sabato 19 aprile 2014

108

Che tipo di cioccolato vi piace di più? (Saturday night sondaggismo)

Willy Wonka Gene Wilder
Il tipo di sondaggio perfetto per questi giorni in cui il consumo pro capite di robe a base di cacao sfiora la tonnellata. Il cioccolato. O la cioccolata, se preferite. Ok, ma quale? Fondente, al latte, con o senza nocciole, altro? Quale tipo vi piace di più? [...]

La malsana passione che hai nutrito per una vita per il cioccolato Kinder, con più latte burro e meno cacao, è andata scemando per una qualche ragione (probabilmente l'abuso di abuso) negli ultimi anni. Non lo diciamo troppo forte, ché hai un uovo di pasqua Kinder di là che ti aspetta insieme agli altri, ma è così. E per quanto ti piaccia ogni tanto assaggiare ardite soluzioni ipercaloriche come le tavolette Milka agli Oreo, vera p0rnografia per papille gustative, il tuo tipo di cioccolato preferito resta quello al latte normale. Solo che il cioccolato al latte dev'essere di ottima qualità, altrimenti ti fa schifo. E poi deve avere un certo spessore, altrimenti ti fa schifo uguale. Ragion per cui le uova di pasqua in genere non sono per te il massimo della vita. E quindi? Quindi diciamo le tavolette Lindt al latte, con o senza nocciole. Per quanto ti riguarda, la roba al cacao più buona del mondo.
Bene, praticanti la deboscia, è il vostro turno. Non è strettamente necessario che indichiate una marca, ma se volete siete liberi di farlo. L'importante è scrivere il vostro tipo di cioccolato preferito e, soprattutto, spiegare il perché. No commenti da telegrafisti sparagnini, no listoni giordano, no commenti anonimi - per i nuovi arrivati: loggatevi o usate commenta con nome/URL ma NON i commenti anonimi, che finiscono nel tritarifiuti. A chi sgarra cioccolata finta di cartone per il resto dei suoi giorni.  

108 commenti:

  1. Cioccolata fondente uber alles,ma non quella al 99,9 % di cacao che mi sembra di ingollare il cacao in polvere dal sacchetto,quella che posso chiamare cioccolata e non cacao pressato insomma.Seguono a ruota la crema Novi spalmabile(che alla Nutella fa ciao proprio),i cuneesi al rum e i cremini fondenti della Venchi,i cremini Fiat,la ritter al latte con le nocciole intere,e la Milka in varie sue incarnazioni!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Mi permetto un consigli, della Venchi prova il caviale di cioccolato: cioccolato fondente con sopra granella (in pratica dei sassolini di forma irregolare con diametro massimo di circa 2 mm) di cioccolato fondente, una figata.

      Elimina
    2. Questa Novi spalmabile l'ho già sentita consigliare altre volte, al posto della Nutella.
      Il fatto è che non mi ricordo mi sia mai capitato di vederla in un supermercato (la Nutella la trovi davvero ovunque... fra l'altro, ma la Nutella non fa le bi-gusto, come fanno invece le marche sconosciute? A me la crema spalmabile bianca piace ancor più di quella classica!). Per caso la Novi serve una catena di supermercati in particolare?
      Sarei curioso di provarla, ma non mi capita mai di vederla...

      Elimina
  2. Fondente, tra il 75 e l'85 per cento. Ho sempre amato il fondente anche durante l'infanzia quando qualche folle sosteneva che quello al latte fosse più sano. Molto buono aromatizzato all'arancia e al peperoncino ma sempre fondente. Buoni i Lindor fondenti e se vi piace il bounty provate i Lindor al cocco.

    PS: quanto vorrei un Bounty al fondente.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. русский спамер19 aprile 2014 09:28

      Esiste.
      Da anni.

      Elimina
    2. Lo sò! ma trovarlo è un altro conto.

      Elimina
    3. русский спамер19 aprile 2014 09:58

      Se non ricordo male non sono importati in Italia, MA...potresti comunque riuscire a trovarlo.
      Probabilmente sono pochi gli italiani che ci mettono piede, ma nelle citta' stano diventando sempre piu' comuni i negozi multietnici. Ecco, in quelli piu' piccoli in genere si trova il minimo sindacale, ma in quelli piu' grossi (ce n'e' uno a Gallarate su tre piani che e' uno spettacolo) si trova di tutto, tra cui anche i dolciumi che le varie case non importano direttamente. Qualche volta mi e' anche capitato di vederci dei Bounty rossi...

      Elimina
    4. Per arrivare fino a Galla devo attraversare tutta Milano, ma grazie per la segnalazione.

