domenica 18 dicembre 2011

18

Cesena - Inter, 0 - 1, distratta quando ti conviene

L'azione del gol*
Il primo tempo di questo Cesena - Inter, di questa penultima partita dell'anno che vede i ragazzi scendere nella terra di Raffaella Carrà, è un po' come tutti i primi tempi di questa stagione sciagurata, con il suo ritmo da puntata di Beautiful. Leggi = non succede una fava. I padroni di casa montano un pressing indiavolato, le forze del bene mettono assieme solo qualche conclusione d'accatto - su quel tiro al volo su cross di Maicon Nagatomo non segna di proposito il suo terzo gol di fila. Altrimenti non avrebbe più potuto rifiutare quella nomina a ministro della Repubblica che Monti gli tiene in caldo da tempo - l'arbitro alfaRomeo fischia poco, e in genere malissimo. Zero a zero, tutti negli spogliatoi, già sorteggiato per l'antidoping Mutu. Per il Cesena sorteggiano sempre Mutu [...]

Nagatomo in un ripiegamento difensivo vincente
Durante l'intervallo, su scai mandano la pubblicità dei DVD di Captain America: Primo Vendicatore. Lo speaker parla di "Capitan America: Primo Vendicatore". Cinque mesi, e ancora non hanno capito come meenchia chiamare questo film. E vabbè.
Nella ripresa entra Obi per uno spento Bamboccinho, ma nel primo quarto d'ora sono sempre i cavallucci marini carburati a piadina a spingere, con un tiro di Parolo e un paio di azioni fagiolatissime sbrogliate un po' con mestiere da Lucio, un po' a culo da Nagatomo. Al 18°, sulla prima, vera occasione del secondo tempo, Maicon calcia una punizione, Ranocchia sale a 7 metri da terra, si pettina e schiaffa di testa alle spalle dell'anziano Antonioli, che era lì fermo a guardare dei lavori stradali. Sul gol di Ranocchia si spengono, in ordine, a) il pressing del Cesena, b) i tifosi del Cesena, c) la partita del Cesena con l'Inter. Al 36° entra Forlan ma resta in campo Milito per una pura questione di accanimento terapeutico. Solo negli ultimi cinque minuti Mutu e i suoi un po' ci provano, costringendo Julio Caesar al secondo paratone risolutivo salvapartita tanaliberatutti di fila. Terza vittoria su tre partite, dai che ci avviciniamo a una posizione di classifica più consona (ora si è quinti), dai che magari c'è speranza per un mondo migliore in cui nanusconi schiatta, dai dai dai.


*i post sull'Inter li leggono in quattro. Tanto vale

18 commenti:

  1. io i post sull'inter li leggo sempre invece :)
    Molto ridere, come sempre, bravo Doc.

    RispondiElimina
  2. Li leggo anche io da juventino... questa volta ho guardato solo le figure! :P

    RispondiElimina
  3. Così non si va da nessuna parte!

    Sembra di rivedere l'Inter di 10 anni fa: gioco nullo e partite risolte quasi casualmente. Basta un po' di pressing e il gioco già latitante di suo muore.
    Pazzini non ha visto un pallone un po' per colpa sua un po' perchè in attacco non se sono visti, non è arrivato un cross decente. Leggermente meglio, ma senza esagerare, Milito.
    Se poi ci si mette anche Maicon a sbagliare 300 cross allora siamo alla fine. Meno male che quello buono lo ha messo bene.
    Mi sa che è il caso di far rifiatare un po' Cambiasso, Zanetti e Pazzini.

    A gennaio si spera che con Sneijder e almeno tre acquisti (speriamo) all'altezza esca fuori un po' di gioco. Teoricamente ci sono da spendere i 19 milioni che sono il netto della vendita di Eto'o meno l'acquisto di Forlan e il prestito oneroso (2,5 mln) di Zarate che ovviamente non verrà riscattato. Che diventano presto 13,5 se consideriamo l'acquisto di Alvarez, che in realtà è stato pagato 5,5 milioni + 4 di bonus e non 12 milioni. Spero che queste siano le cifre vere!

