sabato 22 dicembre 2012

75

Saturday night sondaggismo: regali

Sì, ok: c'è che arrivati a una certa età il Natale diventa una gran rottura di coglioni, lo sai. Prima della sera del 24 ne riparliamo, affrontiamo le cause del problema e, già che ci siamo, ci tiriamo pure fuori una soluzione tutta antristica efficace. Promesso. Oggi, invece, parliamo dei regali. Ché pure quelli a un certo punto diventano una gran rottura di coglioni, occhei, perché a) schiavo di regole sociali malsane devi comprarne per parenti e affini che ti stanno sul coolo, b) siccome la cosa in genere è reciproca, quelli ti rifilano sciarpe, decine di sciarpe, centinaia di sciarpe in tutte le qualità della lana e in una miriade di colori. A te che le sciarpe non le sopporti e non ne indossi una dall'inverno del '93. Ma ravanando nella memoria, i regali di Natale sono anche una cosa bella-bellissima, motore di genuini momenti emozione© ai tempi, oggi di amarcordi mariomeroli. E allora: qual è stato il regalo più bello che abbiate mai ricevuto? Quale vi ha steso dalla gioia, come un calcio ben piazzato di Rudolph, la renna alcolizzata di Santa Claus? [...]

Tipo. Ma va bene anche senza la crisi isterica.

Te? Beh, per te la scelta è molto facile. Ricordi con nostalgiacanalis i regali dei Natali vissuti da moccioso: con tuo padre in auto per cercare un Commodore 64 in tutta la città (finiti ovunque. Tranne nel negozio esattamente sotto il palazzo in cui abiti ora: il destino, dottor); un Castello di Grayskull con un numero spropositato di personaggi e veicoli di supporto; un mega trenino. Ma il regalo che ti ha fatto più emozione su una scala da zero a Frank Capra che piange è molto più recente. Natale del 2007: hai un frappo di giochi nuovi per Xbox 360 da provare, ma la bastarda decide di trecandelinerossizzarsi proprio nel momento sbagliato. Trascorri un paio di giorni bui, a maledire l'elettronica moderna costruita in economia da poveri cinesi prossimi al suicidio e tutto l'albero genealogico di Bill Gates a ritroso fino al tardo medioevo, finché non apri il regalo di Natale piazzatoti sotto l'albero dalla signora Manhattan. Un'altra Xbox 360. Senza averle detto niente: aveva semplicemente interpretato nel modo giusto le tue imprecazioni in assirobabilonese. Un cambio di ardisco veloce, la vecchia console spedita a calci in coolo in Germania per la fintoriparazione temporanea, un Natale felice. Ché di aver sposato una donna meravigliosa lo sapevi già prima, ovvio, ma certe cose non guastano.
Ok, deboscia: il vostro regalo di Natale che ricordate con più emozione. Vale anche, se vi fa piacere, votare quella volta che avete chiesto piste, macchinine, poi trenini, bici e bamboline e invece è arrivata vostra nonna con la CENTOMILA. Vale tutto: basta che il regalo sia unico, ricevuto in un'unica soluzione, per un unico Natale. A tutti quelli che partono con il solito, inutile listone della fungia, aggrappandosi a premesse ridicole del tipo: "Non posso esimermi per motivi etnicoreligiosi da elencare almeno trententi regali in ordine cronologico", ci vuole andare invece di traverso il pandoro, ecco. VOTARE.
 

75 commenti:

  1. Odio ricevere regali, quindi quando non mi danno niente sono più contento.

    RispondiElimina
  2. Mio padre quando io e mio fratello eravamo piccoli aveva la fissa di farci trovare tutti i regali per terra, con gli Action Man che sembravano uscire dalla scatola ecc Per questo ho un bel ricordo più o meno di tutti i regali ricevuti da bimbo...se dovessi scegliere probabilmente scelgo la Ferrari da corsa di Action Man...avevo un esercito di Action Man, ci potevo dichiare guerra al Liechtenstein...

    RispondiElimina
  3. Se sto tutto il giorno mi viene in mente di tutto. Metto il primo che mi è venuto in mente, due cari amici di famiglia che però di solito regalavano sciarpe, libricini, cose che dimenticavo subito. Un anno si presentano.... con questo! Scopro tra l'altro che ora vale tanti soldi, ma chissà dov'è finito...

    Ecco a voi il Diaclone - Super Buffalo!

    http://www.giocattolivecchi.com/Forum_detail.aspx?t=0&id_d=440490

    RispondiElimina
  4. Assolutamente il set di Transformers combinabili Proctetobot/Defensor non mi ricordo bene come si chiamasse. Il più bel natale della mia vita.

