lunedì 5 dicembre 2011

38

Wizard #32, aprile 1994: Il grande crossover di Batman e quell'altro, lì

Una copertina dedicata alla pietra miliarotfl dell'incontro-scontro tra Batman e il super-eroe straccione di McFarlocco. Gli anni ehi-yeah di Image, Valiant e gente dal look improponibile. Fumetti americani molto, ma molto zingari, ma anche videogiuochi da genuino momento emozione©. Rotta per gli anni Novanta, infilando a forza sotto uno scanner ormai disgustato le pagine di Wizard #32 (aprile 1994, poco meno di 4 dollari) [...]
E dicevamo. Il vecchio Frank, quando ancora non era preso a dare degli stupratori ai tipi di Zuccotti Park, o a rovinarsi da solo la potenza di The Dark Knight Returns con quel ridicolo, vergognoso, stupido, ridicolo e ancora un altro po' ridicolo sequel, ci provava affiancando al suo Cavaliere Oscuro Spawn, l'eroe delle masse, quello col mantello lungo quanto lo strascico di Kate Middleton, ma parecchio più brutto di faccia. Dovevi capirlo già allora che le cose avrebbero finito per mettersi molto, molto male
Da un film che ha fatto epoca, Terminator 2 : il Giorno del Giudizio, un videogioco che ha fatto cesso, T2: The Arcade Game. Compatibile con il bazookone Super Scope e anche con il mouse per Super Nintendo. Per tutti e tre i possessori di un mouse per Super Nintendo
Deathblow, l'eroe sincityzzato di Jim Lee, diventa protagonista unico del suo mensile, disegnato da un Tim Sale che con lo stile grafico originale del personaggio c'entrava come il mascarpone sulla tartare di tonno. Occhio a quel "More often!". Sotto, in piccolo, c'è scritto "Davvero! Credici!"
Madman ha sempre occupato un posticino speciale da qualche parte sotto il tuo ventricolo sinistro. Come del resto, più in generale, qualsiasi altro lavoro di Mike Allred. Perfino la gestione di X-Force / X-Statix con Pete Milligan, quelle storie strane con Lady D zombie e Xavier ancora più figlio di ndrocchia del normale e Scatasta che si affannava a spiegare che era tutto in continuity con le altre testate mutanti. Anche se non lo era
Anche l'universo Valiant ha sempre occupato un posticino speciale da qualche parte sotto il tuo testicolo sin... ehm. Le card. Quando c'era ancora un florido mercato di card collezionabili, con tanto di un tot di pagine di borsino su Wizard. Quando i negozianti alle fiere tipo Lucca non erano ancora passati dal "ti faccio CINQUEMILA lire per quella card speciale oloembossedfluo, giusto perché sei tu" a "ti do io cinquemila lire se ti porti via tutto il pacco ché sono pieno di questa merda, ti prego"
Vola, la linea Ultraverse. E volerà presto alla Marvel, dove verrà uccisa nel sonno
Arrivava, in quei giorni lì, una grande, coloratissima, esilarante novità sugli schermi. Silvio Pernascone. Ma questo da noi in Italia. Perché negli Stati Uniti del Petroldollaro debuttava invece l'altrettanto colorato, altrettanto esilarante e soprattutto altrettanto meh nuovo cartone animato dell'Uomo-Ragno. Quella serie durata anni e ancora oggi in riciclo coatto sui canali per bambini. Quella con la sigla tutta elettronica
(composta non già da Zed il Robot ma da Joe Perry degli Aerosmith. True story)
