martedì 23 aprile 2013

68

15 copertine TERRIFICANTI del Sega Master System

Al Sega Master System, con i suoi spot con Gerry Calà che diceva le parolacce e Zenga e Mancini che facevano i gestacci, molti antristi ci voglionoCI ancora un sacco di bene. Perché a cavallo tra la fine degli anni Ottanta e l'inizio del decennio successivo è stata la prima console di tanti, e Alex Kidd e soci erano tipo nella top five degli argomenti più gettonati nei playground (=parchetti) di scuole elementari e medie. Costava meno del Nintendo a 8-bit, lo vendevano pure alla Standa, ce l'aveva quasi chiunque. C'è però che i giochi del Master System, a volte dignitose conversioni di originali da sala, avevano delle copertine TERRIFICANTI. L'unione del tema usato da Sega - quel quadrettato su sfondo bianco che l'azienda giapponese avrebbe portato avanti in patria anche col Mega Drive. Nei mercati occidentali si preferì un più accattivante griglione color metallo su fondo blu - che faceva tanto quadernino di matematica e di un concetto tutto particolare di minimalismo diede vita a cover tra l'inquietante, il ROTFL e l'arte concettuale […]
Partiamo col dire che ovviamente il discorso non vale per tutti i giochi del Master System. Un uso non criminale dell'art impiegato per le altre versioni diede vita a copertine anche notevoli, come ad esempio queste tre:

Poi, però, c'era appunto il resto, come questi QUINDICI ORRORI INDICIBILI QUI:
1) ACTION FIGHTER
Un gioco in cui guidi una moto. E poi un'auto sportiva. E una moto d'acqua. E un elicottero. E una formula uno. Veicoli armati di tutto punto per fare appezzi nemici e torrette fisse. Quale modo migliore per rendere tutto questo sulla copertina di UNA LENTE D'INGRANDIMENTO PUNTATA SU UNA STRADA DESERTA? Frase in italiano improbabile sul retro della confezione:
Il che vale anche per un carrello della spesa. O per tua nonna.
2) WORLD GRAND PRIX RACING
Una bandiera a scacchi che perde gli scacchi. Tutte le emozioni della Formula 1, senza le emozioni della Formula 1!
3) GREAT VOLLEYBALL
Potrebbe sembrare un pallavolista alla battuta, ma attenzione alle linee cinetiche: in realtà la palla l'hanno battuta gli avversari, sta andando fuori e il protagonista indica sportivamente a quegli altri che sono fregati, spingendo in avanti il polso tenuto rigido con un movimento accompagnato dal fischio, fiiiiiiit.
4) THE NINJA
Titolo di grande fantasia e protagonista scojonato, che lancia le shuriken come capita, alla cazzomannaggia.
5) WORLD SOCCER
Perché scialacquare inutilmente il soldo con foto di viziati testimonial, o pagare un grafico per rappresentare un calciatore intero, quando te la puoi cavare con la coscia autostoppistica di un fantastista che controlla di collo? Frase in italiano improbabile sul retro della confezione:
Basta un attimo di disattenzionI, che ci vuole
6) SECRET COMMAND
In America questo gioco si chiamava Rambo: First Blood Part II e c'aveva Rambo incazzato (e armato del suggestivo mitragliatore con lanciamissili incorporato, insomma quello della locandina) in copertina:
Sul mercato PAL (Europa e Australia) arrivò invece una versione senza licenza e quindi senza Rambo, soppiantato da un agile GUERRIERO CON I PANTALONI VERDI, LA CANOTTA SENAPE E PRIVO DI BOCCA, armato di fucile che spara tacche del telefonino. Ora sapete qual è il vero significato dell'acronimo SMS.
7) TRANSBOT
La statua della libertà che carica una cinquina.
8) BLACK BELT
Dice: ma forse con i giochi di combattimento va meglio, dai. Credici. Sulla cover di Black Belt c'è un karateka che si fa male colpendo un muro o che ha problemi di piedi maleodoranti. Frase in italiano improbabile sul retro della confezione:
Cercale bene, le occasioni, e le troverati
9) KUNG FU KID
Su quella di Kung Fu Kid, in compenso, c'è un uomo senza volto che si ravana acrobaticamente gli zebedei.
10) QUARTET
Saturnino in ginocchio e una tizia con gli occhi blu ma molto più di Lisa che sparano rombi viola a una lanterna di Lanterna Verde circondata da coriandoli. Frase in italiano improbabile sul retro della confezione:
Si fanno chiamare QUARTET, anche se sono in due. Perché Gigino
il tastierista e quell'altro con la fisarmonica certe sere sono impegnati
11) PRO WRESTLING
Ah, la tua preferita: l'headlock del ferocissimo uomo senza testa. 
12) E-SWAT
Il malvagio criminale anziano fugge ignorato dall'eroe, che spara a membro di segugio dalla parte sbagliata, contratto nella sua cybertuta con quattro pettorali e cinquantasei muscoletti inutili a caso. Frase in italiano improbabile sul retro della confezione:
L'infausto scienziato malvagio! Con la sua armata di ruffiani!
Fermatelo nei suoi intenti, questo mascalzone!
13) RAMBO III E ROCKY
E ok, lì non c'avevano la licenza per la versione PAL, va bene. Ma questa volta, potendo usare la figura di Stallone, avranno tirato fuori delle copertine di un certo livello per Rambo III e Rocky, no? Armatissimo e incazzato nel primo caso, pesto e trionfante con le braccia al cielo nel secondo, no? No. Rocky e Rambo che stanno lì a chiedersi se hanno chiuso il gas prima di uscire di casa.
14) SHINOBI
E parlando di distrazioni, un istante prima di morire, il vecchio Joe Musashi si chiede che fine abbiano fatto quelle nuove shuriken boomerang che ha lanciato due minuti fa.
 

