sabato 12 luglio 2014

179

Il vostro doppiatore preferito (Saturday night sondaggismo)

E no, niente da questo tunnel di sondaggismi sulla voce nel quale ti sei andato a cacciare un paio di settimane fa non si esce più. Abbiamo detto delle cantanti, abbiamo detto dei cantanti, avresti voluto chiudere oggi con i doppiatori. Ma pure lì, come fai a scegliere tra una bellissima voce maschile e una bellissima voce femminile? Non lo fai. Perciò oggi ci occupiamo dei doppiatori, sabato prossimo delle doppiatrici, massì, che ci frega. E dunque: qual è il vostro doppiatore preferito di sempre? [...]
Per quanto ti riguarda non c'è proprio gara. Come per tanti venuti su in quegli anni lì, Ferruccio Amendola era sempre presente. Un amico, di più, un parente stretto. Accendevi la televisione e lui era lì, a dar tutto un altro spessore alla voce orribile di Stallone, a far parlare in italiano De Niro in tutti i suoi film di culto, Dustin Hoffman, Al Pacino. Ma era anche Tomas Milian e Doc Brown, la voce narrante delle Wacky Races e Cliff Robinson, lo scienziato de Il mio amico Ultraman e i l cane Tequila, e altre decine e decine di personaggi. E quando non vedevi qualche attore doppiato da lui, te lo ritrovavi in carne e ossa in film come Chissà perché... capitano tutte a me, fiction come Pronto Soccorso, nella pubblicità del vernel. Si potrebbe discutere a lungo del perché il doppiaggio sia un grosso limite per il pubblico italiano o della scelta di doppiatori con voci completamente diverse da quelle originali, ma buona parte delle frasi di film storiche che ti vengono in mente hanno la voce di quest'uomo. Per te, nel mondo del cinematografò, c'è stato un prima e un dopo Ferruccio Amendola.

E ok, mano ai pulsanti, debosciantes: un solo nome, un perché che sia un minimo convincente, niente listoni, niente commenti anonimi, e niente precisinate della fungia o giudizi non richiesti sulle scelte fatte dagli altri. Ah, ovviamente solo doppiatori uomini, ché delle donne ci occupiamo settimana prossima. E sei già in crisi su chi scegliere.

179 commenti:

  1. Hai ragione Doc, Amendola è stata una colonna portante della mia infanzia, fin da piccolo ero affascianto d quest'uomo che dava la voce a (quasi) tutti i grandi. Io pero' voto Tonino Accolla perchè (I) anche lui, mica cotiche, (II) è l'atra mia voce simbolo del periodo, (III) e spesso si dimostrava più bravo a modulare la voce degli attori doppiati :-) (vabbè, esagero...ma la risata di Eddie Murphy originale praticamente scompare al confronto)!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Amendola e Acolla. Non aggiungo altro, quoto tutto.

      Elimina
    2. idem con patate! hai detto tutto tu! ^^

      Elimina
  2. Carlo Valli. Non fosse altro che per le voci che fa in Mrs. Doubtfire.
    Però non posso non menzionare anche Paolo Lombardi. Primo, perché è Hitchcock; secondo, perché tutte le estati lo vedo a Siena in contrada. Oh, sono senese, campanilista e vado fiero dei miei concittadini illustri, meglio ancora se del mio stesso quartiere.

    RispondiElimina
  3. Ovviamente non si può prescindere da Ferruccio . Il più grande .
    Nell'universo parallelo in cui Amendola non è mai esistito, avrei detto Romano Malaspina , che mi ha proprio segnato l'infanzia .

    RispondiElimina
  4. Ciao Doc
    Il grane Roberto Del Giudice (buonanima)...
    non avrà il curriculum di Amendola e Accolla forse, ma ha doppiato il Grande Lupin!!!

    RispondiElimina
  5. Doppiatori italiani...me ne piacciono un botto...li odio perché negli anni mi sono reso conto quanto ci mettano del loro...tipo Accolla e la sua risata però a volte salvano il personaggio. Però a queste cose ci sono arrivato dopo e fin da piccolo ho adorato Giancarlo Giannini e il suo Joker nel Batman di Tim Burton. Bellissima la casualità poi che il figlio a doppiare joker nel cavaliere oscuro.

    RispondiElimina
  6. Oreste Lionello, una voce curiosa che sapeva dare agli attori sempre qualcosa in più. Alla sua morte pure Woody Allen gli ha reso omaggio, una rarità.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Vero , grandissimo Lionello . Memorabili i doppiaggi di Chaplin, specie ne "il grande dittatore"

      Elimina
  7. Ferruccio Amendola: oltre che per la smisurata bravura, perché è indissolubilmente legato alla mia infanzia/giovinezza, tra cartoni (es. lo speaker di Wacky Races) e film vari. Anche quando interpretava sé stesso in "Chissà perché... capitano tutte a me".

    RispondiElimina
  8. Classica domanda in cui servirebbero 10000 parole e, forse, neanche.
    Vado con Claudio Moneta e cito Roberto Pedicini e Alessandro Rossi e mi fermo qui, che mi scappano le dita sulla tastiera.

    RispondiElimina
  9. Emilio Cigoli, la voce maschile più bella di sempre! Ha doppiato tra gli altri Rhett Butler

    RispondiElimina
  10. Amendola è il numero 1, ma penso che se dovessi valutare in base alla performance che più mi porto dentro, allora Oreste Lionello sbaraglia tutti con il suo Dottor Fredraik Frankenstin.

    RispondiElimina
  11. Domanda difficilerrima, i doppiatori italiani sono i migliori del mondo. Vado di fanboismo puro e dico Romano "il Duca" Malaspina che se non fosse stato politicamente sulle scatole gli avrebbero fatto doppiare anche Patrick Stewart in TNG.

