martedì 21 agosto 2012

64

Clonywood, quando Hollywood copia Hollywood

Oggi è un fenomeno molto, molto meno diffuso rispetto agli anni Novanta, ma comunque presente. E' la grande botta di creatività messa in campo dalle teste pensanti degli studios hollywoodiani quando si accorgono che altri studios hollywoodiani hanno intenzione di girare un certo film su un certo argomento. E così decidono, visto che sono creativi pagati milioni di dollari, di farlo pure loro. Nascono i film gemelli. Le pellicole toccamiciccio cicciomitocca. Che non solo parlano della stessa roba (quello a Hollywood succede SEMPRE), ma escono spesso a poche settimane di distanza le une dalle altre. E nessuno dice niente. Cioè, a parte "ma andate a lavorare, pezzenti". Signori della giuria, ecco alcuni tra i casi più vergognosamente vergognosi [...]

DEEP IMPACT E ARMAGEDDON
Il primo è della Paramount ed esce l'8 maggio del 1998, il secondo della Touchstone, e arriva il sala il primo luglio di quello stesso anno. La battaglia al botteghino la vince Armageddon, che incassa molto più del rivale. Quella nel cuore degli spettatori, in fondo, pure: ché meenchiata assurda per meenchiata assurda (ricordiamo in Deep Impact la grande tecnica di sopravvivenza all'impatto con l'asteroide approvata dagli Iron Maiden: di corsa sulle colline con la motoretta), almeno in Armageddon c'era la Liv Tyler ancora bellissimissima degli esordi.
DANTE'S PEAK E VOLCANO
Avrete intuito che la forza dei film cloni scorreva potente nel sottogenere delle pellicole catastrofiche da guardare con una mano in tasca. Un anno prima degli asteroidi era toccato ai vulcani. In Dante's Peak - La Furia della Montagna, con Pierce Briocheman e Linda Hamilton (la Linda Hamilton che ancora girava dei film), c'è un vulcano che erutta nel nordovest; in Volcano (nella versione italiana Vulcano - Los Angeles 1997), con Tommy Lee Jones e Don Cheadle, spunta un vulcano sotto LA. Toh, un vulcano. Incassa un po' di più il primo (uscito il 7 febbraio del 1997), meno il secondo (25 aprile). Che però rimedia molte più pernacchie da geofisici e vulcanologici di tutto il pianeta. Ah, [precisino della fungia alert] Twister e Tornado! non valgono, perché il secondo era un film per la tv.
Z LA FORMICA E A BUG'S LIFE
La guerra delle formiche in computer graphic combattuta tra Dreamworks e Pixar nell'autunno del 1998. A quanto si legge su uichipìdia, Jeffrey Katzenberg (che nel '94 aveva lasciato la Disney per creare Dreamworks), sostiene che l'idea per il film era in giro sin dal '91. Disney dice invece che no, non è vero, è una roba che risale all'88. A ogni modo, Katzenberg decide di girarsi il suo film di formiche (il primo film d'animazione Dreamworks), Lasseter si incazza, vanno avanti per un po' delle trattative. Riassumibili grossomodo nel seguente dialogo: "Spostiamo Antz se voi non fate uscire A Bug's Life negli stessi giorni de Il Principe d'Egitto, ok?", "Sooca". E così Antz (in Italia Z la Formica) arriva di corsa nelle sale ammerrigane il 2 ottobre del 1998 e incassa in tutto 171 milioni di cucuzze. A Bug's Life - Megaminimondo segue a ruota il 25 novembre di quell'anno, ma di cucuzze a casa ne porta 363 milioni pur non avendo le voci di Stallone, Woody Allen e tutta quell'altra gente lì. 
TOMBSTONE E WYATT EARP
