mercoledì 7 maggio 2014

92

Capitan America, il temibile film TV del 1979

Capitan America film tv 1979
E non avete ancora visto niente
Prima del Captain America odierno dei due film Marvel Studios, c'era stato come sappiamo il pezzentissimo film di Cap del 1990. Quello con il Teschio Rosso italiano, Francesca Neri e un inquietante costume con le orecchie di gomma. Ma prima ancora, a fine anni 70, c'erano stati due film TV talmente pezzenti, così incredibilmente ridicoli, che al confronto il Capitan America del 1990 l'hanno diretto i fratelli Coen. Cronologicamente a metà strada tra il serial per il cinematografò di Capitan America degli anni 40 e il Captain America di oggi, questa versione del personaggio pensata per la TV è la fiera del WTF. E siccome ti è arrivato giusto ieri dall'Amazzonia il triplo DVD contenente questi due capolavorì e quella roba del '90 con le orecchie di Frengo, oggi parliamo del primo dei due film TV (usciti entrambi nel '79). Un film TV su Capitan America in cui c'è un tizio che, in buona sostanza, non ha NULLA a che fare con Capitan America [...]

Diretto da Rod Holcomb (regista televisivo con in curriculum la qualsiasi, dall'A-Team a The Good Wife) con un budget pari a una decina di buoni pasto scaduti,
questo primo film TV si intitolava semplicemente Captain America, anche se oggi viene venduto come Captain America - Sentinel of Liberty. Siamo in California
e il nostro Steve Rogers, un artista che si guadagna da vivere disegnando delle robe orrende, se ne va in giro con un furgone che gli ha prestato la Famiglia Bradford, con l'antennone gigante e la moto appesa dietro.
Ed eccolo lì, il ragazzone biondo che sembra il terzo Wham! o il titolare di una palestra tipo il Cobra Kai o il Capitan Bretagna di Alan Davis. A impersonarlo è l'attore Reb Brown, in seguito protagonista de Il mondo di Yor e di alcuni film agghiaccianti di Bruno Mattei, come Strike Commando e Robowar - Robot da guerra.
Ma alcuni malamente gombloddano contro Steve e vogliono aggiderlo, versando sulla strada l'olio scivolone di Dick Dastardly.
Così Cap finisce eroicamente giù per una scarpata con tutto il furgone, ma non si fa niente, tuttappò.
Poco dopo viene contattato da un'organizzazione governativa che gli propone di farsi questa curetta a base di un "super steroide", il "super ormone" chiamato FLAG (Full Latent Ability Gain). Quando Cap li guarda con l'espressione intelligente che vedete qui sopra, il dottor Simon Mills (Len Birman)
 e la dottoressa Wendy Day (Heather Menzies. La serie TV La fuga di Logan, Il computer con le scarpe da tennis) gli spiegano che questo siero è stato sviluppato dal padre di Steve partendo dalle sue cellule, cosicché ora solo suo figlio può utilizzarlo senza che la formula produca effetti degenerativi. "Minchia, hanno copiato pure questo in The Amazing Spider-Man 2!", pensa Steve. Suo padre combatteva il crimine, veniamo a sapere, molti anni prima, quando si era guadagnato il nomignolo di Capitan America. Ora i due scienziati vorrebbero che Steve prendesse il suo posto. E siccome Steve è un ex marine che crede nella patria e nei valori stelle e strisce, risponde VE LO POTETE SCORDARE.
Ma i malamente aggidono un amico scienziato di Steve, il che permette al protagonista di mettere in mostra anche le sue grandi doti di attore drammatico. Guardate la sofferenza sul suo volto. Il tormento di un uomo che si strugge perché non ricorda dove ha messo l'accendino.
I malamente (tra cui c'è anche Lance LeGault, il colonnello imbracchiato Roderick Decker nella serie dell'A-Team) stanno allestendo una potentissima bomba ai neutroni,
 con tanto di serratura d'accensione con mazzo di chiavi a vista.
Così Steve, dopo aver broccolato la figlia dell'amico morto, in una scena incredibilmente intensa su una scala da zero a Centovetrine interpretato da Jerry Calà, decide di indagare.
Dopo essersi vestito da versione pirla e ante-litteram di un paninaro, si cala con tutte le scarpe in una trappola e finisce buttato fuori strada una SECONDA volta, mentre sprintava sulla sua muturetta.
Risultato, finisce giù per un altro burrone, dove trova ad aspettarlo Pegasus. Muturetta esplosa e lui in fin di vita, siccome non ha fatto a tempo a gridare Jeegrobotd'acciaio e a farsi a palla. Per salvargli la vita, dice, il Dr. Simon gli inietta il FLAG quando Steve è ancora privo di sensi. Il che vuol dire che non solo questo Steve Rogers non ha niente a che fare con la Seconda Guerra Mondiale, ma non è neanche un volontario che si sottopone al siero del supersoldato per aiutare la patria. Lui non voleva saperne un'infiocchettatissima.
E infatti quando si sveglia s'incazza come una biscia e vorrebbe prendere il Dr. Simon a cinquine.
Ma non c'è tempo, perché Steve deve cadere in un TERZO agguato: i malamente lo rapiscono e lo portano in un macello, sottile metafora di quello che sta diventando rapidamente la pellicola. Lì Steve riesce a liberarsi grazie alla sua superforza (solo però dopo aver rimediato la giusta dose di cartoni) e a stendere i nemici scagliando loro addosso dei quarti di bue. No, DAVVERO.
In seguito il Dr. Simon raggiunge Steve sulla spiaggia, dove sta ritraendo dei bambini rischiando di essere arrestato e/o picchiato dalla gente. La scena dei due che passeggiano davanti alle onde, che fa molto versione omo della pubblicità vintaggia del profumo Rockford,
