sabato 27 dicembre 2014

116

Il vostro film preferito del 2014

#OVVIAMENTEQUESTO
Ok, primo di un dittico di sondaggismi sull'anno ormai agli sgoccioli. Il tema è così semplice che non tocca star lì a far gli spiegoni: il vostro film preferito tra quelli USCITI nelle sale italiane nel 2014 (se avete visto ieri per la prima volta Il Padrino perché vivevate in una grotta, per dire, non vale) [...]

Non è stato semplice per te tirar fuori un solo nome. Alla fine, a sorpresa, scegli Lei di Spike Jonze. Perché è un tipo di fantascienza non fracassona e fatta con due soldi, intelligente, non banale, che riesce a parlare di sentimenti senza ammorbare la guallera, come si dice nel gergo tecnico degli esperti del cinematografò. Per saperne di più, chi vuole può andarsi a leggere la recensione linkata poche righe sopra. È, quindi, Lei di Spike Jonze un film migliore rispetto ad altri che ti sono piaciuti molto, come Si alza il vento, il secondo Capitan America o Guardiani della Galassia? Son film diversi, e i paragoni tra film diversi li fanno solo i cretinetti sui forum, qui siam mica cretinetti, non lo facciamo. È quello che ti ha detto di più, a modo suo, e perciò come film del 2014 ti prendi quello. 
Peccato non poter consegnare il Minollo D'Oro 2014 direttamente alla Presidentessa per il miglior ruolo da attrice non protagonista nella storia dell'universo (premio che vince inevitabilmente in ogni suo film), ma fa niente. C'avevi da fare. 
E ok, debosciantes, a voi la parola: UN SOLO TITOLO (Uno. Non due, niente menzioni speciali, niente Mi tocca segnalare anche. Non tocca niente: un titolo e basta), UN PERCHÉ (che alla fine sono il senso di questi sondaggismi. Chi scrive solo il titolo e si dimentica il perché verrà preso a coppini digitali sulla nuca). Come precisato all'inizio, dev'essere un film uscito in Italia PER LA PRIMA VOLTA (le riproposte anniversario non valgono) NEL 2014. Niente commenti anonimi, niente giudizi non richiesti dei commenti altrui. Votare.  

116 commenti:

  1. Transformers4!!!

    Ok, ok, scherzavo.

    Lego Movie: non solo perché è reallizzato a mano secondo per secondo (almeno così dicono), ma anche perché è un film SUI Lego che sapremndersi per il cubo in maniera paurosa. Fantastico.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. "sa prendersi"... pardon....

      Elimina
    2. ma vedi che è finto stop-motion, è CG

      Elimina
    3. Io avevo letto fosse fatto in CGI, programmata però per simulare la stop motion. E a vedere alcune scene mi viene istintivo crederci. Cmq, bella scelta!

      Elimina
  2. Si alza il vento, perché per il suo ultimo film solo il maestro poteva fare qualcosa di così diverso...

    RispondiElimina
  3. Al cinema, usciti quest'anno ho visto solo Il Giovane Favoloso e I Guardiani della Galassia. Vince senz'altro il secondo, grazie ad un maggior numero di effetti speciali, esplosioni, scene d'azione e finanche romantiche.
    No, sul serio, nel primo l'unico effetto speciale è la gobba, esplide solo il colera a Napoli, c'è una scena di evasione stile James Bond e l'interesse romantico muore i primi 15 minuti di pellicola (SPOILER!!!).

    RispondiElimina
  4. Si alza il vento,perche' il maestro si racconta parlando di un altra persona..

    RispondiElimina
  5. Nessun film mi ha realmente entusiasmato quest'anno. Dovendo scegliere uno che mi è rimasto più impresso degli altri, scelgo Edge of tomorrow, forse perché non gli avrei dato due lire e invece alla fine mi ha sorpreso , al netto della mimmata finale.

    RispondiElimina
  6. Inside Llewyn Davis, o come l'hanno tradotto da noi (perdendo come sempre il senso del film) A Proposito di Davis.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Gran film, malinconico e anche divertente. Incredibile che tra i miei amici non l'abbia visto nessuno...

      Elimina
    2. Voto anche io "A proposito di Davis", un film semplice e lineare che però mi sono gustata dalla prima all'ultima scena. Malinconico e leggero allo stesso tempo.

      Elimina
  7. Grand Budapest Hotel: malinconia, umorismo surreale, Storia mascherata da favola...

    RispondiElimina
  8. Dopo lunga ed attenta riflessione direi: "Guardiani Della Galassia", perché il rischio cagata era altissimo ed il sempre maggior apprezzamento everywhere non faceva altro che abbassare le mie aspettative (oltre ai dubbi, che il film non mi ha tolto del tutto, su quanto potesse funzionare Chris Pratt come protagonista). Ed invece mi sono dovuto ricredere, al punto tale che sono andato a rivederlo tre volte ed ancora adesso vado in giro con l'Awesome Mix nelle cuffie! E poi, grazie a questo film, sono riuscito a veder pubblicati il mio nome e cognome su "CIAK"!

