di smartphone con il quale faccio di tutto mentre la lungo crinita biondina con la voce della CHIATTI fa di tutto.

      Elimina
  9. Doc i film Disney vanno visti, e su xD
    A me piacciono i classici del rinascimento Disney, i primi son belli ma non mi prendono del tutto (pinocchio, biancaneve e giù di lì)
    Anche se, modestissimo parere personale, se la Disney non avesse acquistato la Pixar io penso che quest'ultima avrebbe trionfato sulla casa del buon vecchio Walt.

    RispondiElimina
  10. Io quando l'ho visto avevo tipo 8 anni e sarò sincero o contro corrente a me piacque moltissimo e tutt'ora lo rivedrei senza pensarci 2 volte
    Uno dei Disney che mi fa davvero ghignare secondo solo forse a le follie dell'imperatore
    Anche se devo essere sincero il mio preferito in assoluto resta e resterà per sempre la spada nella roccia

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Kronk eroe moderno. "Vuoi broccoli?"

      Elimina
    2. E "si canta la sigla da solo!". Il nostro mito indiscusso.

      Elimina
    3. Le follie dell'imperatore e' un Disney solo per il titolo, di classico non ha niente, e forse e' per quello che e' fantastico...
      Ma perche' dobbiamo avere due leve?

      Elimina
  11. ManjiClan, in effetti mi son sempre chiesto se quel pronome possessivo era stata una malizia "aggiunta" dal doppiaggio italiano o meno.
    In inglese non si capisce molto bene se il pronome è personale o possessivo.
    Nel primo caso sarebbe stato "I'd like to make some sweet music with him" (vorrei fare della dolce musica con lui), che sarebbe MOOOLTO meno allusorio di "I'd like to make some sweet music with his......"

    RispondiElimina
  12. Stesso percorso: non piaciuto tantissimo all'epoca, rivalutato con potenza in visione recente con il pupo. Aggiungerei all'analisi una citazione per l'idolo musicale Alan Menken, che ti apre una roba mitologico-ellenico-cazzara con un gospel da paura. L'idea del gospel non è del buon Alan, come ho poi appreso da molte interviste su Youtube, ma il risultato è sensazionale.

    RispondiElimina
  13. All'epoca avevo 5 anni, inutile dire che fu uno dei cartoni della mia infanzia, sarei troppo di parte nel giudizio. Per me il trittico Herkules-Mulan-Tarzan rappresenta uno degli apici della Disney. Personaggio migliore Ade, a mani bassissime proprio. Canzone più bella Go The Distance, performata alla grande dal compianto Baroni.

    RispondiElimina
  14. Non mi era dispiaciuto affatto.
    Neanche dopo la quartordicesimilionesima volta che la sorellina, allora piccolenne (classe '93), faceva girare la VHS. Recitando contemporaneamente tutti i dialoghi e le canzoni a memoria. No, davvero (cit.).
    Per la chiusa: c'ero e so :)

    PS: È normale che, dopo più di un anno, nel leggere il nome di Zuzzurro il mondo per un momento, piccolo ma peso, mi è tornato a sembrare un posto un po' meno bello?

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Si, è normale, non sei il solo...
      :-(

      Elimina
    2. Zuzzurro...il comico della mia infanzia...anche io ho avuto un tuffo al cuore....RIP commissario Zuzzurro...

      Elimina
  15. Vediamo un pò... XD
    1) Odio i film mezzi musical dove a gratis partono a cantare.
    2) La Disney mi sta sulle balle dagli anni 90, da quando cioè è finita l'invasione di anime degli anni 80, che le faceva da contrappeso.
    3) Proprio perchè adoro la mitologia, vedere cosa ci combinano gli americani è.... brutto.

    In conclusione, questo film avrebbe su di me l'effetto di una crisi anafilattica XDXDXD

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Coff! Coff! Ehm.. Coff! Coff! TROY... Coff! Coff! Ehm... Sta tosse non se ne vuole andare!

