lunedì 30 giugno 2014

97

Perché gli eroi dei cartoni e telefilm giapponesi vestono sempre di rosso?

Perché gli eroi giapponesi sempre rossi
Quella dei codici colore è una storia che nasce probabilmente con la Squadra G di Gatchaman / La battaglia dei pianeti e arriva ovunque: nelle squadre di eroi dei cartoni animati o dei telefilm giapponesi, al protagonista tocca il rosso, gli altri devono spartirsi i restanti colori principali. Solo che questa storia arriva talmente ovunque, che leggere questo post potrebbe condurvi alla follia: un attimo prima siete i soliti debosciati di sempre, un attimo dopo siete lì a vedere uno schema comune presente in filigrana in qualsiasi cosa, gridando frasi senza senso tipo "Anviragli Menindi Asdrubalì". Occhio [...]

Dicevamo: la famosa Squadra G, cinque eroi sessuologi uniti qui, pone le basi nel '72 per la squadra di eroi tipica dei cartoon giapponesi: il capo PdF, il bassista carismatico, la ragazza, il cicciobomba, il giovane minchietta. Ken l'Aquila ha un costume tricolore, vero, ma il rosso del mantello spicca sul bianco e sul blu della tutina. Il bassista carismatico per antonomasia, Joe il Condor, veste invece colori scuri, e il suo colore predominante è il blu. A Pretty Jane, assunta per le quote rosa, tocca perlappuntamente il rosa, agli altri due i colori pezzenti: giallo per Gimpy la Rondine, verde per Ryu il Gufo.
Lo schema, con variazioni minime, viene riproposto all'infinito da tutta una serie di cartoni successivi. Questi qui sopra sono ad esempio i quattro piloti di Astrorobot contatto Ypsilon: al capo figo va il rosso, al bassista carismatico un bluette, al cicciobombo dei Take That il verde, al giovane minchietta il blu.
Questi, invece, sono i protagonisti di Golion/Voltron, e i colori dominanti delle tute sono praticamente quelli di Gatchaman, con la sola inversione cicciobombo/giovane minchietta.
Anche se poi in Voltron c'è la grande confusione dei leoni non assegnati in base al colore della tuta: Keith ha la divisa rossa ma guida il leone nero, Lance il bassista carismatico ha la tuta blu e il leone rosso, a Sven prima e Allura poi (tute nera e rosa) spetta il leone blu. E... e niente, minchietta verde leone verde, cicciobombo in giallo leone giallo, lì non si scappa.
Ma è ovunque così: il rosso va sempre al protagonista raccomandato. Ne I cavalieri dello zodiaco abbiamo Pegasus, il campione intercontinentale di burronismo acrobatico, che veste di rosso come le pupe di Sin City. Prego notare anche gli altri colori: il blu al bassista carismatico Phoenix, un bianco/celestino a Crystal, il rosa alla ragazza del gruppo (Andromeda), il verde, in mancanza di cicciobombi, al perseguitato dalla sfiga (Sirio il Dragone).
Ne I cinque samurai, Ryo, il capo della cumpa, ha l'armatura rossa del fuoco, e agli altri tocca dividersi il blu, il verde, l'arancione e il celeste melvino.
In Sailor Moon, la protagonista eponima dell'anime il suo vestitino da marinaretta ce l'ha rosso e blu, esattamente come Ken l'Aquila.
In Inuyasha, il mezzodemone cane veste di rosso, mentre il bassista carismatico della serie, Miroku, di blu scuro.
Esistono ovviamente tante variazioni sul tema, perché anche quando il protagonista non indossa degli abiti rossi (come nel caso di Naruto), resta l'esigenza di diversificare i personaggi, e niente permette di distinguerli meglio che delle tonalità cromatiche personalizzate. Date un'occhiata ai componenti del Team 7 di narucchio qui sopra
o ai coordinati tutina/mobile suit di Gundam 00.
Kaneda/Renato di Akira
Ma facciamo un passo indietro. Perché gli eroi giapponesi vestono così spesso di rosso? Perché è il colore del fuoco e del sangue, e come tale veniva utilizzato tradizionalmente nel teatro kabuki per simboleggiare un eroe che si era fatto una calata nel sangue del nemico.
Vash the Stampede di Trigun
È, in altre parole, il colore dell'azione e del coraggio. Il che spiega il perché di tanti protagonisti di manga e anime affezionati al rosso-valentino.
