sabato 22 marzo 2014

59

Metal Gear Solid V: Ground Zeroes, la recensione

Metal Gear Solid V Ground Zeroes recensione
"Che... sòla"
C'era un tempo, un tempo non troppo remoto, in cui Konami regalava le demo dei suoi Metal Gear Solid con altri giochi. Compravi ISS PRO 98 e dentro c'era la demo del primo MGS per PSOne. Compravi Zone of the Enders (molti lo presero solo per quello) e potevi giocarti un intero livello truffarello di Metal Gear Solid 2: Sons of Liberty. Ma poi quel tempo è passato, e oggi Metal Gear Solid V: Ground Zeroes te lo vendono a parte. Anche se viene definito da Ciccio Kojì, con grande onestà intellettuale, un "prologo" per il gioco vero e proprio, Metal Gear Solid V: The Phantom Pain. O anche "un tutorial". Ed è vero, Ground Zeroes è esattamente quello: un tutorial. Solo che questo tutorial costa 39 euro [...]
Hai portato a termine la missione principale in un'ora e quindici minuti. Poi sì, è vero, una volta fatto quello si sbloccano delle missioni secondarie (più una missione extra che cambia a seconda della console: una per le due di Sony, un'altra per le due di Microsoft) e si può dare la caccia ad alcune robe da collectaton, ma il tutto sembra tantissimo un nastrino grazioso aggiunto a un regalo troppo economico. Ci sono, e chi ha speso 39 carte per il tutorial se le gioca, perché è meglio quello che stare lì a smoccolare contro Ciccio Kojì e Konami per questa bieca manovra ciulasoldi, ma al massimo si arriva alle tre ore complessive. Quattro, se uno proprio se la prende comoda e/o è impedito con le dinamiche stealth.
"Non importa, sai, c'avevo judo"
Ground Zeroes manca di molti elementi classici della saga e a tratti sembra proprio una bestia diversa. Per la sua natura di tutorialone, certo, ma non solo. Niente boss fight, tanto per iniziare: devi recuperare due ostaggi in una base militare, e fatto quello ciao. Alla guida di un Big Boss che è molto più agile delle versioni paracarro precedenti, tanto che è possibile sottrarsi al fuoco nemico semplicemente dandosela a gambe levate in cerca di un riparo. Ma la cosa che ti ha fatto più strano è che in questo nuovo approccio open world e, sulla carta, più tattico al mondo di MGS mancano la possibilità di nascondersi negli scatoloni o di attirare i nemici facendo rumore. Nemici che peraltro non brillano per particolare acume. Hai tentato un primo approccio totalmente stealth, arrivando dritto ai bersagli praticamente indisturbato. Poi hai provato a scatenare l'inferno, a trasformare la missione principale nella grande rambata, falciando decine di nemici con un fucile d'assalto, e lì il gioco è venuto giù. 
Perché stesi tutti quelli nei paraggi con un'arma (molto) pesante, è cessato dopo un po' lo stato d'allerta e tutto è tornato alla normalità. No, tuttappò, tranquilli, quei dieci tizi stesi a terra tra un po' scompaiono. Elemento pericoloso, perché, se conservato nel gioco vero e proprio, potrebbe spingere i meno pazienti a un approccio puramente sparacchino, snaturando l'aspetto più importante del titolo e dando il via libera a un mare di mimmate. 
Perché? Perché MGS non è Call of Duty in terza persona, non è neanche solo vagamente simile per pretese di realismo, e se lo giochi come tale diventa la fiera dell'improbabile: hai trovato tre soldati con il fucile puntato verso il soffitto (perché poco prima eri al piano di sopra) e che si son fatti stendere in rapida sequenza senza batter ciglio; sei corso attorno a delle sentinelle nemiche completamente sorde o con l'ipod al massimo nelle orecchie; hai sparato a raffica da una postazione antiaerea per cinque minuti, senza che la cosa impensierisse i soldati a più di venti metri da lì. Big Boss, del resto, quando è ferito gravemente si cura con un deodorante spray miracoloso, una qualche bomboletta di axe residuato bellico. Tutti elementi, ripeti a scanso di equivoci, che in un gioco alla MGS ci stanno, perché l'approccio non è totalmente realistico e li accetti per quello che sono, ma se l'esperienza di gioco vira/la fai virare te giocatore poco paziente sullo sparacchino, il tutto mostra una corda spessa così.
Giocato su PS4, Ground Zeroes è un bello spettacolo, pur non facendo gridare al miracolo. Bello fluido, più che altro. Ché poi sono gli stessi termini che utilizzeresti grossomodo per riassumere il tuo giudizio sul gioco: grazioso, nulla per cui strapparsi i capelli dalla testa, fluido. Solo che, e torniamo all'inizio, questo antipasto non disprezzabile da un'oretta e qualcosa non è gratuito. E no, non costa quanto dovrebbe, cioè (anche molto) meno di dieci euro. E al prezzo a cui viene venduto non è solo una fregatura, Metal Gear Sòla, ma un precedente pericoloso. Comprare in massa Ground Zeroes, giusto perché si ha fame di Metal Gear, vorrebbe dire dichiarare a Konami e a tutte le altre softco con una property importante in mano: prego, accomodatevi, a quanti gradi volete ci si pieghi? Perciò non fatelo. Tanto tra qualche giorno ebay sarà piena di rEgazzini delusi ansiosi di vendervi la propria copia a dieci carte.  
Metal Gear Solid V: Ground Zeroes
recensito da DocManhattan il 2014-03-22
Rating: 2/5