    RispondiElimina
  5. http://2.bp.blogspot.com/-1l8GilunWjk/ThLl9aAFLWI/AAAAAAAALj8/XIh0mKibjLU/s1600/Decepticon_Devastator.jpeg

    RispondiElimina
  6. Sondaggismo troppo facilissamamente facile, natale 1997 rompi tanto coglioni in famiglia che ti comprino la prima, gloriosissima, PlayStation...ti fanno passare più di un mese con discorsi del tipo non si può, dopo vai male a scuola, non si trova da nessuna parte. Poi il 24 dicembre impacchettata in carta rossa te la nascondono dietro la tenda. In quel momento avresti voluto piangere di gioia come un piccolo nino d'angelo. #emblemadelgenuinomomentodiemozione©

    RispondiElimina
  7. La macchina tipo fuoristrada/mezzo d'assalto tutta regolabile dei Lego Technic, tipo bho...metà anni '80. Ho saltato completamente il pranzo e mangiato solo il torrone per finirla.

    RispondiElimina
  8. calcetto da bar, fine 80 inizi 90, trovato in cameretta in una confezione da 6 metri x 6 metri il 24 dicembre, i miei ci misero nulla a farmi credere che essendo pesantissimo babbo natale lo aveva portato un po' prima

    RispondiElimina
  9. Allora, Natale di parecchi anni fa, avrò avuto 10 anni, e dentro al pacco il set di lego più grande che abbia mai visto. Era una astronave blu bianca e arancione, enorme, composta da 4 moduli che si potevano dividere e creavano due astronavi più piccole!
    Due giorni di duro lavoro per poterla finire ed un mucchio di ore giocate, come se dice adesso, l'ho "platinata" :D

    Piccola nota a margine: ho scelto questo regalo anche se non è propriamente "di Natale". Era previsto come dono per il 25 di Dicembre ma un ritrovamento anticipato involontario (mia madre mi mandò a cercare una cosa nello sgabuzzino e io invece trovai il regalo ancora da incartare, e confessai affranto il ritrovamento scusandomi in ogni lingua conosciuta) fece slittare il dono al 6 di gennaio (grazie Befana!).
    Non vi dico il patema quando il 25 di Dicembre non trovai lo scatolone dei lego... pensai che mio padre avesse deciso di buttarlo via T_T

    RispondiElimina
  10. Il castello di GraySkull è stato il primo da colpo al cuore che mi ricordi...
    Anche se la botola si scassò in tempi piuttosto brevi e il principe Adam (con giacchetta rosa) a volte riusciva a salvarsi dalla caduta (che preferivo i cattivi ai raccomandati e HeMan manco ce l'ho mai avuto)

    Qualche anno dopo, la più grande emozione l'ho avuta con HeroQuest (chi se la ricorda la pubblicità con il goblin alla fine?) che gioco tuttora e tengo come una santa reliquia. Amen!
    (primo post ufficiale sul blog! emozione!)

    RispondiElimina
  11. Ardua scelta, Doc! Sono dibattuto tra ricordi di infanzia e genuini momenti emozione recenti!

    Ci sono, la Signora Mouse che, nel 2010, a poco più di 6 mesi di storia, mi regala un Optimus Prime Revenge of the Fallen con l'intento di colorarlo con colori fighi.

    #avevagiàcapitotutto #tornarebambinia28anni

    RispondiElimina
  12. Innanzitutto un plauso per la signora Manhattan, quando ci vuole ci vuole..

    Di regali che mi hanno fatto felicissima da piccola ricordo il castello di She -Ra, con cui giocai per anni con entusiasmo, e questa villetta della linea Precious places della Fisher Price che ho in casa ancora oggi :

    http://www.google.com/search?q=Precious+places&hl=it&client=ms-android-samsung&tbo=d&site=webhp&source=lnms&tbm=isch&sa=X&ei=p4rVUPCRJYbx4QShyYCYBw&ved=0CAgQ_AUoAQ&biw=320&bih=508#i=10

    Di regali recenti ricordo che due anni fa il mio ragazzo si presenta con tre polly pocket vintaggi (che colleziono) che cercavo da anni per completare la collezione..

    Altro che scarpe e borse tsk tsk

    RispondiElimina
  13. Senza dubbio un Mazinga enorme che ha girato per casa per piu di una decade.Era un pupazzone di plastica abbastanza resistente alto circa 50/60 cm.Pregi: era dotato di spada diabolica e di grande boomerang (che si staccava dal petto)pero soprattutto il BCondor che era fighissimo e potevi fare millemila volte quella cosa troppo bella che era infilarlo nella testa del robottone (mio fratello ci ha giocato per anni,accantonando il mazinga)Difetto?Il figlio del vicino di casa ricevette un Gaiking delle stesse dimensioni ed era frustrante vedere come il suo sparava il pugno mentre il mio aveva solo una mano da Darth Vader che sparava tre missiletti che facevano ridere i polli.

    RispondiElimina
  14. Sicuro la play 1 fu una grande emozione per un pargoletto della mia età! Regalo demmerda invece, che poi non era male, fu la batmobile ma in versione ''modernizzata'', senza le alette da pipistrello dietro insomma (che erano l'unica mia ragione di vita, pare). Ero deluso e triste quando la vidi. Ora mi sento una mmerda ad aver fatto sentire i miei genitori un po' dimmerda pure a loro. Sono stato un bambinodimmerda.