Il discorso può essere esteso ovviamente anche a tantissimi videogiochi giapponesi, anche se nel caso dei personaggi della saga di Super Mario, dato il rosso come colore predominante dell'idraulico mustazzato Mario Mario, si è trattato probabilmente di scegliere delle tinte diverse per gli altri. Ma pure lì: il cicciobombo Wario in giallo, il verde della sfiga al povero, incompreso Luigi Mario.
Un altro esempio classico di codici colore nel mondo dell'Entertainment è rappresentato altrettanto ovviamente dai Power Rangers
La prima serie in assoluto del filone Super Sentai, dei telefilm nipponici con squadre di tizi con le tutine colorate che picchiano mostrilli, è stata Himitsu Sentai Gorenger, nel 1975. Lo schema è anche qui quello di Gatchaman: eroe in rosso, gli altri tipi in blu, verde e giallo, la ragazza in rosa. La struttura verrà ripetuta per tutte le altre serie Super Sentai, poi adattate in Occidente nella saga dei Power Rangers, a partire da Kyōryū Sentai Zyuranger (il post con tutte le serie dei Power Rangers lo trovate qui). Ma c'era un piccolo dettaglio.
 Questi sono i nippoprotagonisti di Kyōryū Sentai Zyuranger,
e questi gli attori occidentali scelti per la trasposizione yankee del telefilm, Mighty Morphin Power Rangers. Per far presa su un pubblico il più vasto possibile, alla Saban infilano nel mix anche un attore afroamericano e una ragazza asiatica, piazzandoli rispettivamente nella tutina del Black Ranger e dello Yellow Ranger. In altre parole, le uniformi non indicavano più solo le caratteristiche o il sesso del personaggio (Power Ranger Rosa), ma anche la razza. Neanche a dirlo, la tizia in giallo conosceva le arti marziali, il tipo in nero sapeva ballare. Il ritmo nel sangue, quelle robe lì.
Uno schema VAGAMENTE razzista e ancorato a stereotipi da sostenitori della Lega, abbandonato solo qualche anno dopo, con le serie successive.
Ma, si diceva all'inizio, anche al di fuori dell'entertainment nippoguaglione i codici colore li trovi in ogni dove. Spesso le varianti cromatiche sembrano solo un modo per distinguere personaggi fisicamente identici come Qui, Quo e Qua e le Turtles, e il rosso non è più il colore di chi comanda. Ma anche lì, a ben guardare: il capo e il bassista carismatico si sono invertiti il colore della fascia (blu per Leonardo, rossa per il bassista Raffaello), ma all'imbracchiato della cumpa (Michelangelo) è toccato l'arancione. 
In Star Trek il significato del colore delle maglie è cambiato nel corso del tempo. Nella serie classica, le maglie color oro indicano il comando, quelle blu i medici e gli scienziati
e quelle rosse la gente che doveva crepare per contratto appena si metteva piede su un nuovo pianeta.
 Così, di morte brutta, o mimma, o bruttomimma.
Da The Next Generation in poi, grazie alle pressioni del comitato mogli dei tizi in maglia rossa, il significato dei colori cambia: le blu restano a scienziati e precisini della fungia cosmici, ma le rosse vanno a chi comanda e quelle dorate a chi si occupa di tecnologia, sicurezza e parcheggio abusivo dell'astronave.
All'inizio di questo post scrivevi che quello dei codici colore è un tunnel senza uscita. Una volta che ci sei dentro, ti fissi sui dettagli, inizi a vedere una trama comune ovunque. Ad esempio, guardando Breaking Bad, hai notato subito che Marie, la cognata del signor White, indossa sempre abiti viola. Bene, facendoci caso, ti sei accorto che non era la sola ad avere un abbigliamento legato a un colore.
 Jesse Pinkman indossa quasi sempre felponi gialli o rossi,
mentre Hank camicie e polo marroni. E anche per l'abbigliamento degli altri personaggi ci sono degli schemi che si ripetono (un interessante post sull'argomento). Ma è solo un esempio. I codici colore sono ovunque: ovunque! C'è chiaramente dietro un gombloddo ordito dagli elohim per schiavizzare le menti degli umani!
Fa tutto parte di un perverso piano e Anviragli Menindi Asdrubalì. Comenze, lallero.

