giovedì 16 agosto 2012

39

Akihabara, round two: il Gundam Café, altri tre trilioni di foto, legnate leopardate a Tekken TT2 (L'antro アトミコ, giorno 5)

Seconda sortita lampo, ninja, phoo-phoo ad Akihabara, passo. Seconda raffica di foto, passo. Secondo giro vorticoso di acquisti, passo. Un salto in sala giochi, passo. Un gelato al Gundam Café, passo. Ci torneresti al Gundam Café? Passo [...]

Il vecchio Retro qualcosa, sullo stradone principale di Akiba, ha l'insegna un po' sbiadita e un piano in meno rispetto a un tempo (ché da qualche anno al secondo ci sono i parrucconi colorati da cosplayer). Guardare tutte quelle vecchie console scatolate, però, è sempre una di quelle cose che ti fanno fare mannaggia al diavoletto con il mondo,
seguita a ruota dallo spettacolo da genuino momento emozione© di tutte quelle cartucce colorate per Famicom. Quelle con la scatola e quelle senza
Poco più avanti, sullo stesso marciapiede, c'è ilnegoziocolMazingadiduemetriallaporta. E' proprio la sua ragione sociale. C'è scritto sugli scontrini. Giuri.
Dentro, vetrine su vetrine da bava alla bocca. Quei due quintali e mezzo di Soul of Chogokin,
tutti i Kamen Rider delle linee Figma e S.I.C. (quest'ultima stranamente caduta in bassa fortuna, nonostante i suoi pupazzinhi siano molto, molto più fichi),
e i myth cloth dei Cavalieri. Comprese le edizioni speciali per il Tamashii Nation.
Il negozio occupa quattro piani, uno dei quali tutto dedicato ai gashaponghi, mentre su un altro ci sono i pupazzoni di Ultraman, Godzilla e le action figure americane. Questa porcheria con Superman e Doomsday era piazzata strategicamente accanto alla porta del cesso.
Negozietto sui pupazzini vintage. Tre metri quadrati di vecchio ciarpame e lacrime napulitante.
Un'altra tappa fissa dei tuoi pellegrinaggi ad Akihabara, il secondo piano del Trader principale, con la sua infilata di vecchie console sempre di un certo rispetto, e un godzillione di vecchie glorie videoludorgasmiche
Un Radiant Silvergun a 90 carte. Giorni fa con l'amico Anr102 ne avete visto una copia a 60. Un po' è che i prezzi degli spara-spara per Saturn e DC hanno iniziato da queste parti la discesa per l'atterraggio, a differenza di quelli per PS2. Un po' è che chi è convinto che Radiant Silvergun sia uno dei giochi più "rari" e "costosi" sul mercato del retrogaming, del mercato del retrogaming non capisce una well-loved, infiocchettatissima fungia-avengia. Diciamolo.
Gunlord e Fast Striker, due nuovi giochi per Dreamcast, sempre dai tedeschi di G:DEV.TEAM (quelli di Last Hope).
Altre robe in altri posti: nello splendore shplentitoshplentente di Donatella Erezione di un mucchio selvaggio di Minimates,
Goemon, Lupin e Fujiko, in varie pose da maiala
 più Hot Toys per tutti,
il grande casco della vergogna. Ma visto che ai bambini, come le patatine, piacciono tanto (bambini = antristi trentaquarantenni), torniamo pure al whisky maschio senza raschio delle vetrine di Mandarake. Ché, peraltro, non potrebbero essere fotografate, e c'è scritto dappertutto. Ma tu hai fatto il finto tontogaijin per la causa antristica pure ieri.
I nuovi pupazzinhi meravigliosamente meravigliosi dei Cinque Samurai
Il Goldrake vintaggio della Popy, con la verniciatura provata da infiniti atterraggi su un qualche campetto giapponese di periferia trent'anni fa
Un Grande Maazinga della stessa linea che viene via a poco, pwnato da un pezzentissimo Junior Robot
E il Gaiking, e il suo Drago Spaziale, e l'Hurricane Polimar, e impazzire
Gli Astrorobot (piangiamo) della CM's. Che purtroppo sono una roba tutta plasticosa parecchio sòla (ripiangiamo)
A salivazione come stiamo messi? Volete fare una pausa? Suoni un campanello come Pavlov appena si riprende, ok? Gli enormi ed enormemente fichi Transformers della linea Masterpiece
Tutto un circolo ufficiali di Commander (che qui chiamano Convoy) e Convoy (che qui chiamano Ultra Magnus). C'era pure la versione della Pepsi dell'85 di Commander/Convoy/Optimus Prime/Terenzio...
...che spunta in basso in quest'altra foto qui. Al vedere tutti quei combiner in fila hai avuto un leggerissimo mancamento. Ma magari erano solo gli otto piani di scale macinati per saltare la gigafila agli ascensori. Vallo a sapere. Dice: ma non hai comprato niente? Oh, sì. Un pupazzone e un po' di videogiuochi, giusto per farti passare la febbre da cavallo. Ma è una sorpresa per il prossimo Twisted Theatre. Piripicchio è figlio di Uragano e Apocalisse, e basta.

