venerdì 18 novembre 2011

39

Le pubblicità fuorvianti di Topolino (stagione II, parte VI): aprile 1980

La mazzarella spaziale? Sei sicuro?
Dunque. Nell'aprile del 1980, si diceva, facevi l'asilo in Piemonte. Dalle suore mustazze che ti chiamavano con grande affetto Il Terroncino e ti rifilavano ogni giorno bacchettate e polenta. Polenta con qualcosa sopra. Bruciando così alla radice ogni minima possibilità di farti diventare un giorno leghista. Ma nell'aprile del 1980 usciva anche questo Topolino n°1273  (20 aprile 1980, 500 lire) e lo Zimbabwe conquistava la sua indipendenza. Oggi ci andiamo a vedere le pubblicità da genuino momento emozione© del Topolino; dello Zimbabwe magari parliamo un'altra volta, ok? Ok. [...]
Ve le ricordate le astronavine degli eroi DC del Nesquik? E i fischietti spaziali? Ve li ricordate i fischietti spaziali del Nesquik? Vi ricordate quanto erano fighi? No, perché la spada-mazzarella degli amici di Superman invece era una bella minchiata
I Micronauti, i fratocugini di Jeeg, erano bellissimi. I loro nemici, questi figuri qua sopra, insomma. Fosse stato figo, Antron con quel nome poteva diventare minimo la mascotte ufficiaNTE del blog. Ma è un coso orribile. Peccato, ciccio. Non sai che ti perdi
E sempre a proposito di Micronauti, la Micronite, la palla che non solo rimbalza, ma "rimbalza za za za!!". C'è una certa differenza
Ma qui, attenzione, arrivano le lacrime napulitante. Chi come te c'era, se lo ricorda il Ciocolino Nestlè. Un cioccolatino a forma di Eroi Marvel della Corno. Cioè, oggi magari sembra una robina da niente, occhei, te ne rendi conto, ma allora il Ciocolino, questa cosa del poter staccare la testa a morsi a Hulk, Destino e, uh, Spyderwoman (sic) era l'EPIC WIN dell'EPIC WIN incartato in un doppio strato di EPIC WIN, prima ancora che l'inventore del concetto di EPIC WIN nascesse. Quasi, e dici quasi, ai livelli di EPICWINNITUDINE del gelato di Mazinga
I pupazzini di Guerre Stellari della Harbert e... 'spetta un momento. "Boba Fett... IL NUOVO EROE SPAZIALE DEL PROSSIMO FILM?"
Ma, non dimentichiamolo, con tutti i robottoni di Nagai in diretta TV e le croccole di Capitan Harlock nel banco frigo dell'alimentari sotto casa, erano anche anni di una tristezza infinita. Cioè, non solo per te, per quella storia delle bacchettate e della polenta, ma anche per la pezzenteria intrinseca di tonnellate di giocattoli tristi. Guardateli, i classici pupazzini a molla della Tomy, nonni dei cazzetti saltellanti da bancarella di oggi. Guardateli, e poi guardate la disperazione, la risata isterica del bambino. Voleva Mazinga, gli hanno regalato il Topolino Lauffiguren (don't ask) e l'orsetto tamburino.
E gli mancano almeno dodici anni per andarsene da casa
Il club delle Giovani Marmotte. Che ti iscrivevi e ti mandavano il gioco dell'Oca (Nonna Papera?), i distintivi col pellicciotto e il famigerato "OROLOGIO DECODIFICATORE per decifrare i messaggi segreti". Qualcuno di voialtri debosciati ce l'aveva? E se sì: a) ha mai capito come diavolo funzionasse? b) non si vergognava a girare con quel coso al polso?
Il Telepocket Max, "la tua televisione tascabile". Se c'hai i jeans di Ferrara
Ma ecco il vero motivo per cui sei andato a ripescare proprio questo Topolino. Un vero documento dell'epoca, un articolo sul successo dei robottoni in Italia. Robottoni come Mazinga, Goldrake e, ehr, DragUn, guidati da un "umano". Con le virgolette. Ché Actarus era un alieno e quel Ryo Kabuto vai a sapere. Ah, DragUn è il Getter Dragon di Getter Robot/Space Robot: perché l'hanno chiamato Dragun?
Non ne sei sicuro, ma probabilmente è perché qui si parla dei Jumbo Machinder Popy, i pupazzoni giganti della Bandai (quelli che vediamo sui nastri di questa simpatica, suggestiva fabrichetta Bandai fuori Tokyo di fine 800), che venivano venduti in America come Shogun Warriors. Dice: scusa, ma che c'entra? E' che il Getter Dragon degli Shogun Warriors si chiamava per l'appunto Dragun. Sì, insomma, c'hai come il sospetto che abbiano letto da qualche parte di questi pupazzi che si vendevano una cifra negli States, e ci abbiano tirato fuori un articolo con foto delle operaie giapponesi compite e tutto. Sì, ma che ci guadagnava la Mondadori a parlare di Maz... ah, ecco. Lo sapevate piuttosto che il papà di Goldrake era Tadanao Tsuji? No? Manco Goldrake
Una di quelle meravigliose pubblicità della Fanta (la Fanta Amara!) tutte fantasia e acido lisergico
Qualche segno di interpunzione no, ché pareva brutto
La pista matchbox più amata da tutti i ragazzini VILLANI
I giochini Master Mind. Una volta una tua zia te ne ha regalato uno. Le hai tolto il saluto
Un anno più tardi tuo padre avrebbe comprato una fiammante (credici) Fiat Ritmo, in un TERRICANTE color NOCCIOLA. Ogni volta che gli chiedi, a distanza di trent'anni, come andava la Ritmo, scuote la testa e ti dice UNA MACCHINA FIAT MAI PIU' NELLA VITA NEANCHE SE MI AMMAZZANO TE LO GIURO
Parlare di "giocattolo degli anni 80", nel 1980, per una lavagnetta magica, ti sembra un attimino esagerato. Ma oh, ognuno
Questa pubblicità della Milchi Primodente Migliorati l'abbiamo già trattata nella precedente stagione delle Pubblicità Fuorvianti. A termini di regolamento, quindi, non avresti dovuto postarla. Ma siccome il regolamento l'hai scritto tu, e quella battuta ti faceva ridere da solo come un cretino, la ricicliamo a tradimento, che ce ne frega:

Per fargli spuntare i dentini, a Milchi Primodente, devi PREMERGLI FORTE IL BRACCINO. Non osi immaginare cosa la Migliorati chiedesse di fare a questo punto al povero Milchi Tombolino. Giù per le scale a calci in culo?
Vestito come Fantozzi quando va a caccia con Filini, Big Jim affronta la tigre. Ovviamente qui si fa tutti il tifo per il grande felino
Altro genuino momento emozione©. I soldatini Atlantic. 1.000 lire a scatola. Gladiatori contro tedeschi contro fenici, perché sì
Pippo Rossi non hai idea di chi diavolo fosse, o se davvero facesse davvero "sbellicare dalle risate" quando te lo trovavi a tradimento dentro magliette, calzoncini e gonnelline. Mai capitato. Di comprare gonnelline, intendi. Solo ti faceva simpatia quella scritta a fondo pagina. Nei migliori negozi? NO, nei "più qualificati negozi".
Suor Delfina?
Dimmi.
Quello del Gigi giù in piazza a Borgosesia è mica un più qualificato negozio?
'Nduma fora di ball, Terroncino, o prendo la bacchetta.
Una misteriosa pubblicità del Das Adica Pongo in cui si prevede il fattaccio dei tre falsi di Modigliani avvenuto QUATTRO ANNI DOPO. Chiamate Giacobbo
Sei partito per scrivere, con la solita spocchia da precisino della fungia, della grande tristezza dell'orologio Happy Day (senza la S), che ti regala il disco di Happy Days (con la S), che non c'entra una fava. Come quei due CALCIATORI SUDAMERICANI AL CENTRO DEL QUADRANTE, del resto. Poi però ti sei ricordato che te ne avevano regalato uno, di questi orologetti. E ti piaceva pure un casino
La chiusura, come sempre, è affidata alle pubblicità dell'Algida. Non quella del Cucciolone. Quell'altra. Qui tutta orgogliosa della sua nuova Credenza. La Credenza di Barbie, in cui "ogni cosa è al suo posto" e, uh, "c'è un posto per ogni cosa" (la creatività dei creativi Mattel di allora ti lascia ogni volta più sbalordito, ti lascia, la creatività, dei creativi Mattel). La credenza di Barbie, dicevi: piena di cassetti e pratiche antine. Che, taaac!, tavolo ribaltabile, taac!, tovaglia metro, taac!, tovagliolo extra strong, taac!, vino cartonato e contorno surgelato.
Non c'è bisogno di dirvi chi ci finisce al pronto soccorso, vero?