97 commenti:

  1. la squadra G è uguale uguale alla prima formazione degli Xmen con Ciclope,Angelo,Jean Grey,Bestia e Uomo Ghiaccio.
    E i raggi ottici di ciclope sono rossi...

    RispondiElimina
  2. Questo commento è stato eliminato dall'autore.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Semi-PDFfata
      Vash veste di rosso per un preciso motivo, il rosso del suo vestito è il rosso dei garofani che nel linguaggio dei fiori significa determinazione. La scelta non è mutuata dal fatto che Vash aveva avuto un trascorso nel partito socialista ma è legata a Rem, la quale amava il rosso dei garofani, visto il significato attibuito al loro colore. E' in sostanza un omaggio alla memoria di Rem e allo stesso tempo un auspicio ad essere forte per lei.

      Elimina
    2. Sì, ma qui non si discute del motivo che dell'abbigliamento danno o meno i protagonisti, ma delle ragioni che hanno portato chi li ha creati a scegliere quel colore.

      Elimina
    3. Ciao Doc! la fonte dei colori è probabilmente Viaggio in Occidente di Wu Cheng'en, che oltre ad essere il prototipo di tutti i cartoni di arti marziali, propone per la prima volta il tag team di cinque elementi, ciascuno dei quali fa riferimento ad un particolare colore, ad un particolare elemento etc etc.

      Elimina
    4. bravo drakkan: in effetti alla rem ti davano i fusibili di tutti quei colori li (solo per chi ha fatto le scuole medie a cs)

      Elimina
    5. Ho scritto "semi" perché non voleva essere un appunto da ditino alzato ma una specifica su un anime che ho amato molto. Valutare se è nata prima l'idea del rosso e poi il pippone sui garofani ovvero il contrario è complicato.
      Il rosso comunque in oriente è un colore molto gettonato, nella cultura cinese il rosso è sinonimo di fortuna e gioia, viene usato anche come colore dominante nei matrimoni e per il capodanno.

      PS: il bassista carismatico di Trigun è vestito di blu scuro (tanto per cambiare) e vedere il suo monologo nella chiesa mi frantuma il cuore tutte le volte che lo rivedo, MITICO REVERENDO!

      https://www.youtube.com/watch?v=Wa5WX2yYj6Y

      Elimina
    6. AHAHAHAHAHAH XD! mi sbaglierò ma io ricordavo che la pianta di Rem era il geranio non il garofano. In quel caso Vash, non votava Craxi XD.

      Elimina
    7. Hai ragione, mi mi sono confuso.

      Elimina
  3. Stessa tabella colori anche per Megaloman ( telefilm simbolo della mia infanzia).

    RispondiElimina
  4. Stessa logica x Guyslugger, i guerrieri cibanoidi di Shotaro Ishinomori ;)

    http://www.robotvintage.com/uploads/SERIE/Action/guyslugger-2.jpg

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Guyslugger: un cartone dove, a quanto pare dall'immagine, il celeste melvino la faceva da padrone...

      Elimina
  5. Doc, in Golion/Voltron il vero bassista carismatico secondo me è Sven...

    tanto carismatico che lo fanno fuori dopo una manciata di puntate...

    quando ero regazzino, lo scambio di tute dei piloti di Golion era uno dei misteri massimi su cui mi interrogai per giorni...

    Mi convinsi che si trattava di un problema di taglie e misure, ma restò la convinzione che quella tuta nera con bordi oro fosse la vera tuta del leader del quintetto...e divisa ufficiale, per l'assoluta prevalenza del nero suddetto, del bassista carismatico...anche se a quei tempi non lo chiamavo così...
    Saluti!

    RispondiElimina
  6. Magari ho i ricordi un po' confusi, ma in Astrorobot non era il cicciobombo ad essere il capo?

    RispondiElimina
    Risposte
    1. anche io mi ricordo questa cosa... infatti mi stupivo che un cicciobombo potesse essere il capo (anche se dietro c'era tutto un giro di raccomandazioni: i robot li aveva costruiti lui insieme al solito professore).

      E poi diciamolo: le calzamaglie lana-lana cotone-cotone degli Astrorobot saranno state ottime per la salute dei piloti, ma erano orribili... ;)

      Elimina
    2. anche io ricordo che Yshida era il capo...il ribelle Yanosh era forse il vero bassista carismatico del quartetto... Ylli, l'americano/occidentale, era troppo bravo ragazzo!

      Elimina
    3. Io lo ricordo leader dei robottoni ma non protagonista. Nella foto usata per il post, del resto, la squadra è schierata e in prima fila, che si stacca dal gruppo, non c'è il cicciobombo. Ma potrei sbagliarmi, son passati trentamila anni.

      Elimina
    4. Confermo . Il ciccio era u' capu.

      Elimina
    5. Ma Yanosh era il ribelle mezzosangue protagonista di tutto il quaquaraquá...

      Elimina
  7. Ah pensavo che il rosso bianco fosse legato alla bandiera giappo. No? O forse è stata pensata proprio per quello...

    RispondiElimina
  8. nota sulla prima serie dei Pàuerenge: Yellow non ha il costume con il gonnellino come Pink, rivelando così di essere un transessuale, scelto per far presa su un pubblico ancor più vasto :-D

    RispondiElimina
    Risposte
    1. nota sui CDZ: nonostante "Fenics" nell'anime abbia un'armatura decisamente multicolor, contornata dal cosmo infuocato, la sua versione manga, la seconda dell'anime (argento) e quella in Omega (arrrgh!) sono tutte decisamente incentrate sul blu.
      con quella divina però si torna ai colori caldi...

      ... e quella d'oro è gialla! incredibbbile!

      Elimina
  9. Non voglio fare la figura del novellino, ma perchè Renato?

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Il Doc, in un vecchio post, raccontava che molti anni fa, quando uscì il film, una ragazza gli chiese cosa significasse Akira e lui le rispose che era un nome proprio giapponese, come da noi poteva essere Renato. Qualche giorno dopo sentì la ragazza parlare con una amica, le stava dicendo che Akire si traduceva Renato.