Sala Giochi Sega, piani pro, là dove si annida ancora una generazione di amanti dei picchia-picchia temprati dal fumo passivo. Questa ragazza con la borsa leopardata ha preso ripetutamente a calci nei denti a Tekken Tag Tournament 2 un povero pistola che si ostinava a usare King. Lo sai perché il povero pistola eri tu.
Border Break, gioco di legnate e scambi affettuosi di missili tra robottoni, ma in terza persona. Ché con i giochi in soggettiva i giappi sono tutti una manica di pippe, lo ricordiamo.
Grazie alla fila di monitor è possibile seguire gli sviluppi della partita in corso; decidendo, metti, di gufare quel tizio là col cappellino
Un intero piano della sala giochi era dedicato praticamente al purikura, le macchinette per farsi le foto sceme. E fin qui. Il fatto inquietante è che noleggiavano dei costumi da scema appositi. Per evitare di ritrovarsi le macchinette assediate da maniaci, l'accesso all'area è stato limitato saggiamente alle donne.
 Evangelion-nostalgia 1: l'ufo catcher con le manone dell'Eva-01
Evangelion-nostalgia 2: i rasoi con pupazzino allegato, per ridursi tutti incerottati come Rei Ayanami
Un altro posto di quelli in cui, se non stai attento, ci lasci il cuore e soprattuttamente un rene d'acconto: il negozione da quattro piani della Kotobukiya aperto un anno fa dalle parti di Super Potato. Tutti i gadget ufficiali degli spara-spara Cave: impazzire
Batman, Joker e Harley Quinn di Arkham Asylum, il tizio di Vanquish e tutte le altre action-figure della Play Arts (Square Enix): impazzire
 I Kamen Rider in sella alle motazze da collezione: impazzire
 Iron Kong degli Zoids: impazzire
Statue su statue dei super-eroi (scopa): impazzire
 Statua di Yoshimitsu: impazzire

 Il resto lo fanno modelli di Gundam di ogni tipo...

