martedì 28 maggio 2013

44

Kentozzi in "Tre cuori in Egitto"

Ahia. Qui gatta ci corna
Quante storie di Kentozzi ambientate in Egitto abbiamo già incontrato da quando esiste questa rubrica? Due? Tre? Venti? Perché gli sceneggiatori del giornalino di Barbie erano tanto fissati con la profanazione delle tombe dei faraoni (in genere mirata all'ulteriore arricchimento dell'Algida Stronza)? Non avevano trovato i biglietti per I predatori dell'Arca Perduta ed erano rimasti traumatizzati? Li avevano picchiati da piccoli con un sarcofago dei Playmobil? Non lo sappiamo. Quello che sappiamo è che in questa storia, per una volta, a godere non è alla fine Barbie ma Ken. Godere nel senso di godere [...]

(Buttate un clic sulle pagine per ingrandirle)
Siccome dice che "l'Antica Civiltà Egizia continua ad essere fonte di interesse per le continue scoperte e le sorprendenti rivelazioni che studiosi ed esperti diffondono da ogni parte del mondo", tipo pure la Nuova Zelanda o il Bangladesh, toh, Barbie, Ken e il resto della provvisoria cumpa di comparse (cumparse?) sono tornati studenti per apprendere tutto sull'Egittologia dal maestro Beppe Vessicchio. Ma in classe c'è una tizia tutta attenta che interrompe in continuazione il maestro Beppe con domande della fungia, confutando tutte le sue teorie sui sacerdoti egiziani. Quello, irritato, sta per lanciarle una bottiglietta di lemonsoda, ma suona la campanella e la ragazza va via.
Se ne va e lascia lì i suoi appunti. Barbie prova a chiamarla, ma quella non si gira. "Non mi sente, c'è troppa confusione", dice l'Algida, per minimizzare la figura dimmerda: è a mezzo metro, non è che non la sente, è che non se la caga di striscio. Ma Ken, lesto come una faina cosparsa d'olio, si infila nella situazione, presentandosi alla tipa con un complimento da marpione. L'egittologa, che si chiama Doris, invita Ken e la Stronza a prendere una tazza di tè: ormai privo di freni inibitori, Ken adotta l'antica tecnica dello studente universitario, rodatissima da generazioni di fuorisede, e si fa prestare dei libri, dicendosi interessatissimo a quelle robe, lì, i morti rinsecchiti avvolti nella carta igienica. Ovviamente funziona, e la scusa è ottima per tornare più volte a casa di Doris (convinta sostenitrice della tesi secondo cui già i sacerdoti egizi facevano le ortopanoramiche) senza quella rompicoglioni dell'aspirante padrona dell'universo dietro.
Tempo dopo, Doris gli dice che "gli studenti al corso di papirologia potranno partecipare agli scavi di un'antica piramide". Io sono stato azzurro di papiri!, urla Ken tutto felice. A quel punto basta "falsificare qualche firma", e il Nostro è pronto a partire. Perché lì al Cairo mica mettono dei dilettanti chiunque a riportare alla luce una piramide, nossignore: vogliono solo dilettanti chiunque esperti di papiri. Metti caso che dentro ci sono le istruzioni. E così, armate di PICCONI, tutte le cumparse della cumpa - al netto dell'Algida, rimasta a casa a mangiare cornetti - si mettono a scavare. Doris ricicla in modo agghiacciante la barzelletta dei carabinieri in missione sul Sole, e quando il sole cala, il Rocco Siffredi di plastica made in Taiwan è pronto a colpire come un cobra: con la sua polo rosa del Giro d'Italia e i pinocchietti mimetici da fintogiovane, si avvicina al sacco a pelo di Doris. Che con un leggerissimo sottinteso ha lasciato la tenda e il sacco a pelo aperti, un pacco di goldoni Settebelva appeso all'ingresso e un cartello con su scritto TELADOSUBITO. Ma, colpo di scende, la tenda è già occupata. A dormire lì a terra, sul rigido suolo del deserto americano di un episodio passato, in qualche modo infilatosi di straforo anche in questa storia egiziana ("Quando mi alzo la mattina ho le ossa rotte!", dice Doris. Strano, ve'?), c'è un'altra donna. Ken (terz'ultima foto della pagina qui sopra) resta così, bloccato nello slancio pelvico. La mattina dopo, però, Doris confessa il suo amore per lui.
Ken finge indifferenza nei confronti della donna, con astuta mossa da predatore, ma i due vengono interrotti bruscamente dalle urla di Luigina Soffocotto detta Livy. Hanno trovato l'ingresso nascosto della piramide e, con grande saggezza, decidono di buttarsi tutti a pesce nel cunicolo. Il secondo a calarsi nelle tenebre senza alcuna esitazione è un giovane Mago Mirkos, con la canottiera del dottor gibò. Ken però vuole chiamare il Professore, che li ha mollati lì da soli convinti che con un corso sui papiri alle spalle fossero pronti ad affrontare ogni situazione: "Andiamo a prenderlo", grida Ken a un venditore di cocomeri di passaggio.
E siccome esplorare da soli, senza illuminazioni o altro, una piramide sconosciuta piena sicuramente di tracobbetti non era abbastanza pericoloso, le cumparse decidono anche di separarsi. Doris guida una delle due pattuglie
Con grande senso di responsabilità, cominciano a smontare la piramide e si buttano di testa (guardate con quale leggiadria Doris atterra sulla propria capa a bomba) nel nuovo cunicolo, finendo in mezzo agli scheletri di Golden Axe aggisi