      Elimina
    5. русский спамер19 aprile 2014 10:06

      Figurati.
      Ma il senso, comunque, e' che se superi il blocco mentale che hanno in genere gli italiani e ti infili in quei negozi li', puoi trovare quello che cerchi. Ce ne sono una marea anche a Milano senza dover arrivare a Gallarate :-)

      Elimina
    6. Dark Bounty mi pare si chiami ... si è vero si trova poco ... ma risolve il problema del bounty classico : dolce su dolce.
      Personalmente cioccolata fondente dal 70 % in su lindt preferibilmente (anche lindor molto buona) anche 99% mi piace perchè è il sapore potente del vero cacao ... le robe al latte son surrogati via !

      Elimina
  3. Cambio gusti abbastanza facilmente, ma in questo periodo mi sta scimmiando parecchio il cioccolato al latte con uvetta e nocciole tritate che ho trovato qui in Norvegia, anche se per via della consistenza dell'uvetta mi fa strano masticarlo.

    RispondiElimina
  4. Anche io tra il 75 e l'85%. Il cioccolato al latte mi piace meno, perchè di solito è disgustosamente dolce. Per esempio il cioccolato kinder lo trovo così dolce da farmi bruciare la bocca mentre lo mangio. E sa di tutto meno che di cioccolato.

    RispondiElimina
  5. Tavolette lindor al caramello (scoperte di recente): sono abbastanza dolci da creare un piccolo buco nel palato però creano dipendenza.

    RispondiElimina
  6. Adoro quello equo e solidale, Mascao fondente.
    Anche se in effetti lo spessore è un po' bassino, però in giro ce ne sono anche di più sottili (tipo quelli che non saranno svizzeri ma un po' scozzesi si, e mettetene di più di quella cioccolata, giùvia)

    In mancanza di fondente la Mascao al latte con le nocciole intere è buonissima, ma non se sto bevendo un Rum.
    In quel caso solo ed esclusivamente fondente.

    Il cioccolato fondente, è per sempre.


    RispondiElimina
  7. semplicemente al latte con nocciole intere!!! nella mia infanzia mi arrivava in regalo la stecca da mezzo chilo della nestlè originale svizzero....... non sono più riuscito a trovarlo!!!

    RispondiElimina
  8. Sempre piaciuto il cioccolato al latte, ma le praline ripiene di lampone (in qualsivoglia forma) sono la morte sua: il dolce asprigno del lampone di manda la salivazione a mille e il cioccolato diventa burro sulla lingua :3

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Boneeee! Dove le compri? Io non ne trovo mai... da Eataly ce ne sono ma sono minuscole e costano un occhio per la quantità. Avevano anche quelle ripiene alla violetta (spettacolo!) ma anche lì il costo è una mazzata.

      Elimina
  9. Mi piace il cioccolato di Modica, versione al peperoncino. Sapore simile al normale fondente, ma molto dolce e croccante.

    In alternativa, devo confessare il classico "guilty pleasure": le barrette Snickers! Ne mangerei a manciate!

    RispondiElimina
  10. per anni anche io sono stato "drogato" di kinder e lindtt, cioccolata industriale di facile reperibilità.

    ma da quando lavoro in centro a Genova, ho scoperto alcuni negozi artigianali e, se non fosse per il prezzo, sarei convertito senza remore.

    Ho assaggiato un cioccolato fondente di "Torielli" che mi ha fatto rivedere tutte le mie convinzioni passate sulla mia fede "al latte".

    Per tacere degli esperimenti più arditi che ho provato da "Viganotti".

    Ma quando le tasche languono, purtroppo il ripiego è obbligatorio.

    In quel caso niente kinder, ormai sembra di mettere in bocca zollette di zucchero, niente nutella (mai sopportata, manco da bambino) e niente lindor (sono anche rossi come le ciliegie e sappiamo tutti che le ciliegie seguono la legge dell' "uno tira l'altro").

    Trovo però particolarmente gradevole le tavolette NOVI da 200 gr.
    Il cioccolato non è sottile e il sapore è molto piacevole

    Menzione speciale per le tavolette "Baci Perugina", che mi hanno colpito per caso, quando non trovavo i Novi ^^

    RispondiElimina
  11. Lindt e Kinder, con menzione d'onore per i quadrati della Ritter in tutte le loro strane combinazioni.

    RispondiElimina
  12. Fondente con nocciole intere, possibilmente in formato Toblerone. C'è bisogno di aggiungere altro? :P

    RispondiElimina
  13. Fondente, fondente, fondente. Al 70% minimo, ma il mio preferito è quello all'85%. Non ho una marca preferita, anche perché -sarò un eretico probabilmente- i dolci non mi fanno impazzire, anzi....ho sempre preferito il salato al dolce. Probabilmente per questo allo stucchevole cioccolato al latte ho sempre preferito il fondente nelle sue declinazioni più amare!