...e le action figure di varie serie. Nella fattispecie, i pupazzini di Jojo. In basso a destra, Jean Pierre Polnareff, nella versione con sedia a rotelle e senza un occhio perché c'aveva un Diavolo per capello (ah-ah)
Nel linguaggio di Akiba, con "PC Game" si intendono i piani dei negozi di videogiochi ricolmi di p0rnazzi. DVD e Blu-ray e scaffali su scaffali di giochi per PC dalla confezione rosa su cui delle tizie dei manga sono ricoperte di yogurt. Anche se magari non è proprio yogurt. Ora, la cosa più inquietante di questi posti non è che sono sempre pieni di gente fin troppo adulta o che alcuni tizi ci trascinano la propria ragazza. No.
 E' che vendono anche il kit
del piccolo spippolatore
Si diceva due giorni fa del Gundam Café di Akihabara. Sei tornato, stavolta non c'era fila, sei entrato, e al pari del bar di Resident Evil, l'hai trovato una sòla pazzesca. Cioè, ok: ci sta l'RX-78 all'ingresso e quello lassù vicino al bancone. C'è un maxischermo con un filmato a nastro. E una parete con degli autografi, d'accordo.
Però le cameriere non erano vestite mica come Frau Bow. Ma manco per niente.
Nel menu, piatti, bibitoni della morte e gelati con i nomi di mobile suit, personaggi e battaglie della saga. Alla fine hai preso un gelato dello Zaku rosso di Char, arancia rossa e mango, che faceva abbastanza schifo, grazie. Di Gundam torniamo a parlare inevitabilmente domani, ché tra poco andate ad Odaiba, dove c'è quello gigante.
Altri fotoappunti di giornata: visto che, come detto, TUTTI in città hanno ormai un iPhone, e la Apple sta facendo localizzare e terminare le ultime sacche di resistenza, il mercato delle coverine ha raggiunto dimensioni folli anche per gli standard locali. In pratica non puoi entrare in un negozio di QUALSIASI tipo senza trovare delle cover per iPhone 4/4s personalizzate. Millemila modelli dedicati ai super-eroi...
...alle vecchie glorie del videogioco, ai personaggi degli anime, a qualsiasi dannata cosa. Ne hai presa una con il pad del Famicom che levati.
Fissando dal basso i 634 metri della torre più alta del mondo. La Tokyo Sky Tree, inaugurata tre mesi fa, è alta grossomodo il doppio della Torre di Tokyo. In cima, sul belvedere, c'è scritto a caratteri cubitali "Godzilla soocare". Il venerdì sera, invece, "pesce pappare"Mentre un ascensore vi sparava come una cannonball di Colosso verso l'alto nella notte del ferragosto tokyense, hai digerito di colpo tutto il miso ramen ingollato poco prima.
Una copertina dedicata al più eroicamente eroico dei calciatori giapponesi. Hai ovviamente comprato in uno dei Kamo Soccer Shop la maglia del Giappone con il suo nome e il numero 5 sulle spalle
Ora: è da quando hai iniziato a frequentare Nippolandia che ti ritrovi davanti, ovunque, queste motorette qui. Così, divorato dalla curiosità, ieri hai fermato il suo proprietario e gli hai chiesto gentilmente, ecco, A COSA DIAVOLO SERVISSE QUEL PARAFULMINE LA' DIETRO. Ma lui ha detto che non aveva tempo per star lì a parlare. Ché doveva tornarsene nel 1955.

POST CORRELATI:
Shinjuku: ma poi uno si abitua? (L'antro アトミコ, giorno 1)

Enrico Omotesando (L'antro アトミコ, giorno 2)

Akihabara, primo attacco ninja (L'antro アトミコ, giorno 3)

Il bar di Resident Evil e l'Heidi a cui non sorride nessuno (L'antro アトミコ, giorno 4)
Le cose che odio di te, amico giapponese (idiosincrasie e vezzi del popolo nipponico)

39 commenti:

  1. Doc tutta la parte dei robottoni era interessante,ma quello che mi ha lasciato a sbavare sono gli hot toys del Joker e del Batman di Burton...

    RispondiElimina
  2. Doc, tutto meraviglioso (a parte le cose dei Trasformers che un amico antrista "scalcia culi" ai negozianti jappo ...scherzavo scherzavo)

    ma, un pò OT, volevo chiederti cosa ne pensi di Evangelion, magari con relativo post discussione quando non hai cose di una certa importanza di cui disqusire

    RispondiElimina
  3. A Milano c'è un negozio (piccolissimo però) che vende *solo* cover per iPhone (e che la sottoscritta svaligerà la prossima volta che ci torna)! Se ti interessa lo trovi in Via Torino e lo vedi per forza perché è supermegafantasuper colorato!
    ___________

    L'area riservata alle donne sarebbe una di quelle cose che dovremmo importare dal Giappone oltre a TUTTOTUTTOTUTTO il ben di dio che trovi in vendita nei loro negozi.

