mercoledì 15 agosto 2012

39

Il bar di Resident Evil e l'Heidi a cui non sorride e fa ciao più nessuno (L'antro アトミコ, giorno 4)

Come tutti sanno, Shibuya è il quartiere tokyense dei gggiovani. Quello in cui tutti c'hanno una faccia da L'esercito del surf di Catherine Spaak. Quello in cui le ragazzine si danno appuntamento davanti alla statua di Hachiko, che se quel povero cane avesse saputo che fine avrebbe fatto un giorno, con la cippa che stava lì ad aspettare il suo padrone morto tutto quel tempo. Se ne tornava a casa a mangiare il ciappi, se ne tornava [...]

Ma Shibuya è anche il quartiere con quell'attraversamento pedonale a incrocio usato contemportaneamente da duemilatriliardi di persone, ché tutti ci fanno foto e filmini e la gente nel mondo pensa che Tokyo abbia ovunque quella densità di popolazione lì. Più che densa, solida. Il quartiere in cui i centri commerciali sono addossati uno all'altro, come le casette dei puffi; in cui la ratio di pheega è ben oltre ogni livello di guardia; in cui scattano foto per riviste di moda (o copertine di pornachos. Dalle pose non è facile capirlo) ad ogni angolo e gaijin con le macchine fotografiche si aggirano in mezzo alla folla come a un safari fotografico. E allora voi magari potreste pensare che di roba nerd che a noi cipiaceci ce ne sia poca in un posto così. E allora voi potreste pensare male. Regia? Mandiamo il treno dei gol, grazie.
A Shibuya, innanzitutto, hanno aperto da un mesetto buono un bar/griglieria dedicato a Resident Evil, il BioHazard Cafe & Grill S.T.A.R.S., al settimo piano del primo edificio dello shopping mall Parco.
In realtà è tipo un bar normalissimo,
pieno di loghi della saga e nastri da scena del crimine
Solo che i menu sono a tema, ti puoi bere la cioccolata di Raccoon City (anche se fa schifo) e soprattuttamente i clienti non sono normali clienti
sono tutti ZOMBIE
Calzettini alla caviglia per studentesse non alle prese con tentacoli. Prego notare i modelli con Superman disegnato da un bambino di quinta elementare e Rascal il mio amico orsetto
Dispenser di sapone nel tipico stile minimalista giapponese
Un Terry Bogard alto giusto quei DODICI METRI
Devilman. Piangiamo
The Amazing Spider-Ciccio, si diceva l'altro giorno, è già nei nippocinema, mentre The Avengers (qui traslitterato ovviamente in katakana in The Avengia, i Vendicatori della Fungia) esce la settimana prossima. Il merchandising ha già superato nel frattempo il confine con l'impossibile, ha fatto il giro, ha detto buongiorno, stretto un paio di mani e ricominciato da capo. Sfornando, tipo, robe come le borsette da donna uber-costosissime di Spider-Man urende
o lo smalto per unghie di Spider-Man
Il negozio di Bathing Ape a Shibuya ha all'ingresso una statua di Iron Man
Shibuya 109 Men's vede e rilancia allora con Cap,
Thor e Hulk. PWNED. Prego notare la versione Bearbrick degli Avengers sul cartellone. Giusto pochi minuti fa, peraltro, l'amico Anr102 ti segnalava che nei combini della catena Family Mart vendono questi yogurt qui:
e siccome si dà il caso che un combini della catena Family Mart è a tipo venti metri da qui (o da qualsiasi altro punto a caso in una qualsiasi altra città giapponese, se è per questo), sbrighiamoci con questo post che, uh, c'hai da fare, ecco. /fischietta felice
Chiavette 3G con Yattacan. Soocare vodafone con le tue chiavette con coverina intercambiabile della meenchia, ché a chi diavolo vuoi che gliene freghi niente.
Una gigaesposizione di macchinine. Tipo diecimila macchinine. Tutte diverse. Tutte in vendita. Appassionati del genere con la bava alla bocca sparsi sul pavimento.
Sempre caro mi fu quest'ermo combini in cui vendevano quattro tipi diversi di Oreo
Heidi, ti sorridono i mon... AAAAAAHHHHH!
Da Tokyu Hands, in mezzo a millemila cose che ti fanno prudere il portafogli, sullo stesso piano della Heidi e dei pupazzini Disney mostruosi, c'avevano anche la maschera di gomma di Rocky Joe e quella meraviglia tigermaska lì in basso a destra. Che la signora Manhattan ti ha purtroppamente, tassativamente, guardachechiedoildivorziomente impedito di comprare.
Discorso analogo per il completo da Power Rangers. Momenti di grande tensione familiare. Ma tanto fino a sabato c'è tempo.
Il tuo progetto di comprare tutte le lattine di Pepsi con Gundam per portartele dietro, nel frattempo, si sta facendo un attimo più complicato del previsto.
Fortuna che lassù in alto c'è Pepsiman che veglia su di te. Dice: ma con quella (brutta) storia dei nomi dei ristoranti fintoitaliani a Tokyo come va?
Male, porca miseria. Male.