    RispondiElimina
  14. Ritter Sport. Rigorosamente al Latte. Il perchè? Perchè come dice Doc, il vero cioccolato è quello vero (il chè non implica che uno debba andare a masticare semi di cacao amari direttamente dalla pianta)

    RispondiElimina
  15. La non-cioccolata, ovvero quella bianca, senza niente di aggiunto, mi piace il sapore più "morbido" del normale cioccolato.
    A seconda dei momenti anche il cioccolato fondente, 70/80%

    RispondiElimina
  16. Il cioccolato assaggiato in Belgio, nello specifico i cioccolatini Leonidas Una delle cose più buone gustate nella mia vita, un cibo degli dei: avevo fatto scorta per sei mesi, peccato si fosse squagliato in gran parte nella valigia. Questo finché non sono diventato intollerante...sigh!!! Almeno posso dire di essere stato in Svizzera, Baviera e Belgio prima che succedesse...

    RispondiElimina
  17. Io da quando ho memoria non ho nessuna preferenza l'importante che sia roba marrone ma dolce (perchè di marrone si sa c'è tanto altro...).

    Crescendo devo dire che l'onnivora famelica voglia di cioccolota si è stabilizzata su quelle barrette di cioccolata che chi ha parenti in Svizzera conosce bene: quei quadrettoni alti un cm e nocciolosi. Il gusto combinato di cioccolato e nocciole mi manda all'orgasmo gustativo.
    Il cioccolato però cacao 100%, perchè al diminuire del della percentuale diminuisce il gusto.
    OT ovopasquale
    Flashback due settimane fa: io e mio figlio di tre anni al centro commerciale. "Angelo guarda le uova di cioccolato di Spiderman e Batman quale vuoi? "Batlan!!" "Bravissimo, papà allora prende Spiderman"; madre guarda sorridente e rassegnata i due bambini di casa!!!

    RispondiElimina
  18. Anche per me vale il discorso di Massy, mangio tutto, non ho mai avuto preferenza di marca o qualità, basta che sia cioccolata.

    RispondiElimina
  19. Cioccolato fondente tra il 70% e 80% di cacao, per capirci le tavolette della lindt sono una meraviglia, ma si trova roba ancora migliore. So che è un'pò fuori mano per te DOC, ma ad Aosta, nel corso principale, c'è un cioccolataio che crea degli utensili di cioccolato che sembrano veri, mio padre non è riuscito a mangiare la chiave inglese da quanto era meravigliosa. Ovviamente il cioccolato era di altissima qualità, ma che te lo dico a fare

    RispondiElimina
  20. Di creme spalmabili piu' buone della Nutella cw ne sono diverse: io vado pazzo x quella prodotta dalla Rigoni (dall'altipiano di Asiago!).
    Cioccolato al latte solo Lindt e doppio.latte... mente una novita' molto gradita sono le barrette della Loacker :-D

    RispondiElimina
  21. il doppio blocchettone fondente della Zaini...me lo portavo sulle piste da sci per darmi energia

    RispondiElimina
  22. Da anni ormai consumo quantità industriali di Kinder Maxi, davanti alla tivvì mentre guardo un film o una serie. Per mio gusto personale il giusto dosaggio di cioccolato e latte, di conseguenza il Kinder Gran Sorpresa di Pasqua e quest'anno la sorpresa è pure un pupazzetto degli Avengers....Win!! Poi naturalmente viene il Milka misto Oreo ma quello è nettare degli dei!

    RispondiElimina
  23. Per il chimicone show, direi il kinder col riso soffiato.
    Per fare il fico con le sbarbine, senza ombra di dubbio, i cioccolatini lindt a pallina, rossi o blu, con dentro il ripienone che, ehm, sì, è uno stra chimicone pure quello.

    RispondiElimina
  24. русский спамер19 aprile 2014 10:04

    Io sento di dover fare una doverosa differenza tra quello che mi piace di piu' e quello che invece mi crea dipendenza.
    Tradotto: non c'e' un cioccolato che mi piace di piu', mangio di tutto, dal non-cioccolato al latte marchio infimo al fondente extra da 30 euro al chilo. Pero'...se mi dai cioccolato con menta e' probabile che dopo avemelo visto ingoiare confezione e tutto (e se non stai attento anche la tua mano e parte del braccio), ululando, tu fugga via terrorizzato.

    Chiaramente non compro mai cioccolato con la menta, altrimenti non ne esco piu' :-D

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Sulla menta sono d'accordo anche io :D

      Elimina
    2. Oddio, mi trovi nettamente in disaccordo. Preferirei mangiare la confezione degli after eight piuttosto che il contenuto. Secondo me menta e cacao non sono fatti l´uno per l´altro, ma come dice l´adagio "non tutti i gusti sono alla menta" (e cioccolato aggiungerei)
      :)

      Elimina
    3. Mi accodo alla schiera dei mentofili, (cavaliere sport, 4 quadrati per 4) il sapore è rinfrescante, e poi da l'impressione di non mangiare solo cioccolato, generando quindi meno sensi di colpa.

      Elimina
    4. Ancora ancora quello all'arancia (massimo DUE, poi stomaca anche quello), ma l'After Eight alla menta mi ha sempre dato l'impressione di mangiare dentifricio.

