mercoledì 4 settembre 2013

85

Elysium, la recensione senza spoiler

Lassù, in alto, vive la gente ricca. Con una bella casa, cure mediche, campi da tennis, piscine, tanto tempo libero. Giù, in basso, dove la lingua più parlata non è l'inglese ma lo spagnolo e le case sono ammucchiate una sull'altra come baracche, i poveri conducono invece la propria esistenza tra mille stenti, in mezzo ai rifiuti, carne da banco per trafficanti di uomini e sfruttatori privi di scrupoli. E questa è la Los Angeles di oggi, 2013. Quella del 2154 raccontata da Neill Blomkamp in Elysium, invece… no, niente. È uguale […]
Rage: the videogame: the movie
Quattro anni dopo il sorprendente District 9, c'era grande attesa per il nuovo film scritto e diretto dal sudafricano Neill Blomkamp. E? Ed Elysium, pur non essendo il nuovo District 9 che tutti si aspettavano - lo diciamo subito, così ci leviamo il pensiero - è uno dei pochi film fantascienzi guardabili che hai visto negli ultimi tempi (no, Pacific Rim, in quanto catartica fiera del cazzottone robotico ignorante, non conta). Capolavoro? No. Filmone? Nemmeno. Ma uno dei pochi che non ti abbia fatto uscire dal cinema rimpiangendo quei sei euro che al cambio attuale valgono orientativamente una margherita e mezzo. Il che di per sé non sarà magari così indicativo, visto che ormai la fantascienza al cinema sono i film badabùm scemi per ragazzini, ma oh.
Blomkamp gioca questa volta su una metafora ancora più semplice ed esplicita di quella dell'apartheid di District 9, ma non risparmia nulla: dice No, grazie, vaffancuore alla scifi PG-13 a uso e consumo di allegre famiglie ruminanti popcorn, e tira fuori un film bello crudo, di quelli a rischio incassi magri se paragonati al budget (e infatti…). Dritto al punto, in mezzo a sangue, carne, lacrime e rottami. Un tema così abusato nella fantascienza distopica come quello dei ricchi ipertecno VS massa pezzente semiprimitiva risulta così molto più efficace che in altre pellicole che partivano dalle stesse premesse, per poi annegare in un lago di acqua di rose (In Time, giusto per citarne una). La Los Angeles di Elysium è un inferno sovrappopolato e caotico, dove tutto è lurido, dai bicchieri alle unghie di Matt Damon.
"Se non la smetti, diventi cieco"
Ecco, il Max Da Costa interpretato dal Damon col melone è un eroe talmente particolare da non essere affatto un eroe, ma un povero stronzo qualsiasi che diventa un povero stronzo vendicativo e pronto a tutto. No uomo della gente, no Masaniello. Discreta la prova di alcuni degli altri protagonisti, come Alice Braga, che è tipo perfetta per fare i ruoli da povera donna ispanica disperata, e William Fichtner, 
che c'ha talmente una faccia da stronzo che da ragazzino non l'hanno voluto nemmeno ai boy-scout. Lo stesso non può dirsi però della Jodie Foster cattiva, incredibilmente improbabile su una scala da zero a tizia con la voce di Candy Candy e la faccia da ricercatrice in uno di quegli spot TV sugli assorbenti ultratecnologici progettati dalla NASA per giovani donne felici e atletiche.
"A che punto siamo, ragazze?"
Cos'altro non va? Ci sono un paio di scene troppo mimme, quando la fantascienza a sfondo sociale ti spunta al cinefumettone a sfondo cazzotti, e soprattutto QUELL. ORRENDO. SCONTRO. FINALE. La seconda parte del film, in buona sostanza, non è assolutamente al livello della prima, il che è un grande peccato, ma nel complesso non lo consideri un film disprezzabile. Un tre sulla scala W.I.L.D.E. (a proposito: dovremmo utilizzarla ufficialmente anche per le recensioni dei film? Che ne dite?). Perché al cinematografò non ci sono solo i filmoni e i filmetti, esistono (vivaddio) anche i film guardabili. Coi loro difetti ma guardabili, anche e soprattutto perché (vivaddio 2) non timorosi di tentare qualcosa di vagamente diverso dal solito. In mezzo a tanta fantascienza sbrilluccicosa con la profondità di Parappa the Rapper e lenta come il decadimento dell'uranio, al tripudio di effettazzi inutili e gente che copia gente con i trasferelli, avercene.

POST VAGAMENTE COLLEGATI

I 15 migliori film di fantascienza distopici/post-apocalittici degli anni 70

85 commenti:

  1. Doc, immagino che tu abbia saputo del nuovo filmazzo d Terry Gilliam, che te lo dico a fa'?

    Beh, a breve voglio un post-scimmia che faccia venire la scimmia alle scimmie stesse. Trailer:

    http://www.youtube.com/watch?v=AKT296jh8xg

    RispondiElimina
  2. ecco, la doppiatrice di Candy Candy: solo a me sembra di sentire una bimba piagnucolosa e pdf anche quando il personaggio è un'adulta "normale"?