ci fa capire che Steve cistapensandoci a questa cosa di appendere la matita al chiodo e diventare Capitan America. Tanto è vero che ha disegnato già un'originalissima versione del costume:
In seguito, su un'altra spiaggia, Steve si sta broccolando la dottoressa bona, ma arriva il Dr. Simon, che ha un master in cagacazzologia, e gli dice "Vieni. Vieni che ti faccio vedere che roba ti abbiamo tirato fuori".
Gli hanno messo a posto e riverniciato il furgone e costruito una supermuturetta
oltre a un fantastico scudo di plexiglass trasparente. Non guardate da questa parte.
Steve se ne va a spridare col mezzaccio nuovo, facendo le penne e i salti davanti agli sbirri muti, grazie anche ai prodigi della teNNologia di cui la moto è dotata: partenza a razzo, sprint per il decollo su rampa, modalità stealth per attacchi ninja fu-fu.
Ma è già tempo per il QUARTO agguato, ché stavolta provano ad aggiderlo sparandogli da un elicottero. Per andare sul sicuro, i malamente hanno anche rapito la figlia del suo amico e la dottoressa bona, e gli hanno rigato la macchina con le chiavi.
Ma Cap sprinta veloce e sicuro verso il futuro, anche se quello scudo da venti grammi trema pericolosamente in ogni inquadratura.
E grazie a un'apposita rampa lunga sei metri lasciata lì da qualcuno, Steve prende il volo e riesce ad avere la meglio sui tizi dell'elicottero: uno lo tira giù per il fucile, facendolo cadere in un fiume, l'altro lo costringe a far atterrare l'elicottero puntandogli quella stessa arma.
Tornato a terra, Steve dice al Dr. Simon che ha deciso: vuole diventare Capitan America. "Perché senti il dovere morale di farlo?", gli chiede il Dr. Simon. "No, perché questi tizi mi hanno rotto il pazzo", risponde lui.
Il professore gli consegna così un pacco. "Ricorda, ridicolizzavano tuo padre, lo sfottevano chiamandolo Capitan America", gli dice. "Ora devi essere TU Capitan America!".
Steve è ENTUSIASTA di questa cosa di diventare il nuovo zimbello di famiglia. Guardatelo: è al settimo ciesso.
E così, dopo soli 72 minuti, finalmente vediamo l'eroe in azione, sprintare sulla sua muturetta da Kamen Raider.
Il costume abbina con eleganza un casco capaabomba con le alette disegnate male e la A in Times New Roman a un paio di occhialoni da motociclista in stile Elvis e a una tutina con le strisce tutte sbagliate.
Cap deve infiltrarsi in una base gestita dai malamente, e così vi arriva con la moto in modalità silenziosa come i cellulari,
poi salta come l'Uomo-Ragno per infiltrarsi. Quando non basta, fischietta e fa il vago.
Naturalmente lo scoprono dopo TRE secondi e gli sparano. Questa è la prima e l'UNICA volta in tutto il film in cui lo scudo di plexiglass viene usato per qualcosa. Ma allora come si libera dei tre (in tutto) guardiani che presidiano la base e lo inseguono?
Ci fa lo scherzone dell'olio.
Quelli si accappottano
e Cap ride felice, con quella sua aria da guagliuncello scherzoso, mentre grida "Specchio riflesso senza ritorno!".
Poi si fa condurre da uno scienziato al nascondiglio delle due ragazze, le libera e,
sempre minacciando il povero cristo in camice, cerca di farsi dire dove stia andando il capo-malamente con la sua bomba, ma lo scienziato muore. Probabilmente di sonno.
Ma grazie a un fax (no, davvero), Cap, la dottoressa e il Dr. Simon scoprono che la bomba sta per essere impiegata per rapinare un carico d'oro.
La bomba è a bordo di un camion, assieme al capo-malamente. Un criminale organizzato, con tanto di termos giostyle e bicchierini di plastica. Intanto, Steve e il dottore caricano la muturetta su un elicottero e intercettano il camion,
così Capitan America può lanciarsi all'inseguimento in sella al suo bolide di plastica dai colori aggressivi.
Raggiunto il TIR, Cap si aggrappa al cassone, mandando la moto a schiantarsi priva di controllo da qualche parte (CON LO SCUDO ANCORA AGGANCIATO AL CUPOLINO. E ciao).
Steve si arrampica, comunica educatamente la sua posizione al Dr. Simon, e attenzione al colpo di genio tattico:
piega uno dei tubi di scarico del camion, in modo che punti sulla presa d'aria del cassone. Dice: ma quello all'interno non l'ha sentito, quando Cap gridava nel suo walkie-talkie a trenta centimetri dalla grata due secondi prima? Su, non facciamo domande. È quasi finito.
Il sagace piano funziona: il capo-malamente si affumica come il salmone e fa fermare il camion.
E nel momento in cui i due sgherri vanno ad aprire il cassone, SBAM, Cap spalanca di colpo lo sportello e li spedisce tutti e due giù per la collina.
Ma c'è un problema: la bomba è collegata a un dispositivo d'emergenza che legge le pulsazioni del capo-malamente. Se quello schiatta, la bomba esplode.
E? E niente. Il Dr. Simon porta giù l'elicottero (naturalmente, quando si avvicina di corsa al camion, questo è fermo su una zona pianeggiante e la collinetta di prima è sparita) e arriva con un kit di pronto soccorso e una bombola d'ossigeno. Lo rianimano, ci fanno un controllino con lo stetoscopio (giuri), tuttappò, cerchi solo di mangiare senza sale ed evitare gli insaccati.
Il tempo di recuperare scudo e motoretta gettati in mezzo alla strada, e Cap è pronto per una nuova avventura. Con il costume nuovo completo di mascherina azzurra sotto al casco, per "somigliare di più a suo padre".
Numero di nemici colpiti da Capitan America in questo film con lo scudo: 0. Numero di nemici colpiti a mani nude: 0. Numero di volte in cui Cap ha lanciato lo scudo: 0. Numero di volte in cui il Dr. Simon ha lanciato lo scudo per fargli vedere come si fa, ma poteva anche risparmiarsi la fatica: 1.