59 commenti:

  1. Concordo in pieno sull'ultima parte della tua recensione: secondo me, è un tentativo per provare quanto siamo disposti a spendere e se lo facciamo, confermando le loro aspettative/previsioni, la piegatura a 90º è dietro l'angolo. Di 90º, appunto...

    RispondiElimina
  2. ... mannaggia Doc, spero proprio che il tuo appello non passi inosservato, non sta affatto bene questo antipastino pagato come un primo !!! Kojima sta diventando troppo visionario, deve smetterla con le droghe !!!

    RispondiElimina
  3. MGS4 mi sembrava fosse già fattibilissimo come un Call of Duty in terza persona, non mi stupirebbe la stessa cosa per Phantom Pain (purtroppo)...purtroppo è un processo già avviato. Brutta storia comunque, addirittura terrificante per il precedente del "prologo".

    RispondiElimina
  4. fortuna che a dragenleic non c'è campo e mi sono perso l'uscita

    RispondiElimina
  5. Questo commento è stato eliminato dall'autore.

    RispondiElimina
  6. Dispiace un sacco, perchè dopo aver giocato quest'ultimo anno tutti i metal gear (tranne il primo per ragioni di console) e dopo aver adorato alla follia il mangiatore di serpenti... bè, fa un pochino male sapere quello che comunque già si sapeva di ground zero, ma lo spirito è quello che sembra mancare di più, è ciò dispiace un sacco.

    Da giocare 5 giorni prima di Tpp, che però attizza alquanto nonostante le premesse del prologo. Speriamo bene

    RispondiElimina
  7. "giocato" ieri... Personalmente siccome avevo già capito l'antifona qual era non l'avrei preso, ma MrMik non ha saputo resistere alla tentazione di sborsare 'ste quarante carte quindi eccoci qui.

    Onestamente? Non sono nemmeno delusa, o arrabbiata. Mi ha lasciato nella completa indifferenza. Non mi ha lasciato assolutamente nulla che non avessi già perfettamente intuito di mio dai vari trailer mostrati. Non c'è NIENTE. E ok, devo ancora farmi le missioni secondarie etc etc. Ma per me, che gioco a mgs per la trama più che per il gameplay, questo "gioco" è una presa per il culo enorme.
    Così come dovrebbe esserlo per chiunque altro.
    Sto leggendo ovunque di gente che cerca di giustificarlo parlando di numero di ore che si possono spendere a prendere S a tutte le missioni, e onestamente non posso che pensare che a tutte queste persone brucino le chiappe per gli euro/dollari spesi e che stiano cercando disperatamente un'appiglio per non ammettere a se stessi "che pirla incredibile sono stato a comprare 'sta roba"
    Non riesco a credere che esista al mondo una sola persona contenta di questo acquisto. Mi rifiuto.