POST CORRELATI:

Shinjuku: ma poi uno si abitua? (L'antro アトミコ, giorno 1)

Enrico Omotesando (L'antro アトミコ, giorno 2)

Akihabara, primo attacco ninja (L'antro アトミコ, giorno 3)

Le cose che odio di te, amico giapponese (idiosincrasie e vezzi del popolo nipponico)




39 commenti:

  1. Aaaaah, era qui il "dovesapetevoi" :O

    Fanno bar a tema proprio su tutto... Non oso pensare ad un ipotetico Hentai caffè... Emh.
    *"Mi dica signore."
    "Un biglietto per Tokio, grazie."
    "Bagagli?"
    "No."
    "Ma lei è in pigiama."
    "Un Biglietto per TOKIO, ho detto."*
    XD

    RispondiElimina
  2. Alle millemila macchine ho cortocircuitato il portatile di bava!

    RispondiElimina
  3. PESCE PAPPARE Italia?... Impossubru!!

    RispondiElimina
  4. Pesce Pappare Italia. Ci andrei subito.

    RispondiElimina
  5. Ahh.. Doc, l'intero popolo nerd italico ti invidia.. Ma come fai a resistere a non comprare tuttomaproriotutto? Possiedi il rarissimo potere del Super-autocontrollo? Comunque per ovviare al problema del divorzio non ti rimane altro che organizzare un "Antro Atomico Tour" in Nerdolandia, sappi che io sono già iscritto!

    RispondiElimina
  6. Nottambulo presente. Ti invidio,Doc.

    RispondiElimina
  7. Ale è facile... compri le lattine e lasci lì i vestiti.... i vestiti li puoi ricomprare...le lattine no!!!

    Raffaele

    RispondiElimina
  8. Sapete di cosa è fatta la carta di credito del Doc? Di Adamantio! :D

    RispondiElimina
  9. ciao doc! la mia frau ed io siamo in giappone da circa due sett e 1/2 e i tuoi resoconti di viaggio ci fanno piegare dalle risate... di nomi fintoitaliani ne ho visti veramente una cifra. terribili. e ho anche la foto di un anguria quadrata da duecentodiecieuri. una fetta da 30euri...

    RispondiElimina
  10. "Heidi, ti sorridono i mon... AAAAAAHHHHH!"

    ahahahahahahahahahhah!!! oddio sto male

    RispondiElimina
  11. Spero che qualcun altro si accorga della citazione cinematografica della frase finale. Ma tranquillo, su di me puoi contare per quel genere di soddisfazioni.

    RispondiElimina
  12. Purtroppamente ti capisco... le donne sono restìe ad assecondare il fanciullo che è in noi... ti do un suggerimento: Louis Vitton... e vai giù liscio...

    RispondiElimina
  13. Come vado?
    Male! Per Dio, male!