Continua nel prossimo post con Captain America 2: Death to Soon. Un film incredibilmente ANCORA PIÙ PEZZENTE di questo.


Paura, eh?

92 commenti:

  1. No niente, é che vorrei fare un commento sagace e ironico.
    Ma a una cosa così pezzente cosa gli puoi dire di più?

    RispondiElimina
  2. Io quando guardo stè cose, penso che tutto sommato noi siamo stati una generazione fortunata, perfino con Fantastic Four & Silver Surfer..........


    Ok, forse non così fortunati, ma rispetto a chi, aspettando un film di Cap, doveva sorbirsi questo....

    RispondiElimina
  3. LOL! Nella scena in cui consegna il costume, il dr. Simon sembra il fratello di Mino Reitano!
    Pensavo che lo Spidey anni '70 fosse il peggio del peggio, ma questo Cap lo batte alla grande!

    RispondiElimina
  4. è assurdo vedere come un film così trash abbia degli spunti niente male:
    -il siero "intelligente".
    -lo scudo trasparente, figlio degli scudi antisommossa dell'epoca e padre low-tech dello scudo ad energia del cap cartaceo.
    -un casco. meno ingenuo di una mascherina, ma più lolloso di un elmetto.
    Comunque grazie per le risate mattutine ^^

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Lo scudo trasparente era in realtà una versione ante-litterem dello scudo fotonico del Cap Fumetto

      Elimina
  5. Resta comunque un attore più espressivo di Chris Evans. "Ba Dum Tss!"