      Elimina
    2. @Alex

      Fino a una decina d'anni fa, la pensavo come te in merito ai Disney. Però ti assicuro, vedendoli con gli occhi del senno di poi, ho cambiato radicalmente idea. E ti dirò di più: a mio modesto parere niente batte in qualità La bella e la Bestia.

      Elimina
    3. @Zio Portillo
      Per fortuna sono riuscito ad evitarlo. C'era una mia amica che tornò dal cinema disperata XD

      @Diogene
      Ci ho provato, ma non ci riesco XD. Come eccezione, gli unici che riesco a vedere sono la Spada nella Roccia e Taron.

      Elimina
  16. Beh, se questo è il primo di tanti post sui film Disney, eccomi qua :D
    Hercules l'ho visto più volte e anche se non è uno dei miei preferiti comunque fa la sua bella figura. Almeno per me.
    In un certo senso Hercules è una Principessa Disney ovvero sogno qualcosa di più, sento che questo non è il mio mondo (poi ci rimane perché ama Megara)
    E Megara è un personaggio molto differente dalle altre protagoniste Disney. Un po' disillusa e allo stesso tempo tenera.

    RispondiElimina
  17. ai tempi anche io non ebbi feeling con questo cartoon, come molti, e chi non sa spiegarsi come mai, la risposta è semplicissima: non bastava Kevin Sorbo in tv?! pure la disney al cinema ci si mise?

    RispondiElimina
  18. ahhhhh doc, Hercules è tipo il mio classico preferito (assieme ad "Aladdin" e "La Strada per El Dorado", che non è Disney del mio genere preferito, quello di puro intrattenimento cazzone e scanzonato!
    è un pò il Robin Hood degli anni '90, cosa che IMHO manca nei classici disney attuali, visto che tutti, a loro modo, vogliono essere capolavoroni epiconi ed alla fine non mi conquistano mai fino in fondo (Rapunzel, Frozen... di Re Leone ne può esistere uno solo alla fine!).

    E la colonna sonora? ne vogliamo parlare? STRE-PI-TO-SA! Davvero!


    E poi vabbè, c'è Megara che ho sempre adorato...una vera donna, figa ma anche malefica! Poi finalmente c'è una che si fa le pippe mentali e non sogna più il vero amore... IN UN FILM DISNEY! anzi l'ingenuo sognante è lui, mentre lei è disillusa!

    https://www.youtube.com/watch?v=HjiTnUqgH1Y

    RispondiElimina
    Risposte
    1. El Dorado non è Disney, anche se forse il mio momento Pdf è stato sprecato perché lo sapevi già XD

      Elimina
  19. a me è sempre piaciuto tantissimo hercules ed è uno dei classici che riguardo più volentieri

    non so forse quello strano miscuglio tra mitologia e moderno (metafora del fatto che più le cose cambiano più rimangono le stesse??) o semplicemente ade che è spettacolare

    no cioè già il fatto che pena e panico sono doppiati da zuzzurro e gaspare vale la visione

    RispondiElimina
  20. Tra i film Disney questo è quello a cui è più legata la mia infanzia, ricordo che ogni volta che potevo, lo riguardavo in vhs. Non saprei dire nemmeno perché lo adorassi così tanto ma so solo che mi è rimasto dentro ed è tra i miei film Disney preferiti.

    RispondiElimina
  21. Io ho praticamente chiuso con i cartoni Disney dopo La Bella e La Bestia, insopportabile melensaggine che ha segnato anche l'inizio della corruzione estetica, con la prima scena in CG (il ballo). Inoltre non amo molto i musical, soprattutto quelli banali ed infantili.
    Per me i migliori film Disney sono quelli vecchi, dal tratto sporco e artigianale (mi associo alla Spada nella Roccia), mentre quelli moderni mi sembrano lavori ben fatti, ma insignificanti.

    Riconosco che questo Hercules nasconde qualche aspetto positivo (James Woods? Danny De Vito?), forse dovrei vederlo.
    Chissa' se esiste un plugin per saltare automaticamente le canzoni?

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Il tasto mute del telecomando...
      ;-)

      Elimina
    2. :) Eh, per carita', i sistemi analogici si possono sempre usare, anche meglio e' il tasto avanti veloce.