1993. Il successo planetario di Balla coi lupi e Gli Spietati ha ridestato un certo, effimero interesse degli studios hollywoodiani per il genere western. Il che significa che saltano fuori due film che, tra tante storie e personaggi nell'epopea della frontiera americana, decidono di raccontare DI NUOVO la sfida all'O.K. Corral. Wyatt Earp, Doc Holliday e tutti quei baffi a manubrio. La Buena Vista tira fuori la vigilia di Natale del '93 Tombstone, con Val Kilmer e Kurt Russell, battendo sul tempo la Warner e il suo Wyatt Earp (con Kevin Costner, Dennis Quaid e Gene Hackman), che esce invece il 24 giugno del '94. E incassa meno della metà. Parliamo comunque di cifre modeste, per gli standard hollywoodiani, ché del western sembrava comunque non fregare purtroppamente già più niente a nessuno. 
BABE E GORDY
Dribblando veloci le somiglianze tra The Truman Show ed EdTV (che sono usciti a un anno di distanza e sono film distinti da un piccolo ma FONDAMENTALE particolare), passiamo al prossimo caso in esame. A quante persone potrà interessare mai la storia di un porcelluzzo coraggioso? Parecchie, se il film si chiama perl'appuntamente Babe - Maialino coraggioso e lo gira la Universal, che per il disturbo si porta a casa più di 250 milioni di verdoni e un Oscar per gli effetti speciali. Molto poche invece, sembra, se la stessa idea la porta su pellicola la Miramax. Non tutti sanno che poche settimane prima di Babe (uscito il 4 agosto del '95), arrivò in sala anche il maialino Gordy, protagonista dell'omonima pellicola (12 maggio) che non si è incoolato di striscio nessuno. Non ci fossero stati dietro la Miramax e uno script vecchio di oltre vent'anni, sembrerebbe la storia di uno di quegli instant-movie tarocchi della Asylum, tipo Almighty Thor.  
LEVIATHAN E THE ABYSS (E TUTTI GLI ALTRI)
Il 1989. Il grande anno degli horror fantascienzi sottomarini. L'anno in cui ogni studio di Hollywood e il suo dentista ti uscivano a tradimento film su creature misteriose in fondo al mare. I più celebri sono The Abyss (in Italia senza l'articolo; di James Cameron, con Ed Harris, Michael Biehn e Mary Elizabeth Mastrantonio; 9 agosto 1989) e, con un distacco enorme, Leviathan (della Filmauro, con Peter Weller, 17 marzo). Ma ci sono anche Creatura degli abissi (Deep Star Six della Carolco, 13 gennaio), The Evil Below, Lords of the Deep di Roger Corman e The Rift.
MISSION TO MARS E RED PLANET
Che nel 1992, cinquecento anni dopo la scoperta dell'America, escano due film dedicati a Colombo (Cristoforo Colombo: la scoperta, con Marlon Brando, Tom Selleck e Catherine Zeta-Jones, e 1492: la conquista del paradiso, di Ridley Scott) ci sta, chiaramente. Ché quando ti ricapita un anniversario del genere. Ci sta invece molto meno che due film sulla conquista prossima ventura di Marte arrivino tutti e due nel 2000: Mission to Mars di Brian De Palma (Touchstone, 10 marzo) e Red Planet di Antony Hoffman (Warner, 10 novembre). Facevano abbastanza pena e schifo entrambi, va detto.
THE ILLUSIONIST E THE PRESTIGE
Ma quello dei film cloni, si diceva all'inizio, non è un fenomeno che ha interessato solo gli anni 90. La politica da specchio riflesso senza ritorno delle major è evidente a partire dal titolo anche in pellicole come The Illusionist (di Yari Film Group, con Edward Norton, uscito il 18 agosto del 2006) e The Prestige (Touchstone, di Nolan, con Bale, Wolverine e un sacco di altra gente, 20 ottobre). E di illusionismo parla anche Scoop di Woody Allen (28 luglio), giusto per. Tre film sugli illusionisti nel 2006. Un caso? Noi di Voyager crediamo di LOL. Ah, tra The Illusionist e The Prestige ti era piaciuto di più... boh, un attimo, non ti ricordi. Fai ancora confusione.
Ok, ma da allora sono passati altri sei anni. Ce la saremo pur lasciata alle spalle questa brutta storia dei film-gemellini, no?