Le news del numero si aprono con una notizia bomba: Rob Liefeld ha ingaggiato Jim Shooter per fargli scrivere le storie dei suoi pezzentissimi Youngblood. Non sarebbe successo. Si parla anche dei "piani della Valiant per il '94", che, immagini, non includevano ancora l'esser comprati da Acclaim Entertainment e vedersi chiudere tutte le testate una dopo l'altra
Gli Entombed sono sempre stati degli alfieri duri e puri del death metal. Talmente duri e puri che nel '94 se ne escono con un disco intitolato Wolverine Blues con in omaggio un albo di Logan. Il loro ultimo lavoro è "Indiana Pipps Fanfare", con in regalo un naso di gomma
Una suggestiva pubblicità fotografica della serie regolare di The Ray, in uscita in quei giorni. Laddove per "suggestiva" intendi "incredibilmente omo"
Di BarbWire si ricorda, forse a torto, solo il film con Pamela Anderson. Del quale, a sua volta, si ricordano solo due cose. Tutte e due della medesima dimensione
E arriviamo alle pagine della vergogna, alla cronaca della genesi di questo doppio crossover Batman/Spawn, la metà Image scritta da Frank Miller e disegnata da McPupazz, con tutta quella storia della cicatrice sulla faccia di Spawn, che prima era stato il batarang di Batman e poi no, niente, era una roba fuori continuity, scherzavamo. La metà DC (Batman/Spawn: War Devil), invece, l'avrebbero fatta disegnare a un Klaus Janson tremendamente a suo agio con l'essenza del personaggio Spawn. Nel senso che come l'ha reso barbone alcolizzato lui nessuno, guarda
Come sputtanare una delle immagini più belle e significative del fumetto anni 90
Chi proprio volesse, può leggere qui le motivazioni di McFarlane. Il quale avrebbe voluto realizzare un cross-over con Spider-Man, ma aveva un certo qual timore (fondato) di esser accolto a schiaffoni forti in faccia dalla Marvel per come si erano lasciati
Mentre qui Denny O'Neil, editor del lato DC della brutta faccenda, spiega perché il loro albo non se lo sarebbe incoolato nessuno l'abbiano dovuto scrivere in TRE
Quando, mesi fa, si discuteva a queste coordinate di come il sogno della Image sia andato un certo punto in frantumi, dicevamo anche che Jim Valentino era probabilmente il tizio più fuoriposto in mezzo a quei giovani artisti nominalmente di talento. Sia perché il talento lui non l'ha mai visto neanche in cartolina, sia perché non era più annoverabile nella categoria "giovani" almeno dal 1965
A ogni modo, in una lunga intervista l'autore dell'apprezzatissimo (da sua cugina) Shadowhawk si toglie una cinquantina di sassolini dalle scarpe. Dice per esempio, il Jim, il Valentino, con il suo look da Gipsy King scappato di casa, che fu per lui un grande insulto esser considerato su Guardians of the Galaxy meno importante del colorista. "Allora te ne sei andato?", gli chiede l'intervistatore. "No, mi hanno licenziato". E partono le note del tema di Missing di Vangelis
Il giocone! Abbinate ciascun autore al suo former self infante. Hint: i due bambini che sembrano due coreani sono i due Lee. Il bimbo biondo con la faccia da schiaffi è ovviamente Rob Liefeld
Il Mega CD (in America solo Sega CD), grande pezzo di tecnologia, grande finestra aperta sul futuro, grandissima incoolata