      Elimina
  10. Indossare la Maglia Rossa su di una nave Federale negli anni 70 ed al comando di J.T. Kirk equavaleva ad avere una assicurazione sulla vita dal premio altissimo, peraltro non rimborsata dalla Florra Stellare

    RispondiElimina
  11. Mi ha cancellato il commento, boh... Riprovo.
    Tempo fa ho postato un commento sul blog di Rrobe in cui facevo dei parallelismi tra gli Orfani e i personaggi tipici della squadra giapponese: Jonas-PdF, Ringo-bassista, Juno-donna, Sam-bambino/a e Felix (all'epoca ancora vivo)-ciccione. Non ci sono i colori però...
    Anche i personaggi di Berserk sono ricalcati sui caratteri tipici: Gatsu-protagonista (non pdf però...), Judo-bassista, Caska-donna, Rickert-bambino e Pipin-ciccione (con l'aggiunta di Kolkas, lo stronzo, e Grifis che è tutto un discorso a parte)

    RispondiElimina
  12. Mai notato :-)
    Tiro fuori un caso "non classico".
    Nei Simpson, che ribaltano le convenzioni e ci giocano, mi pare che Bart (inizialmente era stato pensato come protagonista) metta prevalentemente magliette rosse, Homer di solito indossa pantaloni blu e camicie bianche. Ovviamente in questa famiglia disfunzionale manca un eroe, un classico protagonista buono (magari Marge e Lisa, ma di solito in diposizione defilata/sfighè), e anche a bassismo non siamo messi benissimo...

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Benvenuto nel tunnel.
      Ora non potrai uscirne mai più.
      #Asdrubalì

      Elimina
  13. ecco quant'è importante la scelta dei colori

    https://www.youtube.com/watch?v=SmQSDDetSbc

    (è la scena della scelta dei nomi in le iene)

    RispondiElimina
  14. Che tra l'altro lo stesso codice di colori tipico dei personaggi degli anime è ripreso nel video di "Harder, Better, Faster, Stronger" dei Daft Punk, se non sbaglio

    RispondiElimina
  15. Impressionante... Se ci penso anche Il ranger per eccellenza, il grande Tex Willer, nei primissimi numeri sfoggiava in copertina una camicia rossa, per poi passare al giallo "canonico" . Che vi siano dietro le macchinazioni degli illuminati con il laser per il controllo della mente???

    RispondiElimina
  16. Lupin III, beh si il colore della giacca di Lupin cambia col tempo, ma anche qui una variazione di blu tocca al bassista carismatico (Jigen o Goemon, dipende dalla linea di pensiero a cui uno appartiene).

    RispondiElimina
  17. Uhm, uno schema simile si può notare anche in Lupin III se non sbaglio...

    RispondiElimina
  18. il blu al bassista carismatico Phoenix, un bianco/celestino a Crystal, il rosa alla ragazza del gruppo (Andromeda) AHAHAHAHAHAHAHAHAHA

    RispondiElimina
  19. E perché pure i bagnini hanno la maglia rossa ? È un caso ? Una coincidenza ? Hanno un robottone parcheggiato in seconda fila ? Sono potenziali salvatori della patria ? Scemenze a parte io sapevo che a livello psicologico si tende ad associare a determinati colori determinati sentimenti tipo rosso carisma (vedi Superman oltre ai colori della bandiera USA) rosa delicatezza/gentilezza, blu pace serenità. Come non è inusuale che anche i cattivi tendano ad avere colori ricorrenti, tipo il viola. Però non mi ricordo assolutamente dove l'avessi letta o sentita 'sta cosa

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Tutte le bagninE (bagnini? quali bagnini?) di Baywatch vestivano di rosso fuoco. E' un caso? noi di mistero pensiamo di no!

      Elimina
  20. Questa faccenda dei colori mi affascina da quando ero un bambinello, e ricordo che all'epoca estesi il ragionamento anche ai videogiochi di strategia, dove a quanto pare al blu è associata la giustizia e la bontà. Da che ricordo, in quasi tutti i giochi dove sussistesse una distinzione per colori tra le diverse armate, al protagonista veniva assegnato di default il colore blu (Age of empires, Populous, i vari Warcraft) mentre il colore rosso andava ai cattivi, e mi faceva impazzire che l'unica eccezione fosse proprio quel gioco dove si andavano a impersonare i cattivi (Dungeon Keeper) e dove quindi si riceveva il colore rosso in quanto protagonisti.

    RispondiElimina
  21. Io ho sempre pensato che nelle serie giappe fosse per il parallelismo dei protagonisti con i guerrieri samurai... ed il numero ed il color code rispecchiasse i capitoli del libro dei 5 anelli di musashi myamoto ...