    RispondiElimina
  9. voto "Si alza il vento", l'ultimo film del maestro è stato qualcosa che in parte mi ha spiazzato, dato che per la prima volta si tratta di una storia biografica, ma che comunque riassume in pieno lo stile di Miyazaki. Del film mi ha colpito particolarmente quel l'idea di "chiusura di un cerchio" in cui miyazaki, figlio di un produttore di pezzi dei caccia zero (motivo del suo estremo pacifismo), racconta la storia proprio del l'inventore dell'aereo.

    RispondiElimina
  10. Guardiani della Galassia.
    Il perche' e' semplice. Io guardo film solo per divertirmi e essere di buon umore, e quindi questo e' l'ideale.

    RispondiElimina
  11. C'è un buon numero di film tra cui scegliere, per quanto mi riguarda. Alla fine faccio cadere la mia scelta su Inside Llewyn Davis dei fratelli Coen, ennesima gemma della loro carriera.

    RispondiElimina
  12. Stranamente il film che ho scelto, l'ho visto lo stesso giorno in cui ho visto Lei di Jonze.

    Colpa delle Stelle (The Fault in Our Stars) è un film del 2014 diretto da Josh Boone, tratto dall'omonimo romanzo di John Green.

    Perché tratta di un tema universale , la vita e la morte , e di una tragedia personale ,che può colpire tutti noi o i nostri cari in ogni momento ovvero una malattia che lascia poche speranze (come è capitato a me) ma nonostante l' ineluttabile tristezza di fondo non si fa che sorridere e ridere, forte . Anche quando ti viene da piangere.
    E' incredibile.
    Perché ogni vita può essere memorabile anche se non vai nello spazio o non hai un blog seguitissimo .

    Così , tutto lievemente .

    RispondiElimina
  13. è dura... però credo Her pure io

    RispondiElimina
  14. Captain America e il Soldato d'Inverno perché è stata una sorpresa assoluta. Ed è un buonissimo film.

    RispondiElimina
  15. The lego movie vince, anche se è stata una dura lotta con cap 2, ma vince il film dei mattoncini perchè il rischio cagata pazzesca era altino ed invece è stato meravigliosoooo, un film per tutti che anche con una trama che poteva sembrare banale è riuscito a fare qualcosa di nuovo; per non parlare dell aspetto puramente tecnico e quel colpo di scena..

    RispondiElimina
  16. Molto combattuto fra le varie scelte possibili scelgo di dire Gone Girl di Fincher, visto da pochissimo in sala. Sarà perchè sono ancora caldo di visione, ma il film è a mio parere ottimo, ti trascina di scena in scena senza mai annoiare e tenendoti con gli occhi fissi sullo schermo per cercare di svolgere l'intricata matassa che si va a costruire man mano. E la faccia da scemo di Ben Affleck è compensata da una scena di sangue particolarmente riuscita. Andata anche quest'anno!

    RispondiElimina
  17. Lego Movie!
    Perchè..... è meravigliosooooooooooooooooo :D
    Mi ha fatto tornare indietro di 30 anni (abbondanti), soprattutto con l'omino spaziale... han saputo toccare le corde giuste ;-)

    RispondiElimina
  18. Boyhood.
    Filmone che, sono convinto, rimarrà nella storia del cinema, perché davvero in grado di proporre un modo di fare cinema nuovo (e complicatissimo). E inoltre, e non era affatto scontato, ti intrattiene alla grande pur durando 3 ore e pur avendo una trama senza sussulti, ma che si limita (in apparenza) a riprendere la "vita".

    Ne sarebbero usciti pure un altro paio che rischiano di segnare il passo dal punto di vista del racconto cinematografico e un altro ancora che mi è piaciuto immensamente e che mi riguarderei tutti i giorni. Non dico altro per rispetto alle regole: ho votato convinto!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Cioè a parte il pregevole tecnicismo è il classico film da Sundence.

      Elimina
    2. "pregevole tecnicismo"? Una lavorazione di dodici anni?
      Non ha granché del classico film da Sundance. Secondo me, ripeto, fissa dei nuovi paletti ed è un film totalmente in ciò che fa. La difficoltà di realizzazione è di per sé qualcosa di epico ed assolutamente ammirabile

      Elimina
    3. A livello di sceneggiatura, risulta il solito film di crisi esistenziale di cui il Sundance è pieno.
      CHe poi io adori il lavoro di Linklater e creda che Boyhood sia qualcosa id epico solo per la realizzazione, il tecnicismo appunto, è un conto. Ma se non fosse stato realizzato in 12 anni dove sarebbe la differenza con un bhò Little Mis Sunshine o Savages?