      Io pero' pensavo a un sistema tipo una AI che analizza il contenuto del film e cancella automaticamente la spazzatura (spariscono tutti i film di Di Caprio), dovrebbero aggiungere questa funzione a Cortana in Windows 10.

      Elimina
    3. All'epoca, al cinema, la scena del ballo mi lasciò senza fiato... Vista adesso sembra il fondale 3D di un vecchio gioco della pleistéscio, però per l'epoca era all'avanguardia...

      Elimina
  22. Pure io l'avevo snobbato all'epoca... e ancora non l'ho visto, mi sa che devo rimediare :)

    RispondiElimina
  23. Il gioco per Play1 era bellissimo. O almeno, lo ricordo molto divertente.

    RispondiElimina
  24. io non vedo film Disney al cinema dai tempi di "Aladin", conosco quelli usciti dopo solo grazie a Kingdom Hearts.. Hercules aveva un ruolo niente male nel primo capitolo. Comunque grande la citazione finale... a ricordo con un certo affetto la voce italiana del satiro (doppiatore che credo aver sentito in diverse serie arrivate in Italia nel periodo)

    RispondiElimina
  25. Io sono classe 90 e ho avuto la fortuna di vedere la rinascita Disney negli anni giusti. Da "La Sirenetta" a "Hercules" sono tutti abbastanza capolavò. Qualche mesetto fa mi è venuta la fissa di rivederli con l'occhio del paragone e non mi hanno deluso affatto. Quelli che mi sono sembrati più deboli sono stati PoRchaontas e proprio Hercules. Per me i miglior oltre lo scontato Re Leone sono il Gobbo e Mulan. Vediteli!

    RispondiElimina
  26. Ooooopss, The Mighty Hercules, che freccia in pieno petto.
    Ma, come, doc? Hercules Disney è uno dei più belli con Aladdin, La bella e la bestia e Sirenetta. Gli anni '90 sono stati i migliori Disney, per me.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Scusa ma gli anni '60-primi '70, per me sono due spanne sopra agli anni '90. Film come La Carica dei 101, Il Libro della Giungla, Robin Hood, La Spada nella Roccia e Gli Aristogatti a cui aggiungo Mary Poppins e Pomi d'Ottone. Questo è il "sancta sanctorum" della Disney. Titoli imprescindibili per chiunque.

      Elimina
    2. Visti tutti. Come sopra. Non me ne volere.

      Elimina
  27. vedo che sono in buona compagnia, anch'io ho mollato la Disney cinematografica dopo il Re Leone (mai visto, ma mi puzzava di scopiazzatura di Kimba anche senza leggerlo da altre fonti), e forse peccherò di presunzione, ma non credo di avere alcuna voglia di recuperare, e dato che non ho bebè in vista, non credo che il tasso di prolattina mi spingerà a farlo a breve

    RispondiElimina
  28. Lo vidi, snobbandolo, anche io, e a questo punto lo rivedrò. Piuttosto, un paio che non vidi proprio sono "Il gobbo di Notre-Dame" e "Mulan". Giudizio, amici antristi? Recupero?

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Il gobbo è sottovalutatissimo, a livello di musiche e canzoni penso sia da top 5 tra quelli disney se non top 3 #nonmisbilanciotroppo. Mulan molto bello, mushu doppiato da Papi, una delle poche cose fatte di buono da quell'uomo

      Elimina
    2. Grazie, giovane. Ultimo suggerimento:cosa mi si dice del Pianeta del Tesoro?

      Elimina
    3. Molto bello anche quello. Se non si è amanti dei musical va bene in quanto c'è una canzone che fa solo da sottofondo, in Italia cantata da Max Pezzali. Bella l'ambientazione, bella la reinterpretazione del classico di Stevenson, consigliato.

      Ah consiglio pure Atlantis, l'Impero perduto. Poco considerato, non so perché.