    E vogliamo parlare del "trailer esclusivo" sbloccabile tramite l'apposito codice oh-così-gentilmente fornito nel case? No, meglio di no. Non parliamone.
    Un'altra presa per il culo.

    RispondiElimina
  8. Stesso problema che affligge la saga di Splinter Cell (e quella di Ghost Recon), l'approccio tattico-strategico-stealth l'hanno mandato a Poohtane per renderlo accessibile a tutti (troppi a parere mio). Il che ti viene da chiedere, ma se posso risolvere tutto con una bella sparatoria perchè mi mandano là con una pistola silenziata e un fuciletto con due caricatori due?!?!

    Il bello di questi giochi è che potevi fermarti a pensare, stare nel buio nascosto aspettando che le sentinelle si levassero di torno, ripensando
    a quel corpo che forse non ho nascosto troppo bene... ecco stanno ammazzando lo spirito di questi giochi. Voglio dire di Call of Duty e cloni ce ne sono a bizzeffe, ognuno facesse il suo!

    Fa ancora più dispiacere questa moda di prologhi, earlyaccess alle fasi alpha e tutto a pagamento!

    RispondiElimina
  9. Ne ho fatto pure io la recensione di sto gioco. 132 minuti buttati nel vento. Che poi di open world io non ne ho visto. Che girare una base militare in 5 minuti non è il massimo. Ma staremo a vedere cosa succede nel vero quinto capitolo. Nel frattempo vado a prendermi un cuscino da mettere sulla sedia, che da ieri faccio un pò fatica a sedermi.

    RispondiElimina
  10. Duro ma giusto, Doc.
    BTW l'ho preso lo stesso (let.)

    RispondiElimina
  11. Mi sono ripromesso di non pagarlo piú di dieci euro,e non intendo arretrare di un millimetro stavolta. Mi sono stufato di questo modo di fare.. I giocatori non sono vacche da mungere.

    RispondiElimina
  12. In questo caso "grande onestà intellettuale", significa "con la faccia come il coolo" ?
    Mi piacerebbe sapere cosa ne pensa il più grande fan vivente di MGS ovverosia il Duffman.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Sono settimane che glissa sull'argomento. Ci vorrebbe un video solo per quello... ;)

      Elimina
    2. ti prego Doc, fatelo

      Elimina
  13. Secondo me, per evitare la degenerazione/snaturamento delle saghe stealth verso un action improbabile e non al livello degli action puri, si dovrebbe seguire un approccio alla Dishonored, o alla The Last of Us.
    Mi spiego meglio:
    In Dishonored si è liberissimi di finire le missioni ammazzando tutti e facendo casino, ma in tal maniera molte missioni secondarie vengono tagliate, il personaggio si sviluppa poco, non vengono rivelati parti della trama, i nemici si rinforzano e il finale è peggiore (per finale intendo il livello finale, oltre al filmato, che cambia di parecchio).
    In The last of us e in Dishonored poi i livelli di difficoltà maggiore (quello massimo in Dis è disponibile da subito) obbligano di fatto all'approccio steath perchè parecchio punitivi (in Dis ad esempio i nemici uccidono con un colpo o due e si allarmano al minimo suono).

    RispondiElimina
  14. Oh, visto Doc, che ogni tanto la pensiamo allo stesso modo?? XD

    Questo Ground Zeroes è davvero un precedente MOLTO pericoloso. Già si subodorava da tempo nell'aria che omai, dopo averci convinto che i dlc sono una cosa normale, i produttori vogliono arrivare al passo successivo e venderci i videogiochi a puntate e/o come "F2P" (basta guardare l'osceno Tekken Revolution, il discutibile concetto commerciale alla base di Deep Down, e i preoccupanti progetti di sviluppo di Primal Carnage Genesis).

    Adesso sta tutto ai videogiocatori. Io ho sbraitato e inveito contro il dlc, ma era come parlare al vento, tutti a comprarlo e così ormai il dlc a pagamento è diventato pratica standard di ogni videogioco. Ho una fifa matta che adesso succederà la stessa cosa con la nuova pratica dei giochi a puntate e F2P.... e allora sì che sarà la volta buona che smetto di videogiocare!

