martedì 20 agosto 2013

53

Un ultimo giro di nippofoto

Ovvero: foto di ridere e pupazzoni di piangere che non hai infilato nelle puntate live del videofoto reportaggio da Tokyo. Banane, angurie, Metal Gear, supereroi, elefantini da passeggio e tanto altro... [...]

In uno dei video dicevamo della moto di Akira parcheggiata ad Akihabara (ne hai viste diverse in giro per la città, una delle quali financo tutta rossa. Ma è passata a velocità warp e foto ciao). Per chi non voglia spendere tutti quei soldi per uno scooterone, però, volendo esistono delle alternative molto più economiche,
 come il motorino fatto coi Lego.
Il cartellone di una qualche mostra, con una pagina del manga del povero Joe Yabuki piazzata lì, a tradimento
I giapponesi sono talmente avanti da essere indietro. Le voci per un possibile (credici) ritorno di Eto'o all'Inter non erano ancora iniziate a circolare, che già un supporter nipponico ti aveva riesumato la maglia del campionissimo camerunense
Il logo giapponese di Blade Runner fa schifo ai cessi sporchi, cioè di un altro Paese
Il negozio Kotobukiya di Akiba, un tuffo nel dolore. Piani su piani di statue
 (guardate questa, con il Joker della copertina di The Killing Joke),
gadget (anche qui andava fortissimo il Darth Vader che porta a pisciare l'AT-AT davanti alla torre di Tokyo. Don't ask)
 e pupazzao meravigliao assortito.
Le eroine Marvel perate della linea Bishoujo
e le loro colleghe della DC. Power Girl è l'unica che ci ha rimesso qualche misura
 Snake nel suo scatolone stealth guardalà. Dietro di lui, il Metal Gear
ossia lo scatolone che si è comprato il Duffo assieme ai kit delle due navicelle fabulouse di Ikaruga. Rimpianti? Solo uno
Aver lasciato lì il kit di questo Kong degli Zoids, che sembrava bellissimo anche solo assemblato così, senza colorarlo. Ma la scatola era troppamente enorme, e non era cosa.
Super Potato, la vetrinetta dei sogni, con una copia ancora nuova di Sapphire per PC Engine a soli 305 euro,
 e la scalinata col barbaro in mutanda di pelliciotto
Altro giro di pupazzoni (in foto quelli della linea PlayArts), ma questa volta a Ueno, nel negozio Yamashiroya giusto davanti alla stazione,
che, al di là dei pupazzoni, merita una visita per le tonnellate di gadget Marvel e DC, come le maschere di Wolverine in gomma, 
 i Mr. Potato dei super-eroi
e wall-scroll che uniscono iconografia Marvel e arte nipponica, come questo, con l'Iron Man vintaggio che vola sulla Grande Onda di Katsushika Hokusai
Parco di Ueno. Siccome pioveva, oltre ai corvi killer c'era anche la giostrina deserta dell'Orrore, coi nani usciti da Silent Hill
Se invece affettavi queste lanterne tradizionali con un preciso colpo di katana, ricevevi ovviamente il bonus energetico
Vestitini perv con suore e cenerentole zozze e, lì accanto, completi cappello e baffo mustazzo di Luigi, Mario e Wario, per giocare agli idraulici che non indossano cravatte (cit.)
Line (app per chattare e telefonare aggratis, mandandosi nel frattempo emoticon sceme) sta spopolando in Giappone, e perciò sono apparsi anche gli sticker, le coverine e tutto il resto. Altra roba che era praticamente ovunque: il merchandising con le faccione spellate dell'anime Attack on Titan/Shingeki no Kyojin
 Praticissima cover per iPhone a forma di tirapugni
Dice: e le angurie da 80 euro? Quelle le vendono nei supermercati di lusso, e si regalano al posto dei fiori. Dal fruttarolo le angurie costano invece sette euro e sono piuttosto piccole. SìanguriaSì. Le pesche stanno a quattro euro l'una, Momotaro non incluso
Sala giuochi della Taito. Oltre al settore picchiapicchia e sparaspara, vanno sempre forte i cabinati enormi con fucilazzi, guantoni e altre robe strane da impugnare/spingere/menare. Questo è un giochino molto intimista con il cannone
e questo è il gioco del ribalta il tavolino, gettonatissimo tra i padri di famiglia frustrati
 Un baretto da shojo manga
Un paio di grandi momenti WTF (peraltro a pochi minuti l'uno dall'altro) per chi non li avesse già visti sulla pagina faccialibrica dell'Antro. Il pulmino pandato
e un distinto signore sulla sessantina che porta a spasso il suo gattone (con gilettino a pois). Su una spalla.
Cartelli. Qui, nella stazione di Shinjuku, si segnala il pericolo di teppisti che ti prendono a calci la valigia così, per cazzimma, e la possibilità che i cani muniti di Wi-Fi non prendano molto bene giù in metro.
 Qui, invece, si ribadisce il divieto di portarsi dietro elefantini giocolieri
Ad Asakusa, purtroppo, i piccioni non sono ancora stati sterminati tutti dai corvi killer o dai falchi che pattugliano la costa. Si avvisa perciò la cittadinanza del pericolo scagazzamento sul bucato
e si fa notare gentilmente ai turisti che se stanno lì a dar da mangiare a quei cosi, poi non possono lamentarsi se se ne tornano a casa coperti di guano
Basta cambiare una consonante.
Chiudiamo con un simpatico bavaglino che viene regalato per tradizione ai giovani giapponesi. Quando compiono vent'anni.