CENTURION E THE EAGLE
Ma quando mai. Quante probabilità ci sono, su una scala da nessuna a nessuna, che si realizzino casualmente a distanza di pochi mesi due film che parlano della 9a legione romana che ha sbagliato strada in Caledonia? Centurion di Neil Marshall (con Michael Fassbender) esce il 23 aprile 2010 e non incassa un'infiocchettatissima; The Eagle (con Channing Tatum e Donald Sutherland) segue a ruota nel gennaio del 2011 e rimedia un piatto di lenticchie. 
BIANCANEVE E BIANCANEVE
E IL CACCIATORE
E ancora: tutta questa voglia di tirar su due adattamenti moderni della fiaba dei Grimm PROPRIO nel 2012? Biancaneve (Mirror Mirror, 30 marzo) di Tarsem Singh e Biancaneve e il cacciatore (Snow White and the Huntsman, 30 maggio) di Rupert Sanders? Hai visto solo il secondo e non ti ha fatto digerire la cena. Però Charlize Theron è una regina cattiva che levati, proprio.


64 commenti:

  1. Scopro ora come il logo di MISSION TO MARS sia giga identico a quello di MASS EFFECT!

    RispondiElimina
  2. Non facevano lo stesso anche coi comics?
    ad esempio swamp thing/man thing e xmen/doom patrol usciti lo stesso anno.
    Dev'essere un vizio americano...
    La cosa strana è che l'anno in cui uscirono xmen/dp uscì in Giappone anche cyborg 009 con tematiche simile agli altri 2,telepatia?

    RispondiElimina
  3. The Prestige è di Nolan, non di Norton ;)

    (Ed è un gran bel film, anche se il suo clone non l'ho visto)

    RispondiElimina
  4. Vale anche ricordare le locandine fotocopia?
    Ieri rivedevo Watchmen e mi sono accorto di quanto il team dei protagonisti ammucchiati al centro di una metropoli devastata ricordi la locandina di Avengers.
    O che dire del primo piano di Rorschach DI SPALLE, in mezzo a due file di palazzi e del Joker del Cavaliere Oscuro DI SPALLE, in mezzo a due file di palazzi?

    RispondiElimina
  5. Armageddon nel cuore dai <3 E cmq anche nell'altro Biancaneve c'è una signora regina cattiva: Giulia Roberts, mica pizze e fichi ;) Dai Doc voglio (vorrei) un post sui tuoi pareri a proposito del calciomercato della tua Inter, soprattutto su questo scambio Pazzini-Cassano.

    RispondiElimina
  6. Punkers
    Vabbè, che sarà mai (corretto) :)

    92Bonny92
    Domenica. Domenica si ricomincia.

    ManjiClan:
    quella delle locandina è una storia incredibile. Ce ne sono decine e decine tutte uguali. Prima o poi ci torniamo.

    RispondiElimina
  7. Questo commento è stato eliminato da un amministratore del blog.

    RispondiElimina
  8. Che i commenti anonimi non sono accettati e il tuo sta per essere cancellato, temo :(


    Ah, gentaglia: stasera BATMAN. Rece in nottata.

    RispondiElimina
  9. Per l'anonimo amico in buona fede (metti il nick nel campo Nome o loggati, i commenti anonimi da queste parti non sono graditi): è semplice. Truman non sa di essere ripreso, Ed di Edtv invece sì.

    RispondiElimina
  10. Il majalino Gordy,pero' no.Dai.
    Questa e' una scopiazzatura bella e buona.


    Un altro esempio che mi viene in mente,magari i film sono completamente diversi,ma ci si puo' confondere con Warrior e The Fighter, usciti giusto per non confondersi entrambi il 4 marzo 2011.
    Giusto per.

    Magari uno voleva vedersi un film sul pugilato un pelino serio, e poi si ritrova davanti a una pellicola che proietta due fratelli supersayan che battono i piu' esperti del mondo perche' loro sono i protagonisti.
    Yeepeeaye.

    RispondiElimina
  11. Queste accopiate non le ho mai capite nemmeno io.
    The Prestige e The Illusionist sono godibili entrambi anche se ho apprezzato più il secondo per come è concepita la trama, sicuramente più verosimile.
    Il primo si aggrappa alla solita rappresentazione fantascientifica di Tesla inventore geniale e incompreso che ringraziamo per la corrente alternatta ma sul cui conto non si capisce dove finisca la verità e dove iniziano le panzane alla Voyager.
    In merito a Biancaneve, se il parametro sono le gnocche presenti, vince a mani basse quello con la Theron; la Roberts non mi è mai piaciuta.

    Aspetto fiducioso un opinione su Batman.

    RispondiElimina
  12. "illusionist" é scialbo, banale, piatto e senza alcuna idea
    "the prestige" é un capolavoro di ritmo, struttura, ha un montaggio pauroso (come ogni film di Nolan dal primo "Following" a tutti quelli successivi) ed é pieno di idee...e c'é David Bowie che fa Nikola Tesla...che je voi dí?

    RispondiElimina
  13. oltretutto nell'anno in cui escono pure Grimm e Once upon a time... vedi tu... :)

    RispondiElimina
  14. Questo commento è stato eliminato dall'autore.