Tutte le altre Pubblicità Fuorvianti, taaac!, di Topolino

39 commenti:

  1. Eh sì, è vero...svegliarsi leggendo il blog del doc e soprattutto le pubblicità fuorvianti di Topolino è un vero toccasana per l'intera giornata.
    Comunque...potrebbe essere vera la paternità di Goldrake. Solo se il Goldrake in questione fosse un clone di una versione alternativa di un futuro parallelo di sé stesso XD
    In vendita nei negozi meglio qualificati!!!

    RispondiElimina
  2. Topolino Lauffiguren = pupazzo di Topolino che può correre. Non si capisce perché abbiano lasciato questo extra in tedesco... Forse faceva esotico!

    RispondiElimina
  3. Mi dai un bel buongiorno e lo prendo come regalo di compleanno con questo articolo :D
    Comunque quegli orologi: o ce n'erano un sacco da smerciare ai mercati terronici del "milla lira al chila!", oppure è passato di padre in figlio, perchè ne vidi un paio nella mia classe alle elementari. Ben 15 anni fa.

    RispondiElimina
  4. Mamma, qui in città mangiamo in un altro modo; più genuino, più sano...
    Posto per altro commensale che non c'e', taac. Grissino per spezzare il tonno (pubblicita' occulta? Non ci e' dato sapere, quella alle multifilter ambassador si' pero'), taac
    NIINOONIINOONIINOO!!!

    RispondiElimina
  5. Complice l'orario e la mia formidabile idiozia sono stato un quarto d'ora abbondante a chiedermi perché le suore ti chiamassero "Torroncino", magari c'avevi scritto Sperlari in fronte...

    RispondiElimina
  6. Oddio mi sto scompisciando dalle risate... Anche se nel 1980 la tecnologia era quello che era e che ci volevamo fare...
    Per quanto riguarda le suore a me mi ficcavano in punizione ogni 2x3 le chiamavo pimguine gia' a 4 anni...
    E da piccolo avevo un pupazzone- peluche di Goldrake alto un metro... Lo operai e venivano fuori palline di polistirolo... Fu curato con del nastro isolante verde...

    RispondiElimina
  7. Oggi nessuno azzarderebbe uno slogan come "gioco di mano", ma le piste erano una figata. Ma esistono ancora o ci giocano gli ultratrentenni fingendo che sia modellismo?

    @Grissino: se guardi bene la pubblicità è rimasta quasi tutta in tedesco praticamente...

    RispondiElimina
  8. Maruonn' DOC!!!!

    Emoscìion!!!
    Un numero denserrimo di sapori!!!

    La "spada fulmine che scatta e parte con un colpo di polso" l'avrei scoperta di lì a poco, ma la trovavo soprattutto su Blitz, non su Topolino... Vedi, alle volte....

    E che dire di REPTO e MEMBROS? Chissà Sibbie Piernascòn che collezione se n'è fatta...

    La Micronite... È nella mia vetrina insieme ai SOC e a qualche Micronauta superstite... Oggi sembra un bolo di cìlinga (Chewing Gum, per chi non è pratico di Toscana e di lei bimbi) sputato da un vecchio. Trent'anni fa sembrava un bolo di cìlinga sputato da un vecchio, ma ci giocavo tutti i giorni. Poi uno dice...

    Orologio delle GM? CHECK.
    Non solo l'avevo, ma l'ho. Insieme alla collezione completa dei gradi adesivi Near Mint. Near perché in effetti dopo il grado di scoiattolo sul maglioncino e l'orologio al polso portato per mezza mattinata mi sovvenne che era, tutto sommato, una strategia di marketing sbagliata per la mia già precaria reputazione sociale, e i gradi successivi li lasciai attaccati al loro posto, hai visto mai un giorno valessero qualcosa...

    Confermo che l'orologio serviva solo a far sudare i polsi, con quella sua cinghia di plastichetta.


    Guarda te... Il Goldrake (il mio è ancora oggi sulla mia libreria) su Topolino è la Versione Giappa, con le sue manine uguali, i piedi che non sembrano scarpe ortopediche e senza la zarrissima mano sparante della versione Italo-americo-europea. Và che mica me ne ero accorto. E che ci mostravano, in uno sbocco di sadismo tutto seventies, l'impacchettamento del Jumbo Machinder di Danguard che co'o cazz' che ci è arrivato , da noi poveri figli di madre ignota.

