mercoledì 17 aprile 2013

78

Oblivion, la recenZione senza spoilerazzi

Visivamente bellissimo, con una colonna sonora pazzesca, senza una storia. Ma quello era Tron Legacy. Due anni e mezzo più tardi, Cosicino Kosinski ci riprova, con un altro film, l'Oblivion-che-non-è-il-videogioco, che è sempre visivamente bellissimo, sempre con delle musiche notevoli, e che stavolta c'ha pure una storia. Anche se è tutta arruffata. Segue, senza spoilerazzo alcuno (parola), cosa c'hai trovato di buono, cosa c'hai trovato di pezzente e soprattutto il perché, nonostante mille difetti, valga comunque per te la pena di andarlo a vedere […]
Da dove cominciamo? Dal lato buono? Godimento audiovisivo a parte (soocare, fondamentalisti del 3D), Oblivion ha una premessa che ricorda i film di fantascienza degli anni 70, quelli con un minimo di politica (in senso molto lato) e critica sociale dentro, quelli che adori. Ha un'ambientazione postapocalittica che, sarà pure la sindrome da fan di Ken il Guerriero, se fatta bene ti tira dentro ogni volta come poche altre. Ha insomma quell'aria da pellicola che, con un altro protagonista e osando un (bel) po' di più, ti diventava facile un filmone.
E invece ci sono le immancabili sequenze "da film di Tom Cruise", con Tom Cruise che fa la stessa faccia da Tom Cruise da trent'anni. C'è il frullatone, il grande merendero di topoi fantascienzi, messi in fila per l'ispezione del direttore scolastico. C'è la grande fiera campionaria degli spiegoni a raffica a beneficio del solito pubblico di spettatori scemi, ché se non capiscono poi rivogliono indietro i soldi del biglietto. C'è che quello che dovrebbe essere il sorpresone della trama è una roba neanche telefonata, vengono proprio gli sceneggiatori a citofonarti sotto casa e a dirti di scendere, ché te lo raccontano loro mentre vi fate un gelato. Le sorprese di contorno, invece, pure. La sorpresina finale, idem. In altre parole, non c'è una cacchio di cosa in tutto il film che non ti aspettavi succedesse esattamente com'è successa. Manco mezza. Zero.
Un simulatore con i controrazzi di questa navetta, tipo subito, grazie
Al che uno si aspetterebbe di sentirsi dire di lasciar perdere Oblivion, di dimenticare (ah-ah!) che un film del genere sia anche solo esistito, come tanti altri pasticci sci-fi arrivati in sala e scomparsi precipitevolissimevolmente dai nostri ricordi negli ultimi anni. E invece. Invece c'è che per una qualche ragione che non riesci bene a spiegarti,
(no, ESCLUDENDO quella pheega astrale di Olga Kurylenko)
NONOSTANTE tutti quei difetti di cui sopra, credi sia un film guardabile. Guardabile. Non un capolavoro e neanche un gran bel film. "Guardabile", nel senso di "guardabile". Se amate i vecchi film di fantascienza, se siete disposti a far finta di niente di fronte alle solite facce di Tom Cruise e a tutto il resto, andate a vederlo lo stesso. Perché tanto bei film di fantascienza non ne fanno praticamente più, lo sappiamo, e allora l'unica alternativa a farsi fuoco sugli zebedei è accontentarsi di quel poco di guardabile che esce, quando esce, lasciando a casa le aspettative delle grandi occasioni. 
Perché il trucco dura poco, ma per quel poco, se ci riuscite, magari Oblivion riesce pure a farvi sognare. Cioè, senza dormire in sala, intendi.

(Quanto a te, Cosicino Kosinski, magari al terzo film sfondi, chi te lo dice. Un consiglio: visto che sarà il seguito di Tron Legacy, ti basta copiare tutto il copiabile da Tron Uprising e dare molto più spazio a Quorra. Vai tranquillobrooklyn).

78 commenti:

  1. Mi trovo d'accordo, alla fine non è nulla di innovativissimo ma è un film godibile con un'ottima colonna sonora e grazie a Dio non in 3D, anche se a parer mio c'è un buco nella trama che non hanno mica spiegato troppo bene (ovvero la faccenda della capsula: quanto cappero di tempo ci ha messo a tornare sulla terra?)

    E su Tron dico solo che potrebbero mettere in trasposizione direttamente il cartone di Uprising anzichè fare un sequel e sono a posto così. O fare direttamente uno spin off su Quorra, che non ci offendiamo mica.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. [SPOILER]
      Penso, come accennano ad un certo punto del film, più o meno 60 anni. Ovviamente il Tet dovrebbe essere molto più veloce; perciò finché la navetta rientrava con calma da Titano, quegli altri hanno avuto tutto il tempo per fare il culo ai terrestri.

      Elimina
  2. Considerando le altre due gia' lette dai tuoi amicici di blog qua a destra (discorso unanime) -per te che sei il Doc che ben sappiamo,visivamente parlando e limitatamente a quello- funge piu' o meno di Prometheus?
    Vale la visita ad una sala?
    Grazie.

    RispondiElimina
  3. Quoto Doc su tutta la linea.
    Elisabetta, il tempo di ritorno è abbastanza plausibile, anche all'andata l'equipaggio era in stasi proprio a causa dei tempi... l'omaggio a 2001 è più che evidente (ok, chiamiamolo omaggio...)
    Meno plausibile la questone ricordi secondo me, ma in fondo è la parte "fanta" di fantascienza (qui un po' sgasata, come piace al Doc...).
    Riguardo alla prevedibilità, anche noi al cinema all'intervallo ci siamo guardati e ci siamo detti "Ma è ovvio che , si spicciano a dirlo o passano anche l'altra metà del film a nascondersi dietro ad un dito". Afflato di sollievo quando, appena ripreso il film c'è stato il "Grande Colpo di Scena", nella speranza, presto delusa, che rotto lo schema la trama iniziasse a decollare... invece niente, neanche uno schianto spettacolare, una lieve e prevedibile planata verso la naturale conclusione...