      Elimina
  29. Mi piacque all'uscita e continua a piacermi :) Bello il design, belle le gag e soprattutto Ade che si infiamma, figura entrata a far parte dei nostri personalissimi "tormentoni" in famiglia (quando si arrabbia qualcuno viene sempre citato). Di quegli anni rivedo volentieri anche, per gag e divertimento super "Le Follie dell'Imperatore" passato un po' in sordina ma, secondo me, divertentissimo. Ed infine "Il gobbo di Notre Dame" che ha il difetto di sfiorare il limite sopportabile di canzoni, ma che, rivisto recentemente, mi ha colpito per la "maturità" di alcune scene.

    RispondiElimina
  30. Beh io per ragioni anagrafiche forse l'ho sempre amato alla follia...ma anche non solo cioè, sarà che io adoro blues e soul ma la colonna sonora di Hercules (in particolar modo la versione italiana) per me è la più bella di tutti i classici disney.

    (Sì, c'è il Re Leone è vero, ma io con Spagna dormo, mentre Ieri era Zero per me è tranquillamente un pezzo degno di Blues Brothers)

    Siamo d'accordo che non aveva un taglio epico, probabilmente è stato anzi uno dei primi disney sentitamente scherzoni (Robin Hood c'aveva pur sempre Cantagallo che pareva un De Andrè ai picchi della depressione), però il già citato Ade, il mood generale...penso che questo umorismo sia quello che l'abbia reso uno dei disney del periodo '90 invecchiato meglio, assieme al fattore Rocky Balboa che per me funziona sempre un sacco

    Ah, e Megara penso sia stata la prima protagonista davvero Donna con la d maiuscola e non muta come Django (con buona pace e tanti sticazzi della pseudoemancipazione frozeniana)



    RispondiElimina
    Risposte
    1. Cantagallo in inglese ha un timbro a metà tra Bob Dylan e un vecchio bluesman in riva al Mississippi... Credo ti piacerebbe :)

      Elimina
    2. lo sto sentendo, è effettivamente bellissimo, ma sotto sotto forse lo amo di più in italiano da "scuola cantautorale genovese" :D

      Elimina
  31. Anch'io all'epoca non apprezzai Hercules, forse perché fondamentalista della mitologia classica (pdf mythos). Rivisto dopo devo dire che ho apprezzato molto le scelte coraggiose che purtroppo lo condannarono all'insuccesso, dal tratto classicheggiante così diverso dal tondo disney classico, alle musiche originali (un gospel!). Per non dire dei personaggi non banali, Megara è strz al punto giusto, altro che le candide anime dei soliti film. E le gag poi sono in effetti grandi, ma ancora fatico a rivalutarlo nel suo complesso.

    RispondiElimina
  32. Se l'ho visto per intero, non ha lasciato un grande ricordo. Ai tempi, mi erano piaciuti molto Aladdin e il Re Leone, ma - probabilmente dopo un paio di "seriosi" tipo Pocahontas e Mulan - smisi di seguire i nuovi film Disney. Neanch'io sopporto tanto i "musical", salvo doverose eccezioni (Jesus Christ Super Star, The Blues Brothers, The Rocky Horror Picture Show)...

    RispondiElimina
  33. Il prossimo film Disney si chiamerà Moana,mi immagino già le scene con la bimba che chiede:
    Papà papà metti il film di Moana!!
    XD

    RispondiElimina
    Risposte
    1. In realtà il prossimo sarà Zootopia (progetto molto interessante a mio parere), Moana arriverà nel 2018, mi pare!

      Elimina
  34. Il più bell'Ercole è sicuramente The Mighty Hercules

    RispondiElimina
  35. Lo amo davvero tanto! So che in America non ha avuto un cazzo di successo, questa è la riprova di quanto il pubblico sia rompicoglioni! Cioè... cagano il cazzo alla Disney dicendo che è tutta principesse e fiabe, ma intanto tutte le volte che ha provato fare classici sperimentali come i vai Basil, Taron, Hercules, i bellissimi Atlantis e Pianeta del tesoro... ci ha sbattuto il muso tutte le volte... solo negl'ultimi anni è riuscita a incontrare grandi successi commerciali spostandosi dalle fiabe classiche!