    Comunque, lasciando perdere l'importante discorso "truffia succhiasoldi che neanche la Capcom", mi sembra che ad aggiungere insulto all'ingiuria c'è il fatto che 'sto nuovo MGS è abbastanza bello da vedere ma non è affatto ai livelli di capolavoro cui la saga ci aveva abituati.
    L'ho sempre detto: il rischio che venga fuori una schifezza è direttamente proporzionale al numero di seguiti. Ai tempi di MGS4 temevo il flop e invece mi è piaciuto da matti proprio come gli episodi precedenti..... ma forse MGS5 è il capitolo che rovinerà la serie, come predetto dall'antica profezia!

    RispondiElimina
  15. Tanto lo faranno di sicuro aggratis sul PS Plus non appena esce il gioco vero, inutile comprarlo

    RispondiElimina
  16. Non ho ancora una console next gen, e visti giochi usciti finora non ho nessuna urgenza di acquistarne una.
    Per MGS, poteva essere la molla a far scattare l'acquisto, ma così non è...
    Grazie Doc, mi tengo le mie 440 carte in saccoccia.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Calcola che c'è anche per PS3 e 360. Per il discorso dell'usato a dieci euro, mica altro.

      Elimina
  17. Bravo Doc, qua bisogna davvero gufare le vendite, che è un bel casino se sbanca!

    RispondiElimina
  18. La cosa che mi spaventa di più non è tanto la storia del prologo di 2 ore venduto a 40 euro.
    Cioè, per carità, è una gran fregatura, ma la si può benissimo aggirare, aspettando di trovarlo a 10 carte, come dici tu, o magari una probabilissima "Metal Gear Solid V Complete/Definitive/Cheminchialihaicompratiafareall'uscita Ediction", con Ground Zero e Phantom Pain insieme.
    La cosa che mi spaventa di più è che tutti sti difetti, soprattutto le guardie sceme e sorde, vengano riproposti pari pari in Phantom Pain, e che quindi si sputtani il VERO quinto capitolo di quella che è, ahimè, la mia serie videoludica preferita.
    Occhio Kojima, occhio...

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Eh, l'ho ben scritto che è un elemento pericoloso. Come scrive Zechiel89 più sopra, in un gioco nominalmente stealth devi punire una condotta aggressiva, come avviene per certi versi in Dishonored. Anche perché se vengono meno una serie di paletti che c'erano nei primi MGS, è facile venga giù tutto il resto.
      Mi spiego: nei primi MGS non prendevi le armi dei soldati stesi, quindi non c'era alcun vantaggio a farlo. Dovevi accettare questa grossa sospensione dell'incredulità (le armi dei nemici le usano solo i nemici), ma il gioco ne traeva beneficio, spingendoti verso una certa impostazione della partita. Qui puoi impossessarti di ogni mitra o pistola impugnato dai nemici, e quindi falciare chiunque ti venga incontro. E la cosa non ti pregiudica la partita, perché basta starsene nascosti per un po' perché tutto ritorni normale, indipendentemente dal casino scatenato fino a quel momento.

      Elimina
    2. Ricordo male o riguardo al non utilizzo delle armi nemiche c'era tutta la storia mimma dell'ID legato ai soldati ?
      Ogni arma era legata alla persona e non poteva essere usata da altri.
      Nella timeline di questo MGSV:GZ non mi pare che questa tecnologia sia già disponibile.

      Elimina
    3. Quella c'era solo nel 4, e c'era comunque l'amico Drebin che te le sbloccava a pagamento. Però se non sbaglio lì non potevi comunque prendere tutte tutte le armi dei nemici.

      Doc, parlando di stealth, l'ultimo Hitman, Absolution, l'hai provato? Io l'ho trovato davvero ben fatto, difficile e appagante (se giocato ad una certa difficoltà e con l'intenzione di fare bei punteggi nei livelli, chiaro)

      Elimina
    4. Ci sto giocando in questi giorni. Non è davvero niente male.

      Elimina
  19. Che peccato...
    SOno sicuro che non è un gioco brutto, ma la particolarità di Metal Gear è essere spettacolari...
    Peccato

    RispondiElimina
  20. Ce l'ha una trama? Se voglio giocarmi Phantom Pain nella sua completezza è necessario spendere 40 cocozze per Ground Zeroes?