    RispondiElimina
  6. Dopo aver letto questo: "Risultato, finisce giù per un altro burrone, dove trova ad aspettarlo Pegasus"...ho dovuto chiudere la pagina perché stavo per morire dalle risate!!! Non so se riuscirò a riprendere la lettura...Doc, tu sei un genio!!!

    RispondiElimina
  7. Si noti la citazione di questo film ripresa poi da Go Nagai in tutte le puntate di Jeeg Robot d'Acciaio ovvero "la moto abbandonata a se stessa che si scatafascia da qualche parte".

    (Complimenti per lo stoicismo: il problema di questi film è che a volte gli sbadigli rischiano di battere pesantemente le risate).

    RispondiElimina
  8. Sembra una puntata di Supercar venuta male

    RispondiElimina
  9. ...teRibile (una eRe sola...). Ma il Dott. Simon è un omaggio a questo: http://en.wikipedia.org/wiki/Joe_Simon
    o a questo:
    https://www.google.it/search?q=Joe+Simon+Soul&client=firefox-a&hs=NFd&rls=org.mozilla:en-US:official&channel=sb&tbm=isch&imgil=8wW0-n1qOAQDkM%253A%253Bhttps%253A%252F%252Fencrypted-tbn0.gstatic.com%252Fimages%253Fq%253Dtbn%253AANd9GcQ_DB8kIoqLYzzzds-wwBQ831CTOAYNpQcQ5OEx8S8GxuVXbv_G%253B1000%253B1000%253BvsxHXJtlfaMeVM%253Bhttp%25253A%25252F%25252Facerecords.co.uk%25252Fsoul-for-the-dancefloor-1&source=iu&usg=__uIcryTSNiaC4w3sVoHUTb-YpZvE%3D&sa=X&ei=Zd9pU-yKGZPL0AXsroAg&ved=0CFIQ9QEwBQ#facrc=_&imgdii=_&imgrc=8wW0-n1qOAQDkM%253A%3BvsxHXJtlfaMeVM%3Bhttp%253A%252F%252Facerecords.co.uk%252Fimages%252FJoeSimonSoulForTheDa.jpg%3Bhttp%253A%252F%252Facerecords.co.uk%252Fsoul-for-the-dancefloor-1%3B1000%3B1000

    Considerata l'elevata qualità del tutto propendo per il secondo...

    RispondiElimina
  10. Incredibile. Non c'è altro da dire.

    RispondiElimina
  11. Scusate, forse, vista la lunghezza del riassunto, sono io ad essermi perso qualche frase importante....
    Non ho capito:
    - Per quale motivo i cattivi passano quasi tutto il film a fare attentati a lui? Specialmente all'inizio, quando, benché ex-militare, era semplicemente un artista girovago?
    - A parte la cosa strana del voler usare una bomba enorme per rubare un carico d'oro, perché i cattivi si interessano agli scienziati "amici" di cap e di suo padre?

    RispondiElimina
    Risposte
    1. I malamente aggidono l'amico di Steve (e poi gli rapiscono la figlia) perché coinvolto con il progetto della bomba. Perché cercano di eliminare il protagonista? Magari perché sanno che è il figlio del precedente Capitan America e che può ereditarne il siero e... lasciamo stare.

      Elimina
  12. C'è un gravissimo errore, Doc. La lettera sul casco è un Helvetica, non un Times New Roman! :P XD

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Che tristellezza (triste bellezza) non essere l'unico ad averlo notato! :)

      Elimina
  13. Boh, dalle immagini mi sembra mooooolto televisivo, grazie doc per tutti i buongiorni che mi regali!

    RispondiElimina
  14. Commuovente! Spettacolare! Pezzenterrimo! Signori, io credo che questo sia IL film di Captain America (soprattutto per il fatto che ci iniettano il siero a sua insaputa, molto patriottico). Grazie per questa perla Doc!

