giovedì 22 novembre 2012

41

Kentozzi in "Febbre da Cavallo"

Viulenza! Pathos! Ladri fluorescenti!
Altro giro, altro appuntamento con le storie meravigliose del Kentozzi Vintaggio dei primi anni 80. Dopo il rapimento alieno e la scappatella di Ken con la bella Rio che danza sulla sabbia e che Barbie ha fatto sparire in un pilone di cemento, è il momento di rilassarsi con una tranquilla storia di cavalli drogati e tentati omicidi [...]

Barbie si prepara al "grande appuntamento dell'anno: il concorso internazionale", al quale parteciperà montando il suo cavallo Dallas. Barbie si fa Dallas, /risateregistrate, eccetera. L'Algida si è già calata nella parte della cavallerizza, e perciò veste con eleganza un laccetto da Noi, i ragazzi dello zoo di Berlino e una canotta tutta scollata da battona; Skipper è in periodo di bassa marea ed è tornata sotto il metro e trenta; Ken non è ancora il povero burattino senza fichi che sarebbe diventato da lì a poco, e quindi è alla fine quello conciato meglio. Ma il ricordo della sua avventura con Rio è ancora fresco, e appena prova a fare dell'umorismo, l'Algida Stronza gli ricorda il suo posto: "Spiritoso, ti farò vedere io di che cosa sono capace!", gli dice. E glielo dice impugnando un dildo nero gigante.
Tra quel "Verso una nuova vittoria!", gridato dall'apprendista imperatrice e il fatto che il percorso a ostacoli "sembra fatto su misura per Dallas" si intuisce già LEGGERMENTE quanto abbacchiata sia la gara. Per essere sicura e motivare il suo cavallo, nel salutarlo Barbie ci rifila pure affettuosamente un paio di cinquine belle forti
La mattina dopo sono vestiti tutti esattamente come il giorno prima, finché Barbie non indossa il suo completo da cavallerizza/casalinga che fa gli esercizi con la VHS della Fonda e prova il percorso. È un disastro: Dallas è nervosissimo e butta giù tutti gli ostacoli di zucchero. Qualcuno gli ha fatto qualcosa? Gli hanno infilato forse quella sella nera dal lato sbagliato? E mentre un inquietante australopiteco in frac osserva la scena, Ken capisce che Dallas è stato DROGATO. "Perché?", chiede l'innocente Skipper nana con le sue calzette rosse di Battisti. "Secondo te, razza di cretina?", le risponde la sorella, sempre con grande affetto. FINE PRIMO TEMPO, pubblicità.
Il Rocco Ken pre-castrazione punitiva è ancora un Ken che ci dà parecchio dentro. Avvista Barbie con il suo costumino da filmmmhhh e subito si fionda in spiaggia praticamente ignudo. Finché non vede spuntare da dietro una finestrella la bambola di Skipper Guardona, ed è costretto a coprirsi i ferri del mestiere con un Super Santos. Bucandolo. Oppure: Barbie, sempre con quel costume da acrobata non circense sta per tuffarsi nella sua piscina (una di quelle robe montabili che vendono alla standa), e lesto Ken si presenta con il suo accappatoio della AS Roma già mezzo slacciato e il ciglione di Peo Pericoli da malintenzionatissimo, quand'ecco che la piaga sociale, la piccola, allegra frantumatesticoli Skipper ti riciccia fuori a tradimento. Nell'ultima foto, Barbie e Skipper tornano in città da sole sulla loro Golf truccata. Ken è rimasto in spiaggia, per tentare di sbollire la frustrazione spaccando noci di cocco. Senza usare le mani.
Barbie magia nei capelli, che ha i capelli lunghissimi e soffici, e poi basta un tocco di liquido magico per farli increspar... lasciamo perdere. Andiamo avanti, va'.
Ma i bei tempi, per Rocco Ken, che se ne sta seduto lì a far gestacci a Skipper appena si gira, stanno purtroppamente per finire. Nella prima foto di questa pubblicità si intravede la trasformazione già in atto nell'asessuato Ken castano. È tutto finito. 