    RispondiElimina
  15. Doc, hai dimenticato che nel 2004 è uscito il remake de l'aba dei morti viventi di Snaider seguito dalla commedia de l'alba dei morti dementi .
    Poi è uscito pure la terra dei morti viventi di Romero, che però è del 2005, ma si capisce che o non sono riusciti a farlo uscire in tempo nel 2004 o hanno saggiamente aspettato che gli altri due film si scannassero al botteghino prima di distribuirlo.
    Almeno credo.
    Per altro tutto questo mi ricorda un numero della serie DC di Catwoman, quella uscita dopo Ora Zero, dove un produttore cinematografico di serie B le commissionava il furto dello uno script di un futuro blockbuster hollywoodiano in modo da farne un clone da distribuire in anticipo nel mercato home video.
    Chissà a chi si rivolgono invece le major nella realtà ..... :p

    RispondiElimina
  16. Ah ah ah grande Drakkan abbiamo gli stessi gusti! ;-)

    RispondiElimina
  17. Però se basta che nella locandina ci sia un personaggio inquadrato "di spalle" e qualche elemento ricorrente (pioggia, palazzi), di cloni se ne trovano a quintali. Immagino che le locandine incriminate di Watchmen e Dark Knight siano queste http://ohmars.files.wordpress.com/2008/11/watchmen-rorschach-poster.jpg e http://www.soundonsight.org/wp-content/uploads/2010/05/the-dark-knight-joker-poster-500w1.jpg.
    Più fastidiose queste uscite ravvicinate di film con tema molto specifico (casualità credibile come Ruby nipote di Mubarak... ).

    @ DOC: mi raccomando rece sine spoiler: purtroppamente nei prossimi giorni non riesco a vedere TDKR

    RispondiElimina
  18. anche se è tutto un altro discorso ci sarebbe buona parte della filmografia dell'Asylum

    RispondiElimina
  19. Tra gli instant movie Asylum-style c'è un notevolissimo Carnosaur, uscito due settimane prima di Jurassic Park e fatto con uno sputo e una cannuccia... ergo, da vedere assolutamente.

    RispondiElimina
  20. Maiorana, Noctulis:
    Della filmografia Asylum si occupa lo ziu antunellu negli appositi post linkati quando si parla di Babe.

    RispondiElimina
  21. Val Kilmer è troppo presente in questi film, perciò non può essere altro che colpa sua e dopo essersi accorto dei suoi errori, per depressione, si è buttato sul cibo, questo spiegherebbe molte cose. D:
    The prestige e the illusionist, se non ricordo male, mi erano piaciuti, ma quale dei due o tutti e due è ancora un mistero. Tutt'ora non li continuo a mescolate, tra dita mozzate, Tesla (giustamente se c'è lui non poteva non esserci o mistero o voyager), Hulk, Batman e Wolverine...
    @Gaunt Noir è vero, è quasi lo stesso font D:

    RispondiElimina
  22. ops....quando si legge di fretta...

    RispondiElimina
  23. Si dice che anche Le follie dell'imperatore e La strada per Eldorado fossero identici. Se non che la Disney, messa in guardia dalla sua intelligence sul lavoro della Dreamworks, decise di cambiare direzione. La storia de Le follie dell'imperatore venne girata e rigirata come un calzino. Andando a risparmio sulle ambientazioni riuscirono a mettere insieme comunque il film. E, a mio avviso, rimane uno dei più divertenti che la Disney abbia prodotto in tempi recenti.

    RispondiElimina
  24. I peggiori della lista sono sicuramente i due sui vulcani, che per mia disgrazia all'epoca vidi entrambi. Ero piccola e sprovveduta ma ricordo chiaramente di essermi rotolata dalle risate alla scena dell'eroe di turno che si tuffa in un laghetto di acqua corrosiva per spingere una zattera e non viene sciolto all'istante perché ha un fondamentale strato di vestitini in cotone che lo protegge :-| (non chiedetemi in quale dei due film ci fosse questa scena, non ne ho idea)

    RispondiElimina
  25. mi vengono da dire 4 cose:

    1. a bug's life era infinitamente più bellissimo di z la formica (dreamworks 4 pere subite e a casa)

    2. anche se the abyss era sicuramente un film più complesso e interessante, io le creature di leviathan me le sogno ancora la notte a distanza di vent'anni

    3. l'unico film decente in cui ha recitato quel truzzo di channing tatum è stato "guida per riconoscere i tuoi santi" ( e forse manco era merito suo)

    4. a me red planet era piaciuto parecchio e mi aveva inquietato non poco...no dai doc non mi ritirare la tessera!! su per favore sii ragionevole!!

    RispondiElimina
  26. Di esempi di cloni simultanei non me ne vengono, ma ultimamente ho visto per la prima volta, lo ammetto, Fahrenheit 451. E io che pensavo, all'epoca, che Equilibrium fosse un film originale!
    Belli entrambi, per carità, ma appena ho visto i pompieri con il lanciafiamme che bruciavano i libri nello stanzino segreto della vecchia l'"ispirazione", o la "citazione", è stata evidente.