15) I CUGINETTI POVERI
Ossia cover pezzenti tirate fuori per il gusto di farlo, visto che il materiale per realizzare delle copertine bellissime non mancava affatto. Per esempio, uno potrebbe chiedersi cosa ci sia che non va nella copertina di:
New Zealand Story

almeno finché non vede quello utilizzato per le versioni NES e home computer:
Stesso discorso per OutRun, con l'aggravante che era una roba fatta in casa da SEGA: in Europa la versione Mega Drive uscì con questa copertina gigafantastica:
Quella Mega Drive jappa aveva invece lo stesso sfondo ma una Testarossa frontale e super-deformed ripresa durante il salto
Quella Master System? Solo la macchina durante il salto:
solo che la Testarossa ti era diventata ormai un maggiolino scartellato. Avresti voluto chiudere questa carrellata del dolore con Speedball, ma la verità è che questa cover
con il tizio in mutande, è quella originale. Facevi confusione con la bellissima copertina di Speedball II (il tipodemone vestito di rosso e blu in presa alta, avete presente?). E dunque, come chiudiamo? Beh, per esempio con la Frase in italiano improbabile sul retro della confezione:
Fino a farlo chiedere pietà, eh. Non smettete di martellarlo prima.

POST COLLEGATI:
20 COPERTINE DI GIOCHI SPORTIVI ORRIBILI

68 commenti:

  1. Fino a farlo chiedere pietà. Superlativo. Grande Doc!

    RispondiElimina
  2. Ero uno dei pochi sfigati a non avere il Master System, PRESENTE!
    Mi sono sempre chiesto quale studio approfondito di marketing ci fosse dietro al tema quadrettato; volevano forse ricordare un quaderno e far pensare ai genitori che il gioco avesse qualcosa a che spartire con lo scuola e con lo studio.

    PS: Doc queste copertine vengono tutte dalla tua collezione personale?

    RispondiElimina
  3. Action Fighter, World Soccer, Secret Command, Pro Wrestling, Shinobi, Out Run...
    Ne avevo fatte su di copertine pezzenti. Operation Wolf? Alexx Kid in miracle world?
    Maccheccaxxo di linea grafica avevano deciso??

    (e quanti soldi ho fatto spendere a quei poveri cristi dei miei genitori??)

    RispondiElimina
  4. Probabilmente l'amministratore delegato aveva un nipote che diceva di saper disegnare a cui ha fatto fare tutte queste copertine. E alla fine è venuto fuori che il nipotino non era poi così portato per l'arte ma era troppo tardi per rimediare. Se no non si spiega questa carrellata di orrori. Non si spiega proprio!

    RispondiElimina
  5. Ne avevo 7 su 15, forse ero proprio attratto dalle copertine brutte anziché dai giochi.