SECONDO TEMPO. Ken e Barbie si danno i turni per sorvegliare il cavallo, quand'ecco che "un'ombra furtiva tenta di avvicinarsi al box di Dallas". Prego notare l'abbigliamento dell'ombra furtiva, con la sua pettorina sblusata da campo di calcetto FUCSIA FLUORESCENTE. Un ninja, proprio. Aggressivissima, con il suo giacchetto di Rambo, Barbie sguinzaglia addosso all'invisibile creatura delle tenebrotfl Bellezza, il suo canemostro mangiauomini preferito. In un solo balzo, il cane si avventa contro l'ombra e si ingroppa il povero malcapitato.
Richiamato dalle grida dell'Algida, Ken (che con quel vestito addosso ci dorme pure, pare), accorre sulla scena e affronta il malandrino. Grazie alla potentissima mossa del Guarda là!, lo distrae quell'attimo fatale per mollarci un papagno e atterrarlo. Che macho. Con quale maschia fermezza risolve la situazione. Con quale forza virile spatafascia al suolo il ninja invisibilol e lo costringe a parlare. Una tale mascolinità che gli strazza pure la maglietta dietro le spalle. 
Costretto a parlare da Ken, che minaccia di farlo accoppiare nuovamente con Bellezza, il ninja Martufello è costretto a cantare: è stato mandato dal malvagio PROFESSOR CLOCK a rifilarci una seconda botta di droga al povero Dallas. Barbie si dà per vinta, ma è ovviamente tutto un test per mettere alla prova le capacità organizzative di Ken, che ha saldamente in pugno la situazione. Molla il delinquente sabotatore dallo sceriffo e corre in farmacia a comprare un controveleno per cavalli. Che ce l'hanno in tutte le farmacie, eh. Al banco, in mezzo a preservativi, colluttori e palline zigulì. Mi dà il controveleno per cavalli Hippovitax e una scatola di Vivin C? "Prego, ma le Vivin C le abbiamo finite". Barbie, intanto, tenta di tranquillizzare Dallas, che incomincia a vedere tutto rosa attorno a sé e sta iniziando a pensare che oh, ma sai che 'sta droga, alla fine.
Ken ritorna con il controveleno e, per sicurezza, Barbie gliene inietta una bella dose. Sia al cavallo che a Ken. L'indomani è il gran giorno della gara, l'importantissimo concorso ippico internazionale senza spettatori organizzato al parchetto dietro casa. Dallas, che ha ormai più roba in circolo di un cantante rock degli anni 70, sembra in formissima con quell'occhio a palla da cavallo assassino. È in campo Dallas, montato da Miss Barbie!, annuncia il presentatore, con il suo microfono-catetere
Ed è ovviamente il trionfo. Dopato come un, beh, cavallo, Dallas esegue tutto il percorso senza penalità, camminando sulle zampe posteriori, con garbo. Barbie vince A SORPRESA il primo premio sbaragliando tutti gli altri zero partecipanti, Ken può andare al pronto soccorso per farsi tagliare quel vestito che gli è rimasto attaccato addosso e l'ominide Mister Clock rosica a bestia. La storia, di suo, sarebbe finita, ma c'è un particolare. NON è la prima volta che incontriamo Mister Clock (eccolo seduto tra il pubblico al convegno del noto professor pupazzo Znovetsky), e non sarà certamente l'ultima: è una presenza costante nelle avventure vintagge di Kentozzi, come vedremo. Chi è costui? Che cosa vuole? È forse il primo modello malfunzionante di clone Mirkos? Un androide (venuto parecchio male) desideroso di vendicarsi del suo creatore (Barbie)? Questo numero de Il Giornale di Barbie è arrivato in edicola nel luglio del 1982, pochi giorni dopo l'uscita nei cinema americani di Blade Runner: è un caso?
NOI DI VÒIAGGER CREDIAMO PROPRIO DI NO. Manco per un cacchio.
Un enorme grazie ad Elisabetta per le scan


LE ALTRE PUNTATE BELLA ESPERIENZA VIVERE NEL TERRORE, VERO? DI KENTOZZI

41 commenti:

  1. In realtà Mr. Clock è il Governatore dell'universo dell'Algida. Ma come ben sappiamo, nel futuro verrà messo a tacere, la sua testa infilata in chissà quale acquario rosa.