    Sto piangendo dal dolore a leggere i tuoi post tokiensi, giuro....come ti ho scritto su facebook, non è che se passi da Harajuku durante la permanenza (quindi non ti sto dicendo "VAI. ORA. SUBITO." u.u) fai foto a qualsiasi cosa strana incontri sul tuo cammino *____*?

    Grazie U_U se devo farmi venire un colpo al cuore almeno completo l'opera in grande stile U_U


    Baiiiiii :P

    RispondiElimina
  4. Ho tenuto gli occhi talmente aperti che adesso lacrimo sangue, non potevo non guardare le fantagigameraviglie che hai fotografato...
    P.S. grazie anche da parte delle mie coronarie...

    RispondiElimina
  5. Un postone da urlo. Lacrime napulitane aiosa.

    RispondiElimina
  6. Maledettto!Ora me lo pulisci tu il terminale dallo spruzzo di epistassi??Sono discretamente immune alle febbrazze da pupaZzetti...Ma su quelle dei 5 Samurai ho fontanato dalla nappa a getto.(Posso sapere Casa Produttrice e prezzo?) O______O

    L'accrocchio dietro al mezzo e' mica una termoventola per scaldare roba a domicilio?

    RispondiElimina
  7. O MIO DIO!!!
    Alla vista del God Sigma e del Daltanius ho avuto un mokkori che levate!
    Alla statua di Yoshimitsu da mokkori siamo passati a mokkokkolone!
    Al kit da single in"calli"to ho trovato i souvenir per gli amichi... Gel massaggiante 2in1 Durex vatti a nascondere! Ahahahahahahah!!!
    Porca vacca Doc io volevo fare Roma Tokyo Fuji-San Kyoto Hiroshima Osaka Nagoya Tokyo Roma; ma con sti post mi sa che devo riprogettare il viaggio... Tanta Tokyo...

    RispondiElimina
  8. Disdoro per l'assenza del ristorante italiano col titolo da deridere...

    RispondiElimina
  9. @Ilario Gradassi: oh be', posso rimediare io col VINCITORE A PRESCINDERE della categoria, se non fosse che il proprietario SA BENISSIMO cosa voglia dire il nome che gli ha dato, essendo stato in Toscana a imparare sul posto la cucina (e non solo quella). Trattasi dell'ormai mitologico MADONNA MAIALA in quel di Fukuoka, come puoi ben vedere qui:
    http://www.fukuokashi-town.com/mypage/fo084280/
    Il logo è semplicemente geniale.

    RispondiElimina
  10. Di fianco al Radiant Silvergun c'era un gradevolissimo Guardian Heroes! Quante belle cose si vendono in Giappone. Comincio a temere che la spesa più importante non sia il viaggio...

    RispondiElimina
  11. Voglio l'action di Yoshikage Kira e di Killer Queen (e si fottano tutti gli altri!)!

    RispondiElimina
  12. lochiamavanoilN.2016 agosto 2012 10:15

    di solito non provo nè rabbia nè invidia per i blogger che postano foto delle loro vacanze nerd.... però a 'sto giro ho visto le scatole dei nuovi pu-pazzini dei 5 samurai con rio versione armatura bianca e ho conosciuto sia la rabbia che l'invidia

    RispondiElimina
  13. Ma un povero disgraziato come me come fa a resistere? Il portafogli in posti del genere finisce per chiederti pietà. Porterei a casa pure il Great Mazinger di due metri, se solo ci fosse un modo per portarselo appresso.
    PS: Tra i modelli di "Gundam" (i mecha originali dei vari Super Robot Wars) non è che c'era pure questo: http://i213.photobucket.com/albums/cc136/OMEGA_Maxwell/Gunleon_1.jpg ?