E a proposito di futuro: chi non moriva dalla voglia di scoprire cosa sarebbe successo nell'universo Image QUINDICI MESI dopo?
Di CyberForce potremmo dire tante cose. Per esempio che era scritta dimmerda e che i suoi personaggi erano dei risibili cloni dei mutanti Marvel, dal tipo artigliato (Ripclaw. Bel nome dimmerda, complimenti) al finto Cable, passando per la gnocca cugina di Psylocke (Cyblade). Però minchia come disegnava Silvestri
Gen 13, altro grande fenomeno di allora, altro titolo i cui arretrati costavano fantastilioni, prima di finire a decorare il fondo degli scatoloni del "tutto a quello che vi pare"
Ma sì, insistiamo. L'altro giorno stavi facendo un giro alla Ubik, che da queste parti è la libreria tipo più grande che c'è, e nell'area fumetti vedi un volume enorme, una sorta di Absolute Edition Sarcazza di Spawn. Un cinque, sei chili di Spawn cartonati. Hai riso forte per mezz'ora
Dice: ma perché? Si può sapere cosa c'hai contro Spawn? Che a noi piaceva tanto-tanto? E infatti eccolo, in cima al listone dei personaggi preferiti dai lettori
Non che ci sia poi da vantarsi, se in quella lista figura anche il Capitan Marvel cinese Prime
Ma passiamo alle uscite del mese consigliate dalla redazione di Wizard. Si comincia con... ma dai? Non te lo saresti mai aspettato
Seguono, in ordine più o meno sparso, le avventure fuori dal tempo di Fenice e di quel coglione fedifrago del suo compagno, l'ovetto Kinder con la sorpresa di Jim Lee (la sorpresa è che anche se lo riportavi indietro, i due dollari e cinquanta col piffero che li rivedevi)...
Prophet #5 disegnato da Stephen Platt e scritto da Rob Liefeld (occhio a come il nome del disegnatore venga sempre indicato prima di quello dello sceneggiatore, invertendo l'ordine classico)...
Ma anche Bone, il potentissimo Ghost Rider 2099...
La conclusione di Marvels (piangiamo), il matrimonio di Rick e Marlo su Hulk (la storia dell'addio al celibato!)...
Sandman (piangiamo ancora un altro po'), il Robin tamarro iscritto ai New Kids on the Block e col pacchetto di sigarette arrotolato nella manica del costume...
Ma anche e soprattutto l'IMPERDIBILE Team Youngblood #7 e quella storia delle due Psylocke, la Psylocke ninja e la Psylocke Revanche con la permanente. Ma sì, quella storia là, quella che si intitolava "WTF?!?" (nella versione italiana "MCM?!?")
La classifica dei 100 albi più ordinati in fumetteria a febbraio '94...
...e quella degli autori più hot del momento. Tra gli scrittori c'è ancora John Byrne e qualcuno ha avuto l'impudenza di rifilare ad Alan Moore solo un 5 posto anziché il primo a vita. Tra i disegnatori, invece, al povero Texeira hanno sbagliato UN'ALTRA VOLTA IL COGNOME
Chiudiamo con la superchicca: due pagine di sproloquio in cui Todd McFarlane difende a spada tratta dalle critiche il suo amico del cuore Rob Liefeld
Meno di due anni più tardi sarebbero volati gli stracci. Nella sua infinità bontà, l'uomo con due palle da baseball così, Todd McFarò, avrebbe dichiarato: "Mai. Mai nella vita tornerò a lavorare con quell'uomo. Non mi vedrete mai più assieme a lui nella stessa stanza". E invece.





