domenica 9 dicembre 2012

16

Inter - Napoli, 2 -1: a loro il gioco, a voi gol e tre punti, a Mazzarri una ceppa

E Stramaccioni, che quando fa delle scelte diverse prima delle grandi partite tutti ci fanno i sorrisini, alla fine quei cronisti se l'incoola bene-bene. Ché il Guarino ti arriva lì e ti spacca partita, avversari, una panca in testa a Mazzarri e conquista la title shot per Wrestlemania. Gli bastano otto minuti di gara, al piccolo bressler, per vedere il Napoli appoggiato groggy tra seconda e terza corda e fiondarsi su quel calcio d'angolo, dopo l'azione di confusione sarà perché ti amo imbastita dalla banda del formicaio Nagatomo-Gargano. 619, sbàm, uno a zero. [...]

Zuniga sul set di Spaceballs, prima di passare al Siena
Il Napoli si butta in avanti cantando vecchi successi di Pino Daniele, ma il sosia muscoloso di Troisi non conclude e Juan Jesus gioca da dio, col fatto che il 25 è il suo compleanno e si aspetta un bel regalo da Moratti. E mentre i cognati Hamsik e Gargano si menano a centrocampo, rinfacciandosi brutte storie di famiglia, si scivola fino al 38°, quando Rey Guarino la imbuca per il Principe: Milito, rientrato finalmente dalle ferie pagate, ci fa ai difensori partenopei la danza del gol. Che è tipo il bunga-bunga, e finisce uguale. Nella ripresa Cassano centra un palo, poi Cavani segna un gol fagiolatissimo. Sarebbe FUORIGIOCO di Pandev, ma quella di prendere reti irregolari è ormai una tradizione, ci si è tutti un po' affezionati. Al 32° Behrami andrebbe espulso, non tanto per il secondo intervento da giallo, quanto per quella capigliatura da giostraio dell'est col coltello sotto il bancone. Gargano, intanto, viene smascherato come spia/guastatore/infiltrato del Napoli, e finito a schiaffi da Cordoba a bordo campo. L'altro pistola dai piedi fucilatissimi, Alvaro Inutileira, tenta al 38° un acrobatico autogollonzo che per fortuna non gli riesce, e si chiude sul 2-1. Conte, che ha sperato fino all'ultimo in un onesto pareggio, si strappa i capelli dalla rabbia. Venticinquemila euro di danni.

16 commenti:

  1. "Conte, che ha sperato fino all'ultimo in un onesto pareggio, si strappa i capelli dalla rabbia. Venticinquemila euro di danni."

    Ecco qui sono collassato del tutto.

    RispondiElimina
  2. Grande Inter, puntualissimo intervento del Doc

    RispondiElimina
  3. Nostalgia di Pandev. In Macedonia.

    RispondiElimina
  4. comunque Gargano è scarso forte, ma corre per 11 e anche per un paio di tifosi al primo anello...

    che eupalla ce lo conservi integro ancora a lungo, perchè senza i suoi polmoni torniamo quelli di Parma e Bergamo!

    RispondiElimina
  5. Almeno per sta sera ci siamo risparmiati la figura di quelli che tolgono i dubbi ai delfini curiosi...:-)

    RispondiElimina
  6. Posso mancare io in un post sull'Inter? Sì, ma oggi (come spesso accade) ci sono!

    Handanovic: mi è quasi venuta la lacrimuccia quando ha fatto quel paratone su Insigne, mi ha ricordato il miracolo di Julione Cesar sul tiro di Messi al Nou Camp. In ogni caso si Handa è un signorissimo portiere!

    Cambiasso, Ranocchia e Juan Jesus: la linea difensiva è, secondo me, la vera nota positiva di questa partita. Io stravedo per i centrocampisti che si mettono in linea con i centrali per impostare. Cambiasso in più può proprio giocare in quella zona dove secondo me ormai rende di più e lo preferisco mille volte a Samuel che quando ha la palla tra i piedi fa lanci di 90 metri e ogni tanto si prende anche qualche distrazione in difesa. Gli altri due hanno fatto una marea di anticipi puliti. Quasi impeccabili!

    Nagatomo e Pereira: il giappo ha retto bene, ma oggi ha inciso poco in fase offensiva, è sempre molto caotico sia in fase offensiva che in fase difensiva. La controfigura di Bubba (quello di Forrest Gump) è anche lui molto caotico, però c'è da dire che oggi ha corso tantissimo. Quando ha fatto quella "prodezza" erano ormai 10 minuti che dava segni di pesante stanchezza.

    Gargano: corre corre corre e sbaglia sbaglia sbaglia. Recupera giusto uno o due palloni in più di quanti ne perde però attualmente è l'unico che corre veramente in mezzo al campo. Mi fa incazzare ma è essenziale.

    Guarin: alcune volte fa cose fantastiche con una semplicità imbarazzante e altre volte si ostina in azioni personali senza senso, non lo sopporto quando di punto in bianco smette di seguire l'uomo o gli passa a 3 metri e nemmeno ci prova. E' un comportamento pericolosissimo perchè i compagni si aspettano che ci vada lui. Poi non c'è da meravigliarsi se si prendono gol come quello di Parma!

    Zanetti: eterno!