    RispondiElimina
  15. Certo a vederlo oggi sembra una porcata, ma bisogna anche vederlo in prospettiva, alla fine degli anni 70 se dicevi a qualcuno "conosci capitan America?" Sei su dieci ti rispondevano "chi quello di Easy Rider" e così i produttori hanno cercato di contaminare per tirare acqua al loro mulino da entrambe le parti.
    La seconda guerra mondiale viene eliminata è vero, ma noi sentiamo parlare di un padre di Steve che ha combattuto per l'america a conti fatti poteva essere un veterano della WWII che veniva chiamato capitan america, per cui un siero del super soldato funziona e via dicendo, quindi mi chiedo se nome completo del protagonista non fosse Steve Junior Rogers.
    Lo scudo in plexiglass era simbolico dell'epoca quando le materie plastiche stavano sostituendo la maggior parte degli oggetti comuni in metallo, inoltre gli scudi antisommossa erano proprio in materie plastiche.
    In definitiva non era troppo malvagio se si pensa a certe opere dell'epoca come "Morte agli agenti speciali", i film dell'uomo ragno senza supercriminali e Lou Ferrigno che era l'alter ego del girovago David Banner, si cercava di reinventare idee vecchie per renderle più attuali, e sinceramente rispetto a certe porcate nei "new 52" io non me la sento di criticare troppo i risultati anche se un quasi disastrosi.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Temo che pur con tutta la prospettiva del mondo, Enrico, fosse una porcata immane anche trentacinque anni fa. Capitan America era un personaggio noto al pubblico televisivo per la serie animata e per l'incredibile serie di mimmate l'ho trovato peggiore dei film TV di Hulk e della serie dell'Uomo-Ragno. Lì non ci sono nemici? Qui ci sono dei deficienti che Steve prende a manzi di bue e sportellate. Al di là della pezzenteria del tutto, giustificabile in termini di budget, la storia fa acqua da tutte le parti e le sequenze d'azione sono la fiera del LOL. Un film di Cap in cui Cap utilizza lo scudo solo per due secondi e poi lo butta letteralmente via? Seriously?
      Questo film ha comunque un pregio: riesce ad essere migliore del suo seguito. Ma per quello bastava anche un film dell'Ape Maia.

      Elimina
    2. A questo punto rivalutiamo anche Quattro carogne a malo passo del maestro Vito Colomba...
      sbagliargli anche le righe del costume, non fargli tirare manco un cartone in tutto un film ma proporre una mossa tipo allevatori veneti contro le quote latte con l' idrante di merda in mano... ce ne vuole di pezzentaggine congenita.
      Quanto alle " buone idee"... sono talmente in bilico tra la pezzentaggine e il rovistare tra i rifiuti che LOL

      .. e siamo in trepida attesa del seguito

      Elimina
  16. La pezzenteria non stanca mai <3

    RispondiElimina
  17. Basta, dopo questa recensione devo assolutamente vederlo. Non può mancare nella mia collezione di film oRendi...

    RispondiElimina
  18. Niente da ridire sul film. Però aveva il potenziale per diventare una discreta serie tv.

    RispondiElimina
  19. La faccia di Steve Rogers quando spruzza l'olio col tubo. Capitan Pierino.

    RispondiElimina
  20. Le idee stanno finendo
    Docmanhattan più non ne ha
    sempre i soliti articoli
    che noia questo blog qua..!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. È tornato! Ragazzi, tutti qui! È tornato il troll amico dei Righeira!
      Ma dove sei stato tutto questo tempo, carissimo?
      Mi stavo preoccupando. Mi chiedevo proprio l'altra sera: "Ma quel povero disperato che ripete da TRE ANNI la filastrocca dei Righeira sulle idee finite, quell'ossimoro vivente che non sa di esserlo, che fine avrà mai fatto?"

      Grazie, amico mio. Grazie. È bellissimo sapere che dopo tre anni sei ancora lì a farti esplodere il fegato. Sempre così, eh, mi raccomando. E torna a trovarci più spesso, ché ci divertiamo un mondo (a ridere di te). Non cambiare mai! In gamba!

      Elimina
    2. Doc sicuro che un amico dei Righeira sappia il significato della parola "ossimoro"? No, perchè vista la profondità di certe rime....

      Elimina
    3. No, Rhaxs, ma non mi demotivare il ragazzo. Sono tre anni che cerca di perfezionare la poesia in rima alternata storpia. Entro il duemilaecredici magari riesce ad aggiustare quel terzo verso che non fa rima. Forza Righeiro! Facci sognare!

      Elimina
    4. E che uso della metrica! Che poeta!

      Elimina
    5. beh, se ci fosse la rima sarebbe meno rispettosa dell'originale. E' sulla metrica che secondo me dovrebbe lavorare un attimo

      Elimina
    6. cavolo, Davide mi ha preceduto di un attimo

      Elimina
    7. Righeiro! Righeiro! Righeiro!