    RispondiElimina
  36. Il mio film Disney preferito. Penso basti questo

    RispondiElimina
  37. Non l'ho ancora visto, ma la mia ragazza preme per vederlo. Ogni tanto mi tira fuori la battuta (se la ricordo bene) "...la vuoi una clessidra?"

    RispondiElimina
    Risposte
    1. "Ehi compare, vuoi comprare una meridiana?" XD

      Elimina
  38. solo a me leggere o sentir nominare "disney" evoca un fastidio ineguagliabile?è più forte di me,mi parte l'aerofagia.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Questo commento è stato eliminato dall'autore.

      Elimina
    2. Spero vivamente di sì, visto che senza la DIsney non avremmo l'animazione così come la conosciamo oggi! Non avremmo avuto la Pixar e forse nemmeno lo studio Ghibli!

      Elimina
    3. Aggiungo: non avremmo avuto nemmeno i manga: se non ricordo male, Osamu Tezuka concepì lo standard grafico dei personaggi dagli "occhi grandi", che è il tratto distintivo del fumetto giapponese, guardando Bambi... :)

      Elimina
    4. @ capuleius:
      confermo e sottoscrivo, Tezuka creò lo stile manga dopo essere andato al cinem a vedere Bambi, notò che la grande espressività del capriolo era dovuta ai suoi occhioni e provò ad inserirli nei suoi fumetti. Il risultato è storia.

      Elimina
    5. Uderzo stesso ha detto che senza la Disney non avrebbe mai iniziato a disegnare, e che molti artisti francesi suoi contemporanei si sono ispirati a Gualtiero Disnei.

      Elimina
    6. so bene queste cose,ma detesto la disney in tutte le sue forme,pace amici pdf ;)

      Elimina
    7. Pace anche a te, amico fart :)
      In realtà capisco cosa intendi: al di là degli indiscutibili meriti, la scelta della Disney di rivolgersi per lo più ad un pubblico infantile spesso rende indigeste le sue opere a chi, ormai cresciuto, cerca qualcosa di più (a me, quando partono le canzoni, in genere viene l'orticaria...). Per fortuna esistono i giapponesi, che fanno cartoni per tutte le età...

      Elimina
    8. hai capito benissimo!da piccolo non capivo perchè in tv i cartoni erano pieni di robottoni,guerrieri,bressler mascherati da tigre e bagni di sangue vari mentre al cinema solo cervi,nani,pantegane sorridenti e fatine...uno ci rimane male,ostia!

      Elimina
    9. Questo commento è stato eliminato dall'autore.

      Elimina
    10. Questo commento è stato eliminato dall'autore.

      Elimina
    11. Ripeto per fortuna... sennò vivremmo nel mondo più triste e monotematico che possa esistere!

      Elimina
    12. Ah e Capuleius basterebbero pochi esempi pe sbugiardarti, ma stare a parlare con i muri è inutile penso!

      Elimina
    13. Cercare di condurre una discussione educata, senza offendere gli altri, invece, è utilissimo...

      Elimina
    14. Per chiudere il discorso (spero) in amicizia: forse non "sono stato spiegato" (cit.), ma a me i cartoons Disney piacciono parecchio: sono l'eccellenza mondiale per la qualità delle animazioni (sia tradizionali che CG) e hanno storie e personaggi che mi sono entrati dritti nel cuore (mago Merlino, Kronk, il mio grande "amore" d'infanzia Ariel, ecc ecc...). Le canzoni de "La sirenetta" le potrei cantare tutte a memoria ancora oggi: quello che intendo dire è che dopo l'infanzia, i cartoni pensati solo per un pubblico infantile non mi soddisfano più (ad es. Lilo e Stitch non mi ha detto nulla, ma probabilmente chi aveva 8 anni quando è arrivato al cinema lo ricorda come il film più bello di tutti...) e le nuove canzoni spesso (ma non sempre...) non hanno più su di me lo stesso appeal.
      Quando il film strizza l'occhio anche a un pubblico più maturo mi piace assai, come la comicità sfrenata de "Le follie dell'imperatore"; anche Ratatouille, visto da adulto (a Lucca durante Lucca Comics, che ricordi...) mi è piaciuto un frappo. Potrei continuare per ore, mi stoppo da solo :)

      Elimina
    15. Mi spiace Doc non era mia intenzione offendere, ma già quando comincio a leggere "Non mi frega niente caro pdf..." ho capito che la discussione è a un punto morto e la chiudo lì...