      Per me solo cioccolato "serio" grazie, svizzero o belga o italiano.
      Gli inglesi il cibo non sanno nemmeno cosa sia (come Obelix ben sa) :p

      Elimina
    5. русский спамер19 aprile 2014 16:32

      Esattamente, quando avrei parlato di After Eight?

      E cmq...Jack, ok che i gusti sono gusti, ma menta e cioccolato e' uno di quei sapori che sono classici, assodati ed indiscussi da secoli, eh.

      Elimina
    6. Ho citato gli after eight come esempio piú lampante di connubio tra menta e cioccolata. Poi classico fin che vuoi, ma a me personalmente non m´é proprio mai piaciuto. Pensa che al mondo c´é chi non gradisce i candtiti e l´uvetta nel panettone (che invece adoro)! E pure quelli sono assodati e indiscussi :)

      Elimina
  25. Con il sopraggiungimento dell'età adulta si è fatta prepotentemente al primo posto la preferenza per il cioccolato fondente di qualità. Tavolette sottili da cui stacco saltuariamente dei piccoli pezzettini che lascio scioglere lentamente sulla lingua. Un piccolo pezzettino ogni tanto. Il fondente ha anche il pregio di non piacere a tutti, permettendo quindi alla tavoletta di durare a lungo e evitandomi la brutta sorpresa di averne voglia per poi trovare solo l'incarto vuoto nella credenza.

    RispondiElimina
  26. Farei prima a dire l'unico che mi piace MENO degli altri: il fondente.
    Per il resto: latte, kinder, bianco... scelta difficile Doc.
    Ma sul podio ce ne sono 3 ben precisi, e scartando quei due che dopo un paio di morsi la glicemia ti schizza a 200 (cioè Bianco con Nocciole, e Tavoletta Lindt al Caramello....sbav), al primo posto rimane:
    Tavoletta spessa al Latte con granella di nocciole (non nocciole intere!).

    RispondiElimina
  27. Cioccolata Kinder. Sempre.
    Perché ogni morso è una giuoia.

    RispondiElimina
  28. Fondente tra il 70 e l'85%, di più si perde il gusto e rimane solo l'impressione di un mappazzone amaro. Lindt, Venchi e ultimamente anche Perugina sanno il fatto loro, ma per lo sfizio da supermercato il Novi al 72% fa egregiamente il suo lavoro.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Mi accodo alla fascia 70-85% e anche al mappazzone amaro dell'oltre. Curiosamente subito dopo quello che preferisco è quello bianco, non ho mai avuto particolari problemi con il troppo dolce (che di norma dopo un po' è stomachevole) mentre solo terzo quello al latte, buono ma "canonico".

      Eventuali personalizzazioni con biscotti, nocciole o altro sono gradite ma non necessarie.

      Elimina
  29. a me è successo che con l'età adulta, si è stravolto il mio gusto personale: ovvero da bambina andavo matta per il cioccolato della Nestlè, quello con inciso le figure di Topolino, era un normalissimo cioccolato al latte. Ora se provo a mangiarlo mi nausea subito, ma non riesco a trovarne un altro che riesca a suscitare lo stesso tipo di sensazione, ormai mitizzata. Cmq mi consolo con le tavolette Novi al latte :)

    RispondiElimina
  30. BIANCO!!!
    Tutta la vita cioccolato bianco :)

    RispondiElimina
  31. Bella domanda! Io vado matto per il cioccolato con le nocciole, possibilmente intere, sia al latte che fondente. E pure quello bianco con nocciole, vedi Ritter Sport. Ma forse quello che mi piace di più in assoluto è quello gianduia con le nocciole intere della Novi..una bella tavoletta gigante, buona anche come strumento di autodifesa..peccato che dura un niente nella mie mani :)
    Comunque è davvero difficile fare una scelta, di cioccolato ne ho assaggiato di ogni tipo e marca, fondente, extrafondente, latte, bianco, gianduia, con nocciole, con mandorle, con pistacchi (santodioo),al peperoncino, con le ciliegie, con la menta, con le amarene, con le creme + strane al loro interno, ai liquori..insomma datemi del cioccolato! Ora!

    RispondiElimina
  32. a me intanto non piace il cioccolato kinder. sarò strana!
    mi piacciono tutti i tipi di praline, specie quelle scatole con tutti i gusti che non sai mai quello che ti capita (vedi forrest gump)
    mi piace la fondenta marca domori, che ne mangi un mm quadrato e ti senti il gusto in bocca per ore
    mi piace il cioccolato della novi e anche quello della coop che costa poco ed è buonissimo
    ma il migliore di tutti è quello della venchi, qualunque tipo forma o colore

    RispondiElimina
  33. Cioccolato fondente (senza preferenze di marca) tra il 70 e l'85%. Di piu' non mi piace molto perche' e' troppo amaro, anche se e' comunque preferibile al cioccolato al latte che invece non titilla le mie papille gustative perche' e' troppo dolce.

    RispondiElimina
  34. Lindor al latte, quello classico incartato rosso, in praline, tavolette o anche in forma di uovo di pasqua.