    RispondiElimina
  12. Mi ha mangiato il commento :(
    Vabbè, direi Luca Ward: la sua voce accompagna un sacco di personaggi a ne cari ed è abbastanza familiare grazie alle pubblicità. Avrei altri tre nomi da fare, almeno, per importanza, ma mi attengo al divieto delle liste e dei rimpasti di partito XD

    RispondiElimina
  13. Concordo con te Doc, non c'è gara.

    RispondiElimina
  14. Nessuno l'ha ancora nominato, indi tocca a met citare Francesco 'René' Pannofino

    RispondiElimina
    Risposte
    1. mi ha mangiato il commento.
      come direbbe renè ferretti : "che ha doppiato ? " "caprera"..."quanta monnezza che ho fatto".

      il problema di pannofino è che dopo boris non si riesce a prenderlo sul serio perchè ti aspetti che il suo personaggio dica "è na merda" o "genio" da un momento all'altro.

      Stesso problema di pino insegno che è sempre e cmq stan di american dad .

      io voto per

      http://it.wikipedia.org/wiki/Oreste_Baldini

      anche solo per la sua capacità di doppiare voci serie e voci idiote e cmq non si può non amarlo per Flint Lockwood/adam richman

      Elimina
  15. Vittorio Di Prima. La voce più possente mai udita!

    RispondiElimina
  16. Concordo con nick voto Francesco Pannofino sia che doppi Denzel Washington sia che interpreti Renè Ferretti per me resta il migliore. Lo adoro sopratutto quando fa la parte di uno che va di matto, lì arriva a livelli veramente epici (e per questo non vorrei essere nei panni di suo figlio XD)

    RispondiElimina
  17. Domanda difficilerrima... Ce ne sono un botto, molti dei quali già nominati. Però alla fine, io dico il compianto Gianni Musy, che è e sarà sempre la voce di Gandalf, e quella di Silente, tanto per dirne due recenti...

    RispondiElimina
  18. Vadp controcorrente e dico: Pietro Ubaldi.
    Non c'è una ragione particolare, semplicemente è una voce buffa e riconoscibile che mi è rimasta impressa fin da bambina con il duo Marrabbio/gatto Giuliano di Kiss me Licia e tutti gli altri cartoni animati che andavano in onda negli anni 90 sulle reti mediaset.
    Crescendo l'ho ritrovato in Capitan Barbossa di Pirati dei Caraibi, Patrick di spongebob e anche nel live action di yattaman e mi ha sempre fatto tanta simpatia.
    Amendola mi ha sempre destabilizzato, sembrava che tutti i suoi doppiati abitassero sotto il Colosseo, Accolla invece era diventato insentibile nelle ultime stagioni dei Simpson con la voce sempre impastata, avrebbero dovuto sostituirlo...

    RispondiElimina
    Risposte
    1. E dire che a me Ubaldi dà fastidio. Non so perché, ma non lo tollero.

      Elimina
    2. Idiosincrasia per lo stesso motivo. Il mondo è bello perchè è avariato ;)

      Elimina
    3. Giovani, si è detto niente giudizi sui commenti altrui.

      Elimina
    4. Non entro nel merito dei gusti del singolo ma ricordo Ubaldi solo perché dava la voce a Four nelle puntate di Ciao Ciao.

      Elimina
  19. Valgono anche i doppiatori defunti? perchè per me è Claudio Capone.

    RispondiElimina
  20. Amendola è il Doppiaggio, è stato la voce di tanti, troppi attori in film da me adorati, è stato il cronista della mia infanzia. Ma, se devo scegliere un outsider, così a pelle scelgo Davide Perino, voce di Michael Cera, Elijah Wood e sbarbatelli vari

    RispondiElimina
  21. Questo commento è stato eliminato dall'autore.

    RispondiElimina
  22. Enrico Maria Salerno
    oltre ad esser stato un superbo attore ha dato voce allo Straniero senza nome nella trilogia del dollaro...

    RispondiElimina
  23. Bella domanda... io voto per Tonino Accolla, una delle voci più riconoscibili e poi ha doppiato, tra gli altri Eddie Murphie e Homer Simpson

    RispondiElimina
  24. Sobriamente e saltando i Grandissimi : Francesco Pannofino, rivelatosi anche grandissimo attore in Boris, serie micidiale e Iansante, per Vito 3x2 ( chi lo ricorda ? ) e per il poderoso lavorocon il X Dottore, una accoppiata da brividi

    RispondiElimina
  25. Concordo Doc. Ferruccio era IL DOPPIATORE.
    Per una voce attuale do la mia preferenza a Luca Ward

    RispondiElimina
  26. Menzione speciale per Francesco Prando e il lavoro che ha fatto in Getter Roboto - Last Days, metro di paragone, a mio giudizio , di qualunque doppiaggio di anime robotici di sempre .

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Questo commento è stato eliminato dall'autore.

      Elimina
    2. Scusate per la fiera del refuso . Getter Robot - Last Day , intendevo.

      Elimina
    3. Con quell'immagine ero certo avresti detto lui,è stato davvero grandioso e ultrabadassico.L'adattamento italiano di The Last Day ha un cast davvero eccezionale,oltre a Francesco Prando ricordiamo anche Sergio DiStefano,storico doppiatore di Chirstopher Lambert e Mino Caprio la voce di Peter Griffin

      Elimina
  27. Io non amo il doppiaggio in generale e preferisco quando possibile godermi l'audio originale per cui è stato concepito quel film o serie, scoprire anni fa la vera voce di Stallone (un rutto vocalizzato) per me è stato illuminante. Ad ogni modo posso dire con assoluta certezza di odiare con tutto me stesso Pino Insegno e la sua voce del benga, omnipresente dal blockbuster alla pubblicità del wc net! Al secondo posto Alessandro Rossi, se bisogna doppiare un tizio grosso, chiamano lui!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Sì, ma il tuo commento è completamente fuori traccia. Si parla di doppiatori che piacciono, non di doppiaggio sì, doppiaggio no.