    RispondiElimina
  3. devo dire che a me Jodie Foster piaceva molto e l'ho sempre vista in italiano

    RispondiElimina
  4. Per me è un film solido. Fa il suo, lo porta a casa senza problemi e grazie alla penuria di concorrenti si candida al ruolo di miglior film di fantascienza del 2013. E il merito di tutto ciò imho é delle scelte registiche e di uno splendido cattivo nonostante una trama banale (e pure prevedibile) e un protagonista inadatto al ruolo.

    RispondiElimina
  5. ero indeciso se vederlo. la trama mi sembrava trita. però 4 w.i.l.d.e. mi hanno convinto. Comunque Damon col passare degli abbi sembra hulkizzarsi sempre più (corpo e viso)

    RispondiElimina
  6. che cosa essere la scala W.I.L.D.E.? Sono nell'antro solo da pochi mesi!
    Ho cercato su google ma mi esce un tipo che scrive poesie.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. (è uno scherzo, vero?)
      Non c'è niente di male a non conoscere la scala, ma "il tipo che scrive poesie" sarebbe Oscar Wilde.
      Ho cercato Schettino su google e il primo risultato essere "Costa Concordia disaster" :-)

      Elimina
    2. La scala W.I.L.D.E. è il metro di valutazione antristico dei giochi
      (qui un esempio: http://docmanhattan.blogspot.com/2013/01/videogiochi-in-uscita-fino-a-marzo-2013.html). Da oggi in poi, verrà applicato anche ai film.

      Elimina
    3. non so, vedendo la qualità degli ultimi film di Oliviona nostra (e lo dico a malincuore) sarei un po' scettico. Se coi videogiochi può funzionare come metafora, nei film ci vedo tipo un conflitto di interessi.
      Poi, ovviamente il Dottore sei tu, per cui mi adeguo alle tue decisioni

      Elimina
  7. Questo commento è stato eliminato dall'autore.

    RispondiElimina
  8. non andrò a vederlo al cinema, sembra troppo un plagio al manga Battle Angel Alita, che praticamente ha la stessa ambientazione di questo film. Aspetterò di vederlo su sky, grazie alla tua recensione che gli ha fatto guadagnare punti...

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Il mio primo pensiero quando hanno presentato il film.

      Elimina
    2. Anche il mio... ma a dire la verità ho pensato allo stesso plagio anche per il film di AstroBoy, che non ricordo avere quel tipo di rappresentazione della società nel manga e nel cartone originale.

      Elimina
    3. Esattamente!! E sto aspettando ancora Cameron che ne farà un live action! E non mi venissero a dire poi che è la copia di Elysium che mi strappo i capelli!!

      Elimina
  9. Mi domando che film avete visto.
    Questo è un film che se non è PG è solo per quella cosa della granata e qualche pugnalata truculenta (e arbitraria) di troppo. In Time e Man of Steel sono dieci volte meglio, ciascuno, quanto a originalità fantascienzica e tematiche profonde.
    La piattezza e family-friendliezza di questi personaggi è stata la delusione più cocente, a confronto coi personaggi realistici e (davvero) spietati di District 9.

    RispondiElimina
  10. visto sabato sera..in una sala semivuota (forse 20 persone al max..in ogni caso il record massimo di presenze al Nexus di CorteFranca BS)non male..non mi è dispiaciuto, scorre via abbastanza bene..anche se Matt non mi piace proprio!!!

    RispondiElimina
  11. grazie Doc, la tua rece è rinfrancante, molti lo hanno bollato come "merda suprema" ma non ci volevo credere...

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Una delle peggiori derive dell'Internet è la polarizzazione estrema dei giudizi. Per la maggiore semplicità di uno schema binario yes/no, capolavoro/merda, o perché le scimmie terminatrici (ne abbiamo parlato in un apposito post. Chi non l'abbia letto se lo cerchi) non ammettono che esista parere diverso dal proprio, ci si scanna sugli estremi, lasciando da parte tutto quello che c'è nel mezzo.

      E così un film/gioco/libro/serial o è bellissimo o fa cagarissimo. Un personaggio famoso o è Dio o è un povero stronzo a cui augurare le peggio cose. Se ti stanno sulle palle i fascisti, non è perché credi in una democrazia migliore, come dovrebbe fare chiunque sia mai stato nel nord Europa: no, sei un comunista mangiabambini nostalgico del Politburo.