    RispondiElimina
  22. edo che la fonte originale dello schema di colori di cui parli,DOC, sia nel Godai, i 5elementi nella tradizione asiatica.li puoi trovare ad esempio nel mandala buddhista taizokai.la terra-giallo,l'acqua-blu,il vento-verde, e il fuoco-rosso.il fuoco rappresenta la comunicazione,l'entrare a contatto con l'esterno...ottimo per il protagonista in cui lo spettatore deve immedesimarsi. Il blu dell'acqua invece rappresenta l'introspezione e la capacita di vedere le cose da un altro punto di vista....ottimo per il bassista.

    RispondiElimina
  23. Anche in Starzinger Kugo vestiva di rosso ed il bassista di blu! In Supercar Gattiger stessa cosa per il colore delle auto. In Megaloman sempre il rosso che comanda. Sarà per questo che è sempre stato il colore del comunismo?

    RispondiElimina
  24. Dopo aver letto questo post, ho una sola cosa da dire: Asfanandirubilans.

    RispondiElimina
  25. grande Doc! finalmente, il post che aspettavo!

    RispondiElimina
  26. ma in sailor moon la protagonista non è blu?

    la rossa in questo caso è la bassista carismatica Sailor Mars (nonchè mio primo amore virtuale a 7 anni)...

    RispondiElimina
  27. Gran bel post Doc! Interessantissimo :) e sopratutto sono contento della citazionissima ai 5 Samurai. Pensandoci, pure Bendis su All-New X-Men ha donato ai cinque originali delle tutine a tema:

    Ciclocchio blu, Jean Grey verde, Angelo rosso, Uomo Ghiaccio azzurro e Bestia arancione/cachi...e in effetti hai ragione, non si scappa: al cicciobombo-sort of sempre colori di minchia gli capitano xD qui l'immagine = http://geekinpodcast.files.wordpress.com/2013/11/all-new-x-men-018-013.jpg

    Ancora gran bel post! \m/

    RispondiElimina
  28. Post fantastico, mi diverto a fare il gioco dei colori da anni. Lo "schema" è ovunque, anche in natura. Ogni cosa ha un significato allegorico, lettere, parole, immagini e colori. Come si dice nel post il rooso è il colore di chi a ricevuto il battesimo del fuoco "bagno di sangue", questo vale nella tradizione nipponica quanto nella tradizione occidentale e medio orientale, una prima rappresentazione dello schema, con colori e significato si trova nella cabala ebraica e anche negli scritti latini che trattano il sistema planetario. Tornando al Rosso che altrimenti mi perdo nella'cover spazio, il rosso è il colore di Marte, sia come pianeta che come dio della guerra e simboleggia il rigore e "marzialità" valori su cui si fonda la cultura nipponica. Mentre, l'azzurro è il colore di Giove, che simboleggia misericordia e autorità di stampo patriarcale. Vedendo la cultura di provenienza delle opere e prendendo ad esempio un opera occidentale sopra citata come le Tartarughe Ninja, si scopre che dalle nostre parti l'eroe è sempre in azzurro, perché la cultura occidentale, nel bene e nel male ha sempre portato avanti l'idea che per essere grande depvi aver costruito qualcosa (casa e famiglia Giove) mentre i nipponici seguono più la via di Marte (giustizia e rigore morale). Il gioco dei colori viene bene anche con super eroi: Fantastici Quattro - famiglia patriarcale - azzurro. Uomo Ragno - irruento mitagato dagli insegnamenti "paterni" - rosso azzurro. Si può andare avanti alla'infinito... chiudo il commento con uno dei miei supereroi preferiti, Oro è il colore dell'amore, della bontà, del sacrificio estremo per il prossimo, il pianeta è il sole gli dei di riferimento Gesù, Mitra e Febo-Apollo. Può allora Adam Warlock, supereroe d'oro per eccellenza, sfugire al ciclo solare di dono-sacrificio-morte-resurrezione?

    RispondiElimina
  29. Doc, tra un pò nei tuoi post vedremo comparire anche i riferimenti ai Teletubbies e Peppa Pig (non so come, ma anche loro sicuramente non sfuggono alla severa logica dei colori)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Peppa Pig è sempre vestita di rosso. Il fratello (che non è ancora bassista carismatico, sa dire "dinosauo" e poco altro), di blu. Papà Pig un celeste/verde/melvino/whatev, Mamma Pig arancione.

      Elimina
  30. Leggendo questo post ho istintivamente pensato alle W.i.t.c.h., eroine disneyane della mia infanzia, nel gruppo delle quali la leader ha, manco a dirlo, i capelli rossi: http://upload.wikimedia.org/wikipedia/en/d/df/WITCHposter.jpg
    Lo stesso può valere anche per le Winx, le Powerpuff Girls, Magic Knight Rayearth, per non parlare di praticamente tutti i vari supereroi e un sacco di altra roba... è un GOMBLODDOH!

    RispondiElimina
  31. Però, come dice il proverbio, blu e marrone fa molto cafone :(
    Non ricordo bene, ma qualche anno addietro, un membro del cast dei Power Ranger (fra l'altro mai guardati) non è finito giustiziato con un'iniezione letale in texas?

