sabato 18 gennaio 2014

99

Il miglior pad di sempre (Saturday night sondaggismo)

Li si disintegra un po' per volta. Li si strangola con i loro cavi, cercando di metterli via in maniera cristiana (impossibile). In gioventù, alle volte, li si spatafasciava anche contro un muro, perché era chiaramente colpa loro se si era persa quella sfida a Winning Eleven o Tekken 3. In combutta con qualche animale domestico o parente anziano prossimo alla cecità, hanno trascinato a terra milioni di console. Sono i pad, e hanno sepolto i loro antenati, i volgari sticchi della gioia, imponendosi come interfaccia universale per giocare alle robe di epilessia sul televisore e, per i PCisti meno fondamentalisti, pure sul monitor. Ma qual è per voi, in assoluto, il miglior pad della storia dei videogiochi, punto interrogativo [...]

Per quanto ti sia sempre trovato bene con la famiglia Dualshock, e l'ultimo in particolare, il pad di PS4, abbia introdotto robe che chiedevi da anni e anni (i grilletti più lunghi, gli stick concavi), il tuo pad preferito, quello a cui sei rimasto maggiormente legato dal punto di vista sentimentale nella tua luuuunga carriera da videogiochista, è stato il pad del GameCube.
Per gli stick non allineati, i grilletti avvolgenti, quel tasto A più grande degli altri, ché farci le finte con Winning Eleven veniva uno spasso. Per quanto ti riguarda, il picco più alto raggiunto a livello ergonomico dai pad per i giochini sulla televisione. A pensare che dopo si sia passati al Wiimote, la roba più scomoda del mondo, un po' si spiega perché Nintendo sia precipitata nel tuo indice di gradimento personale da "La magggia" a "Vaffancuore, stronzi". Ma comunque. Qual è il vostro pad preferito di tutti i tempi? E perché? No listoni giordano, no commenti anonimi, no precisinate non richieste e commentini da esperti della cippa ai voti degli altri, no joystick (si parla solo dei pad). Votare.

99 commenti:

  1. Come no joystick?! Essendomi avvicinato al pad da "vecchio" lo odio con notevole internsità, mi incarto che è un piacere e non ricordo assolutamente il nome dei tasti.

    Essendo andato fuori tema cito il pad della wii, quello ergonomico che ho comprato insieme a Moster Hunter Tri. Non ha duecento tasti e non mi incartavo ripetutamente ad ausarlo.

    RispondiElimina
  2. Il pad dello SNES, per ergonomia e innovazione.

    RispondiElimina
  3. A 'sto giro si va facile facile, non essendomi affezionato a livello emotivo a nessuno, il pad 360. Ma attenzione quello a cui puoi girare l'odioso D-Pad e trasformarlo in una semplice croce direzionale. Il perché posso riassumerlo in un "mi ci trovo comodo" 'nuff said.

    RispondiElimina
  4. Il Dualshock tradizionale. Ci sono cresciuto, attaccato ad uno di quegli ammennicoli, tanto che ormai le mie mani sono videoludicamente plasmate su quella forma, tanto che non ho davvero mai capito i vicari chhe criticavano il dualshock per questo o quel motivo.
    Un'infanzia ed adolescenza tirata su a Final Fantasy dal sesto al nono capitolo non poteva essere altrimenti.
    Aspetto a pronunciarmi sul DS4 che non ho ancora provato, ma che a pelle mi convince molto dopo averlo finalmente visto dal vivo.

    RispondiElimina
  5. Chiedo venia per errori di scrittura vari, digitato in fretta dal telefono.

    RispondiElimina
  6. Questo commento è stato eliminato dall'autore.

    RispondiElimina
  7. Il pad dello Snes. Entrò di diritto nel mio cuore quando riuscii, dopo millemila tentativi, a inserire il cheat per usare Ryo Sakazaki in Fatal Fury Special (rigorosamente originale Jappo). E anche le Ultra di Killer Instinct riuscivano decisamente bene, cosa che in sala giochi, seppur conoscendole a memoria, non sono MAI uscite -.-"""" (ovviamente con la platea dietro che, dopo la sequienza quasi matematica di pressione tasti non vedeva niente cominciava a sfottere <.<)

    RispondiElimina
  8. Ne faccio un discorso di pura funzionalità e non di affetto/nostalgia, per cui dico il pad della 360 che è quello che reputo più comodo, a momenti è una estensione delle mie stesse mani.