      Elimina
  28. Amendola era forse il doppiatore con più esposizione della sua generazione, ma il vero fuoriclasse (riconosciuto dagli stessi doppiatori) è stato Peppino Rinaldi

    RispondiElimina
  29. Ridurre a un solo nome è come rinunciare a 9 dita... A malincuore per eroi dell'infanzia e adolescenza, come Michele Kalamera, Romano Malaspina, Ivo De Palma, voto per Renzo Stacchi, perché vince col potere del sole e dell'amore.

    RispondiElimina
  30. Alessandro Rossi. Eroico, nitido, potente. Lo assocerò sempre a tre personaggi cult della mia adolescenza: il capitano Jean Luc Picard (Patrick Stewart) di Star Trek The Next Generation, Duncan MacLeod (Adrian Paul) nella serie tv di Highlander e Goliath nel disneyano Gargoyles.

    RispondiElimina
  31. Per me è Lauro Gazzolo. La sua voce è in tanti bellissimi film classici, ma ammetto che la ragione che mi spinge a sceglierlo è una: la risata di Anacleto ne La Spada Nella Roccia. Durante tutta la mia infanzia, non ho mai riso di più che in quella scena, insieme ad Anacleto.

    RispondiElimina
  32. Io voto a parimerito Pannifino e ed il doppiatore di Tom Cruise. Pannofino perché che doppi personaggi seri come il cattivo di Gangs Of New York o la scimmia de L'Era Glaciale 4 rende talmente bene che non riesci a immaginare il personaggio con una voce diversa. Il doppiatore di Tom Cruise (di cui non ricordo il nome) lo voto perché mi piace la sua voce e poi ha doppiato uno dei personaggi più badass di HunterXHuntet ovvero Hisoka, e questo vince su tutto (l'anime meno seguito ed apprezzato su Italia Uno è il mio anime preferito yeah! )

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Roberto Chevalier!

      http://www.antoniogenna.net/doppiaggio/voci/vocirc.htm

      Elimina
    2. Sarà che non sopporto Tom Cruise, ma a me invece Chevalier non piace. Trovo fastidiose tutte le voci degli Chevalier (sarà di famiglia), in particolare quella di Davide O.o Solo per dire la mia, eh! Rispetto reciproco :)

      Elimina
    3. Nessun problema ovviamente :) Comunque leggendo la lista di Andrea87 mi sono ricordato tutti gli altri film che ha doppiato, fra cui il mio preferito (Jurassic Park). Ha fatto una carriera mostruosa! Era persino il doppiatore di bambi e nemmeno lo sapevo :)

      Elimina
  33. Doc per me resterà sempre nel mio cuore Piero Tiberi,la storica voce di Tetsuya Tsurugi

    RispondiElimina
  34. Luca Ward assolutamente.
    Sentire ogni volta questa parte mi fa sciogliere.
    www.youtube.com/watch?v=tDvQHzsjFZs

    RispondiElimina
  35. Premettendo che il doppiaggio italiano rimane comunque il migliore al mondo e i nostri doppiatori sono artisti, e permettendo che qui ci scappa facile il listone, io escludo tutti quelli morti e tutti quelli troppo giovani così restringo il campo. Tra quelli rimasti direi che nessuno batte Massimo Lodolo nel dare voce ai cattivi, e poi come studia lui la versione originale non lo fa nessun altro. Ma c'è pure da dire che Roberto Pedicini è incredibilmente versatile e in alcuni film lo si può confondere pure con Lodolo, se non fai attenzione. E (lo devo citare a rischio di fare il listone) Boccanera riesce a stare appresso a Johnny Depp e altri millemila personaggi che oh! E chiudo, altrimenti si potrebbe parlare per due ore, pure solo di quelli vivi.

    RispondiElimina
  36. Pino Locchi, il doppiatore dei primi film di 007, quelli con Sean Connery

    RispondiElimina
    Risposte
    1. e anche di quelli con Roger Moore xD

      Elimina
  37. Visto che il sondaggio non dice di limitarsi ai doppiatori italiani,vado al di la' dell'Atlantico e scelgo Mark Hamill,ovvero la versione definitiva del Joker.

    RispondiElimina
  38. Ivo de Palma! Il lavoro fatto coi cavalieri dello zodiaco è incredibile

    RispondiElimina
  39. Regá, a me tocca dirne 3:
    Ferruccio (indiscutibile)
    Alessandro Rossi ("Attivare!")
    Sergio di Stefano (senza di lui House sarebbe stata una serie qualunque)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ehr, no, no che non ti tocca. La scelta unica è la prima regola #Eghe

      Elimina
    2. Allora vado di Picard (Rossi)

      Elimina
  40. il sondaggio corretto era "il doppiatore preferito DOPO Ferruccio Amendola"

    anarchicamentee allora dico "al secondo posto giancarlo giannini che, guarda caso, ha ereditato molti personaggi di ferruccio.



    visto che i sondaGGi sono occasione di disquisizione, devo segnalare il compianto Enrico Carabelli come premio della critica. Quella voce mitica che avevano scorpio (milo) e aprhodite (fish). beccato sul tubo la descrizione delle varie rose e ne riparliamo

    RispondiElimina
  41. In ordine sparso
    - Il cronista delle partite di Holly e Benji.
    - Tony Fuochi, nella voce di Phoenix.
    - Carabelli e Ballerio dei cavalieri: Fish e Capricorn.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. "Un solo nome" nel senso di "un solo nome".

      Elimina
  42. Claudio Capone, perchè Quark sembrava Guerre Stellari. In realtà, non ne ho uno preferito: la generazione passata ne annoverava di indimenticabili. Attualmente,la qualifica si guadagna per linea di sangue e impera il florilegio delle voci inflazionate e assegnate a caso (a breve, film doppiati interamente da Luca Ward: maschi, femmine, vecchie, giovani, robot, muti).

    RispondiElimina
  43. Carlo Valli.
    Non so molti nomi, tranne i più noti, ma dopo due minuti di googlaggio, l'ho trovato.

    RispondiElimina
  44. Questo commento è stato eliminato da un amministratore del blog.