    RispondiElimina
  32. Ma dello schema colori di Icon 1 e la squadra Alpha non ne parliamo doc?

    RispondiElimina
    Risposte
    1. probabilmente alice mi ucciderebbe se la vestissi di rosa

      Elimina
    2. Facciamo prestissimo, Carlo. Come faceva notare Alexiel, non ce ne sono :)

      Elimina
  33. Secondo me nei cavalieri Cristal era il criaturo del gruppo (la minchietta). E Sirio il bassista. Si, c'erano DUE bassisti carismatici.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. je piacerebbe a Sirio ....
      Non può neanche accordarlo il basso secondo me .

      Elimina
  34. Shingo Tamai: Rosso
    Mark Lenders: Blu

    Hai ragione Doc, non se ne esce!

    RispondiElimina
  35. I codici colore li avevo notati fin da Goldrake: protagonista rosso, spalla blu (in quanto ex pilota del Mazinga Z doveva forse essere pure carismatico agli occhi dei giapponesi, ma per noi ai tempi era solo un pistola), arancio-marrone le comparse, e con i primi gruppi (non solo Gatchaman, ma anche Starzinger confermavano la tesi).
    Ma di codici colore non nipponici il primo di cui ho ricordo è quello delle maniche in Spazio:1999, lo ha citato anche Ortolani, benché nel suo caso l'interpretazione fosse giusto un pelo distorta...

    RispondiElimina
  36. Ma è chiaramente un gomblotto filo-comunista. xD
    Ma vogliamo veramente ritirare fuori tutta quella storia su Grande Puffo? xD

    RispondiElimina
  37. MASK
    Leader (Matt Traker)- rosso

    TRANSFORMERS

    Leader (Optimus Prime,Rodimus Prime, Victory Saber, God Ginrai, etc.)- rosso

    GOD MARS

    Leader (Gaia)- rosso

    VULTUS 5/COMBATTLER V

    Leader (veicolo che foma la testa del robot e pilota corrispondente)-rosso

    GETTER ROBOT

    Leader (Ryoma Nagare e relativa Getter Machine)- rosso

    DALTANIOUS

    Leader (Kento)- rosso

    DAJOJA

    Leader (robot che forma la testa ed il petto)-rosso

    .......e si potrebbe continuare all'infinito ed oltre

    RispondiElimina
  38. Il fatto che nella serie classica di Star Trek l'ingegnere Scott (bel nome, peraltro) sia riuscito a sopravvivere tutto il tempo nonostante la maglia rossa ha del miracoloso.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Lui era un personaggio pivotale, non potevano farlo volare fuori dall'astronave come i vari cadetti minchietti, anche se klingon e romulani adoravano mirare al ponte macchine, li ha fregati sempre in un modo o nell'altro......ha fatto prima a morire l'attore del personaggio.

      Elimina
    2. Infatti l'attore andava alle convention con una maglietta che diceva, pressappoco, "l'unico membro dell'Enterprise a sopravvivere tutta la serie con la maglia rossa".

      Elimina
    3. Brindiamo a lui con del Whisky scozzese. Non so l'attore, ma il personaggio avrebbe apprezzato.

      Elimina
    4. Viva James Montgomery Dohaan, viva Montgomery Scott!

      Elimina
    5. Omaggiato da Orci e Kurtzman nel primo Star Trek Abramsiano: l'ingegnere capo dell'Enterprise (che non è ancora Scott) va in missione con maglia e tutina rossa e fa un volo di 30.000 metri senza paracadute. Di testa.

      Elimina
  39. Ancora prima di aprire, avevo già capito che non avresti mancato di menzionare il campione intercontinentale di burronismo acrobatico senza riferirsi a lui con il titolo che gli è proprio.
    Pazzesca questa cosa dei color code, ma la cosa che mi ha colpito di più è constatare che nel condividere il verde, Luigi di Super Mario Bros e Sirio Il Dragone si contendono silenziosamente e sommessamente il titolo di Gran Visir dei perseguitati dalla sfiga.

    RispondiElimina
  40. volevo far notare che dal color code non sfugge nemmeno una serie "militare" come Macross... là dove in teoria dovrebbero vestire tutti uguali (in fondo sono uniformi militari) abbiamo invece Hikaru Hichijo (il protagonista) con uniforme a bande rosse e casco coordinato, l'odioso pdf Max Jenius con bande blu, il ciccio a bande gialle e tutti gli altri cadetti sacrificabili a bande verdi... ovviamente il bassista carismatico Roy Fokker non solo ha l'aereo più figo di tutti ma è anche l'unico con una divisa non bianca, ma viola a bande blu scuro. Ah in una missione Misa Ayase entra nella cumpa e ovviamente ha la divisa a bande rosa :)
    ps: Doc ma sbaglio o nell'articolo non hai citato il caso più eclatante.. e cioè che l'eroe per antonomasia in Gundam è la cometa ROSSA?