    RispondiElimina
  9. Combattuto tra il dual shock 2 e il 3, ma alla fine penso vinca quest'ultimo solo ed esclusivamente per l'assenza del cavo di collegamento

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Mi associo: Dualshock in generale in particolare il 3 per il wireless che permette di portarti il pad anche in giro per casa.

      Elimina
  10. Il mio vecchio Dual Force 2 della Mad Catz, foriero di tantissimi ricordi e millemila partite ai vari ProEvolution su PS2 (ultima console da me posseduta prima del passaggio al PC): http://ecx.images-amazon.com/images/I/51FK38W94CL._SY300_.jpg

    RispondiElimina
  11. il pad 360 è sicuramente il miglior pad uscito fin'ora (non ho ancora provato quello della one però)


    PERO' c'è da fare qualche considerazione sparsa

    prima di tutto, i pad del passato erano anche studiati per i giochi dell'epoca, ad esempio il pad SNES era sicuramente migliore del pad 360 perché era perfetto per tutti i giochi disponibili al tempo mentre il il pad 360 pecca per alcune tipologie di gioco

    il pad playstation era un buon pad quando usci, ha portato grosse novità e rimane buono per alcuni generi, però avrebbero dovuto modificarlo da tempo, il pad ps4 è stata una piacevole sorpresa




    quindi in definitiva, pad 360 top (per ora) da affiancare al pad SNES per gli arcade vecchia scuola

    premio SENTIMENTO per il pad NES asd

    RispondiElimina
  12. mouse e tastiera non li batte nessuno :O

    Scherzo (mica tanto, sono PCista convinto e mi raccomando, la i minuscola altrimenti significa un'altra cosa), credo che il più innovativo sia stato quello tricornuto del N64, che funzionava bene sui platform tipo Mario64 o BanjoKazooie, ma il più universale sicuramente il Dual Shock della PS2.

    Anche solo per il fatto che è il più imitato come forma!

    RispondiElimina
  13. Pad del dreamcast assolutamente, sia per innovazione che per ergonomia (Ha ispirato poi una lunga serie di pad che sono dei suoi cloni a partire da quelli xbox).

    RispondiElimina
  14. Voto non certo per l'ergonomia (che però, ai quei tempi, levati un poco) o per ragioni pseudo-tecniche, ma di cuore, che il primo amore non si scorda mai: pad NES.

    RispondiElimina
  15. Se fosse la classifica del pad più usato, direi le varie declinazioni del dulashock, ma qui si parla di cuore, e allora via col paddino stiloso che aveva il Megadrive, con i suoi tre tasti e la possibilità di attaccarlo all'Amiga.

    RispondiElimina
  16. personalmente ci ho messo parecchio a passare dal vecchio joystick del c64 ai joypad. Per quanto giochi solo a PES, il migliore per me è il Microsoft della x-box adatto anche al pc. Mai avute console, a parte la wii.

    RispondiElimina
  17. Il pad della 360 direi che secondo me è davvero il più comodo. Peccato sia impossibile usare le frecce direzionali in modo decente.

    RispondiElimina
  18. Bradipo Stanco18 gennaio 2014 10:57

    Ah, il primo amore
    http://www.gamesstationretro.com/images/CD32%20PAD2.jpg
    il pad del CD32
    e per i più vecchietti: chi ricorda il Gravis con il minijoystick avvitabile?
    E il controller Apple per il Pippin?

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Caspita, il CD32 come primo amore... mi spiace davvero, ti sono vicino.

      Elimina
    2. Il Gravis ce l'avevo per il PC! Clone colorato del primo pad per psOne..demolito su quake e fifa 98..

      Elimina
  19. Il mio "pad USB generico" della "Kraun".

    ...Che esteticamente è una specie di ricopione dei poverissimi del "joypad" nero della "Play", ma senza alcun tipo di "stick analogico" e con il controller direzionale ugnolo che più singolo non si può.

    Verniciato con una lacca opacizzante che ne aumentava il "grip", dopo circa un mese d'impiego, la verniciatura si decomponeva causa umidità atmosferica/adipocera...

    Risultato: l'intero "pad" si trasformava in un'accrocchio letteralmente ricoperto di vischio sul quale si appiccicavano le mani del giocatore ed il pulviscolo atmosferico in maniera spettacolare!