    RispondiElimina
  15. La cara vecchia psone :')
    E funziona ancora

    RispondiElimina
  16. Secondo me rischi di aprire iati tristi a tua insaputa. Più in tema al blog, sarebbe stato il regalo più schifo che hai ricevuto.

    Non ricordo una sopresa che fosse tale (cioè sempre stra-annunciate, come lo ZX Spectrum), oppure un regalo azzeccato che invece non ti facesse cadere la mascella, tipo Bart che vuole "Tempesta d'ossa" e a Marge (prototipo madre per eccellenza) quello dei videogiochi gli rifila "Ammazza che mazza" sul golf, dicendogli che era il gioco più venduto e voluto dai bambini.
    La totale sterilità d'iniziativa, se una cosa andava: 5 Big Jim, 3 Baron Karza, 2 Da-X di X-Bomber. A 8-10 anni, avevano già buttato la spugna, e tutti mi rifilavano i soldi!

    Mentre scrivo mi hai fatto tornare in mente un bel ricordo! Quando AUTONOMAMENTE, tipo a 8 anni, nei regali che metteva a disposizione il CRAL di mio padre con prezzo soci, scelsi il Diatron di Diaclone. Bellissimo.

    RispondiElimina
  17. Uomo dal cuore calmo come l'acqua immota22 dicembre 2012 12:00

    Il regalo MariomeroloDOC avvenne in un inverno di metà degli anni '80. Avendo in dote un MSX invece del più modaiolo Commodore, era impossibile trovare giochi decenti o scambiarli con gli amici. Finché mio padre trovò un negozio specializzato che vendeva decine se non centinaia di cassettine. Tra cui quella del gioco dei MASK con la macchina volante. Che commozione.

    RispondiElimina
  18. Ma sto post non l'avevi già fatto l'anno scorso o ricordo male io ?
    Cmq, forse i regali di Natale che ricordo di più sono stati quando avevo 5 anni e andai da una mia zia dalle parti di Ferrara: erano appena usciti i Masters , giusto in tempo per farceli regalare, a me , mio fratello a i miei cugini il primo set dei sei personaggi.
    E già che c'ero mi beccai anche un Baldios metalloso della Ales .

    RispondiElimina
  19. Quando avevo 8 anni ricevetti, senza nemmeno chiederlo apertamente, un intero set playmobil a tema medievale assurdo! Del tipo che tutti i miei parenti si erano messi d'accordo per regalarmi qualcosa (chi la catapulta, chi i cavalieri da torneo, chi i fuori legge, ect...) e miei genitori mi regalarono il castello, ma un castello enorme e completo di tutto, con interni ed esterni *__* mi misi pure a piangere dalla felicità...

    RispondiElimina
  20. Natale 1982, almeno credo, lo trovo sul tanolo della sala da pranzo (all'epoca il salotto era roba da sceneggiato tv), il mio sogno bagnato fantascienzo definitivo.
    In ginocchio ero alto come lui.

    http://3.bp.blogspot.com/-XjV5oa0i3cM/T6BueMyLv-I/AAAAAAAABzc/s2ahTBIsbNI/s1600/diaclone4.jpg.bmp

    RispondiElimina
  21. L'anno non me lo ricordo con precisione, ma mi arrivò un set di Lego con ambientazione Pirati-Indigeni di un'isola selvaggia che era una figata, ci giocai all'ignoranza. Da piccolo se mi volevi bene una scatola di Lego e via che si viaggiava.

    RispondiElimina
  22. Sam:
    No, non mi risulta. Ricordi male te, temo. :)


    RispondiElimina
  23. il porto Lego, ma non la roba con la nave verde (?) di adesso, e manco quella prima della nave con il guscio in un unico pezzo di plastica -tristissimo-, ma quello ancora prima, ovvero questo: http://2.bp.blogspot.com/_HJTE4YN5U00/TIeIxYm3bGI/AAAAAAAACwA/qknDPPyihcs/s1600/6541-1.jpg

    visto così adesso può non sembrare nulla di eccezionale ma per l'epoca avere dieci anni e ricevere lo scatolone gigante con tutta quella roba da montare era una figata astrale. Il porto montato veniva fuori pure bello grossino, occupava spazio, e io lo lasciavo montato per giorni se non settimane e mia madre mi bestemmiava di tutto perchè era sempre in mezzo ai piedi.

    ho ancora sia quello che la caserma dei pompieri, altra figata astrale :P

    RispondiElimina
  24. Non un Natale, bensì un'Epifania.

    Dopo il solito trittico Vigilia/Natale/Santostefano a trangugiare cibo infinito e a ricevere il regalo dai genitori (non ricordo assolutamente cosa ricevetti per Natale quell'anno) e le successive settimane a digerire il tutto (forse anche il regalo), mi sveglio la mattina del giorno dedicato al diabete e alle carie e sul tavolo vicino a una calza di dolci c'è lei. La Playstation 1.

    Che tipo erano anni che ci giocavo da amici e conoscenti e io nulla, solo la vecchia Sega Mega Drive II.