    In previsione di FPP (feirpleifinanziario) il prossimo anno è molto probabile che il monte stipendi verrà alleggerito di quelli a scadenza di contratto ovvero Chivu (3,5 mln netti), Milito (4,5 mln), Cordoba (3 mln) e Muntari (2 mln)*. Dopo la vendita di Eto'o che ha tolto un costo annuale di quasi 20 milioni con le tasse, per quei quattro si parla di altri 14 milioni in meno che a bilancio, con le tasse, diventano quasi una trentina. Poi bisogna sbolognare Pandev al Napoli e Mariga a chiunque.

    Ma la domanda è: quale cazzo è il ruolo di Obi? Da inizio stagione l'ho visto fare il terzino sinistro, poi l'ala sinistra e destra, poi il mediano e gioca sempre così così. Nel senso che fisicamente e tecnicamente ha delle doti però....

    *fonte: articolo Gazzetta dello sport:
    http://footballmanagerforum.forumfree.it/?t=57694636

    Nella tabella gli stipendi dei calciatori sono al netto delle tasse, mentre il totale (ricordo che la pressione fiscale in Italia è circa il 43%) è al lordo e compreso degli stipendi degli allenatori attualmente sotto contratto. Dunque oltre Ranieri bisogna contare Benitez e Gasperini, visto che non mi pare ci sia stata una rescissione.

    RispondiElimina
  4. Doc, I post li leggo sempre anch' io (e mi faccio due risate), ma non vedo le partite dell' Inter, quindi al massimo potrei commentare sulla pettinatura di Julio Cesar (che mi fa davvero schifo, per qualche motivo).

    RispondiElimina
  5. Eccomi sono il quarto!!! Io li leggo e straleggo sempre!!! Questa volta è toccato a Ranocchia tirarci fuori dal limbo!! Ma d'altronde va bene così sono altri 3 succulentissimi punti!! Ma mi chiedevo in che posizione si è qualificato agli ultimi tornei di tuffi Boateng! Mi sembra che possieda un'ottima tecnica!!

    RispondiElimina
  6. Doc quando metti le foto di Olivia io li leggo sempre,cioè gli dò una lettura veloce nella speranza di altre foto!

    RispondiElimina
  7. Terza vittoria di fila, spezzate le reni a Cesena, Genoa e Siena, oltre che a Fiorentina e Cagliari in precedenza. Mica cazzi, lo ha detto anche Boniek: attenti a questa Inter!!!!

    RispondiElimina
  8. ManOwar, il tuo commento chilometrico era stato infilato da Blogger a tradimento nella cartella dello spam, e l'ho ripescato solo ora. Comunque: che non si vada da nessuna parte così è evidente. Con questa squadra dove dovremmo andare, del resto? Il massimo a cui si può puntare, innesti a gennaio o meno, è il terzo posto.
    Qualcuno spieghi peraltro a Moratti che i suoi piani di fairplay finanziario (leggi: la balla per ridimensionare il suo investimento personale nella squadra. E dopo anni di portafogli aperto ci starebbe pure) non funzionano molto bene se non vai in Europa e non becchi una lira dall'UEFA.

    RispondiElimina
  9. Con foto così cliccano anche tutti i milanisti come il sottoscritto. Diavolo di un doc! (lolletto per la prima tag del post e per la seconda foto. Dove l'hai trovato quell'Ultraman sul triciclo?)

    RispondiElimina
  10. ...e quando hai preso Milito al fantacalcio è sofferenza. Dannata sofferenza.

    RispondiElimina
  11. Doc tutto quello che l'Inter fa in nome del FPP è in teoria corretto. Dico in teoria perchè risparmiare sugli stipendi è giusto, però viene da chiedersi come mai le altre squadre ancora se ne fregano. La risposta è semplice: è stranamente troppo presto!

    Il prossimo anno e fino al 2014 basterà presentare un bilancio con una perdita non superiore a 45 milioni. Poi ci saranno altri tre anni dove la perdita non deve superiore a 30 milioni. Dunque non si parla di cifre così difficili da rispettare.