    Dopo neanche 3 mesi era la replica "arcade" in grigio di "Moss Man".

    Il buon Marte l'ha disassemblato, ci ha estratto l'elettronica ed ha ripulito il guscio di plastica con il "Cif" ed il "Vim Clorex" finché la gommalacca non è sparita del tutto.

    Ora funziona perfettamente e non è più una carta moschicida.

    Tra l'altro, potrei sbloggarci su, perché è un'interessante raccontino, IMHO. :D

    RispondiElimina
  20. io opto per il duasshock1...ci ho passato troppe ore e ci sono troppo legato.....per ergonomia però vincerebbe il par per la 360....

    RispondiElimina
  21. il pad è un raccomandato. per quanto possa far schifo, se appartiene alla tua console preferita, ti ci affezioni. cercando di rimanere oggettivi e ricercando il giusto compromesso tra estetica e ergonomia...scelgo il dualshock della ps3 che va bene anche per i picchiaduro (a differenza della prima).

    p.s.: cambiando discorso, una domanda riguardo la tua politica di "blogger". capisco ti possa infastidire il tono saccente di qualche visitatore, ma perchè questo astio verso le precisinate e gli esperti? per dire, avevo letto un intervento su tomino piuttosto interessante, dopodichè tu redarguisci il tipo. gli approfondimenti non sono mica il male!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Temo ci sia un GROSSO equivoco. Non c'è nessun astio e il problema non è MAIi il contenuto. Ogni giorno, sotto ogni post, ci sono commenti interessanti che aggiungono molto alla discussione. Il problema è la forma. Commenti del tipo "Stai sbagliando tutto non capisci un razzo questo film è una melma te lo dico io", o interventi formulati con aria da professorino della penna rossa che porta il Vero agli altri non sono ammessi. Tutto qui.

      Elimina
    2. A tal proposito, torna sempre utile il caro buon vecchio Primo dizionario ufficiale antrista. Che è pure illustrato, mica fischiét! :D

      Elimina
    3. ok! allora, come avevo premesso nella domanda, il problema è solo il tono con cui si interviene. io intendevo un professorino tipo quello del caso tomino, apparentemente presuntuoso ma costruttivo. vabbuò, in effetti questo è un caso limite...di solito concordo con te. grazie per la risposta!

      Elimina
  22. Allora, sono combattuto tra il DualShock 2 ed il pad del Dreamcast.

    Il primo vince in quanto dal primissimo pad Playstation è stato indubbiamente il migliore (i grilletti del 3 sono tremend, e sul 4 non posso ancora esprimermi) e non ho mai capito chi si lamentasse di questa famiglia di controller dato che li ho sempre trovati molto comodi.
    Il pad del Dreamcast era incredibilmente comodo, cosa che ho pensato sin dalla prima volta che l'ho impugnato.

    Tuttavia la quantità di ore spese giocandoci e l'affetto mi fan votare Dual shock 2.

    RispondiElimina
  23. Quello del 360 non mi dispiace, ma c'è quella croce direzionale che mi ha sempre fatto schifo, pertanto vada per il Gamecube, che è stata la mia prima console veramente mia e dopo anni di abitudine ai Dualshock non credevo potesse essere così comodo.

    RispondiElimina
  24. appartengo alla generazione degli 'anta....iniziai con gli sticchi, giocando esclusivamente sul C64 e sull'Amiga (magari...iniziare a Palermo a 14 anni con gli sticchi, negli anni 80...magari) e sino alla PS1 non riuscivo nemmeno a manovrare questi cosi senza la barra per ruggire di piacere... i primi mesi della suddetta PS1 passarono nel continuo apprendistato...

    ragion per cui, dico il primo controller primo della PS1, senza artifizi analogici (come il montaggio analogico di Calboni)...

    RispondiElimina
  25. Partendo dal presupposto che come consolaro sono partito con l'atari 2600 passando da Nes e Snes e sono arrivato alla playstation 1 per poi diventare un videogiochista piccìista io devo dire che il mio pad preferito è stato quello della play1,sia per il numero di pulsanti che per il discorso ergonomia,tant'è che ancora adesso per pc uso i suoi cloni sottomarca.

    Però voglio sottolineare che il mio preferito è stato il primo,quello che aveva solo la classica croce senza gli stick e senza quella boiata della vibrazione che per me serve solo a perdere la concentrazione.