    Peraltro, il cavallo Dallas lo aveva davvero mia cugina, eh. Ed era davvero drogato.

    RispondiElimina
  2. Questo commento è stato eliminato dall'autore.

    RispondiElimina
  3. Il ninja in realtà è Briatore o qualcuno del Billionaire, è lampante: porta gli occhiali da sole di notte.

    RispondiElimina
  4. Vabbè...Rocco Ken con l'accappatoio della A.S.Roma e il ciglio di Peo Pericoli a momenti mi causa l'infarto!
    Mr. Clock, come si evince dal nome, potrebbe essere un robot. Potrebbe essere forse uno dei cloni Mirkos che, colpito da un fulmine, è uscito pazzo tipo Briking di Kyashan ed ha giurato guerra all'Algida e al suo Impero del Male.

    RispondiElimina
  5. Ma non é che il Professor Clock (che poi é un nome da professore malvagio abbastanza da pirla, il Professore Orologio, lo chiamavi Mister Icse e buonanotte al secchio) é Mandrake? Va che un po' a Gigi Proietti c'assomiglia

    RispondiElimina
  6. Le etichette del post :)
    "e basta! O faccio sgombrare l'aula!"

    RispondiElimina
  7. E allora il presentatore è Er Pomata. Oppure, a giudicare dal colore dei capelli, potrebbe essere Manzotin, al secolo Rinaldi Otello (3 kg de trippa e 2 de budello)!

    RispondiElimina
  8. Doc, non c'entra niente, ma He-Man and the Masters of the Universe (la serie del 2002), l'hai vista? Com'é?
    Gracias (forse dovevo chiedere a leopoldon)

    RispondiElimina
  9. In realtà anche Diabolik avrebbe sempre voluto indossare una pettorina fucsia fluorescente per compiere i suoi furti,ma al negozio le avevano finite e quindi nulla...

    Quella del microfono catetere mi ha fatto sbellicare XD

    RispondiElimina
  10. Sono rotolata dalle risate: non c'è niente di meglio per iniziare il giovedì!
    La mossa del 'guarda là' è semplicemente meravigliosa: la proverò anche io con qualche collega, ovviamente assieme al canemostro, si sa mai che la mossa da sola non funzioni

    RispondiElimina
  11. Io direi che per accompagnare la lettura del post, la musica ideale è solo questa:

    https://www.youtube.com/watch?v=Z86MGjQlMkQ

    RispondiElimina
  12. pare che in ninja si sia giustificato così con lo sceriffo

    « Chi gioca ai cavalli è un misto, un cocktail, un frullato de robba, un minorato, un incosciente, un regazzino, un dritto e un fregnone, un milionario pure se nun c'ha na lira e uno che nun c'ha na lire pure se è milionario. Un fanatico, un credulone, un buciardo, un pollo, è uno che passa sopra a tutto e sotto a tutto, è uno che 'mpiccia, traffica, imbroglia, more, azzarda, spera, rimore e tutto per poter dire: Ho vinto! E adesso v'ho fregato a tutti e mo' beccate questa... tié!. Ecco chi è, ecco chi è il giocatore delle corse dei cavalli. »

    RispondiElimina
  13. @RadioCarlonia:
    Eh, si', Doc, un postone sulla serie MOTU 200X ci starebbe bene, prima o poi. Ci sono delle storie carine, come l'origine del mastro puzzone Stinkor o l'arrivo di King Hiss.

    Ovviamente grazie per l'ennesima avventura di Kentozzi.

    RispondiElimina
  14. Rivedremo il prof. Clock Doc?
    Voglio una puntata coi canimostro parlanti :D

    RispondiElimina
  15. Il fatto [grave] è che i ninja di oggi si vestono davvero con le tute fluorescenti...

    RispondiElimina
  16. grande Doc..cominciare così un anonimo giovedì..che goduria

    RispondiElimina
  17. RadioCarlonia, Azel:
    È in programma anche quello, tranquilli.

    RispondiElimina
  18. Trovo le storie di kentozzi vintage migliori di quelle "new". Droghe, corna, pestaggi vari, alieni..