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Con annesso spiegone a mo di "The story so far..." legato a Peace Walker.
      A me è parsa una supercazzola paura.

      Elimina
  21. Prenderò con Phantom Pain i guess... anzi, a dirla tutta volete che non faranno una game of the year / subsistence edition con entrambe le versioni comprese?

    Comunque sì, non c' ho giocato ma da quello che mi hanno pure detto gli amichetti è alquanto un'inculata.

    E questa mi è venuta adesso, per la serie "alla faccia dell'innovazione": stealth + "free roaming" ---> se ho ben capito Kojima ha scoperto l'acqua calda; in pratica avremo un Commandos infighizzato dalle trame del buon (ohohoho) Hideo.

    Bello, bello, ma 40 sacchi per un livellucolo anche no :)

    RispondiElimina
  22. Vi da fastidio videogiocatori "moderni" essere tratta ti da semplice "domanda" da parte di compafnie che sono solo "offerta"!
    Brutto il sistema capitalistico quando lo si vive da vittime dello stesso!
    Ai miei tempi c'era Pacman al bar...gettone...parolaccia per perdita ultima vita, nuovo gettone...non c'era hype, non c'era la scimmia imposta a colpi di pubblicità. Hiocavi e ti divertivi. Punto.

    Scommetto che questo gioco-tutorial venderà comunque un casino e ci faranno un mucchio di soldi. Ed essendo stato creato proprio per creare la scimmia porterà ulteriori soldi quando uscirà il gioco vero.

    In altre parola una volta la pubblicità per crearvi la scimmia la pagavano loro....ora la pagate voi! Non è incredibile!

    RispondiElimina
  23. Ho appena finito la Deja Vu mission ad estremo con una S, sbloccando il buon gray fox pixelloso che quando corre si lascia i fulmini dietro.
    Sì, ci ho speso 40 carte dal gheimstop per averlo in versione ps4, sto facendo tutte le missioni a normale e "estremo" (ma ripetere 1200 volte la stessa area ti rende per forza un pr0) e sinceramente mi sto divertendo.
    I 40 eypo sono giustificati? No.
    Setta un precedente che tanti proveranno ad imitare? Sì.
    Ma gli altri non sono Metal Gear.
    Lasciate che lo faccia Assassin's Creed, o Infamous, o qualsiasi altra serie e l'unica cosa che otterranno sarà un flop clamoroso.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ne sei sicuro? Vendere qualche centinaia di migliaia di copie in più con un pezzo di gioco tenuto da parte non sarà mai un flop. Ci saranno sempre dei fan disposti a comprarsi un pezzo in più del loro franchise preferito "per sapere tutta la storia". L'unica differenza con un normale DLC è il prezzo esagerato di questa nuova idea.

      Elimina
  24. Troppo tardi doc...incooolata già presa...avevo troppa fame di metal gear

    RispondiElimina
  25. Ma Doc, ma io pensavo che almeno tu, non ci saresti stato a questo sporco gioco, che tra l'altro abbiamo inventato noi occidentali e ora anche ai giappi sta piacendo.

    Io sotto sotto ci speravo nel miracolo, che nessuno lo comprasse proprio per l'importanza che riveste questo "frammento di gioco" nel panorama videoludico.
    E volevano pure provarci a venderlo a 50€ sti farabutti.

    In questi casi creare il precedente incoraggia i publisher a proseguire con queste soluzioni di maketing oltremodo deplorevoli e sarà sempre peggio.

    Io li avrei buttati in qualche pledging interessante su kickstarter.

    Doc, proprio tu, perché lo hai fatto? La Signora Manhattan lo sa?

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ehr, io non l'ho mica comprato, Antonio.
      Per il lavoro che faccio, certi giochi mi arrivano comunque. Compro quelli che ritengo opportuno comprare. Per dire: di Dark Souls II, per sostenere la causa, ne avrei comprati anche due...