      Elimina
    4. Sono proprio i dodici anni e tutta la lavorazione che ci sta dietro a fare la differenza, che non sono affatto solo un aspetto tecnico, ma una scelta artistica che ha previsto tempo di realizzazione talmente lungo da rischiare grosso ad ogni minimo imprevisto.
      Sono degli attori professionisti che si mettono a disposizione di un progetto ampissimo.
      È la fortuna/bravura di puntare su un protagonista bambino senza sapere cosa poteva accadergli negli anni successivi.
      È la capacità di raccontare l'attualità e le mode e il loro intrecciarsi con la vita di tutti i giorni in maniera quasi documentaria, ma in un film di finzione.
      È la meraviglia di credere di vedere una vita vera con tutto ciò che ne consegue: casini, amori falliti o meno, persone che ti sembrano le più importanti che ad un certo punto spariscono e non ne saprai più nulla perché così va la vita.

      E tutto ciò non lo rende proprio per niente "il solito film di crisi esistenziale", anzi non c'è proprio nessuna crisi. C'è solo esistenza

      Elimina
    5. Ma su questo concordo, ma quanto dici lo faccio rientrare nel mio "tecnicismi", che non ha un senso dispregiativo, ma indica tutto l'apparato tecnico.

      A parte i giochi semantici, concorderrai che con un "Fruitvale Station", "Beast Of The Southern Wild" o "like Crazy" a livello semiotico e contenutistico non ci si discosti molto. Per citare gli ultimi film drama ad aver vinto al Sundance.

      Questo lo rende meno forte? No, perchè la parte tecnica è impeccabile, un gioco maestoso con il tempo e i mezzi tecnici, cosa che Linklater ha sempre mostrato di amare, apprezzare e produrre (vedi la trilogia Before). Ma senza non ci sarebbero differenze con "Frank", film uscito in concomitanza con Boyhood da noi.

      Elimina
    6. Di quelli che citi ho visto solo "Beasts of the Southern Wild" (ma mi sono ripromesso di vedere almeno "Frank"), che però proprio a livello semiotico-contenutistico è molto diverso, vedi tutta la parte fantastica-onirica, l'ambientazione solo apparentemente realistica e il fatto che il racconto abbia un suo messaggio anche piuttosto forte (ti ricorderai che la campagna pubblicitaria, almeno qua in Italia, era tutta costruita sul film quintessenza dell'era Obama).

      Di Boyhood non puoi dire "senza non ci sarebbero differenze": caspita, è proprio il gioco maestoso a fare la differenza! Perchè, correggimi se sbaglio, sarebbe come dire "Alien? Ma sì dai, a parte la creazione della tensione e tutti gli aspetti scenografico-simbolici, è poi il classico film di inseguimento mostro-eroe. Non c'è differenza con [titolo a scelta]". E poi il messaggio forte qui manca del tutto, come dice Ethan Hakwe nel film: "Everything? What's the point? I mean, I sure as shit don't know. Neither does anybody else, okay?"

      Elimina
  19. Mah. A me è sembrato, tanto per cambiare, un altro anno cinematograficamente inutile. Certo che i supereroi con Le Splosioni fan passare 90 minuti spensierati, ma il cinema vero è un'altra roba...

    Cagatina per cagatina, io finisce che il voto lo do a Thermae Romae solo per il livello di WTF fuoriscala (Lego Movie è dalle stesse parti, ma con il gigabudget che aveva erano capaci tutti...)

    RispondiElimina
  20. Questo commento è stato eliminato dall'autore.

    RispondiElimina
  21. Pure io Her, un film bellissimo...

    RispondiElimina
  22. Nel post di prima avevo scritto Godzilla, film per il quale ero partito con aspettative bassissime e mi è piaciuto al punto di essermelo visto due volte al cinema, ma il mio film preferito uscito in Italia quest'anno è assolutamente Snowpiercer, un film che ti lascia a bocca aperta fino all'ultimo oltre che ad essere per certi punti di vista un vero pugno nello stomaco

    RispondiElimina
  23. The LEGO Movie.

    Devo spiegarlo? È il film della mia vita!

    RispondiElimina
  24. Vado anch'io con Her, però non lo spiegare meglio di te: fantascientifico ma con una delicatezza da scaldare il cuore, ma comunque non troppa che se no ci si imbarazzava (poi c'era Chris Pratt pure lì, come in metà dei film usciti quest'anno; ormai lo conosco meglio dei miei vicini di casa).
    Il "però molti filmoni me li sono persi e devo ancora recuperarli perciò non so quanto valga il mio voto" non conta come menzione non richiesta, vero?

