venerdì 20 dicembre 2013

88

Lo Hobbit - La desolazione di Smaug, la recensione ignorante

Desolazione Smaug Hobbit recensione
Esatto, ignorante. Perché il primo capitolo di questa nuova trilogia di pitergècso non l'hai visto mica, e quando pure c'hai provato a vederlo ti è venuto l'abbiocco dopo dieci minuti. Perciò, armato solo di un vago ricordo del libro, sei andato a sciropparti questo secondo film così, prendendo la storia in medias res, per un'unica ragione. Vedere com'era venuto Smaug [...]
Il problema è che, con grande onestà intellettuale, il titolo del film è già una dichiarazione d'intenti: prima di arrivare a Smaug, c’è la grande desolazione del primo tempo. La storia parla di questa banda di nani nasoni in fuga, come a un congresso del partito di Scilipoti, guidati da Kabir Bedi Scudodiquercia
e affiancati dall’hobbit Rod Stewart. E il primo tempo è perlappuntamente tutto una battaglia con dei ragnoni schifosi, di quelli che Jackson infila in ogni film, ‘tacci sua, continui ricorsi alla cavalleria che arriva a risolvere i casini e a salvare tutto e tutti affraccando poi cinque alti, paesaggi bellissimi, dialoghi pallosissimi, genealogie sbattute in faccia, nani che escono dal cesso (giuri), sempre per quel discorso della critica feroce alla politica italiana degli ultimi vent’anni. 
Tra un momento filtrofiore bonomelli e l'altro, in compenso, appare quella pheega astrale di Evangeline Lilly che...
"Ci songhe angh’ie!"
... sì, c’è anche Legolas, anche se nel romanzo non c'era. Gli elfi silvani sono questa razza, discendente dal famoso parrucchiere Silvano, acconciature uomo-donna, in cui i maschi sono tutti dei super-ninja fu-fu abilissimi con l'arco, le spade, i coltelli e nel suonare le canzoni di De Gregori con la chitarra tra amici, mentre le donne sono bellissime e c'hanno sempre l'illuminazione pUtente personalizzata nei momenti clou che le fa sembrare delle madonnine con le orecchie a punta.
Poi, fortunatamente, c'è Smaug, calato in un secondo tempo tutto badabùm che ha risvegliato in sala un sacco di gente assopitasi serena sulla propria poltroncina. Il drago è esattamente quella roba superflippotrippissima di cui avrete già letto in giro nell'ultima settimana, e sì, vale da solo il prezzo del biglietto. Incentrata tutta su di lui, la seconda parte della pellicola, la seconda metà di questi 161 minuti nanici (cotiche), è decisamente più godibile della prima. Anche se ci stanno sempre quelle robe super-mimme che ormai sono tipo la cifra stilistica di Jackson.
"E poi lui arriva e grida Ayayavasa, sostantivo! Che ne dici?"
"Onè"
Tipo quei TERRIFICANTI discorsi motivazionali, un paio di dialoghi presi di peso da un numero qualsiasi di Geppo il Diavolo Buono e, soprattutto, l'agghiacciante discorso da coaching automotivazionale di Smaug sul finale. Non vai oltre, per non spoilerare niente a nessuno, ma immaginatevi...
...ecco, immaginatevi Grisù da grande.
 

88 commenti:

  1. Io mi sono assopito troppo nella prima parte e la seconda l'ho vista a tratti :-/
    Toccherà rivederlo...

    RispondiElimina
  2. Perche' invece non rifanno Grisu' ? . Ho abbandonato lavisione del prime per le millimila mimmate giacche', pur non aspettandomi una trasposizione filologica, mi aspettavo un prodotto Tolkeniano e non unazuppadi king Kong. Ora dopo questa recensione credo che passero' anche il 2. Le robe dei matti signora mia !

    RispondiElimina
  3. Ieri sera potevo andare ma ho passato, magari un giorno leggerò il libro ma per ora del film non me ne frega un well loved.

    RispondiElimina
  4. A me il primo ha fatto caghè per molti tratti, e l'inserimento a forza di questi due elfi del cacchio non mi fa ben sperare nemmeno per questo sequel. Tra l'altro, mio malgrado, mi sono beccato anche uno spoiler potente, ma assolutamente insensato, sull'elfa Tauriel, che peggiora ulteriormente le cose.
    Vabbè, come per il primo, attenderò con mooooolta calma, che i soldi per il cinema non mi va di buttarli per queste bambinate pim pam badabum.

    RispondiElimina
  5. Io mi rifiuto di guardarlo, perché va bene abboccare a TUTTE le operazioni commerciali, ma in fondo un limite dovrà pur esserci. Semplicemente lo pesco dal torrente, con calma e a tempo debito. Così, a spregio.

    RispondiElimina
  6. Mi è piaciuto, molto più del primo. E' sì un film di collegamento ma vira più sull'horror rispetto a Lo Hobbit ed è meno infantile, più dinamico. Certo, l'epica del Signore degli Anelli, nonostante le aggiunte degli sceneggiatori, è proprio lontana anni luce... ma quello Smaug, signori, che spettacolo!!
    (e anche i nani, eh. Ché quel Thorin e quel Kili non sono mica malaccio! Sicuramente meglio degli elfi abbulicciati o inquartati come il povero Orlando XD)

    RispondiElimina
  7. Io a 'sto giro vado in controtendenza col sentimento antristico e dico che a me 'sti due Hobbit non m'hanno mai annoiato, ché mi riempiono gli occhi di troppa roba bella da vedere. Ah, se il secondo vale un giro per l'incontro con Smaug, il primo vale un giro per lo scontro tra Bilbo e Gollum.