    Citazioni fantozziane a parte, grazie per tutte le dritte Doc. Tappa sicura alle millemila macchine e se hanno Alfa Romeo fatte da paura me le pigghio tutte.
    Ormai vivo la mattina per leggere le peripezie nipponiche del Doc. In barba alle farfalle modificate di Fukushima....

    RispondiElimina
  14. Mannaggia a blogger mannaggia che si mangia i commenti lunghi, articolati e belliZZimi!! Per benl 2 volte di fila! Quindi riassumo: mentre la signora dorme, compra quello che vuoimanonpuoi e quello che vuoimainvaligianoncista, poi trovi un ufficio postale aperto ( in piena notte? Ci sarà? Certochesì, dico io) e ti spedisci tutto a nome di anr102. O a nome mio, che puoi sempre dire di avermi incontrato per caso lì a Tokio in quel ristorante improbabile.
    Tornato in Italia, dopo qualche giorno OHMAMMA arriva un pacco in cui quell'antrista pazzo ci ha messo tuttemapropriotutte le cose che volevi comprare ma a cui poi hai rinunciato.

    Svantaggi del piano diabolico:
    1. La Dogana
    2. La Signora Manhattan che mangerà la foglia dopo 2 picosecondi. Ma ormai siete a casa, hai vinto.

    RispondiElimina
  15. nuooooooooooooooooooooo

    grandissimo momento mariomerolo con debiruman!!!
    piangiamo lo stesso anche se il cartone con il manga non c'entrava una emerita ceppa (ma in italia lo censurarono comunque e non si capisce come mai...forse a causa degli avambracci eiettabili per un ipotetico telefisting? )

    RispondiElimina
  16. doc, fai un salto da Shibuya 109 per donne e scatta qualche foto ;)

    RispondiElimina
  17. Rossa Pagliacci, Pesce Pappare Italia!
    Ma Dio Brando! E' ecceziunale veramente questo associare a "cut sow" le parole (e probabile che valga anche per l'associazione degli ingredienti)

    Scusami, curiosità se è possibile. (anche se tra moglie e marito, non mettere il dito)
    Ma qual'è il motivo, tra i tanti avanzabili, dell'opposizione della sua signora, all'acquisto della sobria maschera di Tigre?

    (La memoria mi va alla collega Simona: grazie! La maschera da luchador di ritorno dal tuo viaggio in Messico, fu uno dei più bei souvenir di sempre! :DD)

    RispondiElimina
  18. Lattine con Gundam, se penso alla mia collezione mi viene da piangere!

    So che non potrò mai andare in Giappone a meno di non avere un cargo personale per riportare lattine improbabili!

    RispondiElimina
  19. Devo essere sincero, a sto giro ho meno sangue al naso del solito. grazie comunquamente per essere li al posto mio. Che la mia carta di credito non è di adamantio.

    PS: Spiega alla Signora che la maschera potrebbe tornare utile non solo nell'Antro, ma anche in certi momenti di, ehm, intimità... (sicuramente è pensando a quello che te l'ha vietataTela) xD

    RispondiElimina
  20. Il bar di resident Evil potevano farlo molto piú accattivante visto quel che avran pagato per i diritti... delusione. :-(

    RispondiElimina
  21. La maschera dell' uomo tigre è qualcosa che tutti abbiamo desiderato da bambini.

    RispondiElimina
  22. "The Avengia, i Vendicatori della Fungia" XD

    RispondiElimina
  23. Mi viene sempre piu' voglia di partire per il Giappone!

    RispondiElimina
  24. Bella lì, gente, appena tornato in albergo. Dopo aver battuto un nuovo record in consumo di miso ramen, con applauso dei camerieri e ola degli altri avventori del ramenificio.

    Oggi ho fatto un altro salto ultraveloce ad Akihabara: preso un paio di cose, scattate millemila foto, mangiato un gelato di Char al Gundam Cafè. Ne parliamo domani/stanotte. Fate i bravi.

    RispondiElimina
  25. Bravo Doc, che ci lavori anche a ferragosto che tutti se ne stanno con i piedi a mollo e quei poveri quattro gatti in citta' si conteno le dita dei piedi.