    RispondiElimina
  25. Vabbe' dai Interstellar... che con tutti i suoi difetti per lo meno c'ha provato :)

    Simone

    RispondiElimina
  26. lo hobbit :la battaglia delle 5 armate perché sono riuscito ad apprezzarlo senza aver visto gli altri due e mi ha anche ricordato che la mitologia di Tolkien è tanta robba

    RispondiElimina
  27. Un film che mi abbia realmente rubato il cuore come quello dell'anno scorso (Walter Mitty) non c'è e Lei non l'ho visto.
    Allora diciamo Lego Movie perché ben fatto e con un fattore nostalgia che levati, un film meraviglioso.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Walter mitty è uno dei miei film preferiti e da quando l ho visto sogno di andare in islanda almeno una volta

      Elimina
    2. Ti straquoto Drakkan: Mitty (insieme a Rush) è stato il film che più ho amato dello scorso anno.
      Mi ha davvero rubato il cuore

      Meraviglioso

      Elimina
  28. The Lego "è meravigliosoooo" Movie!
    Ottima l'idea e la realizzazione e poi perchè personalmente [SPOILER ON] quando Will Ferrell risponde che quello che è scritto sulle scatole riguardo all'età "è soltanto un suggerimento" [SPOILER OFF] mi ha fatto morire più di tutte le battute sentite al cinema quest'anno. Forse perchè è la stessa risposta che avrei dato anche io..? Eheheheh..
    Ok, vi saluto e vado a rivedermelo in lingua originale doppiato da "Peter Quill".. Everything Is AWESOOOOME!!!

    RispondiElimina
  29. Assolutamente A proposito di Davis: malinconico, divertente, coheniano.
    Ineccepibile nel descrivere e raccontare la musica di inizio anni 60 del Greenwich Village.
    Sono un outlaw, quindi cito anche il secondo posto, a pari merito: i due film Ghibli, Si Alza il Vento, e il meno rinomato La principessa Splendente, che è un assoluto capolavoro senza sè e senza ma, tra i migliori di sempre dello studio.

    RispondiElimina
  30. Ciao Doc
    Un solo titolo mi chiedi e ti dico 12 anni schiavo. Perchè quella colonna sonora è una lama sottile che ribadisce come una sferzante frusta decenni di barbarie nei confronti dei neri.
    Un abbracccione

    RispondiElimina
    Risposte
    1. E' uscito in Italia a febbraio 2014 ;-)

      Elimina
  31. Snowpiercer per l'idea ben trasposta dalla graphic novel, la confezione e soprattutto per non aver ceduto al michelbaysmo nelle scene d'azione, sì qualche rallenty c'è ok, ma il film ha un andamento "frenato" per tutta la durata ed è riuscito a mettermi ansia come pochi pur facendo vedere tutto e non giocando al "non ti mostro perchè ti voglio far fare un salto (forse)".
    Evans è stranamente espressivo, non c'è un attore fuori posto e non c'è stata nemmeno la necessità di metterci tipo un Oliviona come non protagonista. In alcuni punti rasenta il miglior Robocop (Verhoen non quello lì dell'inizio) in quanto a grottesco.

    RispondiElimina
  32. Io dico Frank. Film molto insolito che ha qualcosa di molto profondo da raccontare. Se non ne avete sentito parlare o non l'avete visto vi consiglio di non perderlo!

    RispondiElimina
  33. Voto anch'io per colpa delle stelle. Per quanto non sia un film nei miei canoni classici, è un film che mi ha colpito. Trama semplice ma ben scritta e, per quanto sai fin dall'inizio che non potrà finire bene, ti affezioni tanto a Hazel e Augustus che non puoi non tifare per loro

    RispondiElimina
  34. "Astronave! Astronave! Astronave!" Ehmm... Lego Movie perché il Lego è praticamente l'unico gioco che mi sono sempre portato appresso negli ultimi 41 anni, vorrá pur dire qualcosa no? :D

    RispondiElimina
  35. "Smetto quando voglio", perchè è italiano ed è una piacevole sorpresa: divertente in modo intelligente.

    RispondiElimina
  36. Voto Gravity perché è un eccezionale esempio di cinema fatto con una sola idea portata magistralmente avanti per un ora e mezzo.E in più mi ha stranamente convinto anche la Bullock

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Che figura da minollo...è del 2013...allora mi correggo con Il Giovane Favoloso .straordinario nel raffigurare un genio come Leopardi con un cast azzeccatissimo e una grande regia.Sono rimasto a bocca aperta.Poteva essere un polpettone, è diventato una poesia in immagini.Immenso Germano

      Elimina
  37. Nettamente i Guardiani della Galassia: buon action comedy, di quelli che ti fanno lasciare il cinema soddisfatto.

    RispondiElimina
  38. i pinguini di madagascar , il perchè lo si capisce guardandolo!