    RispondiElimina
  8. Lo sapete che non mi ricordo se ho visto o non ho visto il primo film dello Hobbit? E dove l’ho visto? In Germania? In Italia? Per farvi capire quanto mi è rimasto impresso.

    RispondiElimina
  9. Questi filmoni fantasy da circa tre ore non li digerisco piu'. Non era meglio quando un film durava quell'ora e mezza standard, due ore incluse le pubblicita' su Italia 1?
    Mi rattrista sempre poi vedere il povero Peter Jackson ridotto a girare questi polpettoni quando la sua cifra artistica era stata espressa gia' molti anni fa con i pregiati "Bad Taste" e "Braindead".
    Il drago dev'essere assai potente se ha indotto il Doc a superare la sua crisi di narcolessia tolkieniana. Forse dovrei entrare solo all'inizio del secondo tempo, magari mi fanno uno sconto sul biglietto: invece di 7,50 tra i 4 e 5 EUR (pari a frazzo - 2 ).

    RispondiElimina
  10. Anche se il migliore resta quello di Dragonheart, lo Samug di Jackson si difende bene.

    RispondiElimina
  11. Non mi è dispiaciuto, purché si prendessero esclusivamente a ridere pressoché tutte le scene con Legolas.

    Che poi: Orlando Bloom sta diventando un incrocio tra Brent Spiner e Robin Williams.

    E Ian McKellen doppiato da Proietti mi sembra più che altro Gigi Proietti con la barba lunga attaccata in faccia.

    RispondiElimina
  12. Ti capisco Doc, pure io non digerisco Tolkien (ho letto a fatica Il Signore degli Anelli e non ho mai finito Lo Hobbit...), ma ho ceduto per il tuo stesso motivo a questo film e si Smaug è davvero bellissimo, inoltre essendo a Londra per le feste l'ho potuto vedere in 3D HFR all'IMAX *___* non volevo più uscire dal cinema... e io odio il 3D XD

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Qui lo davano solo in 3D barbone. In molte scene non si vedeva un'infiocchettatissima.

      Elimina
  13. ma non so... io l'ho visto due volte in cinque giorni per un caso fortuito, e devo dire che nonostante con il libro c'entri una well loved come fantasy in sè non mi dispiace affatto. Premesso che sono un fan di Tolkien da tipo 25 anni, e che alcune scelte di PJ creano imho dei problemi di continuity con Il Signore degli Anelli versione filmica, mi rendo conto che trattandosi di due media differenti si è voluto dare un tono più "adulto" al prequel provando anche ad espandere l'ambientazione della prima trilogia (inserendo comunque elementi presi dalla mitologia di Tolkien). Peccato solo per la troppa CGI che associata all' HFR fa un pò effetto "sceneggiato per la tv con mega budget"... soprattutto sti orchi in CGI non hanno il carisma e la "fisicità" degli Uruk kai e degli orchi della prima trilogia.

    RispondiElimina
  14. Questo commento è stato eliminato dall'autore.

    RispondiElimina
  15. Credo che questa vignetta sia la miglior recensione no spoiler possibile - e non solo - non me ne voglia il Doc :)

    http://www.dorkly.com/comic/57349/the-8-types-of-tolkien-fans

    RispondiElimina
  16. Lo avete visto in lingua originale o in italiano?
    Ieri sera l'ho visto in lingua originale con un amico che lo aveva già visto in italiano.
    Pare che Smaug (che poi, grande giove, ma gli mancano due zampe!) in italiano abbia una voce effetto guttalax, mentre in inglese, signori, che voce, che VOCE!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. in inglese lo doppia Cumberbacht, quello che fa Sherlock, e vorrei ben vedere che non abbia una voce con le lame rotanti che gli fumano. ;)

      Se solo qui in Italia avessimo quella bellissima tradizione francese di fare, in alcuni cinema, i film in lingua ORIGINALE!!!

      Cheers

      Elimina
    2. (cinema per film in lingua originale)
      Dove? In Italia, dove c'e' gente che fa già fatica a capire l'italiano?
      Ti dico solo questo: a Pisa l'anno scorso ne aprirono due, di cinema così. Quando hanno chiuso, qualche mese fa, diverse file di poltrone avevano ancora il cellophane...

      Elimina
    3. Zantaff, sarà che son stato poco a casuccia lo scorso anno, ma dove li avevano aperti 'sti due cinema? Nessuno che io conosca ne sa nulla ò.O

      Elimina
    4. A Roma c'è il Barberini che fa i film in lingua originale. E (forse) il Metropolitan e un altro di cui ignoro il nome.
      Nelle grandi città se ti dice coolo se ne trova ancora qualcuno. Il vero problema sono i sottotitoli in italiano invece che in inglese, ma mi rendo conto che non posso pretendere troppo.
      Andhaka: non sapevo fosse lui! E, infatti, si vede tutta la differenza del mondo!
      Vi consiglio vivamente di (ri)vederlo in lingua originale: se conoscete un po' l'inglese, il film diventa decisamente più godibile!