    RispondiElimina
  35. Stravedo per quello Kinder. Ha non so che di assuefante.

    RispondiElimina
  36. Interessante sapere che la passione per il non cioccolato kinder magari passa....perchè al momento quello insieme al non cioccolato galak sono le uniche forme di cioccolato che mangio. Assieme al milka con gli oreo....ma solo perchè mi ricorda il non cioccolato kinder.

    RispondiElimina
  37. milka con riso soffiato *___* e poi una goduria che mia sorella mi ha portato dall'irlanda: cioccolatini ripieni di una lussuriosissima crema al bayles. :Q_____

    RispondiElimina
  38. Paolo Pugliese19 aprile 2014 11:27

    Nero Extrafondente, amaro.
    Gli altri tipi di cioccolato per me semplicemente non esistono.

    RispondiElimina
  39. Cioccolato bianco. Qualsiasi intruglio industriale va bene, non ho preferenze.

    RispondiElimina
  40. Il cicoccolato mi piace tutto, ma in particolare il fondente, quello con nocciole intere e il mitico gianduia (non si capisce che sono di Torino eh), per quanto riguarda le marche "Baratti e Milano" e "Guido Gobino" dominano e stravincono su tutte!

    RispondiElimina
  41. Amore profondo per la Nero Perugina. Ma se mi chiedono di tirare fuori un nome, dico quella fondente al 70% con i semi di cacao. Meravigliose anche quelle con arancia e peperoncino o un qualsiasi superalcolico. E per me più è sottile e meglio è, e alla Nero sono maestri nel fare quelle sfogliette che di profilo sono praticamente invisibili. Il cioccolato al latte può morire squagliato, quello bianco si salva in alcune varianti.

    RispondiElimina
  42. Equo e solidale possibilmente con le favette di cacao, e poi il cioccolato di Modica aromatizzato all'arancia, cannella o peperoncino!

    RispondiElimina
  43. Cioccolatini Lindor fondenti, accompagnati da un cucchiaino pieno di Nutella. Perché non saprei dire.

    RispondiElimina
  44. Da un paio d'anni seguo il blog, ma é la prima volta che commento. Per pigrizia, per ignavia o per spirito di osservazione, scegliete voi. Questa volta la questione è troppo importante per essere sopra le parti.

    Mi trovo nella stessa situazione del Doc per quanto riguarda il cioccolato Kinder e le cioccolate Übercaloriche.
    Non posso schierarmi dalla parte degli amanti del fondente, non potendolo io mangiare.
    Per la stessa ragione per cui non posso mangiare/annusare/toccare/guardare cioccolato fondente non posso esagerare con la cioccolata in generale, anche se per generare in me starnuti a ripetizione con quella al latte ci vogliono dosaggi che di solito superano quelli della nausea.

    In conclusione, una cioccolata che amo e che non ha mai scatenato in me reazioni allergiche (che oltre ai ripetuti starnuti comprendono prurito ed irresistibile scioglievolezza delle secrezioni anali) é quella all'Ovomaltina, che ha per contro il solo fatto che costi mediamente il triplo delle altre cioccolate.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Oh finalmente un confratello del cioccolato al latte! Ovomaltina che delizia. Anche se ha perso quel che di Ovo (nella versione cacao solubile intendo).

      Elimina
  45. Cioccolato al latte o bianco con ripieno alle fragole uber alles! Poco sano ma tanto godurioso. Adoro le cose dolcissime quindi in alternativa il cioccolato al latte di nome e fondente solo per disperazione. Spero ancora di ritrovare la barretta al latte con ciliegie essiccate e i biscottini dentro che mi portarono dall'Inghilterra. Se qualcuno avesse rintracciato mai una cosa simile, le segnalazioni sono graditissime!

    RispondiElimina
  46. Il fondente alle nocciole Ritter Sport.

    RispondiElimina
  47. Per una vita sono stato un estimatore del cioccolato fondente. Negli ultimi tempi però, sarà stato il suo uso coatto, mi è finita per darmi a noia e darmi bruciori di stommico anche solo a guardarla. Attualmente provo forte simpatia per la cioccolata bianca, però non modello Galak (che crea conati di vomito al secondo mezzo morso) e nemmeno Lindt che ha quegli aromi strani che boh, ma Milka che trovo proprio bbbbbuona.

    RispondiElimina
  48. Fondente, anche purissimo. Apprezzati arancia e nocciole. Al latte può essere sopportabile solo se molto buono, ma comunque mi stucca.

    Poi posso mangiare di tutto un po' perché tendo a episodi compulsivi, ma in mancanza di essi, è così.