    RispondiElimina
  39. Ho visto davvero pochi film quest'anno.
    Mi limito a citare Big Hero 6, che mi ha risollevato il morale da una situazione difficile.

    RispondiElimina
  40. Indeciso tra Snowpiercer e Inside Davis. Il primo impeccabile in ogni singolo aspetto, il secondo, ha difetti ma ha dei pregi straordinari come il periodo storico (e quindi LA MUSICA tutto in maiuscolo) e il colpo di scena finale che c'ho messo qualche minuto a capirlo ma cavolo se è geniale. ma alla fine mi riguarderei più volentieri Snowpiecer quindi vince lui.
    Bellissimi i commenti oggi!

    RispondiElimina
  41. enzadubbiamente Interstellar che, al netto di un paio di tavanate extragalattiche, ha usato della ottima fantascienza e mi ha emozionato come non è riusciva a fare nessun'altro da parecchi anni.

    RispondiElimina
  42. Beh,l'hai detto!
    "Lei" è sicuramente il miglior film che ho visto nel 2014 e forse pure uno dei migliori in assoluto.

    Spiegazione:
    Non avevo mai pianto così in sala, in particolare perchè erano lacrime veramente "mie", sentivo di piangere non per il film in se, ma per quello che evocava il film nella mia mente, ricordi, sensazioni.. è potentissimo.. da questo punto di vista.
    Ovviamente tocca tasti molto personali e intimi, per cui non è detto che tutti possano apprezzarlo allo stesso modo,
    Però davvero, se va a segno è un calcio atomico rotante dritto in pancia, che ti fa sentire un vuoto per un bel po' e fa riflettere sia durante che dopo la visione, fantastico l'effetto che ha avuto su di me.
    L'ho visto in italiano in sala, poi l'ho ripescato in inglese e devo rassicurare sul fatto che il doppiaggio non toglie davvero nulla al film.
    Anzi personalmente forse avrei perso degli elementi fondamentali guardandolo in lingua originale, essendo basato moltissimo sui dialoghi.
    Capolavoro.

    RispondiElimina
  43. Grand Budapest Hotel è del 2014? Grand Budapest Hotel. Amabile storia d'amicizia, miseria e guerra.

    RispondiElimina
  44. Io direi Interstellar, che ho visto al cineme e che, nonostante i difetti, mi è piaciuto anche per il non eccessivo uso della grafica computerizzata

    RispondiElimina
  45. Decisamente Captain America The Winter Soldier,film apogeo del supereroe realistico in casa Marvel.
    Grande trama che ha pescato da L'impero Segreto e Il Soldato d'Inverno,grandissima spy story che ha reso finalmente lo Shield degno di questo nome anche al cinema,Natasha Romanof finalmente coi capelli lunghi e alcuni dei migliori combattimenti che abbia mai visto

    RispondiElimina
  46. Naturalmente I GUARDIANI DELLA GALASSIA.
    Il livello di badassery e coattaggine di quel film è alle stelle!!!

    RispondiElimina
  47. Ad essere sinceri, in quest'anno non ho avuto moltissime occasioni per andare al cinema. Fino a qualche tempo fa, era un appuntamento settimanale fisso, che a volte sfociava anche in "maratone" di tre o quattro volte consecutive in una settimana; ma adesso proprio è già tanto se riesco ad andarci una volta ogni due/tre mesi. Per questo non so benissimo cosa ci sia stato in programmazione quest'anno, e, appunto per questo, dico "I Guardiana della Galassia": un film che sarebbe potuto sfociare benissimo nella più brutale delle cazzate, che facilmente sarebbe potuto scivolare e annegare in un oceano di "WTF!!!" Un film che sarebbe potuto essere quanto di peggio ci possa essere e invece; invece no. Un film molto ben realizzato, godibile, coerente e appassionante. Ben scritto e ben girato. Quindi, sì, "I Guardiani della Galassia" è - per me - il film migliore di questo 2014.

    RispondiElimina
  48. The Lego Movie!!!
    Mi ha stupito veramente tanto!!! :P

    RispondiElimina
  49. Ormai da parecchio vado al cinema soltanto con mio figlio (fanno eccezione soltanto i film di Tarantino, ai quali devo andare con altri per evidenti ragioni anagrafiche), quindi non è che abbia visto tanto quest'anno. Escludendo Lego Movie, che sinceramente non mi è piaciuto, in questo momento sono indeciso tra Captain America - The winter soldier e The Amazing Spiderman 2. Come film è senza dubbio molto (ma molto) meglio il primo, ma sin da quando ero bambino l'Uomo Ragno è sempre l'Uomo Ragno. Poi stasera vado a vedere Big Hero 6 e magari ....