    RispondiElimina
  4. Sono uscito dal cinema delusissimo. Ci sono buchi nella trama cosi' grossi da contenere mezza luna, e poi piu' che ispirato alla fantascienza anni 70 direi che e' proprio scopiazzato.
    Poi Olgona nostra sara' anche una pheega fuori scala, pero' e' incapace di simulare una qualsiasi emozione: al confronto Cruise e la rossa sembrano Giannini e la Melato.
    Vale giusto i 3 euri che ho pagato per vederlo. Se andate al cinema concentratevi solo sullo schermo e sulla musica, ignorando pure tutto quello che si dicono i personaggi.

    RispondiElimina
  5. Sul buco (una voragine) nella trama sono d'accordo con Elisabetta.
    Per il resto un po' troppo Tom Cruise, un protagonista meno invadente e americano sarebbe stato meglio. La trama scorre troppo tranquilla e i colpi di scena non colpiscono, troppo logici più che telefonati.
    L'altra tipa del film (non la "pheega astrale di Olga Kurylenko", l'altra) non ho capito a cosa serve se non a distrarre e rilassare il nostro amico Cruise e farci vedere come, nuotando completamente nuda, non sia affatto male.

    RispondiElimina
  6. Se dovessi fare un paragone con Prometheus direi che in questo film ci sono alcuni buchi nella trama quasi altrettanto grossi, ma che sono in numero inferiore e non richiedono altrettanto sforzo per non alzarsi e gridare WTF in sala.

    Certo, dopo, a distanza di qualche giorno, magari tornano su come la peperonata. Cosi' come il fatto che il film e' troppo spiegone o prevedibile.

    Ma in sala te lo bevi senza troppo sforzo e tutto sommato ti va giu' bene.

    Con quello che passa il convento in questi ultimi anni me lo faccio andare bene, va.

    RispondiElimina
  7. ___ SPOILER ___

    Il buco nella trama non e' tanto il ritorno della capsula, che tra parentesi no, non e' un cazzo plausibile perche' ci ha messo 50 fottuti anni e senza guida.

    Neanche il fatto che il rientro della capsula sia stato comandato con un segnale (come se fosse in orbita stazionaria, aspettando).

    Piu' che altro e' il fatto che l'intera fottuta navetta fosse preda di un qualche raggio traente da cui non poteva sottrarsi neanche a spinta massima. Pero' separando il modulo comando come per magia il resto della nave se ne puo' andare alla deriva..

    RispondiElimina
  8. Dunque, il paragone con Prometheus, di cui chiede GIOCHER, è presto detto: Prometheus doveva essere il prequel di una delle saghe sci-fi più amate: al di là dei mille buchi logici e narrativi, la delusione era forte proprio perché da Scott ci si aspettava molto di più.
    Qui le mie aspettative erano grossomodo pari a zero, il film è un film a sé che non deve spiegare nulla, e come tale è, appunto, guardabile.

    Quanto al buco

    --- SPOILER, OCHO---

    La parte della navetta espulsa da Cruise, con le capsule degli altri membri dell'equipaggio, finisce in orbita attorno alla Terra. Sessant'anni dopo, gli amicici di Jaime Lannister attivano 60 anni dopo un BEACON (chiamarlo radiofaro in italiano pareva brutto), che fa schiantare al suolo la navetta. Che infatti si spatafascia, ma le sue capsule in adamantio proteggono gli ospiti... finché non basta una smitragliata dei droni per farli a pezzi e... Lasciamo stare, va' :)

    RispondiElimina
  9. --SPOILER--

    @Milo @Dr.Manhattan si, avevo immaginato fosse così, ma non mi spiego che cappio ha fatto quella capsula x 60 anni: ha girato allegramente attorno alla terra? Poteva pure finire ai confini della galassia senza una guida, e poi una volta attivato il Beacon quella torna subito "a casa"? anche come hanno fatto quelli della resistenza a sapere della capsula è un pò un mistero..

    RispondiElimina
  10. @Fire
    se ricordo bene il viaggio di ritorno durerebbe circa 60/70 anni. Come durata mi lascia un po' perplesso, anche a fronte del viaggio di andata.

    RispondiElimina
  11. Doc, pare che gli sceneggiatori del precedente Tron siano stati cacciati a pedate in c00lo.

    http://en.wikipedia.org/wiki/Untitled_Tron:_Legacy_Sequel#Production

    RispondiElimina
  12. "Guardabile" non è abbastanza per me. Altri soldi risparmiati ^__^

    Io aspetto soltanto Pacific Rim.

    RispondiElimina
  13. --SPOILER--

    Ma comunque la 'scatola nera' non doveva esserci nella capsula espulsa, era nel sedile accanto al caro Tom.

    RispondiElimina
  14. @ DrManhattan

    Per fortuna che l'ho visto in inglese cosi' mi sono risparmiato il trituramento di coglioni di traduzioni e doppiaggi.

    @ Elisabetta @ DrManhattan

    Alla fine, se ci pensate, anche i "vecchi" film di fantascienza avevano qualche buco nella trama.
    Ma soprattutto non spiegavano quasi niente. Non serviva spiegare da che pianeta fosse arrivata la "cosa" o far vedere come e' nato alien.

    I film di oggi sono come i videogiochi di oggi. Non basta un narratore che ti racconti un flashback o sveli un pezzo di trama, lo devi vedere. Tutto.

    Fra un po' davvero i dialoghi saranno aboliti e ci saranno le scritte in sovraimpressione che ti dicono che stati d'animo devi sentire nei vari momenti del film. Cosi' il cerchio si chiude con il cinema muto.