    Che tipo quasi il bambino nel video, sia chiaro.

    Che tipo grazie, brutti proto Troll di genitori che mi fate la finta a Natale.
    Maledetti.

    Fantastici.

    Genuinomomentoemozione.

    RispondiElimina
  25. La play station è stato il regalo che mi ha cambiato la vita, prima conoscevo solo mortal kombat trilogy su super nintendo.

    Ma quello il cui ricordo mi scalda sempre il cuore è il monopolino: ero un bimbo così timido che non avevo il coraggio di chiedere quello che veramente volevo neanche nella letterina "segreta" a babbo natale/Gesù bambino/Grisù il dragone, quindi per quell'anno avevo chiesto le solite cose che secondo me andavano bene ai miei, tipo videocassette della Disney e libri sulla mitologia (più vado avanti e più mi rendo conto di quanto ero strano).
    I giocattoli non mi interessavano, passavo più tempo in strada a fare macello o a leggere a casa, quindi dopo il power ranger nero non ho mai ricevuto un pupazzo decente.
    Fatto sta che in segreto volevo il monopolino, ma non l'avevo mai detto a nessuno. Poi a natale tra "Dei ed eroi dell'Olimpo", "Il libro della giungla" e altre cose che un bimbo di quell'età odierebbe mi sono ritrovato il gioco di società tra le mani. Ho guardato con sorpresa i miei, che mi dissero "Pensavi che non l'avessimo notato?".

    Oggi odio il monopoli, credo che tiri fuori il peggio della gente, ma quella totale incapacità di mantenere un segreto mia aveva fatto sentire protetto. Mi auguro di essere migliorato quando amavo me stesso un po' troppo, altrimenti sai che figuraccia.

    Oh, e qualche anno dopo persi la verginità, ma era santo Stefano.

    RispondiElimina
  26. Anno 198X

    Per giorni costrinsi i mei a girare tutti i negozi di giocattoli per trovare l'introvabile Reptilo/Swoop, lo pterodattilo dei Dinobots.
    Non c'era verso e io ormai ero prossimo alle lacrime.
    Pensavo avessero gettato la spugna e che mi sarei trovato l'ennesimo regalo pacco (ah ah).
    E invece il giorno di Natale vedo una scatola gigante sotto l'albero! La apro di corsa e dentro chi ci trovo? Tutto il set completo degli Aerialbots! (se non si fosse capito, mi piacevano i Transformers all'epoca)
    Ben 5 aerei transformabili fighissimi che si componevano nel robottone gigante!
    "Lo pterodattilo non l'abbiamo trovato, però anche questi volano. Va bene lo stesso?"
    Lagrime napulitante a litri...

    ^___^

    (poi oh senti, le buste coi soldi sono sempre state i regali migliori. Anche oggi...)

    RispondiElimina
  27. Natale a casa mia e' sempre stata una merda.

    I miei genitori hanno da sempre un negozio,e il tempo per fare regali pressoche' non l'hanno mai trovato se non il 24 pomeriggio,con gli avanzi degli avanzi, o il classico set maglietta intima/profumo(sportivo).

    E ogni 24 dicembre sera, mi dovevo sorbire la visione dei miei cugini che si spacchettavano i regali davanti ai miei occhi,e loro si trovavano le meglio figate, tipo un casino di giochi per ogni console che loro abbiano mai visto,vagonate di Action-man,tartarughe ninja e altro.
    Io mi dovevo passare un'inutile notte,in quanto potevo aprire i pacchetti solo il 25,tra un idea realistica ( i miei non hanno tempo per i regali,aspetto la classica cagata) e il pensiero fanciullesco (giochi della play,X-men,dragonball,l'uomo ragno e qualsiasi altra cosa possibile).

    Il giorno di natale mi arrivava il profumo.

    Prima di far passare la mia infanzia per un racconto del libro Cuore,volevo dire che un Natale mi arrivo' un BlackBird degli X-men con dentro l'Uomoghiaccio.
    E beh fu una figata.

    Ora tornate a parlare delle vostre Playstation.Maledetti.
    Spero che gli He-man che vi hanno regalato negli anni passati prendano vita come in Toy Story e vi infilo il pandoro nel naso.

    RispondiElimina
  28. Il sacco de robot 2XL, all'epoca era stato un grande regalo

    RispondiElimina
  29. Il regalo di natale più bello? E' stato quando hanno smesso di farmi regali. Sul serio. Certo, ho dovuto presentarmi ad un'ammucchiata selvaggia tra parenti con una felpa dei Bad Religion per far capire che non regali non ne volevo più, però, dai... ;)

    Ero stufo marcio di maglioncini imbarazzanti.

    Scherzi a parte, credo che il regalo più bello (ma non di Natale, in realtà) è stato quando la mia ex ragazza mi ha regalato una prima stampa in vinile di "Walk Among Us" dei Misfits...