    RispondiElimina
  27. PS: ovviamente di Fahrenheit 451 non ho, mea culpa, neanche letto il libro, quindi non so quanto il film sia a questo fedele.

    RispondiElimina
  28. vabbè ma al di là della pootanata della collinetta Deep Impact non è poi male... trasmette la giusta tensione visto il tema. Cioè dai non può essere peggio di Armageddon "atterriamo sui meteoriti e piazziamo le bombe" :). Sugli altri direi che Bug's Life è infinitamente superiore a Z la formica, mentre devo recuperare Red Planet, che a me Mission to Mars era pure piaciuto (tranne l'alieno finale che era meno realistico di un videogioco per PS2) ma l'idea che il famoso volto su Marte fosse effettivamente, LOL, un volto mi aveva gasato all'epoca..

    RispondiElimina
  29. Omoragno:
    Citazione. Ché Fahrenheit 451 (il romanzo), con i suoi libri bruciati, è un classicissimo del mondo fantascienzo. Cospargiti il capo di cenere di libri e corri a leggerlo.

    Mars:
    Il problema dei film di robe marziane è che c'è un pre e un post-Giacobbo. Non potremo più vederli con gli occhi di prima, ora che sappiamo che c'entrano i templari.

    RispondiElimina
  30. The Abyss per me è un film con i contro cosiddetti, girato da un Cameron "prima maniera" che si è inventato l'impossibile per farlo. Leviathan è qualcosa di inguardabile, che cloni de "La Cosa" ce n'è già troppi.
    Ahhh the Prestige, il film con Dark Claw XD

    RispondiElimina
  31. sì, sta moda del "copio un'idea e faccio uscire un film un mesetto prima, malrifinito e malcagato nella speranza che la gente si confonda e dia tutti i soldi del tuo film a me" è veramente ridicola. Ma a sillywood continuano a provarci anno dopo anno nella speranza che funzioni.
    Nel particolare
    Sì a Deep Impact vs Armageddon. Avevano tutti e 2 un loro perchè e il primo colla scusa di non avere il budget approfondiva l'angoscia della catastrofe.
    Dante's peak e Vulcano non pervenuti (mi rifiuto).
    Tombstone vs Wyatt Earp molto carini entrambi, duri e non apologetici. E Kevin Costner in un western vuol dire qualità.
    Mission to mars e red planet esempio gigantesco di copia spudorata (tra l'altro due films meh).
    The Prestige due spanne sopra a The Illusionist, salvato solo da Norton (no, jessica biel non tiene in piedi un film).
    Infine, the Eagle vs Centurion vince the Eagle a mani basse. Buddy movie di epoca tardo imperiale ben fatto vs porcata dove ci infiliamo pure la storia d'amore con la celta.

    RispondiElimina
  32. grazie red tiger per la risposta

    invece nessun grazie al doc temo :(

    RispondiElimina
  33. @girellalover- coi comics è sempre stato plagio spudorato. come quella volta che la marvel se ne esce collo squadrone supremo, coi doppi di superman, batman, lanterna verde e wonder woman. Adesso invece per copiare superman hanno Sentry.
    tutti gli ultimi anni hanno fatto diventare i nova corps una versione marvel dei green lantern corps. D'altro canto Flash ha quicksilver. Batman ha Nighthawk. Captain america ha guardian. A un certo punto, accorgendosi di quanto sono stereotipiche queste figure, Alan Moore ci ha pure fatto watchmen, per dire. Poi Kurt Busiek ci ha fatto Astro city, La image ci ha fatto Authority. e via senza fine.

    RispondiElimina
  34. mi si crocifiggerà in sala mensa per gli appunti da precisino della fungia (magari già fatti ma son di corsa e non ho letto tutti i commenti):

    Era Z ad avere il doppiaggio stallonico e di Woody Allen (da noi ha mantenuto Lionello, figata).
    Invece parlare di clone per The Illusionist e The Prestige mi pare azzardato, che apparte i protagonisti machi ta palcoscenico altro in comune non hanno.

    Tutto il resto è tristamaaaante vero.

    RispondiElimina
  35. ng:
    Aehm.

    ma di cucuzze a casa ne porta 363 milioni pur non avendo le voci di Stallone, Woody Allen e tutta quell'altra gente lì.

    Non li fanno più i precisini della fungia di una volta :D

    RispondiElimina
  36. Recentemente Hollywood sforna pochissime idee originali, e tende a ricilare da altri film, fare adattamenti di fumetti, libri ecc..
    Mi mancano quei cari vecchi plot e personaggi inventati ad hoc per il grande schermo..