    RispondiElimina
  26. Contestualmente al periodo, direi SNES, che resta comunque il più bello da vedere... tipo se dovessi usarli come soprammobili... assieme a quello del NES. Premio al contrario per il pad del megadrive.

    RispondiElimina
  27. il pad della Playstation 1 prima dell'avvento delle levette analogiche (in breve questo http://upload.wikimedia.org/wikipedia/commons/c/ce/PS_Controller.jpg)

    per carità, levette e vibrazione poi son state bene accette, ma ai tempi preferivo di gran lunga il classico e leggerissimo

    Poi vabbè, la leggenda vera è sempre quello del Super Nintendo, c'è poco da fare

    RispondiElimina
  28. Appoggio i voti al pad della 360

    RispondiElimina
  29. Il mio preferito è lui il pad del philips Cd-i. ( http://upload.wikimedia.org/wikipedia/commons/thumb/2/23/Philips-CD-i-Paddle-Controller.jpg/250px-Philips-CD-i-Paddle-Controller.jpg )
    Non perchè sia ergonomico, o facile, proprio per la sua assurda forma e scomodità. l'ho provato e mi ha sempre fatto troppo divertire provare a giocare a qualcosa con questo.

    RispondiElimina
  30. Mi sono sempre trovato a perfettamente con il Pad del 360, dopo l'evoluzione della croce direzionale che ruotava è e sarà per un bel po' il mio Pad preferito. A differenza di altri, a me il Dual shock 3 mi ha fatto mettere in pausa la ps3 per anni, tirata fuori dall'armadio solo di recente per il psn plus. E ancora fatico a trovarmici. Il Pad della one invece per ora mi pare uno scalino sotto del 360, grilletti troppo corti, croce direzionale troppo poco rialzata rispetto alla superficie.

    RispondiElimina
  31. Quello del Nintendo 64, che prima ancora di quello del Dreamcast ha introdotto delle innovazioni importantissime nei joypad che sarebbero venuti dopo. Poi era bellissimo.

    RispondiElimina
  32. Sicuramente quello del GAMECUBE! Il top assouto. Ancora lo uso quando possibile. Ad esempio ho fatto Sonic Colors e Unleashed con quello! Esiste un adattatore per Wii U!

    RispondiElimina
  33. il primo DualShock. Non per comodità o precisione, altrimenti avrei detto quello della X360.. ma per il senso di meraviglia che trasmetteva. Poi l'ho smontato così tante volte da conoscerlo in ogni sua parte, e ci sono affezionato!

    RispondiElimina
  34. Oh finalmente per una volta mi trovo totalmente in disaccordo con te...il pad del cubo a parer mio era quanto di più scomodo ci fosse, sia per quanto ergonomia che per quella caxxo di levetta analogica che si bloccava ogni 2 per 3. Per il migliore se la gioca il dual shock 3 o il 4...ti dico il 4 per un design più tamarro e per i vari motivi che hai elencato tu

    RispondiElimina
  35. Ordunque - non so esattamente perchè ma mi appare di gran classe, in questo giorno, iniziare un commento con "ordunque" -
    Saro' antico, saro' vintaggio, saro' Santa-pazienza-ma-non-vedi-dove-ci-porta-la-tecnologia, come meglio vi pare ma per me, in assoluto, quello con cui mi son trovato più comodo in assoluto è stato e resta il primo pad playstation. Forse perchè passai dal joystick onanistico mazza e bottoni a quello ma la prima volta che lo presi in mano - e non si rida li in fondo, diàmine! - mi sentii subito a mio agio.

    Ora che ho riletto inizio ad avere dubbi su una mia presunta frociosessualità recondita

    Non discriminatemi!

    RispondiElimina
  36. devo ancora provare quello della ps4, per ora vince quello della 360 imho

    RispondiElimina
  37. Io voto il pad del Saturn (versione giapponese, non quello europeo grosso dei primi tempi). Piu' grande e comodo di quello dello SNES (altro mito, ma un po' piccolo per me oggi), sei tasti in fila ottimi per i picchiaduro, croce direzionale facile da manovrare, grilletti sui lati. E' una naturale evoluzione di quello a sei tasti del Megsdrive. In pratica l'ideale per tutti i giochi 2d, ho comprato pure la versione USB per PC uscita qualche anno fa, e lo uso ancora regolarmente.
    L'unico difetto e' che non ha controlli analogici - esiste una versione analogica, fatta per giocare Nights, ma faceva abbastanza pena - per quelli moderni meglio uno qualunque fra Dual Shock 2, Gamecube, Xbox etc. Per il resto un gran controller.