    RispondiElimina
  6. La copertina di Speedball era belliSSima, non scherziamo.

    RispondiElimina
  7. PDF: eh ma di copertine così ce ne sono ancora e ancora e ancora! grazie per il momento nostalgia canalis (c). E per avermi ricordato quel gioco concettualmente tristissimo di rescue mission : due poveracci che salvano la gente su un carrello a mano in pieno territorio nemico.

    RispondiElimina
  8. Certo che il SMS si presentava proprio male all'epoca. Nonostante fosse tecnicamente superiore al NES (ma inferiore al PCE) gli mancavano alcuni grandi marchi (come Capcom e Square) ed era funestato da una veste estetica imbarazzante (il Master System 2 con la cupoletta), pubblicita' ridicole, e confezioni che sembravano fatte apposta per passare inosservate. Povero Mark3!
    Fra l'altro nelle pubblicita' talvolta il nome Sega veniva pronunciato "Siga" per ovvie ragioni. In pratica persino il nome del prodotto aveva dei problemi!
    Ah, ovviamente grande post.

    RispondiElimina
  9. ai tempi presi il nes,e mi lamentavo delle copertine dei primi giochi..certo che confrontate con quelle della concorrenza erano opere d'arte ^^

    RispondiElimina
  10. Aspettate un momento (finalmente il mio momento PDF) avete saltato tutti Wonder Boy 1, quello che tirava le accette sullo skateboard...inquietante!

    RispondiElimina
  11. Questo commento è stato eliminato dall'autore.

    RispondiElimina
  12. Arresta l'invereconda villania dello scientifico manigoldo, prima che possa dotarsi di un folto manipolo di energumeni scriteriati! Tarpa le ali al villanzone; unisciti nella pugna a maniscalchi, gendarmi e borgomastri!

    RispondiElimina
  13. Poi uno si chiede perchè Nintendo è superiore. Eddai su.

    RispondiElimina
  14. per chi si fosse perso questa perla:
    http://pics.mobygames.com/images/covers/large/1136198328-00.jpg

    RispondiElimina
  15. Questo commento è stato eliminato dall'autore.

    RispondiElimina
  16. grande Doc! Perculare le copertine dei giochi Sega Master System è un'idea che ebbi anche io nei miei orrendi video! Di materiale ce ne sarebbe ancora tantissimo, penso che un'altra quindicina si possa tirare fuori tra my hero e Wander boy. Attendiamo fiduciosi. Comunque penso che il tizio di pro wrestling stia facendo l'headlock direttamente alla sua testa!

    RispondiElimina
  17. grande Doc! Perculare le copertine dei giochi Sega Master System è un'idea che ebbi anche io nei miei orrendi video! Di materiale ce ne sarebbe ancora tantissimo, penso che un'altra quindicina si possa tirare fuori tra my hero e Wander boy. Attendiamo fiduciosi. Comunque penso che il tizio di pro wrestling stia facendo l'headlock direttamente alla sua testa!

    RispondiElimina
  18. Doc, ma il wrestler senza testa è da primo premio! Chi cavolo curava queste copertine?

    RispondiElimina
  19. Giochi questi mai entrati in casa mia o del cuggino, entrambi dotati di SMS2. Roba veramente brutta e triste, soprattutto le didascalie XD

    RispondiElimina
  20. I disegnetti delle cover hanno la stessa mano dei disegnetti di Know How (grigio libro di lingua inglese delle medie di quei tempi).

    RispondiElimina
  21. PDF vari:
    None, queste sono le 15 più brutte (che poi sono anche di più). Piripicchio è figlio di Uragano e Apocalisse, e basta.

    Drakkan:
    Nì. Nel senso che li ho tutti tranne Speedball (nel senso che quello ce l'ho per Amiga, chiaramente), ma sono andato a cercarmi le cover in Rete perché facevo prima.

    Il sapido anedotto correlato:
    Anni fa, tour in Giappone per un gioco SEGA, a cena con PR dell'azienda giapponesi e del resto del mondo. Si parla di com'è nato il nome dell'azienda (per chi non lo sapesse, nata come Americana, perché fondata da uno statunitense alle Hawaii). Chiedo se sanno perché in Italia si pronuncia ormai da anni Sìga e non Sega. Scoppiano a ridere TUTTI. Qualcuno mimando pure gesti osceni.