    RispondiElimina
  30. Io vorrei tante, ma tante action figure!
    Di One Piece ovviamente ;)

    RispondiElimina
  31. Da bravo tolkieniano patologico, il Natale dei miei 11 anni, quando sotto l'albero (a dire la verità era il presepe, non siamo granché alberisti a casa mia) mi sono ritrovato un pacchetto a parallelepipedo piuttosto spesso e decisamente pesante. Contenuto: la 24° ristampa Rusconi del Signore degli Anelli, quella con la copertina gialla finto-vimini. Dopo che per tutto l'autunno avevo maledetto in aramaico quella testa di *** che si era rubato "Le Due Torri" e "Il Ritorno del Re" in biblioteca comunale, e per leggere cosa succedeva dopo la fuga di Frodo mi toccava scippare di nascosto il libro di mio cugino e leggiucchiarlo clandestinamente, uno o due pagine al massimo per volta, quando andavo a giocare a casa sua.

    RispondiElimina
  32. Il Sega Master Sistem 2 Plus con la pistola. Grande regalo e bellissimi ricordi!
    Per quanto riguarda l'argomento Natale e le cene con i parenti, aggiungerei anche le cene con i colleghi e la mega cena/pranzo aziendale, dove fare tanti auguri a gente che non conosci o che conosci a malapena e del cui "destino natalizio" non te ne frega una beneamata.

    RispondiElimina
  33. Natale 1989 (mi pare), mio padre mi regalò un C64 con tre giochi: Batman - The Movie, Altered Beast e una raccolta della U.S. Gold con dentro Impossible Mision II. Piansi.

    RispondiElimina
  34. Ho sempre ricevuto dei gran bei regali ma il top credo sia stato la Pista Computer Control della Arcofalk, ENORME, riempiva la sala.
    http://www.giocattolivecchi.com/public%5C_forum_pic%5C765069%5C27032012717.jpg
    Notare il baffone di Nigel Mansell come testionial!

    Gran delusione il C64 ormai obsoleto quando invece volevo il Mega Drive. Rifilato ai genitori dal negoziante col più classico "con questo ci può anche studiare e costa meno"...

    RispondiElimina
  35. Anno 197X

    Non richiesta, ma tanto, tanto, tanto desiderata, mi arrivò issa:
    http://www.space1999.net/marco/Images/AquilaDinkyFreig1.jpg

    Lagrime napulitane, mariomerola e ninodangelo in un unicum.
    Felicità a secchiate.
    E disperazione di mia nonna buonanima che, no, non era gioco adatto ad una fanciulla. Maffancoolo.

    Ce l'ho ancora. Religiosamente conservata su una mensola in ufficio.

    RispondiElimina
  36. In realtà, ripensandoci, avrei un secondo miglio regalo di Natale: 1988 (mi pare), Duck Tales: Il tesoro del sole d'oro, regalatomi da mio zio in un epoca lontana in cui le videocassette costavano più di centomila lire.

    Scusate se ho messo due preferenze: in anni di sondaggismi non mi ero mai preso questa licenza.

    RispondiElimina
  37. ma è ipermegafacilissimo, un anno (non ricordo l'anno preciso) mio padre regalò a me devastator e al mio fratello guardian.
    (ora c'è sta moda dei nomi originali sinceramente non lo conosco, devastator era il robottone fatto dai 6 escavators e guardian era la base deli che diventava un robottone autobot)

    RispondiElimina
  38. in mezzo a tutti sti regali nerd mi vergogno un po' (mi sembra di uscire da un racconto di Dickens), ma il miglior regalo è stato un violino fattomi dalla signora Rei una decina di anni fa. Poteva sembrare un azzardo per un trentenne completamente a digiuno di teoria musicale (tra l'altro ho poi scoperto che era una cineseria vendutale a prezzi da truffa), ma ora che suono in un gruppo folk non lo cambierei per niente al mondo (in realtà ne ho preso poi uno migliore, ma a lei non ditelo, coff coff)

    RispondiElimina
  39. Intendi proprio a Natale, immagino.
    Ok vada per quello da piccolo: l'elicottero lego technic.
    Vada per quello da ventenne, che col tuo articolo strappasentimenti me l'hai cacciato fuori: un bacio a sorpresa da chi non me lo sarei mai aspettato. Facciamo finta che valgano solo quelli da piccolo va.

    RispondiElimina
  40. Troppo debosciato e troppo smemorato per ricordare se Convoy, Saetta, confezione gigante di Lego Spazio e NES fossero regali di Natale, quindi mi butto a botta sicura sul Natale del 2008, quando la Signora Ragno mi fece trovare accanto all'albero (che era troppo piccolo e sotto non ci entrava neanche) un SognoNelCassettoMaiRealizzatoAndPrimoAgognatissimo© basso con ampli annesso. Incartato dimmerda :D


    Grazie al buon Rick ho appena scoperto di avere un Diaclone Super Buffalo nel famigerato Scatolonedeirobbò©.

    RispondiElimina
  41. Assolutamente questo:

    http://www.toyarchive.com/STAForSale/NEW2001+/MOTU/Toys/Loose/PlaysetEterniaLoose1a.jpg

    Il solo, unico e titanico playset ETERNIA dei Masters.