      Si polarizza. E nel farlo, nel giudicare un'opera dell'ingegno umano, quale che sia, passando per il collo di bottiglia di quel sistema binario, si fa un torto a tutti quanti. Anche a sé stessi, banalizzando, sintetizzando l'insintetizzabile, castrando la propria capacità di formulare un pensiero un attimo più consistente di quella Y o di quella N.

      Questo in generale, a prescindere dalla pellicola in esame, ovviamente.

      Elimina
    2. ...e due post sopra abbiamo un fulgido esempio della questione. Comunque concordo. obiancoonerismo puro, everywhere.

      Elimina
    3. Secondo me il problema è che molti (ad esempio io) sono andati a vederlo pensando "cazzo District 9 era un capolavoro e questo non può non esserlo" e invece era "solo" un film buono. Stessa cosa mi è accaduta per Pacific Rim (ma in fondo Pacific Rim mi ha deluso per questioni quasi "personali", quindi non credo di poter dire qualcosa in capitolo in quanto influenzato), e stessa cosa è accaduta per Diablo 3.

      Tipo dopo essere uscito dalla sala appena ho trovato l'opportunità mi sono fatto uscire tutte le crtiche sulle cose del film che non mi sono piaciute come se Elysium fosse stato un film di merda, ma alla fine era un film buono e come voto gli darei 3,5/5 Johansson (Olivia è fantastca, ma la mia scala è questa)

      Elimina
    4. E no, Candyman, e che facciamo? Qui vale solo la scala WILDE. Se vuoi usarne un'altra, devi crearti un tuo blog e farlo lì. Altrimenti ognuno, eghe. ;)

      Elimina
    5. Una delle peggiori derive di internet è il paradosso di Achille e la tartaruga applicato alle opinioni altrui :P
      Per quanto mite possa essere l'opinione di uno, ci sarà sempre un altro che la considererà estrema e elogerà le infinite sfumature razionali che ci sono fra 0 e (foss'anche) 0,0000[...]01.

      Se molti l'hanno bollato come merda suprema, bisogna intanto vedere CHI, se gli amichètti di facebook, gli amichètti nerd, la critica, Obama o i Papi. E quale che sia il caso (lascio valutare voi quale sia più opportuno degnare di approfondimento) andare a scoprire perché a quella gente il film non è piaciuto quanto è invece piaciuto a te, invece di andare a rintanarti con la ghènga di chi la pensa come te e crogiolarti.

      Mi scuso per la polemica. La mia opinione, da commentatore, è che le cose per cui molti qui considerano il film comunque buono non sono da film comunque buono ma da film non buono affatto. I film comunque buoni sono altri (ho fatto due esempi nell'altro commento), i capolavori sono altri ancora. Chi è che ha polarizzato, allora? :P

      [PS: che poi per me Man of Steel è un filmone meraviglioso, non solo "buono"]

      Elimina
    6. Qualcuno qui sopra sembra aver frainteso, ma non mi riferivo né a te, Francesco, né al tuo commento, quanto al concetto di "merda suprema" di cui parlava il commento a cui ho risposto. Il tuo parere, per il resto, è legittimo e vale esattamente quanto il mio e quello degli altri: è un parere. Più che altro, a rileggere ora il tuo intervento, non mi piace moltissimo quell'incipit. Se a me piace una cosa che degli altri considerano brutta, non mi cambia una virgola. Non devo dimostrare niente a nessuno, non devo convincere nessuno. Sono il regista? Sono il produttore? Sono uno dei protagonisti? No. Sai che mi frega. Va bene la discussione, ma un "Mi domando che film avete visto" è una forma giusto più gentile di "Voi non capite una cippa, io invece sì". Si fa, eh. In giro per la Rete le discussioni iniziano tutte così, ma qui eviterei.

      Elimina
    7. Sì, infatti, è un incipit che andrebbe riservato a gente con cui si ha più confidenza, quelli con cui ci si chiama "a' stronzo!" nei momenti di intimità, me ne rendo conto :)
      Però, più che presuntuoso (come può sembrare ma non vuole assolutamente essere) è invece provocatorio, invita ad approfondire cosa ci ha trovato Tizio di "comunque buono" in quegli aspetti che per Caio invece sono "non buoni". Sempre SE Tizio ha voglia di approfondire. Se non ha voglia nessuno lo disturberà oltre. Ci si può sempre appellare alla sacra regola "No. Il dibattito NO!"

      Elimina
    8. Ok, ci siamo capiti. Meglio così.

      Elimina
  12. Ma nessuno parla dell'esoscheletro? No, dico, L'ESOSCHELETRO?