      Elimina
    2. Benissimo!
      Riguardo a Demon's Souls/Dark Souls I-II, quelli sono anacronismi più che ben accetti e sempre più rari, ultimi baluardi dell'epoca hardcore gamer/single player oriented.
      Ho detto più o meno la stessa cosa da un'altra parte, dove si parlava della compentenza dei commessi del GS, che è imho allineata alla massa casual-credulonica-coddara.

      Alla prossima Doc! :D

      Elimina
    3. Tra l'altro mi sono chiesto se Kojima non poteva davvero fare la voce grossa con la Konami, dato che anche se queste trovate vengono sempre pianificate a monte dal publisher, alla fine è lui che ci mette la faccia!

      No, davvero, se io fossi stato Kojima, ci avrei provato a dirgli "Io queste puttanate stile EA/Ubisoft non le faccio, cambiate registro o preferite che qualcun'altro diriga lo sviluppo del MIO gioco della MIA serie?"

      Elimina
    4. Guarda, non credo che Kojima sia stato "costretto" dalla Konami a fare questo Metal Gear, anzi, facile che tutto il progetto sia partito proprio da una sua volontà. Io a Kojima lo stimo tantissimo per quello che ha fatto con Metal Gear, ma va detto che è uno che ci marcia molto sulla sua creatura. Che ogni volta è lì a dire "Oh, questo sarà l'ultimissimo Metal Gear, giurin giurello" e poi se ne esce con un nuovo seguito al grido di "Scherzavo, non c'avrete mica creduto?". Uno che se ne esce con dichiarazioni del tipo "Io non voglio essere ricordato solo come quello di Metal Gear" e poi non fa quasi altro da più di 20 anni. Fino a mò l'ha "sfruttato" bene, visto che, per quanto mi riguarda, ho adorato tutti i MGS usciti fino ad ora. Ma tira tira, prima o poi la corda si spezza, e c'è rischio che sia proprio questo MGS5, a spezzarla.

      Elimina
    5. No, un'altro videogame lo ha diretto, quel Lunar Knights per Nintendo DS.
      Vuole disperatamente darsi al cinema ma non sa se per lui sarà una scelta indovinata, dato che chi ha giocato ai suoi giochi non può non essersi chiesto almeno una volta "ma Coggima dovrebbe provare a fare il regista, madòtroppobbravo!" quando poi ci sia accorge che questa sua evidente inclinazione l'ha mostrata soltanto in Metal Gear, grandissimo trovata che ebbe, non senza un evidente spremuta di materia grigia, quando era 27 anni più giovane di adesso, probabilmente più creativo e motivato. E abituato com'è a rimanere su quei suoi binari creativi, che gli consentono di avere quella sicurezza professionale che lo fa dormire tra due guanciali.
      Metal Gear Solid V ha tutti i numeri per essere un grande Metal Gear, e anche di più, anche se la (a quanto pare da quel poco che si sa) nuova narrativa "actual", estremamente cruda e senza mezze misura non potrà salvare un gameplay inefficace per una struttura OW, qual'ora si rivelasse tale.
      Questo prologo condividerà buona parte del gameplay con MGSV (anche se quest'ultimo uscirà tra molto più tempo di quanto ci si aspettava inizialmente, e di acqua sotto i ponti ne scorrerà inevitabilmente dell'altra) ed è sempre questo Ground Zeoroes che, come tu hai detto relativamente all'esperienza di gioco, rischia di spezzare anche quella corda che rappresenta la fiducia della fanbase nel creatore di uno dei titoli che hanno portato il videogioco a mercato/fenomeno di massa in una nuova ottica (i primi esempi di come si poteva raccontare una storia complessa degna di un libro in un titolo che avrebbe anche potuto farne a meno, non essendo un RPG testuale alla Zork, ma bensì un gioco d'azione........27 anni fa non esisteva ancora il genere "stealth", MG è stato probabilmente il primo) poi diventato una serie di successo.
      Lui è un mito per chiunque abbia tenuto in mano il pad per abbastanza tempo da conoscere la mitologia dell'industria dell'intrattenimento, in un suo periodo particolarmente florido in cui dimostrava un potenziale artistico senza equivoci, oltre ad essere un moderno modo di far soldi che è più o meno tutto ciò che è rimasto oggi.