    RispondiElimina
  22. Probabilmente un qualsiasi reparto marketing di un'azienda di videogiochi attuale si suiciderebbe in massa davanti a queste copertine.
    Il sapido aneddoto correlato è gustoso assai.

    RispondiElimina
  23. Questo commento è stato eliminato dall'autore.

    RispondiElimina
  24. Ogni volta che qualcuno guarda una delle cover dei giochi del SMS, un grafico, da qualche parte, semplicemente muore.

    Mi incuriosisce anche il rapporto qualità del gioco/pezzenteria della cover, che di qualcuno ne hai parlato, ma altri sono rimasto col prurito... :)

    RispondiElimina
  25. omoragno:
    Giusto per darti un'idea, quello con la cover più pezzente di tutte, Pro Wrestling, era un gioco di bresslinz molto carino (per gli standard pezzenti dei giochi di bresslinz di allora, ovviamente). Tecnicamente, come ricordava qualche altro antrista più sopra, il SMS prendeva a coppini il NES: basta confrontare le versioni dello stesso gioco portato su entrambe le macchine. Ma la quantità ENORME di titoli per la console Nintendo le permetteva di avere comunque molti più giochi di livello.

    RispondiElimina
  26. Certo che sti giapponesi sono proprio maliziosi Doc.!! :)

    RispondiElimina
  27. Comunque: "martella l'avversario fino a farlo chiedere pietà(?!?!?! XD)" ...e "Crederete che un uomo PUO' VOLARE!"...non riesco a scriverlo da quanto rido!

    RispondiElimina
  28. Questo commento è stato eliminato dall'autore.

    RispondiElimina
  29. Niente SMS consolico neanche per me.
    LOLLE per la lente d'ingrandimento/specchietto retrovisore di Action fighter, per lo spara tacche del telefonino e per la statua della libertà che carica una cinquina :-)

    RispondiElimina
  30. Beh, io di cognome faccia proprio Sega* e per anni in famiglia abbiamo sperato che si trattasse di un qualche lontano parente, che dopo aver fatto fortuna in America con le diavolerie del computer sarebbe poi tornato al paesello, condividendo con il parentado il sicuramente ingente gruzzolone. Nel caso, ci andava bene anche un generoso lascito testamentario.
    Il sogno ovviamente svanì quando si scoprì che era una fredda e spoetizzante sigla.


    *e no, stranamente non sono mai stato preso in giro per questo, neanche da bambino. In compenso ho visto l'inferno ai tempi delle elementari quando uscì il cartone Ippotommaso...

    RispondiElimina
  31. La copertina vallejosa di Prince of Persia è sicuramente molto valida ma racconta un'altra storia!

    Messa così sembra che in realtà il cattivo Luke Skyw... ehm, principe biondino abbia LUI rinchiuso la discinta fanciulla nel tentativo di proteggerla dall'amore interracial con un extracomunitario poveraccio che si è innamorato!

    RispondiElimina
  32. Lollai alquanto! :-D
    Grazie Doc!

    RispondiElimina
  33. Questo commento è stato eliminato dall'autore.

    RispondiElimina
  34. @Anonimo
    Credo che essendo un gioco di corse spara-spara fosse abbastanza ovvio.
    Ed il Doc, un VIDEOGIOCHISTA di un certo livello che ne sa, ha solo evidenziato la pessima rappresentazione grafica.

    RispondiElimina
  35. Ah, il Master System... tra l'altro le prime 5 sono tra le poche cartucce originali sopravvissute alla mia vecchiaia.

    Tra l'altro mi fa incazzare che quelle del Mark III avessero degli artwork ben migliori (e spesso anche dei contenuti, mortacci loro, vedasi il clamoroso caso di Enduro Racer).

    Vabbuò, starei ore a parlare di SMS, ma devo andare.

    RispondiElimina
  36. Anonimo, i commenti anonimi finiscono tutti nel cestino. C'è scritto a caratteri cubitali nel modulo dei commenti.

    Grazie comunque per la preziosa segnalazione: pensavo fosse davvero una lente d'ingrandimento fissata a una moto. /sarcasmo

    RispondiElimina
  37. Va' se era razzista la copertina di Prince of Persia!
    E concordo con Federico Filacchione, è pure fuorviante!