    RispondiElimina
  13. per me è stato uno dei film più brutti che abbia mai visto al cinematografò, al netto del film fantascienzo, il film non ha alcuna logica.
    (quasi spolier)
    Dai lanciarazzi a spalla interplanetari all'antivirus che ti cancella la vita DOPO che ti fottono i dati.
    (fine quasi spoiler)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Le incongruenze "tecnologiche" ci sono eccome, però bisogna anche dire che molte soluzioni e il "mecha-design" sono estremamente curati e originali.

      Elimina
    2. Volevo proprio vedere se anche altri avevano storto il naso nel vedere l'idiozia del bazooka spaziale (perdonami mio amato Jeeg per l'eresia che ho detto).

      Io a quel punto del film ho avuto conferma che quello che stavo vedendo mi stava deludendo più del previsto.

      Alla fine non mi è piaciuto. Stilisticamente identico a District9. Stessi concept (belli i "robot" in entrambi i film), ambientazioni, e atmosfere.
      Trama prevedibile e per niente originale.

      Mille volte meglio Oblivion e il monoespressivo Cruise. Quello almeno era prevedibile perchè serio omaggio alla fantascienza classica dei romanzi.
      Questo è un videogiocone...

      Elimina
  14. Questo commento è stato eliminato dall'autore.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Aladino, per piacere cancella questo commento e ripostalo con un tag [SPOILER].
      Son pochi dettagli, ma magari a qualcuno dà fastidio comunque. Thanks

      Elimina
  15. A me piacque molto tanto e al cinema The Space sono 8 euri!
    Ma il problema è che ho scoperto i pop-corn caramellati: la confezione mini con tazzina di coca cola costa come un abbonamento annuale a tutti i cinemi del mondo e ti brucia le interiora... ma non posso più farne a meno...

    RispondiElimina
  16. DOC, vado subito OFFTOPIC (ma poirientro intopic) ho letto cose meravigliose di tale "EUROPA REPORT", ne sai nulla? E' un fantascienzo autoprodotto di quelli "economici e fighi".

    Btw, a me di Elysium è piaciuto veramente tanto il protagonista, veramente veramente un signor nessuno a cui girano i coglioni un po' più del dovuto. E fa un casino che non ti dico. Detto questo Elysium, la città, mi è sembrata un po' troppo abbozzata, visto che

    SPOILER:
    praticamente non descrivono niente del sistema organizzativo, in compenso ci sono un sacco di party.

    Poi,il finale, imho, sparacchino e banale, perché
    l'amico hacker non fa altro che hackerare le porte che neanche john connor.

    FINE SPOILER

    sempre imho, 3 su 5 su scala Wilde.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ce l'ho in lista, visto che non so se e quando esce. Recupererollo con la canna da pesca assieme a Scalciacooli 2. Se riesco, giobidì vado a vedere Riddick, giusto per.

      Elimina
    2. Grande Doc, sacrificati per l'antro! :)

      (Riddick, di cui io ho a mala pena giocato al gioco anni addietro (a mala pena causa pc non performante). magari mi recupero Pitch Black.)

      Elimina
    3. Riddick ,che in scala W.I.L.D.E. piglierà 1 . Massimo due risicato .

      Famme sapè .

      Intanto mi hai convinto a vedere Districtysium nain .

      Elimina
    4. Visto in lingua originale, un signor film di fantascienza.

      Elimina
    5. Sto parlando di Europa Report, eh.

      Elimina
    6. Testament, per un attimo avevo frainteso! :D

      Elimina
  17. Pensa te, l'ho visto proprio ieri sera :D
    Concordo a grandi linee, anche se

    SPOILERS AHEAD

    devo dire che l'ho apprezzato MOLTO, visto che la fantascienza ci arriva con il contagocce, e questo è uno dei pochi che ultimamente hanno meritato.
    Con tutti i difetti che può avere.
    La prima parte è onestamente un po' lentina, mentre la seconda è forse un po' troppo sbrigativa (tipo i superamici di Max arrivano su Elysium in un balenoLOL).
    La regia alterna inquadrature della Terra e di Elysium bellissime, a sequenze semi videoclippare riprese da un cameraman con la tremarella (per camuffare effetti speciali non al top).
    Per assurdo ho apprezzato molto più Jodie Foster, il mercenario cattivo e, nel suo piccolo, anche Fitchner, che non Matt Damon stesso.

    FINE SPOILERS

    Comunque a parte tutto è, come dicevi giustamente, godibilissimo. Ad avercene di film così con cadenza mensile, ci andrei a nozze!

    E' giunto il momento di colmare una lacuna e vedere District 9, ho il blu ray parcheggiato da tempo immemore sulla mensolona inclinata delle cose da vedere :D

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Non serve! Ormai hai visto Elysium. Vedere District9 adesso è come rivedere Elysium.
      Solo che...
      Ricchi:Umani=Poveri:Alieni

      Anche scenografie, riprese, concept, e tutto il resto sono uguali.

