domenica 30 ottobre 2011

71

Saturd... Sunday night sondaggismo: il film horror che vi è piaciuto di più

Vampirella. Attinenza con il sondaggismo di questa settimana: nessuna.
Domani è Halloween, e si diceva che non è che ce ne freghi molto. Però almeno un sondaggismo a tema horror potresti pure spendercelo, eddai, essu, e come sei. E va bene. Film horror. Il film horror dei vostri sogni. O dei vostri incubi, se proprio vogliamo usare uno di quei giochi di parole truci che tanto andavano di moda su dylan dog vent'anni fa. E non vogliamo [...]
Perché anche da morti viventi l'impulso rimane. L'impulso di capire come diamine funzionasse quella stramaledetta macchina da cucire
Però attenzione. Film horror del cuore, non "miglior film horror", perché hai sempre avuto la convinzione che, data la natura particolarissima del genere e le mille declinazioni dello stesso, non esista in generale un "miglior film horror". Anche perché: Shining di Kubrick è un horror al certo per certo? Ne siamo sicuri? (il buon Andrea G. Colombo, ai tempi in cui lavoravate su Horror Mania, ti ripeteva ogni tre minuti che sì, ne siamo sicuri). E il primo Alien? Vale l'horror fantascientifico come horror? E la commedia horror? L'orrore che non fa orrore ma fa solo ridere? 
Perciò facciamo che facciamo un'altra cosa, e facciamo prima, facciamo. Il film horror che vi è rimasto più impresso, quale che sia la sottocategoria orrorifica di appartenenza.
Di nascosto appiccicato nella stanzetta al bianco e nero di un televisorino electrolux da pochissimi pollici
Al che saresti fortemente tentato di votare per L'Esorcista, perché quando l'hai visto la prima volta in televisione facevi ancora le elementari e con una fine metafora potremmo dire che ti sei cagato addosso dalla paura. Però alla fine arriva Polly scegli Zombi. Dawn of the Dead, il film di Romero del '78 pasticciato da Argento, però nella versione originale più lunga e ammorbante. Perché? Perché lo ritieni il film di zombie definitivo, ma anche e soprattutto perché da quando hanno iniziato a spuntare come funghi anche in Italia, non sei più riuscito ad entrare in un centro commerciale durante il week-end senza avvertire quella tremenda sensazione. Senza rivedere in quella gente che ciondola avanti e indietro senza una meta o una ragione di vita, appesa disperatamente a un carrello, gli zombie col trucco di Tom Savini. Anche se magari il posto non si chiama Monroeville Mall ma I Due Pini di Cerzeto Inferiore. 
"E qui troveremo un gioco chiamato Dead Rising!"
Ora, eccetera eccetera, sapete già tutto, eccetera eccetera, un titolo e un perché, eccetera eccetera, un corpo e un'anima, eccetera eccetera, wess e dori ghezzi, eccetera eccetera. Votate.

71 commenti:

  1. Twilight senza dub...ah non quel senso di orrore, l'altro.
    Direi The Mist di Darabont, uno dei pochi film a lasciarmi incollato sulla poltrona nonostante non abbia più 10 anni. I grandi classici sì certo, blablabla ma a quei tempi mi spaventavo anche con lo spot della Saratoga, quello con il delfino che rideva.

    RispondiElimina
  2. Boh...io di horror ne ho visti pocherrimi perchè proprio non m'acchiappano, quindi il mio voto va ad una produzione piuttosto diversa:
    "Lasciami Entrare", nella versione originale svedese("Let the right one in", che i remake ammeriggani puzzano a prescindere)che è, in assoluto, uno dei film che più mi ha colpito ever.

    RispondiElimina
  3. Io voto The Descent perché dopo che l'ho visto prima di andare a dormire ho controllato sotto il letto

    RispondiElimina
  4. Zombi il migliore pure per me, eppure quello che mi fa più paura in assoluto è Fuoco cammina con me di Lynch.

    RispondiElimina
  5. Non sono un fan del genere, e di conseguenza la rosa da cui posso scegliere non è molto ampia.

