venerdì 17 agosto 2012

24

Il Gundam gigante di Odaiba e il Capcom Bar: 'nuff saintocielo (L'antro アトミコ, giorno 6)

Gundam, Gundam, oh-oohh!
È quasi mezzanotte e siete con l'amico Anr102 in un bar di Shinjuku. È il bar della Capcom, e i camerieri stanno inscenando un combattimento tra Chun-Li e Dhalsim. Prima di servirvi cervello di zombie. Riavvolgi. Sono le sei del pomeriggio. Esci da una linea della metro per prenderne un'altra e ti senti chiamare: l'antrista Luca, anche lui in vacanza qui, ti ha riconosciuto dalla maglietta. Vi siente incontrati per caso. A Tokyo. In una delle millemila linee della metropolitana più incasinata dell'universo. Probabilità che succedesse: una su LOL. Riavvolgi. Sono le due e cinque minuti. Nello spiazzo antistante il Diver City, uno dei tanti gigaubershopping mall dell'isola di Odaiba, hai appena visto muoversi una riproduzione in scala reale del Gundam RX-78-2 alta 18 metri. Amici miei, sono Peter Rei, anche se si chiamava Amuro, ché Peter era l'amico analfabeta di Heidi. Un genuino momento emozione© che più genuini di così cercameli [...]

Riavvolgi. Sono le 12 e qualcosa. Arrivate al Diver City Plaza dall'altro lato, e il Gundam non si vede. Sai più o meno cosa aspettarti, ma quando giri l'angolo e te lo trovi di fronte, resti senza parole. Non è tanto il fatto che sia un Gundam gigante, quanto il livello incredibile dei dettagli. Sembra... beh, sembra vero. Ok, raffica di foto:
E dopo che resti lì a fissarlo con la bocca aperta e a scattare foto con l'aiFonz dribblando professionisti dell'obiettivo genuflessi e bambinetti rompimeenchia, vorresti solo vedere quel robot gigante muoversi. E lui, il robot gigante, ospitale come tutti i giapponesi, ti accontenta:
Ogni due ore parte la musica e, in un tripudio di effetti, frasi dal cartone e miccette, l'RX-78-2 gira la testa, solleva il mento, si riempie di lucine e sputa fumo dagli sfiati su petto, spalle e gambe
Ed è più o meno allora che uno ci prende gusto, e vorrebbe vedere di più. Vorrebbe vedere il robot sollevare le braccia, muovere con passo deciso in mezzo alla folla, sfoderare la beam saber e usarla per affettare in due, con eleganza, l'unico pistola tra i presenti con una maglia della juve anziché con quella numero 55 di Nagatomo come tutti.
Ed è più o meno allora, però, che uno si rende anche conto che questo non è un vero Gundam, ma solo un pupazzone bellissimo; che già così sarà costato uno sproposito; che i tempi non sono ancora maturi. Solo che mentre stai per andare via, il Gundam si gira un'altra volta a guardarti
"La prossima volta", ti dice. "Ci arriviamo".
Ah, anche ad Odaiba, alle spalle della statua, c'è naturalmente un Gundam Café. Magari qui le cameriere erano vestite davvero come Frau Bow, ma oh, senti, ciao.
Sapevi da tempo che nei negozi di Hello Kitty sono capaci di vendere QUALSIASI COSA con su la faccia dell'odiosa gattina opportunista
tipo, metti, i gadget di Hello Kitty calciatrice della nazionale o di Hello Kitty canta nei Kiss e di Hello Kitty Evangelion. Quello che fino a ieri proprio non immaginavi, però, è che quel "QUALSIASI COSA" potesse includere anche... 
 ...LA PIOVRA GIGANTE ESSICCATA DI HELLO KITTY
Il primo store ufficiale Capcom in Giappone ha aperto i battenti lo scorso aprile nel mall Aquacity, sempre ad Odaiba. Ma dentro c'è (ovviamente) tutta roba di Monster Hunter e Basara, e quindi stica. 
 Sembra New York ma non è, serve a darti l'alle-gria!
L'ingresso di Kabukicho, prima che il quartiere venisse distrutto dagli zombie in Yakuza: Dead Souls
 il giacchetto zingaro di Slam Dunk
Il robot restaurant, il tipico locale giapponese con delle cameriere robot giganti. Ma non potevate purtroppamente fermarvi, perché diretti al... 
 ...Capcom bar. Dove si entra solo grazie a una prenotazione sul posto (c'ha pensato il sempre gentilerrimo Ale/Anr102) e dopo aver sottoscritto quattro abbonamenti a vita a Famiglia Cristiana. Ora, il Capcom bar, a differenza di quelle meenchiate del bar di Resident Evil e del Gundam Café, non è un bar qualsiasi
 Certo, il menu ha dentro tutta roba tipo l'insalatina di Chris Redfield,
 il risottino di Chun-Li, 
e la pizza di Devil May Cry. Ma la cosa particolare è che si tratta di un entertainment bar. In pratica apre solo per quattro slot di due ore ciascuno, durante le quali i camerieri inscenano delle assurdità a tema. Uno ordina un dessert legato a Basara? Quelli con voce da presentatore radiofonico ti urlano una frase di incitamento medievale. Un drink di Phoenix Wright? Partono le objection! in giapponese al giudice invisibile. Oppure, metti, una cliente chiede una bistecca al flambé
e parte il duello tra lo Yoga Flame di Dhalsim e lo Spinning Bird Kick di Chun-Li. Con un terzo cameriere che da dietro alla cassa pronuncia il KO e imita il suono del contapunti, venendo proiettato immediatamente nel mito. Per la cronaca avete ordinato, tra le altre cose:
 cervello per zombie di Resident Evil
e drink con organi a mollo. A fine turno, sorteggione tra i presenti per un paio di spillette ultra-super-iper-limited-nonletrovidanessun'altraparte-credici di Resident Evil
 E indovinate un po' chi ha vinto?
Varie e poco eventuali: un avviso nella metropolitana. Attento a non lasciarci una mano, ti dice Pasqual, il premuroso cugino dell'orsetto Rascal
 fuck. and. yes. E poi di nuovo fuck. E di nuovo yes.
Nelle ultime sere ti sei tirato addirittura un paio di birre (ma col trucco)
Questa bevanda qui della Suntory, invece, nonostante sembri a) una roba zozza, o b) un omaggio ai Velvet Underground, è buonissima. In questi giorni stai ricevendo un sacco di email e di messaggi su fb di antristi che ti ringraziano per foto e meenchiate del nipporeportaggio. Beh, gente, che dire?