      Elimina
  17. Mi interessa così tanto che prima vedrò l'ultimo di Ben Stiller e Frozen. Poi mi cercherò una sala dove lo trasmettono in hfr (o quello che è)

    RispondiElimina
  18. Allora, da dove cominciare? Bon, grazie al chez che l'attriccetta dell'ultima ora per fare l'elfa sia sgnocca ma, pian e ben (si dice da ste parti), che quel canotto gonfiato di faccia che si ritrova ti arriva agli occhi (in un film fantasy) con lo stesso effetto del farsi tirare su la zip dei jeans senza mutande da un gerarca. Sti interventi estetici li facessero almeno bene come una volta (Liv Tyler ti amo ancora di più).
    Poi c'è legolas. Già. Personaggio fichissimo nella prima trilogia, tutto giovane e nature mentre qui è una digitalizzazione continua perfino del volto per farlo sembrare più uandairescion che mai. E che palle.
    Smaug ok. Animazioni putenti, doppiaggio sull'ignobile andante.
    A discolpa di pj dico solo che in effetti i ragnoni sono un intero capitolo de Lo Hobbit. La trama... mmm, boh. Mi son perso sulla scacchiera che aveva in casa Beorn. Buonanotte.

    RispondiElimina
  19. Io avevo visto il primo capitolo de Lo hobbit sul volo Fly Emirates quest'estate, e, nonostante il grande fattore abbioccante, il film mi era piaciutomi. Quindi cercherò la sala più grande e pheega della provincia torinese per spararmi quel bestione di Smaug in tutta la sua dragosità.

    RispondiElimina
  20. Dato che l'obbiettivo è il drago mi soffermo solo su quello e sorvolo il resto: è praticamente un incrocio tra Dragonheart e Godzilla (quello hollywodiano)... bello per carità, ma dopo 15 minuti di continui movimenti camera nella sala del tesoro mi stava cominciando a venire l'orchite :-P

    RispondiElimina
  21. Va detto che pure il libro (che ho appena riletto) non è del tutto riuscito e rimane a metà strada fra un racconto per bambini (ma senza mantenere il giusto livello di divertimento e semplicità) e un racconto strutturato ad ampio respiro (che giunge solo nel finale). Ho visto il primo episodio e sembra che i difetti del libro siano trasfusi nel film. Domani vado con mia figlia.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Doh, e invece molti apprezzano proprio il fatto che su un impianto favolistico (e pensato per una certa fascia di età) Tolkien abbia innestato un approfondimento che comunque non sfocia nell'epico vero e proprio...IMHO il film è stato impostato invece avendo in mente SdA e cercando di allineare il tono a quello di quest'ultimo

      Elimina
    2. ehm, il fatto che Tolkien volesse scrivere ESATTAMENTE una cosa a metà tra la fiaba e il racconto cavalleresco, non è contemplato?
      (apparte che qua si continua a usare epico e cavalleresco come sinonimi, non per fare il pdf, ma son cose assai diverse=

      Elimina
  22. Il primo l'ho visto al Cinema (con un curioso effetto "Benny Hill" in alcune scene per quel motivo dei frame al secondo ed il 3D), non sono riuscito a vederlo una seconda volta. Ci ho provato ma dopo venti minuti ho dovuto spegnere per evitare la frattura della mandibola. Vedrò pure questo, tanto non c'è molto altro al Cinema.

    RispondiElimina
  23. Il drago. Mah...
    Sarà che non l'ho potuto vedere in HFR che almeno sarebbe stato un bel vedere il drago, ma si, ok c'è il drago, ma l'andazzo del film, anche quando c'è il drago, non è che migliora.

    [SPOILER, cioè, forse] ]Li potrebbe fare fuori tutti in svariate occasioni, il drago, ma si ricorda di sputare fuoco (che è drago, lui) solo quando i bersagli sono fuori tiro. Forse ci piace giocarci come con il topo al gatto, al drago, ma forse sto gioco dura pure troppo, visto che a un certo punto comincia a sembrare una puntata di Tom e Jerry, e ciao ciao sospensione dell'incredulità saluta a casa ci vediamo un'altro giorno in un'altra sala, e poi, quando finalmente si incazlbera che fa? Va via e lascia i "ladri" liberi di ladrare. Pompandosi come Grisù, il drago.[fine SPOILER]

    Ah, l'ho detto che c'è il drago?

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Dopo Tom&Jerry ed il tuo Grisù, altri riferimenti che mi sono venuti in mente in questi minuti:

      - Certe nuotate

      - Scooby Doo (uno tra i tanti), nelle classiche scene dell'inseguimento nel corridoio pieno di porte (quando [SPOILEROTFL] i nani si dividono in gruppi per "confondere" il drago ("Di qua! No, di qua! Prendi me!"). Che però ci casca.[/SPOILEROTFL]

      Elimina
    2. Ti sei scordato il trucco del mettersi dietro una colonna di pietra se ti soffiano addosso un oceano di fiamme, che cosi non ti si strinano nemmeno i capelli o i vestiti :D :D

      Elimina
    3. Effettivamente credo che per irraggiamento termico le fiamme che passano ai due lati di una colonna dovrebbero cuocere il tipo dietro la colonna.

      Quoto Wargarv sulla sensazione di martellamento sui maroni provata nel vedere il SdA. Prima di conoscere l'Altro pensavo fossi solo io a provarla e invece sono in buona compagnia.