      Elimina
  26. Grande Doc, proprio il pezzo che mi aspettavo dopo aver letto anche la recensione su polygon. Di prenderlo non se ne parla proprio, i primi tre li ho finiti ma il 4 è ancora lì al 5%.
    A dirla tutta se questa serie va a donne di facili costumi e Kojima se ne libera non è che mi dispiaccia. Il Miyamoto di Konami può darci ancora molto se liberato di questo ingombrante fardello.
    Già solo le 13 wikipagine di "nelle puntate precedenti..." scoraggerebbero il più bieco degli ubernerd.
    Io nella trama mi sono già perso alcune iterazioni fa.

    RispondiElimina
  27. Che dire...preso oggi insieme alla PS4, sempre comprato la nuova macchina Sony con l'uscita di un MGS, sono un debole lo so... a mia discolpa il fatto che qui alle Canarie costa 10 euro in meno... finito la prima volta in 1ora e mezza proverò poi tutte le varie meenchiate di contorno. Non si può non dare ragione a Doc nella sua recensione difetti tanti pregi pochi però è Metal Gear e per PP mi aspetto il colpo di coda di Kojima.

    RispondiElimina
  28. D'altronde la Konami non è nuova a vendere a prezzo pieno giochi che sono null'altro che Work in Progress (o beta, o tutorial, o quanlunquecosatranneungiococompleto), vedi come stanno gestendo Pes da qualche anno a questa parte...Ogni nuova edizione viene anticipata come il non plus ultra della simulazione calcistica, in realtà si rivela un'emerita ciofeca. Ma tanto chi spende i soldi al day one c'è sempre, e alla fine quello conta per loro.

    RispondiElimina
  29. Io ho smesso di giocare splinter cell perché é stato trasormato in uno sparatutto... su mgs c'erano parecchie mimmate gia all'epoca, ma si accettavano perché il gioco aveva una struttura una struttura da actiin game anni 90 (boss che ripetono la loro routine all infinito,potenziamento del personaggio etc) e uno stile grafico e una trama che ricordano molto i manga ( c'era pure un filmato che partiva con uno spiegone di otacon in stile anime) figuriamoci adesso che vogliono farlo realistico e open wold... due elementi che sono la specialitá degli studi giapponesi

    RispondiElimina
  30. Emiliano Ranzani23 marzo 2014 04:41

    Qui a Torino, dal Gamestop vicino a casa mia, avevano esaurito tutte le copie non-prenotate il primo giorno. "Comunque ne avevo poche" mi ha detto il commesso. "Fa niente", rispondo io, "Tra qualche giorno mi sa che lo trovo usato". "Ah, questo è sicuro!", è stata la sua chiusa.

    RispondiElimina
  31. Di incoolate videoludiche ne ho prese tante, ma questa brucia piu di tutte...

    me molto sad .-.

    RispondiElimina
  32. Visto il crollo dei prezzi dell'usato (la media ora è di 5 euro) direi che se proprio mi prende la curiosità potrei rinunciare ad un panino con la porchetta e ad una Peroni ghiacciata. Forse. Detto questo ho sentito più di una persona dire "lo so che è fondamentalmente una demo da 40 € ma la DEVO comprare." Al che rispond con un "bravo, più copie vendono e più mi sarà facile trovare un usato deprezzato." Empatia.

    RispondiElimina
  33. La stampa specializzata deve fare muro e dare giudizi "politici", a prescindere dalla qualità reale di quella cosa lì. Altrimenti, come dici, si rinforza un precedente pericoloso.

    RispondiElimina
  34. Non ho mai capito come mai il Q.I. dei commessi di un Gamestop sia inversamente proporzionale alla quantità di titoli disponibili