    RispondiElimina
  49. Amo la fondente tra il 75-85%
    Da piccolo impazzivo per la Kinder, poi presumo che anch'io sia andato in overdose con il passare con gli anni. Quindi lo prendo solo a piccole quantità.
    Comunque per sicurezza non lasciatemi mai all'interno di un negozio Lindt con un credito illimitato, potrei fare follie... (^_^)

    RispondiElimina
  50. Mmm...il cioccolato che preferisco?La sfida si è tra due tipi di barrette,due di quelle cose laide che si trovano al discount e che probabilmente mi pentirò di aver mangiato tra qualche hanno,ma che creano una dipendenza preoccupante:barrette al cioccolato bianco con smarties e cioccolato al latte con pezzettini di caramello.Per quanto entrambi abbiano un tasso di zuccheri e chimicume preoccupante,una volta che li assaggi non smetteresti più di mangiarli.Comunque credo che propendo per i primi,bianco con smarties,per il piacevole stimolo visivo che quelle palline colorate ti creano.

    RispondiElimina
  51. Fondente (tutto)
    Fondente rum e uvetta
    Gianduia
    Qualsiasi cioccolato con le nocciole
    Cioccolatini ripieni, tutti (con predilezione per l'alcol)

    RispondiElimina
  52. Il fondente tra il 70 e il 90% è quello che preferisco, ma non disdegno quello al latte di buona qualità (le uova di pasqua di solito sono pessime).
    Il massimo del peccato è la cioccolata calda fatta in casa (ciobar vade retro!) che faccio con le barrette che ho sottomano: fondente, al latte, bianca... magari con un goccio di olio di peperoncino... meglio che non ci penso :D

    P.S.: per chi volesse provare il fondente al 99% consiglio di gustarne un quadratino assieme ad un buon caffé. E' uno spettacolo :D

    RispondiElimina
  53. Ciccolato fondente con almeno 72% di cacao, facendo attenzione che il suddetto cacao sia il primo ingrediente della lista sulla confezione.
    Già, perchè se il primo è lo zucchero vuol dire che la cioccolata è "tagliata male".
    Motivazione? Benzina per il cervello più salutare.

    RispondiElimina
  54. Mi associo al team Fondente 70-85%...volendo fare un nome Lindt Excellence Ecuador 75%..perfetta combinazione di amarezza e aroma "esotico"..xché se non è buono che piacere è!

    RispondiElimina
  55. Il mio preferito è il cioccolato fondente, il vero cioccolato, per veri uomini! Apprezzo anche quello a latte e anche con le nocciole anche se non mi fanno impazzire. Se è troppo amaro o è a qualche gusto strano, no.

    RispondiElimina
  56. Al latte con le nocciole intere.
    Non c´é bisogno di motivare perché. È semplicemente la cosa piú orgasmica dopo vincere un´orgia gratis con tutta la scuderia della VlVlD entertainment ad una ipotetica p0rno-lotteria.

    RispondiElimina
  57. Gianduia e dolci a base di gianduia tipo cremini.
    oltre che al latte solo se di ottima fattura.

    il fondente in tutte le gradazioni di cacao non l'ho mai sopportato...

    RispondiElimina
  58. Kinder, anche a me di là mi aspetta il mio uovo di pasqua Kinder :D

    RispondiElimina
  59. Di solito il mio preferito è quello fondente dal 70% in su, ma apprezzo pure il cioccolato Modicano in tutte le sue varianti tranne quella al peperoncino. Talvolta attraverso periodi in cui ho voglia di cioccolato bianco o di cioccolatini ripieni di creme varie. Quotidianamente mangio un quadratino di fondente 99% a merenda, come sostituto del caffè per tirare avanti fino a sera. ^__^

    RispondiElimina
  60. Cioccolato al latte. Assolutamente!
    Quell'abbraccio caldo che ti avvolge dal di dentro è impagabile!

    RispondiElimina
  61. Perché? Fanno anche della cioccolata diversa dal "fondente" (90%+)? Davvero?! ;)

    RispondiElimina
  62. Per dovere di forma non so più il sapore del cioccolato, ma da quello che ricordo la mia preferita era quella al latte della ritter spot (o sport chi se lo ricorda come si scrive). Qualità spettacolare e spessa quel giusto, quasi da romperti i denti

    RispondiElimina
  63. Tutto ciò che produce la ritter va bene, ma voglio menzionare i gianduiotti, devo starne alla larga altrimenti ne ingollo a decine (sciogliendoli in bocca), ultimamente alla mia ragazza una sua amica ha regalato delle barrette che arrivano dalla Polonia: Non provate pasticceria dell'est

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ginny Hermione19 aprile 2014 18:25

      Sicuro? Io ho comprato qualche volta del cioccolato di nome Heidi, perché con quel nome lo credevo svizzero. Invece poi leggendo la composizione sull'incarto ho scoperto che è romeno, comunque è una vera delizia, soprattutto quello con nocciole tritate caramellate.

      Elimina
  64. Cioccolata di Modica. Non c'è altro da dire, se non che posso accettare che sia aromatizzata, alla mandorla, al pistacchio o all'arancia. Ma anche assoluta va più che bene.

    RispondiElimina
  65. A me il fondente non piace affatto in nessuna percentuale compresa fra 0 e 120%. Perché come tutte le cose che fanno bene alla salute, mi fa giustamente schifo XD.