      Elimina
  18. A me ha fatto rimpiangere tutti i 5 euro del biglietto purtroppo. L'ho trovato estremamente banale, con scelte, soluzioni e coincidenze ridicole e cattivi talmente cattivi da risultare ottusi e rendere risibili anche discorsi che altrimenti avrebbero avuto spunti interessanti (ex. il primo dialogo tra ministro della difesa e presidente). In più le difese di Elysium prenderebbero schiaffoni anche da un bloccasterzo.

    RispondiElimina
  19. Il film è un chiaro compromesso tra quello che il regista vuole fare e quello che doveva fare, per cui si nota la cura che io trovo veramente "da appassionati", ad esempio su tutto il discorso tecnologie, dato che sono partiti col concetto "immaginiamoci un evoluzione tecnologica partendo dagli anni 80".
    La trama invece purtroppo ne risente diventando prevedibile e con un finale debole da "pulsantone della soluzione" :)

    Nel complesso meglio di tanta monnezza fantascientifica uscita di recente (e no, in time non è assolutamente paragonabile, molto peggio di questo film, ma ci metto pure upside down o il pg rated bred pitte contro gli zombi)

    RispondiElimina
  20. [SPOILER]
    Anche a me Elisyum è piaciuto, nonostante ho trovato che mancasse dello spazio dedicato agli abitanti di Elysium. Alla fine si vedono il ministro cattivo, il capo della multinazionale cattivo, il presidente inutile e il militare cattivo (e svalvolato).
    Sugli abitanti veri e propri si è visto poco e mi sarebbe piaciuto che il discorso venisse approfondito. Sono tutti degli avvoltoi consapevoli di star sfruttando la Terra? Vivono sotto a una campana di vetro, più o meno inconsapevoli di quale sia la situazione sul pianeta? Mi è mancato un momento di confronto, una scena tipo un faccia a faccia fra un abitante della Terra e uno di Elysium.
    E mi è mancata anche Alita nella Città Discarica.
    Per il resto ho trovato il film molto godibile: girato bene, interpretato bene, senza colpi di scena o situazioni impreviste.
    E Jodie Foster non mi pare che abbia fatto un brutto lavoro.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. beh, se un gruppo più o meno numeroso di uomini decide di abbandonare la terra ed i poveracci al loro destino anzi, sfruttandoli persino, direi che tanto "buoni" non devono essere.

      Elimina
    2. Il messaggio, sulla popolazione di Elysium che non vediamo, è fin troppo chiaro. L'elite che vive fregandosene delle masse di pezzenti. Il modello preso ad esempio è, ricordiamolo, la Los Angeles attuale. La frase "Ma io non ci muoio qua" non è ripetuta per caso come un mantra nella Los Angeles del film. Basta infilarsi in un ghetto degradato di quella o di qualsiasi altra metropoli del pianeta per sentirla ripetere un milione di volte al minuto.

      Elimina
    3. @Pilota
      Vero, non mi aspettavo certo di vedere su Elysium un personaggio "buono" o simil-positivo. Per rifarsi al parallelismo del film col mondo reale nei paesi sviluppati (economicamente) c'è chi sfrutta quelli più arretrati, chi trova delle scuse per giustificare la situazione, chi ignora deliberatamente il problema, e chi non sa nemmeno che il problema esista. Allo stesso modo mi sarei aspettato di trovare su Elysium qualcosa del genere, per lo meno io me la sono immaginata così.
      Capisco anche che la società di Elysium sia la nostra società, alla quale dovremmo essere abituati, e di cui facciamo parte (tanto "buoni" non possiamo esserlo nemmeno noi) però all'interno del film qualche scena in più su quest'argomento mi avrebbe fatto piacere, anche se rimane una piccola cosa che cambia di poco il mio giudizio.

      Elimina
  21. film visto proprio nulla di che

    RispondiElimina
  22. Io ero partito con aspettative pari a zero,ma poi dopo averlo visto devo dire che mi e' piaciuto.Tutt'altro che un capolavoro,intendiamoci,ma la visione e' stata nel complesso abbastanza piacevole nonostante il plot un po trito.

    Cio' detto,parlando di film fantascienzi oltre al nuovo di Gilliam io sto puntando molto sul nuovo film di Cuaron,Gravity.Ho visto il trailer in un cinema di Londra durante le vacanze e lo sto aspettando con trepidazione da quel momento.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Su Gravity sono un po' combattuto: sembra molto interessante, pure fico volendo, ma il trailer mi ricorda troppo certi thriller con un paio di tizi soli persi in mezzo all'oceano/deserto/grotta/montagna/foresta/inserire.location.a.piacere, che di solito sono come una fin troppo ben nota corazzata...

      Elimina
    2. Non so ancora che pensarne, ma Gravity è uno dei film che aspetto di più insieme a The Zero Theorem di Gilliam.