POST CORRELATI:
Shinjuku: ma poi uno si abitua? (L'antro アトミコ, giorno 1)

Enrico Omotesando (L'antro アトミコ, giorno 2)

Akihabara, primo attacco ninja (L'antro アトミコ, giorno 3)

Il bar di Resident Evil e l'Heidi a cui non sorride nessuno (L'antro アトミコ, giorno 4)
Akihabara, round two: Gundam Café e legnate a TTT2 (L'antro アトミコ, giorno 5) 
Le cose che odio di te, amico giapponese (idiosincrasie e vezzi del popolo nipponico)

24 commenti:

  1. Ormai aspetto le 3 del mattino per vedere il nuovo post ... Sono DOC dipendente!!

    RispondiElimina
  2. 'giorno Doc!
    Il Gundammone spacca! Gran bel post come al solito, la pletora di foto graditissima e spettacolare, sembra quasi di stare lì con te, aspettiamo le tre di domani mattina con ansia !!!!!! !!!!

    RispondiElimina
  3. Come diceva Murray in quel film della Coppola:
    E' tempo di relax, è tempo di Suntory

    RispondiElimina
  4. Come diceva Murray in quel film della Coppola:
    E' tempo di relax, è tempo di Suntory

    RispondiElimina
  5. La storia del Gundam finto è chiaramente un depistaggio. Quando ne avranno schierati abbastanza, upload del software nuovo e li mandano in Cina.

    RispondiElimina
  6. RX78!!!!!!
    Presto, i sali e un paio xi mutande pulite.

    RispondiElimina
  7. Io io io...


    ma perchè devo farmi così male la mattina presto e mi resta il magone e quell'acido invidialuronico tutto il giorno

    Bella doc continua a godertela anche per noi

    Il Gundamone:da queste foto è ancora più figata che dalle altre che circolano in giro nella rete.

    RispondiElimina
  8. Geniale DOC,

    e grazie davvero da chi, come me, quest'anno le vacanze non le fa (e nello specifico prepara l'esame di abilitazione per diventare avvocato ((si spera)) ((se no mi leggi sul giornale))).

