venerdì 10 ottobre 2014

40

Maze Runner - Il labirinto,
la recensione senza spoiler

Maze Runner recensione
"Corri ForrestPac-Man, corri!"
Ormai Hollywood ha deciso che forse i nuovi vampiri sono i ragazzetti buttati in un futuro distopico a rischiare la vita in modi acrobatici e capriolè. "Forse" nel senso che è proprio così. Prendi Maze Runner - Il Labirinto, per esempio: costato 35 milioni, ne ha portati a casa finora quattro volte tanto. Un film diretto da un regista praticamente esordiente, con un cast in cui il tizio più famoso è Jojen Giorgetto il Ranocchietto di Game of Thrones. Ecco, di Maze Runner, fino a ieri, non sapevi praticamente nulla. Sì, che è tratto da un romanzo (di James Dashner) e sì, che si parla di ragazzi chiusi in un gigantesco labirinto, ma per il resto nulla: non un trailer visto, non due righe di recensione lette, zero. Rischio superminchiata fuori scala, eppure qualcosa ti diceva di provare. E? E hai provato. E non sei uscito dalla sala scuotendo la testa, anzi [...]
Prendete Cube di Vincenzo Natali. Prendete Il Signore delle Mosche di Golding, il più terrificante romanzo per rEgazzini di sempre. Prendete un po' di misteroooh alla Lost. Pure Labyrinth e I Goonies, via, giusto per citarli, ma con dei tracobetti che ti uccidono reale-male e un giovane clone di Chunk senza la N. Una storia che, nonostante dei minispieghini messi lì subito all’inizio, quando probabilmente non ce n’era bisogno, ti dice a lungo il giusto tacendo sul resto, agganciando lo spettatore e stuzzicandone la curiosità per farlo arrivare fino in fondo, facendogli superare pure un paio di mimmate notevoli con un bel salto. Per quanto infatti alcuni passaggi della trama si tirino dietro dei vabbè di ragguardevoli dimensioni, e i personaggi finiscano per occupare ordinatamente le caselle dei tizi stereotipati con codice colore, la storia si segue. Nulla di eclatante, ma si segue fino alla fine.
Non ti puoi addentrare oltre perché si rischiano gli spoilerazzi, ma contro ogni aspettativa hai trovato questo film di e probabilmente per ragazzi (ma non troppo rEgazzini: in Italia VM14) gradevole. Guardabile, eh, niente di più, ma guardabile. Sarà che al di là di tutto l’ambientazione era intrigante; che il labirinto, di suo, è un archetipo fortissimo e qui è reso visivamente molto bene; che, una volta tanto, il protagonista non è né il solito tizio muscoloso né la solita bella pheega trasformati in action hero della domenica.
Il secondo giovine da destra è Thomas,
star di YouTube e già apparso nella serie Teen Wolf
Peccato che il finale, pur restando spalancato all'adesso inevitabile (dopo i fantastilioni di dollari incassati) seguito, visto che il libro da cui è tratto è solo il primo capitolo di una trilogia, sbrachi un po' troppo. Si lasci prendere dalla foga spiegona, generando peraltro una selva di sopracciglia inarcate in sala quando arriva a dire una certa cosa. Perché spiega quasi tutto quello che c'è da spiegare, ma quello che racconta non ha assolutamente senso. Fino a quando il muro del mistero, alto come le pareti del labirinto, regge, la corsa sull'ottovolante diverte insomma di più. Ma sapete come sono fatti i film americani e come abbiano sempre come utente di riferimento Little Gigino lo Svogliato, contadino del Nebraska con la memoria di un pesce rosso e sposato con una sorellastra.
Però oh, meglio di tante altre minchiate da centomilamilioni di dollari, e non solo tra queste robe distopiche a target young adults che ora vanno tanto di moda. Basta non farsi troppe domande quando alla fine arrivano le risposte, quelle risposte. Solo una cosa: 
quel ragazzino delle barrette Kinder / Simpatiche Canaglie cresciuto malissimo non si può proprio vedere.
Maze Runner - Il Labirinto
recensito da DocManhattan il 2014-10-10
Rating: 3

40 commenti:

  1. Dai trailer in giro stuzzica anche me e poi i futuri distopici sono il mio pane.Ovviamente zero cinema mi tocca aspettare/cercare torrenti o dvd

    RispondiElimina
  2. Questo commento è stato eliminato dall'autore.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ero convinto fosse l'ennesima minchiata/mimmata rotante scagliata verso un delirante pubblico di regazzini al solo scopo di mungerli. Mi ricordava molto quella presumibili cagata di Divergent.