LE ALTRE PUNTATE DEL REPORTAGGIO DA TOKYO

53 commenti:

  1. Andare al lavoro e avere sul groppone Joker di The Killing Joker non fa bene all'anima, no.

    Quasi quasi mi viene voglia di lavorare di più per pagarmi il viaggio in Giappone e andarlo a comprare.
    Ti rendi conto cosa combini nella gente, Doc.?

    RispondiElimina
  2. Per la precisione (della fungia ed essere un pò insopportabile)... il titolo della stampa di Hokusai non è "Grande Onda" ma "Sotto l'onda al largo di Kanagawa" o "Kanagawa-oki nami-ura" e tra l'altro, sempre per la precisione (della fungia), nella stampa del negozio di Ueno mancano le imbarcazioni dei pescatori intrappolate dalla tempesta in mare... a meno che Iron Man non le abbia già tratte in salvo!
    Mmmmmmm... bel dilemma.
    :)

    Scherzi a parte gran bel viaggio e gran bei reportage! Complimenti!
    Una domanda... i prezzi delle statue Kotobukyia sono inferiori a quelli proposti dei venditori nostrani? E di quanto? per esempio il Deathstroke è in giro da noi sulle 100 cocuzze!

    Lorenzo

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Fermo restando che ai precisini della fungia qui si vuole tanto bene, prima di cospargerli di benzina, il nome con cui è nota in occidente la xilografia è The Great Wave off Kanagawa. E con questo nome sono presentate le sue copie in mostra al Metropolitan di New York o al British, tanto per dire.
      Le statue costano ovviamente meno, quanto meno dipende dal pezzo e dalle oscillazioni del cambio, ma ad occhio si risparmia almeno un 20%.

      Elimina
    2. 20% in meno direi che non è male... no, no!
      per la stampa... sul libro di Jocelyn Bouquillard che ho davanti ora, è riportato il titolo che ho scritto nel post precedente!
      Comunque... chisse! L'importante è che Iron Man abbia salvato i pescatori e siano spariti dalla stampa!
      O no?
      :)

      Elimina
    3. Confermo la PdFata, ho visto l'originale l'anno scorso all'Orangerie in gianfransualandia (personalmente continuo a chiamarla Oki nami) cmq volevo dire che aggiungendo la Silver Centurion l'opera raggiunge vette di quality trash ineguagliabili. La statue del Joker, di Guile o delle Superperatissime (soprattuto Supergirl con la gonna alzata), ti staccano il cervello prima del portafoglio.

      P.s. A me ste scalinate mi piacciono un casino, è come se sei Rocky (No Joe) e mentre ti alleni, ovviammente su scalinate da quattro gradini in croce, ti carichi vedendo l'immagine di tutti quegli eroi che vincono sempre e non mollano mai... alla fine alzi le braccia, urli Adrianaaaaaaaa e ti compri un gioco vintaggio per supernintendo!