    RispondiElimina
  14. allora, vari appunti.
    1) e bastato che facessi un commento sul sorriso magico di Mandarake perchè tu rilanciassi 3 volte con citazioni di Febbre da cavallo. Bravo!
    2)conoscendoti, quel Predaking lo hai lasciato lì senza colpo ferire?
    3)chiederai se è possibile salire nella (inesistente)cabina di pilotaggio del gundammone?
    4)mentre venivi sparato like cannonball di Colosso avevi la tipica posa di Wolverine con i pugni in avanti?
    5)(ti prego, a questa rispondi di sì)andrai almeno una volta alla Trattoria Pesce Pappare Italia?

    RispondiElimina
  15. omoragno:
    Da quando te l'ha sdoganata pure Caressa quell'espressione... :D

    Di ritorno dall'incontro con il Gundammone. Ne parliamo domanistanotte. Appena ti riprendi dallo shock. Intanto fate i bravi, come dicono le mamme giapponesi ai loro bambini. Prima di colpirli con violentissimi coppini.

    RispondiElimina
  16. No, il negozio della Kotobukiya no...

    RispondiElimina
  17. Doc, ti prego! Dov'era il Radiant Silvergun a 60 carte? Ho un paio di amici lì ora che potrebbero realizzare uno dei sogni della mia vita :D

    RispondiElimina
  18. Il console giapponese dovrebbe farti Cavaliere Doc... o Samurai, non conosco gli usi.
    BTW: ho la stessa identica astronave vista accanto al Goldrake della Popy. E' "parcheggiata" da trenta e più anni e ci ripenso solo ora grazie al tuo report.

    RispondiElimina
  19. "Ché doveva tornarsene nel 1955."

    Rotolo.

    RispondiElimina
  20. Si sta uscendo per la cena. Dopo, però, rispondo a tutti. Promé.

    RispondiElimina
  21. Sto sbavando e orgasmando allo stesso tempo. Sto orgasbavando! Meravigliosi doc, il mazingone e la sfilza di vecchie consolles e giochi sono da passarci le ore in estasi...

    p.s.

    Momento precisino della fungia: dopo la statua di Yoshimitsu hai scritto "vari Gundam" ma hai messo la foto dei mecha di Super Robot Wars OG :P

    RispondiElimina
  22. Sperando di farti cosa gradita, Doc, ti dico che quel sistema sullo scooter Japponese serve a trasportare cibi mantenenendoli in posizione verticale, permettendo al delivery boy di attraversare il traffico anche in piega e in derapata.
    Posto link al video in cui la NippoTV ne dimostra, come sempre in maniera discreta e mai esagerata, la funzionalità (anche se mi sa di boiata pazzesca...).

    http://chezfrankoi.free.fr/blog/index.php?post/demaeki-%E5%87%BA%E5%89%8D%E6%A9%9F

    RispondiElimina
  23. borde break..il cabinato con lo schermo touch e il mouse!!
    in pratica il frutto di un'orgia tra un'ipad,un pc e il cabinato di virtual on XD
    doc il gioco com'è?

    RispondiElimina
  24. Ma ho letto bene ?
    21.000 yen per quel Goldrake che è atterrato male su qualche campetto di periferia nipponico ?

    RispondiElimina
  25. A me stanno brutalmente venendo idee malsane e con esse dubbi sul fatto che si possano realizzare tali idee. La domanda è questa: ma se io parto con due valigie, di cui una ovviamente vuota, poi al ritorno mi rompono le scatole se mi trovano con una di queste strapiena di robe palesemente comprate là?

    RispondiElimina
  26. Letto tutto, visto tutto. Non ho sbattuto le ciglia neanche una volta.