      Elimina
    4. Mah a parte l'irraggiamento è proprio che la fiamma si epsande bruciando ossigeno, per cui se stai dietro un oggetto e arriva una fiammata ok va bene (fronte di fiamma) ma se sei IMMERSO IN UNA VALANGA DI FIAMME allora no, schiatti sia per il calore sia per il fatto che piglia fuoco l'ossigeno vicino a te :D
      Poi vabbe si naviga sull'oro fuso con una carriola (anche quella essendo nanica sarà di mithril probabilmente :D) per cui :D :D

      Oh e somunque secondo molti il miglior spiderman è il maccosissimo spiderman 3 dove si spegne IL PLASMA CON l'ACQUA :D

      Elimina
    5. Le colonne erano chiaramente colonne ignifughe ad assorbimento di calore +15. Quanto alla fuBBizia del drago, la cosa più bella è quando
      [SPOILERINO INNOCUO]
      gli passano sotto la panza su quel ponticello. Quello è stato in grado di sgamare Bilbo Rod Stewart invisibile, ma quando gli passano sotto la panza e parlano tra loro niente, non li nota.

      Elimina
    6. La cosa sbagliata infatti è lo sgamo di rod stewart con anello per me, perchè anche nel libro (essendo lo Hobbit UNA FIABA ricordiamolo e non un romanzo) il drago astutissimo non è che fosse proprio una gran testa pensante

      Elimina
    7. Alla fiammata tra le colonne ho arricciato il naso, m'è sfuggito un' "ellallero", ma mi sono aggrappato forte alla SdI* per cercare di andare avanti con la visione.
      Ma la carriola, santo cielo! La carriola. Su un fiume di metallo fuso di oltre 1000°C.
      Che per inciso, con la computer grafica mi fai draghi, orchi, demoni del mondo antico, Nazgul, Gollum, aquile e ragni giganti, alberi parlanti e poi non mi sai fare dell'oro fuso verosimile? Non dico vero, ma che debba essere quantomeno incandescente, essendo un metallo fuso, la gente se lo aspetta pure, o no? Di nuovo ciao ciao, cara SdI*.


      *=la già citata signora Sospensione dell'Incredulità

      Elimina
    8. Ce l'ho: la cariola era di grafite, altro che Mithril! :D
      Agevolo il contributo. :)

      Elimina
  24. Premessa, facendo la figura dell'Hipster gnè gnè, mi sono letto tutti i libri, dalla trilogia, lo hobbit e il Silmarillion ( mio Dio il Silmarillion bisogna leggerlo minimo 3 volte prima di cominciare a capirci qualcosa, sopratutto a 14 anni), prima dell'uscita dei film.


    Peter Jackson ha questa brutta abitudine di fare film da 3 ore, che anche se sei il più grande fan della terra, ti tagliano le gambe. Sono fatti bene eh, ma cavolo, Lo Hobbit comincia dopo 45 minuti, e nella Desolazione, se si toglie tutto lo screen play dedicato a Legolas e Elf Lily, che bene che sia una gran gnocca, ma non è davvero rilevante ai fini della trama, come (Legolas tra l'altro) si riusciva ad accorciare il film di una buona mezz'ora senza togliere niente di rilevante ai fini della trama.


    Detto questo, i due film mi sono piaciuti molto sono fatti bene e strizzano anche l'occhio agli appassionati. Sinceramente da parte mia sono molto più interessato alla storia di Gandalf e gli eventi a Dol Guldur che sono solo accennati nel Silmarillion, e dovrebbe venire fuori uno scenario tipo boss finale di Dragon Ball.

    RispondiElimina
  25. Lollone esagerato su Kabir Bedi Scudodiquercia, ma mi tocca andare controtendenza anche a me, mi tocca...però io quest'Hobbit tripartito lo aspettavo dai titoli di coda de Il Ritorno del Re, quindi c'è una *leggera* componente emotiva che mi annebbia e me lo fa apparire a prescindere come la cosa più bella del mondo. Questo secondo capitolo, poi, mi è piaciuto da morire, più del primo. E sì, Smaug è bellissimo e domina su tutto.

    RispondiElimina
  26. Caro Doc, sono ampiamente d'accordo a metà. O meglio, obiettivamente la parte della gnocca elfica che rallenta il ritmo mi ha fatto cascare non poco le palle. Legolas invece ok che non c'è nel romanzo, ma egli è figlio del re Thranduil, quindi ci può benissimo stare che sia lì a corte a fare lo sborone con l'arco...

    Figa elfica e figo elfico messì lì più per ampliare il pubblico femminile dai. Grande Smaug e grande ambientazione di Erebor.

    Speriamo nella terza parte, in cui ci dovrebbe essere la Battaglia dei 5 Eserciti. Solo dopo la visione del terzo capitolo avremo la visione totale di tutto.

    Saluti!

    RispondiElimina
  27. Senza voler in alcun modo cercare un attinenza al libro a tutti i costi, cosa che per me non rende un adattamento buono o no, il problema è solo uno: Peter Jackson.

    Se vi è piaciuto farvi MARTELLARE LE PALLE con il signore degli anelli allora probabilmente vi piacerà anche questa noiosissima trilogia, anzi probabilmente sarete avvvantaggiati dal fatto che, anche senza versione estesa, il libro di provenienza è cosi esile che BASTA LA VERSIONE CINEMATOGRAFICA PER CAPIRE QUALCOSA.