    Il vero FPP entrerà in gioco nel 2018 quando una squadra potrà iscriversi solo con un bilancio positivo. A questa condizione è essenziale avere un monte stipendi basso, soprattutto in Italia vista la pressione fiscale.

    Dunque se da una parte è giusto dire che l'Inter si sta muovendo in nome del FPP dall'altra viene il sospetto che sotto sotto viene il dubbio Moratti stia usando quella regola per chiudere il portafogli.

    RispondiElimina
  12. @ ManOwar: Visto che mi sembri informato, mi sapresti dire a quanto ammonta (suppongo che ci sia stato) il passivo dell' Inter l' anno scorso? Voglio dire, in genere quali sono i margini? Magari è solo che i conti sono messi peggio...

    RispondiElimina
  13. Il calcolo delle perdite a livello di FFP è complesso perchè alcuni dei costi non rientrano in ciò che invece rientra in un bilancio "classico". Comunque mi pare che il bilancio dello scorso anno ha visto una perdita di circa 80 milioni coperta con soldi di Moratti e altre cose.

    Qua dovresti trovare un articolo interessante:

    http://www.fcinter1908.it/?action=read&idnotizia=40178

    Attualmente l'Inter non è economicamente autonoma, ma credo che quasi nessuna squadra italiana lo sia. Forse la Juventus con il nuovo stadio e con un monte stipendi di 100 ci è vicina.

    RispondiElimina
  14. Manowar : Il Cagliari Calcio è in attivo, per quanto non stia certo lottando per la Champions.

    Ha venduto Matri alla juve per 18 mln e non ha comprato un cazzo.

    Cellino l'hai inventato lui il fair play finanziario-

    RispondiElimina
  15. Ah, quasi dimenticavo, L'UDINESE-

    L'udinese ha gli ultimi bilanci con attivi spaventosi, eppure la squadra continua a macinare gioco e avversari, se ci fosse davvero qualcosa di simile al Ffp vincerebbero a mani basse.

    RispondiElimina
  16. @ ManOwar: Grazie! In teoria sarei ragioniere, ma poi all' università sono andato in tutt'altra direzione, quindi i ricordi si stanno un pò ingiallendo (senza contare che non conosco comunque nulla di bilanci di società sportive, nè dei meccanismi relativi alle regole del fair play finanziario). L' articolo in effetti farebbe pensare che Moratti voglia anche chiudere un pò i rubinetti (che magari lo si può anche capire, con quello che ha speso neglin anni).

    RispondiElimina
  17. Certo Kurdt ma si parla di due realtà calcistiche differenti. Prima di tutto l'Udinese e il Cagliari si possono permettere di portare avanti questa economia perchè ci sono, appunto, le squadre con un bilancio perennemente in negativo che i giocatori glieli comprano, ma fino a ieri era compito dei presidenti risanare il bilancio con mezzi propri. Senza contare che lo stesso giocatore che passa dall'Udinese ad una delle grandi chiede un adeguamento dello stipendio che normalmente va dal doppio al triplo. E se tizio che hai già in rosa prende 4 milioni a quello nuovo non puoi dare 250.000 euro come facevano all'Udinese. Per questo è difficile abbassare il monte stipendi.

    In secondo luogo se l'Udinese sbaglia un'infornata di acquisti e per una stagione galleggiano nella zona centrale della classifica, oppure si ritrovano a lottare per la salvezza non succede niente nè a livello mediatico e nè a livello di tifoseria. Se una tra Inter, Milan e Juventus fanno una stagione da zona retrocessione i tifosi prima di tutto chiedono l'esonero dell'allenatore ogni partita, poi partono le protesto allo stadio e poi scendono in piazza con i mitra e vanno dritti dritti verso la sede della società. Queste squadre sono obbligate a vincere sempre.

    RispondiElimina
  18. Erano tipo le tre del mattino e alcuni verbi o parole sono scritti a cazzo. Ma diciamo che il senso si capisce. :D

    RispondiElimina

I commenti anonimi vengono eliminati dai filtri antispam e, nel caso superino i filtri, irrisi ed eliminati uguale: non usateli.

Related Posts with Thumbnails