    RispondiElimina
  27. una parte della mia anima e` morta per sempre sull'action figure di Ernesto "Che" Guevara.

    RispondiElimina
  28. Il Kit dello Spippolatore!?!?!?!?!?
    Ma no! Ma dai!! Mi è andata di traverso la brasilena mentre la bevevo!!!
    E invece per il motorello con il parafulmine ho dovuto per forza esclamare "Grande Giove!!!"

    RispondiElimina
  29. Questo commento è stato eliminato dall'autore.

    RispondiElimina
  30. Invidissima, DOC!

    Piuttosto, ma una bella hit parade dei giochi passati in ordine di prezzo, non sarebbe una buona idea per un post futuro venturo?

    So di giochi del neo geo che si attestano sopra le migliaia di euro...

    RispondiElimina
  31. pesce pappare!
    L'action figure di Jotaro Kujo e' stupenderrima

    RispondiElimina
  32. GundamCafè: strano che le cameriere non erano vestite da Frau Bow e similia (l'anno passato di questi tempi, sì).... traslocate a quello di Odaiba???

    Gundammone: visto di sera con laser e fumi e eccetera in movimento?? Per entrare, solito biglietto al Lawson? Merita o non merita?

    Cover iPhone4: quest'anno non ho resistito; presa al Vanguard di Kyoto quella di Jigen: più stilosa di quella di Lupin.

    RispondiElimina
  33. Un po' di risposte:

    Andrea:
    Sono molto combattuto. Prima o poi ne parliamo, comunque.

    Radioactive Unicorn:
    Basta (e avanza) l'Harajuku dell'altro giorno, grazie :)

    Adriano:
    Lascia perdere i giri. Per una prima volta, sparati Tokyo + escursione al Fuji o al limite gitarella in una città vicina (Yokohama è a mezz'ora)

    Vimarn:
    E' vero. Ho scritto prima il testo, poi cannato la foto da inserire. Ma nell'anteprima da un centimetro quadrato sembrava quella giusta. Parola.

    Scott
    Quattro sì e un no per la trattoria. Percaritàdiddio :)

    Kaneda:
    Super Potato. Credo fosse da Super Potato. Credo.

    ManOwar:
    Sì, ma se spendi più di una certa somma c'è il rischio grossa incoolata in dogana al rientro

    GirellaLover:
    Incasinato e caruccio

    Pony Nero:
    Ah, ecco, grazie. Ma quindi non viaggia nel tempo? Sòla.

    RispondiElimina
  34. Perchè casco della vergogna? Quello è il casco di Celty, una delle protagoniste di Durarara!! (i due punti esclamativi sono proprio parte del titolo dell'anime in questione, non sono io che sono agitato)
    Tra l'altro un gran bell'anime che ti consiglio, Doc, se non l'hai già visto.
    Comunque, non me lo sarei 'cattato lo stesso, ma soltanto perchè ho gusti più prosaici.

    http://i48.tinypic.com/34nslfn.jpg

    RispondiElimina
  35. E va be', ci ho provato U___________U...:P

    RispondiElimina
  36. TEKKEN!!!!! No, no, devo resistere, ho già preacquistato Guild Wars 2...

    Ma com'è poi, a giocarlo nelle sale giochi giapponesi? Del tipo, un tizio a caso può arrivare e sedersi dall'altra parte e si combatte? E poi magari si chiacchiera come persone europee e barbare, o si resta zitti zitti da bravi giapponesi?

    RispondiElimina
  37. è tutto sempre bellissimo...ma una cosa...vedere i jappi con gli iphone fa un male cane, considerando le bestie di terminali locali che hanno.
    Stupide mode.

    tetsuo

    RispondiElimina

I commenti anonimi vengono eliminati dai filtri antispam e, nel caso superino i filtri, irrisi ed eliminati uguale: non usateli.

Related Posts with Thumbnails