    Giusto due domande:
    Ma a Devilman hanno fatto sponsorizzare gamberetti imbanati? Ache pro?

    Scusa per l'anti-lol,ma per la storia del bar Residen Evil,con i clienti tutti zombie, era inteso che non se lo fila nessuno?

    E infine, ma che te ne fai dello yogurt dei Vendicatori?Li collezioni?

    RispondiElimina
  26. Vorrei fare l'anamnesi della foto degli Oreo.
    Dunque abbiamo in alto a sinistra gli impilati tipo patatine sottili da cinema? Sembrano anormalmente grandi.
    In alto a destra i bits. Sembrano più piccoli con che cosa? Le istruzioni per aprirli?
    In basso a sinistra... ripieni alla crema?
    In basso a destra i classici. Anche qui con le istruzioni. Affogarli nel latte?
    Doc, illuminaci?
    Sono esportabili?

    RispondiElimina
  27. Ilario Gradassi:
    Quelli in basso a sinistra hanno una qualche farcitura al limone. Gli altri sono solo Oreo di diverso taglio, ma sempre col peso specifico del plutonio.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ginny Hermione27 luglio 2013 11:21

      In un'altra nippofoto ho visto degli Oreo con il ripieno marroncino anziché bianco come quello canonico e ho supposto che quel ripieno fosse simil-nutella. Confermi la mia supposizione, Doc?

      Elimina
  28. Shoryuken:
    a) Ah, boh
    b) No, nel senso che quei due nella foto (una coppia di Hong Kong) sembravano proprio affetti dal t-virus
    c) Che ci faccio? Colazione :)

    RispondiElimina
  29. sì, ok, tutto a posto, ma la statua del Gundam a grandezza naturale?

    RispondiElimina
  30. Il cafe di R.E. carino ma hai per caso visto se è già uscito al cinema il nuoco film fatto dalla Capcom?
    Buon soggiorno e buona continuazione.

    RispondiElimina
  31. Ovviamente i giapponesi scelgono i nomi per il suono figo non per il significato,vedi robottoni nagaiani
    vi dice niente scottatura di petto?? ^^

    RispondiElimina
  32. i nomi dei ristoranti italo-giapponesi sono tra i migliori che abbia mai visto in giro per il globo, comunque invidia a mille Doc, il viaggio organizzato dall' "Antro Atomico Tour Operator", come si vocifera, ci sta tutto!

    RispondiElimina
  33. Grazie Doc, grazie.
    [ormai ho talmente gli occhi lucidi e la bava alla boca che riesco solo a ringraziarti per i tuoi reportage.

    RispondiElimina
  34. La Valtour ci spiccia casa al Doc ci spiccia...
    adattatori corrente 220/110, piccolo frasario italiano-nippo e tutti i post dell' antro sul Giappone, e affancoolo la lonely planet!
    O almeno per quanto riguarda Tokyo...

    RispondiElimina
  35. Come dicono laggiù, sugoi!!.

    Domanda: differenza tra Mandarake e BookOff? Solo gli action figures/gadget?? Sorry ma da quando ho scoperto BookOff....

    Epifania da otaku al Gundam Cafe??? A me, quasi....

    Buon viaggio & sayonara

    RispondiElimina
  36. Scott:
    Ad Odaiba, dove, tra le altre cose, hanno il gundammone, andiamo oggi.

    Jules:
    L'ho trovato abbastanza una sola. Ne parliamo tra poco nel post di oggi. Quanto ai negozi, i Mandararake che ho visto sono tutti dei posti enormi, mentre i book-off sono dei negozietti piccoli e vendono solo libri-dvd-videogiochi-cd. Visto che però i prezzi dell'usato sono applicati a membro di segugio, soprattutto sui giochi capitano gli affaroni.

    RispondiElimina

I commenti anonimi vengono eliminati dai filtri antispam e, nel caso superino i filtri, irrisi ed eliminati uguale: non usateli.

Related Posts with Thumbnails