    RispondiElimina
  37. The prestige, tra l'altro rivisto l'altro ieri, è un bellissimo film, che tiene col fiato sospeso all the time e quando la regia di nolan ti spinge pian piano a capirne il "trucco" arrivi ai titoli di coda con un piacevole "wow man wtf ?!?"... Insomma, ti lascia davvero balbo;
    per quanto riguarda the illusionist, ammetto di non averlo mai guardato tutto, di essermi sorbito solo diversi spezzoni, e mi permetto di dire che come film è proprio piatto su tutti gli aspetti, non basta qualche filtro arancione: a prescindere dalla data di uscita, se dovessi gridare al copione indicherei norton dei miei cojon....
    E per quanto riguarda jessica biel, bella quanto volete ma può tranquillamente farmi una

    RispondiElimina
  38. Dopo l'abbinata "A Bug's Life - Z la formica" non si può non rivangare "Alla Ricerca di Nemo (2003) - Shark's Tale (2004)"

    Ed i vari Narnia / Terabithia / Spiderwick / Bussola d'Oro dove li mettiamo?

    RispondiElimina
  39. Molti "doppioni" tra quelli elencati non li ho visti, ma la gara di magia la vince The Prestige a mani basse.
    The Illusionist e Mission to Mars bocciati, il secondo a malincuore.
    Promosso invece Leviathan, che non arriva ai livelli di profondità (ah-ah) di The Abyss, ma per il genere "Gruppo di 5+ persone inscatolate insieme a qualcosa di mostuoso nonché minaccioso" si lascia guardare piacevolmente.
    Metterei quasi nello stesso genere, anche se sono un po' diversi, Below e Deep Rising. Il primo è bello psicologico e anche parecchio claustrofobico, il secondo è ambientato su una nave da crociera ma ha uno dei mostroni (le ottoie) che più mi sono piaciuti in questo genere!
    Ah Doc, grazie; con questo post ho scoperto i film della Asylum, mia grande lacuna del trash. Almighty Punithor va recuperato adesso.

    RispondiElimina
  40. fantastico, avevo mezza idea di scrivere anch'io un articolo del genere tempo fa, mi hai risparmiato la fatica :D

    comunque vorrei suggerire, dopo i post comparativi "La Asylum che copia Hollywood" e "Hollywood che copia Hollywood", che ci starebbe bene anche un "La Cannon che copia Hollywood", dato che all'epoca pure Golan & Globus se n'erano usciti con le loro versioni fotocopiate di Indiana Jones, l'ispettore Callaghan, Guerre Stellari, Terminator ecc. (oltre a contribuire non poco a infilare nella mente degli occidentali l'idea che gli arabi son tutti terroristi, ovviamente)

    RispondiElimina
  41. Ciao, ti segnalo il caso contrario del film pixar "Newt" annunciato qualche anno fa e bloccato perchè nel frattempo è uscito "Rio" della 20th Century Fox che ha una trama di base pressoché simile.
    In entrambi i casi il protagonista (una salamandra dalle zampe blu per la Pixar e un pappagallo, pure lui blu, per la Fox) risulta essere l'ultimo esemplare maschio della sua specie costretto ad "interagire" con la sua controparte femminile, ultima femmina rimasta, per evitare l'estinzione.
    Rio è abbastanza carino, colorato e divertente, ma avrei tanto preferito vedere lo stesso argomento trattato dagli sceneggiatori Pixar.

    http://www.badtaste.it/articoli/addio-alle-salamandre-pixar-newt-cancellato

    RispondiElimina
  42. Sailorf:
    Non sapevo. Bella storia. Cioè, brutta: ché magari il film Pixar veniva davvero meglio.

    RispondiElimina
  43. NOn dimentichiamo Madagascar e quella mezza meenchiata di Uno Zoo in Fuga .

    RispondiElimina
  44. ma quant'era bella Mery Elizabeth Mastrantonio in 'Abyss'?

    RispondiElimina
  45. ops, l'emozione mi ha fatto partire una e al posto di una a

    RispondiElimina
  46. Mah, in fondo questa "guerra dei cloni" non mi pare neanche una brutta cosa. Tutto sommato i film citati sono tutti abbastanza diversi tranne (appunto) l'idea di base.

    Molto peggio il profluvio di remake, sequel, prequel, reebot, cazzi e mazzi che ci sommerge e avvilisce da anni.

    Per dire: ho appena letto che vogliono girare il remake di "Point Break"... dopo aver saccheggiato anni 70 e 80 inizia il saccheggio degli anni 90.

    RispondiElimina
  47. E poi si critica l'Asylum!!!
    PS: Gordy è un abominio, non vedetelo!