    Comunque se lo scopo di un film horror è quello di turbare, la scena finale (solo quella, che in realtà il film è pure una mezza cagata, diciamolo. E pure l'altra mezza stimola...) del primo Bleir Uìc Progett è quella che, a quanto mi posso ricordare a quest'ora della domenica mattina (leggi: alle 10.44 di domenica per me è ancora l'alba. Anzi no. È ancora notte), mi ha lasciato più "inquieto", diciamo. E per scena finale intendo gli ultimi secondi, quelli del tipo all'angoletto.

    RispondiElimina
  6. Questo commento è stato eliminato dall'autore.

    RispondiElimina
  7. La casa dalle finestre che ridono, di Pupi Avati. E' stato uno dei pochi film che mi ha davvero spaventato ^^

    RispondiElimina
  8. Martyrs, di Pascal Laugier: l'unico film, in tempi recenti, così carico di tensione da costringermi a distogliere lo sguardo dallo schermo o a chiudere gli occhi.
    In assoluto, però, Alien: atteso con trepidazione in tv (su RAI 3 ne sono quasi sicuro) quando andavo ancora alle elementari salvo decidere di andarmene a letto (senza riuscire a dormire per parecchie ore) quando il mostro esce dal ventre di John Hurt. Ci ho messo anni prima di decidermi a rivederlo.

    (Mi scuso preventivamente per il post postato due volte: volevo firmarmi come Clava - come da club antristi - ma boh... Prima o poi imparerò)

    RispondiElimina
  9. Al momento non ho un mio vincitore, ma anche io ho ricordi fortissimi di esorcisti visti in cucina, da solo, nel buio assoluto; televisore tipo Indesit come questo, bianco (quello rosso poi lo ereditammo alla morte di mio nonno, probabilmente l'oggetto più ricco del lotto). Bianco e nero disturbato, le radiografie cervicali di Linda Blair massacrate dal rumore bianco di Telecapri che si riceveva una schifezza...

    Comunque, potrei rispondere con un film tv che passava sulle reti locali: Il cane infernale (Devil Dog: The Hound of Hell); non so se l'avete mai visto: c'era un cagnone nero, uno sciamano indiano, la maledizione, il colonnello di Rambo. Tutti ingredienti indispensabili per un horror indimenticabile, compreso il colonnello Trautman.

    RispondiElimina
  10. " Io zombi, tu zombi, lei zomba" vale o devo sceglierne un altro?

    RispondiElimina
  11. Ah, ce n'era anche un altro di cui non riesco a riesumare il titolo. Bianco e nero anche questo (come tutto, cartoni animati compresi fino al 1986 circa, quando siam passati al colore); c'era questo scienziato che faceva esperimenti, studiando il sangue al microscopio coi vari corpuscoli che si aggredivano tra loro; verso la fine, dalla porta irrompe un mostro umanoide schifoso e inizia ad ammazzare la gente (tipo lo scienziato e la sua assistente).

    RispondiElimina
  12. Eh potrebbe essere una lista luuuunga specie se accomuniamo i generi di orrore e terrore.
    In ogni caso il film dell'orrore/terrore che più mi ha segnato rimane The Day After (senza il tomorrow ovviamente). Perché tutti i livelli di disperazione e di impotenza mostrati nel film si univano alla tremenda possibilità che tutto ciò potesse realmente accadere (specie in quel periodo). E se qualcuno mi domandasse di vederlo oggi, avrei serissimi dubbi di riuscire a raggranellare il coraggio o la stoltezza sufficienti.

    RispondiElimina
  13. Io voto dal Tramonto all' Alba, che il trash ci piace in famiglia. E come sempre mi piace ricordare, un feticista dei piedi è riuscito a convincere Salma Hayek a fargli bere non so cosa dal piede... facendolo scivolare giù dalla coscia mentre il feticista si limonava l' arto (Tarantino ti voglio bene). E nonostante il trash, il film riesce anche a farsi ben volere in generale, a mio dire.