      Elimina
    2. su divergent leva la presumibile cagata :D

      Elimina
  3. Nono Doc...quello delle kinder cresciuto male non è quel ragazzetto li, ma è chiaramente Lichtsteiner (recchie paraboliche comprese)!!!

    RispondiElimina
  4. Cos'e' l'ultima foto?...la celebre "faccia basita" di Boris? Cmq mi e' famigliare, cos'ha fatto prima?

    RispondiElimina
    Risposte
    1. ha fatto il film comico con la Aniston e il tizio comico Sudekis... il film col titolo italiota ridicolo "come ti spaccio la famiglia" .. una mimmata scaccia pensieri tipo Fratelli Farrell

      Elimina
    2. AAHHH eccolo li', l'ho giusto visto recentemente alla serata "film mimmo" con gli amici!!! Grazie :-)

      Elimina
  5. meh, magari è da vedere... ma non sarà un po' un finale alla "Quella casa nel bosco" ? uno spiegone assurdo che non so ancora se mi è piaciuto o no....

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Cabin in the woods! m'ha fatto morire dal ridere...che secondo me quel finale li' e' volutamente buttato in caciara per chiudere con un tripudio di miccette quella grossa ed affettuosa presa per i fondelli dell'horror che e' tutto il film, non credi?

      Elimina
  6. a me onestamente il trailer non aveva detto niente. a questo punto pero' vado di visione su Sky appena lo danno.

    RispondiElimina
  7. Purtroppo il target non è " Little Gigino lo Svogliato, contadino del Nebraska con la memoria di un pesce rosso e sposato con una sorellastra" - ammesso che esistano ancora hillibillies siffatti fuori dai romanzi di Lansdale e dai fumetti di Ennis prima maniera - ma il Cittadino Medio del Villaggio Globale al quale il Grande Fratello Freud del Centro Commerciale Totale permette di sublimare la nevrosi x le legioni di ragazzini dal futuro incerto schiaffandone alcuni in un dedalo costruito dai loro papà e nonni che sono tutti figli sappiamo di chi.
    Dino Buzzati nel secolo scorso scrisse un racconto su di una posse di arzilli ottantenni che si ribellavano al ruolo in cui erano confinati con le rapine in banca. Erano anni in cui Mimmo Modugno cantava " il vecchietto dove lo metto /dove lo metto / non si sa ". Se solo sapessero.

    RispondiElimina
  8. Ero indeciso se andarlo a vedere o no, il sentore "facciamo un film sulla scia di Hunger Games e mungiamo le vacche" era grande (e alla fine credo sarà così, trattandosi di trilogia)..Alla fine da uun po' di anni a questa parte è sempre stato così: dinosauri, attacchi alieni, finedimmondo, pirati, vampiri, regazzini che gli piace di menare. Però devo trovare un'alternativa a TMNT, che sennò la cumpa mi ci trascina a forza, quindi vada per Maze Runner.
    P.S. Ci dovrebbe anche essere la tipa di Skins, se l'ho riconosciuta...Merita la visione solo per quello !

    RispondiElimina
  9. quindi per fare contento Little Johnny the lazy cicceranno fuori milioni di film sui futuri distopici manco fossimo nel 1998 solo che invece di Keanu Reeves ci sono i regazzini....

    RispondiElimina
  10. Ho visto giusto ieri il trailer che non sapevo nemmeno della sua esistenza .
    Mi aspettavo proprio questo.
    Ho avuto la sensazione netta di un the cube 4 young adults. Non ero arrivato al signore delle mosche, anche se non era difficile.
    Avevo lo sensazione che si dovesse vedere questo film.
    35 milioni. Non sono pochi ,ma come spesso accade ,avere troppi soldi a disposizione distoglie dall' obbiettivo e fa si che si vede che il regista non si è impegnato perchè è stato viziato.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Troppi soldi? 35 milioni non sono pochi per un blockbuster hollywoodiano...sono pochissimi,praticamente spiccioli. Per dire,come budget non è manco la metà di quello del primo Hunger Games (80), per non scomodare "pesi massimi" come il Godzilla di Edwards o Avatar di Cameron,con i loro 160 e 237 milioni.

