mercoledì 2 novembre 2011

12

Inter - Lille, 2-1: bend it like Bergomi

Calcolando la potenza muscolare di Zanetti. In chilotoni
La cosa bella di una competizione come la cèmpionzlìg è che anche quando ti trovi ad attraversare un periodo di melma come questo, una squadra di maestri chocolatier francesi da incaprettare due volte di fila non te la leva nessuno [...]
I gianfransuà, guidati dall'allungabile-pieghevole Pedrettì, un po' ci provano nel primo tempo a restiture quelle prese all'andata, ammucchiando calci d'angolo. Ma Milito coglie la traversa e Samuel, con uno stacco che lo porta a sei metri, sei metri e mezzo dal suolo, il fondo del sacco. E' uno a zero e il pubblico di San Siro sventola baguette gonfiabili e foto di Sarkozy in mutande, sulle note di Mamma grazie che non m'hai fatto nascere mangiarane. 
Nel secondo tempo Milito ingaggia una sfida personale con il teorema della probabilità totale, riuscendo a bersi davanti la porta dei francesi un'occasione da gol perfino più clamorosa di quella di Bergamo. Il pubblico sugli spalti è comunque vicino al Principe del Bernal, e la cosa un po' ti emoziona. Questo non ti impedisce però, cinque minuti dopo, di mandarlo a fanculo quando si incaponisce a concludere a rete anziché passarla, bruciando un contropiede 3 contro 1 da cavallo-goloso. A quel punto, in assenza di Maicon, tocca a Zanetti. Tocca a Zanetti interrompere per un attimo l'umiliazione di Hazard e di tutti gli altri giovani tizi del Lille che si trovano a incrociare sulla sua fascia maledendo il destino crudele, e va. Va, Zanetti, a testa bassa, come un eroe dei tokusatsu, supera un nugolo di malvagi francesi e crossa senza guardare. Milito questa volta per fortuna riesce a buttarla dentro. Per sua fortuna. Il resto è l'ennesima chance concessa al fake argentino di Nicola Berti, una volta tanto quando non le si stanno prendendo - e per quel poco che ha giocato non ha neanche giocato male, Corrado Alvarez, diremo - e il gol della pezzenteria del Lille all'82°su minchiata in tag-team di Lucio e Stankovic. Per il solito finale col brivido? Ma no, per far illudere i cioccolatai e fargli mangiare ulteriormente il fegato. A loro che piace così tanto. Primi nel girone, rotfl.

12 commenti:

  1. Zanetti ETERNO, devo ammetterlo. Quando serve è l'unico che davvero c'è.
    Comunque buona partita, dai.

    RispondiElimina
  2. in questo periodo meno male che ci rimane la cempsons (come suole chiamarla il mio bisteccone)...
    giocata ai due all'ora eppure avremmo potuto andarcene con un 3 a 0 tranquillo. meno male che siamo in un girone di buzzurri...
    spero sempre di vedere in campo qualche giuovine di belle speranze (e con un po' di corsa) come caldirola, crisetig e romanò...e magari ranocchia al posto di quel peracottaro di lucio.

    RispondiElimina
  3. ah dimenticavo...potremmo fare a meno di comprare hazard caro presidente? (clone malriuscito e lento di nani, a sua volta clone ben riuscito di CR7)

    RispondiElimina
  4. Obiettivi di quest'anno: champions e salvezza.
    Oh, beh... AMALAAAAA!! :)

    RispondiElimina
  5. Vado ad esaminare solo i nati negativi:
    1)è ufficiale: non è Milito, è un sosia. Il vero Milito avrebbe segnato incespicando su un pallone che vagava a centrocampo.
    2)fisicamente la squadra è in riserva e smettono di correre, un po' anche per amministrare le forze, già dal 30° del primo tempo.
    3)non c'è abbastanza cervello per smetterla di lanciare almeno sull'1-0 e provare ad addormentare la partita tenendo il pallone.
    4)date un calcio in culo a Lucio quando fa quelle discese mentre si sta vincendo (e anche quando si sta perdendo) lasciando la difesa semi sguarnita.
    5)Stankovic, Cambiasso e Thiago Motta non ce la fanno più e non abbiamo riserve all'altezza. L'unica possibilità è sperare che Poli quando torna dall'infortunio e Kucka a Gennaio si riscoprano dei fenomeni.

    Nessun giudizio negativo su Senijder perchè non era al 100%, ma oggi anche lui era fermo.

    Così non si va da nessuna parte!

    RispondiElimina
  6. La verità è che Milito non sarà di certo quello della stagione da 30 goal, ma porca puttana, sono pure 18 mesi che gli dice una sfiga pazzesca.

    E quando vedi che non vuole entrare, poi diventi pure meno bravo te a buttarcela.

    RispondiElimina
  7. E' vero, però su quel contropiede DEVI passarla. Perché non sia mai avessimo pareggiato, ieri, la croce sarebbe stata tutta per lui

    RispondiElimina
  8. Mammamia!! Quando Diego ha sbagliato quel tiro a tu x tu con il portiere mandando il pallone lassù sui monti con Annette, a San Siro in quel del secondo anello blu ho visto scene di panico mai viste, gente che tentava di staccare a morsi i seggiolini, altri che si masticavano le scarpe e qualcuno, tenuto dgli amici, che voleva scendere in campo per strappare la maschera al Milito/Impostore. Io invece sono semplicemente rimasto in posa plastica da cazzononèpossibile!! x dieci minuti!! Ma dai alla fine buona così!

    RispondiElimina
  9. Che bisogno c'è di leggere la Gazzetta quando ci sono le splendide cronache del Doc?
    Il titolo del post mi ha fatto ridere un bel po' :D

    RispondiElimina
  10. che dire!!??
    al 10° minuto eravamo lungherrimi sul campo;
    stankovic mi sa che si fa elidere il "vic" finale così il suo status dal 15° del pt è anche nello stato di famiglia;
    il "nano giravolta" maledice ferguson che non ha cacciato la pila;
    alvaretto mi sembrava quasi un giocatore normale...
    insomma

    AMAAAAALAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAA!!!

    RispondiElimina
  11. Tanto di cappello a Zanetti: quell'uomo non è umano.

    RispondiElimina
  12. Grande Zanetti, secondo me da bambino al posto del latte beveva la Red Bull!

    RispondiElimina

I commenti anonimi vengono eliminati dai filtri antispam e, nel caso superino i filtri, irrisi ed eliminati uguale: non usateli.

Related Posts with Thumbnails