    RispondiElimina
  38. Una domanda che mi son posto spesse volte: ma se al posto dei pad si fosse optato per uno sviluppo dei joystick (ovviamente dotandoli di pulsanti in numero adeguato), cosa sarebbe accaduto?

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Che il numero di bestemmie generato dai giocatori in una sola giornata avrebbe aperto le porte dell'Inferno in Terra.

      Elimina
  39. Nonostante sia amante di mouse e tastiera e possessore di ps3, il miglior pad è.... Quello della 360!!!!

    RispondiElimina
  40. Qwerty. Tutto il resto è per bambini.

    RispondiElimina
  41. Non aveva niente di comodo, ma il pad del NES è stato il primo che ho usato e ricordo che quando gli amici comprarono la prima PS1 (Da me in inculonia c'era tipo un solo Super NES in tutto il paese di 6000 anime, quindi quello l'ho saltato in pieno), mi dava fastidio che sui calli tattici non vi poggiasse l'angolo del pad squadrato. Ovvio che non pretendo di definirlo il migliore, era solo per dire.

    Il pad playstation è quello che, potendo, scelgo per giochi che non ho mai provato prima. E' solidissimo, lo conosco bene e ci ho speso ore giocando a Tekken 3 e poi Tag, per cui mi vengono facili anche i movimenti più complessi.

    Al momento sono in scimmia per il pad della WiiU. Sarò scemo io che abbocco a queste trovate, ma penso che il gioco asimmetico sia una figata immane. Zombie U, con tutti i problemi che aveva, era geniale per quanto riguarda i comandi.

    Aborro il pad della 360. Facile che sia solo un problema di poca abitudine, ma mi infastidisce tenerlo in mano.

    RispondiElimina
  42. Straconcordo, anche per me non c'è niente di meglio del pad del Gc. Gli stick del dualshock li ho sempre trovati scomodi, tanto che quando possibile (=>Pes) ho sempre usato la croce, che alla lunga ti distrugge il pollice per quanto è dura!

    RispondiElimina
  43. gamecube, gerarchia di tasti riconoscibile

    RispondiElimina
  44. Primo Pad ( versione grande ) XBOX classico .
    Per spacca C00li al massimo !

    RispondiElimina
  45. Il pad della XBOX360. In particolare quello con il DPad ruotabile.

    RispondiElimina
  46. il pad a 6 tasti del megadrive, alla faccia di grilletti e grillettazzi, io mi ci trovavo una favola!
    Quello dello SNES era troppo piccolo ;)

    RispondiElimina
  47. Dualshock della PS1.Assolutamente, intuitivo ed essenziale,senza i millemila tasti della X-box o gli stick messi a caso del Game cube,pronto per l'uso che tu sia un neofita o un nerdone,resta comunque una buona arma nelle guerre videoludiche.

    RispondiElimina
  48. GameCube. Perché ci ho giocato fino a poche settimane fa, prima di passare alla PS3 (alla buon´ora diranno molti). Ergonomicamente ineccepibile e sorprendentmente indistruttibile. Mai dovuto sostituire un pad del GC perché rotto a causa di urti o annaffiato da bevande piú o meno corrosive tipo coca cola o con qualche tasto morto per il frenetico e compulsivo pigiare.

    RispondiElimina
  49. ogni pad ha le sue specifiche per le diverse generazioni di game, e io ho un bel ricordo del ipad a 6 tasti del megadrive (la minibrioche), che ora ovviamente sarebbe inutilizzabile !!

    RispondiElimina
  50. Come wargarv. La brioscina a sei tasti del Megadrive era insuperabile come ergonomia e precisione, alla faccia di tutti i potenziometri.

    RispondiElimina
  51. Questo commento è stato eliminato dall'autore.