    Vado duro di cioccolata al latte, se ci sono le nocciole tanto di goduria in più (da lì alla nutella il passo è breve), ma anche fra le cioccolate al latte ci sono tante gradazioni, quelle che ti lasciano un retrogusto non proprio buono e quelle da libidine. La Lindt appaga molto il mio palato.

    E poi la Kinder bicolore :Q_________

    RispondiElimina
  66. Fondente ad alta percentuale, anche e soprattutto al peperoncino. E mi piace molto quello di Modica, che mi pare non abbia latte, quindi ha una consistenza granulosa molto particolare. Come cioccolatini, andavo matto per le pepite fondenti Giuditta, un marchio Fini. Hanno forma irregolare e sono a pasta morbida, spolverate di cacao. Orgasmatron. Tutte le altre cioccolate, siano Kinder, al latte o con orribili nocciole o noccioline di qualunque natura, non riesco neanche a mangiarle.

    RispondiElimina
  67. Allora vediamo..premetto che da bambino ero allergico al latte quindi il cioccolato per me è rigorosamente fondente, quello a latte l trovo immangiabile, troppo dolce e sa poco di cioccolato; direi quindi fondente al70 % , ma vado pazzo per gli after eight, cioccolato e menta è uno degli accostamenti migliori evaa !! Ma avete mai provato gli ovetti della Cadbury daily milk??? Ripieni di panna e caramello..Quelli sono veri ovetti..

    RispondiElimina
  68. Ginny Hermione19 aprile 2014 18:21

    Per me è durissima scegliere un solo tipo di cioccolato, li amo tutti. Comunque dovendo scegliere scelgo il fondente all'arancia, per il semplice fatto che per me il cioccolato e l'arancia sono come Asterix e Obelix: insieme fanno sfracelli!

    RispondiElimina
  69. In generale, quella al latte con le nocciole intere.
    Se vogliamo parlare di marca, la Ritter, una delle poche che fa buona anche quella bianca.
    No Lindt no, la trovo troppo ... burrosa.
    Comunque sia, per me la cioccolata non è mai completamente cioccolata, fino a quando non si abbraccia ad un pezzo di pane :)

    RispondiElimina
  70. Anch'io da bambino preferivo il cioccolato al latte, ma crescendo ho "affinato" il gusto e ora assolutissimamente solo e sempre fondente.
    I cioccolatini Lindor scuri sono da urlo!

    RispondiElimina
  71. Il cioccolato bianco per quella cosa morboda che ho con il burro, e una passione troppo viscerale

    RispondiElimina
  72. Cremini, con lo strato interno di caffè!

    RispondiElimina
  73. fondente dal 70% in su, meglio se modicano e MOLTO meglio se col pistacchio!!

    RispondiElimina
  74. Rigorosamente "banale" cioccolata Kinder, per il gusto di latte o burro (non l'ho ancora capito).... al secondo posto metterei la cioccolata bianca, quella Galak, che però dopo un po ti mette le papille gustative fuori uso... Doc, guarda che l'uovo Kinder ce l'ho messo da parte pure io... a Pasqua non deve mancare mai... solo che quest'anno il gigante per Lui era finito e quindi senza perdermi d'animo (ma soprattutto senza mettermi scuorno) ho optato per il Lei....

    RispondiElimina
  75. le cioccoran.... ehm, i calderott...... A parte gli scherzi, di recente ho scopert nelle dannate macchinette della morte dispensatrici di snack il Kitkat con il burro di arachidi: dipendenza immediata e poi mi piacciono parecchio i Milka Daim, un pacchetto se ne va via come niente

    RispondiElimina
  76. A me piace solo quella fondente, più fondente è, meglio è. Nella mia città c'è un negozio che vende solo cioccolato (biscotti, cioccolatini, tavolette di cioccolato...). Ultimamente ho comprato una tavoletta di cioccolato fondente al 90% con il riso soffiato, che è diventata la mia preferita.

    RispondiElimina
  77. bianco con i cereali che mi ricorda tanto il biancorì, e il toblerone bianco talmente nauseante da essere buonissimo.

    RispondiElimina
  78. Adoro il cioccolato al latte bello spesso che si scioglie in bocca e si impasta sul palato, il giusto equilibrio tra acquolina, consistenza e goduria. Abolito il cioccolato Lindt in qualunque forma visto che mi basta toccare l'incarto per correre in bagno
    A Pasqua però l'uovo è solo quello kinder e anche quest'anno il cioccolato chimico con più qualcosa e meno qualcosa'altro è quiii :-)

    RispondiElimina
  79. Io sul cioccolato ho subito una rivoluzione e una controrivoluzione nel corso dei miei 30 anni. Fino a più o meno 15 anni il fondente non mi piaceva, cioè ero un goloso ciccionazzo quindi se c'era solo quello lo mangiavo, ma con la scelta a disposizione era al latte tutta la vita. Dovendo scegliere una tipologia in particolare direi Lindt al latte, con particolare menzione per i Lidor classici, quelli rossi.
    Poi ho scoperto il cioccolato fondente, con una preferenza particolare per quello al 75% liscio, ma con un debole per quello che va a ricoprire un po' di arancia candita.
    Da un paio d'anni, però, sono tornato a preferire quello al latte. Ho sempre una passione per l'arancia ricoperta, però se devo scegliere scelgo quello al latte con una sconfinata passione per quello ripieno al caramello della Cadbury (che non so se possa essere trovato in Italia), ma anche liscio va benissimo. L'importante è che non ci siano dentro nocciole a pezzi o intere.