      Elimina
  3. Minchia quel Joker è bellissimo! *___*
    Ah, un LOL per i cartelli scemi!

    PS
    Shingeki no Kyojin è tanta roba!

    RispondiElimina
  4. Or All kind of sucks, volendo.

    RispondiElimina
  5. Il joker lo dovevi prendere.
    Capolavoro.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ma chissene del Joker, quello arriva ovunque.
      Mi ruga per il Kongone.

      Elimina
  6. Non ci posso credere...cin cin chiisai!Mi sono piegato dal ridere!!! ;D
    Ci voleva questa carrellata...urge spedizione!
    Grazie Doc per aver condiviso questa esperienza con noi! :)

    RispondiElimina
  7. "per giocare agli idraulici che non indossano cravatte"

    3DLOL

    RispondiElimina
  8. Dat metal gear....


    :Q___________________

    RispondiElimina
  9. [Cerca di concentrarsi sul lavoro]
    mmmmmh... Harley Quinn senza maschera!
    [Cerca di concentrarsi sul lavoro]
    mmmmmh... Harley Quinn senza maschera!
    [Cerca di concentrarsi sul lavoro]
    mmmmmh... Harley Quinn senza maschera!
    [Cerca...
    DOOOOOOOOC!!! MANNAGGIAATTE!!
    :D

    RispondiElimina
  10. anche quest'anno, il super-reportaggio è uscito con i fiocchi, il duff/russelcrò è stato l'asso nella manica uscito in quest'edizione del viaggio, e naturalmente come dimenticare il Vigore, unico punto di ristoro ufficiale dell'antro fc...
    Doc, il giappone che spesso visiti è il giappone dei nostri sogni, quindi grazie ancora per averci regalato un pizzico di quella cultura!
    PS: le statuine di snake e del metal gear sono ancestrali, le voglio ora! (dove abita il duffo??????)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Occhio ché non sono statuine: quello di Snake è un pupazzino tutto snodato, e il Metal Gear è un kit di montaggio. Proprio per questo, costava relativamente poco.

      Elimina
  11. nn ho capito quella di cambiare la consonante. non ci arrivo, giuro.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. @malzo: hai presente lo spot con la Litizzetto che sfracassa i maroni a clienti e addetti di una nota catena di supermercati? Quello.

      Elimina
    2. pensavo non fosse quello in quanto c'è scritto di "cambiare una consonante" non scambiare lettere. sembrerò un pdf ma per me sono due cose totalmente diverse e quindi non ci arrivavo (ma siamo sicuri che è quello?)

      Elimina
    3. No, prova a cambiare la s di socks. ;)

      Elimina
    4. Peraltro, "abbiamo caz*i di ogni tipo" è frase adattissima anche a qualsiasi ufficio del pianeta, durante un giorno qualunque della settimana.

      Elimina
  12. Forse Doc dovevi accordarti con il proprietario di qualche negozio (uno di Videogiochi, uno di statue e uno di manga) per acquistare a distanza abbattendo costi e spese di spedizione. Bastava dirgli che in Italia gestisci un cricolo di deboscia pieno di gente che venderebbe l'anima per i prodotti li esposti e una volta tornato in Italia avremmo fatto un ordine talmente imponente che per portare tutte quelle cose chiamavano il Gundam!

    RispondiElimina
  13. si ma volevo molte più foto dei kit di montaggio di gundam! dai 1/144 passando per 1/100 fino ad arrivare agli 1/60!!!

    RispondiElimina
  14. Noto che nel tuo tour c'è una mancanza enorme, mancano i negozi di roba relativa al Puroresu che stanno in zona Tokyo Dome, e da fan di Tiger Mask non mi dire che non sei mai andato nel museo/negozio del Mask Maker di tutte le fed. jappe che vendeva tra le altre le maschere originali usate da vari wrestler, tra cui la stupenda maschera bianca di Tiger Mask IV.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Quest'anno no, ma ci sono stato almeno due volte negli ultimi anni. Le maschere usate, peraltro, non le vendono solo lì: hanno aperto un negozio delle meraviglie (con costi da espianto di organi) anche a Nakano.