    RispondiElimina
  48. Poi ci sarebbero anche tutti quei cloni di film stranieri rifatti ad hoc dalla "premiata ditta delle idee originali ammeregane", remake creati per venire incontro alle loro capacità mentali [cit.]...
    - "un indiano in città" vs "da giungla a giungla"
    - "tre uomini e una culla" vs "tre scapoli e un bebé"
    - la trilogia "millennium"
    - "ringu" vs "the ring"
    ecc ecc...

    Primo commento dopo un lurking di millemila mesi (ho scoperto questo blog grazie alla tripla intervista ad una fiera del fumetto con Farenz e "quell'altro, coso, come si chiama" XD), spero di aver fatto tutto come si deve :D

    RispondiElimina
  49. Phantom Dusclops'9221 agosto 2012 19:37

    L'uomo Bicentenario e Paulie, il pappagallo che parlava troppo.

    Entrambi stanno con una bambina, la lasciano, tornano a casa dopo anni e ritrovano la bambina cresciuta ed amica della figlia del vicino di casa che è uguale a lei da giovane.

    RispondiElimina
  50. C'è da dire che nel mucchio per me vincono:

    Armageddon
    Dante's Peak
    Z e Bug's (a pari merito)
    Mission to Mars
    The Prestige

    il resto è tra il trascurabile e il vedibile una sera d'estate,

    Per le due Biancaneve non so (da vederli), ma a occhio pesa tanto Charlize regina cattiva.

    P.S. a me Liv Tyler anche oggi non dispiace ;)

    RispondiElimina
  51. Vabbè, smanie scopiazzotorie a parte, ma sti film fanno cag*re dal primo all'ultimo, dai! XD

    Inoltre ammetto di aver appreso dell'esistenza di Gordy soltanto adesso. Quindi, come sempre, grazie Doc! Anche se il film non lo vedrò mai.

    RispondiElimina
  52. Deep Impact a me era piaciuto, molto meno americanata di Armageddon. A difesa del secondo: Liv Tyler si farebbe guardare anche a fare uncinetto per 120 minuti :-) Ricordo che alle visioni "di ripasso" del Signore degli anelli (prima dell'uscita del nuovo episodio; don't ask) mi addormentavo secco e mi risvegliavo quando compariva lei, e quei pochi minuti, anche con quelle orecchie a punta, mi bastavano :-)
    Ringu/The Ring: l'anello ammerigano a me era piaciuto molto, mentre di quello Jap ne ho visto 10 minuti poi ci ho rinunciato; si, sono un po' allergico ai silenzi e tempi lunghissimi "orientali", ma non ritiratemi la tessera da antrista, dai, ho visto e gradito "Viaggio a Tokyo" (quello di Ozu Yasujiro, non le avventure del Doc)

    RispondiElimina
  53. Tombstone è uno dei miei film preferiti di sempre, e da quando il genere è passato di moda, è uno dei dieci western che hanno incassato di più.
    Kevin Costner iniziò ad accarezzare il progetto insieme a Kevin Jarre, sceneggiatore nominato all'oscar per Glory - Uomini di Gloria, il quale però voleva realizzare un film più corale. I due presero presto strade diverse. La sceneggiatura di Jarre diede origine a Tombstone, spettacolare action-movie western con scene e dialoghi d'antologia, e un cast tecnico ed artistico da vero e proprio kolossal.
    Costner, all’epoca re di Hollywood grazie ai fasti di Balla Coi Lupi e Robin Hood, usò tutta la sua influenza per convincere gli studios a boicottare Tombstone e privilegiare il suo film. Che è sì bello, ma come un bel documentario di History Channel, che ci informa sulla vita di una persona, ma non è bello come dovrebbe essere un bel western, che commuove, entusiasma e fa fare il tifo per i buoni. L'attenzione è costantemente su Costner (inespressivo) e i cattivi restano sullo sfondo. E, con cattivi poco interessanti, l'avventura euindi tutto il film ne risentono.
    Risultato: Tombstone, uscito nel dicembre del ’93, costò 25 milioni di dollari e ne incassò 56.
    Wyatt Earp uscì nella primavera del ’94, costò 63 milioni e ne incassò 25, diventando, insieme a Waterworld, uno dei fiaschi che stroncarono la sua carriera, a dimostrazione che non tutti i peccati restano impuniti in questa vita…

    RispondiElimina
  54. Waterworld è comunque un film godibilissimo nella sua pacchianaggine, non fosse altro per il compianto Dennis Hopper!

    Wyatt Earp un po' noiosetto invece.