    Che poi mi arrivò senza uno dei sostegni della monorotaia, e dovetti attendere un paio di mesi (e ringraziare per il relativo sbattimento quel sant'uomo di mio padre) per poterla montare, praticamente festeggiando Natale una seconda volta.

    Vai a sapere che fine ha fatto poi (lacrima)...

    RispondiElimina
  42. primo regalo felice, dopo pacchi e pacchi di pigiami e maglie di lana: la coppia Barbie e Ken delle feste (lei con gli occhi col brillantino e Kenya in frack di alluminio)
    secondo: l'enciclopedia a colori dei dinosauri (quando, dopo jurassik park tutti noi preadolescenti volevamo diventare paleontologi e risuscitare dinosauri)
    terzo:la psone, con tomb raider 3 :,,,)

    RispondiElimina
  43. Non posso risponderti con un regalo unico perché il più bel ragalo di Natale del quale ho memoria è in realtà una sequenza infinita di microregali che, durante un imprecisato Natale della mia fanciullezza, spuntavano in continuazione da sotto l'albero sempre e solo per me, facendo crescere in me l'"hype" fino al parossismo... ;)

    RispondiElimina
  44. naSale 91 o 92 non ricordo, ma sotto l'albero trovai il mio Lego preferito, la metropolitana!

    http://www.1000steine.com/brickset/images/6399-1.jpg

    che era la variante cittadina del "lego" di "Da Grande"!!! (poi presa un paio di anni fa da ebay per un tozzo di pane).

    Mi ricordo questo pacco enorme che era a momenti + grande dell'albero di naSale e che mio padre pagò un occhio della testa (250.000 lire del 91-92!) e che per montare c'è stato 2 pomeriggi interi, che io c'avevo 4 anni e capivo na sega di costruzioni!

    RispondiElimina
  45. @Gardus
    Ti capisco! con la scusa questo è bello e ci può anche studiare ai miei rifilarono un olivetti prodest 128 quanto in giro c'era già l'amiga pensa te... che negozianti disonesti andrebbero sciolti nella coca cola.

    RispondiElimina
  46. Natale 1990 (credo), mi viene regalato l'action set del NES con console, Zapper, Duck Hunt e Super Mario Bros, più Mike Tyson's Punch Out. Da lì la mia vita è cambiata, visto che prima i videogiochi non mi interessavano poi tanto.

    RispondiElimina
  47. Un gameboy prima maniera, trasparente, con gioco annesso che ho rimosso. Non me lo aspettavo e ci sono rimasta di sasso.

    Bei tempi...

    RispondiElimina
  48. Nonostante sia in occasioni natalizie che ricevei/ricevetti PS2, PS3 e PC, il natale più bello fu quello in cui "Babbo Natale" mi portò mille mila set della Lego a tema Egitto e Piramidi varie. Aw.

    RispondiElimina
  49. Natale 1991. Megadrive con OTTO giochi. E la mia vita non fu più la stessa.

    RispondiElimina
  50. Natale 1997, prima media (quando in prima media eravamo ancora "bambini" e non ci vergognavamo di giocare): io e mia mamma andiamo al negozio di giocattoli del quartiere con tutti i soldi spicci accumulati durante l'anno nel salvadanaio per comprare la villa delle feste di Polly Pocket. La prima vera grande soddisfazione della mia vita!

    (Menzione speciale alla commessa che ha contato qualcosa come 50.000 delle vecchie lire in spiccetti da 5 a 500 lire!)

    RispondiElimina
  51. Convengo anch'io che sarebbe interessante pure un sondaggio per il regalo più dimmerda mai ricevuto ( ed il mio ce l'ho sulla punta della lingua... ) Il più bel regalo in assoluto? Come sorpresa e possanza direi il Castello di Greyskull, anche se ora non mi sovviene se davvero era una sorpresa, ma la sua figura la faceva eccome... poi ovviamente ho ricordi bellissimissimi legati a Transformers natalizi, da Tricex, Tigre, arrivando al tanto agognato gifset di Multiforce... ma forse quello che mi ha segnato assai ( e non per accodarmi a quelli che sviolinano alle proprie consorti... ) è stato un "misero" gioco per la PS2, un Matrix qualcosa ( Path of Neo, mi pare ) che poi iniziai senza manco poi finirlo, ma che mi regalò mia moglie qualche anno fa sorprendendomi non poco, lei che è davvero allergica ai miei hobby e che s'impegnò assai per farmi per una volta un regalo di quelli che piacciono a me! :°°°°

    RispondiElimina
  52. Il regalo più bello fu quello in cui ricevetti la mia PS2 Slim con Final Fantasy X. Quel Natale lo passai davanti allo schermo per tutta la giornata!