    RispondiElimina
  45. Amore ed odio per Ubaldi.

    Perché ha una voce molto caratteristica che fa simpatia e si adatta molto bene a determinati personaggi (sul Barbossa de "I Pirati Dei Caraibi" è semplicemente stupendo).

    Odio perché è inflazionatissimo nel mondo dei "VG". ...E non si può giocare a "SC2" comandando il pupazzo "Four"! ;)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. ROFL ! È vero ! "Il tempo passa" (cit)

      Elimina
  46. Giuseppe Rinaldi (il Professor Fate di "La Grande Corsa", Peter Sellers in tutti i suoi film, dalle varie "Pantere Rosa" a "il dottor Stranamore" e Daphne in "gli uomini preferiscono le bionde")

    Poi menzione d'onore per Franco Latini, il mel Blanc italiano, capace di doppiare in presa diretta e senza mixaggio più personaggi in uno stesso anello.

    Voce unica e insostituibile di Paperino, Duffy Duck, Gatto Silvestro, Bugs bunny, Yavoque di "Lulù l'angelo tra i fiori", Stanlio, Barney Rubble...

    E mi fermo, o cito tutti i grandi dell'epoca d'oro e d'argento.

    RispondiElimina
  47. Mattia Bulgarelli12 luglio 2014 12:50

    Per me... Alessandro Rossi, non so perché... Sarà per colpa di Goliath in Gargoyles?
    http://www.antoniogenna.net/doppiaggio/voci/vociaros.htm

    RispondiElimina
  48. Io non so come si chiama ma il doppiatore (forse non il migliore) che mi affascina di più è quello che fa la voce del Merovignio in Matrix, del pavone in Kung Fu panda e di un fantastilione di altri "cattivi" di film e cartoni...

    RispondiElimina
  49. Inizialmente non credevo così difficile dare una risposta a questo sondaggio. Pensavo a Giancarlo Giannini, che ora come ora è l'unico uomo a cui vorrei rubare la voce: versatile, profondo, potente, ed è anche un attore di un certo peso.
    Solo che poi penso a Tonino Accolla, con i suoi ruoli in Leon (Gary Oldman), Ace Ventura (Jim Carrey, obviously), Dune (Kyle McLachlan) e molti altri, dove spaccava cooli a ripetizione.
    Penso ovviamente a Ferruccio Amendola per gli stessi pregi indicati dal Doc, dopo la sua morte non è più stata la stessa cosa e un po' di magia è andata inevitabilmente perduta.
    Ma penso anche a Pino Colizzi, la voce più gentile mai udita, narratore della mia infanzia per tutte le volte che vedevo Superman o il Robin Hood della Disney (ma in qualsiasi ruolo lo prendi, è uno spettacolo).
    Oppure come non pensare ad Orlando Mezzabotta! Purtroppo ora ritirato dall'attività di doppiatore, ma da infante era per me una voce vibrante, piena e malvagia (Cancer!). Probabilmente è stato il doppiatore al quale desideravo più ardentemente rubare la voce, da bimbino.

    [Ne vorrei citare tanti altri, ma poi rischierei linciaggio e ban, quindi mi fermo qua. :D]

    Non so, è veramente complesso.
    Per nostalgia, dico assolutamente Pino Colizzi. A pari merito con Amendola, ovvio.

    RispondiElimina
  50. Avevo appena scritto STEFANO DE SANDO ma non vedo il commento perciò lo riscrivo.

    Lo scelgo per il lavoro con Soprano, Senza Traccia e De Niro.

    Avrei scelto Giannini per il lavoro su Al PAcino ma lui è anche un ottimo attore perciò scelgo De Sando.

    RispondiElimina
  51. Quello che inizia per ROMANO e finisce per MALASPINA.

    RispondiElimina
  52. русский спамер12 luglio 2014 13:52

    Nessuno.
    Perche', come per gli effetti speciali, nel momento in cui guardo un film e riconosco il doppiatore allora il doppiaggio fa schifo.

    RispondiElimina
  53. A parte l'immenso Amendola te ne dico un altro da antologia: Pino Locchi, la voce di Sean Connery.

    RispondiElimina
  54. Vernellone (Amendola) è IL doppiaggio italiano. Anche se -bestemmia- per me Al Pacino doppiato da Giannini è ancora meglio.

    Credo che il massimo da doppiatore lo si raggiunga quando, ad occhi chiusi, sentendo la voce, puoi riconoscere in una frazione di secondo la voce e l'attore. Cosa che Ferruccio è riuscito a fare magistralmente, e come lui Tonino Accolla.

    Per lo stesso motivo, dico Pannofino. per il lavoro fatto con Washinton e Clooney innanzitutto, ma anche con William Petersen in C.S.I., Benicio del Toro in Traffic e l'eccellente Philip Seymour Hoffan ne La guerra di Charlie Wilson, per citarne alcuni.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. veramente è il contrario: un doppiatore è tanto meglio quando "non si sente", crea cioè l'illusione che sia l'attore (non per forza straniero, vedi Bud e Terence) a parlare con quella voce lì.

      La riconoscibilità non è sinonimo di bravura ;)

      Elimina
    2. Andrea87, sappi che ti amo (platonicamente)

      :p

      Elimina
  55. Bisognerebbe fare due categorie, il doppiatore cinematografico e quello animato/videoludico.
    Sul lato cinematografico Amendola gasava un sacco, molto particolare, ma l'hai gia detto te, poi ci sono colossi come Luca Ward e Pino Insegno che comunque gasano, ma sono scontati, allora io mi butto sul defunto Gianni Musy (Gandalf, Silente ecc), una voce veramente rassicurante ed emozionante.
    Sul versante videludico/animato ce ne sono un paio di fighi, tipo Claudio Moneta (Sheppard, Arthas ecc) e Marco Balzarotti (Batman, Sirio ecc), ma quello che mi gasa di più e che ho scoperto essere molto versatile è Dario Oppido (Raoh, Marcus Phenix, Fat Ed ecc)

    RispondiElimina
  56. Romano Malaspina,senza dubbio.Perchè è stato la voce di Actarus,il personaggio che ha segnato una generazione.