    Lo dico sentendomi vecchio.

    RispondiElimina
  15. Discorso nerd approaching!

    SPOILER
    Anche io avevo colmato il buco pensando ad uno stazionamento orbitale molto lungo. Non mi calzava il fatto che "il cosone orbitante" non l'avesse agganciato o distrutto ma semplicemente ignorato.

    RispondiElimina
  16. io l'ho trovato veramente terribile.

    un altalenarsi di compressioni e decompressioni che nemmeno brian michael bendis sotto metanfetamine alternate a morfina.
    i primi quaranta minuti, che avrebbero dovuto farmi "attaccare" al personaggio e creare pathos con lo spettatore per L'ENNESIMO scenario apocalittico mal gestito (adoro gli scenari postapocalittici. capiamoci. ma non quelli gestiti "demmerda") hanno avuto il solo effetto di spaccarmi i cosiddetti.
    e con le scene di intermezzo spara-spara, gratuite come le "svolte" nella trama e ancora più terribili, la situazione è precipitata ulteriormente.

    ad affossare la pellicola ci hanno pensato i trademark di tom cruise:
    - la corsa pinocchia™
    - la calata da buco con corda con/senza fucilone imbracciato
    - primi piani su rayban/occhiali da sole
    - la sgasata in motoretta con i suddetti occhiali/ pheegaastralesuldidietro

    la pheega astrale di cui sopra, si è dimostrata l'ennesimo pezzo di carne™, non tanto per le capacità recitative (ah-ah!) della Olgona, ma quanto per il PIATTUME TOTALE del personaggio.

    per carità, qualche nota positiva l'ho trovata anche io... visivamente appagante, Morgan freeman è sempre un piacere, Nicolaj Coster Valdau in versione Ultra-Badass è un piacere pure lui.


    c'è da dire che la trama l'avresti vista volentieri molto più decompressa, come in una serie, dando modo a tutti di simpatizzare sia per cruise che per la rossa e cercando di curare quei 18108014^13 buchi di trama che hanno definitivamente affossato la pellicola... ma al cinema sti 126 non finivano più.

    Ho indubbiamente visto di peggio, ma non è un film che rivedrei.

    RispondiElimina
  17. Onestamente pare la copia di Tron Legacy: bel production design (stranamente Apple-inspired), ottima colonna sonora, atmosfera azzeccata ma ritmo assente, attori sempre in modalità F4 e trama prevedibile spiegonata al limite della nausea. Non bastava il voice-over iniziale? Dovevi per forza spigare tutto DI NUOVO quando entra in scena la Kurylenko?


    Mi associo alla richiesta: voglio il sequel di Tron Legacy legato ad Uprising: chi se ne frega di Flynn jr. vogliamo Beck protagonista!

    RispondiElimina
  18. "andate a vederlo lo stesso"

    Ma no accidenti, non dirmi così doc D:
    Devo risparmiare i soldi e portare tutta la famiglia alla prima si Iron Man 3 D:

    RispondiElimina
  19. @Milo Esatto, preferisco film/giochi/telefilm "più semplici" dove tutto fila liscio ed è ben spiegato, rispetto a filmoni-oni dove alla fine vengono messe mille cose nel pentolone e la trama ha più buchi di un formaggio Emmenthal.

    A volte mi domando se qualcuno con un pò di buon senso rilegga gli script di un film prima che vengano girati..
    Lo posso perdonare a film come, tipo, Sucker Punch, dove sai già che vai a vedere un minestrone visivo con una trama che sta insieme con la colla ma è nato con quello scopo.

    RispondiElimina
  20. DBio616, Milo:
    Quello degli spiegoni è il Grande Male del cinema odierno. Li infilano ovunque (tutti quei gialli che si chiudono con il momento Scooby-Doo che rimostra tutte le scene salienti?), ma nel cinema sci-fi hanno devastato tutto il devastabile. Quanto sarebbe stato più fico il setting di Oblivion senza il DOPPIO spiegone rotante sulla guerra e il nucleare e tutto il resto?
    Ma c'è sempre il discorso del pubblico scemo. Se il pubblico scemo non capisce, trova difficoltà, s'incazza. Vale per i videogiochi (sempre più facili), vale per i film (sempre più spiegonati).
    Così, per la grande massa bovina, Dark Souls diventa un gioco "impossibile" e Inception "un film complicato da capire". Evviva.

    RispondiElimina
  21. Grazie Doc, ma dev'essere che mi son spiegato male. Intendevo: al di la' di tutto (mandando la sospensione dell'incredulita' in WE lungo ad Amsterdam) VISIVAMENTE parlando e basta, appaga l'occhio a livello Prometheus piu',meno, per, diviso?
    Domanda aperta a tutti gli Antristi.

    RispondiElimina
  22. @ Elisabetta

    Cosa vuoi, forse il problema e' che tutte le storie possibili sono gia' state scritte e molte di esse sono gia' finite sullo schermo.

    E tra queste la maggior parte non ha venduto come avrebbe dovuto.

    E' soggettivamente (per me) difficile tirare fuori una storia originale ed interessante.

    Pero' potrei lavorare a correggere i buchi nelle storie degli altri. Ad ognuno il suo.

    RispondiElimina
  23. GIOCHER:
    Sì. Non fosse altro per la casa con piscina sulle nuvole, sì.

    RispondiElimina
  24. sabato sera avevamo in programma di andare a vedere il suddetto film..ma dopo l'orribile pizza mangiata in una pizzeria (NON andate alla pizzeria DEL DUOMO vicino ROVATO) stavo per abbandonare il film..all'ultimo abbiamo deciso di andarci lo stesso e devo dire che ne è valsa la pena..ovviamente non un filmone ma piacevole..sarà che a me gli scenari post-apocalittici piacciono duro (potrei vedere un film di 2 ore di sole lande desolate e mezzi ponti di Brooklyn sommersi dalla sabbia)
    la prima cosa che ho notato sicuramente è:
    ma Cosicino Kosinski è rimasto folgorato dai Daft Punk?
    cavoli in alcuni punti le soundtrack erano proprio nello stile di quelle di Tron..