    RispondiElimina
  52. Bella domanda, dotto'. Non credo di esser mai stato legato sentimentalmente a una console né alla sua propaggine che mi interfaccia ad essa. Alla fin fine mi adatto a ogni cosa e trovo che ogni pad abbia i suoi pregi e i suoi difetti; ciò nonostante, riesco solo a pensare a i controller che più ODIO, vale a dire quello del Master System e quello del Megadrive (prima versione a tre tasti): il primo l'ho sempre visto come una brutta copia del mitico mattoncino per NES, mentre del secondo non ho mai amato la disposizione in linea dei tasti. Ammetto che un ipotetico Killer Instinct su MD avrebbe giovato non poco del pad a sei tasti, come effettivamente ne ha giovato Street Fighter. Però in quel di Kyoto la sanno più lunga in fatto di controller (ebbene sì, anche il Wiimote :P ), anche se non sono esenti da colpe, come per il Classic Controller prima versione, dove non hanno fatto altro che schiaffare un dualshock sulla scocca di un pad SNES, con risultati pessimi. Aggiungo l'aggravante del cavo che esce da sotto, costringendoti a mettere il Wiimote in tasca; avrei di gran lunga preferito una clip dietro il controller su cui agganciare il telecomando, però vabbè.

    RispondiElimina
  53. Per la serie "Il primo amore non si scorda mai" il pad del Sega Mega Drive II ( http://www.syntaxerror.nu/joy010.jpg ) che era leggerissimo comodo e non si inceppava MAI. Poi oggi che sono un videogiocatore da PC dico il Logitech DualAction G-UF13A ( http://ecx.images-amazon.com/images/I/31MBWFP42ZL._SY300_.jpg )

    RispondiElimina
  54. E se scrivo ... ALBATROS ???

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ci avevo fatto pensierino... :P ma avrei mentito; alla fin fine era scomodissimo e si rompeva SEMPRE!

      Elimina
    2. Tutta la vita albatross dell'amiga!!! Indistruttibile e soprattutto unico joypad della storia adatto a destrorso come ai mancini

      Elimina
  55. voto il telecomando wii per l'ergomicità

    RispondiElimina
  56. Sarà banale effetto nostalgia, ma sono molto legato al pad del Mega Drive, non il primo bensì la versione successiva (venduta a parte e solo negli ultimi anni di vita della console) con SEI tasti. Bello anche il pad del Super Nintendo, per molto giochi però (tipo Street Fighter 2) i tasti dorsali erano piuttosto scomodi e preferivo averli tutti a portata di pollice.
    Mai avuta un'eccessiva simpatia per le levette analogiche, le vedo più come un male necessario.

    RispondiElimina
  57. Quello della xbox360. Mi è di un comodo incredibile, tutto qui.

    RispondiElimina
  58. Ma vaffancuore, qui si vota col cuore: quello assurdo a tridente del N64 :')

    RispondiElimina
  59. Ma poi i risultati di questa valanga di sondaggismi verranno mai raccolti? Anche partire da questo in avanti.

    RispondiElimina
  60. Il miglior pad per comodità e gerarchia dei tasti, quello del gamecube, apice inarrivabile, inimitabile.
    Per innovazione, per cuore, per versatilità, il graffione del Nintendo64

    Non ho mai provato il pad della 360, ma quello della prima xbox lo detestavo.. I dualshock mi hanno sempre lasciato un pò freddino, ma questo dualshock4 mi ha dato positività.

    RispondiElimina
  61. Come il Doc, anche io dico il pad Gamecube.
    Perché? Perché se metto le mani vuote a "cucchiarella", ovvero il termine tecnico per definire la posizione per tenere in mano un pad, ma senza il pad dentro, e nelle mani nella suddetta posizione infilo il mostriciattolo viola (o nero, in totale di originali ne ho 3), esso calza come un mocassino. Sembra plasmato sul calco delle mie mani, è incredibile.
    Inoltre, quel pad mi ha regalato migliaia di ore di multiplayer a Smash con i miei amici, tuttora ogni tanto ci torna la nostalgia e ci crepiamo di mazzate con il titolo GC.

    PS: ma solo io ho enormi problemi a commentare con Firefox, anche disabilitando i vari plugin tipo Disconnect e adblocker vari (ecco il motivo per cui non commento mai)? Ho dovuto aprire IE per commentare stavolta.

    RispondiElimina
  62. Mi unisco all'amore per i pad del Gamecube. Peccato che ormai siano praticamente impossibili da trovare originali, e le copie farlocche mi si spatafascino sempre ;_;

    RispondiElimina
  63. Il mio pad preferito è quello del Megadrive, per le ore passate a casa di un fortunato amico che ce l'aveva. A dire il vero però quel Megadrive per comodato d'uso era per metà mio.
    Parlando invece di consolee joypad posseduti il mio preferito è quello della xbox, il primo e criticato per le dimensioni spropositate. Finché ha funzionato mi ci sono trovato alla grande.