    RispondiElimina
  50. "The wolf of Wall street", unica perla (imho), in un'annata piuttosto povera...Scorsese qui si conferma, per l'ennesima volta, Regista ed Autore. Bravo anche Di Caprio, non c'è che dire!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Uh..pensavo di essere il solo/primo a votare "The wolf of Wall Street" e invece...!
      Purtroppo al cinema quest anno ho visto solo Noah ( :( ) e di tutti quelli citati ho "recuperato" per ora solo The Lego Movie che mi è piaciuto sicuramente, anche se imho ha quell aria fightetta da Blockbuster simpatico a tutti costi, che alla lunga me lo rende antipatico..
      Per questo voto Scorsese..visto in lingua originale tra l altro.. un bel filmone "adulto" (figli out x una volta), di ampio respiro, ma veloce, di successo & perdizione.. Per sentirsi miliardari a 30 anni e bruciati poco dopo..molto molto bello!

      Elimina
  51. Ufo Robot Goldrake, Getta Robot G, Il Grande Mazinga contro il Dragosauro.
    (che vale)

    RispondiElimina
  52. Ho visto troppi film e pochi di memorabili... cmq e' stata una buona annata x la fantascienza come non accadeva da tempo! Tra un buonissimo Capitan America2, edge of tomorrow e i Guardiani della Galassia scelgo il primo x le emozioni che mi ha regalato ;-)

    RispondiElimina
  53. accidenti... quando ho letto il titolo ho pensato subito a Her... poi ho letto i commenti e ho ricordato anche "the fault in our stars"... è una scelta difficile. punto su Her perchè meno "normale" e perchè trattato in un modo sublime. Però è una scelta difficile.

    RispondiElimina
  54. smetto quando voglio: gioiello made in italy. riesce a raccontare come siamo messi noi laureati squattrinati in italia in maniera fedele e spassosa. consiglio a tutti ribadendo come sia insolito trovare oggi un film italiano di qualità che riesca (anche) a fare ridere e pensare.

    RispondiElimina
  55. "Her" pure io, perchè era facilissimo fare qualcosa di già visto, e invece soprende, colpisce (pure basso) e resta dentro.
    La presenza della presidentessa come sempre graditissima ma secondo me un po' sprecata.

    RispondiElimina
  56. Mi dispiace per tutto il resto, ma dico Si Alza il Vento. Mi è piaciuto veramente troppo, e tutto il resto passa in secondo piano. Ci ho pure scritto la recensione, quindi non mi dilungo troppo qui.

    RispondiElimina
  57. Ci pensavo proprio qualche giorno fa a quale fosse il miglior film del 2014 e, dopo aver accarezzato l'idea di eleggere Interstellar come vincitore del titolo, ho fatto un ragionamento analogo al tuo e gli ho preferito Her.
    Perché? Perché tocca argomenti tipici del genere SF - come l'evoluzione delle intelligenze artificiali - in un modo nuovo e sorprendente, mescolando i generi e incantando con una fotografia eterea e un ritmo sospeso.
    Bellissimo.

    RispondiElimina
  58. Voi e i vostri filmacci blockbusterkeaton.
    Ok, Interstellar non era malissimo, ma mi aspettavo qualcosa di leggermente diverso e meno "faccio a mazzate con bourne legacy imbolsito". Quindi, nella sua cristallina semplicità e perfezione, e tutte le farfalle nello stomaco che riesce a produrti lì Emma Stone, dico "Magic in the moonlight", pur non essendo neanche questo un capodopolavoro.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. bel film! mi è piaciuto un sacco... però non lo considero il migliore del 2014. Comunque davvero bel film!

      Elimina
  59. Un Milione Di Modi Per Morire Nel West
    Perchè è divertente e per tutte le citazioni e cameo che Seth MacFarlane è riuscito a infilarci: sopratutto quella scena nel capannole del maniscalco... lacrime napulitane

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Davvero molto divertente! Me lo immaginavo molto peggiore, invece mi sono spanciato dall'inizio alla fine...e a proposito di camei anche quello dopo (o durante, non ricordo più) i titoli di coda merita :)

      Elimina
  60. Uhm... nonostante la superminchiata™ (cit: Doc), the winner is Interstellar. Tra i vari fantascienzi distopici di epoca recente, che mi sono capitati negli ultimi anni, è una spanne sopra. Il "meccanismo" della trama mi funziona, e i continui riferimenti alla fisica quantistica furono da me apprezzati.

    PS: a proposito di "tizi che vivono nella grotta e vedono Il Padrino nel 2014"... Su un forum, qualche mese fa, ne ho trovato uno: rosicava perché gli avevano spoilerato "Non ci resta che piangere" :-D

    RispondiElimina
  61. Interstellar
    Xke nonostante qualche sbavatura ha proposto una fantascienza tecnicamente e visivamente eccezionale!

    RispondiElimina
  62. Lego Movie.
    Perchè "si".