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Char è la nemesi del protagonista, ma a suo modo l'eroe di Zeon, quindi ci starebbe anche... Ma più che altro, sempre per quel discorso dell'impazzirci dietro, l'RX-78-2 ha lo stesso schema di colori di Ken l'Aquila.

      Elimina
    2. A Char imho è legato ad un discorso diverso. Giulio Cesare portava un mantello rosso in battaglia come insegna e per farsi distinguere nella bolgia e probabilmente Char segue la stessa logica.
      Tra una valanga di Zaku verdi uno rosso è facile da distinguere.

      Elimina
    3. Char è rosso per un solo motivo: è praticamente la presa in giro/omaggio dell' asso della Seconda Guerra Mondiale barone Von Richthofen, meglio conosciuto come Barone Rosso ( cacchio, mica si Cometa Rossa per caso !)
      La miglior spiegazione dei colori dei gruppi, l'ha data quello che parlava del Godai.
      Aggiungo che il protagonista ha spesso come colori dominanti il rosso e il bianco, i colori della bandiera Giapponese, guarda te che caso)

      Elimina
  41. Sai che non ci avevo mai fatto caso?
    Comunque, a voler entrare nel tunnel, in effetti io mi ci ficco (dentr'i ssacchetto, fiiiiit!) a testa bassa, chiamo zio Andunello e gli faccio scavare un tunnel parallelo... Perché dalla tua analisi esce fuori anche un'altra cosa: la dicotomia eroe/pdf ROSSO, bassista BLU. E ci stiamo proprio con la dicotomia dei colori principali, tra l'altro espressa (per rimanere in oriente) nella derivazione rossoblu dello YIN YANG della bandiera sudcoreana. Ci stiamo anche nel rosso come colore eroico nipponico, dato il "sole" sulla bandiera, riportato anche nell'emblema, e spesso usato (nella versione coi raggi della marina di guerra) per le "pose plastiche" col simbolo V fatto con le 2 dita.

    Caro Doc, mi ci sono proprio tuffato dentro... Ed ecco perché il Giappone esce dai mondiali (piangiamo): non c'è una nticchia di rosso nella divisa manco nei tacchetti... Mi scusi, ma da buon infante cresciuto a "pane e Shingo Tamai", piango...

    RispondiElimina
  42. Ora tento di confutare la teoria del Doc :p
    Da buon pdf però non posso fare a meno di notare che, seppure come dice il Doc il colore predominante del vestiario è:
    rosso per il buono/protagonist/figo e blu per il bassista carismatico qundo si tratta di aura il discorso cambia
    Di solito l'aura sprigionata dal protagonista è quasi sempre di colore azzurro come quelle, ad esempio, di Pegasus, Ken Shiro, Goku ecc.
    Doppio GoomBloDDo?

    RispondiElimina
  43. Entro nel tunnel anch'io...dante di devil may cry è vestito di un bel rosso accesso mentre vergil di blu...rufy di one pièce ha la camicia sempre di rosso ed anche Edward di full metal alchemist veste di rosso!

    RispondiElimina
  44. Superman: mantellone rosso (e il rosso nel logo!) sulla tutona blu da pigiama al di sotto dei 5 anni
    Batman: colori blu scuro/nero
    Lanterna Verde:
    Martian Manhunter: verde (però con cinturone rosse, analogo di Superman)
    Flash: ?!
    Wonder Woman: ?!
    Aquaman: arancio/giallo

    RispondiElimina
  45. Arthurdentchevola30 giugno 2014 22:09

    Ei Doc, ricordo che al DAMS ci fecero una lezione sui colori del vestiario di Indiana Jones e su quelli di un film di cui non ricordo affatto il nome, ambientato nella provincia USA dei '50: donna bianca sposata a benpensante, gay nonconfesso, si innamora ricambiata d'omone nero giardiniere, criticata dalla moltitudine. Un remake di un film classico, ma non ricordo il nome infatti, e far ricerche genera fatica. Comunque lui vestiva sempre in verde bello intenso e marrone d'acero, in accordo con i colori della campagna e quindi della (buona madre) natura, mentre lei no, c aveva i colori della deviata cultura ecc. Poi va da se che più s avvicinano più lei cambia vestiario in chiaro moto trasformativo e conciliatorio nei confronti del nero in marrone e verde... si, è vero, questo post fa impazzire :)

    RispondiElimina
  46. In Dragon Ball i cattivi dell'armata di Freezer indossano uno visore ovviamente rosso per i capi (Vegeta e Freezer), blu per gli "ufficiali" e verde per tutti i guerrieri di basso rango.
    Inutile dire poi che l'eroe Goku e la sua squadra hanno divisa rossa, i cattivi/bassisti come Piccolo e Vegeta blu-viola, altri guerrieri minori come Tenshinhan e Jaozi verde...