      Elimina
    8. Uhelà, abbiamo anche il poeta caghella, che circo che abbiamo messo su

      Elimina
    9. http://i40.tinypic.com/mmvts7.gif

      direi che questa striscia immortale di Totaro rende giustizia al nostro (anche no) poeta maledetto.

      Elimina
    10. il post mi ha fatto ribaltare ma la ridicolezzitudine di questo "Vate" mi ha spaccato in 2 s
      dal ridere:')

      Elimina
    11. Bisogna ritarare il filtro anti-spam, impostandolo a livello 'righeiro', che sta subito dopo 'stordimento' (questa è sottile)

      Elimina
    12. Doc. ci consola il fatto che anche i trolloni del blog son...tentano di essere artisti! :)

      Elimina
    13. I troll secondo me non andrebbero cancellati , a perenne memento della loro innata idiozia.
      A mio avviso questo post è uno dei megliopeggiori ( = migliori post sui peggiori argomenti) degli ultimi mesi, cioè manco il morandini ricorda questa fetecchia del video , ci vuole veramente del fegato per raccattarlo e recensirlo .

      Elimina
    14. 3 anni per partorire 'sta fetecchia di metrica musicale? Tse! Righeiro, "m'hai provogato e io te dishtruggo"... beccate 'sto controcanto (e in soli 30 minuti, mica 3 anni):

      Righeiro sta scadendo
      le rime non sa fa
      sempre la stessa roba
      che ridere ci fa
      -
      Arranca nel trollare
      ormai non j'a fa più
      è il solito rituale
      con rime di puppù
      -
      Qua, eccomi qua
      l'occhio del paragone
      e i cooli brucerò
      quando trollo qua
      ba-ba-bannami
      sono l'imperterrito
      "robotabaccà"
      --
      Ormai anche i gabbiani
      ne ridono in città
      il "Vate de 'sto water"
      le rime non sa fa
      -
      3 anni son passati
      l'arringa è questa qua
      più che "Solone" è un sòla
      la metrica non va
      -
      Qua, eccomi qua
      l'occhio del paragone
      e i cooli brucerò
      quando trollo qua
      ba-ba-bannami
      sono l'imperterrito
      "robotabaccà"
      --
      Righeiro sta scadendo
      la metrica non va
      son solo canzonette
      e senza qualità
      -
      La solita "poesia"
      dal gusto un po' retrò
      poeta maledetto
      fa rime di popò
      -
      Righeiro sta scadendo
      3 anni se ne van
      il "Vate de 'sto water"
      le rime non sa fa
      -
      Righeiro sta scadendo...
      Righeiro sta scadendo...
      Righeiro sta scadendo...
      (ad libitum)

      PS: direi però, a difesa di Righeiro, che questa canzonetta sia "in tinta" con la qualità del film. Potrebbe esserne la soundtrack e non sfigurare affatto :-D

      Elimina
  21. Si, in effetti ho paura... NON voglio leggere il post sul secondo film...

    RispondiElimina
  22. Ero così WTFizzato (o scompisciato dai commenti) che per la prima volta non mi sono accorto che ero arrivato alla mia fermata della metro :-)))

    RispondiElimina
  23. Scusate la domanda, ma perché i cattivi iniziano a rompere le scatole a Steve??!
    A me 'sta roba ha ricordato la telenovela piemontese "Sogni d'amore" scoperta da "Mai dire tv" qualche tempo fa... L'attore che fa Steve sembra preso da là per capacità recitative.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Vedi la risposta a Gig (commento 11, se usi Chrome o Safari e vedi i commenti numerati).

      Elimina
    2. Ok, me l'ero perso. :-)

      Elimina
  24. Doc, sull'olio scivolone di Dick Dastardly hai vinto tutto l'umanamente vincibile...

    RispondiElimina
  25. già dalle righe 'giuste' sul costume e dalle alette istoriate sul casco si vede che nel secondo film il budget è lievitato. Attendo con ansia il riassuntone

    RispondiElimina
  26. Come tu mi insegni ci sono cose bruttissime bellissime. Questo film è bruttissimo bruttissimo e basta.

    RispondiElimina
  27. Ora, dopo aver rivisto Rolleball, per perfezionare le mie competenze sportive, deve rivedere anche questo per perfezionare il mio costume da super eroe ganassa anni 70 . E, comunque, l'olio scivolone resta la'rama finale :-) .