      E scusa anche a Capuleius ma dal tuo messaggio sembrava che buttassi superficialmente tutto nel minestrone, come se tutto fosse bollato per bambini (che poi i bambini di oggi si esaltano esattamente con il sangue e le scene di violenza gratuite e inserite senza il minimo criterio o grazia, quindi ormai siamo arrivati ad un punto in cui bisognerebbe chiedersi cosa è più infantile, un 300 che ha fatto prendere linguaggi beceri al cinema o un Wreck it Ralph che pur essendo una storia chiamiamola "infantile" ha un sacco di livelli di lettura, che a mio parere molti nemmeno si impegnano a cercare!

      Elimina
    16. non capisco tutta questa polemica sinceramente,nata da un'opinione personale buttata lì come battuta fra l'altro,quindi visto che è partito tutto da me la chiudo.dai,adoro la disney,w la disney,pace,fine.dai,basta sennò inizio a scorreggiare e sono fungie vostre...

      Elimina
    17. Ecco, se la smetti pure te è decisamente meglio. Il fatto che si parli di film visti da rEgazzini non significa dover parlare come rEgazzini. Capisco il nick (ognuno), capisco l'avversione per le regole della punteggiatura (forse), ma quei toni da forum li lasciamo ai forum, ok? Ok.

      Elimina
    18. Era solo per sdrammatizzare e buttarla in ridere(visto che è iniziata proprio da una battuta),comunque la pianto e chiedo scusa,adios.

      Elimina
  39. Credo tu abbia centrato un punto importante di questo film disney Doc. anche io quando lo vidi la prima volta mi aspettavo di vedere nel dettaglio lo svolgimento delle sette fatiche e ne rimasi un po deluso, comunque l'ho rivisto di recente e non è malaccio, sicuramente ci sono film più belli della Disney. Se ti capita, e prima o poi, e ti capiterà perchè sicuramente PK lo vorrà vedere un giorno, guardati Rapunzel, i miei bimbi lo vedono spesso e mi fa morire dal ridere non mi aspettavo che un film su una principessa capellona potesse piacermi tanto. Poi, ma qui saltiamo dalla Disney ad altre case devi vedere assolutamente Megamind che prende x i fondelli i luoghi comuni sui supereroi visti dagli occhi di un super villanzone e naturalmente i due Cattivissimo me.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ops le dodici fatiche le ho fatte diventare sette. :)

      Elimina
  40. Visto al cinema da ragazzino...
    Poderosi e possenti ricordi!

    RispondiElimina
  41. All'epoca saltai anche io il cinematografò, per una sorta di infantile idea che "Nulla potrà mai essere meglio de La bella e la bestia e Aladdin, dopo Pocahontas la Disney è diventata cacca!". Che è vero, nulla di quello che è uscito dopo ha mai superato questi due classici moderni ma Hercules, recuperato anni dopo in cassetta, mi aveva fatta molto divertire. Dovrei riguardarlo, in effetti...

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Quelli che erano già cresciuti negl'anni 90 dicevano che invece erano la bella e la bestia e Aladdin a non superare i classici del passato... considera che a mio parere Frozen è oggettivamente migliore della Sirenetta come storia, struttura narrativa e tutto... se non fosse per le musiche di Menken, magnifiche, anche sul lato musical, forse Frozen vincerebbe! Il resto è soggettiva!