POST CORRELATI
Wizard 18, febbraio 1993: come eravamo (messi malissimo)
Wizard 21, maggio 1993: Jae Lee non è parente



38 commenti:

  1. I momenti Amarcord del fumetto anni 90 fanno sempre la loro porca figura,sono spontatei e impetuosi come i rossori e l'atteggiamento remissivo di chi riusciva a farsi turplupinare comprando sei copertine dello stesso fumetto(scritto dimmerda oltretutto...).

    p.s. Doc che il Twiste Theate stia facendo proseliti? Vista quest'oggi...
    http://9gag.com/gag/884642

    RispondiElimina
  2. Bel post, grazie dal profondo del mio cuore che, tante teste eccetera, sanguina quando si definisce l'alter ego di Kevin Green il Captain Marvel cinese
    ( io vivo ad un lancio di Batarang da Via Sarpi, la Chinatown milanese dove ha lo studio Norm Breyfogle ). Il primo anno di Prime è una roba pop che suggerisco agli antristi implumi. Norm sfodera il suo cartooning cinetico ed il suo storytelling dinamico, come direbbe il mio buon amico Aldo Biscardi. Il cattivone Doc Gross - siamo nel 1993 - è la copiacarbone del nostrano Scilipoti. La vita imita l'arte o eccetera.
    Janson è, insieme a Palmer e Sinnott, il primo inchiostatore che ho imparato a riconoscere quando avevo ginocchia sbucciate e pantaloncini corti ( Klaus non era molto + vecchio ) e ho visto crescere il Janson Touch tra le pagine dei Defenders ( matite di Sal Buscema, Gil Kane e un Keith Giffen pre Kirby e Munoz manner ) e Daredevil ( matite di un sintetico Carmine Infantino che, nei suoi giorni Marvel, ''schiacciava '' le immagini come nella ripro del cinemascope attraverso il tubo catodico, cosa che adoravo ). Klaus ha comperato un loft all'inizio di Via Imbonati ( la Casbah meneghina ) e da anni infilo nella sua cassetta postale suppliche perchè la pianti con la sua fissa x i mantelli e si metta a disegnare, inchiostrare e colorare storie di Frank Castle, di Jim Gordon o di Man-Thing.
    Se passo il ponte di Via Farini, in meno tempo di quanto ne occorra a dire Shazam ! sono in Brera dove FM ha lo studio in cui lavora da quando Marv ha provato the Old Sparkle. Anche nei primi anni novanta era uso consultare Madama Musoduro, una chiaroveggente con ufficio sul ciottolato di Via dei Fiori Chiari, che gli ha spiegato come sarebbero stati scritti i comics ad una incollatura dalla fine del mondo ( secondo i calendari pre-colombiani ). Il team up tra Bats e Spawn è stato scritto secondo queste indicazioni.
    Leggere per credere. Without prejudice, come consiglia Geo Michael.
    In corso Garibaldi, sopra il Trottoir ( locale dove soleva scrivere Andrea G. Pinketts ) vive Tex - non il ranger della SBE che si sposta tra il deserto colorato e la fermata Conciliazione della linea uno del ns tube - ma la posse composta da Texeira, Kobasic, Palmiotti and others amazing friends. Ogni qualvolta uno dei ragzzi trova la sua strada ( come Jimmy che ora vive con Amanda Conner nei sotterranei del Castello Sforzesco ), la targhetta sulla porta perde una frazione ennesima di inchiostro e Tex sembra sempre + un frammento di un dagherrotipo in cui un ceffo è wanted dead or alive. Saltares ( suo cognato ndr ) è quasi sempre accampato davanti all'uscio con un ettaro di tavole matitate da rifinire.
    Il Toddster ha preso in affitto - in pieno centro - gli uffici che negli eighties erano di un politico salutato, nel suo crepuscolo, con una salva di monetine. Per non perdere la mano, ogni tanto scende in strada davanti alla Rinascente, cavalletto e pennelli, e ritrae i turisti per un pugno di euri. L'altro giorno, un giappo che al suo paese è un tester per centrali radioinsicure ha pagato il ritratto, ha sorriso ed ha detto al McF : - Grazie, signor Medina ! - Come diceva Massimo Semerano ( il suo magazzeno è in via Torino ndr ) : sic transit Gloria Gaynor...

    RispondiElimina
  3. C'entra un po' una mazza ma X-Statix non dovevano ristamparlo in volume qui nell'Italico Stivale? No perchè magari si scopre anche come va a finire.

    Quella serie mi piaceva così tanto che compravo X-Treme X-men solo per le 20 pagine di Allred e Milligan. Peccato che il resto sia talmente vergognoso che non ho lo stomaco di mettere la serie sulla libreria; un cartonato invece ci starebbe particolarmente bene.

    RispondiElimina
  4. Eppure Gen 13 mi manca tanto tanto, era infinitamente più godibile degli X-Men... Piango...

    RispondiElimina
  5. @TeraPeta.
    Ho letto una intervista a Max Brighel - mi sembra nel sito di Antani Comics o in un link da lì - in cui si affermava che la ristampa in volumi dell'intera run di Milligan /Allred è in programma per il 2012.

    RispondiElimina
  6. Anche a me Gen-13 non dispiaceva. Tonnellate di T&A, ma i dialoghi erano divertenti e freschi.

    RispondiElimina
  7. Ma che grafiche si usavano negli anni '90??? Mamma mia...

    RispondiElimina
  8. Il momento più sconvolgente della lettura di questo post è stato ricordarmi dell'esistenza di Pitt. Ma quant'era brutto? E il suo albo stava pure quarto in classifica, ullallà.

    RispondiElimina
  9. Non ci giriamo attorno: che i fan di Spawn alzino la manina e provino a spiegare le proprie ragioni. Provino.

    RispondiElimina
  10. Io mi giustifico perchè ieri non sono stato a casa.