    PS: si = riavvolge la pellicola della vita facendoti/mi tornare alla mente quando coi soliti mattoncini si vivevano/inventavano (che poi era la solita cosa) ogni giorno storie sempre diverse, combinando la caserma dei pompieri con il tempio maya, ad esempio.

    RispondiElimina
  63. Uhm… a dire il vero (anche) il 2014 ha focalizzato la mia attenzione sulle serie tv… Ed i film che mi son venuti in mente di primo acchito sono tutti del 2013… Bah, diciamo che i 'Guardiani della Galassia' mi ha divertito, senza nessuna pretesa di serietà/contenuti/motivazioni/etc-etc e, alla fin fine, tanto mi è bastato...

    RispondiElimina
  64. Alla fine svetta "Only Lovers Left Alive (Solo gli amanti sopravvivono)" di Jarmush su Lei, Sills Maria, La storia della Principessa Splendente, Gone Girl.

    Motivo: grande sogno notturno e solo per chi ama il cinema.

    RispondiElimina
  65. Mercenari 3 perchè ogni tanto è necessario spaccare culi con moltissimi attori anche se la trama è prevedibile ed alcune cose sembrano impossibili (tipo hackerare una bomba in meno di 30 secondi).

    RispondiElimina
  66. I Guardiani della Galassia, fantascienza e divertimento alla stato puro.

    RispondiElimina
  67. Cavolo, una sola preferenza.
    Nonostante tutto però, la fantascenzIa è sempre la fantascenzIa!
    Interstellar.

    RispondiElimina
  68. Captain America: The Winter Soldier. Perché? Perché mostra un capitan america che non si fa mettere in piedi in testa. Il capitano appunto.
    Colpi di scena e trama non ovvia e Nick Fury è sempre un passo avanti

    [spoiler]
    un occhio eheh
    [fine spoiler]

    P.S. Anche scarlett johansson conta, ma tralasciamo la cosa. ^^

    RispondiElimina
  69. Io voto "La storia della principessa splendente" perchè Takahata merita di essere conosciuto a livello internazionale quanto Miyazaki. Inoltre non avevo mai visto un uso così misurato ed espressivo del tratto grezzo (anche perchè molti suoi film non sono stati ancora distribuiti in Italia) e i fondali sono dei gioielli di raffinatezza con degli acquerelli spettacolari.

    RispondiElimina
  70. русский спамер28 dicembre 2014 00:00

    Il film: "Guardiani Della Galassia".
    Il perche': semplice, ho visto solo quello.

    bon ci bon ci bon ci bon

    RispondiElimina
  71. Nessun ingresso nella mia personalissima top 10, sono dovuto andare a cercare elenchi online. Voto "Il Capitale Umano", la prima mezz'ora pensavo "carino" poi cambia il narratore e mi ha intrippato parecchio. Contando che favorisco sempre il cinema italiano, il mio voto è presto spiegato

    RispondiElimina
  72. Senzadubbiamente "Giorni di un futuro passato"

    RispondiElimina
  73. Se dico Ghostbusters essendo andato alla serata del trentennale al cinema quest'anno vale come film uscito nelle sale nel 2014?

    RispondiElimina
    Risposte
    1. No. :)
      (Penultimo rigo del post)

      Elimina
    2. Pardon Doc, chiedo clemenza. Allora voto cap the winter soldier perchè c'è Redford che rimane un monumento di attore

      Elimina
  74. Captain America: The Winter Soldier.
    Perché è stata la sorpresa più piacevole. Sono rimasto incollato allo schermo, vedendo un Cap carismatico e credibile, calato in una bella spy-story.

    RispondiElimina
  75. Quest'anno non sono stato al cinema una sola volta (prima volta che succede negli ultimi 13 anni) e mi sono perso Interstellar, l'unico film che mi interessava oltre a quello dei FRATELLI Watchowski (che è stato rinviato all'anno prossimo) e quindi sono costretto a scegliere tra gli unici due film di quest'anno che ho visto in DVD (Lei e Giorni Di Un Futuro Passato) e scelgo Lei di Spike Jonze poiché non sono mai stato un grande fan del cinefumetto, fatta eccezione per la parentesi Nolan con il pipistrello.

    Neanche a farlo apposta, è lo stesso film che hai scelto te, ma a me alla fine mi ha messo un po' di angoscia perché ti ricorda delle persone lontane che sono uscite dalla tua vita per non tornare mai più.

    RispondiElimina
  76. Premetto che molti film da voi citati non li ho ancora visti (Her, Lego Movie).
    Forse perché fresco fresco di visione (ieri sera) X-men: giorni di un futuro passato. Piacevolissima sorpresa: mi aspettavo un film carino ed invece mi sono ritrovato incollato allo schermo. Complice anche il finale ha superato sul filo di lana i Guardiani della Galassia.