    ----------SPOILER---------

    @ Matteo Bacci
    la scatola nera era vicino a Tommaso Crociera nel "presente" mentre sta navigando verso il TETH..quando, ascoltando le registrazioni, parte lo spiegone di quando, insieme alla rossa, si avvicinavano perlappunto al TETH..

    RispondiElimina
  25. "Tron Legacy" l'ho visto ieri sera per la prima volta ed il mio giudizio è: "Tron Legacy NON ESISTE!". :)

    RispondiElimina
  26. Visto ieri, concordo sul "guardabile".
    Devo dire che ero partito pensando fosse una meenchiata colossale, e invece... dai, ci stava. Non a prezzo pieno, certo, ma ci stava.

    Sono l'unico che si è accorto solo ieri che TC è mancino? Non mi tornava come imbracciava il fucile ^^;

    RispondiElimina
  27. Ok, letto articolo a pezzi e bocconi e saltati i commenti per non spoilerarmelo.

    Avevo già programmato di andarci domani ma non ero sicuro. Ma se il Doc ha dato la green light, mi sento tranquillo e vado brooklyn.

    Quando ho chiesto ai miei amici che sceglievano lo spettacolo, ho chiesto: "Mi raccomando, non scegliete la versione 3D!" e alla risposta "Ma c'è solo la versione normale!" ho cominciato a mollare coppini di felicità al mio collega a fianco...

    RispondiElimina
  28. Stai abusando un pò troppo della parola Brooklyn. Avresti dovuto farlo piuttosto con la parola Kurylenko.

    RispondiElimina
  29. Sono l'unico un po' stufo di dovermi accontentare di film Scifi... decenti e/o "in fondo dai, è bello da vedere e poteva essere peggio"?

    Ho qualche speranza per Elysium, ma nemmeno tante ormai.

    Cheers

    RispondiElimina
  30. @ Doc:
    A proposito di spiegoni, l'hai mai visto "Southland Tales" di Richard Kelly, il regista del bellerrimo Donnie Darko? All'inizio c'e' quello che ritengo sia lo spiegone piu' lungo della storia del cinema...
    Ma davvero esce il terzo film di Tron??? Pheegata...

    RispondiElimina
  31. È una scopiazzatura molto meno di classe di un bellissimo film sci-fi di pochi anni fa... niente nomi o praticamente sarebbe uno spoiler per Oblivion.. anche se visivamente è davvero maestoso!
    Però è insopportabile la scopiazzatura della idee più importanti di tutto il film.. gli amanti di cinema e soprattutto del genere sanno a che pellicola mi riferisco!

    RispondiElimina
  32. Ciao e premessa: è il mio primo post :)
    Poi Oblivion, che devo ammettere mi è piaciuto. Visivamente incredibile, la scena con la moto in mezzo ai sottomarini insabbiati mi ha ingrifato non poco.
    Per la storia, ci sono dei punti evidentemente tirati via per motivi di tempo, certo, meno Cruise e più sceneggiatura non era certo brutto. Ho una teoria:
    [SPOILER]
    i cloni sono bacati per difetto: Cruise ricorda la moglie, Vica è stata sempre e segretamente innamorata di Cruise anche ai tempi della spedizione verso l'oggetto alieno. Quindi il suo clone vive la vita perfetta che ha sempre voluto il suo originale. Poi non è detto che solo quel clone di Cruise abbia ricordi, ce li hanno tutti, solo che il richiamo della Odissey ha messo in moto il meccanismo di riscatto.
    MI viene solo da ridere pensando che il Teth, distruttore di mondi, si faccia fregare così e schiatti nell'esplosione.
    Poi ci sono dei buchi certo che minano tutta l'opera, specialmente la domanda: ma di che cacchio vivono gli umani sottoterra?

    Comunque nel complesso un film molto godibile. Prometheus era un progetto troppo ambizioso con alte probabilità di fallire, questo Oblivion è filato via abbastanza liscio.

    RispondiElimina
  33. Personalmente giudico Oblivion un gran bel film, e premetto che pure Tron Legacy mi e' piaciuto: entrambi i film mi hanno accompagnato con un quasi piacevole senso di nostalgia per qualcosa che non riuscivo ad identificare, e che mi ha fatto affezionare ai personaggi ed alla storia. Piccola parentesi su Tron Legacy: l'idea degli ISO per me e' interessantissima, avrei preferito che fosse approfondita, ma pazienza, magari nel seguito la sfruttano meglio.
    Ma torniamo ad Oblivion: prima di tutto la colonna sonora e' fantastica, e come ha gia' detto qualcuno ricorda molto lo stile di Tron Legacy, benche' non sia dei Daft Punk ma degli M83 (che tra l'altro hanno fatto un remix di Fall dei DP, quindi un po' amicici lo sono). Le scenografie sono appaganti, rappresentano un pianeta postoapocalittico ma con un fascino, un'immensita' ed una luminosita' che lo rende quasi piacevole, ma allo stesso tempo deserto e nostalgico, il che' da' molta profondita' alla nostalgia del protagonista e la trasmette allo spettatore (nel mio caso).
    Il buco della navetta in orbita geostazionaria non esiste: viene sganciata come zavorra e rispedita sulla Terra (mai sentito parlare di pilota automatico?), in attesa che qualcuno la recuperasse. Qualche buchino c'e', ma solo perche' mancano alcuni spiegoni che per fortuna non hanno messo, e che secondo me sono facilmente interpretabili e spiegabili ( capsule di crio-sonno nel 2017? Mah, magari esistono gia'... ).
    La storia si dipana lungo le due ore in modo molto fluido, senza salti e con molti colpi di scena che purtroppo per chi ha gia' visto tanti film non sono poi cosi' sorpresoni sorprendenti: io ne ho visti a bizzeffe, ma riesco comunque a bypassare in parte questo "problema", conscio anche del fatto che e' molto difficile trovare idee veramente nuove.
    Gli attori mi sono piaciuti molto. Benche' la pheega di turno fosse un po' imbalsamata, gli altri hanno svolto un ottimo lavoro: Tom Cruise e' bravo come sempre, non fa lo sborone (a parte in qualche punto, ma ci sta, anche perche' altrimenti gli fanno il coolo) e lascia persino trasparire un senso di umilta' che lo rende piu' permeabile e plausibile, e' un tecnico-spazzino che usa le armi per difendersi, non per far saltare in aria le cose. Vica e' dolce ma allo stesso tempo robotica, inquadrata, appena Jack cerca di renderla piu' umana si ritrae e ritorna nel suo recinto fatto di regole.
    Il design fantascienzo e' da applauso (la bubbleship tra l'altro l'hanno costruita davvero), e guardando il making (cercate "Oblivion featurette", dura 21min) si apprezza molto di piu' il lavoro svolto, che ritengo molto pulito e curato.
    Io lo consiglio.