    RispondiElimina
  14. siccome non sono molto ferrata in materia e mi piacciono le cose un po' ibride, specie se comiche, allora voto Shaun of the Dead (L'alba dei morti dementi in italiano), perché oltre alla sua britishosità (cosa che su di me ha sempre quel certo ascendente) mi ha fatto morire dal ridere :D

    RispondiElimina
  15. Se mi metto a pensarci ce ne sono per così... A dirne uno però che mi ha fatto cagare in mano dico ZEDER. Ancora più della Casa dalle finestre che ridono! Ero terrorizzato. E dire che l'ho visto già da grandino, di giorno e con il sole. Quindi si, è l'horror più pauroso che io abbia visto devo dire.

    RispondiElimina
  16. Mmmmh, a caldo direi un bell'ex aequo fra il primo Hellraiser e Allucinazione Perversa (vale come horror, Doc?). Il primo perchè, da amante del gusto grottesco di Barker, mi entusiasmò un sacco quando lo vidi, il secondo perchè mi mise addosso una tristezza angosciosa che ricordo ancora come una sensazione mai provata prima nè più riprovata (no, lo schifodisgusto dopo Hostel non conta... ho dei grossi problemi col torture-porn, lo ammetto)

    RispondiElimina
  17. Suspiria mi spaventa ancora, perciò si becca il voto. Che colori, che paura quei sospiri notturni...brrr!!
    A ruota poi, "Il Seme della follia" di Carpenter e Zombi di Romero. Anche io come il Doc, alla vista di scene come quella dell'apertura di Trony a Roma l'altro giorno, non so se siete al corrente del mega-ingorgo che ha paralizzato la parte nord della città, con gente che aspettava in fila davanti alle porte del nuovo punto vendita dalle due di notte, corro con la mente al capolavoro di Romero. E rabbrividisco...

    RispondiElimina
  18. Phenomena di Argento...non è un vero horror ma per me è l'horror del cuore!

    RispondiElimina
  19. Direi che il mio horror del cuore è "Il Seme della follia" di Carpenter... non sono un grande estimatore del genere e quella è una ottima via di mezzo. Visto che siamo in tema comunque vi pongo una domanda... tanto tempo fa vidi un film horror diviso a episodi: in uno di questi c'era un tipo che rubava da uno sciamano un siero dell'immortalità e questi per vendicarsi lo faceva a pezzi e ustionava (e questo rimaneva vivo ovviamente per l'eternità), in un altro c'era un tipo che si bombava un cadavere e veniva perseguitato dal figlio mostruoso... ecco quel film mi aveva fatto cagare sotto, non ci tengo a rivederlo ma sapete per caso come si chiama? così per curiosità :)

    RispondiElimina
  20. Non sono un appassionato del genere,
    ma devo dire che il primo Nightmare
    a confrontro con gli altri horror del periodo, aveva un effetto veramente squaraquoso....

    RispondiElimina
  21. Difficile, a rivederli ora ci trovo sempre qualcosa di imbarazzante e quasi comico negli horror, la razionalità è riuscita in qualche modo a rompere l'incanto.

    Ricordo dei flash di quando ero piccolo, Zombi, Il signore del male, alcune scene terrorizzanti, a vederli oggi sorrido. L'ultimo che mi ha lasciato un qualcosa, non tanto nell'orrore, ma nella storia disturbante è stato The mist sicuramente per il finale, tanto diverso dal racconto di Mr. King. Se dovessi rimanere nel genere duro e puro voterei Midnight Meat Train tratto dal grande Clive Barker!

    RispondiElimina
  22. Un parimerito:
    "Non aprite quella porta" (il primo, il capolavoro di Tobe Hooper) e
    "La casa dalle finestre che ridono" (P. avati)

    RispondiElimina
  23. Ce ne sono tanti da citare Doc. Poi anche io come tutti ho una certa passione per gli zombi... ma in cuore mio ho un nitidissimo ricordo del film "La Casa" di Raimi... già... il primo. Ricordo di una serata quando ero un bambinissimo con i genitori e ogni volta che c'erano le scene della "cosa" che correva verso il protagonista chiudevo gli occhi in preda alla paura! aaah... che terrore genuino!

    Poi ci sono degli incubi con un Alien che mi entrava in casa... ma quella è un altra storia...