    P.s. Di recente ho visto il remake di Robocop.
    Ora, lungi da me volerlo definire bello, però non mi è parso proprio cosi' orrido, piu' che altro ho apprezzato il tentativo di far vedere il diverso rapporto con la famiglia.
    Doc, ti prego non mi cacciare, eh! E' natale e siamo tutti più buoni!

    RispondiElimina
  77. Si alza il vento.
    Perché, quando ripenso ai colori, ai paesaggi, ai personaggi e alla grazia che ci hanno messo dentro, mi viene un imbruschettamento che non finisce più.

    RispondiElimina
  78. "Gone girl" di David Fincher.
    Bella regia, fantastiche colonna sonora e fotografia, bravo persino Ben Affleck (anche i personaggi secondari sono perfetti).
    Ottima gestione della suspense per la soluzione del mistero che è il motore del film, spaventoso il messaggio che Fincher propone dei rapporti personali. Consigliato.

    RispondiElimina
  79. mi piacerebbe dire Judge Dredd, ma è del 2012 e io l'ho visto nel 2014, è valido??..Altrimenti edge of Tomorrow..per il tentativo di trama alternativa(non per il finale)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Quanto è bello il giudice Dredd del 2012 ! Vero .

      Elimina
  80. assolutamente "Her", STRAORDINARIO
    un film delicatissimo, commovente, geniale, con ambientazione futuristica ben definita e originale che introduce perfettamente, e rende plausibile, ciò che accade nella storia
    fotografia bellissima e attori bravissimi (ma personalmente ritenevo Gioacchino già parecchio bravo)
    cosa volere di più?

    RispondiElimina
  81. "Si alza il vento" del ventordicimilesimo dan di animazione giapponese Miyazaki.
    Film di una eleganza che lascia a bocca aperta e con una storia d'amore di una delicatezza così commovente che raramente ho avuto modo di vedere rappresentata in qualsiasi forma d'arte.

    Il film secondo me, a differenza di quanto in molti sostengono, è in tutto e per tutto un'opera del Maestro che riprende al 100% tutte le tematiche trattate nei suoi precedenti lavori (eccezion fatta per l'ambientazione reale e non fantasy).

    Film dell'anno e decisamente una spanna sopra tutte le opere passate di Miyazaki.

    RispondiElimina
  82. La storia della principessa splendente
    Motivo: mi ha fatto piangere come un vitello e mi ha dato davvero spunti di riflessione sulla visione della vita e del mondo. Tornando a casa da sola probabilmente ho avuto la più profonda e intensa discussione con me stessa grazie a quel film. Il film di una vita almeno per me. Poi sì esteticamente molto valido ma non è quello il motivo.

    RispondiElimina
  83. Avrei voluto dire ROBOCOP ma dato che fa schifo mi viene da scegliere "L'incredibile storia di Winter il delfino 2" ma forse anche no :D

    Per me vince EDGE OF TOMORROW, belle idee, buona storia e mi ha fatto pure ridere. Una sorpresa inattesa.
    Bello THE WINTER SOLDIER ma la parte finale mi ha un pelo annoiato.

    RispondiElimina
  84. The wolf of wall street, perché non mi sono divertito mai tanto al cinema

    RispondiElimina
  85. Invece a me Lei di Spike Jonze (che ho visto a causa di queto blog)
    la guallera me l'ammorbata eccome.noioso e deprimente

    RispondiElimina
  86. Assolutamente "Solo gli amanti sopravvivono".
    Torbido, malinconico, con una regia perfetta e una colonna sonora assurda.
    I vampiri fanno i vampiri (e non i regazzini) e io esco dalla sala con delle emozioni che nessun altro film del 2014 mi ha regalato. Passato sottotraccia (nelle sale, almeno a Torino, sarà rimasto una settimana a dir tanto) vale molto più di tanta altra roba.

    RispondiElimina
  87. Ne ho visti pochi di film usciti quest'anno, ma credo che voterò "Si alza il vento".

    RispondiElimina
  88. Sono indeciso tra due o tre film meravigliosi, ma scelgo L'amore bugiardo perché non riesco a togliermi dalla mente l'angoscia totale e asfissiante del dialogo finale, perfetto epilogo di un film che cambia pelle, ritmo e atmosfere due-tre volte fino a tramortirti definitivamente.
    Inoltre, una delle mie più grandi paure è ritrovarmi un giorno in un vicolo cieco a chiedermi "Cos'ho fatto?!". L'amore bugiardo è il film di quella fobia.

    RispondiElimina
  89. Per me L'Amore Bugiardo,anzi Gone Girl che il titolo italiano è la tristezza infinita.

    RispondiElimina

I commenti anonimi vengono eliminati dai filtri antispam e, nel caso superino i filtri, irrisi ed eliminati uguale: non usateli.

Related Posts with Thumbnails