    RispondiElimina
  11. Sicario afroamericano pagato dal gov USA è stecchito da qualcuno di cui si fida ( Dante non è tenero con quella gente ) ed accetta il solito patto col diavolo x tornare dalla sua bella, ma nella tradiz delle pentole senza coperchi si ritrova zombie 5 anni nel futuro a guardare la sua vedova accasata con il suo miglior amico ( un classico ) ed il suo necropotere lo può trasformare solo in uno Steve Rogers rockabilly.
    Avete mai letto nulla di altrettanto drammatico, intenso e morbosamente seducente ?
    Reggono il confronto le vicende di caduchi cavalieri oscuri che ritornano a veder le stelle e a decorare di mazzate mascelloni alieni filogovernativi?
    Sono nello stesso giro di affari le tribolazioni di vigilantes non vedenti a cui il solito cattivone sbrindella quello straccio di vita da travet a cui si aggrappava prima di capire che felicità è abbracciare una ex pornodiva su di un materasso da gruppo TNT mentre fuori la tua mamma suora consola le vittime di un soldato impasticcato ?
    Suvvia signori, la risposta è dentro di voi ( ed è sbagliata, come direbbe ''quelo'' Guzzanti )!

    RispondiElimina
  12. Io ho la scusante che lo leggevo a 8 anni,comprando numeri a casaccio e quando ebbi la possibilita' di comprare il numero 2 (origgginale!!11!!) mi fece uno schifo tale che mollai la serie.Di punto in bianco.

    Alan Moore al numero 5 avra' mandato una macumba potentissima da mandare in reset il cervello dei numeri 1 sia della classifica disegnatori che scrittori.

    Doc:ma la storia di Batman pistolero?E' finita? Che siamo tutti col fiato sospeso ed alcuni di noi sono pure svenuti!!11!!!

    RispondiElimina
  13. Comunque Batman/SPawn era una merda, dai.
    e Hulk/Pitt per quanto fosse emblematico, era una figata Peter David ti voglio bene

    RispondiElimina
  14. Spawn/Batman ( quello scritto da Frank) non sarà un capolavoro come trama, ma ha una caratterizzazione di Bats all' epoca da brividi: mai visto fino ad allora un Batman così presuntuoso, bastardo e anche un pò sadico ( quando scopre che Spawn tollera il dolore fisisco se ne rallegra perchè può massacrarlo senza freni) che mi fece impressione.
    Io ho comprato tuti i numeri di Spawn della Star, ma solo per leggere Savage Dragon e la Freak Force.
    A proposito, nessuno qui ha visto i cartoni di Spawn, quelli fatti con la mano sinistra dalla giapponese Mad House e pieni di sesso e viulenza?

    RispondiElimina
  15. Alzo timidamente la manina, ma prima di farmi tanto tanto male, Doc, mi giustifico dicendo che le storie del necrofilo erano invero indecenti, Angela a parte, mentre trovavo molto godibili quelle del duo di detective della polizia.
    Ma questa mia perversione è durata solo qualche numero, poi sono rinsavito e sono passato a comprare albi Crossgen :D

    RispondiElimina
  16. @Helldorado: Ma quelle foto sono stra-bellerrime! Mamma mia! :)

    Per il resto, io non ho mai seguito in vita mia i fumetti americani, quindi non faccio testo. L'unica cosa che posso dire è che graficamente il personagggio di Spawn non è affatto male. Di più non so. ;)

    RispondiElimina
  17. Spawn mi piaceva un sacco quando avevo 15 anni. La giustificazione è che, beh, avevo 15 anni.

    RispondiElimina
  18. Peccati di gioventù, ok, va bene.
    Ma gente che è rimasta fan di Spawn e McFarlocco? Ne esiste ancora?

    RispondiElimina
  19. "sia perché non era più annoverabile nella categoria "giovani" almeno dal 1965"