    RispondiElimina
  24. Avrei votato anche io l'esorcista, un pò per gli stessi motivi là dell'essersi cagati veramente addosso da bambini....però scelgo Maniac di Joe Spinnel, perchè è uno slasher movie tremento e stupefacente, senza senso e di una profondità inaudita...

    RispondiElimina
  25. sarebbe ex equo tra Profondo rosso e Poltergeist, entrambi intravisti da bambino ma penso che profondo rosso mi fece cagare più addossso. Ricordo una giornata in campagna, da piccolo, a giocare a nascondino con il mangianastri a palla con la musica della colonna sonora. Fu un esperienza allucinante

    RispondiElimina
  26. Questo è il mio primo commento da queste parti, anche se ti leggo sempre: complimenti per il tuo blog fantastico!
    Voto per Carrie - Lo sguardo di Satana, perché De Palma mi è sempre caro, e Carrie odora di spiriti giovanili come nessun altro film.
    PS: un terzo di voto per La goccia d'acqua, l'ultimo episodio de I tre volti della paura di Bava.

    RispondiElimina
  27. "Essi vivono", "La cosa" e "Il seme della follia", tutti di Carpenter.
    Vittora 12 a 0 con arbitro pagato dai perdenti ma lo stesso incapace di incidere sul risultato.
    Però a me gli horror non piacciono, quindi non faccio testo.

    RispondiElimina
  28. L' accoppiata Abominevole Dr. Phibes/Frustrazione.
    Entrambi con Vincent Price.
    E sempre con Price, menzion d' onore per "l' ultimo uomo della terra", altro che Will Smith e Io sono Leggenda...
    http://youtu.be/XuroLvLBBaQ

    RispondiElimina
  29. direi nightmare on elm street il migliore del genere,complimenti per il blog

    RispondiElimina
  30. La Casa di Sam Raimi

    RispondiElimina
  31. Zombi è nel mio cuore e mi ha cambiato la vita, ma The Host spacca in culo ai passeri ^_^

    RispondiElimina
  32. La Casa 2, che ho visto al cinema ed ho trovato spassoso per moltissimi motivi.

    RispondiElimina
  33. Copio il mio omonimo e dico anch'io "La casa delle finestre che ridono", fermo restanco che "Dawn of the Dead" e "Day of the dead" sono meritevoli anche loro di citazione...

    RispondiElimina
  34. io sarei per un terrorifico Alien che mi ha regalato da ragazzino molte notti insonni ma devo dire ke IT si merita la medaglia solo ed esclusivamente per il caro Pennywise essere che pensava che la gente galleggiasse come degli S......!!!!!

    RispondiElimina
  35. Paptimus Scirocco30 ottobre 2011 18:15

    I primi 3 Hellraiser, non li avevo mai visti e mi sono piaciuti parecchio (i Cenobiti e Pinhead in particolare sono personaggi davvero originali)

    RispondiElimina
  36. Porca troia, non mi ha accettato il commento... riproviamo:
    il film che più mi ha terrorizzato quando ero piccola è stato IT: ogni volta che vedevo i prologhi in tv, con la musichetta di Per Elisa, cambiavo canale per non vedere il faccione di Pennywise... e ancora oggi qualche brividuccio me lo dà

    Un film che non ha niente di pauroso, ma che mi ha ispirato per la colonna sonora, è quello di Rob Zombie "house of the 1000 corpses": considerando che ero nel mio periodo di industrial metal, me lo sono guardata solo per la colonna sonora (anche perché il film è la solita americanata con zoccole seminude, urlanti e grandi litri di sangue finto)

    Ricordo che stasera, su Horror Channel (canale 134 di Sky), alle 22 faranno L'esorcista - la genesi: stasera me lo guarderò beata sul divano, senza rotture di maroni

    RispondiElimina
  37. Suspiria. In realtà ne ho visti forse non più di una ventina, in casa mia non si guardavano ma direi Suspiria.

    Doc, non sarebbe simpatico pubblicare poi il risultato dei tuoi sondaggioni, quantomeno il vincitore?

    RispondiElimina
  38. Society - La società dell'orrore.