    I tuoi reportage sono un ottimo modo per evadere dalla routine.

    Big up!

    RispondiElimina
  9. Il Gundam mettetelo pure in giardino, grazie. Seriamente (ma non troppo) parlando, arrivato all'ultima foto mi sono cappottato dalle risate, se hai preparato qualche altra sorpresa del genere avvisa prima
    Giusto per curiosità: Che roba era quel cervello lì?

    RispondiElimina
  10. Doc, ma quel seppiolone gigante è una sciarpa o cosa? Da vedere fa ben schifo e rigurgito...

    RispondiElimina
  11. Vorrei davvero fare un secondo giro in Giappone ç__ç Ci sono un sacco di cose che comunque non ho visto (e avevo preparato un viaggio infernale con tappe serrate).

    Il cervello mi piacerebbe assaggiarlo, di che sa?

    RispondiElimina
  12. Doc, secondo te è lecito definire Hello Kitty l'algida stronza (tm) del mondo animale?

    RispondiElimina
  13. pepette:
    regolare.

    Vimarn:
    gelato alle castagne

    Pony Nero:
    No, quella è DAVVERO una piovra gigante essiccata. Di Hello Kitty.

    Arno_Bleed
    Senzadubbiamente.

    RispondiElimina
  14. Di foto (e video) dell'RX78 live in rete ne ho viste tante.
    Ma è la prima volta, che leggendo, mi son sentito li in prima persona. Che hai tipo vissuto in anticipo le mie reazioni di quando alzerò la testa al cielo con la lacrimuccia di commozione per ammirare dal basso il samurai d'acciaio.
    Aspettando inutilmente che si apra, come un invito ad entrare, lo sportello della cabina vuota del Core Fighter. :')

    Grazie :')

    RispondiElimina
  15. @Arno_Bleed
    Appena vista la foto ho pensato la stessa, identica cosa.

    RispondiElimina
  16. E un giorno sarà lì, a vegliare i cieli di Tokyo, pronto a proteggerci dagli attacchi alieni... grazie RX78, per le future vite che salverai

    RispondiElimina
  17. Alle foto del Gundam sono morto, Dio mio quant'è figo! Peccato non averlo potuto vedere nel 2008 (anche se col gruppo con cui sono andato mi avrebbero preso per matto, ero l'unico otaku).
    Confermo Hello Kitty in giappolandia la trovi dappertutto

    RispondiElimina
  18. Non è che quel Gundam SEMBRA vero. Quel Gundam E' vero. Altrimenti questo blog non esisterebbe.

    RispondiElimina
  19. ps. nel nuovo OS per Mac, quei kollioni della Apple hanno tolto la possibilità di ricevere i feed rss in Mail. Ma quanto sono palliaccitaliani?
    E così devo ricordarmi di leggerti... tztztzttz. :)

    RispondiElimina
  20. bellissimo il gundam gigante. domani ci vado... mi dai delle ottime dritte! grazie doc..

    RispondiElimina
  21. Bello il Gudam veramente molto figo, prima che chiudessero il museo della Bandai potevi, se non errore, entrare nel compit.
    Buona continuazione e verifica se lì è uscito l'ultimo film di R.E. della Capcom.

    RispondiElimina
  22. Mi permetto la battuta giovine? Si, me la permetto. :D

    Solo che mentre stai per andare via, il Gundam si gira un'altra volta a guardarti: La prossima volta", ti dice. "Ci arriviamo".

    Lo sai che sei un cojonazzo? AHAHAH!

    PS
    Bello il botta e risposta con Arno_Bleed :DD

    RispondiElimina
  23. So solo che ora voglio la giacchetta dello Shohoku.
    Quella di Mitsui, if exist.

    P.S. polemico:
    No, sul serio tu te ne vai in Giappone ed hai solo l'iFonz per scattare foto?
    Che il Gundammone si merita di meglio, una mirrorless se proprio non vuoi fare il pistole professionista dell'obiettivo.

    RispondiElimina
  24. Paolo Pugliese24 agosto 2012 20:57

    E io che son andato in vacanza a Roseto degli Abruzzi.

    RispondiElimina

I commenti anonimi vengono eliminati dai filtri antispam e, nel caso superino i filtri, irrisi ed eliminati uguale: non usateli.

Related Posts with Thumbnails