    RispondiElimina
  35. Emiliano Ranzani23 marzo 2014 19:33

    Io comunque continuo a pensare che il migliore sia stato l'epocale Metal Gear Solid per Playstation. Come il Dottore fa notare, le regole "irrealistiche" ti obbligavano ad essere tattico (come una partita a scacchi d'altronde: i vari pezzi non si possono muovere come meenchia ti pare ed il gioco si basa su quello). Già in MGS2 uno pigro come me preferiva aguzzare la vista e tirare in testa alle sentinelle con la visuale in soggettiva (cosa che nel 90% dei casi funzionava a meraviglia con la semplice pistola). In MGS3 era ben difficile lasciarci le penne se ti veniva voglia di fare Rambo e nel 4 posso dire di essermi fatto largo in praticamente tutte le missioni (soprattutto nell'ultima a bordo della nave) a suon di pallottole piuttosto che muovendomi con circospezione. Sarò all'antica, ma per me i giochi devono avere delle regole "da gioco" e non essere semplici simulazioni: pure in Resident Evil una delle cose che rendevano i vecchi giochi tosti era il fatto che una chiave ti occupava lo stesso spazio di un lanciarazzi nell'inventario e dovevi sempre fare attenzione a cosa ti portavi dietro.

    RispondiElimina
  36. Come un tonno l'ho comprato e sono rimasto davvero deluso.
    Poi ho scaricato il DLC "filmato" che collega i due MGSV e quando ho visto SOLO il primo minuto del filmato presentato l'anno scorso mi sono proprio caduti i c*glioni :-(
    Kojima può dire quello che vuole, ed inserirsi nel gioco per fareil figo, ma questo non è MGS!

    RispondiElimina
  37. Certo che veramente, 40 euro per un'oretta di missione principale...
    Con 10 in più, sono a quasi sessanta ore di Dark Souls 2 e non l'ho ancora nemmeno lontanamente finito.
    E di quello probabilmente dovrò comprare una seconda copia, visto che se continua così quella che ho la brucerò insieme alla PS3.

    RispondiElimina
  38. Ciao Doc,
    sul Tubo è pieno di video di rEgazzini che fanno a gara a chi lo finisce prima. Uno tizio ha finito la missione principale in meno di 6 minuti...

    http://www.ilvideogioco.com/2014/03/24/metal-gear-solid-v-ground-zeroes-concluso-5-minuti-e-mezzo/?utm_source=rss&utm_medium=rss&utm_campaign=metal-gear-solid-v-ground-zeroes-concluso-5-minuti-e-mezzo

    RispondiElimina
  39. Preso a 29 sullo storie, mi è piaciuto, torno a giocare online a Battlefield 4...

    RispondiElimina
  40. Io a questo giro salto. Non solo tutta l'operazione sembra profondamente sbagliata (perlomeno dal punto di vista del rispetto verso l'utenza) ma soprattutto devo confessare di essermi completamente disamorato di questo franchise, tanto che non risco proprio a capire come Kojima possa generare sempre tanto interesse. Mistero !

    Cipputi Carlo

    RispondiElimina
  41. Appena finito la missione principale, per non beccarmi i fischi preciso che non l'ho comprato, (siete matti a spendere ste cifre anche per giochi normali :-P).
    E' vero, la mission principale l'ho finita in un'ora e 48, però sono ancora all'8 %! Ho letto su wikipedia che per finirlo 100% ci vogliono 15\20 ore, quindi non capisco tutto sto malumore. Prima che uscisse bastava leggere qualche rece su internet per capire di che morte si doveva morire, quindi chi l'ha comprato e ora si lamenta non lo capisco.

    C'è da dire che il gioco risulta più fracassone sparaglione dei precedenti (ho giocato ai primi 4 per ps).Senza il radar che mi indica ndò stanno i nemici non mi trovo, della trama non c'ho capito na fava, butti l'atomica ti nascondi e l'allarme cessa dopo alcuni minuti "niente, niente, palla al centro, tottappost".
    Riassumendo, una minchiata.

    L'unico metal gear che ho adorato è stato il mangiatore di sarpenti, il 3, ambientato negli anni 60. che gioco fantastico.

    ben fatti anche i primi due, il resto a mio avviso è fuffa.

    Per alcune dinamiche di gioco forse avrebbe dovuto chiamarsi : GTMG.
    In pratica un giocone fracassone alla gta ma con protagonista Iena Plissken,cioè Snake Plissken, pardon, Solid Snake.

    RispondiElimina

I commenti anonimi vengono eliminati dai filtri antispam e, nel caso superino i filtri, irrisi ed eliminati uguale: non usateli.

Related Posts with Thumbnails