    RispondiElimina
  34. Andhaka:
    Io confido in Gravity, perché è di Cuarón.

    Za-gor-te-nay:
    Sì (vero. Ma i sequel di Matrix non scherzavano) e sì (e spero che non lo chiamino davvero Tr3n, come il working title)

    RispondiElimina
  35. @ GIG-bubble
    ----- SPOILER -----

    Ok il pilota automatico ma la scialuppa come minchia sfugge alla cattura? E se comunque rientra in orbita in automatico (dopo il segnale) che cazzo sta la' 40 anni ad aspettare? Ah gia' aspetta un segnale per l'entrata in scena.

    Boh, ci sono dei buchi grossi. Io ci passo volentieri sopra in sala, dopo un po' meno. Ma non e' che faccio finta di non vederli.

    Altri buchi.
    - Umanita' che vive 60 anni nelle grotte, con un pianeta radioattivo fino al midollo.
    - Un esercito di cloni assolutamente inutile, quando hai a disposizione un esercito di efficentissimi droni da battaglia.
    - Un gruppo di tecnici ancora piu' inutili, quando le riparazioni si limitano alla sostituzione di pezzi e hai le risorse di un pianeta a disposizione per costruire tutti i droni che vuoi.
    - Che cazzo di fine hanno fatto gli altri millemila tecnici sparsi sul pianeta dopo la vittoria? Le ammucchiate con la russa? E soprattutto a che servivano visto che i droni pattugliavano solo le macchine sul mare?
    - Non bastava mettere le macchine in mezzo all'oceano per metterle quasi al sicuro?
    - Che lo tieni a fare un esercito di migliaia di cloni in stasi sulla nave? Ok che servono i ricambi ma tocca anche dargli da mangiare..
    - Sei la macchina intelligente che ha distrutto millemila mondi, hai occhi dovunque, ma fai entrare senza scorta un tizio che ti ha gia' tradito e che improvvisamente cambia idea. Un genio. Esplosione meritatissima direi.

    Il film me lo sono goduto lo stesso, mi e' bastato rinchiudere la logica e la scienza in uno stanzino e dirgli di stare buone.

    E quasi tutte le trame, a voler ben vedere, i buchi ce li hanno.

    RispondiElimina
  36. Dopo 25 anni ancora non mi abituo a far sempre il bastian contrario, ma sopportate. (spero)
    Molto molto molto meglio di prometheus, tom Cruise l'ho trovato meno cruise del solito (e le scene alla mission impossible non le toglieranno mai, uno va al cinema apposta, sennò non guarda film suoi), bond girl assolutamente indegna, visivamente bellissimo, musiche ok, trama che si incastra alla fine (spiegoni o no per me era coerente, pur con delle falle, e cmq è inutile che ci lamentiamo degli spiegoni se poi le cose non spiegate suscitano vespaio :p ) :oh, a me è piaciuto un sacco.

    Ps:qualcuno mi citi l'ultimo film veramente originale che a visto, all'alba del 2013...che poi, anche i vampiri innamorati e sbrilluccicanti erano a modo loro originali :io preferisco avere un film non originalissimo ma fatto bene, e secondo me oblivion lo era

    RispondiElimina
  37. ----
    @Milo ha detto...
    "Cosa vuoi, forse il problema e' che tutte le storie possibili sono gia' state scritte e molte di esse sono gia' finite sullo schermo."
    ----

    Secondo me non è questo il problema. La fantascienza letteraria potrebbe offrire migliaia di nuovi spunti, scenari narrativi e visivi. Anche solo fermandosi ai classici.
    Il problema è che il cinema si è fossilizzato da secoli sempre sui soliti tre o quattro scenari e sempre sugli stessi schemi narrativi.

    RispondiElimina
  38. Tommaso, Milo:
    La questione è molto semplice. Hollywood si fossilizza sui film fantascienzi scemi e ricopioni perché magari quelli vendono. Gli unici due film di fantascienza che abbia trovato veramente belli (belli e basta. Non "belli, però") sono Moon e I figli degli uomini. Al di là del fatto che parliamo di due pellicole di quattro e sette anni fa, sono due film che non hanno incassato una mazza. Anzi, per essere precisi, col secondo i produttori c'hanno rimesso un bel po' di grana. Ora: è un caso che due film di fantascienza interessanti, diversi, (vogliamo dirlo? Diciamolo) intelligenti si siano rivelati due fiaschi?