    RispondiElimina
  64. Non c'è alcun dubbio, il DualShock, e di molto!

    RispondiElimina
  65. Io non gioco molto quindi il mio voto si basa csul confronto com pochi altri pad.
    Ma io ho adorato il pad del mio Snes. Era semplice, pulito, precisissimo.
    Riuscivi col solo pollice a tenere premuto b mentre premevi in sequenza X Y e A. Robe notevoli!
    Se ne avessero fatto uno identico in tutto ma con i sei tasti in due file da 3 come il megadrive sarei stato ancora più felice.

    RispondiElimina
  66. Per ragioni affettive cito il mio primo, il vecchio Thunderpad nero con tasti gialli della Logitech : http://tinyurl.com/ncgoylb

    Fu uno dei primissimi esempi di pad per PC, dopo il Gravis. Ci giocavo al sommo X-Wing maledicendo la croce un po' dura che faceva venire i calli al pollicione, e poi a Virtua Fighter Remix (oh yes, c'era anche per picchio e girava una meraviglia) benedicendo i due ottimi tasti dorsali: i PPPK di Lau e Pai venivano lisci come seta !

    Ancora adesso, su qualunque picchiaduro a tre tasti, se posso replico la stessa configurazione: pugno du dorsale destro, calcio su dorsale sinistro, parata/whatever su tasto standard 0 o 1.

    RispondiElimina
  67. Per ragioni affettive cito il mio primo, il vecchio Thunderpad nero con tasti gialli della Logitech : http://tinyurl.com/ncgoylb

    Fu uno dei primissimi esempi di pad per PC, dopo il Gravis. Ci giocavo al sommo X-Wing maledicendo la croce un po' dura che faceva venire i calli al pollicione, e poi a Virtua Fighter Remix (oh yes, c'era anche per picchio e girava una meraviglia) benedicendo i due ottimi tasti dorsali: i PPPK di Lau venivano una meraviglia!

    Ancora adesso, su qualunque picchiaduro a tre tasti, se posso replico la stessa configurazione: pugno su dorsale destro, calcio su dorsale sinistro, parata/whatever su tasto standard 0 o 1.

    RispondiElimina
  68. Quando un giocatore col pad incontra un giocatore con la tastiera, il personaggio del giocatore col pad è un personaggio morto. Easy

    RispondiElimina
  69. Il pad della PS4 è un buon pad ma è buggato !
    I dorsali R1 ed L1 hanno la tendenza a "bloccarsi" dopo poco tempo, in giro ci sono video su come rimuoverli e pulirli.
    Tornando al topic, il pad che preferisco è quello della 360.

    RispondiElimina
  70. Ogni pad Playstation migliora il precedente .Sarò banale.

    Ma vorrei dare un voto "fuori concorso" : l' Albatros per commodore. ^_^ preciso e indistruttibile .
    Il joystick mariomerolo per antonomasia.

    RispondiElimina
  71. Per me i pad devono avere quattro tasti.
    Rimane il preferito quello della playstaition 1

    RispondiElimina
  72. Io quello del N64 ogni tanto lo tenevo in mano anche se non stava giocando, tanto era comodo e un mio amico pirla ci giocava come fosse una navicella spaziale. Ma siccome nessuno lo ha menzionato il mio voto ufficiale per stima, nostalgia e perché non mi sembra l'abbia menzionato nessuno, al rivoluzionario controller Intellevision, che era avanti di almeno 10 anni (uscì nel '78 o '79 credo)

    RispondiElimina
  73. io mi trovavo molto bene col primo pad del sega saturn europeo, comodi i tasti dorsali per wipeout, na sfilza di tasti a destra e una croce direzionale a sinistra che funzionava come deve, di quelli odierni preferisco quello della xbox one, quello della x360 era ottimo ma la croce direzionale era na ditata nel cooolo specie a gears quando dovevi cambiare arma al volo....

    RispondiElimina
  74. Essendo uno dei pochi debosciati che si è preso una XBox One al lancio (ebbene sì, eccone uno) posso dirvi che si vi è piaciuto il pad di 360 quello di XBox One vi piacerà anche di più visto che praticamente lima tutti i difetti o quasi del suo predecessore. Sarei curioso di provare il Controller Pro di WiiU (ahimè, ancora mi manca) ma escludendo quello sicuramente è il miglior pad in commercio e giocoforza quello a cui va la mia preferenza.