      Elimina
  42. Dimenticavo: The Mighty Hercules me lo ricordo, molto più genuino momento emozione rispetto al lungometraggio Disney :-)

    RispondiElimina
  43. Anche il videogame per Playstaion spaccava

    RispondiElimina
  44. Non lo vedo dai tempi delle elementari, da almeno 11 anni quindi, ma sta di fatto che l'ho adorato, causa principale ed inconscia della mia scelta di frequentare un liceo classico. A parte questo, lo ricordo con assoluto piacere, e il videogioco era fenomenale.
    Feci anche un super puzzle che attaccai in camera da centanta pezzi... ma vabbè, son dettagli.
    Rimane uno dei miei disney preferiti, lo rivedrò quando avrò un segno divino, senza nulla togliere ai tuoi post, doc.

    RispondiElimina
  45. Concordo pienamente su Ade, a mio avviso uno dei migliori villain di sempre, ironico e carogna al punto giusto.
    Concordo inoltre sul tuo giudizio sul film, ma sul giudizio del 1997.
    Per quanto mi riguarda filmetto scialbo, "compitino" hai detto bene, con qualche chicca ma per il resto dimenticabilissimo: lento, telefonatissimo, deludente sotto ogni aspetto, il film è gravato da animazioni piuttosto mimme (le muse e i loro siparietti fastidiosi ne sono un esempio) Molto meglio la controparte videoludica per PSOne su tutti i fronti.

    Come sempre, al mai troppo compianto Alex, il mio applauso.

    RispondiElimina
  46. Fin da piccolo, Hercules è tra i miei film preferiti della Disney, e ogni volta che lo guardo riesce sempre ad intrattenermi a dovere!

    RispondiElimina
  47. The Mighty Hercules degli anni 60 , io c'ero ...

    RispondiElimina
  48. Mai visto e pochissima voglia di vederlo nonostante la bella rece qui sopra. Da bambino il mio amore inconstrastato per Disney finì con quei capolavori assoluti che sono Aladin e Il Re Leone, dopodiché persi completamente la voglia di seguire le uscite annuali passano all'animazione giappa e ai film della Pixar.
    Dopodiché qualcosa, a casaccio, ho recuperato. Trovando roba divertente come Le Follie dell'Imperatore e Lilo & Stitch ma anche roba terrifficante e inguardabile come Alice in Wonderland di Tim Burton o l'ultimo Maleficient.

    Ah! Infine un grande grazie al Doc. per questo magnifico blog. L'ho scoperto da poco e ci ho passato sopra praticamente due giorni interi, che ero a casa con l'influenza, leggendomelo praticamente tutto :D

    RispondiElimina
  49. Diciotto anni fa? D i c i o t t o? Sicuri eh? Ohi ohi ...
    Comunque io l'ho sempre trovato bellino ...

    RispondiElimina
  50. Rivisto recentemente con il marmocchio, assieme a tutti gli altri ormai; a lui non è piaciuto e a me inzomma: serie B, ma sempre serie B disney .


    A fronte di alcune idee indovinatissime ( ad esempio la grafica " greca" e tutti i personaggi secondari) , il protagonista Ercole appare abbastanza scialbo, la trama tutto sommato dimenticabile.
    Anche l' humour degli anni '90 a mio avviso sa di vecchio : troppi riferimenti a personaggi e mode delll' epoca .

    Rimane il fatto che troppi film della cosiddetta renaissance sono a mio avviso invecchiati male, dimostrando di essere bei film ma non capolavori .

    La sirenetta devo dire mi ha annoiato ;
    la bella e la bestia a mio avviso invece rimane bellissimo ( anche se , per mio gusto personale, un filo troppo melenso) , :protagonisti e trama conservano inalterato il loro fascino, escludendo la caduta libera della CG.

    Aladin , a fronte di alcuni bei personaggi, ha troppe canzoni insopportabili, personaggi fracassoni e disegni pacchiani, anche se il protagonista è un figo , la comprimaria una pheega , il cattivo che è un vero cattivo e il Genio che riempie lo schermo .


    il re leone ha bellissimi disegni , una trama scricchiolante ( quanto idioti sono Mufasa e Simba ???) , ma alla fine continua a piacere perchè imbrocca tematiche ( vendetta , responsabilità ) , protagonisti , comprimari , cattivo e qualche bel dialogo .