      Elimina
    3. Anch'io li attendo con non poca curiosità (e ci aggiungo anche RIDDICK che sarà trash quanto vi pare ma a me piace lo stesso).

      Elimina
  23. E' un buon film, scorre piacevolmente e finisce come da previsto, ma la trama sempliciotta lo rende piacevole sia a chi è venuto per la sagra del cazzottone robotico, sia a chi cercava una "bella storia".
    E poi

    [SPOILER]

    la scena del droide ridotto a mrmellata in volo vale tutti i combattimenti in cui veniva coinvolta anche la cinepresa.
    Ho comunque una domanda: ma la maglietta sudata e insanguinata che si è portato Max per 5 giorni SALDATA SOTTO L' ESOSCHELETRO era sempre la stessa?

    [FINE SPOILER]

    RispondiElimina
  24. È in coda e se, come penso, sono di bocca un po' più bona della tua (il che non è necessariamente un bene, ma di questi tempi neanche tanto un male), dovrei andare abbastanza Brooklyn...

    RispondiElimina
  25. Orduqnue, film molto bello "diverso" come fantascienzo dei giorni nostri, ma molto simile a trame anni '90 e questo mi ha fatto un po troppo godere (riferimenti a robocop, mad max, johnny mnemonic, etc, etc)

    scene, sceme e scontante certe volte, d'effetto di sicuro.
    per me un bel film veramente godibile.

    P.s. mi sbaglio o è l'universo di district 9 a cui questo film nove è basato?

    RispondiElimina
    Risposte
    1. P.p.s. perché casso ho scritto nove nel "P.s." non lo sò.....

      Elimina
  26. A me complessivamente è piaciuto, ma nei combattimenti verso la fine non ho capito quasi niente. La telecamera si è fatta odiare.

    RispondiElimina
  27. Doc ti consiglio "In Trance", un bel thriller che pochi si cagheranno :D

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Anche quello è da recuperare. Ma magari più in là.

      Elimina
    2. Per quel poco che conosco Bluecyber mi sembra strano non me lo abbia già proposto ;)

      Elimina
    3. Eccolo!!! Pardon ragazzi ma mi hanno rimesso a lavorare su turni e il cinema, quando faccio il serale, non ne riesco a fruire. Maledetti quegli sxxxxxi dei miei capi e maledetto chi non glielo dice con una mano alzata!!

      Elimina
  28. OT
    Questa sera nessuno va a vedere Evangelion?

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Qui, come scrivevo ieri, niente maratona. Buh per i cinematografì locali.

      Elimina
    2. Peccato, io ho reclutato tre amici e vado alle 21,00. Ho dovuto prendere prima i biglietti perché richiavo di non trovare posto.

      Rimpiango il mancato commento unplugged per Elysium, con cacciata dal cinema.

      Elimina
    3. IO IO IO!!!! Già visti, ma meritano troppo!

      Elimina
    4. Eh. Pirla io a credere che con un multisala finalmente decente a portata di mano non mi sarei perso più niente :(

      Elimina
  29. Io ieri invece ho visto RED 2 . Guarda DOC , se vuoi vedere un ecciòn vecchio stile e pieno di personaggi Scherzoni , guardatelo . "Guardatelo ieri" .

    RispondiElimina
  30. ho letto alcune recensioni in giro per internet e sembravano fatti da BM (tipo quella su lega nerd, in pratica un insulto ai nerd stessi).
    Sempre più in linea col doc, concordo su tutto. Il film è molto godibile in sala e, pur con tutte le pecche/lacune, è tra i pochi usciti ultimamente in cui la fantascienza non è un tema appiccicato a casaccio.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Eccolo qui, un Vero Nerd™! Quella a cui ti riferisci è una recensione come ce ne sono altre, con cui puoi essere d'accordo o no. Per inciso: io ho letto quella recensione e, fidandomi dell'autore, non sono andato a vedere il film. I miei amici non l'hanno letta, hanno visto il film e hanno detto che faceva schifo. Quindi? La recensione ha valore universale? No, semplicemente, in quel caso, ha rappresentato bene il pensiero di tutti i soggetti interessati.

      Elysium è un buon film solo perché ora in giro c'è di peggio? Secondo te sì, secondo me no. De gustibus.

      La verità è che una recensione viene incontro alle tue convinzioni (quindi per te è buona), una no (quindi è stata scritta da un BM).

      Elimina
    2. Diamoci una calmata, per cortesia.
      Pilota, non insultare i guaglioni di Lega Nerd: se una recensione non ti convince, chiunque l'abbia scritta, non è una buona ragione per insultarne l'autore. Tanto meno QUI. Anche perché è un attimo che si finisce scimmie terminatrici senza volerlo. Mattia, prendertela con l'autore di quello che consideri un insulto a una community di cui fai parte non risolve la situazione. La finiamo perciò qui, grazie.