    Si perchè forse nessuno se lo ricorderà ma se guardate i film di jackson del signore degli anelli, senza sapere nulla della storia, NON E' POSSIBILE CAPIRCI UNA MAZZA dato che molte scene importanti e anche aggeggi importantissimi per il successo dell'avventura (mantelli, pan di via) COMPAIONO DAL NULLA.

    In questi film non succede. In compenso in questi film come al solito ogni mezzora di dialoghi inutili, noiosi e imbarazzanti spunta un personaggio che guarda il panorama, cosi si può fare una bella inquadratura alla peter jakcson...SEMPRE in ogni setting....casa di beorn? TAC, Bosco Atro? TAC lago? TAC etc etc etc etc

    Problemi supplementari di questo secondo episodio? drago "astuto" come un redneck che si riproduce da generazioni con le cugine e distilla alccol in una vasca, elfe messe a caso che, oltre a non servire a nulla, fanno una cosa COMPLETAMENTE RIDICOLA e che non citerò per non spoilerare, ma anche le scene preparatorie a questa cosa sono quanto di più becero e buttato li al solo fine di butarci dentro una sottotrama cara ad hollywood e che nel libricino di fiabe di tolkien non c'è.
    Battaglia "finale" col drago che potrà essere bella a vedersi ma nel suo svolgimento risulta una pantomima...1) e SPUTA QUEL CA*** DI FUOCO 2) w le colonne ignifughe che in un oceano di fiamma se ti ci metti dietro non ti bruciacchi manco i capelli e i vestiti :D

    RispondiElimina
    Risposte
    1. hai ragione sulle colonne ignifughe (anche il fiume di oro bollente navigato senza ustioni a dire il vero grida vendetta...) però ne il Signore degli anelli non mi sembra sia tutto così scontato, tanto che la mia ragazza (che non ha letto il libro) lo adora e tutte queste emissioni non le trova.. il pan di via cmq sono sicuro sia spiegato, per i mantelli elfici non ricordo, forse nell'edizione estesa (che è l'unica edizione valida della prima trilogia... vedremo per la seconda).

      Elimina
    2. Nella versione cinematografica i doni di Galadriel NON sono spiegati, sono spiegati solo nella versione estesa.
      Stesso discorso per, ad esempio, le scene con saruman, faramir o la bocca di sauron, assenti nelle versioni "normali".
      Che per vedere un film intero devi comprare i cofanetti sempre trovata una grandissima porcata

      Elimina
  28. che palle dite tutti la stessa cosa ... io così palloso non l'ho trovato il primo tempo

    RispondiElimina
    Risposte
    1. perchè a te piace lo stile di Jackson. Io ho trovato palloso tuto il film per cui vedi il gusto è soggettivo :D
      Se è uno stile che ti piace il film sicuramente ti piacerà tutto e tanto e la trilogia dello hobbit è assolutamente consigliata!

      Elimina
  29. È probabile che domani sera porti la morosa a vederlo, anche se la durata di tre ore mi farà abbioccare facilmente, dovrò resistere per Smaug.

    RispondiElimina
  30. ma lo smaug, vossia, mi saprebbe dir orsù signoria vostra se è esa-articolato?

    cioè tiene quattro zampe e due ali? o è la solita viverna\drago-zampe-posteriori-e-ali?

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Viverna con ali e zampe posteriori. Tranquillo tranquillo.

      Elimina
  31. A me sono piaciuti ambo i film, la lunghezza eccessiva non mi ha fatto desistere, anzi, ma sarà che a me i filmoni di 3 ore piacciono (se fatti bene, chiaro).
    Anche se questo secondo capitolo un po' lento lo è, devo dire la verità.

    RispondiElimina
  32. Chi mi da un riferimento per capire questa battuta:
    Ayayavasa, sostantivo! Che ne dici?" "Onè"

    RispondiElimina
  33. A me il primo Hobbit, da solo, è piaciuto più di tutta la trilogia dell'anello, esemplificata magistralmente dallo sketch di Randall in Clerks II. C'è molta più varietà, i nemici non sono solo orchi in putrefazione. Il re dei Goblin poi, ma che bello era (metaforicamente)? Però..c'è da dire che qualche precauzione va presa: in primis evitare di vederlo al cinema. Troppo lungo e oltre a procurare botte di sonno, avete presente quanto può iniziare a diventare pesante la sala piena di individui che fanno una dieta molto proteica? Perciò, come per il primo aspetterò il DVD, mi berrò una bella caffettiera, e me lo godrò sul mio trono. Emh, volevo dire sul divano.

    RispondiElimina
  34. beh, dai allora infine sembra un film onesto da come ne parli. pipponi nei film ci sono sempre stati (purtroppo), li troviamo pure nell'armata delle tenebre tanto per intenderci (perché non ci fai 20 cose?). c'è da dire che a livello di libro ho sempre considerato lo hobbit nettamente superiore al SdA

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Beh, non lo consiglierei a tutti così, come niente fosse. Bello il drago e meno soporifero il secondo tempo, ma per quelli che sono i miei gusti, ad arrivare a "film onesto" ce ne vuole :(

      Elimina
    2. occhei... va beh, me lo andrò a vedere lo stesso, considerando che abbiamo gusti abbastanza diversi magari non siamo d'accordo sulla definizione di film onesto (spero!)