    Mulan era e rimane carino , ma ptotalmente rivo di incisività ed ha il principe disney più sfigato della storia ,

    A mio avviso i migliori sono:
    3) Rapunzel
    l' unico film nel quale le canzoni con regia tipo broadway hanno veramente stile ! La vita è un dramma senza mamma...
    2) Robin Hood
    Capolavoro dello sgarruppato. Dopo 40 anni fa ancora ridere. Sentire mio figlio che maledice le tasse e i potenti della terra che si comportano come bambini di 3 anni ... c'è altro da dire ?
    1) La bella addormentata
    A mio avviso capolavoro assoluto ed inarrivabile.

    RispondiElimina
  51. Vorrei farti notare, oltre al tentato stupro e al resto, come il film inizi deciasamente spintarello:

    La musa Thalia, nel suo "tesoro vorrai dire Maschiole" prosegue con "oh, come mi piacerebbe fare della dolce musica con il suo..."..
    Sappiamo tutti che vuol dire flauto.

    (in inglese è uguale, Honey you mean Hunkules, oh, i'd like to make some sweet music in..." e poi parte un gemito non troppo gospel)


    P0rnate a parte, è uno dei miei classici preferiti.
    Musicalmente è delizioso, lo stile grafico è ineccepibile, (ogni singolo mento con "greca" mi ha sempre fatto scompisciare), doppiaggio divino (hehe) sia in ita che in eng.
    I gospel sono meravigliosi, le strizzatine d'occhio al panorama/pop culture degli anni90 sono devastanti.

    Per me è un 5 presidentesse a mani basse.

    RispondiElimina
  52. Anche a me al cinema non fece impazzire. Troppo lontano da ciò che avevo studiato a scuola. Ma poi rivedendolo nel corso degli anni... oh, mamma! Uno dei miei classici preferiti! Un giusto mix di azione, commedia, drammaticità... personaggi ben caratterizzati e canzoni proprio belle! ^^

    RispondiElimina
  53. Non mi toccate Herculeeees, il mio "lungometraggio" preferito del renaissance Disney!! =D

    E' che voi non potete capire: i film Disney degli anni '90 per essere goduti appieno devono essere visti da regazzini;
    d'accordo, si tratta di un giudizio completamente irrazionale, MA E' COSì!! ics dì

    Hercules ha una buona trama con un buon insegnamento (la parte sul cuore... N-non il fatto che Hercules abbia avuto successo perché nato predestinato e super dotato) , animazioni bellerrime, ambientazioni pittoresche, canzoni divertenti (cioè quella di Filottete durante l'allenamento di Herc o quella di Megara, dai!) ed un impatto grafico così colorato che vederlo da marmocchi colpisce imbambolandoti di fantasticherie, soprattutto se da sempre affascinati dalla mitologia greca.

    Io lo ritengo un piccolo capolavoro: certo, con quei codici e linguaggi tipicamente anni '90, ma avrebbe potuto essere altrettanto? Il "rinascimento" Disney occupa uno spazio ben definito nella storia e tematiche dell'animazione occidentale, criticarlo per questo sarebbe un po' come lamentarsi della sensazione di "casereccio" nelle produzioni degli youtubers...

    RispondiElimina
    Risposte
    1. ... ma che dico piccolo, un Capolavoro ebbasta, eh! Crepi l'avarizia!

      Elimina
  54. L'ho rivisto esattamente 6 mesi fa con lo stesso intento rivalutatore del Doc insieme al fidanzato anti-Disney e, con grande sorpresa, l'abbiamo trovato davvero divertente. Eppure da 11enne mi aveva davvero deluso. Non è al primo posto consacrato in eterno a Mulan, ma ha scalato la mia classifica alla top five proprio per il design che quasi 20 fa fu la causa della delusione!

    RispondiElimina
  55. Nonostante sia tra i più "deboli" del Rinascimento Disney, è uno dei miei preferiti.

    RispondiElimina
  56. Un film da rivalutare! grazie Doc!

    RispondiElimina

I commenti anonimi vengono eliminati dai filtri antispam e, nel caso superino i filtri, irrisi ed eliminati uguale: non usateli.

Related Posts with Thumbnails