      Elimina
  11. Uomo dal cuore calmo come l'acqua immota10 ottobre 2014 12:12

    Da quel che dici Doc, il film ha gli stessi problemi del romanzo... Fiko finché tiene il mistero, poi spiegona e sbraca...

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Non saprei, ché il romanzo non l'ho letto. Per il film confermo: fico finché dura la suspanza, ma dalla piega che prende alla fine facile che del seguito non mi freghi nulla. Ma oh, anche visivamente il labirinto funziona.

      Elimina
  12. Nonostante la rece, non so se lo andrò a vedere. È proprio per il discorso iniziale dei filmetti distopici per young adults alla Hunger Games, similclonazzi tutti uguali a se stessi. Il fatto che poi tutto il discorso distopia venga, a causa del target regazzine, messo da parte in favore della storia dell'ammore un po' cretina mi irrita non poco (avendo amiche superfan di queste saghe ne sono coinvolto in prima persona). Magari ci si butta un occhio quando passerà sul piccolo schermo.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Niuna storia d'amore qui, fortunatamente. Ma per il seguito non ci metterei la mano sul fuoco...

      Elimina
  13. scopro solo ora l'esistenza di questo film, magari lo recupero in dvd-bluray

    domanda filosofica, non è che ti è piaciuto perché avevi zero aspettative ergo ti sei goduto il film per quello che é, senza tutta quella pubblicità scassamaroni che ti fa odiare il film ancora prima di averlo visto? cioè la vita è un sogno o i sogni aiutano a vivere? asd

    RispondiElimina
  14. A me intriga, penso che lo vedrò.

    RispondiElimina
  15. Spero di vederlo.. Strano non si trovi ancora in giro sull internetto su un certo sito..

    RispondiElimina
  16. il tizio di teen wolf è dylan o'brien , è un attore capacissimo oltre che uno gnocco da paura,il suo personaggio tira tutto il baraccone di teen wolf!Vedrò questo film per lui,se non si era capito ho una leggera cotta!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Per essere uno venuto fuori dai video di stupidera sul tubo, è anche bravo.

      Elimina
    2. Non guardo teen wolf però mi è piaciuto "the first time", commedia romantica molto carina

      Elimina
  17. Concordo pienamente Doc...ho letto il primo volume della trilogia prima di guardare il film - speravo nel sano utilizzo dell'ambientazione e poi...BUM! parte lo spiegone. Tragedia.

    RispondiElimina
  18. Posso chiedere in che senso il tizio barrette kinder / tenere canaglie non si puo' vedere?? Come attore o piu' in generale? Perche' a me sembrava bravino O_O...

    RispondiElimina
    Risposte
    1. C'ha la faccia di un bambino di tre anni trapiantata sul corpo di un ventenne muscoloso. Praticamente gli manca un altro paio d'occhi ed è il cosplayer perfetto di Hit-Alien ;)

      Elimina
  19. quell attore dell ultima foto era uno protagonisti de Le Cronache di Narnia e il Viaggio del Veliero e solitamente recita la parte dell antipatico, ma a ame mi sembra che lo sia davvero....

    RispondiElimina
  20. Hai detto bene sul fatto dei "nuovi vampiri", entrando in libreria ho trovato in bella mostra, dove di solito stanno i titoli più "in voga" tutta la trilogia con scritte del tipo "imperdibile per chi ha amato Hunger Games!", ma sappiamo come funziona il marketing. Quindi, dici che non è male? Ma se lo spiegone finale non ha alcun senso, temo che i sequel andranno proprio alla deriva con la trama...

    RispondiElimina
  21. Dal trailer sembravano le solite facce troppo pulite e i capelli sistemati a modino, inoltre a seguire c'era il trailer di Hunger Game vattela a pesca pt1. Scommettiamo che il terzo di questa trilogia lo spezzano in due.