    LOL

    RispondiElimina
  20. Presente DOC
    Sempre adorato McFarlane, con tutti i suoi errori e le sue aberrazioni della realtà della fisica e della dinamica.
    Ritengo che l' unico che lo sa inchiostrare a dovere sia Bob McLeod (sarà il Mc che li unisce...), lo trovo il più grande spartiacque del comcdom, non esiste chi lo ignora, o lo ami o ti fa schifo. Quando approda su Spider Man raggiunge il suo massimo creativo stuilistico per il ragno, uno stile che volente o dolente per voi bottegai e filistei ne segna lo stile per oltre una decade, autori decani ne devono seguire il family-feeling, e in casi come Sal Buscema ne hanno gran beneficio, visto che trovo l' uomo ragno del Buscema Sal alla McFarlane troppo fico e con l' arrivo di Sienkiewicz alle chine raggiunge l' aulico.
    I capelli con le permanenti assassine di Todd? I F*ckin' love them! MJ da rossa liscia a rossa riccia tipo zoccola della Salaria? Innamorato di quell' icona (allego diapositiva http://sicklygazelle.com/Images/Pictures/Hidden/Comics/mcfarlane_spiderman6a.gif ).
    Come vidi Todd (Amazing Spiderman con McLeod alle chine) mi ricordò immediatamente un fumetto che leggevo da piccolo sulle pagine dei Linus degli anni 60/70, un tale Lil' Abner, con quelle mascellone dagli angoli morbidi e anche per quelle acconciature vaporose (anche i ciuffi dei maschi era oversize) e le donnine formose e morbide...
    Non ho fatto in modo da non poterne essere coinvolto sentimentalmente, poi le posizioni impossibili che infrangevano le leggi del contorsionismo, le architetture palesemente impossibili, pronte a crollare sotto il loro peso.
    Ma cacchio, stiamo leggendo di persone che fanno cose inventate, si arrampicano sui palazzi e aderiscono nonostante sono coperti di vestiti da cima a fondo, vengono da un altro pianeta, volano, hanno la vista termica; e mi preoccupo se un palazzo è sottile come una rivista patinata e sopra c'è un obelisco grosso come la piramide di Cheope?
    Questione Spawn, agente CIa ucciso in missione dallo stesso governo USA, fantapoliticalthriller, patto col diavolo per farlo tornare in terra dall' unica persona che amava, ammore, l' inganno del diavolo che lo fa soffrire, lo riporta sì in vita ma anni dopo la sua morte, in un mondo che è dovuto andare avanti e assestarsi dopo la sua morte, moglie risposata col suo migliore amico (questa per me apologia di reato, piuttosto mi taglio gli zebedei ma so gusti...), l' amico di cui sopra gli da pure una figlia visto che tu oltre essere un trapassato cornuto e tradito dal tuo governo, non eri buono per il re e neanche per la regina! Poi la lotta tra Malebolgia e le forze del cielo, insomma, gli elementi c' erano.
    Poi è andato tutto a meretrici...
    Io per primo ho mollato TUTTI i fumetti lustri or sono per un sacco di motivi che non vi sto a dire.
    Todd e Spawn hanno avuto influenze anche nella musica, la cover di Follow thr leader dei Korn fatta dal dinamico duo (McFarlane /Capullo)
    http://goodcomics.comicbookresources.com/wp-content/uploads/2008/12/korn.jpg
    oltre al video del primo singolo Frak on a leash
    http://youtu.be/ReCBzWWb2Rk
    fino ad arrivare ad un concept album, The Dark Saga dei Iced Earth, dedicato tutto a Spawn, dove sempre i soliti due hanno trealizzato la cover che poi è un poster pieghevole. Inutile dire abbia il cd originale© e non tiro fuori il booklet per non rovinarlo.
    allego link alla playlist del disco
    http://www.youtube.com/watch?v=ii8tZ5UxqCw&feature=results_main&playnext=1&list=PL6B65828901757B53

    Insomma Doc, se ceravi un fan di Todd, eccomi, come dico sempre parafrasando De Sica figlio, io so frocio per Todd McFarlane

    RispondiElimina
  21. Bravo, Adriano, ché ti prendi le tue responsabilità.
    Un giorno, magari, anche i vecchi fan di Liefeld verranno alle luce. Perché esistevano anche quelli, eh. Oh, se esistevano.

    RispondiElimina
  22. Però... piacevole questo numero di Wizard.
    Mi verrebbe da fare una domanda, ma forse finirei per passare per niubbone...

    RispondiElimina
  23. Personalmente , non credo che la Marvel avrebbe preso a schiaffoni Tood se le avesse proposto il team -up con Spiderman.
    Anzi , dopo un rapido calcolo dei possibili incassi gli avrebbero pure baciato i piedi e non solo .
    Ma poi, a chi frega se Spawn oggi non se lo fila più nessuno?
    Mc Farlane i miliardi li ha fatti.
    Io firmerei col sangue per creare un personaggio che mi facesse incassare tutti quei soldi ,venire dimenticato qualche anno dopo ed essere perculato su un blog straniero ! :)

    RispondiElimina
  24. @Sam: non sono d'accordo. Quella dirigenza Marvel non l'avrebbe affatto accolto a braccia aperte. E di sicuro non avrebbe visto di buon occhio un'operazione che legittimiva ulteriormente il ruolo di SPAUN come personaggio dell'anno.
    Del resto lo stesso Toddster, megalomane e vendicativo com'era, col piffero che avrebbe fatto qualcosa legato alla Marvel. Penso che quello che dice nell'intervista, ossia che i tempi non erano maturi per un crossover di quel tipo, vada inteso anche in questo senso.