    RispondiElimina
  39. Giusto, Gravity!! Quello potrebbe essere un bel film di Scifi fatto come si deve.

    Devo stare attento a non farmelo sfuggire.

    Cheers

    RispondiElimina
  40. E' vero: è un sacco godibile.
    Ma non cadiamo nell'errore di fare paragone con Tron

    RispondiElimina
  41. @Doc, hai ragione naturalmente.
    Il pubblico ha le sue enormi colpe. Però allo stesso tempo è un cane che si morde la cosa. Che ad esempio metterci la voce over che spiega tutto per filo e per segno fa comodo anche agli autori, che così non si devono sbattere a raccontare.

    Il pubblico di massa è sempre stato pigro. Solo che una volta, ogni tanto, qualcuno che ci provava a stupirlo e stimolarlo c'era. E gli davano pure i soldi per farlo.

    Per dire, non credo che se nel '68 si chiedeva alla gente ti sentivi rispondere che erano lì ad aspettare un lentissimo film filosofico di due ore e mezza, pieno di monoliti simbolici, con tre dialoghi in croce e un quarto d'ora finale di trip psichedelico. Eppure "2001" fu un successo epocale.

    Ma su un piano meno artistoide pure "Guerre stellari" fu prodotto in un periodo in cui la fantascienza al cinema tirava pochissimo.

    Oggi invece nessuno rischia più nulla. E alla lunga, non rischiando mai, alla fine fai persino meno soldi di quelli che potevi fare.

    RispondiElimina
  42. @ Doc, Tommaso

    Appunto la frase intera era:
    "Cosa vuoi, forse il problema e' che tutte le storie possibili sono gia' state scritte e molte di esse sono gia' finite sullo schermo.

    E tra queste la maggior parte non ha venduto come avrebbe dovuto."

    Sono d'accordo. I classici sarebbero un serbatoio enorme di storie buone, e ora avremmo i mezzi per farle vivere senza svenarsi o sforzare la fantasia.

    Vedremo.

    RispondiElimina
  43. @Doc
    Il film che ha avuto i maggiori incassi di sempre è Avatar, posto questo ogni considerazione va di conseguenza. Vogliamo un giocattolo visivo mono uso che spenga la logica e senza una trama degna di questo nome (Oblivion... PRESENTE!) o una strepitosa visione futuribile il più possibile coerente e possibilmente senza buchi logici (Blade Runner ecc... ecc... ecc...).
    Oblivion, il giocattolo era carino ma dopo averlo scartato e girato tra le mani un paio di volte finisce dritto nella spazzatura alla velocità della luce.

    PS: mi permetto di consigliare a chi ama gli scenari post apocalittici di risparmiare sul cinema e di andare in ferie in Islanda. La cascata all'inizio di Prometheus credo sia Gullfoss e le scene dove è tutto nero solitamente sono fatte in un deserto lavico dove è appunto tutto nero a perdita d'occhio o quasi. Controindicazioni: si mangia di merda e fa freddo; a luglio/agosto ci sono non più di 15 gradi a sud e non più di 5/6 gradi nei punti più a nord (per me il clima estivo ideale, per mia Moglie molto meno) sempre quando non piove.

    RispondiElimina
  44. @ Tommaso
    I grandi classici quando li rifanno li massacrano e non rispettano lo spirito dell'originale con la scusa di voler fare comunque qualcosa di nuovo.
    Una volta c'erano le idee e lo spirito di tentare ora i mezzi e le logiche di mercato.

    RispondiElimina
  45. A me non è mica piaciuto.
    -SPOILER-
    Altro buco di trama orrendo, quando lui picchia il suo clone gemello, va sulla casa sulla montagna, incontra il clone-mogliedell'altro, e lei gli dice, "tutto bene?" ma lui ha un numero di serie grande come una casa ricamato sul petto. E quella non se ne accorge? Il regista maschera questo con un bel primo piano TomCruisiano, però a me mi sono girate le palle.
    E poi effettivamente Galactus si fa fregare come un coglione, altro che divoratore di mondi.
    -FINE SPOILER-
    Questo film ha palesemente copiato la trama da Moon, bellissimo Sci-fi di Duncan Jones, guardatevelo, vale la pena.
    Forse sono tropo pignolo io...

    RispondiElimina
  46. "l'Oblivion-che-non-è-il-videogioco"

    Cinque minuti prima di leggere il post:

    Mio fratello: "Ma è ispirato al videogioco?"

    Io (prima e dopo aver letto il post): "Ma no! LOL!"

    Comunque è vero che di film di fantascienza grandiosi non se ne sono visti di recente... :(

    RispondiElimina
  47. Visivamente molto bello (3Dimerda) però anche troppo lungo e macchinoso, a tratti ero veramente annoiato. (E Morgan Uomolibero con il doppiatore diverso mi scazza). Comunque hai ragione, godibile.
    Doc ma di Afther Earth con l'ormai inseparabile coppiapadrefiglioSmith che ne pensi, se ne parlerà?

    RispondiElimina
  48. Cosa penso di oblivion? non penso andrò a vederlo, dal momento cheOMMIODDIO E' USCITO THE NEW TRAILER DE SUPERMAN!!!

    RispondiElimina
  49. Doc, a titolo di curiosità, puoi citarmi qualche titolo di film di fantascienza anni 70 che adori?

    RispondiElimina
  50. L'ho visto sabato scorso, e mi è piaciuto. Certo, mi aspettavo parecchio di più. Comunque è stato divertente fare il giochino mentale dell'"indovina la citazione" (anche se per il 99% erano riferimenti così sfacciati che anche lo spettatore più digiuno di film fantascienzi le avrebbe notate) e poi, sì, era veramente "bello da guardare" sul grande schermo. Mi ha un pò delusa la colonna sonora. Ha qualche bel momento, ma mi aspettavo altro dallo stile degli M83, magari qualcosa sulla falsariga della loro meravigliosa "Midnight City"...secondo me si intonava splendidamente all'atmosfera del film.