    RispondiElimina
  28. Sui pulsanti della muturetta avevo letto ROCKET PUNCH e non ROCKET LAUNCH

    RispondiElimina
  29. Non ricordo se avevi anche parlato dell'Uomo Ragno pezzente che lanciava fili di cotone in luogo delle ragnatele. Pure quello s'è preso la trilogia, eh, che oggi fa figo farla coi blockbuster ma si dimenticano i precursori.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. L'Uomo Ragno che dai polsi sparava delle GOMENE DA GALEONE dal diametro di 5 cm... :D e che più o meno aveva le stesse doti recitative del Cap di questo post...

      Elimina
  30. Non mi prendete per "omo" se vi faccio notare l'imbottitura nelle mutande, messa male, tra l'altro.

    RispondiElimina
  31. Questo "Cap" mi ricorda il tiratore scelto Philip Stronzo...

    RispondiElimina
  32. e questo doc?
    http://www.youtube.com/watch?v=Q7GtCsXn1yE

    RispondiElimina
    Risposte
    1. È il Cap degli anni 40, un serial per il cinematografò del '44. Viene menzionato a inizio post :)

      Elimina
  33. All'inizio ho pensato che il Capitan America è lo stesso che ha recensito Nostalgia Critic: https://www.youtube.com/watch?v=rRS0jw0KEL8

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Quello è il Cap del film del 1990, con le sue meravigliose orecchie di gomma. C'è un riassuntone anche di quello (linkato a inizio post) :D

      Elimina
    2. sì infatti pensa che me ne sono accorta dopo XDDD
      (*mi vado a nascondere*) :D

      Elimina
    3. In compenso ne parla approfonditamente SpoonyOne su The Spoony Experiment. Un vero patito di Reb Brown, è grazie a lui se conoscevo già questa perla.

      Elimina
  34. E siccome ti è arrivato giusto ieri dall'Amazzonia il triplo DVD contenente questi due capolavorì e quella roba del '90 con le orecchie di Frengo
    No, cioè, fermi un attimo... l'hai comprato?!? Nel senso di pagato?!? :O

    xD

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Yepa. Il cofanetto l'ho piazzato tra i DVD comici. Tra Il secondo tragico Fantozzi e Vieni avanti cretino.

      Vieni avanti tragico Capitan America cretino.

      Elimina
    2. Sicuro che non lo dovevi mettere vicino ai film di Kubrick.

      Grazie per aver immolato del denaro dietro questa cag...ta orribile e averci fatto ridere. Spero solo che la tua signora fosse altrove qunado lo stavi guardando.

      Elimina
    3. Cosa può costare un' obbrobrio del genere?? 1 euro al kilo? :S

      Elimina
    4. Doc, consiglio cestone dei divuddì a 1 euro all'Auchan e similari. Tali cestoni poppano ogni tanto e a cercar bene celano delle perle del trash niente male!

      Elimina
  35. Io sono scoppiato a ridere appena visto la figura dell'anteprima del post, cioè, non ho neanche letto il titolo. Ho riso al lavoro come uno scemo, rischiando i coppini dai colleghi. Volevo inoltre aggiungere che Steave in spiaggia con gli shortini bianchi sembra pronto per girare il film dal vivo di Kentozzi, dove interpreterà il protagonista...

    RispondiElimina
  36. Post sganascioso, ma forse l'aria "sobria" da serie Z anni 70 me lo fa immaginare comunque meno squallido del film del '90.
    "Vedremo" il sequel.

    Red Brown era nel cast di "Un mercoledì da leoni". Una particina, ma pur sempre una particina in uno dei film più belli della storia del cinema.

    RispondiElimina
  37. la prima volta che ho incontrato Rockford c'era aria di tempesta.... niè, mi sono ribaltato sulla sedia...

    RispondiElimina
  38. a quando il post sul pilot del telefilm della jla?
    merita assai

    RispondiElimina
  39. Il film di Cap degli anni 90 l'ho visto ma questo proprio non celapossofarcela...
    Piuttosto ho trovato su Tutubo il film degli FQ di Corman, devo ancora vederlo ma ad una prima occhiata nella sua pezzenteria forse si salva. Probabilmente e' il piu' guardabile dei film Marvel pre-Blade. E almeno la Torcia umana non e' diversamente bianca...

    RispondiElimina
  40. Ah, ah,XD Peraltro il Cap con le orecchie di gomma, piace al FruscianteXD Dice che è meglio di molti Cinecomics moderni!

    RispondiElimina
  41. Ho sentito bene? Il secondo è ancora peggio? Ahah non vedo l'ora!