      Elimina
    2. Buono a sapersi, tra l'altro nel 2012 lì al Toudoukan hanno venduto le due maschere usate da Sayama (TM I) contro Kobayashi a 3 milioni di Yen e 2.5 milioni di Yen.

      Elimina
    3. Questo commento è stato eliminato dall'autore.

      Elimina
    4. https://fbcdn-sphotos-d-a.akamaihd.net/hphotos-ak-frc3/558214_4665691167090_1420492645_n.jpg
      Doc, tipo questo?

      Elimina
  15. Ecco. Quando andro' in Giappone mi rechero' subito a giocare a "ribalta il tavolino".
    Tra l'altro nella giostra del demonio del parco di Ueno mi sembra di scorgere il trenino Thomas, protagonista di un cartone orrido e sfrangimaroni che mi tocca sorbirmi di tanto in tanto...

    RispondiElimina
  16. Gli Zoids! Ci andavo matto, d'altra parte come si possono non amare dei dinosauri-robot? :)

    RispondiElimina
  17. Snake con lo scatolo... do want!

    RispondiElimina
  18. Ma perché a "ribalta il tavolino" ci sono Simon Holden e Alexander Mitchell di Tommy la Stella dei Giants ?
    Il gorillone degli Zoid mi ha ricordato quello che vendevano in Italia negli anni 80, quello tutto nero.... remember Doc ?

    RispondiElimina
  19. Mi sento molto Cicciotaku a fare un commento del genere, ma... Le Bishoujo. Da avere.

    Comunque Attack on Titan spacca i cooli all'ennesima potenza, ultraconsigliato.

    RispondiElimina
  20. E' stato un viaggio sublime! Complimenti

    RispondiElimina
  21. 金持ちの奴なら命が優しいですね…

    これは嫌い、絶対嫌い!さんはとても尊大な態度でこの旅行のブログを書いてみたいですね。

    そろそろこのサイトを忘れてほうがいいと思います。

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Non sono sicuro di aver capito, ma mi stai dando di nuovo del ricco? :)

      Elimina
  22. Doc, va bene che l'Iron Kong costava troppo, ma almeno lo Shadow Fox lì vicino lo potevi prendere...lo scimmione di sicuro lo piazzeranno in qualche box\collection\anniversary\hmm!Io ho solo un Molga e l'ho pure perso (da qualche settimana non lo trovo più), tu vai in Nippolandia e non prendi nemmeno uno zoidino piccolo piccolo?

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Eh no. Per me gli unici Zoids che contano/hanno sempre contato/conteranno sono quelli giganti. Il Godzillone, Kong, quelli belli grossi.

      Elimina
    2. Godzillone? Gojulas, King Gojulas, DeathSaurer...quale? E comunque un bello Zoid a mio modestissimo parere ci starebbe benissimo pure nel Twisted. Assemblato sotto la supervisione di Iron Man. Anche perchè, quando te ne procurerai uno, DOVRAI farci vedere qualche passo dell'assemblaggio (fai il bravo).

      Elimina
  23. Non vedo l'ora di vedere il post sui Zoids

    RispondiElimina
  24. Idraulici che non indossano cravatte. Ti stimo per la citazione, Doc!

    RispondiElimina
  25. La segnaletica cittadina è qualcosa di impagabile, poi con le tue interpretazioni è roba da rotolare in loop.

    RispondiElimina
  26. Certo che trovare uno che porta la maglia di Eto'o in Giappone... non è una cosa da tutti i giorni!

    RispondiElimina
  27. il gioco di ribalta il tavolino secondo me fa risparmiare molti soldi di analista, ne voglio tre.

    RispondiElimina
  28. X-23: ce l'ho. Rogue: ce l'ho. Dark Phoenix(versione stramegafiga): ce l'ho. Harley Quinn: ce l'ho.
    Lucca mi ROVINA ogni anno, con quelle maledette Bishoujo.

    RispondiElimina
  29. La citazione di Plumbers don't wear Ties in connubbio con Super Mario ha dell' epico ed al contempo del catastrofico...
    Stima +2 !
    Davvero!

    RispondiElimina

I commenti anonimi vengono eliminati dai filtri antispam e, nel caso superino i filtri, irrisi ed eliminati uguale: non usateli.

Related Posts with Thumbnails