    Se dovessi decidere per un bel western degli ultimi anni direi Appaloosa

    RispondiElimina
  55. sicuramente tra "Mission to Mars" e "Red Planet" vince il primo e non di poco, il secondo è troppo fantascientifico (le tute semi corazzate, il robot, gli scarafaggi), il primo lo trovo molto più realistico

    RispondiElimina
  56. altri 2 esempi di eterogenesi cinematografica: 1)il Robin Hood fighetto e politicamente corretto con Costner e quello tamarro e baffuto con Bergin (1991); 2) il tronfio 'Braveheart' di Gibson e il crepuscolare 'Rob Roy' di Caton-Jones. Poi ci sarebbero anche 'I gemelli' di Reitman e 'Inseparabili' di Cronenberg (1988), ma in effetti, a parte il fatto che entrambi parlano di gemelli (e che il primo ha rubato il nome al secondo), non è che abbiano tanto in comune...

    ps: ma quanto era bella la Mastrantonio in Robin Hood?

    RispondiElimina
  57. @amuro

    Bella per quanto brutta la Thurman sul Robin Hood baffuto :P

    RispondiElimina
  58. Mac, scusa, ma Uma Thurman è gnocca per definizione (oserei dire più di Liv Tyler...). In quel Robin Hood lo era meno del solito ( http://www.cyfraplus.pl/misc/base/galeria/robin_hood_001.jpg
    ), ma anche così, spanne sopra la Mastrantonio e decine di colleghe

    RispondiElimina
  59. avrei anche una vexata quaestio, anche se un po' a latere (diciamo pure fuori tema): perchè, katso (scusate il turpiloquio ma quando ce vo' ce vo'), nelle riunioni per decidere come ridare qualche traccia di vita a un eroe qualsiasi ormai imbalsamato, quando il solito sceneggiatore strapagato se ne esce fuori con la frase: "Perchè non trasformiamo la Ginevra/Lady Marian/Mina Harker etc. di turno in una virago guerriera appena uscita da 'Essere donna oggi' degli EELST (ovviamente lui usa altri termini), detto sceneggiatore non viene abbattuto a colpi di balestra o ascia bipenne?

    RispondiElimina
  60. Paolo Pugliese24 agosto 2012 18:33

    Màh, ti dirò.
    Tra Deep impact e Armageddon io scelgo il primo, perchè aveva un impianto molto più drammatico, realistico e coinvolgente, mentre l'altro era troppo scontatamente Michael Bay/Jerry Brukheimer, cioè cazzata fracassona a go-go, patriottarda e macho-siamo-solo-noi-americani. E poi D.I. è stato il primo film a mostrare un presidente USA di colore, precorrendo i tempi come ogni buon film di fantascienza.

    The Abyss è un capolavoro, con il quale iniziò la fissa di Cameron per le immersioni (portandolo anni dopo a Titanic) e con effetti speciali strabilianti per l'epoca (il Morphing), che poi esplosero nel successivo Terminator 2.

    Mission to Mars e Red Planet. A me, in verità, piacciono tutti e due e non sono poi tanto male. Il primo è molto agganciato con la realtà, per tematiche e tecnologia, con il tocco d'autore di De Palma (peccato per il finale ad minchiam); il secondo è un onesto action-horror shi-fi che ha il pregio di mantenere bene il ritmo ed avere sia discrete scenografie hi-tech sia quella Erinni di Carrie-Ann Moss.

    Infine, se non lo hai visto, ti consiglio di vedere a scatola chiuda Centurion (il dvd costa pochissimo); io l'ho trovato un gran bel film d'avventura in un contesto storico. E poi c'è Michael Fassbender come protagonista, il giovane Magneto di X-Men: L'Inizio...

    RispondiElimina
  61. Mission to Mars però aveva anche Connie Nielsen, l'unica donna che in un film con Charlize Theron se l'è battuta alla pari... a voi indovinare in quale film ;)

    RispondiElimina
  62. Sta roba dei film uguali è comicissima, le case di produzione si spiano tra loro peggio che USA/URSS ai tempi d'oro...

    ps Charlize è sempre Charlize....
    pps tornare dalle vacanze e recuperare ottomila post è bellissimo! :)

    RispondiElimina
  63. Il mio contributo:

    Matrix Vs. Il Tredicesimo Piano (Entrambi 1999)
    Madagascar (2005) Vs. Uno Zoo In Fuga (2006)

    RispondiElimina
  64. Ci sarebbe anche IMMORTALS VS SCONTRO TITANI!

    RispondiElimina

I commenti anonimi vengono eliminati dai filtri antispam e, nel caso superino i filtri, irrisi ed eliminati uguale: non usateli.

Related Posts with Thumbnails