    A titolo puramente personale, però, mi fa sempre scendere una lacrimuccia il vecchio SideWinder di Microsoft (il primo modello, quello un po' più "ciccione") che a vederlo adesso anche un po' imbarazzante ma all'epoca era tipo un sogno erotico di un frappo di giocatori pcisti.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grandissimo. il primo Sidewinder anche per me ha un posto speciale; onestamente tra i pad privi di analogico me lo ricordo come il più comodo in assoluto.

      Elimina
    2. Tra l'altro la Microsoft aveva avviato una vera e propria linea SideWinder, comprendenti anche il Joystick e il volante ed erano tutti prodotti fighi

      Elimina
  75. Quello della 360 l'ho trovato ottimo. Le ultime versioni eh, quelli con la croce direzionale da cristiani.

    RispondiElimina
  76. Il pad del Sega Mega Drive perchè le direzioni erano fatte in modo da permettere "a me" di "Affilarle" precise e "rapide", senza sbagliare e senza doverle guardare,

    RispondiElimina
  77. Il pad della PS2 (quello della 3 ha sì i grilletti dietro, ma questi valgono solo per i giochi di guida, mentre diventano scomodi per tutto il resto (es. i rullacartoni di un certo livello)

    RispondiElimina
  78. Qui non posso che votare i dualshockS, compagni, di generazione in generazione, di mille cadute, pollici non più opponibili e sudate da corse campestri nel più profondo Sudan.... mai quanto un mio amico che mentre giocava a pes, sudava dalle mani così tanto che iniziava a gocciolare, ma vabbè, sò casi particolari

    RispondiElimina
  79. Assolutamente Saturn, 6 tasti in due file, gran croce direzionale, dorsali comodi e dimensioni adeguate. E non disdegnavo neanche la versione analogica, con Daytona si difendeva niente male.

    RispondiElimina
  80. Doc, sticchi della gioia = vagine della gioia per un siciliano qualsiasi. Forse è stato involontario ma ho riso come un coglione.

    Io mi trovo a dire Dualshock. Quello del Master System era troppo piccolo e rettangolare...l'ho sempre trovato scomodo. Quello della Xbox troppo grosso da tenere in mano. Il wii mote...lasciamo perdere. Non credo di aver avuto l'occasione di avere altri tipi di pad in mano..o magari non ricordo...

    RispondiElimina
  81. I pad moderni sono realizzati per forme di vita con 14 dita. Faccio una fatica ad usarli... ma il vecchio joystick ve lo ricordate ? Due tasti dovrebbero bastare no ? Uno per sparare ed uno per saltare :) Cmq se proprio devo scegliere direi quello dell'XBox 360. Oppure tastiera e mouse.. negli FPS sono imbattibili.

    RispondiElimina
  82. Sono in ritardo lo so, Dual Shock tutta la vita!!!

    RispondiElimina
  83. Dualshock 2.
    Il 3 è ottimo per le funzionalità wireless, ma in alcuni casi mi sono trovato male con i tempi di reazione dei due grilletti R2 ed L2.

    Quello del Gamecube l'ho sempre trovato pessimo, per finire Viewtiful Joe in modalità Ultra V mi sono devastato i pollici.

    RispondiElimina
  84. Palmambrogio Guanziroli20 gennaio 2014 16:10

    Intellivision.

    RispondiElimina
  85. Per me il dual shock 2! Il 3, come ha detto qualcuno, ha il problema dei due grilletti (in pratica perdi due tasti, perché li usi solo nei giochi di guida). Gli altri hanno delle mancanze, o sono poco resistenti...

    RispondiElimina
  86. il peggiore di tutti è quello del primo nintendo che ti spaccava le mani

    RispondiElimina
  87. Su console: DualShock della Playstation2
    Su PC: Mouse+Tastiera (che non so se conta come controller, ma questo ho)
    Se il voto/commento non è coretto, avvertitemi e/o cancellatelo^^

    RispondiElimina

I commenti anonimi vengono eliminati dai filtri antispam e, nel caso superino i filtri, irrisi ed eliminati uguale: non usateli.

Related Posts with Thumbnails