    Per i giochi di villano, vedi sopra al capitolo "scatta e parte con un colpo di polso".

    Denghiù, DOC, per queste perle (che mi imperlano la fronte).

    RispondiElimina
  9. Un micronauta si chiama Membros >o<


    *Doc nel titolo del post c'è scritto che il Topolino è dell'Aprile 1986, ma nel testo parli del 1980

    RispondiElimina
  10. Allora mia zia non fu l'unica a comprare la Ritmo.. Cazzo me la ricordo ancora quell'agghiacciante macchina dove non si vedeva una beneamata fava dallo specchietto retrovisore xchè aveva la parte posteriore altissima..

    RispondiElimina
  11. Rimpiango moltissimo di essere nata dopo il meraviglioso Ciocolino ç_ç (in compenso sono cresciuta con le versioni da telefilm pezzentissimo anni '90 dei supereroi).

    RispondiElimina
  12. L' "orologio decodificatore" serviva per i codici come questo:

    http://it.wikipedia.org/wiki/Cifrario_di_Cesare

    Giri la ghiera esterna di un numero di posizioni concordato ed ecco le corrispondenze.

    Non lo so per certo, ma mi pare ovvio.

    RispondiElimina
  13. Ah, notato solo ora: dopo Braccio Di Ferro, anche nell'articolo di Topolino si parla di "TELEFILM" (senza la "S" finale), invece di "cartoni animati" o che so io.

    RispondiElimina
  14. Guarda, però, che la bacchetta allungabile del Nesquik era una di quelle cose per cui un bambino ci viveva...

    Cordialità

    Attila

    RispondiElimina
  15. Ah!! Le lacrime napulitane rigano il mio viso!! Uh uh il Ciocolino lo avevo dimenticato...uh huh! Ho il vago ricordo però di trovare solo e sempre Hulk e un' altro che credo fosse Mr. Fantastic o la Donna Invisibile e non gli altri, e poi tuttora mi torna in mente una domanda che mi facevo già a quei tempi:"Perchè Ciocolino e non Cioccolino con 2 C????"
    E poi i micronauti che ancora oggi giacciono in una scatola a casa di mia mamma e a farne la guardia c'è proprio Repto!! Ah e poi naturalmente avevo anche la Micronite ma poi mia mamma me la confiscò xchè aveva paura che la mangiassi, e vi dirò che un assaggino lo avevo anche fatto e non era un Cazzomale!!

    RispondiElimina
  16. Fatto è che mi sto leggendo le varie pubblicità fuorvianti di Topolino in 'sto blog, e scopro che ho letto praticamente TUTTI (o quasi) i numeri che finora sono stati menzionati. Che nostalgia, ragazzi!!

    Hey, Docmanhattan, non c'entra nulla con questo articolo, ma a quando un bel post dedicato a Ultimate Marvel vs Capcom 3? Il tuo post su MvC3 è stato il modo in cui sono capitata nel tuo blog!

    RispondiElimina
  17. Repto da piccolo lo avevo ed era un mostro figo, con le sue 4 braccia armate di sega rotante, arpione ecc... avrei voluto pure Membros, che già il nome, ma vogliamo palare del suo aspetto ridicolo coi capelli biondi a caschetto ?
    I cioccolatini a forma di Hulk li maganavo anch' io e che ricordi, ragazzi......

    RispondiElimina
  18. Ciocolino! Ecco come si chiamava quella cioccolata meravigliosa che il sondaggione sui dolciumi mi aveva riportato alla mente... Ma sbaglio o esisteva una linea Ciocolino anche coi personaggi Disney? Vuoi mettere una tavoletta di cioccolato a forma di Topolino Lauffiguren?

    RispondiElimina
  19. I Micronauti. I meravigliosi Micronauti. I meravigliosi Micronauti di mio cuggino (mio cuggino). I meravigliosi Micronauti di mio cuggino (mio cuggino) calamitati, che montarli alla membro di canide mischiando i pezzi a random era la cosa più bella. Oltre a mettergli coltelli e forchette al posto delle braccia, per aggiungere un filino di suspence in più alle battaglie...

    I Ciocolino Nestlè. Tonnellati di Hulki, di Uomini Torci e di Cosi e mai qualche Donna Ragno, che evidentemente all'alimentari vicino casa non si portava. Uff...