    RispondiElimina
  19. Ma Mr Clock nell'ultima vignetta è praticamente uguale a Rasputin! Che sia un crossover con Corto Maltese?

    Comunque quoto alla grande i commenti sopra, queste storie vintagge sono il top dei top

    RispondiElimina
  20. Il cavallo che pensa "Oh, ma sai che 'sta droga, alla fine" mi ha fatto schiantare.

    Noterei che il titolo della storia "Il concorso ippico pieno... di ostacoli!" con quei maliziosi puntini di sospensione si presterebbe a molteplici e molto grassi giochi di parole.

    A questo proposito, confesso un turpe segreto: quando stavo diventando un ometto, le pubblicità della Barbie di quegli anni, con quella loro aria da film svedesi NON diretti da Bergman, mi turbavano assai.

    RispondiElimina
  21. Secondo me Mr.Clock potrebbe essere il Mirkos originale, colui che ha dato inizio alla stirpe di cloni presenti nel Barbieverso.

    Infatti Mr. Clock con i capelli impomatati e il viso sbarbato, ma con i baffi, somiglia molto al mago Mirkos.

    Infine il nome di Mr. Clock è molto significativo: Il Signor Orologio, un nome in relazione con il tempo, di cui potrebbe esserne, come Mirkos, il padrone assoluto.

    Ok, Ok, me lo dico da sola. PRDQP. :P

    RispondiElimina
  22. @Paul: Pensare che sulla baia c'era un lotto di tipo 80 numeri di queste storie vintaggge ma costava un bel pò ;__;

    RispondiElimina
  23. W le storie vintagGe

    Perchè non si prendevano la briga di usare lo stesso pupazzo per due foto nello stesso camper, per fare una pubblicità che - piazzata sul Topo Pdf, costava centoventordici milionate di vecchie lire?
    Devo dedurre che sia proprio una trasformazione di Kentozzi, da womanizer a zerbiner

    "Prego notare l'abbigliamento dell'ombra furtiva, con la sua pettorina sblusata da campo di calcetto FUCSIA FLUORESCENTE. Un ninja, proprio" Rotolo. Si si, proprio 'sta coppola di ninja :-)

    Rispetto all'australopiclock, a me sembra più simile al mago mirkos il ninja fosforescente, con quei baffetti da sparviero...

    OT: letto finalmente La profezia dell'armadillo. Bellissimo, spassoso (nonostante ricordassi la maggior parte delle microstorie, lette sull'internetto), intenso, toccanti le parti su Camille.
    La qualità si paga, ma non è un po' tanto 16 euri (a prezzo pieno, io con gli amazzoni ho pagato 12 l'armadillo e 12 il polpo), per meno di 140 pagine (al netto della prefazione di Makkox) +/- formato Bonelli? Ok c'è il colore rispetto ai Bonelli, e c'è alta qualità (son contento dell'acquisto, ci mancherebbe)

    RispondiElimina
  24. Per la prima volta Ken fa la figura da vero uomo!
    E riesce pure a prendere a calci il ladro... e bravo kentozzi!

    RispondiElimina
  25. Leonardo Mattei22 novembre 2012 12:39

    E? ovvio, che come dice il nome, il prof. Clock è un signore del tempo, incaricato di assicurarsi della sicurezza del continuum spaziotemporale. Lui non droga il cavallo ma è Ken a farlo, lui manda solo un ladro fantoccio per far scoprire l'esistenza dell'antidoto a Barbie, perché se non l'avesse fatto si sarebbe creata una situazione nella quale Ken avrebbe finalmente messo in atto il suo riscatto definitivo, facendo perdere Barbie. Evidentemente per le leggi dell'universo non deve esistere una realtà nella quale Ken sia il maschio dominante.

    RispondiElimina
  26. A parte il fatto che non credo possa esistere, in quest'universo conosciuto e in tutti quelli paralleli, niente di più anni '80 di un cavallo che si chiama Dallas (così drogato che avrebbe dovuto crepare per infarto al primo ostacolo, povera bestia, altro che vincere. Ma vabbé, è il Barbieverso)...grande avventura, Doc.
    Io amo ufficialmente il Ken Vintaggio.
    Che poi 'ste vecchie storie erano davvero belle, eh.