    RispondiElimina
  57. Ho un debole per Simone D'Andrea.
    Gli vengono spesso affidati ruoli da belloccio ma per me è di più.
    Per esempio rendere un ruolo come il tenente Sagara di Full Metal Panic non sembra per niente facile visto che è un personaggio quasi tutto di un pezzo ed è facile renderlo una macchietta.
    Poi sì è onnipresente con le pubblicità però, a differenza di altre voci, per me è sempre un piacere sentirlo.

    RispondiElimina
  58. Avrei il listone giordano (Ivo De Palma, Tonino Accolla,Roberto del Giudice,etc...)

    Ma a lui non so dire di no:
    http://www.youtube.com/watch?v=2gM-7sMnYr8

    RispondiElimina
  59. Davide Garbolinoooooooooio !!!!

    RispondiElimina
  60. Questo commento è stato eliminato da un amministratore del blog.

    RispondiElimina
  61. Assolutamente Ferruccio, per i tanti motivi già detti. Purtroppo da qualche anno anche la qualità del doppiaggio italiano (una delle poche eccellenze che c'erano rimaste) ha subito una netta involuzione, con film (anche importanti) affidati a doppiatori provenienti dai cartoni animati o dai telefilm. E la differenza si sente. Cosa che una volta non succedeva quando c'erano le due scuole ben distinte: quella romana, più importante, per il cinema e quella milanese per i cartoni.

    RispondiElimina
  62. Ennesimo post per spunti interessanti! Dunque... io sono del parere che, dato il livello tecnologico cui siamo arrivati fra sintetizzatori-mixer-etc, si dovrebbe "replicare" la voce dell'attore originale, anzichè il tradizionale doppiaggio.
    Comunque registro che "le voci" di una volta erano forse migliori rispetto adesso.
    Finendo la mia solita divagazione (chissà perchè m'è sempre così difficile non andare fuori tema) e rispondendo alla domanda del sondaggio: BRUNO PIZZUL!!!
    Campionate seduta stante la sua voce unica, non riesco a digerire nessuna telecronaca da quando s'è pensionato :( :( :(

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Te l'avevo detto che come al solito finivo fuori tema ;) Epperò io ce l'avrei visto benino a doppiare l'Ispettore Derrick (parto dal presupposto stazza simile = voce simile)
      Proseguendo nel semi-OT, dopo tutti questi anni non mi sono ancora riuscito ad "abituare" che nel film Garfield avesse la voce di Fiorello, bah...

      Elimina
  63. Eh, scelta difficile, perché ce ne abbiamo davvero tanti di bravi. Forse Luca Ward: mi piace un casino il suo tono a volte sussurrato, a volte potente.

    RispondiElimina
  64. Considerando che per me Accolla e Amendola sr. sono fuori concorso (concordo col Doc e coi colleghi antristi che li han definiti IL doppiaggio) la mia preferenza va ad Angelo Maggi.

    RispondiElimina
  65. Difficilissimo...
    Detto che Ferruccio non lo batte nessuno, mi era venuto in mente Pino Locchi, doppiatore di Sean Connery (ma anche di Terence Hill!), Giuseppe Rinaldi (Jack Lemmon, tutto Peter Sellers - VEDETEVI HOLLYWOOD PARTY! SUBITO!!), Gualtiero de Angelis (Cary Grant), Glauco Onorato (Bud Spencer) e all'incirca un altro gozzilione di nomi...
    Vabbè, dai, vada per Locchi!
    (se si parlasse di quelli tutt'ora in vita, sarebbe testa a testa tra Giannini e De Sando)

    RispondiElimina
  66. Angelo Coniglio12 luglio 2014 16:12

    Ogni medaglia ha due facce, per cui Ferruccio Amendola e Romano Malaspina... e siccome non c'è due senza tre dico anche Oreste Lionello... e va bene, va bene, ai punti dico Ferruccio!

    RispondiElimina
  67. Ferruccio Amendola. Per la voce ovviamente, ma anche per la quantità/qualità dei film doppiati

    RispondiElimina
  68. Questo commento è stato eliminato da un amministratore del blog.

    RispondiElimina
  69. Giorgio Melazzi, la voce di Max Payne nei primi due capitoli. Infatti il terzo non l'ho preso (anche) per la sua assenza.

    RispondiElimina
  70. Romano Malaspina. Perché vorrei gridare come lui "Golrake" o "SBRUOTFLGGHHGHYGHFFGFUG!!!" (insomma quel che gridava Hiroshi prima di trasformarsi in demone pre testone Jeeg).
    Non me ne voglia Ferruccione nazionale.

    ps. vista la correlazione torno sui cantanti: ritratto da quel post e dico Roberto Fogù in arte Fogus (ah, cazz... ma poi c'è anche Maurizio Graf che canta Il ritorno di Ringo. Uffa!). Insomma, sapevatelo e ascoltateveli.

    RispondiElimina
  71. Ne ho un vagonata, ma Alessandro Rossi ha dato la voce a Robocop!

    RispondiElimina
  72. Mi rendo conto di andare contro le regole, ma sono indeciso trai già citati Alessandro Rossi e Roberto Pedicini. Due voci meravigliose anche se leggessero la bolletta del gas.

    Già che siamo in tema, vorrei cogliere l'occasione per spezzare una lancia a favore del doppiaggio italiano, troppo spesso presentato come qualcosa di male. Quando la lingua originale di un film non è fruibile allo spettatore, credo che un doppiaggio fatto bene renda l'opera molto più godibile rispetto a dei sottotitoli non recitati che distolgono l'attenzione dalle immagini

    RispondiElimina
  73. Ivo De Palma, che tra l'altro è stato, oltre vent'anni fa, il doppiatore del gran visir dei PdF e campione intercontinentale di burronismo acrobatico che tutti noi disprezziamo.

    Però il doppiatore è una leggenda.