      Elimina
  35. avendo citato legolas non posso non linkare questo http://www.youtube.com/watch?v=uE-1RPDqJAY

    RispondiElimina
  36. Da devoto Tolkieniano mi è piaciuto decisamente meno del primo che era molto aderente al libro e includeva aggiunte quasi tutte prese da fonti canoniche.
    In questo secondo capitolo, invece, Jackson si fa prendere dalla sindrome dello Zio George Lucas, e infila una serie di vaccate stucchevoli e gratuite solo per il gusto di autocitarsi o dire allo spettatore "ti ricordi questa scena? ecco che te la ripropongo più sborona e incasinata, blam blam, pew pew!". E inventa come un pazzo con cose che non si possono vedere tipo le tombe dei Nazgul e soprattutto l'amore interracial.

    RispondiElimina
  37. Sono andato con la mia fidanzata, che per inciso ha una paura maledetta dei ragni.
    Risultato: mezzo primo tempo a dirle "non puoi ancora guardare... non ancora... non ancora..."

    /facepalm

    RispondiElimina
  38. Bof, questi film mi vanno riguardare i film del Signore degli Anelli con occhi diversi.
    Allora io e la mia cumpa del periodo, ancora giovini e in fissa con Tolkien, ritenemmo quei film una cosa grandiosa, epica, dei very kolossal.

    A guardare oggi i film dell'Hobbit però mi viene solo una parola, una parola inglese: "preposterous".

    RispondiElimina
  39. Il film non l'ho ancora visto,ma nel trailer Smaug aveva una voce a metà tra Banderas e il tipico accento russo.Anche nel film è così o hanno cambiato il doppiaggio da bolscevico?

    RispondiElimina
    Risposte
    1. E' doppiato da Luca Ward, la voce italiana di Russel Crowe, Pierce Brosnan, Samuel L. Jackson, Keanu Reeves... e anche Banderas in effetti.

      Elimina
    2. lui è un grandissimo doppiatore,ma spero che nel film l'accento sia meno forzato.Non so poi come sia in lingua originale,ma un drago che parla in quel modo non riuscirebbe mai ad incutermi timore

      Elimina
    3. "Queste sono le mie macine di fuoco"

      Elimina
    4. è Luca Ward che ogni tanto tira fuori tonalità e gridolini arrandom.

      Elimina
    5. Tra i tesori i nani troveranno anche Rosita

      Elimina
  40. scusate io non l'ho ancora visto...
    ma come le tombe dei Nazgul ? i Nazgul non sono mai morti.. sono stati corrotti dagli anelli fino a rendergli degli spiriti... sopravvivono anche alla prima caduta di sauron...
    sono legati all'unico... io ho sempre ritenuto che sono distrutto l'unico anello anche i 9 sarebbero stati liberi di trasmigrare...
    boh.
    vabbè.
    ma le tombe proprio no.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Chiedilo a PJ. In Jacksonlandia i Dunedain (sì, hai letto bene) hanno sepolto i corpi fisici dei Nazgul sigillando le tombe con degli incantesimi. Il tutto credo per giustificare il fatto che Suron viene chiamato Negromante (e quindi li resuscita).
      Chi ha distrutto i regni del nord e fatto sparire l'ultimo re di Gondor in Jacksonlandia è un'informazione mancante.

      Elimina
    2. ma no!
      non avevano più un corpo fisico! erano ombre.. un pò anche come metafora che la bramosia di potere di rende un ombra dell'uomo che eri una volta.
      non sprecherò tempo con sto pippone di film più volentieri mi riguardo: "quel gran pezzo dell'Ubalda tutta nuda e tutta calda".

      Elimina
  41. Visto settimana scorsa:
    Pro (pochi): Smaug fichissimo, la voce supersexy di Smaug in inglisc che porterà molte donne alla rettilofilia (ma anche molti uomini), poi anche il Thranduil con i sopracciglioni è bravo assai e inquietante/stronzo il giusto, e infine il ehm... la... no, niente, son già finiti i pro.
    Contro: la Evangeline Lilly sarà pheega ma metà degli altri attori sono dei mostri e lei tra di loro ci sta come la mia panettiera tra i reali d'Inghilterra; l'inserimento forzato del romanticismo da soap non c'azzecca una pippa; Legolas col cerone perchè è invecchiato di dieci anni (va be' che non è colpa sua) fa tristezza; il primo tempo raffazzonato e un Beorn a cui si poteva dare più spazio.
    Bo, a me ha fatto un po' caghèr, a parte Grisù da grande.
    Ma nel terzo che cacchio ci mettono? Come le tirano due ore e mezza istituzionali?

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Be',



      ATTENZIONE, SPOILER!




      OH IO VI HO AVVISATO...


      C'è tutta la parte in cui il drago attacca Pontelagolungo, che immagino non durerà soltanto cinque minuti, tutto il discorso dei nani che occupano la montagna creando disagi con i nani di Dale e gli Elfi Silvani, la menata dell'Archepietra (che schifo Archengemma, dai) e infine la Battaglia dei 5 Eserciti.

      Oh non è che lo dividono in altre due parti? :D

      Elimina
  42. visto sabato scorso, qualche cosa buona tra tante vaccate in pieno stile George Lucas. Suvvia, il libro de lo hobbit è molto meno propenso del Signore degli Anelli per una trasposizione cinematografica, e si vede.
    per allungare il brodo hanno inserito scene completamente random, mimmate incredibili e stravolgimenti di trama....

    ah un'ultima cosa, quanta maledetta CGI hanno inserito in sto film?

    e poi dddio, la carriola...