E continuando a spostare massi, minando alla base la struttura della piramide, Doris e gli altri due incontrano il resto della cumpa, trovandoli tutti svenuti
"Adesso capisco cos'era quell'odore: questa stanza era impregnata di un gas tossico!", dice Doris. Il Mago Mirkos, che quella mattina ha esagerato con le uova strapazzate, fischietta facendo il vago. Fine primo tempo, pubblicità.
Con la sua nuova golf cabrio rosa Barbie "attraversa la città come un lampo". Che del limite dei 50 orari nei centri abitati lei se ne strafot*e.
 Barbie Baldracchina è ora in vendita dal tuo giocattolaio.
Questa è invece la sua collega P.J. Bocca di Rosa. Il "nastro fatto di rose da annodare intorno al collo" è un'idea di Barbie. Non si sa mai.
"Barbie ti voglio bene" è l'ultimo modello della linea Barbie due di picche dopo la fortunata "Barbie possiamo restare amici se vuoi". Tolta dal mercato perché quelle spalline pagavano un sacco di ICI.
Secondo tempo. Nel giornalino di Barbie c'è questa storia in cui Barbie viene mandata fuori dalle balle a metà della seconda pagina e dopo un po' sparisce pure Ken. Stiamo seguendo Doris, "giovane ma esperta egittologa" per corrispondenza e un branco di debosciati che, sfidando mefitici gas letali di dubbia provenienza, stanno profanando la tomba di un faraone. "Apriamo subito il sarcofago, prima che intervengano altre persone", urla l'espertona. E siccome non riescono a spostare il coperchio...
...Livy LO PRENDE A CALCI DALLA RABBIA, facendo scattare il meccanismo di apertura a molla. Ma la maledizione Bafangule del Faraone che giocava coi Move della pleistéscio si abbatte su questi stolti giovani vandali vestiti dimmerda, bloccando l'accesso della camera mortuaria!
La mummia del faraone, intanto, si trasforma a contatto con l'aria "in un mucchio di polvere". La prima riga me la tiro io!, urla tutta eccitata Livy sentendo l'ultima parola, prima che gli altri la facciano rinsavire a cinquine. "Abbiamo distrutto la scoperta più sensazionale del secolo!", dice poi la ragazza innamorata di Ken, realizzando che non è esattamente una roba da inserire nel curriculum di un'egittologa, in effetti. Fortunatamente, il giovane Mirkos ancora privo di baffo ha con sé delle cariche di dinamite, dotazione tipica di ogni aspirante archeologo esperto in papiri. E così, con nonchalance, visto che hanno fatto trenta, i folli decidono di fare trentuno e pure trentadue, aprendosi una via di fuga con l'eplosivo.
Solo quando inizia a venire giù tutto, gli SCIENZIATI si rendono conto che non è stata un'idea brillante. Nel frattempo, all'esterno della piramide, Doretta la Rapinatrice Scema guida il professore verso il cunicolo. I ragazzi brancolano nel buio, mentre Mirkos allunga le mani
Ma ecco intervenire Ken, che prima sposta i massi con la forza bruta di chi non teme di rovinarsi la manicure perché tanto martedì passa l'estetista; poi prende al lazo per il collo una alla volta le cumparse; e quando apprende che Doris, rimasta sconvolta dai leggeri danni collaterali della sua esuberanza e dalla caduta di fronte, non vuole uscire dalla piramide, si lancia coraggioso al suo salvataggio
 Mangiati il fegato, Indiana Jones! Sooca, Uomo-Ragno!
L'Eroe in pinocchietti raggiunge la ragazza, che vuole morire lì, scopriamo, perché il suo amore per Ken non è corrisposto. "Se non posso vivere con te, rimarrò con i faraoni!". Ma poi si convince a uscire. Un po' sono le parole eroiche dell'eroicamente eroico Ken, un po' quella mezza tonnellata di sabbia che si becca in testa nell'ultima foto.
E insomma, ne vengono fuori. Ora, in tutti i film degli anni 80 e 90, quando un eroe veniva fuori da un casino mortale, poi ci dava dentro con la protagonista femminile. Prendi Highlander. Prendi Speed. E così, mentre il professore prende con filosofia la distruzione del lavoro di una vita aggiustandosi il pacco e chiarendo severo che al ritorno ognuno con mezzi propri e mo' che hanno disintegrato una piramide al prossimo corso ci mette a tutti 7-, altro che cacchi, Ken, che appena tornato in superficie aveva finto con estrema modestia di aver avuto paura, si trova di fronte a un dubbio amletico: che fare con Doris? Ma poi viene fuori che Doris ha una gemella, Lulù, e anche lei si innamora di Ken a prima vista. Due sorelle che gli si buttano addosso, come manco nei filmetti zozzi. Lì da soli nel deserto del Nevadegitto. "Non ho più voglia di rischiare... e poi... chi lo dice a Barbie?", si chiede Ken. Prima di rispondersi da solo mezzo secondo dopo,  "Glielo dice Stocadso!", e di guidare le due verso la tenda fischiettando.
Il bagno profumato di Barbie, un pezzo di plastica a 19.500 lire dell'83. Prezzo simpatia, eh. Figurati se alla Mattel stavi sui coglioni. Barbie è la più bella, perché "lo dice il suo specchio":
Grimilde però era più buona
Qualche settimana dopo, Barbie, la piccola Skipper guardona e Ken vanno al mare di domopak con la roulotte. Appena i suoi piedi toccano la sabbia, Ken ricorda l'epilogo della sua avventura in Egitto. Mentre si copre lesto con il Super Santos, gli si ingrifano pure le sopracciglia.
 