    RispondiElimina
  51. scott:
    Su tutti Rollerball e il primo Mad Max (Interceptor), poi L'uomo che fuggì dal futuro, La fuga di Logan, Il ciclo del Pianeta delle Scimmie, 1975 Occhi bianchi sul pianeta Terra... C'è materiale per almeno un post dedicato.

    RispondiElimina
  52. Quando ho letto le parole film e Oblivion sono saltato dalla sedia, in senso male però: ho pensato a un nuovo film di Uwe Boll ispirato al gioco (fiuuu).
    Ma sono il solo che si è autoimposto il "divieto di Tom Cruise"? No davvero non riesco più a vedere niente "interpretato" da lui che si spara mezzore di primi piani con la stessa faccia da pirla alla "Hey sono Tom Cruise! Son proprio io! Ma quanto sono figo e sofferto in questo momento!". L'ultimo film che sono riuscito a vedere interpretato da lui è Collateral perchè [SPOILER] schiatta!
    Anche questa volta passo il giro, maledetti casting di Hollywood che continuano a strapagare lui e il suo ego.

    RispondiElimina
  53. @Doc Gigaideagrandiosa: faccelo!

    RispondiElimina
  54. Chiamare il radiofaro "beacon" giustifica il rimborso immediato del biglietto e spalanca voragini abissali di tristezza e sconforto sul destino dell'umanità. Beacon sembrava forse più figo? Comunque sia, allo zoo le bestiazze si sono addormentate, il film era soporifero, ahinoi.
    Occasione persa, sarà per il prossimo.
    Bella però la canzone dei Led Zeppelin.

    RispondiElimina
  55. GIOCHER:
    Sure, volentieri. Andata.

    RispondiElimina
  56. Grande! Così l'internetto intiero s'impara la Fantazzienza come u'signurruzzo arricomanda!

    Innanzi Broccolino!!

    RispondiElimina
  57. Non mi ha fatto impazzire. Però l'idea

    -SPOILER-

    lì la zona è radioattiva, guarda che se ci vai schiatti

    -/SPOILER-

    è una trollata non da poco, un + al Teth!

    RispondiElimina
  58. RAGAZZI, STò TONNATISSIMO!

    RispondiElimina
  59. Bon, allora è proprio come me l'aspettavo.
    Alla fine non sono andato a vederlo perché non mi sembrava da "prima". Ma magari dopo l'effetto novità, quando le sale si svuotano e non serve prenotare, una capatina ce la faccio, che già la mezza intenzione c'era.

    L'Antro Atomico, il blog che ti conferma le cose. :)

    RispondiElimina
  60. L'Antro Atomico, il blog che ti fa state tonnato ;) (ovvero il blog con i piendi tonnati).

    RispondiElimina
  61. Altro tonno presente all'appello! (Come esimermi? Hai elencato buona parte dei lungometraggi che preferisco!!! :) ).

    OT/ Che mi dici di "Soylent Green" aka "2022: I Sopravvissuti"? ;)

    RispondiElimina
  62. Marte:
    Che è sicuramente in lista. Mi sono scimmiato da solo, visto l'argomento. Ne riparliamo presto (ché il fatto che molta gente non abbia visto Rollerball, per dire, mi turba).

    RispondiElimina
  63. Soldi a scientology. Fail. End of Line.

    (e a me TL è piaciuto, seppur molto inferiore all'originale)

    RispondiElimina
  64. Letto il post, ho trovato tutto molto interessante.
    Anche se non nego che sono molto scettico....

    RispondiElimina
  65. A me è salita una scimmia sulla scimmia. Fai un po' te. :D

    RispondiElimina
  66. aspetto con ansia, certo che non dimenticherai 'Zardoz'

    RispondiElimina
  67. Visto ieri. Premessa: mi sono distratto sullo spiegone iniziale. Cioè proprio non ne ho recepito il contenuto, il mio cervello pensava ad altro (tipo: "ah ecco lo spiegone di cui parlava il doc, minchia lo sparano subito, certo che è una bella occasione persa, potevano raccontarcelo attarverso il film e blablablabla..."), quando è iniziato davvero il film mi sono trovato in difficoltà perchè contando sullo spiegone iniziale gli sceneggiatori non hanno reso palesi molte cose, ma due domande al mio vicino e ci sono rientrato. Devo dire che grazie alla mia distrazione ho goduto meglio del finale, che non avevo previsto con troppo anticipo.
    Detto questo: film piacevole, cioè nel senso che non ti annoi ma nemmeno esci invocando lo spirito santo. Non condivido l'idiosincrasia per l'ex giovane Tom, cioè le facce sono quelle, ma anche al pacino interpreta sempre al pacino. Tutto sommato ci stava. La pheega astrale fa la pheega e tanto basta, certo nel repertorio ha solo facce da shot fotografico di cosmopolitan, ma finchè gira con quel coolo va benissimo così. Jamie Lannister potevano almeno pettinarlo e sbarbarlo, così, per dare un minimo indizio al pubblico sul fatto di non essere venuti a vedere Games of Thrones 2099.
    Per il resto, hanno pescato davvero un po' da ovunque senza mai nemmeno far finta che no, assolutamente, ce lo siamo inventati noi! A memoria direi di sicuro guelle stellari in un paio di sequenze, tipo l'inseguimento fra la navicella e i droni, matrix, almeno dal punto di vista visivo e anche in alcune idee (tipo la sala con gli incubatori di tommasi crociera), 2001 odiesse nello spazio of course, quando ripescano la pheega e la mettono sul lettino per le cure mi sembrava di vedere alien, pianeta delle scimmie obv, figurati, la parte iniziale mi sembrava la versione live di e-wall... e anche una battuta riciclata paro paro, ma non mi sovviene da dove, direi quasi die hard... era una roba tipo "sei ridotto male" "dovresti vedere l'altro". alla fine non ho buttato i soldi, ma se mi danno in mano il girato IMO lo monto meglio, e senza spiegoni.