    Le scene finali mi disturbarono così tanto che spensi il videoregistratore. Avevo una decina d'anni.

    RispondiElimina
  39. Assolutamente il primo Nightmare.
    Da quel film la paura di avere gli incubi dopo un horror ha assunto tutto un altro significato.

    RispondiElimina
  40. indubbiamente la cosa di Carpenter!non so se considerarlo un vero horror però mi ha scosso non poco,e non ero bambino quando l'ho visto!!

    RispondiElimina
  41. Creepshow!

    E' la festa del papà Bedelia e voglio la mia torta!
    La mia torta! Bedelia! Voglio la mia torta!

    RispondiElimina
  42. @Minkia Mouse Society quello di Yuzna vero? Il finale con i corpi che si mischiano! Fantastico, ce lo devo avere da qualche parte in vhs! Veramente disturbante!

    RispondiElimina
  43. Profondo Rosso, senza dubbio: ricordo ancora oggi il pomeriggio di merda (seguito da una notte di merda, seguita da altri numerosissimi pomeriggi di merda seguiti, a loro volta, da altre numerosissime notti di merda) trascorso nel corridoio, in modo da avere tutte le possibili vie di fuga sott'occhio...

    RispondiElimina
  44. Rischio di risultare scontato, e magari - chissà - sarà un fatto generazionale. Ma sono molto legato a "La Notte dei Morti Viventi" di Romero, il primo, classico, essenziale, in bianco e nero del 1968. E' un film che può avere tutti i limiti tecnici e di budget che si vuole (e anche questo fa parte del suo fascino). Ma rimane il film che ha forgiato un mito horror, e contiene - a mio parere - molti momenti di grande intuizione cinematografica, nella sua geniale, avanguardistica povertà. Se poi posso indicare una seconda scelta, indico il primo, splendido e tesissimo "Halloween" di John Carpenter. Ricordo ancora di averlo visto al cinema da ragazzo, e ricordo tutto il pubblico che rumoreggiava quando Michael Myers si rialzava alle spalle dell'ignara e giovanissima Jamie Lee Curtis.

    RispondiElimina
  45. Scusa Doc, ma sono rincoglionito. Ho cercato anche su internet, ma non mi ricordo il titolo del film e non riesco a ritrovarlo. Mi ricordo solo che è un film di Dario Argento e finiva con una testa mozzata che volava e mordeva qualcuno al collo. Mi ricordo che ho sognato quella scena per parecchio anche perchè ero piccino picciò.

    RispondiElimina
  46. Si ma ... l'uomo della pistola alla tempia?

    RispondiElimina
  47. Beh questo sondaggismo mi ha messo in crisi devo ammetterlo, l'horror è uno dei miei generi preferiti, ne ho visti veramente un cifrone, sono rimasto per più di mezz'ora a pensare e ripensare quale fosse quello che mi è rimasto più impresso negli anni e alla fine ho deciso...."La casa Nera" secondo me un piccolo gioiellino, è del 1991 ed è guardacaso del grande Wes Craven (il Craven dei bei tempi!) lo consiglio a tutti vedetevelo ne vale veramente la pena c'è tutto dal terrore all'ironia e vedrete che odierete Prince....chi è Prince? Vedete il film...:)

    RispondiElimina
  48. Paolo Pugliese31 ottobre 2011 00:22

    Shining è il mio film horror preferito. Nessun altra pellicola del genere ha sapunto insitillarmi quel senso di angoscia e di arcano orrore incombente come questo film riesce a fare, riuscendo a stimolare quei meccanismi psicologici legati alla paura senza ricorrerre ad effettacci truculenti.

    RispondiElimina
  49. Shining, e in tempi più recenti Ju-On-The Grudge (quello originale, ovvio).

    RispondiElimina
  50. Non seguo film horror, visto che mi fanno impressione, ma non ho problemi con videogiochi, anime, fumetti e libri sull'argomento.
    Ma c'è un film, che spacciandosi per fantascientifico, mi ha tratto in inganno, Punto di non Ritorno.
    Mi chiedo anche se quel gran bel lungometraggio di Old Boy valga come horror, visto che il fulcro della vicenda è un argomento parecchio disturbante.
    Menzione speciale per il già più volte citato Shaun of the Dead - CAPOLAVORO!