    RispondiElimina
  74. Dunque parto con la premessa che quando riesco preferisco vedere i film in lingua originale ma in Italia abbiamo avuto e abbiamo tuttora eccellenti doppiatori.Se devo sceglierne uno dico anche io Amendola,perche' e' il doppiatore di un intera generazone.Ma ad esempio Stallone nel primo Rocky era doppiato da Proietti che e' stato bravissimo.Anche Giannini lo trovo molto bravo soprattutto su Pacino.Oggi mi piace molto Pannofino.

    RispondiElimina
  75. Actarus, Ryoma Nagare, Hiroshi Shiba...sono nato nel '74, cresciut a pane e robot e per me la voce maschile più bella è quella di buona parte dei piloti di robot

    RispondiElimina
    Risposte
    1. His name is Romano Malaspina.

      Elimina
    2. hahaha e secondo te non conosco il nome? ;-)
      comunque hai ragione non l'ho scritto e forse non vale per il sondaggio
      Ribadisco Romano Malaspina !!!

      Elimina
    3. E non solo dei piloti. Malaspina ha anche doppiato Jeremy Brett nella serie tv di Sherlock Holmes
      https://www.youtube.com/watch?v=UQHWQG2u-SM

      Elimina
    4. Ok Massy, per questo ironicamente c'ho messo dell'anglofilìa. Un nome più che famoso tra tutti gli appassionati. ;)

      Elimina
  76. Questo commento è stato eliminato dall'autore.

    RispondiElimina
  77. visto che Ferruccio l'han già detto in mille, dico Luca Ward (voce di Pierce Brosnan nei vari 007, Keanu Reeves in Matrix, Russel Crowe ne Il Gladiatore, Samule L. Jackson in Pulp Fiction, Robert Downey Jr in Sherlock Holmes, Brandon Lee ne Il Corvo....), più altri n-mila film, serie, tv e persino videogiochi (Splinter Cell)

    come voce mi piace veramente tanto

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Tanta tanta roba Luca Ward, ha una voce davvero affascinante.

      Elimina
  78. Questo commento è stato eliminato dall'autore.

    RispondiElimina
  79. Stefano De Sando, senza esitazioni.

    RispondiElimina
  80. Tonino Accolla. Dopo la morte di Amendola per me è stata la perdita più grave nel mondo del doppiaggio. Trovo che Fabio Boccanera sia bravissimo, ma Accolla per me resta un mito.

    RispondiElimina
  81. Ce ne sono molti, dovendone scegliere uno dico Renzo Stacchi.

    RispondiElimina
  82. Appena ho letto ho pensato a Ferruccio Amendola e Oreste Lionello. Del primo hai già parlato tu. Dunque scelgo Lionello.

    RispondiElimina
  83. Direi Massimo Giannini. Superbo attore ma anche grande doppiatore di Al Pacino. Praticamente Scent of woman è tutto un suo film anche se non compare come attore

    RispondiElimina
  84. Roberto Pedicini. Fra gli altri, hadoppiato Kevin Spacey e Pippo

    RispondiElimina
  85. Marco Balzarotti.

    Senza di lui, Batman non esisterebbe.

    RispondiElimina
  86. a me piace troppo il doppiatore di pietro gambadilegno in "la casa di topolino", cioè massimo corvo
    e pino insegno nessuno l'ha citato?:P

    RispondiElimina
  87. Sottoscrivendo (sulla fiducia) in pratica tutti i nomi che avete già citato, dò il mio tocco di originalità e spendo una parola in favore di Gianni Ludovisi, doppiatore di Fox William Mulder in X Files.
    Ai tempi ebbi modo solo fugacemente di sentire la voce originale, e ne riconobbi una qual certa somiglianza, la qual cosa mi fece enorme piacere!
    In questi tempi di subs, ammetto che X Files in ammerecano sarebbe una cosa buona e giusta da fare, nell'attesa di trovare il tempo e il modo...via Gianni!
    Bye
    Oscar

    RispondiElimina
  88. Desmond Sunflower13 luglio 2014 11:38

    Scelta difficile se non impossibile nel panorama di grandi doppiatori italiano, ma opto per Tonino Accolla, se non altro per aver dato vita a uno dei miei personaggi preferiti di sempre, Homer Simpson.

    RispondiElimina
  89. Il compianto Gianni Musy, doppiatore del Gandalf e del Silente cinematografico, due pilastri della mia adolescenza (sì so' giovine XD). Aveva LA voce dello stregone saggio, bellissima, avvolgente.

    RispondiElimina
  90. Francesco Pannofino uber alles.
    A parte i vari Denzel e Clooney, impressionante quello che ha fatto come Forrest Gump!

    RispondiElimina
  91. Pino Insegno, ormai Mortensen per me ha quella voce.

    RispondiElimina
  92. Pino Colizzi, ai calci di rigore a oltranza con l'altro Pino, Locchi.
    Amendola mi piace più come attore che come doppiatore, e includo Er Monnezza nella prima categoria.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. ?
      Il personaggio "Er Monnezza", interpretato da Tomas Milian, era doppiato da Ferruccio Amendola. Nel seguito "Il ritorno del Monnezza" il protagonista è interpretato da Claudio Amendola "Jr" (Claudio)

      Elimina
    2. Lo so. Ferruccio Amendola ha avuto una breve ma intensa carriera di attore cinematografico (spalla in commedie e musicarelli degli anni '60, ma non solo) e televisivo, anche a fianco del figlio. Credo abbia recitato anche in teatro. Amava dire che metà del personaggio del Monnezza era suo, e a ragione, visto che non era il doppiaggio di un film straniero, ma una voce originale scelta dal regista - Milian inizialmente ci rimase male, perché si era impegnato a recitare in romanesco, pare con discreta bravura, ma scarsa credibilità in un film del genere. Quello di Giraldi/Monnezza è un vero e proprio personaggio che non può fare a meno della fisicità di Milian e della -perduta- voce di Amendola, quindi *per me* non rientra nel semplice doppiaggio. Chiedo scusa per la PDFata, peraltro sollecitata.