LE ALTRE STORIE DI KENTOZZI


Si ringrazia come sempre per le scan la gentilissima
Elisabetta, che ha scritto un libro fantasy: ne parliamo presto!

44 commenti:

  1. E' Ken-Bergomi quello dell'ultima vignetta....

    RispondiElimina
    Risposte
    1. (Wow, sono il primo post...:D)

      Elimina
    2. @Lo Zione Lardass
      quoto ad occhi chiusi la tua intuizione :D

      Elimina
  2. E io sciocca che pensavo che gli archeologi fossero quelli che passano le loro giornate a pulire cocci vecchi 3000 anni con pennellini in pelo di martora e invece qui sono dei vandali professionisti! Tirar giù una piramide non è mica facile, quelle sono costruite tutte in blocchi di pietra!

    Il vero professore l'hanno ucciso e seppellito nel deserto per non far trapelare il loro danno, quello è una controfigura!

    Almeno quando c'è Barbie nella compagnia i reperti archeologici vengono portati via interi (che le servono per decorarcisi il salottino buono)!

    RispondiElimina
  3. Le avventure in Egitto sono le migliori, ho riso dall'inizio alla fine, grande Doc e grande Elisabetta (o chi ha fatto le scan)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Scusate non avevo visto la scritta in piccolo, gli occhi erano strizzati dal ridere, grazie Elisabetta e adesso voglio sapere del libro

      Elimina
    2. Uuh grazie dell'interessamento ;__;

      Elimina
    3. Lo sto leggendoLO insieme ad altri tre libri. Prima o poi li finisco tutti e, come scritto, ne parliamo.