    RispondiElimina
  43. Sono l'unico che ha trovato Bard assolutamente identico a Quagliarella, con l'unica differenza del capello lungo?

    RispondiElimina
  44. Io sono d'accordo sul fatto che ci sono parti veramente noiose soprattutto nel Signore degli anelli..il villaggio degli hobbit, gli elfi, la parte di Barbalbero veramente odiosa (e nel libro e' ancora molto peggio)..poi mi fa schifo Frodo ...eppure ci sono momenti straordinari che amo, e rispetto e ammiro il gigantesco e professionale lavoro che ci sta dietro..consiglio di vedere I dietro le quinte delle extended version sia dell signore degli anelli e sia dello Hobbit...

    Ma solo a me esaltano I Nani? (Del film)
    Dwalin su tutti

    RispondiElimina
  45. Allora, seguo spesso il blog, ma non avevo mai commentato prima d'ora.

    Vado subito al sodo. Film spettacolare. Per conto mio anche più bello della trilogia del SdA.

    Adesso cerchiamo di arginare le critiche.

    Partiamo dicendo che sono un accanito lettore di Tolkien ma nei film non cerco necessariamente la completa ed assoluta aderenza alla trama dei romanzi. Mi basta che non ci siano contraddizioni maggiori o tagli troppo drastici (vedi Saruman nella Contea nel Ritorno del Re).

    E, nel complesso, di simili problemi, ne "Lo Hobbit" non ne ho trovati. Alcune scene minori sono state eliminate, altre parti sono state aggiunte (vedi discutibile storia d'amore - ma non del tutto estranea all'universo tolkeniano trattandosi tutto sommato di elfi silvani, la feccia dei priminati :D ) e diversi tra elementi, motivazioni ed obiettivi sono stati alterati, ma nulla di trascendentale.

    Dal punto di vista della trama il film scorre che è una meraviglia. Unico piccolo appunto sullo scontro finale nani-smaug. Per conto mio avrei preferito che dopo aver in qualche modo bloccato il drago, i "nostri" si fossero nascosti. Il drago che se ne va per punire Pontelagolungo mentre i nani sono lì per quanto giustificata dalla volontà di liberarsi del metallo liquefatto, non mi pare convincente.

    Ora, molti di voi potrebbero chiedersi se ho visto un film diverso dal vostro.

    Beh, si, perché ho avuto, come altri, la fortuna di vederlo in 3D HFR e con dei posti decisamente invidiabili (centrali, mezza altezza). E il film è un gioiello visivo. Quando la trama rallenta si apprezzano i paesaggi, le scenografie sontuose ed i dettagli più minuti. Le scene d'azione sono assolutamente spettacolari, perfettamente coreografate: l'assoluta qualità del 3D ed i fotogrammi in più garantiscono sequenze fluide ed eccezionalmente definite. Probabilmente è proprio lo standard HFR a cambiare le cose, giustificando veramente la presenza del 3D.

    Insomma, da vedere assolutamente in HFR. Un capolavoro visivo.


    P.S. Si è capito che mi è piaciuto?

    RispondiElimina
  46. ... una volta ci si lamentava che i film erano corti e non approfonditi...e poi magari si aspettava la director's cut sperticandone le lodi e insultando chi aveva attuato i tagli! e ora ci si lamenta di film di 3 ore!! poi per carita' i gusti son gusti, lo stile di peter e' questo ma graziaddio ha fatto un buon lavoro e poteva andare sicuramente a uno schifo totale..che so al regista dei transformer?? POi voglio dire..la vera palla (e' mi scuso con gli estimatori) e' proprio il libro originale, per cui a ben vedere e' una perfetta trasposizione della pallosita' alternata all'azione!! :P suvvia via!!

    RispondiElimina
  47. Allora, premetto che sono Tolkieniana ma tollerante. Adoro i libri e penso che per trarne dei film siano necessari alcuni "aggiustamenti", altrimenti a rispettare ogni virgola verrebbero fuori tipo seimila ore di film. Ad oggi questi adattamenti mi erano sembrati sempre rispettosi dell'opera cartacea e mi sono piaciuti tutti. Anche il primo "Lo Hobbit", che me lo sono visto tre volte quando è uscito. Ma questo ... Questo. La desolazione non di Smaug, ma dello spettatore. Beorn, uno dei personaggi più affascinanti del libro, completamente snaturato e ridotto a presenza marginale. Il passaggio a Bosco Atro, l'incontro tra Bilbo e Smaug e tutto il resto che avviene nella montagna. Ma l'assurdità più assurda? I barili in action da film americano della domenica sera su Italia1 e gli elfi al villaggio. Ho passato un buon 80% del tempo a chiedermi "Ma che film sto guardando?" Il Peter qui si è fatto decisamente prendere la mano e l'ha fatta fuori dal vaso. Di brutto.
    Salvo solo le musiche e l'approfondimento sugli avvenimenti di Dol Guldur.
    A fine film, invece di aspettare tutti i titoli di coda come sempre e uscire con un sorriso cosmico, mi sono alzata e sono stata tra i primi ad andarmene, con in viso la maschera dell'amarezza. Delusione totale.