      Ah, il ritorno del Monnezza non è mai esistito. :-)

      Elimina
    3. Non avevo colto la sottigliezza, si in effetti non era un doppiaggio da film straniero.
      Il "ritorno" non l'ho mai visto, scopro da wiki che il personaggio è un mix fra Er Monnazza e Giraldi...

      Elimina
  93. perchè Sergio Di Stefano dove lo mettiamo?
    http://www.youtube.com/watch?v=2g3ejckLMhM

    RispondiElimina
  94. Anche per me era Ferruccio Amendola: non si può dire di no alla sua voce!

    Dei moderni sono Pino Insegno e il carissimo Tonino Accolla...

    RispondiElimina
  95. Sergio Di Stefano: una voce che ti entra dentro e non se ne va più, Luca Ward è indiscutibilmente un grande doppiatore, Alessandro Rossi l'ho incontrato e ci ho parlato, stavo per svenire, una voce che uccide per profondità e bellezza... ma Sergio Di Stefano è l'inarrivabile, quando è morto, a sentire Luca Biagini a doppiare House non poteva non nascere il confronto, bravo anche lui, vero, però in qualche modo diventa l'ombra della voce precedente.
    Con Di Stefano il film più stupido diventa interessante dal momento in cui senti quella calda voce che trasmette tutti i sentimenti del personaggio in una botta sola e il film, in quegli istanti, diventa magicamente poesia e teatro.

    RispondiElimina
  96. FLAVIO AQUILONE per tutta la vitaaaa <3 <3 <3 !!!!!

    RispondiElimina
  97. Riccardo Rossi.
    Non l'attore comico con la voce odiosa, bensì l'omonimo doppiatore voce, tra i tanti, di Jaime Lannister in "Game of Thrones", di Oliver Queen in "Arrow", di Bruce Banner in "The Avengers", nonchè voce ufficiale di Adam Sandler e mi pare anche di Ben Affleck (ergo, probabile voce del prossimo Bruce Wayne).

    Non c'è un motivo particolare se non che è una voce fighissima, che vorrei avere io.
    O, a voler essere meno "personali", riesce (quasi) a rendere accettabile la recitazione di Stephen Amell. 'nuff said.

    RispondiElimina
  98. Questo commento è stato eliminato dall'autore.

    RispondiElimina
  99. Difficile, ce ne sarebbero tantissimi ... alla fine vado con LUCA WARD, ma la lista sarebbe lunga. Una piccola menzioncina la faccio però per Marco Balzarotti, che ha dato la voce a tanti storici personaggi di anime quando ero piccolo!

    RispondiElimina
  100. Luca Ward.
    "Mi chiamo Massimo Decimo Meridio, comandante dell'esercito del Nord, generale delle Legioni Fenix, servo leale dell'unico vero imperatore Marco Aurelio, padre di un figlio assassinato, marito di una moglie uccisa e avrò la mia vendetta, in questa vita o nell'altra."
    E l'ho scritta a braccio!
    E per concludere: "Al mio segnale, scatenate l'inferno!".
    AMEN!

    RispondiElimina
  101. Pensavo che Pino Locchi ricevesse maggiori preferenze...per me è lui (ex aequo con Amendola) soprattutto per lo Sean Connery/ Guglielmo da Baskerville de "Il nome della rosa" :-)

    RispondiElimina
  102. Claudio Capone. Anche se principalmente per il suo ruolo di voce narrante nei documentari (quindi a rigore non è doppiaggio). L'adoravo.

    RispondiElimina
  103. Noooo, solo uno, noooo, regola crudele... non riesco a trovarne solo uno... o forse sì, boh.... mmmm....
    ROMANO MALASPINA!
    Scelta nerd? Generazionale? È che si tratta di una voce che folgorò con la sua profondità, eleganza, con un timbro veramente principesco, una moltitudine di guaglioni. Altri nomi si potrebbero fare (e sempre relativi ai cartoni giapponesi, ma con doppiatori che poi sono stati e sono molto attivi nel cinema e nella televisione, intenti a rendere plausibili attori che in originale sono a volte un po’ cani). Ma ovviamente mi limito a questo nome, voce straordinaria.

    RispondiElimina
  104. Se devo dire un doppiatore di cui adoro la voce, dico Massimiliano Manfredi, principalmente per via del suo ruolo di Kiba in Wolf's Rain (una delle migliori interpretazioni in assoluto in un anime, secondo me) e di Orlando Bloom nei panni di Legolas ne Il Signore degli Anelli e Lo Hobbit.

    RispondiElimina
  105. L'è dura scegliere un nome che sia uno. A livello maschile in Italia IL doppiaggio era Ferruccio Amendola, credo che sia stato il migliore in quello che faceva, ma siccome voglio dar merito a chi è venuto dopo, sostenenendo il nome di Francesco Pannofino, fantastico sia come doppiatore sia come attore.
    Vorrei, però, porre l'accento su come un'altro talento del calibro di Pino Insegno sia bellamente ignorato. Bravo è bravo, ma come ti giri trovi sempre la sua voce in qualunque film e/o cartone e/o pubblicità (che potrebbe essere una cartina tornasole di quanto sia bravo e richiesto) e questo alla fine stufa.

    RispondiElimina
  106. Anche se decisamente sopra le righe, Romano Malaspina non si batte!

    RispondiElimina
  107. Non è di sicuro il migliore che abbiamo ma io voto Roberto Pedicini, anche se ammetto che la scelta è dovuta principalmente a quello che ha fatto con Jack Folla più che con il nostromo dei bastoncini di pesce.

    RispondiElimina
  108. Fabrizio Pucci. Gran lavoro su Hugh Jackman!

    RispondiElimina
  109. E Angelo Maggi? Bravissimo e non solo su Robert Downey Jr

    RispondiElimina
  110. Già citati quasi tutti i miei preferiti. Il top resta Amendola.
    Segnalo Massimo De Ambrosis come voce di Edward Norton (Fight Club), Chandler di Friends, Haran Benjo in Daitarn 3 (secondo doppiaggio).