    RispondiElimina
  27. Il ladro era chiaramente un ProtoMirkos.

    La mossa del Guarda Là! mi ha ucciso. La vignetta mostra precisamente il momento del guarda là.

    RispondiElimina
  28. Come farsi prendere per scemo al bar nella pausa pranzo? Semplice, basta leggere l'antro e e ridere da solo! Grande Doc, il "guarda là" mi ha ucciso.

    RispondiElimina
  29. Leonardo Mattei:
    Sai che mi hai convinto? :)

    RispondiElimina
  30. Leonardo: anche a me, ma credo siano leggi valide solo nel Barbiverso...

    RispondiElimina
  31. Nell'ordine:
    l'enorme dildo nero
    e
    il microfono catetere

    hanno rischiato di far girare l'ufficio. XD

    Il ninja fucsia è evidentemente un vero ninja di quelli dei film sulle reti private con ninja master gordon e i ninja bianchi, gialli, fucsia (per l'appunto), a pippoli ecc).

    Queste gare prive di concorrenti e di pubblico stanno cominciando a diventare ridicole comunque XD

    RispondiElimina
  32. Leonardo Mattei22 novembre 2012 14:40

    Mi fa molto piacere doc XD Ah, dimenticavo di dire, ma forse l'avrete già capito, che nel caso del professore decapitato e dell'invasione aliena sventata ovviamente Clock era lì per uccidere il professore che sappiamo tutti essere un automa della fiat in combutta con gli alieni, salvando così il mondo. Tristemente, le sue gesta eroiche verranno dimenticate.

    RispondiElimina
  33. Ripeto, confermo e sottoscrivo con il sangue che se un patto con Satana (Barbie) mi facesse tornare indietro nel tempo farei ogni cosa in mio potere, comprese due iscrizioni alla P2 (Gran Maestro: Licio Barbie) e tre affiliazioni alla Mafia (prendendo ordini da Totò Barbie e Tano Barbialamenti) per diventare sceneggiatore di questi capolavori dell'arte sequenziale.

    E, Doc, ti devo rimproverare: hai notato la casacchetta fosforescente di Nino il Ninja e non la sua mascherina e baffetti finti da Phantomas del discount?
    E' nei dettagli che si cela l'arte ;)

    RispondiElimina
  34. «Il cavallo con più roba in corpo di una rock star degli anni '70»: semplicemente fenomenale.

    RispondiElimina
  35. In realtà Barbie "Ricciolini" è un action figure di Magda Ghiglioni in "Bianco rosso e verdone"!!! Non si legge ma a parte sono disponibili anche i bamblotti di Antonluca e Antongiulio!!

    RispondiElimina
  36. Anche per me Mr Clock è un proto-Mirkos!
    A proposito: durante il trasloco di casa mia ho scovato la mia collezione di giornalini di Barbie anni '90 e ho scoperto un particolare interessante: nelle storie dopo il 1999 Mirkos SCOMPARE! A parte il fatto che è un mago, a cosa può essere dovuto ciò?

    RispondiElimina
  37. C'è pure l'azione!
    VAI KENTOZZI BAUHAUAHUAHAUA!

    RispondiElimina
  38. Da notare nella prima pagina in alto a destra, con i nomi dei creatori del capolavoro:
    PERSONAGGI E INTERPRETI: Barbie-Ken-Skipper-Bellezza-UN LOSCO INDIVIDUO-Dallas-Mr Clock

    RispondiElimina
  39. @Leonardo Mattei
    Assumendo che tu abbia ragione, verrebbe da pensare che gli autori di questa storia fossero grossi appassionati del Dottore(Dottore chi?).
    Cosa da non sottovalutare considerando che le puntate degli anni 80 sono inedite nello stivale

    RispondiElimina
  40. ciò che dice Leonardo Mattei è sicuramente vero infatti nonostante ciò che dice la didascalia alla fine mr. clock sorride soddisfatto

    RispondiElimina

I commenti anonimi vengono eliminati dai filtri antispam e, nel caso superino i filtri, irrisi ed eliminati uguale: non usateli.

Related Posts with Thumbnails