    RispondiElimina
  48. A me è piaciuto molto.
    Devo dire la verità, sono un grande fan di Jackson: l'ho apprezzato tantissimo per la tecnica registica utilizzata.
    Ma apprezzo anche gli elementi di Del Toro: quegli elementi dark che danno molto più spessore alla situazioni che divenute filmiche sarebbero state assurde o pallose (come la scena della guardia ubriaca).
    Alla fine mi è salita la scimmia..
    Spero che sia un terzo film che sia all'altezza di questo titolo!

    RispondiElimina
  49. русский спамер21 dicembre 2013 00:29

    Io invece aspetto di vedermelo in BR, almeno posso mettere in pausa ed alzarmi dal divano quando inizio ad annoiarmi, e procedo diretto con la recenzione (no spoiler) di Frozen, appena finito di vedere al cinema:
    Frozen e' il piu' bel film Disney Pixar di tutti tempi...completamente rovinato da un uso ridicolo delle parti cantate per la prima meta' del film. Che se uno ha visto Aladdin sa benissimo che si puo' anche cantare per buona parte del film e tirarne comunque fuori un capolavoro, qui invece hanno fatto un disastro completo.

    RispondiElimina
  50. Non ho capito qual'è il problema con il drago ... Mica dev'essere un documentario della BBC sulle proprietà fisiche del fuoco o la temperatura di fusione dei metalli. Allora se leggete la letteratura medievale sui draghi la scartate subito perchè è tutta implausibile. Suvvia.
    Le posizioni anti-Smaug puzzano di nostalgia del solito drago moderno, che è invariabilmente un amicone dell'uomo e lo aiuta a lottare contro il male, il che è una bestemmia visto che l'unica funzione del drago in Occidente è quella avversariale, di ostacolo all'impresa eroica, un equivalente laico del Diavolo.
    Bene ha fatto perciò Jackson a presentare il drago come dev'essere: un arci-villain. E pazienza se ha momenti di 'stupidità': fa parte del gioco; se fosse imbattibile, all'eroe non resterebbe che fare fagotto e tornarsene a casa.

    RispondiElimina
  51. Non ho ancora visto il film, ma ho letto i libri...da quello che mi dicono gli amici, il libro l'hanno usato per accendere il camino sul set!già il primo era una mezza botta...ho quasi paura ad andare a vederlo..glom...

    RispondiElimina
  52. I gusti sono gusti..e meno male. Capisco I paragoni con I libri e le conseguenti critiche..pero' non capisco come si faccia a criticare cosi tanto il Signore degli anelli e lo Hobbit e ve lo dice uno che odia alcune parti e personaggi di entrambe le trilogie, uno che trova noiose certe parti di questi film, ma comunque trovo stupendo l'insieme , la cura, l'epicita' e l'impegno per creare un mondo..e poi voglio dire il metodo di paragone quale e'? Non esistono film fantasy praticamente..non che vi si avvicinino anche solo lontanamente..

    RispondiElimina
  53. Visto sabato sera...

    SPOILER SPARSI DA QUESTO PUNTO IN POI

    Non avendo ancora letto il libro, posso solo dire che per ora, nel suo insieme, questa nuova trilogia per me fa il suo sporco dovere.
    E' bellissima da vedere, e da seguire (non ho trovato momenti morti, e sono rimasti sempre incollato alla poltroncina del cinema).
    Ci saranno anche delle imperfezioni rispetto all'opera da cui è tratta (le tombe dei Nazghoul, Legolas..), e varie americanate, ma è indubbiamente un signor prodotto.

    Nel prossimo ci sarà l'apocalisse, dovrà morire un boato di gente.
    - Smaug
    - Tutti e tredici i Nanetti.
    - Radagast
    - Bard e almeno metà degli abitanti di Pontelagolungo (VE)

    In più ci sarà la battaglia contro il drago e quella, spero epica, con l'Oscuro Signore.

    Can't Wait!!!

    RispondiElimina
  54. da un libretto di 400 pagine circa, fatto per lo più per bambini, ci hanno tirato fuori non una, non due, ma ben 3 (TRE) film da circa 3 (TRE) ore l'uno (tutto questo ritorno di tre mi fa venire in mente Mike Bongiorno....). E' come se per il signore degli anelli avessero fatto una trilogia per ogni singolo libro....due OO! Ci credo che i film risultano lenti e devi riempirli di roba che non c'è....

    RispondiElimina
  55. Ok questa recensione è geniale. Ti adoro :)

    RispondiElimina
  56. io l'ho visto in un cinema che aveva il proiettore analogico... ad un certo punto, verso metà film, in sottofondo c'era un continuo ronzio bello forte, che nei momenti di silenzio faceva un casino tremendo. Poi molte immagini erano proprio sfocate, sembravano tipo a 240p di youtube. Ad un certo punto c'erano sullo schermo i tipici effetti da cinema anni '70, con righe gialloverdi e buchi neri. A fine intervallo, quando riprendeva il film, si perdevano quei secondi buoni per metterlo a fuoco, riposizionarlo sullo schermo, perdere il fuoco, e rimetterlo a posto.
    Ma comunque figata, non ancestrale come il SdA, ma bellino assai

    RispondiElimina
  57. a me non è dispiaciuto a parte (come si diceva sopra) il doppiaggio di Proietti. Ho sperato però, per tutta la durata del film, che Gandalf intonasse il motivetto de la mandrakata....

    RispondiElimina

I commenti anonimi vengono eliminati dai filtri antispam e, nel caso superino i filtri, irrisi ed eliminati uguale: non usateli.

Related Posts with Thumbnails