    RispondiElimina
  111. Questo commento è stato eliminato da un amministratore del blog.

    RispondiElimina
  112. Ho l'onore di conoscerne ben tre e cioè Massimo Rossi, Ivo de Palma, mio concittadino, e Michele Kalamera, o meglio quattro c'è anche Fabrizio Mazzotta. Poi aggiungerei anche Fabio Boccanera e Romano Malaspina, che è comunque un grande.

    RispondiElimina
  113. Dimenticavo due nomi, anche loro conosciuti di persona: Alessio Cigliano e Gianni Bersanetti Ludovisi, diversissimi da Krycek e Mulder ma adorabili e grandi.

    RispondiElimina
  114. Se ne devo dire soltanto uno, dico Diego Reggente (Mimashi di "Jeeg Robot").
    Se posso dirne qualcun altro, allora anche Pino Locchi, Emilio Cigoli e Ferruccio Amendola.

    Ma poi qualcuno le fa le classifiche di questi sondaggi o è giusto per cazzeggiare?

    RispondiElimina
  115. claudio moneta, amo alla follia la sua voce fin da quando doppiava arthas in warcraft III.

    RispondiElimina
  116. Il migliore in assoluto è stato senza nessun dubbio Giuseppe Rinaldi. Essere al tempo stesso l'unico Paul Newman e l'unico Peter Sellers possibili (citando solo due tra i suoi esperimenti di possessione di lunga data) è un primato assoluto di per sé.
    Ma per quanto riguarda quella magia che si nasconde in qualche punto misterioso e frusciante di un audio massicciamente rimasterizzato, fonte inesauribile di lacrime napulitante, io piazzo in cima al podio Sandro Pellegrini (1935—2013). Non per Bubu, non per Torakiki, ma per il suo incredibile Jigen, così caratterizzato, peculiare ed improbabile da risultare perfetto; e, per me, insostituibile.

    RispondiElimina
  117. Un altro voto per il grande Alessandro Rossi. Che, oltre alla voce profonda e espressiva, è anche simpaticissimo.

    RispondiElimina
  118. Enrico Maria Salerno, grandissimo attore, è stato anche un doppiatore d'eccezione: la sua voce bellissima è quella di Cristo nel Vangelo secondo Matteo di Pasolini e ne Il messia di Rossellini.

    RispondiElimina
  119. Se ci riesco questo sarà il mio primo commento. Mi sono sentito irresistibilmente spinto a farlo, dopo aver visto che nessuno - salvo errori - ha sin qui fatto un nome.
    Sarà per l'età, decisamente avanzata, ma io dico Carletto Romano vedi Jerry Lewis e soprattutto Nick Carter in Gulp!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. VERO!
      Per tacere la sua insostituibile voce su Don Camillo/Fernandel (era pure la voce del Grillo Parlante nel "Pinocchio" Disney e pure il Vecchio Bracalone-Sheriffo di Nottigham in "Robin Hood")

      Elimina
    2. Ginny Hermione19 luglio 2014 15:45

      Carlo Romano doppiava anche Alfred Hitchcock nelle presentazioni dei telefilm del brivido. Forse nessun altro sarebbe stato in grado di parlare di delitti con altrettanta ironia ;)

      Elimina
  120. Anch'io voto assolutamente Amendola, fantastico ed unico!
    Tuttavia faccio una menzione speciale per il compianto Claudio Fattoretto, senza di lui il dottor Zoidberg non è più lo stesso.

    RispondiElimina
  121. Sicuramente Ferruccio Amendola però anche Giancarlo Giannini è un signor doppiatore...

    RispondiElimina
  122. Dario Penne.

    È Hannibal Lecter ed è al tempo stesso Bender.

    RispondiElimina
  123. Francesco Pannofino, perchè E' Renè Ferretti.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. cioè voti pannofino per una cosa non da doppiatore che ha fatto? ;)

      Elimina
  124. Pino Locchi e Glauco Onorato. Poi Michele Gammino.
    Dei nuovi direi Roberto Pedicini.

    RispondiElimina
  125. Amendola e Rinaldi fuori concorso, forse assieme a Lionello... e in ogni caso, per affetto, avrei scelto Enrico Carabelli

    RispondiElimina
  126. Ginny Hermione19 luglio 2014 15:42

    Con una settimana di ritardo ma rispondo: Roberto Pedicini, la voce italiana di Kevin Spacey, perché mi capita a volte di sentire su Radio 105 il programma "CSI Milano" sui delitti famosi in cui legge le storie che Massimo Picozzi poi analizza. Sono storie trucide, ma lui le legge in modo incredibilmente sensuale :)

    RispondiElimina
  127. Dribblo i milioni di bei dibattiti e dico Romano Malaspina, nonostante tutto, perché mentre gli altri erano famosi "in diretta", quest'uomo ha contato tantissimo nella mia vita eppure ho scoperto l'anno scorso come si chiama

    RispondiElimina
  128. L'altro giorno stavo veendo Lenny con Dustin Hoffman e non facevo altro che notare l''impressionante bravura del doppiatore di Hoffman. Andava velocissimo, non inciampava mai nelle parole ed era credibilissimo. Non riuscivo a capire chi fosse anche se era riconoscibile in qualche modo. Alla fine sono andato a vedere su wikipedia ed era Gigi Proietti. Non solo un grandissimo attore e comico teatrale ma anche un grande doppiatore, secondo solo ad Amendola secondo me, comunque il mio preferito.

    RispondiElimina
  129. Pino Locchi: l'indimenticabile Ramirez in Highlander... E l'orso Baloo nel Libro della Giungla...

    RispondiElimina

I commenti anonimi vengono eliminati dai filtri antispam e, nel caso superino i filtri, irrisi ed eliminati uguale: non usateli.

Related Posts with Thumbnails