    RispondiElimina
  25. @Mitch
    Non sono d'accordo:la Marvel ha chiamato Liefed e Lee per rivitalizzare gli Avengers e gli F4, facendo pure, già che c'era un pò di crossover Image/Marvel .
    Se hanno fatto Spiderman/Blacklash, perchè non Spawn/spiderman ?
    In compenso, la Marvel ha pensato bene di creare una copia di Spawn, ovvero Nightwatch, visto che Spawn era una scoppiazzatura di Prowler della Marvel con un pò di Venom.
    E per rispondere al Doc, ecco chi si ricorda dell' eroe di Mc Farlane oggi


    http://spawncollection.blogspot.com/2010/01/1994.html

    C'è di tutto, anche i cameo e le parodie apparse in altre testate del tempo.

    RispondiElimina
  26. Lee e Liefeld, Sam, non erano i "capirivolta", e non hanno mai detto della Marvel quel che ne ha detto il canadese. Non è un caso, del resto, che proprio in quel tripudio di crossover con Wildstorm, Top Cow e tutti gli altri studi, non sia mai entrata in ballo la TMP. Non ricordo alcun crossover TMP/Marvel, ma magari sbaglio. Il superfan di Spawn, invece, credo sia in realtà il Doc, in cuor suo grande ammiratore di McFarlane. :)

    RispondiElimina
  27. da notare come, nella pagina in cui si pubblicizza il nuovo cartone animato sull'Uomo Ragno degli anni novanta, ci siano solo disegni dell'Uomo Ragno fumettistico, disegnato da Mark Bagley se non sbaglio, ovvero quanto di più lontano poteva esserci graficamente dall'Uomo Ragno di quei cartoni animati (come fatto notare nello screenshot sottostante, suppongo)

    RispondiElimina
  28. cavolo! alzo anch'io la mano.... faccio outing e sono doppiamente colpevole! l'x force di liefeld quando ero ragazzetto era per me motivo di giuoia.. ma perdoantemi! ero giovine! ;)

    RispondiElimina
  29. A me "da-piccolo" Spawn piaceva per il senso di novità, il CONTATORE sui poteri(altra idea sviluppata a membro di segugio), il mistero (che piano piano mi son reso conto che neanche Todd sapeva che strada prendere e del mistero -WHOOFF- solo fumo..) e a un certo punto GREG CAPULLO.
    Greg inizialmente mi faceva cagare, ma poi è esploso e dio-che-meraviglia.
    Ovviamente anche i disegni del primo Todd mi accendevano anche se le sue mani erano ridicole e poi come quasi tutte è peggiorato.

    E ammetto senza pudore di aver amato anche Rob L.
    Di rob mi piacevano alcune idee scopiazzate, alcuni personaggi, mi divertivano i disegni tutti storti e quella merda di colori insensati... Poi adoravo Die Hard, ma anche per merito del (mio amore) Erik Larsen che ha pubblicato quella meraviglia in 4 numeri sul super patriot cyborg con il talentuosissimo Dave Johnson ai disegni (http://devilpig.deviantart.com/).

    E poi, onestamente, quando Moore insieme al Steve Skroce hanno rilanciato gli Youngblood ho avuto un'erezione.

    Btw che tristezza andare in fumetteria e non poter più leggere wizzzzard, con tutte le minchiate e i costume contest (tipo il pazzesco nerd bumblebee: http://www.youtube.com/watch?v=BCVQgndTbLE&feature=related) . Era un bel legame con il passato anche se le ultime edizioni, ristrette, erano meno interessanti delle vecchie inizio 2000. Un altro pezzo di (mia) storia che si dissolve.