    RispondiElimina
  53. Natale 2008... avevo 14 anni e non volevo altre console oltre alla mia quasi decennale ps2, lo ripetevo in continuazione a mia madre: "400 cucuzze per una console dove si vede solo meglio, è troppo, sparaflashati" e mio padre, il bastardo, mi appoggiava. Arriva il momento dell'apertura famigliare di regali di zii e tizzi vari che al tempo si presentavano a casa a nostra insaputa, e spunta, dentro un cartone gigante, la ps3... cazzo, sorpresa mai fu più gradita e sorprendevolmente ben accolta!

    RispondiElimina
  54. Phantom Dusclops'9222 dicembre 2012 19:51

    Boh...

    Il Castello di Hogwarts della Lego.

    RispondiElimina
  55. Senza dubbio, Natale 1992: SNES.

    RispondiElimina
  56. Senza ombra di dubbio quando trovai sotto l'albero il castello di Greyskull, tipo che dalla felicità mi misi a piangere e mia mamma nel frattempo diceva a mio padre "Ecco non era questo che voleva! Non gli è piaciuto!"

    RispondiElimina
  57. primo post sull'antro e sono già in odore di mariomerolismo.
    Natale '93: avendo divorato Lo Hobbit e Il Signore degli Anelli in pochi giorni l'estate appena passata, in famiglia si sono già fatti una mezza idea riguardo miei gusti, ma rilanciare è davvero troppo difficile, per cui le mie aspettative non sono altissime.
    scarto il regalo di mia sorella: Scatola Rossa, Editrice Giochi.
    piango ancora se ci ripenso.
    ora mi vado a sciacquare la faccia però.

    RispondiElimina
  58. Facilissimo! Bel sondaggio per il mio compleanno! ^^
    Natale 1987, avevo tre anni e i miei mi regalarono un walkman sony nero con il jack verde e le cuffie orrende di metallo con le spugnette che all'epoca veneravo. Ho la foto del giorno di natale circondata da bambini e giocattoli e io completamente assorta ad ascoltare musica. E da allora non ho smesso più,e quella scatolina urlante mi ha fatto compagnia per anni attraverso generi musicali e letti di ospedale.
    Semplicemente indimenticabile ^^

    RispondiElimina
  59. arrivato a 40 anni i regali più belli me li sono sempre comprati da me :-/
    il regalo più utile? Sicuramente quello di una delle mie ex che nel 2009 mi regalo' una sciarpa da metro nera che uso tutt'ora da ottobre a marzo (e per questo la ricordo ancora nelle mie preghiere :-p)

    RispondiElimina
  60. qualche giorno prima del Natale 2008 (il 23 dicembre, mi sembra) mia madre, spaventata da aritmie cardiache, fu ricoverata in ospedale.
    Non era nulla di grave, ma ce lo dissero con sicurezza solo il 30 dicembre, e comunque non potè uscire prima dell'8 gennaio. Quindi il più bel regalo per il natale 2009, che ricordo come il più bello della mia vita da adulto, fu la sua presenza e uno spirito natalizio che neanche Ebenezer Scrooge dopo che gli spiriti hanno fatto tutto in una notte! Mi godetti ogni giorno dal 24 Dicembre al 6 gennaio come non mi capitava da quando ero bambino, apprezzando ogni parente, ogni amico ed ogni occasione per stare insieme.

    RispondiElimina
  61. Il Castello di Greyskull, ricordo ancora l'emozione che arrivò alle lacrime alla vista dello scatolone enorme che avevo aperto furiosamente, con solo le lucine dell'albero di Natala ad illuminare la stanza. Un ricordo fortissimo per un regalo che non dimenticherò mai.

    RispondiElimina
  62. Il set base del Subbuteo. Anche col generic-blue team vs generic-red team camera mia diventava uno stadio bellissimo.

    RispondiElimina
  63. Quello che mi ha fatto ieri sera il ventenne sfasciandomi il paraurti posteriore della mia auto con la sua Yaris...dovevo già cambiarlo, ma così lo pagherà lui! :)

    RispondiElimina
  64. Questa domanda fa molto "Uomo con la pistola alla tempia". C'ho messo tipo un giorno per decidere ma, in definitiva, posso dire che i regali più belli sono stati due a pari merito:

    Il 1° è stato quando avevo 7 anni, i miei mi regalarono la Batmobile ispirata alla serie TV anni '90, con anche il Batman giocattolino da metterci dentro e un nemico da investire (solo che non ricordo se fu Man-Bat o Due Facce).

    Il 2° è stato quando avevo 16 anni, una amica stra-bravissima a disegnare mi chiede cosa volevo per Natale e scherzosamente le risposi: "Massì, fammi un disegno dell'Uomo Ragno e io sono contento". Il fatto che mi accontenti di poco, in fatto di regali, è anche vero...però non me lo aspettavo davvero d'esser stato preso sul serio. E' ancora li in cameretta quel disegno.

    RispondiElimina
  65. Anche per me il calcetto (facevo le medie), che come stazza era il giusto compromesso tra quello da bar e quelli piccini picciò. insomma ci potevano giocare anche i grandi al rischio di perderci la schiena. quante battaglie...alla fine perse le gambe una ad una siccome era consuetudine del perdente lanciare calci ai fianchi dopo ogni sconfitta.