      Elimina
    4. Si sentiva la mancanza delle mirabolanti avventure del nostro Kentozzi...
      @Elisabetta e/o @Doc non è che potete almeno anticiparci il titolo?

      ...e come sempre, per ringraziare della storia pubblicata propongo due hashtag:
      #elisabettasantasubito
      #eildocpure

      Elimina
    5. Ok, dato che mi era salita la scimmia (la curiosità non è solo donna) me lo sono andato a cercare il titolo (che non dico per non rovinare il sorpresone del Doc), ma a questo punto mi sorge spontanea la domanda:

      @Elisabetta
      il libro esiste solo in formato epub o anche in quello cartaceo?

      Elimina
    6. Per ora si, è solo disponibile in ebook :(

      Elimina
  4. Naaa questo è palesemente Ken il servo della gleba. Altro che godere.
    Ma soprattutto:
    "Non so quando è cominciato, so soltanto che sono innamorata di te!"
    Ah figurati, non lo sa nemmeno chi ha scritto sta storiella.
    But...why? XD

    RispondiElimina
  5. Poi mi piace come la corda che usa Ken per calarsi nella piramide sia l'equivalente di uno spaghetto scotto.
    Grade Doc, mi era mancato un sacco Kentozzi *.*
    E grazie anche della lettura

    RispondiElimina
  6. Aggiungerei che il Ken dell'ultima pubblicità è il "Ken ho dimenticato di tingermi le sopracciglia nerborute"

    RispondiElimina
  7. Ho riso così tanto agli "scheletri di Golden Axe aggisi" che tutti i passeggeri del bus sul quale sto viaggiando si sono girati a guardarmi.

    RispondiElimina
  8. L'ultima pubblicità mi ricorda la mitica spiaggia dove va in campeggio Fantozzi. Adesso Ken va a pesca con Skipper: "c'è il pesce gatto e c'è anche il pesce ratto. A me la grigliata di pesce ratto piace tantissimo"

    RispondiElimina
  9. Gli approcci di Ken sono da manuale del rimorchio!

    Complimenti alla compagnia di ricercatori per il loro cauto metodo di investigazione, che potremmo battezzare "Metodo Attila e gli Unni".

    RispondiElimina
  10. ringrazio il Doc ed Elisabetta (ma hai la collezione completa? xD)

    Roccoken molto più Rocco di tutte le puntate precedenti, sembra uscito da una commedia sexy all'italiana degli anni 70, un misto tra Loris Batacchi "capouffisio pacchi" e il Banfi di "Cornetti alla Crema"

    La Fenech di turno con la dolce sorellina poi spariranno misteriosamente... sappiamo tutti chi incolpare! Ed infatti già nell'ultima pubblicità Ken è stato evirato e sottoposto a sedute di elettroshok fino a diventare un vegetale!

    Battuta dell'albo: domani mattina presto passa... che portiamo rispetto all'alzabandiera! :D

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Non ho idea di quanti numeri di Barbie siano stati pubblicati ma direi che ne ho un bel pò: questi vintaggi ricolmi di trashaggine li ho recuperati apposta per farmi quattro ghignate a scansionarli XD

      Elimina
  11. "Qui gatta ci corna", ma anche "Io sono stato azzurro di papiri!" made my day XD

    RispondiElimina
  12. Kentozzi azzurro di papiri e le sue distruttive avventure egiziane, cosa c'è di meglio per cominciare la giornata? L'assenza dell'Algida è quantomeno improbabile, ma oh: gli autori avranno voluto dare un pò di libertà al nostro povero pupazzo...e allora và, Kentozzi, sfascia piramidi e soccorri donzelle melodrammatiche! :D
    Grazie al Doc ed alla solerte Elisabetta per queste meraviglie.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. @DreamersQueen
      non puzza anche a te tale assenza?
      che stia complottando qualcosa di terribile?

      Elimina
  13. "Spero tu c'è l'abbia sul tuo bel collo!"

    Caspita, questa me la devo segnare per riciclarla.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. E pensare che all'inizio non avevo letto "collo".

      Elimina
    2. È chiaramente un errore di stampa. La prima delle due L era un'altra O.