    La fabbrica giapponippa, con le operaie giapponippe sottopagate e sfruttate. Ce l'avevo uno di quei Goldrakkoni plasticosi vuotidentro. Ho contribuito anch'io quindi al sottopagamento e allo sfruttamento. Muoio un po' dentro ripensandoci. Al fatto che non ho più il Goldrake, intendo.

    Un Master Mind ce l'ho avuto anche io. Non mi ricordo a chi ho tolto il saluto, però...

    La Ritmo ce l'aveva lo zio, padre del cugino quello dei Micronauti. I meravigliosi Micronauti. Che non si può avere tutto dalla vita, eh!

    Come al solito grazie, Doc! :)

    RispondiElimina
  20. Giovani, sono in trasferta a Torino, circondato dal Nemico. Ci si risente in serata. Fate i bravi

    RispondiElimina
  21. Miii!!! Ho avuto praticamente tutto...

    Spade-mazzarelle Nesquikose come se piovesse.

    Micronauti: Baron Karza + un cavallo spaiato. :P

    Micronite? Anche quella! (Che poi non era altro che il "Silly Putty"...). Tra l'altro ce l'avevo FLUORESCENTE e contenua dentro una scatoletta a forma di TESTA DI GUNDAM!!! (EPIC WIN! :D).

    Ciocolino? Lo mangiavo a chili.

    Minitoys "Tomy"? Avevo 3 o 4 robottini tipo quello in primo piano, nella foto (che se cadeva, si rimetteva in piedi da solo grazie alle braccia "giranti"... :) ).

    Fiat Ritmo? Ce l'aveva mio nonno ed è la prima autovettura che ho guidato. :)

    Posso dire che questo post mi fa sentire vecchio? :P

    RispondiElimina
  22. OT: Doc, per caso hai in programma di andare a vedere Real Steel e di fare una recensione?

    RispondiElimina
  23. Gesù, DOC! Sarai costretto a camminare piroettando su te stesso per non avere nessuno alle spalle!

    Avevo la Sacra Micronite. Sparita con due (2) balzi fuori dalla finestra.
    E chi minchia pensava saltasse così?

    Micronauti: orgoglioso del mio Baron che veglia su di me.

    Ciocolino: provato e schifato.
    Meglio l'ovetto kinder...

    RispondiElimina
  24. Anche qua non si scherza!
    Le migliori pubblicità di sempre!

    RispondiElimina
  25. "Poche mosse e la tigre è catturata...ora raggiungerà un importante zoo"

    Big Jim cacciatore di frodo è in vendita dal tuo giocattolaio

    RispondiElimina
  26. Un bellissimo tuffo nel passato rende sempre bella la serata. Per caso in precedenza avete già parlato dei trenini Lima? Il mio più grande rammarico infantile è stato di non averne mai avuto uno... tristèss :(

    RispondiElimina
  27. Presente!

    Penso di aver avuto buona parte delle minchi... cose pubblicizzate su questo numero! La spada improponibile di Superman, i Micronauti che era la figata estrema tanto da attaccare pezzi di pongo alla testa (mio dio il pongo!!!) di Force Commander per farlo sembrare Jeeg, e i vari Repto, Antros e tutti gli altri che erano di una figaggine estrema, con i cervelli fosforescenti che si potevano staccare dal pupazzetto e poi erano tutti articolati!!

    La Micronite idem, se non ricordo male rimbalzando rimbalzando e spiattellandola ovunque l'ho fatta finire nelle griglie di aerazione del vecchio tv, e vogliamo parlare anche del Master Mind? Malditester Mind!

    E comunque lei è una jena!!

    Un bellisssimo esemplare!

    RispondiElimina
  28. Ma sbaglio o il Grande Jim sta per essere magnato da Battle cat ricolorata? :D

    RispondiElimina
  29. la paternità di Goldrake a Tadanao Tsuji è una leggenda tutta italiana creata da un ARTICOLONE uscito in quegli anni su Sorrisi & Canzoni in cui si intervistava, appunto, il malinconico Tsuji (in realtà, scoprirai decenni dopo grazie a internello, tipo “disegnatore dei fondali”), e in cui SOPRATTUTTO non si menzionava Go Nagai manco per sbaglio...
    Di quell’articolo (ah, avessi ancora quel Sorrisi, ora che esistono gli scanner) ricordo soprattutto una foto del palazzo della Toei tutto coperto da gigantografie degli anime...