    RispondiElimina
  66. A pensarci bene i regali più clamorosi non li ho mai ricevuti a natale ma sempre in coincidenza di compleanni e promozioni a scuola.
    Però ci fu un anno che fu davvero storico. La mia famiglia è già di suo poco numerosa, inoltre per svariate dinamiche il natale è sempre stato fatto con cerchia ristrettissima "mamma, papà, fratello" in montagna. Però, quel lontano natale del 199x (2 o 3, non ricordo) ero appena uscito dall'influenza e la pediatra aveva imposto che non mi muovessi da casa prima di qualche giorno dopo natale. Così si fece natale in città, con il resto dei parenti stretti, tre, che annoveravano l'unica nonna sopravvissuta, mio zio e mia zia.
    Orbene, quell'anno, oltre alla felicità di passare un natale allargato, ricevetti in rapida successione: mega elicottero dei G.I. Joe (quello enorme, biposto, col cowboy alla guida e la possibilità di ruotare l'elica attraverso un meccanismo posto sul lato) e il covo dei pirati della Lego da parte di mio zio.
    Ma ne devo scegliere uno, quindi, per quanto l'elicottero fosse grandioso, il covo dei pirati era talmente strabiliante e totalmente inaspettato che vince la palma come miglior regalo natalizio evah.

    RispondiElimina
  67. Questo commento è stato eliminato dall'autore.

    RispondiElimina
  68. Commodore 64, "nella nuova versione per pezzenti dell'ultim'ora" (cit.) ;-).
    Santa Lucia '89, credo (ché per i bimbi di certe lande Natale è festa minore...).
    Lacrime vere.

    Anche se pure la Match Patrol di qualche anno prima fu un genuino momento emozione ©...

    RispondiElimina
  69. E io invece il regalo più apprezzato l'ho ricevuto a 23 anni, quando la mia ex mi regalò il Pisolone, ponendo fine alle frustrazioni di un'infanzia insoddisfatta e candidandosi a donna che mi avrebbe fatto felice. Non è andata così, naturalmente.

    RispondiElimina
  70. Non ho proprio memoria di nessun regalo di natale della mia infanzia. E dall'adolescenza ad adesso o hanno cannato o mi danno i soldi o mi chiedono cosa voglio.
    Dico quindi che uno dei migliori regali richiesti è stato le favole di Beda il Bardo in versione lusso di amazon. Fa un figurone nella libreria XD

    RispondiElimina
  71. di regali che mi fecero felicissimo per mia fortuna ne ricevetti tanti.

    tra tutti direi il Bestial dei caterpillar filoguidati (la ruspa)...ricordo la gioia di invadere-non visto- il presepe fatto sul pavimento di casa dei miei nonni...entrare nella finta-erba al buio, illuminato solo dall'albero di natale e dai fari del Bestial stesso, farsi strada tra i pastorelli e caricare i re magi sulla pala semovente (senza toccarli, tutto da telecomando) fu una gioia immensa!

    RispondiElimina
  72. Natale 199x sotto l'albero trovo il pacco più immensamente grande che un bambino potesse vedere , all interno Eteria !!! E pure a me mancava un pezzo

    RispondiElimina
  73. Arrivo tardissimo, ma dico le mie.
    Da bambino: Daltanious trasformabile (ci sono impazzito, ci sono), cioè questo: http://www.giocattolivecchi.com/Forum_detail.aspx?t=0&id_d=427086

    Da fanciullo (1989): L'Amiga 500 con l'espansione di memoria ed i 12 dischetti di Dragon's Lair.
    Se ora lavoro nell'informatica è "colpa" di quel regalo.

    RispondiElimina
  74. Recupero questo post dopo la lettura di "Per il potere di Grayskull"...da fortunato "figlio del benessere", ho ricevuto da bambino degli '80 davvero una lunga serie di regali fantastici...quasi tutti perduti, regalati, chissa'...pero' il ricordo piu' bello, sepolto e riesumato dalla lettura del libro (sigh sob), e' ovviamente legato al Natale '86 o '87 (non ricordo con precisione) in cui da super-fan dei Masters ebbi la fortuna di scartare ETERNIA!!
    Ricordo che mentre lo montavamo dicevo a mio padre "Papa' non sei contento!?!? Stiamo montando Eternia!" mentre sul volto di mia mamma leggevo la preoccupazione "E ora 'sto coso dove diavolo ce lo mettiamo?"..
    E' finita che ci ho giocato veramente poco e nel '91 quando ci siamo trasferiti l'ho dovuta abbandonare a un vicino di casa "perche' ormai sei grande e nella camera nuova tra armadio e scrivania non c'e' spazio!"..arghhh...
    Quanti ricordi rimossi per autodifesa riaffiorano malefici....lacrime, lacrime napulitante...ad averci 1500euri da investire ad averci...

    RispondiElimina

I commenti anonimi vengono eliminati dai filtri antispam e, nel caso superino i filtri, irrisi ed eliminati uguale: non usateli.

Related Posts with Thumbnails