    Cmq stasera Running man su rai 4 e Virus su Iris. Almeno mentre disegno in sottofondo qualcosa di spassoso e chiassoso ;)

    RispondiElimina
  30. a difesa degli entombed debbo dire che wolverine blues fu un grande tentativo di affrancarsi dagli stilemi ormai logori del death metal scandinavo...una interessante crossover sporcato di hardcore-punk à la discharge(non a caso scandinavi pure loro) che poi aprì la strada ai finti punkabbestia nu metal che poi avrebbero dominato i duemila. e non a caso un anno e mezzo dopo è uscito il primo disco dei korn (grandissimo lp) che secondo me un pochino deve anche a loro, cari vecchi vichingacci petomani!!

    RispondiElimina
  31. ah e per una volta faccio il precisino rompicazzi...wolverine blues è del '93

    RispondiElimina
  32. Questo commento è stato eliminato dall'autore.

    RispondiElimina
  33. Per una berlusconiana (leggi diabolica) coincidenza, è morto anche Bruno Bianchi il papà grafico de l' Ispettore Gadget, pochi giorni dopo la morte di Araki che aveva lavorato anch' esso a Gadget w nella co-produzione franco-nipponica Ulisse XXXI, realizzata dalla francese DIC ( studio di cui Bianchi mi pare il fondatore insieme a Jeran Chalopin e altri)

    http://lucaboschi.nova100.ilsole24ore.com/2011/12/se-ne-andato-bruno-bianchi-papa-dellispettore-gadget.html


    Per chi è cresciuto negli anni 80 è un personaggio di un certo rilievo: ha lavorato a serie culto come Mask, Popples ( DOC, contegno), l'isp. Gadget., Lady Lovely, Boot Masters , Jayce il cavaliere dello spazio, Isidoro ( quello con Riff Raff e Cleo) , Iridella , Siamo Quelli di Bevwrly Hills e un sacco di altre serie.
    Sconosciuto al grande pubblico nonostante fosse coinvolto in serie molto note, lo salutiamo con affetto.
    Ci mancherà.

    RispondiElimina
  34. Da metallara di vecchia data, ti chiedo di correggere l'articolo, Doc! Gli Entombed NON hanno mai voluto associare Wolverine Blues al personaggio dei fumetti americani. Che diamine, anche soltanto wikipedia lo spiega per bene:

    "One version of the album was released with Marvel Comics character Wolverine on the cover, although Entombed never wanted their album to be associated with the superhero. Earache Records, without the band's permission, had made a deal with Marvel in order to use Wolverine to promote the album to a more mainstream audience."


    Quindi dài correggi! (Anche se la battuta era bella!)

    RispondiElimina
  35. LunSei: seeeeeee, vabbè. Quello minimo l'ha scritto su 'pedia il frontman degli Entombed per rifarsi un'immagine :D

    No, dai, scherzo. Può essere. Forse.
    Intanto Gareb Shamus, il papà di Wizard, ha mollato il gruppo (la Wizard Entertainment, che dopo la chiusura di riviste e progetto in PDF portava avanti solo il discorso fiere).

    RispondiElimina
  36. eccomi! sono (o meglio ero) un fan di Spawn.

    e del tratto di McFuffa, anche se preferivo (come tutti penso) l'erede Capullo.

    Spawn mi ha conquistato quando ero un pischello niubboso (seconda media) con il numero uno Panini, quello con la mini Blood Feud di Alan Moore.

    ora, McFarlane può avere tante, tantissime colpe, ma ha sempre cercato di coinvolgere pezzi grossi per scrivere storie del suo personaggio. le storie di Moore e di Gaiman (prima della denuncia XD) e la mini di Bendis su Sam e Twich erano tanta roba.

    ...ed anche la serie principale non era male, perlomeno per gli standard medi Image. il problema è che il Todd sapeva dove condurre la serie fino al numero 50. i successivi 150 numeri sono buttati li tanto per, con qualche saga interessante ogni tanto, altrettanto squanfidume e molta, troppa produzione "meh". ma questo non toglie che l'idea del personaggio fosse in se promettente

    RispondiElimina
  37. No gente vi prego non toccatemi Spawn perchè è un grande O.o Assieme a Savage Dragon è il miglior personaggio della Image Comics

    RispondiElimina

I commenti anonimi vengono eliminati dai filtri antispam e, nel caso superino i filtri, irrisi ed eliminati uguale: non usateli.

Related Posts with Thumbnails