      Elimina
    3. comunque mica sono l'unico, basta leggere i commenti sotto "quella" recensione (e l'ho fatto pure io scrivendone i motivi oggettivi per cui non è attinente al film, mica così perchè mi girava di scrivere qualcosa e non lo faccio qua perchè non è il luogo)
      Se poi uno è d'accordo meglio per lui.
      Per me è decisamente migliore quella del doc.

      Elimina
  31. Concordo su alcune cose dette dal padrone di casa.
    In primi s che, nonostante varie pecche (tipo le riprese a mano così traballanti che mi hanno fatto venire il mal di testa), Elysium è un buon film di fantascienza, là dove un buon film di sci-fi deve suggerire nuovi scenari e tematiche, essendo al tempo stesso realistico. E la trama è fortemente agganciata con la realtà, mostrandoci uno scenario tanto apocalittico quanto probabile. Cosa importante è come Neill Blomkamp riesca a inserire nei suoi film temi di scottante attualità: se in "Distrect 9" lo sbarco sulla terra di esuli alieni forniva l’occasione per porre riflessioni e quesiti etici sul razzismo, l’apartheid e l’immigrazione, qui invece si traccia un discorso articolato e impietoso sull’equità sociale, sulla crisi economica-globale, sul divario sempre più ampio tra borghesia e proletariato, sulla sottrazione di diritti e risorse primarie a lavoratori e poveri. Mica è poco se si tratta di un film dal budget consistente, per non parlare di come sia visivamente suggestivo... pazienza, dunque, se i due villain interpretati da Jodie Foster e Sharlto Copley sono stereotipati, oppure per - ATTENZIONE TIEPIDO SPOILER - il finale con pistolotto romantico-nostalgico che non finiva più, oppure per la presa di coscienza del protagonista avvenuta dopo aver ascoltato la favoletta della classica bambina saggia che solo ad Hollywood le vedi. Sono poche cose in confrotno al risultato finale davvero molto, molto discreto.

    RispondiElimina
  32. Sarà colpa della polarizzazione dei giudizi sull'Internet ma a me ha fatto c@gare. Almeno in World War Z c'era l'assalto a Gerusalemme.

    RispondiElimina
  33. Ottimo! Avevo già deciso di andarlo a vedere. Ora è ufficiale ;)

    "Lo stesso non può dirsi però della Jodie Foster cattiva, incredibilmente improbabile su una scala da zero a tizia con la voce di Candy Candy e la faccia da ricercatrice in uno di quegli spot TV sugli assorbenti ultratecnologici progettati dalla NASA per giovani donne felici e atletiche."

    uahuahuaahuahua!

    > Un quattro pieno sulla scala W.I.L.D.E. (a proposito: dovremmo utilizzarla ufficialmente anche per le recensioni dei film? Che ne dite?

    Ottima idea! Ufficializziamo immediatamente! ;)

    RispondiElimina
  34. solo 6 euro il biglietto non e' male da' retta a me !

    RispondiElimina
  35. Doc, lo so che sono fuori tema, ma...l'AIP? ( quanto al film appena potrò lo guarderò,mi intriga assai)

    RispondiElimina
  36. Anche io ho trovato Elysium film decente e pure io mi sono alterata all'uscita di sala perche' mi aspettavo un altro District 9 ed invece ho avuto 'solo' un buon film...pero' una cosa soprattutto mi ha fatto ridere tantissimo:


    ****SPOILERONISSIMO*****


    ma tipo, secondo voi, il fatto che alla fine le macchinine vadano a guarire tutti sull'intero pianeta vuole essere un lieto fine? Che con tutti sani come pesci e niente da mangiare si prospetta un massacro senza precedenti. Oddio, magari volevano la strata spianata per un seguito super trucido!

    RispondiElimina
  37. Deve essere un filmone se suscita tutti questi "flame": grazie a questa recensione, gli darò una chance.
    Doc: grandi commenti nel tuo blog, un catalizzatore di menti eccelse e di troll! Niente male davvero

    RispondiElimina
  38. Non voglio fare una recensione, per carità, solo qualche commento sul film dal punto di vista di un appassionato di fantascienza, che incidentalmente è anche un sociologo. Spiacente se sembrerò, o se sarò, un pochino PDF...