    Cassano: non sono un suo fan, ma devo dire che in questa squadra è l'altro giocatore essenziale. Più dei suoi gol e dei suoi assist è essenziale il suo movimento nel venire incontro al pallone e giocare spalle alla porta per poi saltare l'uomo o smistare o fare un passaggio filtrare all'esterno. Diversamente il gioco dell'Inter diventa lento e prevedibile. Spesso esagera ma non abbiamo giocatori in grado di svegliare il gioco come lui. L'unico che ci riesce è Coutinho, ma anche quando parte bene poi si addormenta, gli serve continuità.

    Milito: era ora cazzo! E ora speriamo che si sblocchi!

    RispondiElimina
  7. Come fa Zanetti a fine secondo tempo a farsi quella trottata da quindicenne giovine con motorino? #spiegatemelo #amala

    RispondiElimina
  8. @Idol Master: semplice, basta essere un fantasma per 89 minuti e poi via! volata per buttare fumo negli occhi strappa 6,5 ai giornalisti della cazzetta!

    Vogliamo un regista e un centrocampista che duri 90 minuti non i reperti del millennio scorso che fanno i vigilassi da fermo e che ti obbligano a schierare gente negata col calcio che però serve perchè corre anche per i veci!

    RispondiElimina
  9. Lassù al secondo blu si è eretta all'istante una statua di pregiatissimo marmo con le fattezze di Fredy Guarin, nel mentre girava voce che il seguito de "La redenzione del Samurai" narrerà le gesta di Nagatomo che farà il cooolo a 11 Samurai malvagi!! Amala!!

    RispondiElimina
  10. Non credo che Conte abbia sperato in un onesto pareggio visto che è passato dall'avere due punti sulla seconda ad averne quattro. :-P

    RispondiElimina
  11. Si, forse era fuorigioco di Pandev, ma fa il palo coi falli di mano in area di Cambiasso e Pereira, quindi inutile puntualizzare.
    Alla fine, avete vinto e chapeu. ;)

    RispondiElimina
  12. Bluecyber74:
    Ieri in maniche corte, là in mezzo. No, per dire. #NagatUOMO

    ManOwar:
    Ottima analisi, come sempre. Mi permetto di aggiungere che: Handanovic deve migliorare molto i tempi delle uscite, specie quelle alte. Ma è una di quelle cose su cui i portieri hanno grossi margini di crescita. OTTIMO acquisto. Guarin si spende troppo nella prima ora di gioco e poi va in riserva. Che poi è il motivo per cui Strama preferisce farlo entrare dopo: se imbrocca (vedi Juve), spacca in due la partita. Avrebbe dovuto toglierlo quando ha finito la benzina, ma in panchina avevamo solo rEgazzini della primavera.

    RispondiElimina
  13. capisco l'esaltazione da tifosi, io probabilmente farei anche peggio, ma
    vi è andata di lusso, ammettilo Doc.
    Non capisco l'esaltazione che leggo in alcuni commenti, davvero.
    2 tiri 2 gol, grazie anche e soprattutto a errori del Napoli.
    Non avete mostrato nessun tipo di gioco, nessuna iniziativa...
    Comunque primo post e forza Napoli sempre e comunque:)

    RispondiElimina
  14. Non sto qua ad esaltarmi perchè non sono assolutamente dell'idea che l'Inter abbia giocato bene (se è per questo nemmeno il Napoli non è che abbia giocato da Dio), però non è vera nemmeno la storia dei "due tiri e due gol":

    http://video.gazzetta.it/gol/inter/index.shtml

    Anche io ho contato due tiri, oltre al palo di Cassano, al tiro di Palacio toccato da De Sanctis ed uscito di un soffio (niente calcio d'angolo) un'uscita disperata sempre di De Sanctis su Nagatomo.

    Del Napoli invece abbiamo 2 tiri di Insigne nel primo tempo, uno di Inler, il gol (con Pandev che ha goduto della sua posizione irregolare), il colpo di testa di Maggio e altre 12 azioni di cui 7 tiri di Maradona e 5 di Careca.

    Onde evitare che si corra troppo con la fantasia e con i rigori vi ricordo che il fallo di mano in area viene fischiato negli stessi identici casi in cui si fischia il fallo di mano fuori dall'area e il regolamento recita questo:

    "Il fallo di mano implica un contatto volontario tra il pallone e la mano o il braccio di un calciatore. Per stabilire la volontarietà, l’arbitro deve prendere in considerazione i seguenti criteri:
    • il movimento della mano in direzione del pallone (non del pallone in direzione
    della mano);
    • la distanza tra l’avversario e il pallone (pallone inaspettato);
    • la posizione della mano, che non implica necessariamente che ci sia un’infrazione;
    --altri criteri non rilevanti---"

    A questo punto io sono aperto al dibattito, ma sarà ardua convincermi che Cambiasso in caduta e con il braccio dietro la schiena e Pereira abbiano toccato la palla volontariamente o che non hanno accostato le braccia al corpo con la volontaria intenzione di aumentare la superficie di copertura.

    RispondiElimina

I commenti anonimi vengono eliminati dai filtri antispam e, nel caso superino i filtri, irrisi ed eliminati uguale: non usateli.

Related Posts with Thumbnails