    RispondiElimina
  47. poi a rovinare tutto arriva shinji ikari...

    RispondiElimina
    Risposte
    1. ma è Asuka il vero portento arrogante e coraggioso. Ed è rossa. Tutto torna.

      Elimina
  48. La mia divisa di protezione civile è rossa e blu! Vuol dire che siamo al contempo capi pdf/ bassisti carismatici? O_o

    RispondiElimina
  49. Altra semi PDFfata:
    Doc, ti sei dimenticato gli Starzinger.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. No, per cortesia, non cominciamo :)
      Ho ripetuto in ogni dove che questi schemi colore nei cartoni giapponesi sono ovunque. Quelli riportati sono esempi, non un listone esaustivo dell'argomento.

      Elimina
  50. Quindi c'è un perchè il mio capo metta prevalentemente maglie/camicie bordeau e i capi di reparto indossino sempre abbigliamento blu scuro, ecchecacchio ora che ci penso la polo della mia divisa è sempre verde!!! Aiutatemi!!

    RispondiElimina
  51. naruto è vestito di arancione solo nelle prime serie. poi diventa rosso anche lui
    (naruto è arancione come dragonball :D )

    RispondiElimina
  52. E poi c'è anche Red (Rosso) nei videogiochi dei Pokemon (quando il gameboy color non era ancora stato inventato :P)
    aiuto!

    RispondiElimina
  53. Non mi dire che ti sei lasciato scappare questa...
    http://thedroidyourelookingfor.files.wordpress.com/2013/08/breakingbad_colorinfographic.jpg
    :D

    RispondiElimina
  54. Tra l'altro in Breaking Bad c'è il tema del colore Rosa che rappresenta la morte. Jesse Pinkman è perseguitato dalla morte, il pupazzo dell'aereo era rosa/viola, Walter nel finale della seconda stagione indossava un orribile maglione rosa e così via.

    Che poi su Internet ci sono anche molte altre interessanti teorie sui colori e i loro simbolismi in Breaking Bad: http://breakingbad.wikia.com/wiki/Color

    RispondiElimina
  55. Per me dipende dal paese, Infatti il Giappone è molto schematizzato e ritualizzato, quindi se l'eroe è di colore rosso, tutti gli eroi devo essere rossi; il tizio che comanda la terra è marrone, ecc
    In occidente invece dove si tiene meno all'estetica delle cose i colori credo si usino più per distinguere, quindi a parte qualche associazione colore-soggetto ( nero= cattivo, rosa=femminile) si vada piu sul gusto personale dell'autore.

    Ps: in INUYASHA il protagonista nel manga è vestito di rosa.

    RispondiElimina
  56. Ma in realtà nella serie classica di Star Trek il colore oro non è legato al comando, ma al personale di navigazione, infatti anche quel pirletta di Cechov ha la maglia oro in quanto guardiamarina.
    Le giubbe rosse sono "tutti gli altri", quindi i soldati veri e propri (dunque ci sta che muoiano sempre, in fondo sono pagati per prendere le botte dai mostrilli alieni) ma anche i tecnici, ed ecco che si spiega perché Scottie è riuscito a cavarsela abbastanza a lungo da comparire vecchio e imbolsito nei film.
    E' stato anche coniato il termine "Mauve shirt" per indicare un personaggio borderline che forse morirà presto senza lasciare traccia o forse potrebbe diventare importante nella storia. Noi potremmo tradurlo Maglia Melvina? :D

    RispondiElimina
  57. io ho trovato un anomalia però nella serie Tansor5 ryu, il capo è blu!però ci sono anche gli altri e nessuno vestito di rosso

    RispondiElimina
  58. Nota bene: le tartarughe, in originale, hanno TUTTE la fascia rossa. Quindi rientra nell'ideale di rosso=coraggio

    RispondiElimina
  59. Sarà che il rosso e il blu intonano molto su gli eroi

    RispondiElimina
  60. Cercavo informazioni riguardo i colori nei cartoni animati giappi e guarda te... sempre tu :D

    RispondiElimina
  61. In Yuu Yuu Hakusho lo schema è diverso: protagonista verde, amico spalla blu, bello del gruppo rosa/rosso/viola, tipo cupo e solitario nero.
    Però nel manga Kurama e Hiei, che all'inizio sono gli avversari del protagonista, sono uno viola ed uno nero.

    RispondiElimina
  62. Oggi sono di commento selvaggio... comunque il codice colore l'avevo osservato nell'italianissima Boris, Renè veste sempre di nero, Arianna ha sempre qualcosa di arancione, a Duccio tocca il beigesabbia... ora gli altri non li ricordo, ma avevo stilato un piccolo elenco tempo addietro...

    RispondiElimina

I commenti anonimi vengono eliminati dai filtri antispam e, nel caso superino i filtri, irrisi ed eliminati uguale: non usateli.

Related Posts with Thumbnails