    RispondiElimina
  22. Visto ieri sera. Quoto la recensione. È pieno di cliché, dal difetto benetton al meccanismo battleroyale/hunger games/the walking dead/teen horror "raccontami chi sei e ti dirò quando morirai" però è guardabile, e probabilmente la povertà di trama e l'aver accettato quel po' di violenza in più lo distingue dai vari divergenti, shadow hunters e compagnia

    RispondiElimina
  23. Ma si dai, ormai pare che io e il doc siamo sintonizzati sulla stessa frequenza (sarà la risonanza del dna calafricano, boh). E un film per regazzini, senza pretese e tutto sommato nella categoria sta a galla. Forse anche perché il resto è abbastanza merda eh, per cui anche uno stronzo lucidato fa la sua porca figura :)

    RispondiElimina
  24. Questi film sono una Guilty Pleasure.
    Infatti sto anche aspettando Hunger Games.
    Tutto sommato, comunque, non sono poi così male.

    RispondiElimina
  25. Insomma, come per i videogames... se non c'è aspettativa i prodotti di medio livello si apprezzano di più.
    NO HYPE FOR ALL!

    RispondiElimina
  26. Non mi è dispiaciuto.
    Un paio di cose mi hanno lasciato perplesso.

    SPOILER

    A parte che non capisco come facciano a essere tutti perfettamente rasati, pettinati e relativamente puliti, specie il Rufio gentile che corre, sempre col ciuffone impeccabile, un punto che non mi torna e che potrebbe essere o un buco logico enorme oppure una cosa che nei seguiti viene spiegata: come cavolo fanno i ragazzini a sapere che è capitato al tizio che aggredisce Thomas nel bosco (Bill? Bob? Bunta?) quando scoprono che è andato fuori di melone? Quando notano che è stato punto, Jojen (o forse Kinder Boy) stupito si domanda "In pieno giorno?!", e da lì la cosa diventa un big deal, nel senso che il fatto che uno di loro sia stato punto di giorno (come poi capita anche a Morpheus) è una novità rispetto alla routine, un precedente pericolosissimo. Noi però sappiamo che nessuno è mai uscito vivo dal labirinto dopo averci passato la notte, viene detto più volte e quando Rufio e Thomas trascinano fuori il povero Morpheus ferito tutti sono infatti sbalorditi: quando hanno potuto vedere allora cosa capita una persona punta? Forse qualcuno era in precedenza sopravvissuto al labirinto di notte ma ne era uscito in quelle condizioni, e il loro "uscire vivi" sta per "uscire illesi"? Se sì vuol dire che c'è un'altra contraddizione però: altro assunto è che prima dell'arrivo di Thomas nessuno sia mai sopravvissuto a un incontro con gli ScorpioCyborg per raccontare come siano fatti, ma allora a maggior ragione non si capisce dove cavolo abbiano visto qualcuno che sia stato punto. E poi come mai Billy Bob è stato punto e ne è uscito vivo? Morpheus è stato aiutato da Rufio, ma Buddy? E cosa ci faceva lui nel bosco mentre gli altri uomini di Rufio erano nel labirinto? Non mi è chiaro se i velocisti restino uniti una volta entrati nel labirinto o si separino, suppongo si separino per ottimizzare gli sforzi e che questo spieghi come mai Ben fosse separsto dagli altri, ma comunque restano le perplessità di cui sopra.
    A mio parere se vogliamo escludere la possibilità si tratti di un bug della trama i casi sono tre:
    1) Teoria "La fauna della radura è pericolosa": esistono altre bestie oltre agli ArachnoTech che di notte pungono i ragazzi, bestie che vivono nella radura (es. nel bosco?). In passato una o più persone sono state punte dalle bestie in questione e questo spiega come mai sapessero cosa sarebbe capitato a Biff. Non spiega come mai nessuno abbia spiegato a Thomas di queste ipotetiche bestie nella radura: mi sembrerebbe logico avvertirlo subito del fatto che la notte rischia le penne se si allontana dal gruppo.
    2) Teoria "Indovina chi viene a cena": in passato i mostri sono già usciti dal labirinto (magari uno solo) e hanno attaccato non visti di notte un ragazzo isolato dal gruppo senza portarselo via ma solo pungendolo, non capisco come e a che scopo. Altra cosa che avrebbero potuto dire a Thomas ma tant'è (scopriamo durante il film che almeno un paio di loro prima di entrare nel labirinto sapevano chi fosse Thomas e ce l'avessero con lui, a livello inconscio magari tutti loro si ricordavano della sua faccia di tolla e covavano del risentimento, proprio come Kinder Boy: ecco perché avere queste "dimenticanze", per il bene della comunità devono integrarlo ma sotto sotto non lo possono vedere).
    3) Teoria "Chi ha sparato al signor Burns?": Per motivi di spazio la inserisco in commento a parte.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. SPOILER