    RispondiElimina
  38. Cyber Shinobi era difficilissimo, con un mio amico che aveva la console, non siamo mai riusciti ad andare oltre il terzo livello. Mica come oggi che anche un primate senza pollice opponibile è un campione in tutto. :)

    Le copertine brutte sono pura poesia. :)

    RispondiElimina
  39. Ehm, domanda da profano... di cosa trattava il gioco TransBot? Nome un pochino infelice, ma all'epoca si vede che si era meno smaliziati.

    Concordo con Kobayashi: la copertina di Speedball mi pare bella, e d'altra parte tu stesso citi come unico elemento trash le mutande. Forse vista a grandezza naturale fa un altro effetto, ma tutta quella profusione d'aerografo (R.I.P.) fa tanto anni '80...

    RispondiElimina
  40. Luca Lorenzon:
    Un povero cristo in mutande. Letteralmente.

    Transbot era uno spara-spara (neanche male):
    https://www.youtube.com/watch?v=Pq0x_e9LKeY

    Dice: e la cover che c'entra? Ah, niente, perché?

    RispondiElimina
  41. E chi se le scorda ste copertine!
    Grazie a Speedball gioco a Blood Blow

    RispondiElimina
  42. Doc: anticipo il circolino dei telefilm e consiglio di dare una visione a quel gioiellino che e' Utopia ( composta da 6 episodi).

    Non saprei fare un riassunto senza fare spoiler, ma diciamo che su un sito come questo potrebbe capitare lo stesso che capita ai protagonisti della storia.(sperem di no).

    RispondiElimina
  43. Questi li avevo tutti praticamente!
    Che lacrimenapUlitane sto post, Doc!!!

    Sai he tempo fa pensavo di fare una rubrica proprio dedicata alle differenze tra le cover originali e occidentali e avrei messo tra gli esempi più sbagliati proprio Black Belt. Era il mio gioco preferito anche prima di sapere che si trattasse di Hokuto No Ken (con skin diverse)!
    Quando poi ho scoperto che la cover originale era questa, mi è calato lo sconforto.
    http://i6.photobucket.com/albums/y217/Kalyth/Retrogaming%20cover%20Art/SEGA/BlackBelt_JP_zps7f370dd1.jpg

    Ma anche a 16 bit andiamo malissimo, con Last Battle:
    http://i6.photobucket.com/albums/y217/Kalyth/Retrogaming%20cover%20Art/SEGA/LastBattle_EU_zpsd3cc3a84.jpg

    RispondiElimina
  44. E comunque mi hai dimenticato questa:

    http://i6.photobucket.com/albums/y217/Kalyth/Retrogaming%20cover%20Art/SEGA/Zillion_EU_zps4ed96a31.jpg

    RispondiElimina
  45. Kalythblog:
    Bingo, finalmente! ;)
    C'era un piccolo easter-eggo nel post: avevo omesso volutamente la faccenda di Kenshiro (tra l'altro ho quel gioco in versione Mark III, parte di una minicollezione di giochi su Ken di cui prima o poi tocca parlare), immaginando la pioggia di precisinate. E invece se n'è accorto solo Kalyth dopo una quarantina di commenti. Brau! :)

    RispondiElimina
  46. Non se n'è accorto solo lui, ma ti ho voluto risparmiare AHAHAHAHAH

    RispondiElimina

  47. La copertina di Action Fighter rappresenta uno specchietto retrovisore.
    (ho sempre voluto fare il capitan ovvio!)

    RispondiElimina
  48. Chf:

    http://it.wikipedia.org/wiki/Sarcasmo

    RispondiElimina
  49. Ah! Ancora non ho ben capito come funziona...

    RispondiElimina
  50. Ruffiani! Mascalzone! e chissà quanti altri cattivoni!

    RispondiElimina
  51. Si si, mi ricordo di quel gioco, pieno di ruffiani, mascalzoni, miserrimi, derelitti, tapini.. tutti da picchiare fino a farli chiedere pietà!

    RispondiElimina
  52. @Doc
    basta con questa storia dello specchietto laterale, è una lente di ingrandimento :D Ahaaa!!!

    RispondiElimina
  53. Certo che tradurre "ruffians" con "ruffiani" ...

    Vabbè che pure al giorno d'oggi fanno meravigliosti strafalcioni coi false friends e li infilano direttametne nei dialoghi di giochi.
    Come dimenticare "ashes" tradotto in "asce" in Oblivion?