    RispondiElimina
  68. ehm wall-e... e-wall sembra un firewall per la posta elettronica.

    RispondiElimina
  69. la cosa secondo me più strana è che "Victoria Olsen" l'androide femmina, porta le scarpe con i tacchi per tutto il film: ma se ci sono solo lei e ciccio cruise su quella "amaca" spaziale sospesa sul nulla.

    RispondiElimina
  70. effettivamente tm cruise potrebbe non gradire una pheega accanto a lui fissa in tacchi. ah fra le citazioni improbabili, direi di aggiungere mission impossible quando si cala con la corda e top gun quando gira in moto... mi aspettavo si facesse un conctail da un momento all'altro...

    RispondiElimina
  71. che orrido sto film....ho letto che qulacuno parla anche di bella colonna sonora........ ho chiuso gli occhi e ad un certo punto ho visto messner nel monte bianco che beveva 'acqua levissima purissima.........che c'azzecca la colonna con il film ?? Storia strampalata incasinata inconcludente e banalissima !! ennesimo flop ti tom c.

    RispondiElimina
  72. Per lo più noioso, è un film che trova il suo massimo apice nella soggettiva sparatutto all'interno della navicella facendoti ripensare a quanto da sempre vorresti essere Luke Skywalker che approccia la Morte Nera. Qualche sprazzo interessante, più che un sapiente mix è un'accozzaglia di generi (o di genere, di maniera). Un film che aspirerebbe a essere di Nolan ma che di Nolan non è. Piano: non è malissimo, anzi godibile. Lo metto in quella categoria limbo, forse la peggiore per quel che riguarda i miei gusti, dei film che molto probabilmente non riguarderò ma che una sera chissà, non si sa mai, non c'abbia una meenchia da fare di meglio.

    RispondiElimina
  73. Non ho letto nessun commento per paura degli spoiler ma ho letto nella recensione la battuta che precede il "ah ah".

    Questo film è così telefonato che m'è bastata quella battuta per immaginarmi la trama di tutto il film.

    Per caso ha a che fare con la trama di "Moon"? Qualcosa del genere?

    Agli autori di Hollywood è morta la maestra da piccoli...che palle...tutti quei soldi in mano a gente ripetitiva e banale.

    RispondiElimina
  74. Film così così, ho trovato le due tipe veramente ingessate e piuttosto bidimensionali, ma ci sono alcune scene interessanti.

    Per il discorso spiegone, vero è che dove li fanno ci si lamenta perché ci sono, ma quando li evitano ci si lamenta, come con Lost.

    RispondiElimina
  75. A mio parere il film si lascia guardare senza problemi, lo scenario post-apocalittico regge e la trama procede (telefonatissima) verso la fine.
    C'è un problema però. I film di fantascienza "seri" (come questo) hanno l'obbligo di risulare CREDIBILI altrimenti va tutto in vacca. E questo film manda in vacca troppa roba, ha dei buchi di sceneggiatura grandi come una casa (seguono spoiler):
    - il TET, questo manufatto alieno con l'occhio rosso di HAL9000, è un'arma invicibile e non si accorge che Tom Cruise sta trasportando una bomba al plutonio fino al suo nucleo (e manco si accorge che nella scatola criogenica c'è un vecchio e non una ragazza);
    - quando Tom Cruise n. 52 torna alla base, le porte della casa volante sono aperte tutte le volte dall'interno da Vicka, viceversa resta chiuso fuori. Quando torna alla base n. 49, le porte sono spalancate e ci sono solo le tendine tirate (che la Vicka n. 49 sia più vezzosa e meno procedurale?);
    - non ho ancora capito come nel passaggio da una zona non radioattiva a una zona radioattiva il passaggio non sia graduale ma netto (testuali parole: "Non superare il confine, le radiazioni ti bruceranno in pochi secondi!");
    - Non capisco perché, se puoi volare in un qualsiasi posto con la navicella, ad un certo punto ti salta in mente di andarci in moto;
    - In 5 anni Tom Cruise è "scomparso dai monitor" così tante volte da potersi costruire la baita sul lago e di allestirci un museo di memorabilia della civiltà;
    - Le battute e l'interazione tra Tom e le due donne sono davvero imbarazzanti (su tutte la strombazzata in piscina: "Te la faccio vedere io adesso una cosa...")

    RispondiElimina
  76. A me è piaciuto molto. Ovviamente non è nulla di nuovo. Ci sono un sacco di citazioni prima tra tutte moon, poi star wars però secondo me ha rivisitato i contenuti in maniera originale. Sono d'accordo ha dei buchi narrativi o forse li ha lasciati volutamente alla libera interpretazione dello spettatore. Ad. Es, la tet è una specie di skynet creato dall'uomo e poi sfuggito al suo controllo o un 'entità aliena. Si dice solo che essa è stata identificata come ufo. Poi la bugia degli scavengers. Sono stati gli uomini probabilmente a dedicarsi a vicenda. Molto bello l'uso d flashback e flash forward in cui si capisce la storia dalla fine in cui si spiega la criogenesi della moglie. Ma lui era solo il clone n. 49 uno dei tanti non sappiamo chi fosse il primo. E

    RispondiElimina

I commenti anonimi vengono eliminati dai filtri antispam e, nel caso superino i filtri, irrisi ed eliminati uguale: non usateli.

Related Posts with Thumbnails