    - Questa suddivisione manichea fra pezzenti nei bassifondi ed élite iperuranica esiste da sempre sia nella filosofia e nei testi utopistici sia nella fantascienza popolare pseudo intellettuale da H.G. Wells in poi. Continuare questo filone è possibile e lecito, magari anche utile, ma occorre saperlo fare, cercando di complessificare. Se crei una dicotomia così netta, allora per tenere tutto insieme senza banalizzare sarà il caso di puntare sull’apologo morale, sul registro fantastico-fiabesco; se vuoi creare un mondo tecnologicamente definito e comunicare un’organizzazione politica dettagliata, allora devi complessificare, per non ridurre tutto a una banale divisione irrealistica in due sole classi;
    - la tecnologia di Elysium non mi pare sia spiegata: che razza di motori e di sistema gravitazionale tengono l’atmosfera ancorata agli anelli, che sono anelli aperti? In quanti anni o decenni e da chi è stata costruita Elysium? Vi prego, c’è un fisico in sala che possa spiegarci quanto in teoria dovrebbe essere la cifronferenza di Elysium e quante rotazioni al minuto dovrebbe effettuare per tenere ancorata quella massa d’aria? E se i motori si fermassero, la stazione continuerebbe a girare e per quanto? Si trova su un’orbita geostazionaria, ma oltre che far ruotare il suo anello deve anche ruotare in un altro senso, forse, per consentire l’intervallarsi delle ore di luce e di buio, o no? E inoltre, l’atmosfera terrestre è alta una cinquantina di chilometri almeno (la troposfera, ionosfera ecc.), se ricordo bene, ma quella di Elysium è abbastanza alta da schermare la popolazione e tutto quanto dalle terrificanti radiazioni solari?
    - quanto tempo è passato dal trasloco su Elysium? Non ci sono posti «normali» sulla Terra, cioè foreste, laghi ecc? Tutto ciò non mi pare venga mostrato;
    - qual è il ruolo della suora? C’è un messaggio religioso? O è solo una leccatina di culo?
    - qual è il punto di dare a tutti cittadinanza, se comunque Elysium ha una portata massima? Fare scendere i robot a curare la popolazione? E poi?

    FINE PRIMA PARTE

    RispondiElimina
  39. SECONDA PARTE

    - Nei personaggi non c’è la minima evoluzione psicologica: i cattivi sono cattivissimi, stronzissimi e insensibilissimi (specialmente Finchner, non la Foster), non hanno reali motivazioni filosofiche ma solo pragmatiche, dettate loro dal sistema in cui sono nati e vivono e che vogliono perpetuare perché non sanno cos’altro fare, in quale altro modo agire per risolvere i problemi; i buoni sono dei disperati il cui solo scopo è rovesciare il mondo dei ricchi invece di darsi da fare nel luogo in cui si trovano;
    - tante altre fesserie di cui il film è cosparso, come il fatto che nel duemilatrecentovattelapesca manchino gli opportuni sistemi di sicurezza sul lavoro, non dico per la salvaguardia dei lavoratori (sarebbe una contraddizione, visto il mondo che si tenta di dipingere) ma per il mantenimento dell’operatività della catena di montaggio; infatti il capoccia va su tutte le furie perché la fabbrica si ferma.

    Eccetera.

    Si tratta di un film troppo uguale al precedente del regista, che dice meno cose e in compenso le dice peggio, con attori stereotipati nelle loro interpretazioni (e come ha scritto qualcuno, una che parla con la voce di Candy Candy non è credibile come cattivona, fa solo ridere, sembra che da un momento all’altro spunterà Clean il procione) e senza il minimo di evoluzione psicologica o anche qualche considerazione non dico filosofica, ma almeno politica sul senso di quello che stanno facendo e uno sguardo al futuro. Il solo scopo dei derelitti è sbarcare su Elysium. Ma chi l’ha detto di chi sia la colpa della situazione attuale? Perché quelli di Elysium sono gli stronzi e i poveri sono i buoni? L’equazione ricco=cattivo e povero=buono è così platealmente consolatoria per una enorme porzione del pubblico, che la rende non solo inautentica, ma anche stupida.

    Continuerei ma vi siete già annoiati troppo.

    Saluti e stima, Doc.

    RispondiElimina
  40. Ma com'è che nessuno parla degli effetti speciali, che sono FUORI DI TESTA? o sono io che ultimamente non vedendo molti film mi sono perso qualcosa, e ora li fanno tutti così?

    RispondiElimina
  41. Vogliamo dirlo che è stato anche distribuito con colpevole ritardo per non infastidire quel capolavoro del nulla del "Potente Oz" di Raimi?

    Anyway, mille Blomkamp mille, ché pare sempre capace di evitare le più immense banalità pur con un soggetto che presenta già di suo una serie di trappoloni pazzeschi e guardando il film pensi sempre: "Beh! adesso vedrai che risolve la cosa con una minchiata galattica" ... e invece quasi sempre sbagli.

    Quasi.

    RispondiElimina

I commenti anonimi vengono eliminati dai filtri antispam e, nel caso superino i filtri, irrisi ed eliminati uguale: non usateli.

Related Posts with Thumbnails