    RispondiElimina
  30. @Mr Kaizen
    Effetivamente hai ragione: quella è proprio Battlecat ricolorata ( o è il contrario?)

    http://www.toyarchive.com/STAForSale/NEW2001+/MOTU/Toys/Loose/VehBattleCat1a.jpg



    Ed è strano che il Doc se la sia lasciata sfuggire.
    Certo che la Mattel faceva proprio schifo a nel riciclare a destra e manca!

    RispondiElimina
  31. Eh, oh, sempre a lamentarsi.
    Ma lo sai a che ora mi sono svegliato stamattina? (cit)


    :)

    RispondiElimina
  32. fdl: stai parlando per caso di QUESTO articolo?

    http://tinyurl.com/7zfewxa

    ;)

    RispondiElimina
  33. Diavolo di un DOC!!!

    Ué boys, va' che la tigre di Giacomone era già in giro quando He-man girava ancora in calzoncini corti(si, lo so dopo è passato alle mutande di pelo, ma ognuno...).

    Catalogo 1977

    Erano Battlecat e Panthor a essere dei repaint (la seconda anche remoquetted).

    RispondiElimina
  34. In ritardo leggo la nuova puntata di questa esilarante serie web. L'articolo in questione è per me particolarmente nostalgico, riportando alla luce ricordi lontani dell'infanzia e scatenando la reminiscenza che manco Highlander...

    Sideral, ad esempio, il mazzarello che ti regalava Nesquick, ce l'avevo anch'io ed ai miei occhi di bambino era una figata assurda, anche se dopo un paio di scatti irrimediabilmente si rompeva, quindi sotto a finire la scatola per farsene compare un'altra nuova...

    I Micronauti: mito della mia infanzia, con sogni da pre-pollution sul gigantesco robot-base Diaclone. Avevo Baron Karza (unicamente perchè al negozio di giocattoli avevano finito Force Commander), un cavallo spaiato verde con gli occhi da mosca e il Cavaliere Spaziale (Star Knight?) super-accessoriato, che qualche bimbetto stronzo mi fregò in vacanza.

    Gli eroi di cioccolino: ogni volta che ne addentavo uno (era quasi sempre Hulk) lo facevo con dispiacere perchè mi sembrava di mutilare il personaggio...

    Quella pubblicità di Boba Fett su Topolino me la ricordo anch'io, ancora oggi. L'Impero colpisce ancora non lo avevo ancora visto, ma già il personaggio mi sembrava fighissimo...

    Tommy Minitoys: giocattolini da fiera della tristezza, ma io lo tenevo davvero il robottino che camminava e ruotava le braccia rimettendosi in piedi quando cadeva. Non era poi tanto male nella sua semplicità...

    Il codificatore delle giovani marmotte? Mi arrivò dopo un'infinità di tempo ed all'epoca equivaleva ad avere l'ultimo I-Phone, anche se non serviva ad una virtuale mazza e ti faceva sudare il polso...

    Avevo anche il libro gioco di Mazinga Z, ma non che ricordi granchè... così come avevo mastermind e, sinceramente, non era male giocarci (quando finalmente capivi come giocarci).

    I soldatini Atlantic. Che mito. Io ne avevo di vari, dalle truppe tedesce alla squadra sommozzatori...

    Grazie Doc, per questo viaggio della memoria. Ne avevo dimenticato di cose della mia infanzia. Premio oscar alla battuta su Big Jim vestito da Fantozzi (effettivamente...)! :D

    RispondiElimina
  35. ciao, molto bello questo articolo, e molto bello il Blog in generale che ho scoperto per puro caso; trattiamo piu o meno gli stessi argomenti, perciò ti consiglio di venirmi a visitare:
    www.masterofcazzeggio.wordpress.com
    questa invece è la pagina facebook:
    https://www.facebook.com/pages/Master-Of-Cazzeggio-IL-BLOG-wordpress/132412030200051.

    ti consiglio di dare un occhiata a questo post su un libro spagnolo che potrebbe interessarti:

    http://masterofcazzeggio.wordpress.com/2011/01/28/oscar-lombana-papel-plastico/

    RispondiElimina
  36. Doc, col Ciocolino hai definitivamente mandato a poohttane i soldi (mal) spesi dalla mia psicologa negli ultimi 12 mesi, ripiombandomi nella mia proverbiale malinconia latente. Staccatemi dal monitor.

    RispondiElimina

I commenti anonimi vengono eliminati dai filtri antispam e, nel caso superino i filtri, irrisi ed eliminati uguale: non usateli.

Related Posts with Thumbnails