giovedì 11 dicembre 2014

22

I temibili bibitoni thailandesi ai gusti di guava e tamarindo (Junk Food Junkie)

Torna in azione il trio dell'assaggio delle videorecensioni di Junk Food Junkie, questa volta alle prese con una perigliosa accoppiata di bibitoni thailandesi trovati... in un ortofrutta. Don't ask. Che gusto hanno i drink al guava e al tamarindo? Ma soprattutto, che meenchia è il tamarindo? Sapevatelo! [...]

Le raccomandazioni, tanto per cambiare, son sempre le stesse: il canale tutubico dell'Antro è questo qui; il sito di Nunzio - se volevate fare un corso accelerato di cosentinitudine - lo trovate qua; Il Duffo, invece, sta su Twitter, followatelo. La prossima volta, magari, vediamo di riprendere anche il discorso degli antramezzini.

22 commenti:

  1. Vi piace la fava? bevi un po' di Guava.
    Geniale

    RispondiElimina
  2. "CaVa, vuoi un te al tamaVindo?" era una frase molto usata dalla nobiltà caprese degli anni 60 :D

    RispondiElimina
  3. io le trovo ad Asti in un negozio dei cinesi che ha un pò di tutto, non mi piacciono però...

    RispondiElimina
  4. "succo di pera corretto alla carrubba" sono morto :D

    Ma non era meglio aprire invece quel paccone della Bandai con la scritta TRYDER G7? speravo ci fosse qualche battutONA alla fine... :(

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Quello sta lì da agosto... http://docmanhattan.blogspot.it/2014/08/trider-g7-gx-66-recensione-soul-of-chogokin.html ;)

      Elimina
  5. Ragazzi non mi attirano manco un po' ...

    RispondiElimina
  6. Io ho bevuto la stessa identica marca al cocco.
    Voto: fa cagare a spruzzo :D

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ah per la cronaca comprato ad alimentari bengalese, c'era anche al licis, o come minchia si scrive ;)

      Elimina
  7. Mi avete fatto ridere tantissimo proprio! Anche stavolta è stata la puntata migliore!

    RispondiElimina
  8. Doc ti prometto che la prossima volta che ci vediamo ti porto la MoleCola.

    Recensioni sempre all'altezza per il trio dell'assaggio; chiederò al mio amico thailandese se conosce queste bibite.

    PS: grazie a voi nel bar di fianco al mio ufficio hanno la gazzosa al caffè.

    RispondiElimina
  9. E dire che la spuma è sparita dalle mie parti...

    RispondiElimina
  10. Oh, è bravo il gladiatore con gli slogan.
    Sinceramente pensavo che il tamarindo fosse sinonimo di carruba (aka la cosa più disgustosa del mondo) ma secondo google non è così.

    RispondiElimina
  11. Non pensavo che il tamarindo fosse cosi' poco conosciuto, eppure e' da quando ero piccolo (cioe' almeno 30 anni) che trovo nei negozi lo sciroppo di tamarindo, e mia nonna lo comprava spesso. Il succo pero' non l'ho mai provato.
    Il succo di guava l'ho bevuto una volta in uno di quei negozietti stranieri a Firenze, mentre i miei amici dicevano "chissa' che stranezza comprera' ora!".

    Il tamarindo mi rircorda un vecchio sketch di "Un'autentica peste" (El Chavo del Ocho, per gli antristi spagnoli):
    Cecco sta vendendo delle bibite che, come spiega al Sor Romeo, sono Limone (ma sembra tamarindo e sa di menta), Tamarindo (ma sembra menta e sa di limone) e Menta (il resto). Allora Sor Romeo dice:
    "dammi il tamarindo"
    "ma vuole quello che e' tamarindo, quello che sembra tamarindo, o quello che sa di tamarindo?"
    "ehm, quello che SA di tamarindo, Cecco".

    Il che suscito' una riflessione sull'importanza del mondo "esperito" (da Chespirito, in questo caso) rispetto al mondo reale.

    RispondiElimina
  12. Da noi le bibite thailandesi si trovano normalmente nei negozietti cinesi e simili. Quest'estate ne ho provate diverse. Non sono disdicevoli, ma sono davvero troppo dolci e chimiche (e dell'ingrediente protagonista credo ci sia una quantità infinitesimale). Consiglio: fredde di frigo sono più affrontabili.
    Che poi, tra l'altro, in un rinomato ristorante thailandese non lontano da qui tengono in menù una "bevanda al cocco" che ti fanno pagare uno sproposito, e se la ordini poi ti arriva la lattina della FOCO corrispondente... :D

    Come Azel, depreco invece la vostra ignoranza in fatto di tamarindo tout court. :P
    Ché, come dice lui, lo sciroppo di tamarindo con cui fare i bibitoni è stato per decenni sugli scaffali dei nostri supermercati.
    Ora sta un po' scomparendo e a me dispiace assai perché, da anni, un po' di quello sciroppo 'affogato' in molta acqua è diventato la mia bevanda estiva per elezione: così diluito ha un sapore asprino e 'sgrassante' che toglie tantissimo la sete (e ovviamente come gusto c'entra ben poco con quello delle lattine thailandesi).
    Certo, non se ne deve abusare, perché il fatto che il tamarindo sia lassativo non è una leggenda metropolitana XD

    RispondiElimina
  13. Ciao Doc... sicuro siano Thai? (dall'ufficio non posso vedere video... hanno pretese assurde... ch'io lavori ad esempio...) in Thailandia ci sono andato spesso ma di questi bibitoni non ne ho mai visti (e le scritte "a naso" mi sembrano più in portoghese...)
    Partecipo pochissimo al blog ma ti leggo (quasi) sempre... e proprio per ringraziarti delle risate che mi fai fare appena mi sarà possibile vorrei regalarti una bevanda che vendono dalle mie parti... dai un'occhiata se ti può interessare:
    http://www.newsbartenders.it/wp-content/uploads/energy-figa.jpg

    RispondiElimina
  14. Doc, si vede proprio che hai frequentato gli anni 70 per troppo poco tempo: il tamarindo è una bevanda tipica di quel decennio almeno quanto la granatina, il chinotto e la vecchia Fanta color arancio fluo. Come si può intuire dal nome, è amarognolo, e io infatti non l'ho mai amato perché detesto le bevande amare. Una volta invece ho bevuto il guaranà perché ero in un locale che serviva solo bevande brasiliane (a Cesenatico, pensa un po') ed era quello l'unico articolo senza alcool sulla lista. Disgustosamente dolce, già a metà lattina pensavo "mai più", e infatti non l'ho bevuto più.

    RispondiElimina
  15. quello al tamarindo l'ho trovato tempo fa insieme a lichis e mango.... ho avuto il coraggio di assaggiare solo quello al mango finora

    RispondiElimina
  16. Ho provato il succo di guava come si dice "in loco" (Resort in Thailandia a ottobre), e a me è piaciuto veramente molto, la colazione non era colazione senza guava (fave per fortuna non ce ne erano :-)

    RispondiElimina
  17. Voglio,provarli in una nuova sfida casalinga " Man versus Guava " :-)

    RispondiElimina
  18. Premetto che sono una fan del tamarindo... XD
    Nella mia città, d'estate, potete gustarvi addirittura una granita al succitato aroma.

    RispondiElimina

I commenti anonimi vengono eliminati dai filtri antispam e, nel caso superino i filtri, irrisi ed eliminati uguale: non usateli.

Related Posts with Thumbnails