    RispondiElimina
  42. Death to Soon nel senso di morto di sonno?

    RispondiElimina
  43. Qua ci vuole "Capitan America Spiegato a Mia Nonna"!
    Daje Doc!

    RispondiElimina
  44. la pezzenteria scorre potente in questo film, ma continuo a trovare il reboot si spiderman ancor più pezzente, almeno questo ha la scusa del budget scrauso

    RispondiElimina
  45. Beh, il costume alla fine è quello dai.
    Non vedo l'ora, però, che si arrivi al terzo capitolo di questi film tv. Captain America: Alex l'ariete.

    RispondiElimina
  46. Questi film sono in grado di rovinarti la giornata anche da soli!
    Quello del 1990 l'ho visto in trailer una volta, e ho avuto paura.
    Ci sono inciampato per sbaglio, lo giuro.
    E a dire la verità non ho visto neanche quello del '11, del nuovo filone marvelliano, paura anche per quello.
    Mi chiedo se per un italiano, uno qualsiasi, sia veramente possibile apprezzare Capitan America.
    E' l'idea alla base del personaggio che è sbagliata, forse adeguata per la golden age del fumetto, prima della "scoperta" dei multiversi sia lato Marvel che lato DC, con la Crisi Delle Terre Infinite.
    Nella nuova continuity, persino Suppaman ha rinunciato alla sua cittadinanza americana, tanto per dare una frecciatina al Cap come per dire "quanto sei anacronista, vatti a nascondere, sfogati su Ciclope se ti fa sentire meglio!"
    [ CRITICONE APPROSSIMATIVO della DOMENICA MODE: OFF ]

    RispondiElimina
    Risposte
    1. In realtà io lo apprezzo, specie nella versione Ultimates, lo trovo un personaggio scritto molto bene, che oltre all'icona americana -dimensione molto controversa nell'universo ultimate- ha un sacco di problematiche dovute al suo appartenere ad un'epoca diversa.
      Quindi è tutt'altro che un personaggio da Golden Age, anzi! :)

      Elimina
  47. Ma la parte più bella sono i calzoncini del Cap sulla spiaggia. Nella scena successiva, purtroppo tagliata, gli telefonava uno scout di 8 anni per dirgli che li voleva indietro.

    RispondiElimina
  48. E` talmente pezzente che fa il giro, si dice che sullo Zingarelli alla voce pezzente volessero metterci "cfr. Capitan America (1979)".

    RispondiElimina
  49. Centovetrine interpretato da Jerry Calà però non sarebbe niente male. Pensateci:

    "<nome del personaggio interpretato da Jerry Calà", io ti amo!"
    "Libidine!"

    RispondiElimina
  50. inutile dire che m'ha molto divertito la tua recensione. a questo punto ci vorrebbe una fusione de"l'internet" con la recensione dei film in cui in diretta streaming commentate i film pezzenti per poter apprezzare in tempo reale i commenti e le smorfie di dolore per la visione.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Qualcosa del genere esiste già... ti sei perso i fantastici episodi di "Supaidaman spiegato a mia nonna"? Rimedia subito qui:
      EP.1 http://www.youtube.com/watch?v=OTOVMyx434s
      EP.2 http://www.youtube.com/watch?v=ExOknm6aPcs

      Elimina
  51. Nonostante il target del prodotto fosse composto chiaramente da ultraquarantenni io, all'epoca 14enne influenzato dalla romanticissima pubblicità, comprai Rockford:una vera porcheria! Comunque,in questo capolavoro non mi è chiara una cosa:il padre del protagonista era il Capitan America del fumetto? Lo Steve Rogers volontario per l'esperimento e tutto il resto? O lo chiamavano Capitan America come sfottò? nel caso, chen razza di sfottò è?

    RispondiElimina
    Risposte
    1. ma io avevo capito che il babbo del qui presente Capitan America era il Cap del serial cinematografico

      Elimina
  52. Non ci sono pazzi...il Dott. Simon E' Mino Reitano !Pace all'anima sua !Dopo aver suonato con i Beatles (ma oro non lo sanno) ha dato anche a Capitan America il vestitino...che curriculum !

    RispondiElimina
  53. A me la "A" sembra in Arial o comunque in una font Sans-Serif

    RispondiElimina

I commenti anonimi vengono eliminati dai filtri antispam e, nel caso superino i filtri, irrisi ed eliminati uguale: non usateli.

Related Posts with Thumbnails