    RispondiElimina
  51. Senza dubbio "The Devil's reject" di Rob Zombie. Seguito del già divertente "La casa dei 1000 corpi"

    RispondiElimina
  52. Anch'io dico Zeder, una briciola in più di la casa dalle finestre che ridono. Sommo Pupi Avati!

    RispondiElimina
  53. Il signore del male di Carpenter. Provate a guardarvelo a notte fonda, da soli, poi andate in bagno, lavatevi e la faccia e quando alzate gli occhi guardatevi nello specchio. Lo specchio non sarà mai quello di prima.

    RispondiElimina
  54. Il signore del male di Carpenter. Provate a guardarvelo a notte fonda, da soli, poi andate in bagno, lavatevi e la faccia e quando alzate gli occhi guardatevi nello specchio. Lo specchio non sarà mai quello di prima.

    RispondiElimina
  55. molto affezionato pure io all'esorcista e a shining....ma quello che mi ha più inquietato è stato Marebito di takashi shimizu. un film che forse non è horro in senso stretto ma che scava nel profondo della coscienza a livelli imbarazzanti.

    @ MDQP

    dal tramonto all'alba è di robert rodriguez, tarantino recitava soltanto in quel film

    RispondiElimina
  56. Premesso che non sono un patito degli horror, e che anzi li trovo noiosi; sicuramente quello che mi è piaciuto di più è Rec.

    RispondiElimina
  57. Essi Vivono di Carpenter,grande film,grande messaggio

    RispondiElimina
  58. Questo commento è stato eliminato dall'autore.

    RispondiElimina
  59. comunque se parliamo di fifa e basta, ricordo che da piccolo poltergeist m'aveva fatto abbastanza cacà

    RispondiElimina
  60. Dawn of the dead.

    RispondiElimina
  61. Rimango con il classico, Dario Argento per sempre!
    "Profondo Rosso"

    RispondiElimina
  62. L'armata delle tenebre.
    Perchè mi pare che già ad un altro sondaggio mi è capitato di dare la stessa risposta?

    RispondiElimina
  63. Blair Witch Project, visto appena uscito in VHS presa originale a buon prezzo alla Standa, nonostante fossi piccolo e non molto preparato. Mi spaventò parecchio, soprattutto il finale che fu il primo finale da film che mi lasciò di stucco senza essere un barbatrucco!

    RispondiElimina
  64. 28 giorni dopo
    Tensione a go go e una trama ben strutturata. Ovviamente le caxxate non mancano ma nel complesso mi ha inquietato parecchio!

    RispondiElimina
  65. Adoro i film horror e ne ho visti centinaia, ma sono pochi quelli davvero spaventosi!!!L'esorcismo di Emily Rose mi ha davvero spaventato cosi come ringu e ju on!!!Ma il piu spaventoso e' sicuramente il primo ju on!!!Anche dracula di Bram Stoker con colonna sonora super inquietante di W. Kilar era fantastico!!!!

    RispondiElimina
  66. Tra i classici, Dracula il Vampiro (1958) di Terence Fisher con Christopher Lee e Peter Cushing.
    Tra i "recenti" i più spaventosi sono stati La Casa dalle Finestere che Ridono di Pupi Avati e Shinig di Kubrick. Tra i più divertenti, La Casa II di Sam Raimi e Splatters Gli Schizzacervelli di Peter Jackson.

    RispondiElimina
  67. Carrie di Brian de Palma.
    Cagato addosso in questo ordine cronologico: Zombi, Carrie, La Casa, L'Esorcista, Shining (ormai quattordicenne alla prima scena di Danny allo specchio che parla col dito). Salvo poi considerare, da grande, Carrie e Shining tra i migliori film della storia del cinema in assoluto.

    RispondiElimina

I commenti anonimi vengono eliminati dai filtri antispam e, nel caso superino i filtri, irrisi ed eliminati uguale: non usateli.

Related Posts with Thumbnails