      Elimina
  14. mitico il mago mirkos che gira sempre con qualche carica di dinamite in tasca, non sai mai quando possano tornarti utili

    RispondiElimina
  15. L'unico che si salva è quell'osceno professore universitario!
    E sinceramente speravo di vedere qualche mummia...
    Invece era una puntata di Scooby-Doo!

    RispondiElimina
  16. L'ultimo Ken è Ken "controfigura di Ken Masters" che si prendeva tutti i colpi destinati al mitico Steet Fighter.. si era dimenticato di struccarsi per il servizio ed era corso sul set fotografico senza togliersi le sopracciglia posticce ...

    RispondiElimina
  17. La Barbie Baldracchina mi ha fatto ridere assai!
    Le avventure di Kentozzi in Egitto sono finite?!
    Solo gli scheletri di Golden Axe possono rispondere! (e menano pure, quindi occhio a disturbarli...)

    RispondiElimina
  18. "Libidine nella piramide"...

    RispondiElimina
  19. sono il solo che si è immaginato ken con l'accappatoio rosso,un pacchetto di amica chips e la musica della pubblicità in sottofondo che si avvia con le gemelle verso la tenda?

    RispondiElimina
  20. Sicché, s'è fatta una certa, andiamo tutti a casa. Che bella la toscanità rassegnata del professore ravana-cabasisi!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. E' vero! Mi ha riportata immediatamente ai tempi in cui vivevo a Firenze...

      Elimina
  21. "Grimilde però era più buona" :D

    RispondiElimina
  22. Kentozzi dimostra che senza Barbie regge benissimo.
    A quando uno show tutto suo ?

    RispondiElimina
  23. Più che ad Indiana Jones questa pare ispirata ad Asterix e Cleopatra... gli devastano mezza piramide ai poveretti

    RispondiElimina
  24. Ho atteso tutto il giorno di mettere a dormire la rumorosa combriccola e godermi, finalmente in silenzio e sotto le coperte, un nuovo (meraviglioso) Kentozzi!
    Non so come... ma credo di essermi innamorata di lui!


    La "maledizione Bafangule del Faraone" è stata senza dubbio la cosa più bella che ho letto negli ultimi anni. Ora sicuramente dormirò più serena. E chissà che non sogni di far crollare anch'io una bella piramide

    RispondiElimina
  25. E comunque Doris, con quegli occhioni e i capelli corvini (che restano tali persino dopo una tonnellata di sabbia in testa) a Barbie le da una pista.
    Ripensaci, Ken!

    RispondiElimina
  26. Ma scusate il dubbio amletico: Lulu come ci e' arrivata li'? A giudicare dal vestito, aveva appena smontato dal turno di notte al bazar del Cairo?

    RispondiElimina
  27. No ma scusate, ma...quel venditore di cocomeri è EVIDENTEMENTE RUFY DI ONE PIECE !!

    A me comunque sta sceneggiatura ha appassionato ai livelli della Mummia, Allacciate le cinture viaggiando s'impara e il telefilm di Kiss me Licia, tutta na macedonia assieme.

    RispondiElimina
  28. Ah ah ah, puntata capolavoro!

    RispondiElimina
  29. Forse non gliene frega una mazza a nessuno ma Doris in realtà é Barbie Rio Senorita, la sorella é Barbie Hawaiian 1975, il personaggio Livy é Barbie Quick Curl, il mago Mirkos senza baffi, il maglioncino rosa di Ken, il vestito che indossa Doris, quello bianco a righe blu e fascia rosa, nonché quello con maglia bianca a righe rosa e verdi e Barbie, quella delle prime due pagine, sono tutti parte del Barbie and friend gift set. Perché ve lo dico? Perché oggi tutte queste cose valgono una fortuna. Quindi se ancora le avete, mi raccomando, non buttatele in pattumiera.

    RispondiElimina
  30. "Io sono stato azzurro di papiri"... "E lo dice così? Ma, ha sentito, Calboni?" HAHAHAAHAHAHAHAHAHAHAHAHAHHA citazione da oscar! Prima o poi per colpa dell'Antro mi verrà una paresi facciale :-D

    RispondiElimina

I commenti anonimi vengono eliminati dai filtri antispam e, nel caso superino i filtri, irrisi ed eliminati uguale: non usateli.

Related Posts with Thumbnails