      3) Teoria "Chi ha sparato al signor Burns?": Rufio è un traditore. È stato lui a inoculare il siero della viulenza sia a Biggs che a Morpheus per motivi che ancora non sappiamo: ecco perché Bugs che era entrato con lui esce in pieno giorno ad attaccare Thomas, ed ecco perché Morpheus è stato punto e tramortito. Rufio sapeva che Thomas sarebbe corso dentro perché fin da subito è stato attratto dal labirinto, gli è bastato tramortire Morpheus, pungerlo con una siringa di roba dei mostri, trascinarlo fin davanti alla porta e aspettsre. L'intera vicenda è un test per Thomas, gli altri ragazzi sono accessori: sappiamo anche che i tizi che li hanno imprigionati hanno incasinato loro la testa, forse l'intera storia del "siamo qui da tre anni" è un falso ricordo (questo spiegherebbe come mai siano tutti pettinati e in perfetta forma). Il motivo per cui Rufio alla fine uccide Kinder Boy non è tanto per proteggere Thomas quanto per impedire a Kider Boy di parlare troppo: Rufio deve assicurarsi che la "Fase 2" di cui parla Meryl Streep dopo essersi tolta il sangue finto dalla tempia possa iniziare senza che Thomas sappia che c'è sotto un barbatrucco, quindi ammazza Kinder Boy. Per inciso, come ha fatto Kinder Boy a uscire dal labirinto? Quando l'allegra brigata è uscita abbiamo visto che molte TurboZanzare sono morte schiacciate, dunque uno potrebbe immaginare chr Kinder Boy li abbia seguiti da poco distante per poi prendere una chiave dal cadavere di una TurboZanzara e usarla per arrivare davanti all'ultima morta, ma come faceva poi a conoscere la combinazione? La porta era rimasta aperta? O forse Kinder Boy ha trovato un'altra uscita? O forse qualcuno lo ha recuperato perché fosse presente all'uscita dei ragazzi dal labirinto? E Sam Gamgee, siamo proprio sicuri sia morto? Noi vediamo Kinder Boy sparare con una delle stesse pistole usate per inscenare la falsa morte di Meryl Streep, poi Rufio lo fredda e Sam Gamgee stramazza al suolo. Se anche la morte di Sam fosse una farsa? Forse Rufio e Sam Gamgee sono in combutta con Meryl Streep, e il povero Kinder Boy (pur con la sua faccia da pistola) era in buona fede.

      O forse son solo buchi nella trama.

      Elimina
    2. lo sanno perchè il ragazzo viene punto e quando vieni punto ottieni per un periodo l'accesso a dei ricordi bloccati (se non ricordo male nel libro non si muore ma si "muta" e si ottengono alcuni ricordi). si muore solo se si viene catturati dai dolenti o smembrati (e si, venne punto in pieno giorno ai bordi del labirinto ma sempre dentro non fuori). i velocisti si separano per esplorare varie zone del labirinto.
      inoltre il labirinto cambia ogni tot e la mappa dello stesso rivela un codice segreto (sovrapponendo le varie mappe). i dolenti alla fine attaccano ma catturano una sola persona per notte (e non una mattanza come quella che c'è stata). e la raura era perfettamente accessoriata (la stanza delle mappe era un bunker, le case erano su 3 piani con corrente ed acqua). ci sono un botto di modifiche che hanno reso la trama nonsense (il labirinto era in realtà al chiuso e quando lo scalarono si accorsero appunto che era un cielo artificiale)

      Elimina
  27. personalmente questo film mi ha deluso parecchio. avendo letto i libri prima ho potuto constatare quante modifiche abbiano fatto alla trama (modifiche basilari che vanno a inificiare la bellezza della storia e portano in campo una nuova serie di cazzate ed incoerenze che rendono il film un WTF).

    RispondiElimina

I commenti anonimi vengono eliminati dai filtri antispam e, nel caso superino i filtri, irrisi ed eliminati uguale: non usateli.

Related Posts with Thumbnails