    RispondiElimina
  80. Cioccolatini i cuneesi al rum, un alimento quasi completo, grassi ed alcool ci sono, ma manca la caffeina... Come cioccolato "puro" il fondente al 70 della cioccolateria di vico dei castagna a Genova.

    RispondiElimina
  81. Cioccolatini i cuneesi al rum, un alimento quasi completo, grassi ed alcool ci sono, ma manca la caffeina... Come cioccolato "puro" il fondente al 70 della cioccolateria di vico dei castagna a Genova.

    RispondiElimina
  82. Per un periodo ho lavorato a Fribourg in Svizzera,vicino alla fabbrica della Villars,il miglior cioccolato che ho mai mangiato!
    Il mio preferito era il cioccolato al latte con dentro un liquore di pere, ma una volta ho provato anche del cioccolato con dentro il limoncello che non era banale-era però una versione di prova,non so se sia poi andato in produzione.

    RispondiElimina
  83. Confermo, Caviale Venchi e Crema Novi. Cose "per chi se ne intende". (ovviamente i prezzi sono 2 volte tanto gli equivalenti proletari...). Io prendo per i dolci il sacco da 3 chili (mi sembra) di pastiglie della Callebaut alla Metro. Fondente 70-80% a seconda dell'ispirazione e dell'assortimento. In alternativa, il Valhrona 75% ma costa un botto! Certo la differenza si sente: il cioccolato ha un aroma piú gradevole, aromatico, meno astringente, per niente acido.
    Come cioccolato da mangiare cosí... mmmmh, di solito praline / cioccolatini anche se la qualitá costa qui ancora di piú (siamo minimo sui 6-7 euro / 100 g). Per Natale mi ero fatto le praline prendendo i gusci da riempire (si trovano per es. anche su Amazon.de). Deliziose, costano poco ma bisogna farne tante in un solo batch... praticamente ci si imbottisce di praline per 10 gg di seguito... :-(

    RispondiElimina
  84. (Brutta) Notizia a proposito del cacao:
    https://it.finance.yahoo.com/notizie/allarme-cioccolato-per-la-icco-potrebbe-finire-entro-il-2020-094257336.html

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Tristemente vero. tenete anche presente che il cacao "buono", cioè il criollo dei cosiddetti cru, è già di per sé una rarità: l'ottanta per cento del cacao che gira è forastero, che sa di poco e viene drogato con aromi naturali vari. Il problema credo che riguardi specialmente quest'ultimo, visto che le tavolette di cioccolato 75% single cru da 6 euro per 25 grammi restano un prodotto di nicchia. Il gusto di "cioccolato" a cui è abituato il consumatore di merendine/ovetti/nutelle medio è un mix di vanillina, zucchero, rum e frutta secca su una base di cacao essenzialmente neutro: purtroppo anche sparisse completamente, pochi noterebbero la differenza.

      Ironico, se si pensa che il cacao meno di 50 anni fa era venduto a un tanto al chilo in quento sottoprodotto dell'estrazione di burro di cacao a scopo farmaceutico, oggi completamente soppiantato da composti artificiali.

      Elimina
  85. Mi piace IL cioccolato, cioè cacao, burro di cacao, zucchero di canna, con il cacao necessariamente presente in percentaule superiore al 65, di varie marche, cru e provenienza anche se la Domori mi commuove un briciolo di più. Percentuali estreme come 95 - 100 mi poacciono in abbinamento, ma da sole sono un po'... stancanti.
    LA cioccolata (quella che come primo ingrediente in genere ha "zucchero") la metto agevolmente tra il junk food con tutte le concessioni del caso. Quella al latte non riesco proprio più a mangiarla, a meno che non sia alla nocciola (gianduja o nocciolato): i lingottini alla nocciola di Venchi potrebbero facilmente ridurmi come Gollum, peso a parte.

    RispondiElimina
  86. Latte! Piu' e' fondente, piu' non sa di niente e io sono capace di sentire variazioni di gusto anche minime. Mi da la sensazione di mangiare plastica squagliata.
    Il cioccolato fondente non e' un dolce.

    RispondiElimina

I commenti anonimi vengono eliminati dai filtri antispam e, nel caso superino i filtri, irrisi ed eliminati uguale: non usateli.

Related Posts with Thumbnails