    RispondiElimina
  54. Volevo scrivere qualcosa di sapido e spiritoso sulle copertine,ma preferisco celebrare quel capolavoro di cover che aveva Speedball 2.
    Ps. Non e' che magari nei prossimi "saturday night sondaggismo" ci scappa un "le cover dei videogiochi preferite"?

    RispondiElimina
  55. Doc, citando diceva Aldo Biscardi, la domanda sorge spontanea: eravamo noi ad essere più ingenui o erano i giochi di quegli anni che erano veramente più divertenti rispetto a quelli odierni? A me sembra di giocare sempre cloni dei cloni dei....

    RispondiElimina
  56. Giulio B.:
    I giochi oggi costano troppo, non c'è spazio per sperimentare, si va sul sicuro, eccetera. È un mondo difficile.

    Shinichi:
    Perché no? Ci penso su.

    Kon:
    Ma no, era voluto. È che quegli sgherri erano dei gran leccacoolo :)

    RispondiElimina
  57. Ma non so, io però ho sempre trovato bellissimissima la copertina di Pro Wrestling. E' arte surreale, a un tizio manca la testa e all'altro manca il corpo, insomma..... insomma l'esecuzione farà schifo ma la buona idea (forse) c'era....?

    E poi suppongo che forse la bandierina della partenza che perde gli scacchi DOVREBBE dare un senso di velocità tanto che pure gli scacchi corrono via. Dovrebbe, ma meglio la copertina di Pro Wrestling.

    RispondiElimina
  58. "Fino a farlo chiedere pietà" , ma neanche Joe Bastianich...

    RispondiElimina
  59. Sbircio regolarmente questo blog, ma no ho mai lasciato commenti. Il SEGA però ce l'ho avuto eccome, ed ha segnato profonddamente la mia esistenza. Provocandomi complessi di inferiorità nei confronti dei miei amici proudly owner of a nintendo e deformazioni articolari per le ore passate a giocare con quegli antiergonomici joypads (senza contare attachi epilettici, stati deliranti, dissociazione, accessi d'ira ingiustificati).
    In virtù di ciò volevo far notare che un'altra copertina horribilis è quella di SPACE HARRIER. Gioco stupendo, ma confezione ributtante.
    Ciao a tutti!

    RispondiElimina
  60. Questo commento è stato eliminato dall'autore.

    RispondiElimina
  61. Wonder Boy e Choplifter, due giochi supermegafantastici con due copertine ultrapezzenti!!!
    E, andando leggermente OT, Great Soccer era pezzente sia come gioco che come copertina...
    X il resto... Gran post Doc!!!

    RispondiElimina
  62. io ero uno di quelli che aveva il Master system, è stata la mia prima console (seguono lacrime napulitante dovute ad estrema nostalgia Canalis per un genuino momento emozione); non voglio dire una caxxata ma mi pare che Black Belt fosse la versione Pal pesantemente modificata del primo Hokuto no Ken (le finisher sugli avversari mi ricordavano molto i colpi di Ken)

    RispondiElimina
  63. русский спамер24 aprile 2013 09:44

    Alcune copertine erano bruttine forte, in effetti. Pero'...a me lo sfondo quadrettato piaceva, e non poco :-D

    RispondiElimina
  64. @Mario Baglivo, Space Harrier è stato il mio primo gioco in assoluto! Splendido!
    Tra i giochi a cui sono più affezionata c'è anche R-Type, anche se ammetto mi faceva davvero paurissima, e volevo giocare solo se c'era anche il mio papà di fianco... bei tempi!

    RispondiElimina
  65. Mi sembrava strano in effetti che non ne parlassi come "il gioco di Ken per Master System"!

    Hovvintoqualcheccosa oltre ovviamente alla tua pacca sulla spalla virtuale? ^_^

    RispondiElimina
  66. Manco per giorni ed eccomi qua.
    Cover veramente bruttissime.
    Persion quelle dell' Atari 2600 erano mille volte meglio.
    E po ci si chiede perché in Italia, prima dell' arrivo della PSX, i VG erano considerati roba per deficienti.
    "Il mezzo è il messaggio", come diceva Mc Luhan....

    RispondiElimina

I commenti anonimi vengono eliminati dai filtri antispam e, nel caso superino i filtri, irrisi ed eliminati uguale: non usateli.

Related Posts with Thumbnails